Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Un'onesta in Regione ha illuminato i ladri

  • 13

New Twitter Gallery


Quando illumini un ladro, quel ladro non ruba più.

di Stefano Buffagni e Dario Violi, M5S Lombardia

"Regione Lombardia è di nuovo avvolta dagli scandali, dopo Formigoni anche Maroni si fa trovare con le mani nella marmellata.
Questo scandalo è nato grazie a una persona onesta all’interno delle istituzioni che facendo il suo lavoro ha verificato le irregolarità, ha approfondito, ed ha fatto le dovute denunce; la stessa situazione che avevamo già raccontato all’interno di Ferrovie Nord Milano, società quotata nella quale un dipendente onesto aveva denunciato le irregolarità.

Giovanna Ceribelli, il Dottore Commercialista, Revisore dei conti e membro del Collegio Sindacale dell’Azienda Ospedaliera che ha scoperchiato l’ultimo scandalo in sanità ci racconta come sono andate le cose:
"Tutto è partito da verifiche fatte all’interno dell’Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate in qualità di membro del collegio sindacale: essendo esperta di gare d’appalto ho verificato alcune criticità che hanno poi portato alle segnalazioni all’autorità giudiziaria
Il sistema pubblico è ormai asservito al sistema privato. Questo è uno dei casi emblematici del sistema e del servizio sanitario nazionale.
Per evitare che in futuro si verifichino casi arbitrari occorre che nei collegi sindacali si svolgano controlli approfonditi, in particolar modo sulle gare d’appalto perché è lì che il sistema sanitario perde, lungo il percorso, sia in qualità che in mezzi.
Avevo verificato questa gara in un’altra azienda ospedaliera dove però ero ormai a scadenza di mandato, per cui non ho potuto approfondire immediatamente.
Arrivata nel nuovo Ospedale ho riscontrato alcune criticità riconducibili a due società che partecipavano alle gare ma non erano estranee tra loro. Una si ritirava appositamente lasciando vincere le gare all’altra. Era un sistema che avevo già visto e segnalato. Con vari approfondimenti ho scoperto che queste due ditte non solo lavoravano insieme, in associazione, ma addirittura avevano quote di partecipazione nelle medesime società.
Da ulteriori approfondimenti mancava addirittura mezzo milione di Euro mai pagato dalla società aggiudicatrice degli appalti all’Azienda Ospedaliera: è partito quindi il controllo a tappeto su tutta la gara e lo sbocco naturale non poteva che essere la Corte dei Conti e la Procura. “

Dalla testimonianza di Giovanna abbiamo visto cosa vuole dire avere delle persone che controllano all’interno delle strutture pubbliche, che garantiscano legalità in modo che i soldi dei cittadini siano spesi bene. E' dovere della politica nominare persone oneste che possano evitare questi scandali, anticiparli e controllare nel modo corretto; è altrettanto dovere della politica proteggere queste persone da un sistema che cercherà in tutti i modi di escluderli dopo che grazie al loro lavoro è stata fatta luce su scandali e tangenti a cui i partiti oramai ci hanno abituati."

20 Feb 2016, 12:02 | Scrivi | Commenti (13) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 13


Tags: Buffagni, Giovanna Ceribelli, Lombardia, M5S, Maroni, sanità, Violi

Commenti

 

franzoso ..messo all angolo dala lega nord ...la signora con le palle d acciaio !!!!

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.16 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Abolire le regioni come centri di gestione e spesa potrebbe non essere la soluzione: potremmo avere una media fra la sanita' del nord e quella del sud .

Io abito al nord e il ssn funziona accettabilmente .

Il problema e imporre regole di controllo ( con leggi dello stato ) che funzionino e centri di acquisto integrati .


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 21.02.16 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Basta aprire qualsiasi giornale per renderci conto che il sistema politico,giudiziario ed economico non funziona. Ho definito che "il pesce puzza dalla testa alla coda a tutti i livelli". La stessa unione europea è una burla sopratutto con la sceneggiata posta in essere da Cameron.

Roberto ., Roma Commentatore certificato 21.02.16 07:00| 
 |
Rispondi al commento

Ringrazio Giovanna Ciribelli che ha svolto il suo incarico con onestà e competenza.
Chiedo: e gli altri Revisori dei Conti dov'erano?
Attenti a non capire ed a non vedere niente di anomalo?
Nel 1994 ero membro di Commissione in una gara d'appalto per l'esecuzione di lavori per una importante azienda del Paese. L'impresa che offrì il 60% (sessanta/00) di ribasso sul prezzo posto a base di gara si aggiudicò l'appalto. Protestai trovando l'offerta anomala per eccesso di ribasso ma, sia il Presidente che gli altri membri della Commissione, dissero che l'offerta era congrua e non contraria alla normativa. Certo, potevo andare contro il parere della Commissione apponendo nota a verbale, ma non avrei certo potuto cambiare alcunché. Quei lavori non furono mai portati a termine e il contratto fu risolto.

Pietro Rotai 20.02.16 18:59| 
 |
Rispondi al commento

se la sanità in lombardia va bene e rubano mentre in altre regioni va male e non rubano tutto fa pensare alla pagliuzza e la trave... roba da comunisti insomma!

come al solito 20.02.16 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Fa piacere leggere che qualche persona onesta esiste ancora sulla terra.
Mi auguro che altri seguano l'esempio.
Grazie a tutti gli onesti che si metteranno in gioco per amore della legalità,della giustizia e della correttezza politica.

antonio 20.02.16 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Quanti scandali dovremo leggere prima che si prendano provvedimenti seri,uno tra tutti: ABOLIZIONE DELLE REGIONI.

antonio 20.02.16 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Gli scandali nella sanita', da nord a sud, non si contano piu', quelli scoperti da magistratura e polizia, al netto di quelli ancora coperti. Cosa si aspetta a sottrarre la competenza per la sanita' alle regioni? Si e' visto che il decentramento serve solo ad aumentare i centri di spesa, quindi i costi e le possibilita' di ruberie. Meglio fare marcia indietro e riportare la sanita' all'interno dell'apposito Ministero.
Piu' in generale il funzionamento delle regioni da quando sono state riformate dimostra il fallimento di quella riforma costituzionale voluta dal centrosinistra. E' urgente una profonda riflessione sull'intera materia degli enti locali. Non sarebbe male potenziare le competenze dei Comuni, abolire sul serio le Province e passare le loro competenze alle Regioni che diverrebbero semplici organi di coordinamento con limitatisime capacita' di spesa. E pazienza se bisognera' abolire il pomposo e costoso titolo di governatore. Giacche' ci si mette, andranno riesaminati, sfoltiti o abrogati i privilegi di cui godono le regioni a statuto speciale qualora siano venute meno le esigenze per cui furono istituite.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 20.02.16 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Bene benissimo, questa figura merita rispetto e anche un riconoscimento magari economico. Nel far west mettevano le taglie sui farabutti delinquenziali, dead or alive. Mettiamo le taglie anche su questi odierni farabutti e vediamo l'effetto che fa. Intanto però anche i capi, governatori, ministri o sindaci che siano devono essere licenziati perché se non sanno cosa gli succede intorno o sono collusi o sono idioti. Perlopiù sono anch'essi farabutti.
Forza, stato inefficace, applica le leggi che hai nel cassetto ! ! !

barlafuss 20.02.16 14:50| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ci sono 150000 revisori contabili eppure a fronte di parecchie denunce e numerosi arresti finisce sempre a tarallucci e vino nel giro di due mesi.

Quando illumini un ladro, quel ladro ci vede meglio:
finché non lo catturi o lo sopprimi egli continua a seguire la sua natura di ladro e ruba.

Finché le condanne rimangono simboliche non esiste alcun motivo razionale per smettere di rubare anche se esistono cittadini onesti che denunciano:
forse dopo la democrazia diretta ci vorrebbe più giustizia diretta perché torce e forconi spaventano i criminali più di tutti i magistrati e militari messi insieme.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 20.02.16 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e la agenda l onesto deel giorno?
questa signora la merita tutta
come quella del pd che l hanno cacciata perché voleva tagliare i compensi
grazie signore
noi 5s vi amiamo perché noi si e cosi

umb.vas 20.02.16 13:33| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori