Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Passaparola: Un popolo di analfabeti (funzionali), di Tullio De Mauro

  • 265

New Twitter Gallery


La parte di popolazione italiana che è al di sotto di quelli che vengono ritenuti i livelli minimi di comprensione di un testo scritto, sono un po’ più del 70% della popolazione, se la domanda è un po’ più complessa e richiede una buona conoscenza, ma anche una buona capacità di utilizzazione della conoscenza, pieno esercizio dell’alfabetizzazione funzionale, della capacità di orientarsi di fronte al testo scritto e di produrlo, la percentuale addirittura degli inefficienti arriva all’80 %, 8 su 10 hanno difficoltà a utilizzare quello che ricavano da un testo scritto, 7 su 10 hanno difficoltà abbastanza gravi nella comprensione, i 5 milioni di italiani hanno completa incapacità di lettura. Tullio De Mauro

"Saluto tutti gli amici e anche i non amici magari del blog di Beppe Grillo.
I dati che abbiamo da 3 indagini internazionali, 3 indagini comparative e osservative, fondate non su autodichiarazioni come i dati Istat, ma attraverso questionari, cerca di capire cosa sa della lingua che dichiara di parlare la gente. Per quanto riguarda tutti i Paesi: dopo l’uscita dalle scuole ci sono fenomeni di regressione verso livelli più bassi di alfabetizzazione, si verificano anche a livelli molto alti, perfino tra laureati e anche tra i paesi più virtuosi con i sistemi scolastici che sembrano migliori, che garantiscono le competenze più alte in uscita.

Le scuole superiori sono l'anello debole
Corea, Giappone, Finlandia, Paesi Bassi hanno delle percentuali di regressione che sfiorano il 40% della popolazione. Queste indagini hanno riguardato non solo la competenza di un testo formulato in parole, ma anche la capacità di capire elementari operazioni aritmetiche. Un nostro diplomato nella scuola media superiore ha più o meno lo stesso livello di competenza di un ragazzino di 13 anni che esce dalla scuola media: i 5 anni di scuola media superiore girano a vuoto e questo determina un bassissimo livello di quelli che entrano all’università. Il risultato è che i diplomati di scuola media superiore in molti paesi hanno livelli di competenza linguistica, matematica, di comprensione, di calcolo ben superiori a quelli dei nostri laureati, probabilmente questa è una delle cause più dirette e più specifiche dei processi di dealfabetizzazione della popolazione adulta.

L'ignoranza genera povertà
Diversi economisti hanno individuato nei bassi livelli di effettiva capacità alfabetico – culturale della manodopera e dei quadri dirigenti, la causa di questa stagnazione produttiva, non solo economica, ma produttiva nella scarsa capacità di innovazione, nel ritardo dell’accorgimento di nuove tecnologie, nelle capacità di dominarlo.
Abbiamo bisogno di un buon livello di istruzione per poter trovare le fonti buone per informarci e per utilizzare bene queste informazioni, per utilizzarle criticamente! Questo sarebbe indispensabile per tutti, per un buon esercizio del voto.
Dal punto di vista dell’indice di scolarità l’Italia si è messa alla pari con altri paesi che consideriamo sviluppati del mondo, quindi superiore a 12 anni circa. Dal punto di vista della qualità della formazione invece il deficit è ancora fortissimo. La nostra scuola garantisce ai ragazzini, alle ragazzine livelli di istruzione più alti nel mondo, quello che non funziona bene è la scuola media superiore e anche l’università.

Investire sugli insegnanti!
La scuola media superiore è stata presa d'assalto da un grande afflusso di ragazze e ragazzi e non è stata ripensata per far crescere le capacità e le competenze. E' mancata questa riorganizzazione, questo ripensamento e riformazione dei docenti. Bisogna investire nella formazione degli attuali insegnanti e ragionare su come formare quelli futuri. I nostri laureati come i laureati degli Stati Uniti, hanno un basso livello di competenza rispetto a altri paesi come Gran Bretagna, Olanda, Germania, Finlandia, Svezia, Giappone, Corea.
Nel complesso della popolazione i laureati sono il 14%: il fanalino di coda per l’Unione Europea. I nostri laureati hanno un destino difficile: qui cominciano i deficit di altro tipo perché le aziende italiane tendono a non assumere personale laureato, rispetto agli altri paesi, tanto meno quelli con dottorati di ricerca e se assumono li pagano di meno o li adoperano per mansioni più basse della loro qualità e qualifica.

I precari della "buona" scuola
L’attuale Presidente del Consiglio ha capito che c’era un vuoto e ha promulgato l’editto buona scuola. Dal punto di vista della comunicazione dei media dei giornali e delle televisioni ha coperto questo vuoto, ma il vuoto rimane. 250 mila precari dovevano essere assunti, 60/70 mila sono stati assunti per effetto della buona scuola (a capocchia senza una chiara destinazione) ma tutto il resto è fuffa, è vuoto.

L'analfabetismo funzionale
Nel 1951 la distribuzione della scolarità nella popolazione italiana vedeva il 60% della popolazione privo di licenza elementare, questo 40% con licenza elementare, solo per il 10% prendeva licenza media e l’1% arrivava perfino alla laurea.
Il nostro paese ha fatto una cosa straordinaria nei primi 40 anni della vita repubblicana. Il numero di anni di scuola a testa degli italiani del 1950 era più o meno di 3 anni, questo si chiama indice di scolarità, la media degli anni di anni di scuola fatti, sommando tutti quelli fatti da tutti in un paese dividendo per il numero degli abitanti. Allora l’indice dei paesi sviluppati industrialmente, tecnologicamente, culturalmente, si aggirava intorno ai 6/7 anni. Nei 60 anni successivi è successo che questi indici sono cresciuti in tutto il mondo e i paesi sottosviluppati degli anni '50 hanno oggi l’indice di scolarità di 6/7 anni, i paesi sviluppati che avevano 6/7 anni hanno raggiunto un indice di 12/13 anni.
Corea e Italia hanno fatto una cosa straordinaria, hanno fatto il salto di categoria, vale a dire, hanno raggiunto i 12/13 anni di indice di scolarità: fin dagli anni '80 ci eravamo messi in regola con questa marcia dei paesi sviluppati, come dire che siamo quasi alla licenza liceale tutti quanti. Il contenuto di questa istruzione formale però è quello che ci è rivelato dalle indagini sulle competenze popolazioni adulte di oltre 14 anni in età di lavoro ed è un livello molto basso perché è l’80% della popolazione da 14 anni in su è al di sotto dei livelli minimi di pieno esercizio dell’alfabetizzazione funzionale, della capacità di orientarsi di fronte a un testo scritto e di produrlo. C’è un problema politico – culturale di ripensamento, ideazione, progettazione di una migliore scuola media superiore.

Gli italiani non si informano
Abbiamo imparato a parlare l’italiano abbastanza, ma i problemi sono il rapporto con l’italiano scritto e con la lettura, gli indici di diffusione dei giornali che sono molto bassi in confronto a quello europeo dove ogni 2 persone si compra un giornale, in Italia il rapporto è ogni 10 abitanti, una copia di giornale.
Per la televisione con la legittimazione di alcune reti commerciali si è scatenata la guerra della pubblicità, della raccolta pubblicitaria e questo ha determinato l’imbastardimento di tutta la produzione televisiva anche nelle reti pubbliche, è venuta meno l’efficacia di quella che per una trentina di anni è stata una grande agenzia formativa per le conoscenze, competenze e la vita politica, sociale. Non c’è un immediato riflesso, però da allora è partita una stagnazione economica.
Mi piacerebbe vedere la classedirigente italiana, imprenditoriale, intellettuale impegnata a ripensare in modo radicale il funzionamento di certi segmenti della scuola e dell’università e lo stato complessivo della nostra cultura, passate parola!

8 Feb 2016, 14:00 | Scrivi | Commenti (265) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 265


Tags: alfabetizzazione, analfabetismo funzionale, buona scuola, cultura, dealfabetizzazione, giornali, informazione, istruzione, Tullio De Mauro, tv

Commenti

 

Sono perfettamente d' accordo con te Alessandro P.. Mi viene il dubbio che il Prof. De Mauro abbia esperienza solo di studenti delle superiori e dell' università. Non so se ha avuto la possibilità di "vedere cosa accade" alle elementari.
Non parlerei di erudizione ma di nozionismo. Per me il problema è considerare la laurea come ascensore sociale. Ciò ha prodotto laureati che ovviamente non trovando lavoro (o quello che credono lo stipendio sicuro) pur di lavorare si "improvvisano" insegnanti. E' ovvio che una parte di laureati avrà scelto di insegnare fin da subito seguendo ed affrontando esami relativi alla didattica. Ma quanti sono in percentuale al totale?
Sono d' accordo anche sui giornali per nulla indipendenti, e sugli atroci inglesismi.
Non credo ci siano state delle mutazioni negli ultimi 40 anni e non credo nei bambini tuttologi. Credo che la nostra scuola elementare, una volta vanto di questa nazione, abbia incominciato a peggiorare proprio dopo gli anni '70. Quando non erano più solo delle diplomate delle magistrali a diventare maestre. Le quali effettuavano dei tirocini prima di insegnare ed erano controllate dagli ispettori e a volte dai direttori della scuola. Non so se a causa dei sindacati, ma si è eliminato tale controllo, come se fosse un reato. Per non parlare dell' impossibilità di bocciare se non sono d' accordo i genitori.
Si è passati dal sussidiario più il libro di educazione civica (vi ricordate la costituzione), con un quaderno a righe ed uno a quadretti, alla moltitudine di libri e quadernoni.
Fino agli anni '70, o forse '80, si studiavano poche cose e ben chiare, e il pomeriggio dopo i compiti si andava a giocare.
Strano per un bambino di 6-10 anni....
Ora i bambini non possono lavorare né portare grossi pesi, eppure sono "bloccati" al banco per quasi 8 ore al giorno e portano zaini che il D.Lgs. 81/08 li vieterebbe. Servono solo a dare lavoro agli adulti.
Se il prof. De Mauro vuole protestare lo faccia al parlamento.

Alfredo Bonfiglio 21.02.16 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Bella intervista. Una sola domanda: il prof. De Mauro è stato Ministro dell'Istruzione. Ci può indicare un provvedimento eclatante - tra i tanti promessi - in cui c'è stato un qualche cambiamento in direzione di quelli che da sempre sostiene? Speravamo in lui e, proprio per questo, grande fu la delusione (parlava di "destrutturazione psicosomatica" degli studenti, di stipendi inadeguati per i professori ecc. ecc.). Il ministro D'Onofrio per essere inserito negli annali abolì con un decreto legge (previsto solo in caso di necessità ed urgenza) gli esami di riparazione a settembre creando l'assurdo concetto di "debito formativo" (che nessuno studente saldava, essendo stato già promosso). Bastava abolire il decreto con un altro decreto ed entrava nella storia anche lui. Oggi, pur di non tornare indietro, si parla di "giudizio sospeso". Saluti.

Salvatore Morriale 18.02.16 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Siete stati fantastici ieri, grande Airola!! Avete conquistato la fiducia di una miriade di persone cattoliche, andate avanti così, no alla Cirinna si ai 5stelle !! Siamo con voi!!!

Ternavasio franco 17.02.16 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma questo pezzo chi l'ha scritto ? Uno che fa parte di quel 70% ???

Carlo Nocentini, Firenze Commentatore certificato 16.02.16 16:52| 
 |
Rispondi al commento

INVITATE a questo evento più persone possibile e diffondete più possibile. Saremo tantissimi a seguire la diretta e la differita video. Il link allo stream video verrà immesso qui e negli eventi omologhi, nei profili CDD e pagine CDD e Paolo Ferraro ed altrove, nel pomeriggio di martedì 16 febbraio 2016, con congruo anticipo. La diretta potrà essere vista da pagina CDD HANGOUT STREAMING e DAI BLOG DEL CDD FINESTRA STREAMING DIRETTA HANGOUT . La prima diretta tecnica e di analisi giuridico politico costituzionale sarà un tantino accademico analitica e non prevediamo un dibattito.Un invito particolare a voi. Queste dirette sono concepite per informare tutti. Chiediamo un particolare sforzo collaborativo. Invitate tutti i vostri amici da INVITA AMICI , condividete l'evento chiunque, mandate mail con il corpo testo della, evento ed il link e quando lunedì vi saranno link e post da blogs reinvio e contenuto istruzioni e link. DIPENDE DA TUTTI NOI L'ESITO INFORMATIVO E L'IMPATTO DI QUESTA MONTANTE INIZIATIVA. E MANDATE A GIORNALI E PARLAMENTARI, AVVOCATI E POLITICI, ASSOCIAZIONI E RIVISTE, SINDACATI E GENTE. BUON LAVORO. IL NOSTRO FUTURO ORMAI DIPENDE SOLO DALLA NOSTRA CAPACITA' DI ORGANIZZARCI INFORMARE FORMARE ED AGIRE. Paolo Ferraro
https://www.facebook.com/events/1671959643085276/1672127706401803/
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=951301398297179&set=a.129645510462776.27954.100002519841658&type=3
SU TUTTI I BLOGS DEL CDD E MOLTI ALTRI VI E' LA PAGINA DI VISUALIZZAZIONE CHE CONSENTIRA' DI SEGUIRE IN DIRETTA MA ANCHE IN STREAMING PERMANENTE LE CONFERENZE DIBATTITO SU
" LA LIBERTA' E CAPACITA' INDIVIDUALE E "LA SOAVE” AMMINISTRAZIONE DI "SOSTEGNO" DENTRO IL PARADIGMA TOTALITARIO. QUATTRO DIRETTE DIFFERITE IN STREAMING. #fermatecendon " http://paoloferraro.blogspot.com/2016/02/la-liberta-e-capacita-individuale-e-la.htmlI
Lì si trovano anche le istruzioni e link per seguire in rete. DIRETTA:
Martedì 16 febbraio 20

angelo cicirelli 14.02.16 20:32| 
 |
Rispondi al commento

La scuola è sempre peggio e con un carico del costo dei libri di testo sempre più alto. Libri che nemmeno vengono letti e che gli Insegnanti, quasi sempre, non conoscono e non utilizzano. Programmi eccessivamente vasti e trattati dei quali ai ragazzi, solo qualche tempo dopo, non resta niente. Spesso, non si offenda nessuno, per grassa ignoranza degli stessi insegnanti, pretenziosi e a volte senza anima, solo preoccupati dell'acquisto/spesa da parte dei genitori. Ecco del perché dell'alfabetizzazione di ritorno. In Albania insegnano le lingue meglio che in Italia. Inoltre non conoscono ne la geografia italiana, meno ancora quella estera, nulla conoscono del'educazione civica, eppure il mio paese, realizzo uno dei primi Ginnasi della Calabria ad opera di illustri insegnanti come Giovanni Cirone e Direttori, dalla quale uscirono persone come Luigi Palma, Luigi Patari, e ove visse e abitò, a pochi passi da casa mia, Costantino Mortati. Tutto ciò serve al potere per costruire il popolo bue. Ora tutto è assenza e ignoranza.
"Cattivi allievi, cattivi insegnanti".
Era questa l'espressione che il mio Docente di Scienza delle Costruzioni e Relatore di tesi , prof. Salvatore Di Pasquale, amava ripetermi. Vogliamo rivedere la scuola e la didattica? E' questo un supremo problema su cui il M5S dovrà porre mano non solo imponendo la formazione di buoni insegnanti. Bene ripartiamo da prima delle riforme, cancellando la diatriba tra "scuola colta e scuola utile" che quasi a nulla ha portato, ovvero ripensiamola da prima del '62, da prima che il latino e poi tutto il resto venisse abbandonato e, come detto, per quel che è rimasto e nato inutilmente ampliato. Passate Parola.

Raimondo M., C. C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.02.16 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Come gira il mondo.
Oggi, radio, TV, computer e cellulare hanno riportato al primato dell'udito, ricondotto la vista dalla codificazione dei segnali grafici, alla semplice percezione delle immagini che sugli schermi si susseguono con una conseguente modificazione dell'intelligenza, la quale regredisce sempre di più ad una forma elementare.
Guardare e ascoltare è più facile che leggere e studiare;
l'Home Sapiens capace di decodificare segni ed elaborare concetti astratti è stato soppiantato dall'Homo Videns che non è portatore di pensiero ma fruitore d'immagini parlanti con conseguente impoverimento del capire e ragionare.
Di conseguenza, una moltitudine di persone che "non capisce" diventa il bene più prezioso di chi può disporre ad avere interesse a manipolare le folle.

luciano 12.02.16 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Tutto questo analfabetismo fa paura...
Non credo che persone che hanno difficoltà solo a comprendere un semplice testo compongano uno stato ideale. Tutt'altro...


E' un articolo importante, e scritto in un italiano talmente stentato da confermarne immediatamente il contenuto.

C Basta 11.02.16 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non è alle superiori ma proprio alle elementari e alle medie ove i concetti di base non sono assimilati a dovere (aggiungere materie inutili come la religione non aiuta la formazione scolastica ma la ostacola come nelle scuole coraniche).
Il metodo di insegnamento si basa non sulla comprensione ma sull'erudizione quindi vengono sfornati eruditi non acculturati:
Ottima memoria come un hard disk ma pessima cpu.

Io non leggo alcun giornale e trovo tale lettura una completa perdita di tempo tolto a letture molto più utili ed interessanti:
Leggere i giornali disinforma e, a causa dello stile poco letterario usato, non migliora la padronanza della lingua (anzi a volte la riduce grazie ad atroci inglesismi non richiesti e continue ingiustificabili contraddizioni fra titoli e testi e fra articoli stessi che col pluralismo dicono tutto e il contrario di tutto...).

La televisione di regime non solo non aiuta ma contribuisce attivamente alla diffusione di ignoranza, inutile colpevolizzare gli sponsor che NON possono imporre forme e contenuti già decisi dalla politica che poi degli ascolti se ne frega beatamente grazie a un evidente monopolio.

E un po' di colpa se la prendano pure gli italioti che credono di essere bravi grazie a un pezzo di carta preso il secolo scorso per poi lasciare in abbandono la propria mente fino ad atrofizzarla.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.02.16 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono perfettamente d'accordo con il Professore.
Era ora che un esperto veramente qualificato ci svegliasse da un certo arrogante torpore intellettuale.

Vittorio A., 28073 Commentatore certificato 10.02.16 14:10| 
 |
Rispondi al commento

...Il popolo progressista si identifica ormai solo con la propaganda intellettuale e culturale di questa sinistra e la sua idea del mondo, fatta di spettatori, consumatori, elettori, ascoltatori, lettori, ecc, ecc. Povero uomo, nelle mani di questi Nulla...
La volgare ed ipocrita ignoranza, promossa senza tregua dal media del servizio pubblico, ( che adesso pagheremo obbligatoriamente con "un clic"...dell'interruttore), accresce il potenziale devastante di cui sopra. Allo schiavo è servito in abbondanza solo il marcio dello sport, del gratta e vinci e della pornografia: cinematografica, letteraria e musicale. Ma ad un certo punto, non se ne accorge neppure più....

Massimo Tramonti 10.02.16 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ciò che qui viene analizzato è purtroppo riscontrabile da chiunque abbia un minimo di obiettività.
Bisognerebbe cercare d'investigare ancor più e meglio il fenomeno perché questo dell'analfabetismo funzionale è un problema veramente serio.
È ovvio che non potrà esserci cambiamento reale e radicale se non ci sono cultura, idee e strumenti per comprendere, analizzare, formulare soluzioni.
Cos'altro ci si potrebbe aspettare se in Italia per oltre un trentennio abbiamo avuto un analfabeta strutturale che ha spadroneggiato con mezzi di disinformazione e distrazione di massa che hanno sbandierato e tuttora esaltano i disvalori di una società ipocrita, incolta, che si scopre dolorosamente ogni giorno sempre più povera e capitalista?
Per arrivare al punto in cui ci troviamo ora, tutto è stato accuratamente pianificato e voluto da governi fantoccio, che usano gli elettori solo per dare un'apparenza di legittimazione democratica al consenso delle loro imposizioni.
È impressionante e svilente sapere di persone che non conoscono la propria storia, vedere sempre più spesso nostalgici che rimpiangono il fascismo di cui bisognerebbe solo vergognarsi, ma soprattutto prendere consapevolezza che c'é troppa gente sempre pronta a cedere a qualunque compromesso perché è priva della CULTURA DELLA DIGNITÀ, DELL'ALTRUISMO e DELLA GRATUITÀ.
Ricordiamo sempre che, come dice un grande saggio, un eccezionale intellettuale ed un rivoluzionario instancabile, Fidel Castro, "OGNI VERA RIVOLUZIONE SOLO PUÒ ESSERE FIGLIA DELLA CULTURA E DELLE IDEE".
Invito il lettore ad aprirsi senza pregiudizi all'analisi di realtà Latinoamericane attualmente in grande fermento e capaci di aver trasformato in pochi anni una lunghissima storia di dominazione e prostrazione soprattutto intellettuale e culturale.
Rimanendo in tema di comprensione di un testo, consiglierei ai revisori dell'articolo di rivedere la punteggiatura e rielaborare un pochino il testo perché sia ancor meglio fruibile.
Saluti.

Luigi Commentatore certificato 09.02.16 20:25| 
 |
Rispondi al commento

IL PROBLEMA DELL'OLIGOPOLIO OPPORTUNISTICO DEL SETTORE EDITORIALE, un cartello (Mondadori, Feltrinelli e Mauri-Spagnol) che lede le risorse di popolo che su cui lavora (la LINGUA ITALIANA), continua a sfuggire, malgrado i miei rimproveri pubblici, alla disamina glottologica del De Mauro. Un cartello che PENALIZZA i madrelinguisti italiani, togliendo alla lingua il lavoro umile e concreto degli SCRITTORI in italiano, agricoltori della terra linguistica (prima che artisti o intrattenitori), unico humus per la vivezza della lingua. Ciò è dovuto unicamente al miglior rendimento economico garantito dalle TRADUZIONI, ante lettura. La scuola è certo un problema, ma il problema dell'analfabetismo di ritorno è ANCHE quello della morte della lingua, che oggi è in corso a causa del SOFFOCAMENTO ECONOMICO degli scrittori madrelinguisti attuato dal cartello, nella totale ignoranza e indifferenza di istituzioni e strutture professionali.

Sergio2 Bevilacqua, Venezia Commentatore certificato 09.02.16 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Pensate che anche qui nel blog c'è chi pensa che dal 94 siano passati 35 anni.

lalla b., venezia Commentatore certificato 09.02.16 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate tutti la maiuscola, ma è solo per Giuseppe V. che sta un po' lontano dal paese e vive una realtà diversa.

lalla b., venezia Commentatore certificato 09.02.16 15:20| 
 |
Rispondi al commento

A GIUSEPPE V.
A GIUSEPPE LA MAFIA I TORRONI L'HANNO ESPORTATA IN AMERICA, MA QUI DA NOI VENGONO A CURARSI SEMPLICI ITALIANI NATI AL SUD, MENTRE NOI NON ANDIAMO NEL SUD A CURARCI, CASO MAI QUALCUNO SI CURI DELLA REALTà , NON COME I POLITICI SCOLLATI DALLA REALTà.

lalla b., venezia Commentatore certificato 09.02.16 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Va ripensato e ricostruito il modo di fare scuola e cultura, perché c'è differenza fra imparare nozioni e imparare un metodo atto ad acquisire un pensiero critico. Il mio professore di storia del liceo, ebreo, anarchico, sfuggito ai campi di concentramento saltando da un treno per deportati, adottatava questo metodo : ci raccontava alcuni fatti storici durante la lezione, poi durante l'interrogazione quando il malcapitato di turno ripeteva quello sentito a lezione, gli diceva che quel fatto storico non era vero e gli dava 2, perché non aveva verificato la veridicità del fatto, si era fidato delle parole del professore e non aveva consultato le fonti storiche, che per un preciso fatto storico non sono una ma molte. Qualsiasi notizia storica doveva quindi non solo essere documentata ma dovevano essere valutate le varie interpretazione cercando di capire perché lo storico in questione aveva dato quel tipo di interpretazione : sosteneva il pensiero corrente ? Faceva parte del pensiero unico del vincitore? Era un venduto? Era un dissidente? Le nozioni e i fatti storici si dimenticano, come oggi si dimenticano le notizie, ma il metodo rimane, solo che questo metodo crea cittadini consapevoli che potrebbero mettere in crisi un sistema costruito sulla disinformazione e sulla analfabetismo delle masse perché non capire costringe a delegare ad altri, a fidarsi, mentre il pensiero critico pone dubbi e costringe al confronto democratico. Ma il potere da sempre ,storicamente , vuole un popolo con la pancia piena, magari di briciole, ma il cervello paralizzato, perché sapere è potere e più la conoscenza è limitata a pochi più il potere è concentrato. Sarà per questa carenza culturale e metodologica che gli italiani hanno sempre premiato l'uomo solo al comando?

alessandra ruspetti, Siena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.02.16 14:48| 
 |
Rispondi al commento

secondo me De Mauro e' un creatore ad hoc di psicosi funzionali.
Affermare che ci sono in Italia 5 MILIONI di persone con COMPLETA incapacita' di lettura...e' un'enorme cazzata funzionale.
Funzionale alle pubblicazioni di De Mauro.

andrea 09.02.16 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Prendendo un qualunque libro scolastico italiota in uso fino all'8 anno e comfrontandone i contenuti con wikipedia vien da ridere!

undef 09.02.16 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che è sparito un mio modestissimo post che denunciava la scarsissima cura con la quale è stato trascritto l'intervento del professor De Mauro. Intervento che è stato reso in alcuni passi incomprensibile.
Spero che la "cancellatura" sia opera dei soliti fessacchiotti che - non avendo altre possibilità intellettuali - si divertono così. O no?

mario45 massini, roma Commentatore certificato 09.02.16 13:41| 
 |
Rispondi al commento

_______

Australian Population 23,781,349 milioni

Debito : EUR 395,950,062,769 billions o miliardi

Debito per Cittadino : EUR 16,645 mila

Interessi per Secondo sul debito : 407.982 EUR

http://www.nationaldebtclocks.org/debtclock/australia

John Buatti 09.02.16 11:58| 
 |
Rispondi al commento

E allora che facciamo? Tutti a scuola?

Giovanni Lupi Commentatore certificato 09.02.16 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Tullio De Mauro, sicuro di essere totalmente estraneo alla faccenda o è successo tutto a sua insaputa?
Tullio De Mauro, che da ministro della fu Pubblica Istruzione chiamò 200 "saggi" per (tra l'altro) sostituire nei programmi scolastici la conoscenza con "i saperi" e le "competenze" (( «Il piano di rinnovamento scolastico prevede .. che "si impari a imparare" attraverso la crescita del senso delle cose che si imparano e l'essenzialità dei saperi e delle competenze» http://archivio.agi.it/…/51059ee88f66b71c0c5d2b0596c2d9e3_…/; http://www.edscuola.it/archivio/riformeonline/saperi.html: "L’idea di un curricolo coerente dai 3 ai 18 anni, che sta alla base del progetto culturale sotteso al riordino dei cicli, pone in un’ottica diversa il problema dei contenuti. Infatti, la verticalità non comporta solo una diversa dislocazione diacronica dei contenuti del curricolo, con un effetto di semplificazione, ma sposta l’attenzione dalla dimensione contenutistica a quella delle competenze, cioè dei guadagni formativi che gli allievi possono realizzare nell’incontro con i saperi, cioè con un’organizzazione progressivamente strutturata delle conoscenze"), cioè per realizzare e giustificare quel tipo di riforma che Salvatore Settis che il 7 febbraio scorso ha dichiarato essere la causa prima della regressione culturale italiana (http://www.linkiesta.it/…/salvatore-settis-la-buona-…/29179/).

gemma g., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.02.16 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Coscienza va cercando... ch'è sì cara...
come sa chi per gay figli rifiuta!.-(((

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.02.16 11:47| 
 |
Rispondi al commento

In Siria si prende una ragazza cristiana , la si denuda e la si scanna come si fa con i maiali . Poi la si squarta , la si mette in mostra e se ne fa un video . Queste orribili azioni le fanno uomini come noi , che sono istruiti , sanno parlare bene e usano il cellulare bene come la mannaia . Sono a qualche centinaia di chilometri da noi e ci minacciano , con ogni probabilità ne troviamo a centinaia , se non migliaia , tra i clandestini che accogliamo fraternamente ! Ma il Paese non ha tempo ne voglia di interessarsene troppo preso dall'adozione gay e da Sanremo . Strette di mano e sorrisoni con America , Francia e Inghilterra che hanno portato all'incendio del Medioriente e l'orrore a vette mai raggiunte dall'uomo , ne dalle bestie .


Il problema della alfabetizzazione va di pari passo con una serie di problematiche sociali (su tutte gli extracomunitari che non parlano la ns lingua e non hanno alcun interesse ad apprenderla, ed il cui livello di cultura è spesso ai minimi termini).

Sul fatto che la cultura, lo studio e la formazione in Italia sia importante, non sono assolutamente daccordo. Anzi è vero l'opposto. Più sei colto ed hai studiato meno sei pagato e più difficile è trovare lavoro.

Lo dice un ingegnere informatico di 62 anni con 25 anni di esperienza informatica e 35 lavorativa che ricopre il ruolo di project leader ma guadagna meno di dipendenti che lavorano su attività che richiedono la licenza elementare !!!!

In Italia è tanto se riesci a sopravvivere !!!! Giovani scappate finchè siete in tempo !!!

aldo p 09.02.16 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Adesso aspetto che il PD dopo provvedimenti "utilissimi" come ius soli,ddl cirinnà faccia un provvedimento per abolire la carne cosi ci beccheremo un ondata di vegani su questo blog a dire chi l'ha deciso di lasciare libertà di coscienza per la carne,in 3 anni di governo si poteva fare un reddito per la povertà e aiutare le imprese ma a quanto pare anche a molti attivisti piace discutere che primi provvedimenti queste cazzate.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 09.02.16 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta vedere e ascoltare le Tv nazionali per accorgersi di come venga maltrattata la lingua italiana. Ma Il problema nasce dal basso, come si fa a pretendere maggiore cultura quando negli asili-nido una sola bidella deve pulire il culo a 60 bambini? S'impara prima a bestemmiare in turco. Grazie Italia, va bene così.

FrancoMas 09.02.16 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Invece di sparare sugli insegnanti, leggete: "Scusate, togliamo il disturbo" di Paola Mastrocola. Anche se (oramai!) del 2011, il libro, scritto da chi ha lavorato nella scuola e ne ha conosciuto storia e realtà, e non dai ringhiosi ignoranti che sparano sugli insegnanti solo per bieca invidia, racconta come ineffabili ex-ministri come Berlinguer e, udite!, pure tale Tullio De Mauro, hanno contribuito pesantemente a devastare l'istruzione italiana. Un recupero della memoria di quanto accaduto all'istruzione pubblica sarà sempre tardivo: leggete, ignoranti, prima di sparare a zero su chi e cosa non conoscete!

Giovanni Anzaldi 09.02.16 11:22| 
 |
Rispondi al commento

A tutti quelli che non hanno compreso, il messaggio del Signor Beppe Grillo, è bene che si mettano da parte, e non sporchino la parte bianca candida dedicata ai commenti di questo blog. Io fino ad oggi non ho mai ascoltato la metà delle informazioni che con toni alti e certi diffonde attraverso la rete questo Uomo con la lettera maiuscola. (Da altri pseudo- politici) Io lo adoro, ci ha tolto il velo d'ignoranza, ci sprona alla lettura, all'informazione, alla conoscenza di una realtà che ci sta togliendo la DIGNITA' ed a molti anche la voglia di vivere e non è poco. Guai al popolo che non ama la curiosità! Tale mancanza diventerà, il suo peggiore nemico.

alegna d., argenta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.02.16 11:13| 
 |
Rispondi al commento

vabbe', pero' er Dibba nun po' anna' ar processo del lunedi' a convince quelli de 'a curva nord a vota' m5s....... Quelli so' lazielotti "fascistoni", pe' loro esistono solo "i boia chi molla".............

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 09.02.16 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TUTTI gli insegnanti, come tutti comunque, devono essere VALUTATI da genitori e studenti e dagli altri insegnanti e provvedimenti devono potere essere presi per tutti come nel privato.
I programmi devono essere aggiornati e relazionati ai cambiamenti velocissimi del mondo attuale. Ormai ci sono un mare di bambini che conoscono alla perfezione minimo due lingue, ma spesso 3 ed insegnanti che nemmeno conoscono bene l'italiano. Per non parlare dei computer e degli smartphones, dove I bambini quasi sempre sanno Mooolto piu' degli insegnanti.
Basta studi sterili ed anestetizzanti delle angosce di poveretti assurti a geni della letteratura, invece che compianti per I loro problemi esistenziali e basta studi osannanti alle epicita' di romani e crociati e studi invece di attualita' politiche e geografiche e scienze e tecnologie ed andamenti economici ed attivita' manageriali

tomi sonvene Commentatore certificato 09.02.16 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa italietta e' strapiena di Parassiti, stracostosi, straimproduttivi e straspesso stradannosi. E la Scuola e' uno dei peggiori stipendifici di questi parassiti. Con programmi antidiluviani e demenziali, costruiti apposta per mascherare le impreparazioni e le negligenze di questi "docenti", quasi sempre incapaci di svolgere qualsiasi altro lavoro (stipendio) che non sia il postofisso. Questa scuola e' divenuta un refugium di tutti i peggiori incapaci, che nel privato non troverebbero alcuna possibilita' di inserimento. Basti solo pensare a quale “positivita' esistenziale” possa trasmettere un precario che piuttosto che cercarsi un lavoro vero si lascia morire, aspettando il postofisso. Per migliorare questa italietta, si devono apportare combiamenti radicali. Questi laureati devono avere possibilita' di avere ambizioni produttive e di ritenerle realizzabili. E questo si puo' ottenere solamente diminuendo i parassiti e potendo di conseguenza diminuire le imposte per le attivita' di impresa.
In ogni caso, queste alcune cose da fare:
NESSUNO deve poter avvicinarsi all'insegnamento senza avere almeno 40 anni ed avere svolto almeno 10 anni di lavori produttivi nel privato. Tanto perche' possano conoscere almeno un poco il mondo del lavoro, altrimenti, COSA vanno ad insegnare appena usciti dall'Universita' con lauree spesso regalate, concorsi spesso truccati e graduatorie spesso manipolate, e conoscenze ZERO del mondo VERO.
L'oraio di lavoro DEVE essere almeno di 30 ore settimanali, con vacanze natalizie e pasquali e un solo mese di vacanze estive. Gli altri periodi ora vacanzicoli, devono essere utilizzati per aggiornamenti e lezioni di sostegno.
I periodi di malattie NON devono essere superiori alle medie del privato e comunque, la mia proposta e che TUTTISSIMI, dal Presidente della Repubblica all'ultimo degli operai, vengano remunerati con 10 euro giornalieri per qualsiasi periodo di malattia.
TUTTI gli insegnanti, come tutti comunque, devono esser

tomi sonvene Commentatore certificato 09.02.16 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riguardo "La cultura è la base per una società evoluta. L'ignoranza porta a forme di schiavismo."


non è esattamente così!

non è l'ignoranza in se ma il malovivere e quando lo stato prefersice il malovivere al ben vivere le cose si complicano.

per esempio se un plurilaureato si da al vizio del bere o delle droghe pesanti diventa senz'altro peggio che uno con la 1 elementare che però va a fare un lavoro diglitoso come il contadino o l'allevatore.

Se proviamo a chiedere alla maggioranza dei dottoroni qual'è il lavoro più importante del mondo il laureato in medicina dirà il medico mentre l'ingegnere dirà il suo e l'architetto idem....

questo modo di pensare è frutto di una forte ignoranza perché si può essere acculturati e ignoranti e anche idioti così come si può essere subacculturati e intelligenti.....

Il lavoro più importante è quello del contadino seguito a ruota da quello dell'allevatore.... perché tutti sono utili ma senza quei due NON SI MANGIA!

e come mai è più facile che risponda giusto uno con la 1 elementare anziché un plurilaureato?... figuriamoci un poitico!

gnurant! 09.02.16 10:45| 
 |
Rispondi al commento

lo spiega benissimo anche lambrenedetto sul tubo che anche in germania c'è pieno di ignoranti e anche negli usa ci sono .... direi che sono da tutte le parti... il problema non è se ci sono o non ci sono gli ignoranti ma che cosa fanno.

Lambrenedetto dice che in germania gli ignoranti fanno gli ignoranti ( ignorante fa lavori da ignorante ) e non i dottori mentre in italia cercano gli ignoranti per metterli nei posti da dottore e poi lasciano a casa i dottori oppure li costringono ad espatriare.

per dirne una ... dentro AFAM mettono a insegnare regia gente che non ha mai girato un film secondo un meccanismo che invece magari impedisce di insegnare a chi ha avuto realmente successo come regista....

il risultato è che se vuoi imparare a fare il regista meglio che non vai a studiare dentro AFAM....

Altra cosa... ci sono un sacco di ex artisti famosi anziani che fanno la fame con pensioni da 700 euro al mese e che sarebbeo utilissimi come insegnanti ( integrerebbero la pensione ) ... e invece chi va a insegnare?

PS: ammesso che i vostri dipendenti sappiano cosa è AFAM.

gnurant! 09.02.16 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se fossimo tutti geni come asserisce l'illustre. a che servirebbe? ci saranno sempre gli aristocratici i ricchissimi i ricchi e i benestanti, alla massa resteranno sempre le briciole finchè non sradicheremo il sistema mondiale ingiusto .Chi usufruirà dell'utero in affitto? non la massa ma sempre e solo loro i magnate e i ricchi.

lucressio C., mestre Commentatore certificato 09.02.16 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi ha iniziato la sua campagna denigratoria tramite le iene.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 09.02.16 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, ti prego, torna a prendere le redini. Parlare di analfabetismo funzionale qui, e poi mandare m5s al processo del lunedì, è una presa in giro.

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.02.16 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Analizzare le aree singole del paese potrebbe chiarire le idee, non è che siamo messi come la sanità o la disoccupazione con livelli da quarto mondo al sud dove governano mafia e camorra e altrove invece si insegna con cognizione di causa.

lalla b., venezia Commentatore certificato 09.02.16 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La popolazione sarà volutamente anche tenuta nell'ignoranza, ma i nostri rappresentanti politici? Ascolto diverse trasmissioni dove politici locali vengono invitati a discutere con cittadini che liberamente telefonano durante la trasmissione (lo dico con cognizione di causa essendo intervenuta spesso) . Beh, la cosa più interessante e istruttiva per cui vale la pena seguire la trasmissione sono GLI INTERVENTI DEI TELESPETTATORI, anche se cerebrolesi risultano più vicini e reali a quello che è la vita nel nostro paese. NON è L'IGNORANZA IL MALE DEL NOSTRO PAESE (si pensi alla resistenza), MA LO SCOLLAMENTO VOLONTARIO DEI POLITICI DALLA VITA REALE.

lalla b., venezia Commentatore certificato 09.02.16 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Genitori deboli ed ignoranti creano figli deboli ed ignoranti.

Giuseppe Grasso02, Catania Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.02.16 09:50| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/mitica.secondaa.9/photos/a.1677708602470198.1073741827.1677708535803538/1691166387791086/?type=3

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 09.02.16 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con il post ma aggiungerei due punti che, a mio modo di vedere, sono importanti ma non sono contemplati:

1) I genitori, che non riescono a seguire i figli, scaricano sugli insegnanti le sulla scuola la responsabilità del fallimento scolastico di questi ultimi...
Ma secondo voi se un figlio viene bocciato ad essere malmenato deve essere l'insegnante o il preside?....
... un mio vicino di casa che ha un figlio "capra" che a diciotto anni frequenta la seconda liceo, gli ha comprato il motorino a 14 anni e la macchina appena compiuti i diciotto, guarda caso il pupo ha superato l'esame di guida al primo colpo... mah ai miei tempi (anni 70) altro che macchina ... frustate...

2) Fare l'insegnante è diventato un lavoro come gli altri... e secondo me non lo è affatto... per fare l'insegnante ci vuole la passione, la pazienza e la volontà di vedere crescere i propri alunni, di seguirli nella crescita e di sostenerli.


Grazie

Pietro Magurno

Pietro Magurno 09.02.16 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Più un popolo è ignorante più i politicanti da quattro soldi imparano! Basta guardare chi ci governa o chi ci ha governato negli ultimi decenni. Ricordatevi sempre che un popolo ha il governo che si merita.....e noi ci meritiamo quel che vediamo!

morott 09.02.16 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Nella regione Liguria continua l’inchiesta sulle spese pazze

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2016/02/08/ASUBotUB-giudizio_assessori_rinviati.shtml

https://it.wikipedia.org/wiki/Subornazione

Vincenzo Matteucci 09.02.16 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Quarto: la Capuozzo oggi ritirerà le dimissioni

http://newsitaliane.it/2016/quarto-sindaco-capuozzo-cambia-idea-ritirare-le-dimissioni-rimandata-ad-oggi-la-decisione-42582

Luca 09.02.16 08:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la saggezza di una nazione é di ispirazione fascista democristiana "mafiosa" ,allora credo che dobbiamo solo pregare che Dio c'è la mandi buona

claudiog 09.02.16 07:59| 
 |
Rispondi al commento

BLA BLA BLA BLA.............

carlo.a 09.02.16 04:04| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE BEPPE!
Coraggio amici ed amiche

PS: UTERO IN AFFITTO? L' IMPORTANTE CHE NON CI SIA ALCUN MERCIMONIO - L'utero deve essere trattato come qualsiasi altro organo e per questo può anche essere donato tra estranei MA SOLO in maniera anonima e gratuita, come si fa appunto con glgli altri organi. È qualcosa che è stata già affrontata e risolta in maniera accettabile per tutti (senza che nessuna parte abbia avuto il copravvento).

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Grillo poveraccio,lo vedo molto stanco e invecchiato,è evidente che ormai non regge più lo stress del comando - - piano piano si sta defilando e il Movimento diventa sempre più Casaleggio-centrico. In futuro ci saranno dei cambiamenti che a molti non piaceranno.Preparatevi a delle sorprese
Buonanotte

Roberto Faccini Commentatore certificato 08.02.16 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HAOOO QUANDO USCIAMO DA QUESTO CASSO DI EURO,QUASTO CASSO DI EUROPA, E QUESTO CASSO DI NATO?-

andrea a44, genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 23:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

votero sempre il movimento per la sua grande onesta

valter tezza, trevenzuolo Commentatore certificato 08.02.16 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Gli italioti vanno conservati ignoranti affinché non creino problemi ai ladri ai mafiosi e ai preti.

Spiacente ma non esistono altre spiegazioni ahimè!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 08.02.16 22:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa sera al TG3 dove avevo girato un momento, ho sentito un discorso a dir poco demenziale. Non ho capito se erano parole del "bimbominchia" o di qualche portavoce, ma le parole esatte date dal TG erano queste: ...se la legge Cirinnà passerà, sarà per merito del PD, altrimenti sarà colpa del M5S..
Dopo aver riso per la demenza della affermazione, mi è partito un va fan culo megagalattico.
Ma si rendono conto di quello che affermano? Hanno la maggioranza, e hanno bisogno dei voti dell'opposizione?
La cosa ancora più grave, è l'informazione a senso unico. INSOPPORTABILE!
Troviamo un modo per non pagargli 'sto cazzo di balzello, per una TV di regime.

adriano 08.02.16 22:37| 
 |
Rispondi al commento

http://catenaumana.com/cronaca/la-fornero-continua-con-le-lacrime-da-coccodrillo-continuano-ad-insultarmi/

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 08.02.16 22:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

#AHOOO, MA QUANDO SI ABBANDONA L'EURO E SI ESCE DA QUESTA UE?
proposta di ashtag permanente (sinchè non si esce)

se andate sul blog di marcello foa c'è un articolo che descrive uno scenario possibile di eventi futuri,ma non auspicabili in italia.
io mi sarei anche un pò rotto le scatole di sentirmi dire "fate presto,ce lo chiede l'europa"...

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'italiota è un malessere diffuso nella peninsula del regime clerical fascista mafioso e altrove. Muerte.

Alberto Gramaccini 08.02.16 22:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'analfabetismo, è assai diverso dalla dealfabetizzazione.
La prima, ssomiglia ad una passeggiata nel bosco di notte, soli.
La seconda, tipica degli amministratori pubblici,
è piuttosto simile alla guida di un pullman, una notte senza Luna, sui tornanti di un Gran Canyon, a 100 all'ora , senza luci, nè freni, con il doppio di viaggiatori a bordo.
Scafisti dell'Inferno, della Caronte Enterprise.

Buonanotte, Angeli...

greta garbo (venere bianca), stockolm Commentatore certificato 08.02.16 22:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo Analfabete perchè viviamo recluse in un Orfanotrofio.
E' morta nostra Mamma: Lo Spirito della Bellezza.
Siamo pigli di uomini Piccoli, Storti, Malfatti e pure di qualche Napolitan e qualche Pomicin.
Una fortuna che la nostra Conoscenza derivi dalla Sofferenza.
Non saremo mai come i nostri Aguzzini.
In nostro Cibo, è l'Amore, non il Sapere.
Meglio non saper nulla che aver avuto dei Cattivi Maestri.

Guarda i Monti: essi baciano le Nuvole...
Osserva gli Alberi: essi son carezzati dal Vento.
Parlami delle Vele: esse spingono i Marinai, nelle braccia delle loro Donne, Innamorate.

La Conoscenza, avviene solo nell'Amore...

greta garbo (venere bianca), stockolm Commentatore certificato 08.02.16 22:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me mi padre m’ha mannato a lavorà doppo le lementari tanto nun ce capivo na sega manco la e poi ho capito che er culo prima o poi to devi da fa. Però a mi padre glie volevo bene anche se ma gonfiato de botte perche si adesso campo o devo a lui. Un padre vero nun te tradisce mai anche si è gnorante peggio de na capra.

ottocolli 08.02.16 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Vero. Nel mio caso sono diplomato geometra ma ho dovuto riparare all´Estero perché avevo un professore con la barba bianca che non mi ha insegnato il disegno informatizzato(CAD).
VERGOGNA

Carlo Jose' Dodich, Cuaba' (Brasile) Commentatore certificato 08.02.16 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pee ghee's home

netto casso 08.02.16 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Democrazia dal basso? Vorrei votare ..

salvatore ., palermo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Io sono anche ignorante e però per tagliare la testa al toro, a roma come in tutte le parti serve una cosa sola e cioè spese preventive, spese effettive e tutto uguale a zero, sennò è tutto inutile.

handmade 08.02.16 21:06| 
 |
Rispondi al commento

TEMPESTA IN ARRIVO

La verità come al solito viene silenziata da improbabili primarie a Milano e continue insinuazioni sulle modalità operative del M5S.
Stanno strumentalizzando il voto di coscienza dei pentastellati in Parlamento come una falla della compattezza del Movimento ma è la paura che sta minando il consenso del Pd.
È la paura che la legge sulle unioni civili non passi e che in un pericoloso clima di impennata dello spread l'Europa e sopratutto la Merkel abbiano già bocciato Renzi e il suo governo.
Gli attacchi al 5S da parte della tv governativa camuffano il fallimento del governo sopratutto in materia di politica estera e del rispetto degli impegni in Europa completamente disattesi.
Se la Merkel ha deciso il nemico da abbattere ora è solo il M5S, unico ostacolo all'imposizione di un nuovo burattino.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 08.02.16 20:59| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xtp1/v/t1.0-9/12662549_1652568268337828_6391772217225598986_n.jpg?oh=c9de0f74f3cb93e1dfc987172b187701&oe=5722C231

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 08.02.16 20:52| 
 |
Rispondi al commento

harry haller 'na curiosità
ma a te chi to fa fa'?
c'hai 'n quoziente più arto
de 'sti talebbani
me potresti uscì dar gruppo no?
nun lo vedo da te esse conforme
pane ar pane e cannonau ar cannonau..

rosso amabbile ma anche no 08.02.16 20:40| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Saper di non sapere vs credere di sapere. So di non sapere e mi cruccio di questa mia ignoranza. Spendo ore ogni giorno a cercare di sapere un pò di più, ma è come scoprire il mondo da soli. Ogni passo scopre territori vasti e infiniti, nuove sensazioni, emozioni e ragioni. E così mi ritrovo a pensare che so di non sapere.

Roberto Negrini 08.02.16 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

#AHOOO, MA QUANDO SI ABBANDONA L'EURO E SI ESCE DA QUESTA UE?
proposta di ashtag permanente (sinchè non si esce)

un articolo che fa riflessioni che condivido :

http://scenarieconomici.it/la-genialita-strategica-di-beppe-grillo/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Il secolo scorso, comperare un giornale, aveva un duplice scopo: informarsi e pulircisi il culo, ora come ora, venuta meno l'informazione c'è chi preferisce la carta igenica.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 20:18| 
 |
Rispondi al commento

In troppi, sopratutto tra i parlamentari, se ne sono troppo frettolosamente dimenticati, eppure furono ben nove milioni di italiani a dare il loro assenso a questo programma.
Ma veramente credete sia possibile lasciare a poche migliaia di "aficionados" in rete, la decisione su punti così importanti, che, addirittura, mai sono stati trattati nel programma del 2013?
E se domani si dovesse decidere per l'uscita dalla Nato, per voi sarebbe sufficiente una semplice votazione in Rete?
Ma veramente credete di essere più furbi di tutti?
O ritenete che gli altri siano tutti dei coglioni.
Possibile che non abbiate ancora capito che Beppe Grillo è 20 anni davanti a tutti?

20 punti per uscire dal buio:
– Reddito di cittadinanza
– Misure immediate per il rilancio della piccola e media impresa
– Legge anticorruzione
– Informatizzazione e semplificazione dello Stato
– Abolizione dei contributi pubblici ai partiti
– Istituzione di un “politometro” per verificare arricchimenti illeciti dei politici negli ultimi 20 anni
– Referendum propositivo e senza quorum
– Referendum sulla permanenza nell’euro
– Obbligo di discussione di ogni legge di iniziativa popolare in Parlamento con voto palese
– Una sola rete televisiva pubblica, senza pubblicità, indipendente dai partiti
– Elezione diretta dei parlamentari alla Camera e al Senato
– Massimo di due mandati elettivi
– Legge sul conflitto di interessi
– Ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola pubblica
– Abolizione dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali
– Accesso gratuito alla Rete per cittadinanza
– Abolizione dell’IMU sulla prima casa
– Non pignorabilità della prima casa
– Eliminazione delle province
– Abolizione di Equitalia

gianfranco chiarello 08.02.16 20:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Passo parola: a un popolo di analfabeti (funzionali) la sovranità non si può dare e tanto meno “la piattaforma, uno spazio dove ognuno veramente conterà uno”,
meglio affidarsi agli “esperti”.
http://www.beppegrillo.it/2013/03/gli_esperti_e_l.html

Daniela Milena Luna Commentatore certificato 08.02.16 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ha fatto di nuovo la Merkel. Ha consultato il solo Hollande sul problema dell'immigrazione. Poi e' volata da sola ad Ankara per trattare con i turchi. E il Bomba che aveva "battuto i pugni sul tavolo" non se l'e' filato per niente. Adesso forse battera' i piedi per terra, in fondo e' un grande leader di un grande Paese.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.16 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta con le interviste rilasciate a Monica Giandotti del Tg3.
Questa pseudo giornalista provoca i parlamentari 5 stelle con domande che sono in realtà accuse, formulando giudizi sempre critici e offensivi nei confronti del Movimento.
Monica Giandotti ?
NO GRAZIE !

Paolo Roberto Dagnino, Genova Commentatore certificato 08.02.16 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Spero che tutto abbia inizio dalla Corea Del Nord.
Forza Kim Jong-un

Giulio Cesare Calcagni 08.02.16 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Nuovo video. Sposiamoci, uniamoci, adottiamo. Intanto l’Italia va a puttane! Miscappaladiretta 08/02/2016

http://www.salvo5puntozero.tv/sposiamoci-uniamoci-adottiamo-intanto-litalia-va-a-puttane-miscappaladiretta-08022016/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 08.02.16 19:16| 
 |
Rispondi al commento

Primarie PD a Milano, vince Sala coi soldi di Expo e i voti dei Cinesi.

maro saro 08.02.16 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Avevo già riscontrato qualcosa del genere, ma non sapevo identificarlo e mi ha meravigliato molto ed allo stesso tempo, dispiaciuto, leggere tutto questo, ma mi trovo pienamente d'accordo su tutto, ma non sapevo che si trattasse addirittura di uno studio.
Ho riscontrato, ahimè purtroppo, questa carenza, anche in molti professionisti, che per lavoro, frequento, tra cui avvocati, commercialisti ed imprenditori.
Credo, comunque, che in tutto questo, incida anche il pregiudizio che annebbia la mente, nel momento in cui si hanno tra le mani le carte ed dei documenti e si leggano e si debba interpretare il contenuto e spesso, non si riesca a vedere oltre quanto sia "visibile" in superficie, non si riesca a vedere oltre e si limitano a trarre conclusioni, ritrovandosi così, risposte sbagliate o inconcludenti.

Giampaolo R., Bologna Commentatore certificato 08.02.16 18:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo il sangue è in grado di lavare, di dare forza e vigore, di dare intellihenza, di ripristinare le cose, DI DARE FUTURO.
Senza che venga versato si rischia l'apocalisse, la scomparsa dell'intero genere umano.
E, nonostante internet, siamo molto più vicini alla fine di quanto pensiamo.
E' drammatico quello che sto scrivendo, lo so, ma è così.
Se fosse sangue puro sarebbe meglio ma ci si può accontentare anche di quello di milioni e milioni di topolini ed anche quello di scarafaggi, di criceti, di puzzole.
Andrebbe bene anche il sangue di topolini storpi e pazzi, ma, comunque, ce ne vuole tantissimo.

Giulio Cesare Calcagni 08.02.16 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedevo:
ma questi tizi neri, che si vestono in modo diverso dal nostro, che rispondono a leggi di un altro Stato (fra l'altro extracomunitario), che ci vogliono inculcare la loro religione, che non pagano le tasse e che ci costano uno sproposito....
insomma, i preti, perchè non ve li prendete a casa vostra?

(A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ Commentatore certificato 08.02.16 18:50| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benedetti garanti, una breve dichiarazione chiarirebe tutto:

"la democrazia diretta è impossibile, la decrescita invece...pure: ci siamo sbagliati!!!"

SCUSATECI!!!

(A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ Commentatore certificato 08.02.16 18:38| 
 |
Rispondi al commento


Studiare sta diventando un lusso , dall'asilo all'università . Questa è la sinistra italiana ? Compagni con noi la scuola sarà gratis , svegliatevi !

vincenzodigiorgio 08.02.16 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Grazie staff! Finalmente avete eliminato Fra.Fo quel disturbatore presuntuoso e aggressivo che dava del piddino a tutti ma era lui il vero piddino che buttandola in caciara fa solo male al MoVimento

dibby 08.02.16 18:33| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premesso il mio SI alle Unioni Civili, in accordo al sondaggio M5s in rete di Ottobre 2014,vorrei dare in chiaro a tutti i partecipanti alla discussione (e non come singola risposta ad un altro post) il mio contributo sulla struttura per articoli del ddl Cirinnà bis che è venuta fuori proposto nei commenti giù. Nel caso prospettato dalla Cirinnà essendo unico e omo il genitore naturale, l'adozione di un figlio orfano dell'unico genitore naturale da parte di una persona QUALSIASI (uomo e donna) è GIÀ POSSIBILE, se e solo se l’adozione corrisponde all’interesse del figlio, purché si dimostri che esiste un legame affettivo pregresso fra questa persona e il bambino. Il minore se maggiore di 14 anni deve dare anche il suo consenso e, se di età fra 12 e 14 anni, deve esprimere il suo parere. Quindi l'adozione del minore da parte del partner omo superstite è GIÀ CONTEMPLATA, come dimostrano diverse sentenze recentemente emesse dai Tribunali dei Minorenni in base alla legge 184/1983 che, anche se pensata per minori orfani, rientra in gioco in quanto se uno dei 2 genitori biologici non c'è e l'altro omo è morto, è ovvio che il bambino è tecnicamente orfano.
A chi afferma che vuole il ddl Cirinnà per non avviare procedimenti presso il Tribunale dei Minorenni, risponderei che ogni caso va valutato a parte, dai giudici nell'interesse del minore, esattamente come è già ora.

Stefano di Stasio 08.02.16 18:31| 
 |
Rispondi al commento

7.000.000 di laureati sfornerà la Cina nei prossimi tre anni
Siamo destinati a scomparire
Chi ha visto ieri sera presa diretta ?
E comunque siamo quelli che in occidente investono di meno in ricerca e scuola

i ricercatori e gli insegnanti nostrani che non scappano sono degli eroi o dei coglioni ?

Rosa Anna 08.02.16 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT "chesedevefapecampa'"...


http://www.oggi.it/video/personaggi/2015/05/27/toto-cutugno-canta-litaliano-in-cinese-il-video-girato-in-via-paolo-sarpi-a-milano-e-virale/

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.16 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... Intanto La Corazzata PD scalda i motori e si organizza per le Elezioni :

Giuseppe Sala,
ex commissario unico e amministratore delegato di Expo 2015, ha vinto domenica 7 febbraio le primarie con cui il centrosinistra ha scelto il suo candidato a sindaco. Sala ha ottenuto il 42,2 per cento dei voti (cioè 25.600), superando Francesca Balzani con il 33,9 per cento (20.516 voti), Pierfrancesco Majorino con il 23 per cento (13.916 voti) e Antonio Iannetta con lo 0,7 per cento (443 voti).

Sala ha 57 anni ed è nato in provincia di Monza. È laureato alla Bocconi... ,
ha lavorato a lungo in Pirelli
– fino a diventare amministratore delegato della parte pneumatici –
e poi in Telecom, prima di essere scelto da Letizia Moratti nel 2009 per fare il direttore generale del Comune di Milano.
All’epoca Repubblica lo descriveva «un personaggio schivo e riservato», e questa era la sua fama: «umile e sobrio».

A favore della candidatura di Beppe Sala si sono formati oltre 60 Comitati Cittadini !!!, e hanno lavorato oltre trecento volontari, molti giovani. A giudare l'esercito di truppe cammellate della campagna per le primarie Sala ha chiamato il “grande amico” Umberto Ambrosoli,
avvocato, capogruppo d’oppisizione in Regione Lombardia, ex candidato della sinistra alla presidenza regionale contro Roberto Maroni.

Giuseppe Sala. E’ nato a Milano il 28 maggio 1958. Bocconiano, è stato manager finanziario di Pirelli e Telecom nel team di Marco Tronchetti Provera. E’ stato city managerd del comune di Milano durante l’Ammnistrazione di Letizia Moratti. E' stato Commissario unico per Expo.2015.


Tifosissimo nerazzurro. Anche prima di lavorare con Marco Tronchetti Provera. Non vedrebbe male la costruzione di un nuovo stadio del Milan. Ma dipende da Berlusconi


Lino Viotti Commentatore certificato 08.02.16 18:06| 
 |
Rispondi al commento

perfetto, tutti parlano del problema.......ma desidererei sentire come risolverlo.

Francesco scipilliti 08.02.16 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bel post,
complimenti!
Come non essere d'accordo?
Siccome però anche chi è ignorante e analfabeta va a votare e un voto vale uno allora è stato meglio nascondersi dietro la libertà di coscienza e acchiappare qualche voto in più che spiegare e informare.

giuseppe messe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 17:48| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 12)
 |
Rispondi al commento
Discussione

analisi condivisibile ...purtroppo.

michele p., venosa Commentatore certificato 08.02.16 17:45| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/nicoermejoparaculodetrastevere/photos/a.285705378113801.75667.284740041543668/1159678804049783/?type=3

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 08.02.16 17:44| 
 |
Rispondi al commento

In relazione all'articolo di oggi consiglio di rivedere il servizio di ieri di Presa Diretta sulla Cina.....risolveremmo il problema dei giovani!

Roberto de Blasi 08.02.16 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Per cambiare questa nostra realtà desolante (da tutti i punti di vista) occorre necessariamente e dovrebbe essere un imperativo investire in Cultura .. il punto è che il SISTEMA non vuole cambiare e quindi ci mantiene ignoranti perchè diversamente si autodistruggerebbe.
Se non cambia Governo saremo messi sempre peggio
:(((((

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 17:32| 
 |
Rispondi al commento

E bbisogna pure considerà l'anarfabbetismo de annata, ortre che quello de ritorno....


https://www.youtube.com/watch?v=5igCPL5Tk6I

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.16 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Cioè fatemi capire: dovrei passare parola a uno e dirgli che è un analfabeta funzionale?
Ma quello, giustamente, s'incazza

Treccani tascabile 08.02.16 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

#AHOOO, MA QUANDO SI ABBANDONA L'EURO E SI ESCE DA QUESTA UE?
proposta di ashtag permanente (sinchè non si esce)

un pò di notizie,sul mazzo prossimo venturo(che ci vogliono fare)

http://orizzonte48.blogspot.it/2016/02/titoli-pubblici-come-risk-weighted.html#comment-form

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 17:23| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/161811040529477/photos/a.547067905337120.1073741825.161811040529477/1106144682762770/?type=3

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 08.02.16 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

credo che noi 5 stelle dobbiamo farci carico della sollecitazione di Tullio De Mauro

antonio giulietti (giutonino), Pisa Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Che eravamo un popolo di ignoranti ce n' eravamo accorti da tempo, altrimenti non avremmo avuto 20 anni di berlusconismo.
A peggiorare la situazione ci si mette la TV che, malgrado il canone, ci propina tanta pubblicità, tante "storie criminali", invece di aumentare le inchieste e metterle in prima serata come quelle per esempio di IACONA e GABANELLI.
Tullio De Mauro è un grande professore; ospitiamolo più spesso nel blog. Avremo solo da imparare. Grazie professore!


Gabriella . Commentatore certificato 08.02.16 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Regà, c'ho 'a prova der patto scellerato....


http://www.lindro.it/wp-content/uploads/sites/4/2015/05/Renzi-cina.jpg

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.16 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Quello che manca e' la valorizzazione della cultura individuale come bene in se' e come bene sociale, non solo in funzione della capacita' produttiva. Manca inoltre un aggiornamento dei metodi e delle materie di insegnamento alla evoluzione della societa'. Continuiamo a studiare le lingue morte, greco e latino, e assai poco quelle veicolari di oggi (inglese) e di dimani ( cinese mandarino). Trascuriamo storicamente le materie scientifiche, quando oggi sappiamo che matematica e fisica sono alla base di tutto, anche della musica. Naturalmente sussiste il problema degli insegnanti, della loro preparazione, dell'aggiornamento, della dignita' retributiva.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.16 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ce semo quasi.....


http://ondemand.mtv.it/best-of/40-i-soliti-idioti-minchia-boh-la-top-6-di-patrick-e-alexio/355-patrick-e-alexio-lo-smartphone

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.16 17:04| 
 |
Rispondi al commento

desolante realtà .. indotta

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 16:57| 
 |
Rispondi al commento

il tracollo dell'istituzione scolastica avviene esattamente con l'arrivo al governo delle sinistre ideologiche, che in accordo con il centro democristiano cattolico ha lentamente e scientemente azzoppato la scuola a tutti i livelli e gradi di istruzione.
Dal metodo Montessori ad oggi non è stata apportata nessuna riforma sostanziale alla didattica funzionale alla formazione culturale del cittadino, per non menzionare le università italiane che in 50 anni di repubblica sono diventate diplomifici e baronie familistiche.
Tutto ciò ha portato alla quasi estinzione della classe politica e dirigente del Paese, cioè quegli uomini e donne che formano la catena di comando nelle ISTITUZIONE STATALI e GOVERNATIVE.

Dicendo per assurdo che l'attuale Premier sia un ottimo politico e statista, persone culturalmente preparata per adempiere ad un compito complesso, comunque non sarebbe in grado di apportare nulla delle sue capacità governative (ammesso le abbia) perchè intorno a lui nella catena di comando gerarchico ha persone di medio e basso profilo etico e morale perchè culturalmente impreparati.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 08.02.16 16:49| 
 |
Rispondi al commento

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
tutto vero,e a questo aggiungi che cose importanti come le leggi e altre cose come termini su contratti con le banche,ma anche con altro si usa l'inglese,io lo proibirei per legge,intanto non lo sappiamo l'inglese, ci confonde le idee, poi siamo italiani e usiamo la nostra lingua, nel frattempo si impara a scuola,cioè le nuove generazioni lo devono sapere,ma ci vorranno minimo 20 anni,io sarò già morta , però la lingua italiana deve essere quella che si deve usare sia per scrivere leggi e contratti ecc, semmai si può fare doppio testo,per i fanatici del tu vù fà l'ammerricano, cioè i soliti cafoni

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 16:41| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Concordo, e il M5S è un concentrato di tali qualità. Anzi, l'interesse storico e sociologico che suscita deriva proprio da questa trasformazione di un campo di concentramento morale in una concreta baraccopoli di dannati.

Paola 08.02.16 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN POPOLO IGNORANTE E’ UN POPOLO SOGGIOGABILE

L’Italia sembra un paese democratico ma in realtà è solo una parvenza governativa che cela grosse lacune in termini di informazione e sovranità popolare.
Ditemi quale interesse ha questo tipo di governo nominato da un PDR manovrato dagli USA e l’UE ad avere un popolo informato?
Dove è successo che il popolo abbia accettato un governo non eletto democraticamente o che un referendum sia stato bypassato da poteri terzi?
Solo nelle nazioni dove i popoli sono tenuti nella disinformazione e dove la tv è capitanata dal governo.
Si verificano mai tali imposizioni in Nord Europa,in Germania o in Inghilterra?
L’Italia come la Grecia o la Spagna è governata da una politica e una dirigenza becera,corrotta e soprattutto incapace di guidare il suo popolo perché ingiusta nei confronti della nazione tutta favorendo lobbies di potere che contribuiscono finanziariamente alla propaganda governativa.
Una politica capace solo di far male,generando differenze sociali tra la popolazione e demerito nelle amministrazioni,strumentalizzando tutto ciò che trova dinanzi al suo cammino per mantenere i consensi,le poltrone e i privilegi.
Un popolo informato non sarebbe agli ultimi posti per occupazione,pil procapite e qualità della vita con differenze abissali tra una regione e un'altra.
Lo stato è colpa del suo male,stato e antistato si sovrappongono e si sostituiscono l’uno all’altro perché la disinformazione o meglio la propaganda della tv governativa approfittando dell’analfalbetismo popolare riesce a colpevolizzare o ad elogiare chi vuole e quando vuole.
Un popolo informato avrebbe cacciato questa politica a calci nel culo almeno da un trentennio invece di applaudire i pupazzi di turno e gli imprenditori nominati nei talk show.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 08.02.16 16:38| 
 |
Rispondi al commento

La tv degli esordi è stata quella che ha insegnato l'italiano.... agli italiani, oggi la TV (a parte la propaganda politica) insegna "nuove parole", quando basterebbe usare quelle che già esistono da secoli: un esempio è "Femminicidio". Nessuno si è posto il problema che già esisteva "Uxoricidio", che svolgeva egregiamente la propria funzione. Poi non parliamo dei vocaboli giornalistici per attrarre l'attenzione del lettore: "Bomba d'acqua".
Per fortuna il nostro Presidente del Consiglio, ci rende più internazionali, coniando termini anglofoni: da "Jobs act" a "Stepchild adoptions"... ripetuti dai vari Parlamentari con pronuncia impeccabile!
Altro fattore è l'assoluta mancanza di dimestichezza con uso del Congiuntivo! Mi domando: esiste forse una legge che punisce con l'ergastolo chi lo usa correttamente? In TV e alla radio (ma anche la gente comune sui blog) si sentono dei voli pindarici incredibili.... pur di non utilizzare un congiuntivo!
Il quadro si completa con l'abitudine di tramutare il discorso in un turpiloquio .... forse come "Rafforzativo" dei concetti da esprimere.
Con tutte queste premesse... l'italiano medio ha sicuramente "disinparato" a parlare correttamente!

Claudio R. Commentatore certificato 08.02.16 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo post, di Tullio De Mauro,è stato inserito, secondo me NON A CASO , (8 Feb 2016, 14:00 ) un paio d’ore dopo la precisazione “di lasciare ai portavoce la libertà di decidere sulla stepchild adoption secondo coscienza “: ovviamente non tutti riusciranno a comprenderlo ….

renzo d., genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 16:34| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli analfabeti di ritorno perdono le capacità assimilate con l'istruzione scolastica a causa del mancato esercizio delle conoscenze acqusite. Quasi tutti siamo soggetti ad un analfabetismo di ritorno, a meno che non siamo tra i pochissimi cultori di un sapere enciclopedico, moda tramontata con l'Illuminismo. Per la società non ci sono problemi se un medico ha perso la capacità di risolvere un'equazione di secondo grado, ma ce ne sono, e sono gravi, se un insegnante di letteratura non legge abitualmente libri dopo che si è laureato. Ho conosciuto una brava persona, da tempo deceduta, che faceva l'insegnante di lingua italiana in un liceo, ma che ammetteva di avere letto i suoi ultimi libri per superare il concorso alla cattedra; questa insegnante tra l'altro, dichiarava che la prova dell'esistenza di Dio è costituita dall'esistenza di cose perfette, come il carciofo (sic!); e non lo diceva per provocazione: era una persona mite, mia moglie ed io la ricordiamo ancora con tenerezza.

giuseppe centrone 08.02.16 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un popolo di analfabeti(funzionali)

gli italiani non si informano

ma anche quelli che si informano spesso sono informati male

poi ci sono quelli che l'informazione la cercano
nei mezzi che corrispondono alle loro idee

vale a dire un piddino sen va al lavoro con l'Unità sotto braccio e via dicendo

quindi lettore funzionale al suo giornale ed anche

giornale funzionale al suo lettore

x dirla come Grethe

un popolo di trainatori di carri...

saluti ai monelli del blog


old dog 08.02.16 16:33| 
 |
Rispondi al commento

da uno stato e scuola che chiama gli handicappati "DIVERSAMENTE ABILI" un incrocio stradale "INTERSEZIONE A RASO" ed uno spazzino un "OPERATORE ECOLOGICO" che ti aspetti?

provate a capire con un esempio

1) oggi un handicappato ad un incrocio ha visto uno spazzino (è chiaro no?)

2) oggi un diversamente abile ad una intersezione stradale ha visto un operatore ecologico (chiarissimo vero?)

e poi ci lamentiamo che le leggi le sentenze sono astruse contraddittorie incomprensibili, è la mentalità bizantina italica il vero dramma

alex bardi 08.02.16 16:20| 
 |
Rispondi al commento

L'analfabetismo funzionale e l'analfabetismo di ritorno sono più utili al potere di quanto lo sia mai stato l'analfabetismo assoluto, perché intorpidiscono il cervello, rendendolo obbediente agli stimoli elementari utilizzati dal potente di turno per ottenere il consenso, mantre l'analfabetismo è un limite occasionale all'espressione letteraria o matematica, che a volte funge addirittura di stimolo al cervello umano.

Carlo Magno era analfabeta, ma il suo cervello non era intorpidito, neppure culturalmente, tanto che aveva imparato a parlare correntemente la lingua latina. Gavino Ledda, reso celebre dalla sua opera autobiografica Padre Padrone, rimase analfabeta fino al servizio miltare; poi divenne un apprezzato filologo, insegnante universitario di filologia romanza e membro dell'Accademia della Crusca.

giuseppe centrone 08.02.16 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Ecco spiegato perchè alle ultime elezioni il PD ha preso il 40%, il restante si era astenuto.

giorgio peruffo Commentatore certificato 08.02.16 16:11| 
 |
Rispondi al commento

_______


Debito Italiano in Trilioni di €uro


€ 2,146,088,733,067

Debito per cittadino: 35,300€ mila

Interessi per Secondo 2,683€

Interessi per Anno 84,604,320,416 €

Percentuale del rapporto Debito/Pil 138.22%

http://www.nationaldebtclocks.org/debtclock/italy

http://www.debtclocks.eu/public-debt-and-budget-deficit-of-italy.html


l'Italia "..non ha paura del debito" come direbbe Renzi !

l'Italia è ripartita..dice Renzi che non ha paura

visto che usa i soldi degli italiani e non i suoi

quando governa..

John Buatti 08.02.16 15:59| 
 |
Rispondi al commento

#AHOOO, MA QUANDO SI ABBANDONA L'EURO E SI ESCE DA QUESTA UE?
proposta di ashtag permanente (sinchè non si esce)

campagna contro l'autorazzismo(c'è qualcosa che non mi quadra):
ma,visto che siamo un paese di analfabeti funzionali,ladri,corrotti,evasori,ignoranti,mafiapizzamandolino etc.,come mai questi dicono questo? :

http://www.independent.co.uk/life-style/health-and-families/health-news/singapore-ranked-worlds-healthiest-country-uk-fails-to-make-top-20-a6716281.html

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 15:55| 
 |
Rispondi al commento

_______


Debito Italiano in Trilioni di Dollari


€ 2,146,088,733,067

Debito per cittadino: 35,300€ mila

Interessi per Secondo 2,683€

Interessi per Anno 84,604,320,416 €

Percentuale del rapporto Debito/Pil 138.22%

http://www.nationaldebtclocks.org/debtclock/italy

http://www.debtclocks.eu/public-debt-and-budget-deficit-of-italy.html


l'Italia "..non ha paura del debito" come direbbe Renzi !



Ah... ecco... beh... giustamente!... ora è più comprensibile "rinunciare a un'ulteriore votazione sul blog"!...
All'ignorante non far sapere
quanto votando cambia il potere! .-(((

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Tullio De Mauro è stato un barone universitario e politico e, per quanto illustre linguista è anch'egli responsabile dello sfascio della cultura italiana e protagonista di quella orrenda scuola di massa che eliminando il nozionismo non gli ha sostituito alcunché. Anche lui ha sfornato migliaia di laureati ignoranti, se ne ricordi e ne faccia ammenda prima di parlare.

A L., roma Commentatore certificato 08.02.16 15:46| 
 |
Rispondi al commento

“Il fanciullo nasce senza idee preconcette e il suo migliore educatore sarebbe soltanto colui che meglio fosse in grado di rispettare la volontà fisica, morale ed intellettuale del fanciullo, anche contro lo stesso educatore”

Francisco Ferrer y Guardia

marco ., roma Commentatore certificato 08.02.16 15:44| 
 |
Rispondi al commento


Debito Usa in Trilioni di Dollari

l'anno scorso era di circa 17 Trilioni

$18,060,200,000,000

Debito per cittadino: $58,510 mila
http://www.nationaldebtclocks.org/debtclock/unitedstates

$19,000,000,000,000
Debito per cittadino: $58,962 mila
http://www.brillig.com/debt_clock/


$19,010,651,645,268.48
Debito per cittadino: $58,882 mila
http://www.usadebtclock.com/


$19,002,738,051,000
Debito per cittadino: $58,237 mila
http://www.usgovernmentdebt.us/


$21,011,000,000,000
Debito per cittadino: $67.488 mila
http://www.theusdebtclock.com/


gli americani stanno benino con un debito di $60000 a testa

senza aver fatto prestiti..

e noi ci lamentiamo con €30000 per cittadino...

fuori dalla UE prima che la Germania ci affonda come la Grecia.!


Qualche commento sulla notizia riportata da "Huffington Post": Emendamento M5S per chiedere l'abolizione della parità di genere dai principi per la stesura del bilancio Ue 2017 ?
Vedi:http://www.huffingtonpost.it/2016/02/08/parita-genere-m5s-bilancio-ue_n_9185902.html?utm_hp_ref=italy

george 08.02.16 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma il reddito di cittadinanza proposto dal centro sociale M5S spetterebbe anche agli immigrati? Da degli anti italiani come voi non ci sarebbe da meravigliarsi nello scoprire che gli immigrati godrebbero del vostro favore avendo la precedenza sugli italiani.

Jio Mariotti Commentatore certificato 08.02.16 15:18| 
 |
Rispondi al commento

L'affittopoli romana ( e anche quella nazionale ) interessa poco ? Marcio pure li , qualsiasi parte dello Stato e dell'amministrazione pubblica è un ricettacolo di corrotta gestione , ogni angolo è pieno di sporcizia e sozzeria e noi ci troviamo post come questi che vanno bene quando non c'è emergenza , quando non ci sono morti di fame o di equitalia ! Siamo in guerra , tra poco i nostri figli potrebbero andare a combattere in Libia dove si macella la gente compresi i bambini , in Siria lo stesso e noi facciamo il post sulla scuola e le sue deficenze ! Che sta succedendo !

vincenzodigiorgio 08.02.16 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Si puo' sapere quanti di questi analfabeti funzionali votano regolarmente il M5S in funzione del fatto che non capiscono i testi che leggono ma le immagini sono accattivanti?

Gianni Genco 08.02.16 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Grexit

Brexit

Itexit..

hggffss 08.02.16 15:11| 
 |
Rispondi al commento

fuori dalla UE

hggffss 08.02.16 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Certo che definirsi politicamente Indipendente e poi fare il Ministro dellla Pubblica Istruzione,se pur breve fu il periodo,2000/2001 con Giuliano Amato,scrivere di Pinelli nel '71 per essere eletto nelle liste del PC nelle regionali del Lazio sembra quasi una farsa su questo blog....per dirci che hanno rovinato la scuola ,l'istruzione(vedi pure le sue opere:Parole di giorni lontani (2006, il Mulino)
Lezioni di linguistica teorica (2008, Laterza)
Che cosa è una lingua
In principio c'era la parola? (2009, Il Mulino)
Parole di giorni un po' meno lontani (2012, il Mulino)
La lingua batte dove il dente duole (2013, Laterza; scritto con Andrea Camilleri)..... è come dire : "ho scoperto l'acqua calda!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 08.02.16 15:08| 
 |
Rispondi al commento

#AHOOO, MA QUANDO SI ABBANDONA L'EURO E SI ESCE DA QUESTA UE?
proposta di ashtag permanente (sinchè non si esce)

L’articolo 47, primo comma, infatti stabilisce il principio secondo cui “la Repubblica incoraggia e tutela il risparmio, in tutte le sue forme, disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito.

se io,dopo aver letto questo passo di un articolo della costituzione,dico che i governi che abbiamo avuto (dal 1981 ad oggi)hanno svenduto questo nostro importante diritto alla finanza,sono un analfabeta funzionale o no?

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.02.16 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete lasciato un altro pezzo,una buona parte di italians amano prenderla nel culo!.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 08.02.16 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Passaparola: Un popolo di analfabeti (funzionali), di Tullio De Mauro


Bene, bene,bene, Voi democratici avete voluto questa scuola e questa cultura, ora tenetevela con tutti i suoi prodotti e risultati, vi ha trasformato in degenerati e vi lamentate..., di cosa?

Non è ancora finita, diverrete schiavi, inconsapevoli senza la severità (?) di lontana memoria, ma dolcemente, eutanasialmente tra droga e tecnologia vi spegnerete prima mentalmente poi fisicamente.

sempre lo stesso 08.02.16 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Ha detto bene Prof., ad un certo punto, c'è stato l'imbastardimento cioè lo scollamento tra scuola, università, mezzi di comunicazione di massa e modo del lavoro. Dovuto a che cosa? Non è certamente alla portata di gente comune come me capire il perché di questa ignoranza progredita, o come la chiama lei, funzionale.
Non sarà che l'ignoranza in cui nuotano giovani e anziani (quest'ultimi un po' meno perché hanno avuto qualche base in più dalla vecchia scuola) è "funzionale" ad un progetto sull'Italia voluto da altri Paesi? Io propendo per questa ipotesi, troppo evidente è adesso il divario fra il nostro Paese ed i Paesi del nord Europa.

M. Mazzini 08.02.16 14:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

dal corriere .it

""Giorgio Napolitano, Emma Bonino, Giusi Nicolini. Secondo Papa Francesco sono questi i «grandi dimenticati» protagonisti della cronaca dei nostri giorni. «Napolitano - ha spiegato Bergoglio parlando dell’ex Capo di Stato - ha accettato per la seconda volta, a quell’età, e sebbene per un periodo limitato, di assumersi un incarico di quel peso, l’ho chiamato e gli ho detto che era un gesto di eroicità patriottica».""

al gaucho iniziano a mancare le pampas? :)

a france' eppure hai studiato :)

pabblo 08.02.16 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Toh, la discussione sulla stepchild adoption non è più il post principale del sito dopo solo 2 ore e 15 minuti dalla pubblicazione....

che risultasse fastidiosa ?

Adriano 08.02.16 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo si sa da anni che c'è urgentissima necessità di una VERA riforma di tutto il comparto scuola, purtroppo anche qui il sano ragionamento sulla soluzione dei veri problemi viene oscurato dal mero interesse personale e lobbista.

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.02.16 14:44| 
 |
Rispondi al commento

TULLIO DE MAURO
L'AMICO DI NAPOLITANO, L'UOMO DEL GOVERNO AMATO CHE VUOL DARE LEZIONI...

Zampano . Commentatore certificato 08.02.16 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte le volte si grida alla follia, all'insensatezza, si dipingono le questioni del movimento come autoritarie, antidemocratiche, fasciste, contrarie agli interessi del popolo, truffaldine, mosse da scopi oscuri e cattivi, coi due fondatori peggio del diavolo, imperdonabili tiranni, incapaci in conflitto d'interessi ...

Poi pian piano la verità si fa largo fra le dichiarazioni dei media della propaganda di regime e viene fuori che non era altro che qualcosa di condivisibile, con una sua logica, sensato, e se così non è perchè errare è umano, si corregge e si aggiusta tutto in poco tempo.

Certo chi si informa superficialmente ci cade facilmente, ma non tutti, e non per sempre.

Il movimento è mosso da finalità positive, vuole il bene del paese, unica forza politica che cerca di fare gli interessi dei cittadini in un paese ormai marcio.
Certo a volte sbagliano, ma è umano, e comunque sono errori in buona fede e si aggiustano, almeno così pare a me. E poi non si può soddisfare tutti, sennò non è politica, è marketing.

Se credete invece che mangino i bambini, votate altro, e ascoltate i cottimisti pro renzi, che anche qui a breve si riverseranno in gruppo, organizzati e coordinati per confondere e manipolare. Ma la verità è troppo forte e riemerge sempre, e il tempo è galantuomo

fabrizio castellana Commentatore certificato 08.02.16 14:30| 
 |
Rispondi al commento

FORZA RENZY IMBECILLI!!!!!

Matteo Quarti 08.02.16 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che sicumera gl'italietti dell'italietta.
Da destra e da sinistra passando per il centro tutti con le loro valide ragioni, con i loro granitici desideri.
Aihmè da quando la SOLA MEMORIA dell'intelletto è stata eletta ad "INTELLETTO" puro, anche le pulci tengono la tosse.
L'INTELLETTO è ciò che ci fa scegliere dalla memoria intellettuale per poter creare un ragionamento compiuto, serio, completo.
Tutto ciò va letto con relatività.
C'è chi ha la memoria intellettuale più "carica" di nozioni, perchè le letture, i video, le cose della vita, nel tempo hanno più riempito tale memoria, c'è chi invece ha questa memoria più vuota. Da cui le differenze intellettuali risiedono in tali eventi personali.
Comunque, il funzionamento corretto dell'INTELLETTO dipende dalla scelta, dall'accostamento e da come si espone, eventualmente, tale lavorio intellettuale.
Una volta che una persona comprende tali diversità del proprio e altrui intelletto, è facile riconoscere un ragionamento intellettuale valido da uno nozionistico.
Un'altra dritta, miei cari italietti, è che quasi nessuno sa usare in maniera decente tale parte della nostra multiforme intelligenza.
Inocontrare un INTELLETTUALE degno, non è solo rarto ma quasi impossibile. Come statistica è circa come fare quaterna al lotto.
Il perchè lo accennai nelle prime righe di questo scritto. Rileggetevelo.
Un buon esercizio per vedere il valido funzionamento dell'INTELLETTO, è di provare a scegliere un argomento e di svilupparlo in base alle proprie conoscenze, continuando la ricerca con materiale che non è nelle nostre memorie (libri ecc.).
Il lavoro non finisce mai, la parte REALMENTE INTELLETTUALE non è mai paga di conoscenza. Ritengo che Socrate pronunciò il famoso "so di non sapere" dopo anni di lavoro di cervice più letture.
Ciò che appaga, invece il raggingimento del SAPERE, è UN'ALTRA PARTE DELLA MULTIFORME INTELLIGENZA.

Cortesemete applicate il vero INTELLETTO all'UNO vale UNO. Ne vedrete delle belle.

No perditempo. Grazie

Fra. Fo., R. Commentatore certificato 08.02.16 14:10| 
 |
Rispondi al commento


funzionali a loro insaputa...

pabblo 08.02.16 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori