Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#SeNonFosseNATO

  • 106

New Twitter Gallery

senonfossenato.jpg

intervento di Manlio Di Stefano, Capogruppo M5S Commissione Affari Esteri

"Dal 1999 ad oggi, le guerre d'aggressione della Nato hanno prodotto decine di migliaia di morti, feriti, mutilati, sfollati, territori devastati, smembrati, economie fallite, destabilizzazioni estese a intere regioni. L'emergenza di chi fugge dalle guerre dell'Alleanza atlantica oggi mette persino in discussione l'esistenza stessa dell'Ue.

Sorta sul concetto di "difesa collettiva", la Nato, con l’implosione dell’Unione Sovietica, ha di fatto perso il motivo alla base della sua stessa esistenza. Dal 1991 l'organizzazione si è presto trasformata in strumento di aggressione per il perseguimento di due obiettivi strategici degli Stati Uniti: mantenere il dominio militare in Europa e controllare qualsiasi possibile rinascita della Russia.

VIDEO Come è nato e chi alimenta il terrorismo

Jugoslavia, Afghanistan, Iraq, Somalia, Sudan, Libia, Siria, Ucraina. Paesi d’interesse atlantista, e per questo travolti da una valanga di menzogne mortifere, per giustificare bombardamenti che hanno prodotto morte, macerie e milioni di profughi.

L'esito delle crisi di Ucraina e Siria determinerà il futuro assetto geopolitico e il nuovo equilibrio di potere nello scacchiere internazionale. Il Pentagono e il vice presidente Usa Joe Biden hanno annunciato questa settimana che gli Stati Uniti sono pronti ad un intervento in Siria congiunto con la Turchia (Paese Nato ormai fuori controllo) per armare e sostenere i cosiddetti “ribelli moderati”. Si tratta di un intervento contrario al diritto internazionale.

La crisi ucraina è l'ultimo capitolo di questa tragica saga. Il più pericoloso. Il colpo di stato del febbraio 2014 a Kiev si inserisce, infatti, nella progressiva e pericolosa espansione della Nato ad Est, operata a partire dagli anni ’90 e presentata al grande pubblico come una benigna diffusione di democrazia e ricerca di stabilità. In realtà, è semplicemente il modo più rapido per portare a termine la strategia ultima statunitense, vale a dire imporre all’Ue la Nato economica, il TTIP - acronimo di Transatlantic Trade and Investment Partnership, vale a dire l'immensa area di libero scambio che i due blocchi stanno negoziando nel segreto quasi assoluto. Dopo l'invito formale al Montenegro nel dicembre del 2015, il prossimo paese nella lista, il trentesimo, a finire nella ragnatela dell'Alleanza dovrebbe essere nei piani proprio l'Ucraina. Si tratta di uno scenario dai contorni potenzialmente apocalittici, con Mosca che ha più volte ribadito che reagirebbe con ritorsioni belliche all'arrivo della Nato ai suoi confini.

Nel voler forzare l'ingresso dell'Ucraina nella Nato, in poche parole, gli Stati Uniti stanno giocando con scenari di terza guerra mondiale. Con un approccio irresponsabile fatto di militarizzazione dell'est europeo - dal 2017 Ucraina, Polonia e Lituania costituiranno una brigata congiunta di 4mila uomini effettivi - e di sanzioni economiche alla Russia che hanno già messo in ginocchio il settore agro-alimentare europeo (l'Italia ha perdite complessive per un miliardo di euro l'anno), ci sono alcuni interrogativi che come Paese dobbiamo porci.

- Per quanto tempo dobbiamo violare la nostra Costituzione e i trattati internazionali fondamentali come il Trattato di non proliferazione nucleare per fornire a quest'alleanza la possibilità di usufruire di decine di basi sul nostro territorio con 90 testate nucleari annesse?
- Per quanto tempo dovremo devastare l'ambiente di intere regioni e la salute dei cittadini che vivono nei pressi di basi o poligoni NATO?
- Perché un'organizzazione concepita come un'Alleanza militare meramente difensiva si è trasformata negli anni in uno strumento di morte e aggressione?
- Esiste un modo che consenta all'Italia di sottrarsi a future guerre di invasione, come nel caso della Libia?

La partecipazione alla Nato pone oggi l'Italia di fronte a un bivio cruciale. Come MoVimento 5 Stelle chiediamo che nel Paese si apra una riflessione seria sull'argomento e per questo vi invitiamo tutti al convegno "Se non fosse NATO" che si terrà venerdì 29 gennaio alla Nuova Aula dei Gruppi parlamentari, a Roma, con la partecipazione di:
Mairead Corrigan – Premio Nobel per la Pace
André Vltchek – Reporter di guerra e autore, con N. Chomsky, di "Terrorismo Occidentale"
Claudio Giangiacomo - Redattore della pdl di iniziativa popolare su basi e trattati militari
Alessandro Di Battista - Deputato M5S Commissione Affari Esteri
Luca Frusone - Deputato M5S Commissione Difesa
Elio Teresi - Movimento "No Muos"
Valter Lorenzi - Rete Disarmiamoli / Comitato "No camp Darby"
Mariella Cao - Comitato sardo "Gettiamo le Basi"
Enrico Marchesini - Movimento "No Dal Molin"
Manlio Di Stefano – Capogruppo M5S Commissione Affari Esteri
Per partecipare è necessario compilare questo form in tutte le sue parti."

28 Gen 2016, 11:29 | Scrivi | Commenti (106) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 106


Tags: Biden, Di Battista, Manlio Di Stefano, Nato, Obama, Russia, Siria, Ucraina

Commenti

 


Ciao
Leggi la mia testimonianza che anche si potrebbe aiutare anche

Prestito Testimonianza

Sono la signore Carina Baur io sono alla ricerca di prestito di
denaro da molti mesi. Ma fortunatamente ho visto prove fatte da molte
persone sul sig. Pierluigi, così la ho contattata per ottenere il mio
prestito dell'importo di 70.000€ per regolare i miei debiti e
realizzare il mio progetto. C è con il signore. Pierluigi che la vita,
il mio sorrida nuovamente è signore de cuore semplice e molto
comprensivo. Ecco sono posta elettronica. pvisentin906@gmail.com

Carina Baur Commentatore certificato 04.02.16 12:54| 
 |
Rispondi al commento

La Turchia sarà una spina per tutta l'europa. Erdogan gioca sporco con il fatto di trovarsi in un'area cuscinetto tra un asia islamista e la partecipazione al sodalizio con la Nato e con una forte presenza in Germania. Un cocktail esplosivo per un regime che finge di bloccare i profughi mentre li lascia invadere tranquillamente l'Europa e poi islamizzarla nel tempo. Sono finiti i tempi in cui i governi Turchi erano considerati filo occidentali ed europeisti.

giovanni c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 31.01.16 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Post molto, molto interessante e l'idea di una conferenza a Roma è ottima, ma come al solito, il post non viene pubblicato con l'anticipo che merita un'iniziativa di questo tipo. L'Italia ha un disperato bisogno di informazione in materia di euro e TTIP. Sarebbe adeguato un maggiore impegno per mettere talu argomenti sulla scena pubblica anche se, a quanto pare, per il TTIP è troppo tardi.se pensiamo l'italia sia messa male adesso, sentiremo il risultato, doloroso, tra alcuni anni. Purtroppo non vedo alcun segno che mi faccia essere ottimista.

Riccardo F., Londra Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 29.01.16 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Uscire dalla NATO con il Medio Oriente e il Nord Africa in fiamme è un suicidio.

Fabio Nardocci 29.01.16 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Fermiamo la NATO, non ha senso. Solo ONU con sede in Svizzera, paese neutrale!!!

rosolino peressini 29.01.16 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace solo ce i nostri meravigliosissimi parlamentari in TV non martellino tutti i giorni e in ogni trasmissione LA GRAVITA' DEI MORTI, FERITI, PROFUGI ECC ECC CAUSATA DALL'OCCIDENTE, USA in testa a tutti, appena descritto e più volte descritto benissimo sul blog. Perché le nostre ingiustizie interne all'Italia sono gravissime ma quella dell'Occidente nel mondo è 1000 volte più grave! SE AVESSIMO UN FRATELLO O FIGLIO O MOGLIE IN SIRIA, YEMEN ECC NE PARLEREMMO TUTTI I GIORNI!!!!

QUESTO BLOG E IL M5S SONO UN DONO IMMENSO PER L'UMANITA'!!! GRAZIE A NOME DI TUTTA L'UMANITA'!!!

Andrea Galvan (tirian come un fiume di giorno e di notte), Villa Bartolomea (VR) Commentatore certificato 29.01.16 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Mi viene da ridere a sentir parlare a vanvera di democrazia e libertà in presenza della Nato e dell'esercito di occupazione Usa (per non dire del Vaticano...) in Europa. Mi consola il fatto che storicamente tutti gli imperi prima o poi crollano.
D'accordo comunque con le considerazioni di Di Stefano.

mario45 massini, roma Commentatore certificato 29.01.16 08:19| 
 |
Rispondi al commento

L'ELENCO sara' in continuo AGGIORNAMENTO. Ma dove ?
Non risulta.

Emilio C., MILANO Commentatore certificato 29.01.16 07:38| 
 |
Rispondi al commento

(seguito da post precedente)

Noi siamo “partner” di queste nefandezze attraverso il Patto Atlantico (NATO) che non devono e non possono passare inosservate e che sono state spacciate per “esportazione della democrazia” ma che sono sempre perpetrate in nome di interessi economici a vantaggio dei paesi predominanti nella NATO mentre l’Italia ne è sempre uscita perdendoci. Vedi, per esempio, Libia, Ucraina, Russia.
Detto questo non credo sia possibile uscire dalla NATO sia perché ci troveremmo isolati ma soprattutto perché siamo legati mani e piedi agli USA (vedi le circa 600 testate nucleari presenti in Italia nelle basi NATO) ma penso sia necessario di iniziare una politica di più alto profilo con le dovute maniere (ricordo Craxi che fu fatto fuori dalla CIA per i fatti di Sigonella).
Ad esempio mi chiedo perché noi non possiamo più fare affari con la Russia mentre la Germania continua a farli anche alla luce del sole? Oppure perché si deve continuare ad essere “soci” di un governo come quello turco che, nella schizofrenica volontà di erdogan di essere il nuovo califfo dell’impero ottomano, ha finanziato terroristi, soprattutto stranieri, per rovesciare il legittimo Governo della Siria?
Occorre alzare il tiro ed agire contro queste iniziative che passano sopra la nostra testa nel silenzio dei media stringendo alleanze in Europa con coloro che la pensano nello stesso modo e formare consenso ottenendo la forza necessaria per avere voce in capitolo sia come Movimento che come Paese Italia.

Mario Alvisi, Shenzhen / Cina Commentatore certificato 29.01.16 05:39| 
 |
Rispondi al commento

Il governo degli Stati Uniti è il più guerrafondaio del mondo. Dal 1776 fino al 2015, gli Stati Uniti d'America sono stati coinvolti in guerre per 222 anni dei suoi 239 anni. Questo rappresenta un eccezionale 93% dal 1776 al 2015 che gli USA stanno conducendo guerre. Nessun altra nazione sulla faccia della Terra è stata come questa, gli usa sono affamati di guerra, dal 1776 fino al 2015 sono 239 anni e gli Stati Uniti d'America hanno avuto solo una pausa di 17 anni in oltre 2 secoli. Eppure i musulmani vengono descritti come i cattivi dallo stesso paese che ha questa fame di guerre. Non biasimo i cittadini degli Stati Uniti io dò la colpa ai loro governi che hanno eseguito ordini dalle lobby di potere come sionisti, illuminati, multinazionali del petrolio e delle armi.
Il Congresso degli Stati Uniti ha rovesciato, o tentato di rovesciare, numerosi governi stranieri dopo la seconda guerra mondiale. Vedi lista sotto (* Indica successo nella estromissione di un governo)

China 1949 to early 1960s
Albania 1949-53
East Germany 1950s
Iran 1953 *
Guatemala 1954 *
Costa Rica mid-1950s
Syria 1956-7
Egypt 1957
Indonesia 1957-8
British Guiana 1953-64 *
Iraq 1963 *
North Vietnam 1945-73
Cambodia 1955-70 *
Laos 1958 *, 1959 *, 1960 *
Ecuador 1960-63 *
Congo 1960 *
France 1965
Brazil 1962-64 *
Dominican Republic 1963 *
Cuba 1959 to present
Bolivia 1964 *
Indonesia 1965 *
Ghana 1966 *
Chile 1964-73 *
Greece 1967 *
Costa Rica 1970-71
Bolivia 1971 *
Australia 1973-75 *
Angola 1975, 1980s
Zaire 1975
Portugal 1974-76 *
Jamaica 1976-80 *
Chad 1981-82 *
Grenada 1983 *
South Yemen 1982-84
Suriname 1982-84
Fiji 1987 *
Libya 1980s
Nicaragua 1981-90 *
Panama 1989 *
Bulgaria 1990 *
Albania 1991 *
Iraq 1991
Afghanistan 1980s *
Somalia 1993
Yugoslavia 1999-2000 *
Ecuador 2000 *
Afghanistan 2001 *
Venezuela 2002 *
Iraq 2003 *
Haiti 2004 *
Somalia 2007 to present
Honduras 2009
Libya 2011 *
Syria 2012
Ukraine 2014 *
Turkey 2015 *

(segue)

Mario Alvisi, Shenzhen / Cina Commentatore certificato 29.01.16 05:37| 
 |
Rispondi al commento

Principio fondamentale del "Diritto Internazionale" dovrebbe essere:"Pacta sunt servanda, hic stantibus rebus",
ovvero "I Trattati Internazionali vanno rispettati, finchè le cose rimangono come prima".
Questo per ragioni logiche, prima ancora che etiche:
altrimenti saremmo ancora vincolati al trattato Romano-Cartaginese del 348 a.C.,
e più genericamente il Diritto Internazionale non può servire per ibernare all'infinito i privilegi geo-politici dei "beati possidentes".
Ovviamente la decenza nei rapporti internazionali vorrebbe che i trattati venissero aggiornati col reciproco consenso delle parti contraenti.
Ma questo purtroppo raramente accade, in quanto anche di fronte ad un evidente cambiamento della situazione, c'è sempre una parte a cui converrebbe cambiare il trattato ed un altra a cui converrebbe mantenerlo in vita ad ogni costo.
Unica soluzione per uscire da questa "impasse" è introdurre nelle costituzioni degli Stati Democratici il principio che i trattati internazionali, le sanzioni ad altri Stati, le "missioni di pace all'estero" ecc. ecc., possano essere ratificati oppure abrogati con Referendum popolare.
Sinceramento trovo veramente assurdo che la Democrazia Diretta possa essere invocata su questioni spesso "banali" e non su questioni da cui può dipendere la vita o la morte dei cittadini.
Non dimentichiamoci che l'Italia è stata trascinata sia nella Prima che nella Seconda Guerra Mondiale contro la volontà della maggioranza dei suoi cittadini.
Se è giuto il momento di "mandare il NATOsauro a Giurassic Park" lo decidano i cittadini e se ne assumano di fronte alla Storia le responsabilità.

Torquato Apreda 29.01.16 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Partendo dal presupposto che l'Italia da sola non potrebbe, realisticamente, stare e che uscire dalla NATO è complesso, se non impossibile, secondo me è cinicamente vantaggioso rimanere nel Patto Atlantico.
Sono più i vantaggi degli svantaggi, detto molto poco poeticamente.
Il primo intervento militare della NATO, a cui noi aderimmo fin dalla fondazione avvenuta nel '49, fu nei Balcani nel 1999.
Quindi cinquant'anni di attività non belligeranti.
Fu chiesto poi alla NATO, dagli Stati Uniti, di intervenire in Afghanistan nel 2001, sfruttando l'articolo 5 del Trattato.
La NATO non ha partecipato né alla prima guerra del Golfo, né alla seconda invasione dell'Iraq.
Non siamo stati trascinati in Corea, in Vietnam, in Cile od a Panama.
Sarkozy, nel 2011, la trascinò in Libia per sei mesi, dopo aver fatto i capricci nel 2009 per far riammettere la Francia nel Comitato di Comando Militare NATO.
Quindi dalla sua effettiva formazione, nel 1949, è stata impiegata militarmente tre volte: nel '99, nel 2001 e nel 2011.
Tralasciando il fatto che, almeno negli ultimi due interventi, gli Italiani in missione erano sempre professionisti volontari e mai soldati di leva.

Posso chiedere poi perché l'adesione dell'Ucraina alla NATO, non ancora avvenuta tra l'altro, sarebbe un gesto di prepotenza degli Stati Uniti? La procedura di adesione ha inizio con un invito formale da parte di un membro dell'Alleanza ad uno stato non facente parte, ma questo non è obbligato ad accettare. Anzi, generalmente sono gli stati "non allineati" che si propongono attraverso la diplomazia.
L'adesione di ex satelliti URSS, come Ungheria, Repubblica Ceca e stati baltici è stata da loro sospinta e, addirittura, ratificata con un referendum confirmativo tra la popolazione.

Nicola T Commentatore certificato 28.01.16 21:34| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Manlio Di Stefano secondo me sbaglia in toto.

Queste idee le sentivo negli anni 70 dai miei "amici" di Lotta Continua e Potere Operaio.

Sono in totale disaccordo:
fuori dalla NATO avremmo piu' problemi di quanti ne abbiamo ora e dovremmo spendere per armamenti molto di piu' per ottenere lo stesso livello operativo di cui godiamo ora (che e' gia' troppo basso ).

Non partecipo certamente ad un dibattito pre-confezionato data la presenza di relatori fortemente orientati.

Pertanto la mia opinione e': restare nella NATO senza se e senza ma.

Ponendo ovviamente la questione di come far evolvere l'operativita' nel caso delle guerre asimmetriche e quale atteggiamento tenere con la Turchia che si fa forte dell'appartenenza alla NATO facendosi i cavoli (aggressivi) suoi .

Si vis pacem para bellum

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 28.01.16 21:17| 
 |
Rispondi al commento

NON IGNORARE PRENDETE IL TEMPO DI LEGGERE CE TESTIMONIANZA CHE HA CAMBIARE LA MIA VITA
Il mio nome è signora BORDEIANU ho 40 anni sono una madre di una figlia di 3 anni. Un mese fa mia figlia soffriva di cancro al cervello. Ho avuto 20000€ per garantire il suo recupero così mi metto alla ricerca di prestito. Ma purtroppo per me io stavo frodare di essere creditore senza scelta che ho perseverato nella mia ricerca per fortuna che il mio coraggio mi ha messo sulla persona giusta Karen GARCIA PINTO di signora che mi ha dato un prestito di 20000€ in 72 ore solo tramite bonifico bancario, che ha permesso la guarigione di mia figlia e l'apertura della mia piccola impresa. Questa prova è per te che sono stanchi di essere rifiutati dalle banche. Avete abbastanza sai dove mettere la testa che segue i vostri problemi finanziari. Avete bisogno urgente, veloce, affidabile e legittimo di un singolo indirizzo di finanziamento per essere soddisfare: pinto.karen01@gmail.com

Bordeianu 28.01.16 20:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il M5S, si vuol considerare come forza di svolta , deve sostenere l'uscita dell'Italia dalla Nato, ponendosi in una posizione di Neutralità, che apre le porte a forme di collaborazione sia con i Paesi Occidentali, sia con i paesi dell'Est Europa. Non possiamo essere agganciati a Organizzazioni che si pongono in modo ambiguo sul terreno internazionale.

Enzo C., Moliterno Commentatore certificato 28.01.16 18:23| 
 |
Rispondi al commento

me ne farò una ragione, non saprò mai il mestiere del leoncavallino

Santo Cielo, inferno Commentatore certificato 28.01.16 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Se ti bannassero:
io parlavo di bossi e fini e della loro legge.
Di qualsiasi politico di carriera non mi fido e da lui non mi aspetto nulla.
Che lavoro ha fatto Salvini?

Santo Cielo, inferno Commentatore certificato 28.01.16 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Intervento in Libia. Ancora? Ma non l'avevamo già liberata?
La stampa nostrana è oggi "atlantista" esattamente come era "fascista" nel Ventennio.
I "Principi" morali variano in funzione di chi gli paga lo stipendio.
Oggi filoamericani, domani chissà.

Una cosa è certa e immutabile: aiutare il vincitore.

giorgio peruffo Commentatore certificato 28.01.16 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Se non cambiamo strategia non vinceremo. Saremo eterni terzi. E semmai si arrivasse a qualche ballottaggio nazionale tutti contro di noi.
Le elezioni locali, sia pure Roma, anche regionali, non contano nulla allo scopo di cambiare l'Italia.
Non funziona il modo in cui ci proponiamo.

Santo Cielo, inferno Commentatore certificato 28.01.16 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come il PD abbia probabilmente vinto le europee

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2016/01/26/verso-processo-presidente-seggio_c46eac01-1a1e-4e89-82be-69603b2bbd7d.html

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 28.01.16 16:15| 
 |
Rispondi al commento

B COME BEDORI

prova 28.01.16 16:15| 
 |
Rispondi al commento

W M5S.

giuseppe lizzi 28.01.16 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Forza bedori avanti cosi'!
Non farti mettere i piedi in testa,
abbiamo scelto te!

pz 28.01.16 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Scommetti che il canone sarà più caro, che sarà € 100,00 + IVA che fa un totale di € 122,00 e quindi più caro di € 12,00 che per milioni di Italiani quanto ci ruberanno??????
E siccome lo rateizzano pensano che non ce ne accorgiamo......poveri babbei....

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.01.16 15:43| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Ci avete fatto caso che questi cazzoni che ahinoi, sgovernano questo paese, ci pigliano anche per il culo, bombardandoci ogni momento (con quella che è diventata la loro più micidiale arma per addormentare le coscienze) dalla televisione, che ci fanno il favore togliendoci il disturbo di recarci all’ufficio postale a pagare il canone, perché ce lo toglieranno direttamente sulla bolletta della luce. Mortacci loro sono proprio dei craniolesi e credono che lo siamo anche noi! Miserabili così finiscono di depredare gli italiani e ingrasseranno ancora di più di quanto già fanno.

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 28.01.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento

L' arte non è per tutti c' è chi la capisce e chi non la merita, non li abbiamo eletti noi questi incapaci, non ci rappresentano..NON SONO LORO IL VERO POPOLO ITALIANO noi siamo altro e lo vedranno presto!
LE PERLE AI PORCI SONO SPRECATE!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.01.16 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti a parla' de degirolamo-boccia.......
ma perche', i coniugi cirinna'-montino (sindaco pd di fiumicino, indagato fresco-fresco), come la vedete? Li "alzeranno" 80.000 euri al mese in quattro, o no?

p.s. Per Grethe, ciao budellona mia, ben tornata.

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 28.01.16 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Se all'Expo sono andati migliaia di visitatori, un plauso va fatto alla radio

andrea caneva 28.01.16 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Mi meraviglio che Obama abbia avuto il premio Nobel per la pace visto!!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.01.16 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Gli USA non vogliono che vendiamo gli aerei all'Iran.
E noi abbiamo imbaccuccato le statue per venderli!Allora, togliamo le scatole alle statue.
Così imparano!

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 28.01.16 14:54| 
 |
Rispondi al commento

La maggioranza degli italiani non sa cosa sia la libertà.

Un uomo passando davanti ad un circo vede un conoscente dentro il recinto degli elefanti, intento a spalare una montagna di m...a.
Ehi- gli fa- non hai pensato mai a cambiare lavoro?
Sei matto? -risponde lo spalatore-
Non lascerei mai il mondo dello spettacolo!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 28.01.16 14:54| 
 |
Rispondi al commento

Quelle statue coperte simbolo vergognoso della sottomissione

Ci siamo abituati a illuderci che, se ci adattiamo, il fuoco dell'integralismo ci risparmierà. Ma può solo aumentare, se non viene contrastato
Il filosofo americano Noam Chomsky oggi potrebbe dire che gli italiani sono una rana bollita, e avrebbe ragione.
Secondo il suo celebre principio, una rana immersa in un pentolone di acqua fredda - a fuoco acceso si adatta piano piano all'aumento di temperatura. Finché l'acqua diventa troppo calda, l'animale non ha più la forza di reagire e finisce bollito. Se invece la rana fosse stata immersa nell'acqua già calda, avrebbe dato un colpo di zampe per salvarsi.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 28.01.16 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Valls prende in giro Renzi: che combinate con le statue?

Il gruppo delle Femen a Parigi ha protestato in modo plateale contro la visita del presidente iraniano Rohani. Sopra una donna, "impiccata", la scritta: "Benvenuto Rohani, boia della libertà"
La brutta figura dell'Italia sulla vicenda delle statue nascoste dai cartoni, per non scandalizzare Rohani, ha fatto il giro del mondo.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 28.01.16 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il nostro è in primis un GAP culturale di sudditanza. Già in epoca fascista la stessa buonanima considerava il suo popolo dai gerarchi in giù come dei pancioni imbelli e codardi. La situazione pensate sia migliorata.. Ultimo esempio.. la vicenda delle statue coperete all'iraniana.. Se il nostro primo desiderio è quello di COMPIACERE di essere SUPINI al Mondo di cui gli esempi sono molteplici quanto eclatanti in tempi recenti.. dai Marò al terrorista Battisti in Brasile.. dagli ostaggi pagati milioni ai terroristi al caso Calipari e quant'altro. Noi vogliamo delegare agli altri la nostra difesa il nostro diritto ad essere Nazione con tutti gli oneri connessi.. comodità e astuzia .. in cambio di DISONORE. Non siamo né francesi né inglesi ricordatevi chi siamo e da dove veniamo .. avrete tutte le risposte.

Marco C., Spilimbergo Commentatore certificato 28.01.16 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Nella nato è facile entrare ma difficile uscire:
sanzioni economiche, embargo, colpo di stato e aggressione militare sarebbero la naturale conseguenza di tale decisione.
Consiglierei di non correre troppo con i buoni propositi:
qualunque sano di mente farebbe volentieri a meno di una politica estera antidemocratica, invasiva, costosa e omicida come quella Usa, ma bisogna far bene i conti sulle conseguenze di un'uscita che sinceramente non possiamo permetterci (a meno che non si voglia passare sotto l'altrettanto ingombrante protezione russa).
Faccio notare che la presenza di basi militari Usa in Italia non è un obbligo Nato ma un obbligo Usa:
tutte le nostre scelte politiche non sono condizionate dal trattato nato ma dalle pressioni (minacce di ritorsioni o peggio) degli Stati Uniti.
Il problema è di sudditanza militare, essere privi di armi pericolose ci rende facili da schiavizzare.
Poi c'è un'enorme presenza di servizi segreti cia che controlla praticamente tutti i dati privati italiani (telefonate conti correnti ecc.) e che è in grado di ostacolare tentativi di ribellione anche con omicidi.

Prima di uscire occorre un buon arsenale di armi di distruzione di massa (senza f35 radiocomandati da Obama), una ripulita all'interno dei nostri servizi segreti che attualmente passano informazioni pure agli Usa (non si sa bene in cambio di cosa), cancellare la mafia storicamente molto legata agli Stati Uniti; solo dopo è possibile uscire dalla nato con buone possibilità di difesa (e offesa) contro ingerenze esterne.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.01.16 14:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

O.T.CURIOSITA'.
Qualcuno, mi sa dire quanto sono costate le scatole antiporno piazzate sulle nostre statue?

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 28.01.16 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte le volte che un extracomunitario commette un reato si sente la solita tiritera che non tutti i reati vengono commessi dagli immigrati e,anzi,la maggior parte sono commessi dagli italiani.ho capito ma che facciamo?invece di liberarci dei delinquenti nostrani ne importiamo altri dall'estero?


O MIA BELA MADUNINA...

Una mattina si alzò un tipo un po' eccitato e lanciò la "Madunina" in faccia a Berlusconi. Il tam tam che rappresentava il male assoluto per l'Italia, aveva acceso la suaira. E meno male che era solo una statuina.

Eppure c'è stato chi, peggio di lui, ha acceso l'ira di tanti italiani per aver defraudato i pensionandi e aver creato una nuova categoria: gli esodati.

Eppure nessuna reazione, nemmeno una cacca di vacca lanciata al suo passaggio o messa nella cassetta della posta. Nemmeno una monetina come venne fatto a Craxi.

E' proprio vero, gli italiani sono un popolo di paciocconi pacifici. Infatti i politici, consapevoli di questo, ne possono fare di cotte e di crude, tanto la reazione sarà pari a ZERO.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 28.01.16 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Intanto in Francia stanno decretando la Decadenza di Nazionalita'.
Ridicolo è constatarne che i Cervelli Grigi delle Elites ne son i primi candidabili.
Noi, siam gia' oltre: alla Decadenza di Umanita'...

E' come vedere scarafaggi urlare entro un bicchiere Capovolto, mentre cercan di arrampicarvi, facendo scala dei corpi calpestati.

No, non insegnate ai Bambini l'amor di patria e le solite storie, False...

greta garbo (venere bianca), stockolm Commentatore certificato 28.01.16 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Gli usa vogliono imporre il loro volere a paesi europei, ma l'europa e' frutto dei suoi cittadini, e' composta di paesi democratici i cui leader politici sono eletti dal pubblico. Quindi e' inutile scaricare le colpe sugli usa, le decisioni sono state prese dai cittadini mediante elezioni regolari. Se si vuole cambiamento reale, si vota per il cambiamento reale. Secondo, gli usa armano i ribelli moderati in siria perche' e'un'alternativa ai bombardamenti a tappeto che vengono proposti. Nessuno ha problemi con il fatto che la Francia stia svolgendo campagne militari nella zona, e anche se nessuno ci vuole credere e' inevitabile che civili innocenti siano colpiti da queste campagne. Nessuno parla del fatto che la Russia stia sostenendo un reggime brutale in Siria, che fa morire i suoi abitanti di fame e commette innumerevoli atrocita' sulla sua popolazione, perche' ha grandi interessi in questa zona. E' meglio smetterla di puntare il dito verso tutti gli altri (ma sopprattutto verso l'america), l'europa e' vittima di se stessa e l'unico modo per cambiare e' se ci facciamo un po' di autocritica.

tomas i. 28.01.16 13:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' dura capire che senza l'assenso della Nato (alta finanza americana ) per noi andare al governo sarà impossibile . Non solo no dovremo criticarla ma saremo costretti a compiacerla e renderci più utili , per i suoi scopi , di renzi ! Il burattino toscano sta facendo un ottimo lavoro , molto gradito agli Usa , tenendo l'Italia nel disordine e nella indigenza , come da istruzioni . Crediamo veramente che a lui e al PD interessi la sorte dei migranti ? Assolutamente no ! Servono per mettere il Paese e l'Europa in difficoltà , come serve l'assurdità di dirottare il denaro alle banche rarefacendo il contante per soffocare l'economia ! Bloccare l'agricoltura e la pesca , importare l'olio dalla Tunisia e le arance dal Marocco e fare il formaggio con il latte in polvere e tante altre inspiegabili cretinate , sono dirette all'opera di demolizione del Paese ! Renzi non è uno stupido e se fa stupidate le fa perchè costretto dagli accordi con l'alta finanza , ciò non ne fa certamente un buon governante perchè si è venduto per un piatto di lenticchie : essere il presidente del consiglio anche se di un Paese in sfacelo .


O.T.

La frignero è una testa di caxxo!!!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 28.01.16 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando i' mi' nonno, buonanima, diceva che tutti i mali vengono dall'America e dai gonnelloni.... non sbagliava mica!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 28.01.16 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Togliamoci dalla testa l'ipotesi di contrastare la Nato che è la parte armata dell'alta finanza giudaico massonica angloamericana , sbatteremmo contro un muro di titanio ! Non illudiamoci che possa avere punti deboli , che si possa frenare almeno , no , non è possibile ! Le immense ricchezze che , da parte americana , stanno dietro la Nato sono tali che possono fare quello che vogliono . Non diamo per scontato l'11 settembre , Pearl Arbour , il Lusitania , le primavere arabe e ucraine , le armi di distruzioni di massa di Saddam , la crisi del governo Berlusconi del 2011 , sono tutte o quasi frutto dei servizi segreti statunitensi . Ricordiamoci che Dalema e Ochetto dovettero recarsi in America da Bush padre , nel 1990 per chiedere il permesso per fare mani pulite e eliminare quel Bettino Craxi che aveva osato schierare i suoi carabinieri contro i rangers americani a Sigonella . Se aspiriamo al governo dell'Italia non possiamo non avere il placet dell'alta finanza americana !


Portavoce Manlio Di Stefano,
concordo che la Nato “ha di fatto perso il motivo alla base della sua stessa esistenza”,
concordo che “ci sono alcuni interrogativi che come Paese dobbiamo porci”
apprezzo dunque l’iniziativa per il convegno "Se non fosse NATO" .

Nel mio piccolo mi chiedevo quali interrogativi dovremmo porci come M5S qualora il MoVimento non fosse orizzontale e non testimoniasse
dunque quella Finalità (motivo alla base della sua stessa esistenza) sancita dal Non Statuto.

Dovremmo forse fare un convegno per chiederci perché non è ancora nato IL NECESSARIO S.O. ROUSSEAU?


Milena B. Commentatore certificato 28.01.16 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli USA e l'Inghilterra temono una Europa forte e coesa che diverrebbe una potente nazione potenzialmente in grado di primeggiare nel mondo . Non credo che temino la Russia più di tanto in quanto non in grado di impensierire gli eserciti anglosassoni molto più potenti , ricchi e numerosi . La vera paura dell'alta finanza giudaico massonica che governa gli States è la futuribile e naturale saldatura tra Europa e Russia che è a tutti gli effetti europea come popolazione , religione e cultura . Tale unione , con la tecnologia dell'Europa tradizionale e le materie prime sterminate della Russia , creerebbe una super nazione molto più forte degli USA e di qualsiasi altra grande potenza (Cina) ! In ogni caso il primo imperativo per i finanzieri d'oltre oceano è impedire il primo passaggio : una Europa forte ! C'è da chiedersi perchè non unire America e Europa in una grande nazione gli : " Stati uniti Atlantici " .


Una bella iniziativa. A mio avviso l'italia dovrebbe uscire da ogni forma di trattato con qualsiasi ente o nazione, ripartire dai diritti umani del 1948, disarmare e smettere ogni forma di produzione di armi, ma prima bisogna levare dal ricatto gli italiani concedendo ad ogni essere umano o famiglia intanto in italia, una casa e cibo garantito che è solo una piccola parte dell'articolo 24 dei diritti umani del 1948. Proposte di legge che troverebbero le firme e il consenso di tutti quelli che hanno 1 casa, di 4 milioni di italiani in stato di povertà e di tutti quelli che abitano in affitto. Secondo me bastano per fare passare due proposte di legge no? Se volete cercare le proposte cercatele sul blog, il nikname è uguale a questo ma con la n minuscola. Una proposta è simile a quella francese sul diritto al cibo, proposte che come prima causa estinguerebbero immediatamente le mafie, nulla vero? Se ci si sveglia si può fare.

Nessuno 28.01.16 12:56| 
 |
Rispondi al commento

sarà un problema mandare via le basi NATO/americane dall'Italia.
Dopo aver speso MLD di $ per il MUOS in Sicilia se ne andranno senza dire nulla?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 28.01.16 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sarebbe un'altra cosa , con un'altro nome le cose non cambiano , democrazia o governo del popolo è sempre la stessa cosa . L'eterna lotta tra i ricchi e i poveri ha tante facce e tanti nomi e questa nato è una di quelle . I rappresentanti dei ricchi , i presidenti dei Paesi del mondo agiscono sotto le direttive dell'alta finanza che tende a massificarsi e a congiungersi in un blocco di alcune centinaia di ultramiliardari che gestiscono il mondo . La Trilateral è una delle più forti componenti della finanza occidentale e crea situazioni atte a raccogliere grandi ricchezze , seminando guerre e destabilizzazioni nel mondo . Fanno e disfano governi a loro piacimento come nel caso dell'usurpazione del governo Berlusconi , al cui posto fu messo Monti che fece quelle quattro cose che i suoi padroni volevano e se ne andò velocemente a operare la dove lo mandavano i suoi burattinai ! I falsi governi che seguirono avevano ordini precisi : impoverire il Paese e destabilizzarlo con l'accoglienza massiccia dei migranti , togliere ogni garanzia ai lavoratori e l'ordine istituzionale , insomma grecizzare l'Italia .

vincenzodigiorgio 28.01.16 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma questa str***ata della rielezione di Matteoli? Vogliamo parlarne? O.o

Davides R., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 28.01.16 12:29| 
 |
Rispondi al commento

http://www.newspedia.it/rai-pd-come-berlusconi-via-giannini-ha-offeso-la-boschi/

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 28.01.16 12:10| 
 |
Rispondi al commento

non dimentichiamoci del tentativo di creare un asse arabo cinese cui potrebbe aderire anche la russia.l'italia è troppo piccola e rimarrà schiacciata.gli usa agiranno come un porco portato al mattatoio.l'europa unita avrebbe qualche possibilità ma,grazie anche alle manovre usa,non esiste e non ci sono le condizioni per crearla.all'italia converrebbe tirarsi fuori da tutto e porsi ad equidistanza da tutte le grandi potenze.aggrapparci anima e corpo ad una sola significa finire nel baratro o essere sacrificata come merce di scambio.va be non serve a niente scrivere queste cose.ci vorrebbero uomini e menti che,purtroppo,non abbiamo.


Complimenti a di stefano per il suo intervento,sono d'accordo.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 28.01.16 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Leggi la mia testimonianza che anche si potrebbe aiutare anche

Prestito Testimonianza

Sono la signore Maria Zucchi io sono alla ricerca di prestito di denaro da molti mesi. Ma fortunatamente ho visto prove fatte da molte persone sul sig. Pierluigi, così la ho contattata per ottenere il mio prestito dell'importo di 70.000€ per regolare i miei debiti e realizzare il mio progetto. C è con il signore. Pierluigi che la vita, il mio sorrida nuovamente è signore de cuore semplice e molto comprensivo. Ecco sono posta elettronica. pvisentin906@gmail.com

Maria ZUCCHI Commentatore certificato 28.01.16 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se non fosse nato sarebbe stato meglio.
A rignano tutti a ringraziare.

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.01.16 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se non fosse nato non saremo in queste condizioni,ma suo padre e sua madre non sapevano cosa sarebbe uscito!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 28.01.16 11:50| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori