Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Arriva la tassa sull'ascensore che vale il doppo della TASI #PiovonoTasse

  • 17

New Twitter Gallery

tassa_ascensore.jpg

"Se pensate che le tasse sulla prima casa siano solo un brutto ricordo, dovrete presto ricredervi visto che ne è in arrivo un'altra pronta ad alleggerire presto le vostre tasche. E' la 'tassa' sull'ascensore, che secondo Confedilizia potrebbe costare anche il doppio della Tasi. Come scrive 'Studio Cataldi', il nuovo salasso è previsto dal decreto attuativo della direttiva comunitaria 2014/33/Ue sulla sicurezza degli ascensori, il cui schema, dopo essere passato sul tavolo del Ministero dello Sviluppo economico, entro il 19 aprile arriverà su quello del consigli dei ministri.

VIDEO Le bugie sulle tasse della prima casa

Ma cosa prevede il testo del provvedimento? Innanzitutto delle nuove verifiche sugli ascensori esistenti, dando ai "soggetti verificatori", cioè coloro che sono abilitati a verificare e certificare la conformità degli ascensori, la facoltà di attribuire alcuni interventi a carico dei proprietari di casa. La nuova tassa annullerebbe così "in un colpo solo gli effetti dell'abolizione della Tasi sull'abitazione principale, imponendo esborsi pari al doppio del gettito della Tasi stessa", vale a dire circa 350 euro l'anno a famiglia.

Inoltre, l'articolo 2 del provvedimento stabilisce che per gli ascensori già in servizio prima della data di pubblicazione del regolamento e "conformi alle norme vigenti a tale data", i soggetti verificatori nel corso della prima verifica periodica, i soggetti verificatori debbano provvedere a "una verifica degli ulteriori requisiti minimi di sicurezza". Vale a dire precisione di fermata, livellamento tra cabina e piano, presenza di illuminazione del locale macchine, presenza ed efficacia dei dispositivi di richiusura delle porte di piano, presenza di porte di cabina, rischio di schiacciamento per porte motorizzate, e così via.

Tutti gli ascensori che oggi sono ritenuti a norma, quindi, e non rispondenti agli ulteriori requisiti di sicurezza, a seguito della verifica, dovranno necessariamente essere adeguati. I costi, non c'è bisogno di dirlo, saranno a carico dei proprietari. E se lo scopo del provvedimento è quello di aumentare il livello di sicurezza degli impianti esistenti, è pur vero che la legge prevede già obblighi stringenti e che la percentuale di incidenti in presenza di un traffico giornaliero di passeggeri da 30 a 40 milioni è bassissima, come ha sottolineato Confedilizia. Secondo l'associazione è infatti "palese che la sicurezza è un mero pretesto, perché cela interessi di alcune categorie che intendono lucrare a spese di condomini e proprietari di casa".

Giorgio Spaziani Testa ha quindi lanciato un appello al presidente del Consiglio Matteo Renzi "affinché disponga l'eliminazione dalla bozza di provvedimento di questo 'corpo estraneo', con il quale si vorrebbero imporre ai proprietari di casa spese assolutamente non necessarie e certamente onerose per la maggior parte delle famiglie italiane"." Adnkronos


24 Feb 2016, 11:26 | Scrivi | Commenti (17) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 17


Tags: ascensore, tasi, tassa ascensore, tasse

Commenti

 

la tassa sulle scale no? Un tot per ogni gradino da salire sarebbe un ottima idea!

Clesippo Geganio 26.02.16 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono tutte verifiche che vengono già effettuate all'atto della certificazione di un nuovo impianto e nelle verifiche biennali degli impianti in funzione.
Niente di nuovo

Marco Calzavara 25.02.16 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Gli invalidi o anziani che hanno messo l'ascensore (e i montascale?) pagheranno quindi per la loro invalidità oppure rimarranno carcerati in casa.
Gesto di civiltà esattamente in linea con l'euronazismo.
Hitler applaude dalla tomba...

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 25.02.16 14:17| 
 |
Rispondi al commento

BUfala

Sebastiano Tilloca 25.02.16 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho parole ma questi non ci dormono la notte per continuare a prenderci in giro? Ma pensano davvero che noi continuamo a beverci le loro balle? Io spero che ci mandano presto alle votazioni!!!!!!

marilena fortini 25.02.16 06:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono una nuova casta, come quelli che montano le caldaie mi hanno chiesto 3400 euro per sostituire la vecchia caldaia, solo il prezzo della caldaia è 1200 euro, ogni cosa è diventata una truffa, figuriamoci per l'ascensore, nessuno controlla nessuno è un paese allo sbaraglio

Luca 24.02.16 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo fanno perchè, secondo loro, creano nuovi posti di lavoro.
Per questi "economisti" la pena minima che suggerisco è la fucilazione. Ovviamente appoggiati alla parete di un ascensore.

giorgio peruffo Commentatore certificato 24.02.16 18:03| 
 |
Rispondi al commento

RENZI ha tolto la tasi e raddoppia con gli ascensori! Basta dichiarare che saliamo tutti a piedi e metterà la tassa sui gradini delle scale ! ahahahahahah

silvana rocca, genova Commentatore certificato 24.02.16 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Grillo il 17 febbario c'è gia' stata la smentita da parte del MISE (ministero dello sviluppo economico) di che stai parlando ....????

Renato Mazzamauro 24.02.16 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma infatti le statistiche ci dicono che gli incidenti mortali a causa della cattiva manutenzione degli ascensori, è ad un livello allarmante!!!

10 ascensori su 9 arrivano a metà percorso e poi cadono rovinosamente con i cavi spezzati!!!
... questi italiani che vorrebbero le comodità senza le doverose manutenzioni!!! Ma scherziamo!!!

Eh!!! Come si farebbe poi a pagare i vitalizi ben protetti da questa classe politica!!!

Gian A Commentatore certificato 24.02.16 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alla follia ci tolgono l'IMU e Tasi e le sostituiscono con altre tasse.
Questi signori non dormono la notte per fregarci i Robin Hood rubano ai poveri per darglieli ai ricchi, la storia di sempre però al contrario

Michele Ambrosino 24.02.16 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta state dando una notizia che distorce di molto la realtà. Poi quantificare in 350 euro la spesa procapite fa moooolto sorridere.Approfondite l'argomento prima di sparare cazzate come questo post.

Denis G., S.M. di Sala Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.02.16 13:24| 
 |
Rispondi al commento

e la tassa sulle dimissioni lavorative dove la mettiano?
si miei cari anche un gabella sulle dimissioni dal posto di lavoro nonchè un iter mai più finito per lasciare il "posto"!

governo....governo de che?
questi non ci governano ci schiavizzano...la tratta transatlantica degli schiavi neri del 16° sec. a quello str...je fa 'n baffo!

angela b., collegno - torino Commentatore certificato 24.02.16 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe pagare e anche molto di piu chi continua a votarli.
A gia dimenticavo che chi li vota paga 10 euro di affitto in centro e prende 3000 euro di pensione
Sono proprio un coglio.......

sergio c. Commentatore certificato 24.02.16 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe pagare e anche molto di piu' chi continua
a votarli.
A gia dimenticavo che che chi li vota paga l'affitto
di 10 euro al mese e prende 3000 euro di pensione.
Sono proprio un coglione .....

sergio c. Commentatore certificato 24.02.16 12:36| 
 |
Rispondi al commento

x lo staff

nel titolo del post manca una i nella parola "doppo"

saluti

old dog 24.02.16 11:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori