Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Xylella fastidiosa, una gigantesca truffa

  • 105

New Twitter Gallery

xy_e.jpg

I Portavoce del Movimento 5 Stelle Puglia hanno presentato una mozione, riuscendo a fatica a farla votare all'unanimità dal Consiglio Regionale per impegnare la Giunta a richiedere all'Avvocatura una valutazione sulla legittimità formale e sostanziale dell'iter che ha portato al Piano Silletti delle eradicazioni degli ulivi.
In una regione governata da un magistrato in aspettativa, mentre quest'ultimo deliberava con la sua Giunta per autorizzare le eradicazioni e ha lasciato che la Regione si costituisse contro gli agricoltori che si opponevano alle eradicazioni dei loro ulivi, i dubbi espressi dalla Magistratura li abbiamo anticipati noi, prima e unica forza di opposizione.
Inoltre, giace in VII Commissione in attesa di essere discussa e votata la nostra proposta di legge per la costituzione di una Commissione Speciale Antimafia che si occuperà di mafia, ecomafia ed agromafia (essendo il caso Xylella contemplato nel I rapporto Antimafia di Legambiente coordinato da Caselli).

di Petra Reski

Boschi di ulivi interminabili, terra rossa africana, fogliame scintillante – questo ha reso famoso il Salento, il tacco dell’Italia. In Puglia, ci sono 60 milioni di ulivi, alcuni di loro secolari, nel Salento 11 milioni. Per legge sono inseriti in un catasto, un registro che annota luogo ed età di ogni singolo albero: per ogni ulivo abbattuto ne deve essere piantato un altro.
Fatto sta però che nella regione attorno a Gallipoli alcuni ulivi hanno perso le foglie, rami seccati si protendono verso il cielo, è come se qualcuno avesse sparso il defoliante Agent Orange. E con questo ci si avvicina probabilmente molto alla realtà, perché la presunta invasione dei batteri ricorda la trama di un romanzo poliziesco – come lo hanno scoperto alcuni ambientalisti del Salento.
In ottobre 2013 stampa locale e tecnici della facoltà Agraria di Bari rendono pubblico la notizia della „scoperta“ della xylella fastidiosa nel Salento: un’oscuro batterio avrebbe colpito gli ulivi del Salento, un batterio che sarebbe responsabile per il disseccamento rapido dell’ulivo: il sindrome CODIRO (complesso del disseccamento rapido dell’ulivo) – così informa il CNR di Bari. Gli agricoltori pugliesi si meravigliano: fino ad ora il batterio ha colpito vigne e agrumeti (in California, Costa Rica e in Brasile), ma mai oliveti. Anzi, della Xylella fastidiosa non c’è mai stata neanche una traccia in Europa.
Tutte le altre cause che avrebbero potuto essere all’origine del seccamento vengono escluse. La Xylella sarebbe arrivata con piante infettate (oleandro) importato dal Costa Rica. Visto che erano importate in tutta Europa, ambientalisti e agricoltori si chiedono però: Perché il batterio avrebbe colpito solo nel Salento?
Però non c’è spazio per dubbi: Con grande fretta, quattro zone colpite del batterio vengono individuate nel arco ionico del Leccese (che corrispondono, fatalità, con la zona del boom turistico: Gallipoli etc.) e sono etichettate da “zona rossa”, “zona arancio” e “zona rosa”. Visto che la xylella fastidiosa è un patogeno da quarantena, definita così dalla EPPO (European and Mediterranean Plant Protection Organisation), vengono decise misure drastiche nella “zona focolaio”: Regione, governo e Ue decidono deciso di varare un piano che prevede di sradicare gli ulivi infetti, oltre a quelli sani e ogni pianta nel raggio di cento metri, e lo spargimento di pesticidi, incaricando un commissario straordinario di eseguirlo: il generale della Forestale Giuseppe Silletti. In breve dovrebbero essere abbattuti 600 000 alberi senza la possibilità di piantarli nuovamente visto che si tratta di una infezione di un batterio pericoloso elencato sulla lista dei patogeni da quarantena. Sette tipi di pesticidi devono essere applicati – di cui alcuni sono stati già ritirati dal mercato come velenosi – ma chi si rifiuta deve pagare una multa di 1000 Euro. Per ogni albero abbattuto vengono pagati prima 146, poi 261 Euro di risarcimento.

VIDEO Emergenza ulivi in Puglia

Giornalisti di tutto il mondo fanno il pellegrinaggio nel Salento, e dalla Neue Züricher Zeitung fino alla New York Times riferiscono unisono quello che dicono gli “scienziati”.
Uno degli ambientalisti che non crede all’emergenza Xylella, è l’agricoltore biologico Ivano Gioffreda, che fa parte di una cooperativa di agricoltura organica “Spazi popolari” – una iniziativa per la difesa del Salento. Lui è riuscito a salvare ulivi seccati con mezzi tradizionali: rame, calce e potatura. Ma nessuno degli responsabili e scienziati per il piano “emergenza Xylella” gli da retta, anzi. Neanche quando la commissione agricola parlamentare fa notare che vede le ragioni per il disseccamento piuttosto nell’eccessivo uso di pesticidi e fungici e nella potatura abnorma in estate - pratiche molto diffuse nel Salento: tanti agricoltori distruggono le “erbacce” sotto gli ulivi, perché non raccolgono gli ulivi dall’albero, ma quando sono caduti per terra, rastrellandoli. Anche queste osservazioni non hanno nessun effetto.
C’è solo un fatto sicuro: la regione di emergenza Xylella è identica con il centro turistico del Salento. Da quando il Salento è stato scoperto dal turismo, una gran parte della costa sta sotto tutela ambientale, e gli speculatori vogliono infiltrarsi nell’entroterra. Però i complessi alberghieri, campi da golf, superstrade, centri commerciali, luoghi di vacanza possono essere costruiti solo se gli ulivi protetti sono eliminati – cosa estremamente difficile – se non si tratta di un batterio da abbattere drasticamente.
Alcuni ambientalisti scoprono che già nel 2010 c’era un workshop tenutosi allo IAM (Istituto agronomico mediterraneo) di Bari nel 2010 sulla xylella fastidiosa e l’indicazione di un eventuale quarantena. Tra i relatori sono i massimi esperti di Xylella, Alexander Purcell e Rodrigo Almeida dell’università di Berkeley – scienziati che hanno anche lavorato come consulenti per la multinazionale Monsanto.
In aprile 2014 parte il loro esposto alla procura di Lecce.
La procura comincia ad indagare: Sono dieci i nomi che sono stati iscritti sul registro degli indagati. Tra loro, oltre a funzionari della Regione Puglia, ricercatori del Cnr e dello Iam e componenti del Servizio Fitosanitario centrale, c’è anche Giuseppe Silletti, comandante regionale del Corpo Forestale, nelle vesti di commissario straordinario per l’emergenza fitosanitaria. Rispondono dei reati di diffusione colposa di una malattia delle piante, inquinamento ambientale colposo, falsità materiale e ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, getto pericoloso di cose, distruzione o deturpamento di bellezze naturali.
Indagando per una possibile diffusione colposa del batterio, i magistrati scoprono un thriller: gravi irregolarità per quanto riguarda l’introduzione degli organismi patogeni – uno degli scienziati ha portato il materiale persino nel suo bagaglio a mano – e nessun protocollo sulla distruzione del materiale infetto. visto che sono stati anche denunciati episodi di persone in “tuta bianca” che giravano negli oliveti: Dal 2010 sono stati fatti “esperimenti non autorizzati” con pesticidi, a partire da 2013 anche ufficialmente con il best-seller di Monsanto: “Round up”, un glifosato dichiarato nel 2015 dalla WHO come “probabilmente cancerogeno”.
Dopo l’applicazione di Round up, una pianta muore nel giro di 10 giorni. Dov’erano i “campi di sperimentazione” – la Procura non ha avuto nessuna risposta.
Poi: L’università di Bari faceva parte anche del progetto di ricerca “Olviva” sullo sviluppo delle colture superintensive – e sarà un caso che alla fine, chiuso il progetto “Olviva” nel 2011 c’erano le prime segnalazioni di disseccamento degli ulivi. E gli stessi tre ricercatori dell’università di Bari del progetto “Olviva”, sostenitori delle colture superintensive avevano una mera “intuizione” di indagare fine agosto 2013 sulla presenza della Xylella.
Poi: Alcuni protagonisti dell’emergenza Xylella hanno formalizzato un accordo con Agromillora Research SL (centro privato di ricerca e sviluppo del multinazionale agronomico spagnolo) sullo sviluppo di nuove specie di ulivi, aggiudicandosi 70 per cento delle royalties sul fatturato annuo derivante dallo sfruttamento del brevetto.
In dicembre 2015, la procura di Lecce ha sequestrato le ulivi destinati da abbattere. Nel frattempo è stato noto che la Xylella era presente nel Salento probabilmente già da decenni. Almeno così a lungo per sviluppare variazioni genetiche. Però non c’è neanch’una prova che sia responsabile per il disseccamento degli ulivi. Anzi, come dice il procuratore di Lecce, Cataldo Motta: “Se c’è qui un ulivo disseccato che non è stato colpito dalla Xylella e, a due metri c’è un altro ulivo sano in cui la Xylella è presente – vuol dire che c’è qualcosa che non va nella presunta emergenza Xyella.”
Per quanto riguarda l’olio di oliva extravergine della raccolta 2015: è il migliore in tutta la storia del Salento. Perché tanti agricoltori hanno raccolto per la prima volta le olive con la mano dall’albero.

14 Feb 2016, 10:06 | Scrivi | Commenti (105) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 105


Tags: Petra Reski, piante, puglia, regione, ulivi, xylella

Commenti

 

Secondo me il motivo del disseccamento degli alberi è dovuto a questo. Nel sottosuolo ci sono infiltrazioni di gas micidiali iniettati dalle industrie di trivellazione che si espandono in profondità e in lunghezza anche per centinaia di chilometri, se a questo aggiungiamo le industrie che inquinano aria e territorio, siamo al completo. Le piante respirano e si nutrono di questo. Non ci dimentichiamo del terremoto avvenuto in Emilia Romagna ancora da spiegare.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.02.16 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che vergogna questo articolo. supposizioni spacciate per verità, siamo allo stesso livello dei blog sulle scie chimiche. e mi raccomando, non dimanticare di dar contro ai malvagi "scienziati" (l'intelligenza fa paura all'abitante medio di questo blog), anche se in salento lo IAM era l'unico ente a fare qualcosa di concreto. contenti voi...

grastardo il razional moralizzatore 17.02.16 16:34| 
 |
Rispondi al commento

questo dimostra che non saranno mai le norme o, meglio, la burocrazia a fare danni, ma gli uomini, che dette norme applicano: interpretando, non osservando, nascondendo.
Non serve ad alcunchè invocare nuove leggi e regolamenti, sperando così di cambiare qualche cosa, perchè il cambiamento ci sarà soltanto se cambieremo noi.
Il Movimento,se risulterà fatto da persone volenterose di cambiare, potrà essere una possibile via d'uscita, in caso contrario andremo verso la soluzione finale.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.02.16 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Questa notizia ha dell'incredibile.... ma dopo la gigantesca baggianata dell'effetto serra gli "scienziati" o presunti tali non riescono più a stupirmi, quindi divento subito favorevole all'abbattimento (degli scienziati ovviamente, anche senza incentivi).
In pratica si sta procedendo a finanziare con soldi pubblici l'abbattimento di alberi pro mafia senza che nessuno (di imparziale) abbia provato a iniettare la xylella su piante campione per testarne gli effetti?
E nessun responsabile della maxitruffa è in carcere (esattamente come con l'effetto serra).

p.s. pur non avendo approfondito botanicamente la cosa mi sento per l'ennesima volta un povero fesso ad aver creduto a notizie senza fonte verificata (non ho mai controllato alcuna pubblicazione scientifica sull'argomento, ammesso che esistano).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 15.02.16 14:25| 
 |
Rispondi al commento

bisogna proprio essere italioti per andare in vacanza nel salento, in puglia, la regione più inquinata d'europa! adesso eliminano pure l'unica vera fonte di attrazione che sono gli ulivi secolari.. ma chi caxxo ci andrà più?!?!?

jackie dan Commentatore certificato 15.02.16 12:54| 
 |
Rispondi al commento

O Beppe.
Ma che schifo di sito e' questo.
Con il telefonino non riesco più a scrivere più di cinque parole che mi cambia pagina e devo ricominciare tutto dall'inizio
Non si potrebbero fare le cose un po' più semplici ???

italo libero 15.02.16 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Nella fascia di abbattimento degli olivi secolari, sembra che debba passare il gasdotto South-Stream.... Roba da urlo!!!! Che testimonierebbe come questo sia un Paese fatto di servi, ciarlatani e lustrascarpe al servizio dei forti e dei poteri forti, sotto il comando diretto di venduti alle mafie e alle massonerie deviate, un Paese in mano alla finta dx e dalla finta sx, al servizio del partito unico degli affari

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 15.02.16 01:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INVITATE a questo evento più persone possibile e diffondete più possibile. Saremo tantissimi a seguire la diretta e la differita video. Il link allo stream video verrà immesso qui e negli eventi omologhi, nei profili CDD e pagine CDD e Paolo Ferraro ed altrove, nel pomeriggio di martedì 16 febbraio 2016, con congruo anticipo. La diretta potrà essere vista da pagina CDD HANGOUT STREAMING e DAI BLOG DEL CDD FINESTRA STREAMING DIRETTA HANGOUT . La prima diretta tecnica e di analisi giuridico politico costituzionale sarà un tantino accademico analitica e non prevediamo un dibattito.Un invito particolare a voi. Queste dirette sono concepite per informare tutti. Chiediamo un particolare sforzo collaborativo. Invitate tutti i vostri amici da INVITA AMICI , condividete l'evento chiunque, mandate mail con il corpo testo della, evento ed il link e quando lunedì vi saranno link e post da blogs reinvio e contenuto istruzioni e link. DIPENDE DA TUTTI NOI L'ESITO INFORMATIVO E L'IMPATTO DI QUESTA MONTANTE INIZIATIVA. E MANDATE A GIORNALI E PARLAMENTARI, AVVOCATI E POLITICI, ASSOCIAZIONI E RIVISTE, SINDACATI E GENTE. BUON LAVORO. IL NOSTRO FUTURO ORMAI DIPENDE SOLO DALLA NOSTRA CAPACITA' DI ORGANIZZARCI INFORMARE FORMARE ED AGIRE. Paolo Ferraro
https://www.facebook.com/events/1671959643085276/1672127706401803/
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=951301398297179&set=a.129645510462776.27954.100002519841658&type=3
SU TUTTI I BLOGS DEL CDD E MOLTI ALTRI VI E' LA PAGINA DI VISUALIZZAZIONE CHE CONSENTIRA' DI SEGUIRE IN DIRETTA MA ANCHE IN STREAMING PERMANENTE LE CONFERENZE DIBATTITO SU
" LA LIBERTA' E CAPACITA' INDIVIDUALE E "LA SOAVE” AMMINISTRAZIONE DI "SOSTEGNO" DENTRO IL PARADIGMA TOTALITARIO. QUATTRO DIRETTE DIFFERITE IN STREAMING. #fermatecendon " http://paoloferraro.blogspot.com/2016/02/la-liberta-e-capacita-individuale-e-la.htmlI
Lì si trovano anche le istruzioni e link per seguire in rete. DIRETTA:
Martedì 16 febbraio 20

angelo cicirelli 14.02.16 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Il sottoscritto ha avuto gravi problemi con gli olivi: accartocciamento delle foglie, disseccamento delle branche secondarie fino ad arrivare alle primarie, un vero disastro. Tagliato tutto il seccume, compreso le branche principali la dove era necessario, il tutto si è risolto con concimazioni, adeguate e ripetute, per ripristinare e dare forza allo scorrimento della linfa, e irrorazione di verderame su tutto l'olivo. Invece di irrorare il terreno con diserbanti e pesticidi vari, dovrebbero provare a trattare gli olivi con metodi consoni, probabilmente si salverebbero. L'olivo è molto coriaceo più di quello che uno possa pensare, spero che il procuratore Cataldo possa fare luce.

gualtieoro bertuccioli, rimini Commentatore certificato 14.02.16 20:06| 
 |
Rispondi al commento

non ce l'ho col pd ma ormai è prassi che dove esiste la più piccola o remota possibilità di truffare il popolo ne è responsabile e peggioancora è voluto.

mario d., orbetello Commentatore certificato 14.02.16 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Brava Petra Reski, questo è giornalismo. Sono felice di averti chiesto, anni fa l'amicizia su Facebook, anche se poi questi mi hanno cancellato. Se dovessi decidere un giorno di rientrare sarò onorato di richiedertela nuovamente. Della Mea, molti anni fa, canto l'ulivo. L'ulivo è un albero saggio, buono, alle brezze cambia colore, le foglie diventano di mille argenti. Io abito difronte al Salento un tempo Calabria. Furono i bizantini che chiamarono la terra italica, Calabria. Ho sempre affermato che prima di emergere dal mare, le terre delle Calabrie, emersero gli Ulivi. Quando mi sveglio, mi affaccio sul mio balcone, vedo a est il Salento a sud, verso la Sila, le migliaia e migliaia di piante d'ulivo secolare. Non riuscirei a vivere senza l'ulivo. Qui è una pianta autoctona. Già al tempo degli Achei, nella piana di Sibari, si produceva olio. L'Ulivo è come l'araba fenice, rinasce sempre. Cosa vuoi che ne capiscano questi quattro coglioni della Monsanto che corrompono gli altri coglioni della UE. Ancora Brava Petra.

Raimondo M., C. C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.02.16 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Se è così...ed è MOLTO PROBABILE che sia proprio così,
il M5S deve farsi promotore di una legge che VIETI l'edificabilità e qualsiasi tipo di speculazione edilizia nelle zone in cui gli ulivi secolari sono stati abbattuti.
Una legge che STRONCHI qualsiasi possibilità di immaginare business turistico e commerciale in quella zona.

Questo è l'unico modo per bloccare l'ennesima porcata ai danni dell'ambiente, dei contadini pugliesi e di tutti i cittadini italiani.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.02.16 18:14| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo sotto comando di luridi affaristi

Mirco Giacché, Ancona Commentatore certificato 14.02.16 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

maria pia, mi associo alla tua rabbia impotente,ma vorrei dirti che secondo me la risposta alle tue giuste lagnanze è:questa è la testimonianza palese che in questo momento chi gestisce la finanza sovranazionale è molto forte.credo che per far svoltare questi fatti in positivo sia necessario ridare il primato della politica nazionale sull'economia.volevo anche farti due domande dirette:chi ha votato nel 1971 l'art.18 dello statuto dei lavoratori?(a me la risposta a questa domanda personalmente mi ha causato delle riflessioni importanti)
come collochi nell'ambito delle priorità per gli italiani il post di oggi sulla xylella?
io ho iniziato a seguire grillo sul blog sin dall'inizio e votavo a sinistra in maniera distratta.poi ho iniziato a votare m5s.poi um giorno per caso ho letto questo post : http://www.beppegrillo.it/2013/02/leuro_contro_natura_-_alberto_bagnai.html
e posso dire dopo 3 anni che questo SIGNORE mi ha snebbiato il cervello in positivo.
avere a che fare con lui è per me un lavoro duro (sono un testone ignorante) MA NE VALE LA PENA.

CIAO

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.02.16 17:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho avuto modo di vedere quel signore che coltiva ulivi senza pesticidi e spiega tanti ..interrogativi ...piu il silenzio del commissario silletti..il vostro lavoro è ottimo come sempre ...ora sta anche ai coltivatori appoggiarvi e mandare a quel paese ..il governatore

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.02.16 15:54| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sete,fame e battaglia sono i tre cardini dell'assedio.
Esempi di strategia volti a piegare la resistenza impedendo i rifornimenti delle popolazioni chiuse in fortezze rifugio ce ne sono molti:Alesia,Masada,Carcassonne..
Ma la fame può aguzzare l'ingegno.
Madame Carcas fece uscire dalle mura un maiale imbottito di grano. Gli assedianti, pensando che dentro le mura le provviste fossero abbondanti al punto da saziare perfino le bestie, tolsero l'assedio scoraggiati.
Se in Salento hanno cominciato a vendere i terreni a speculatori, hanno capitolato.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 14.02.16 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Lungi da me l'intenzione di difendere la Fornero manon possiamo continuare a colpevolizzarla di essere la responsabile dell'indegna legge sugli esodati . Monti preparò la pugnalata e la fece passare come creazione della ministra che non contava niente . Da li le lacrime di una donna che aveva in fondo all'anima un fievole spiraglio di umanità totalmente assente nel vero ideatore quel Mario Monti che riceve tuttora l'onore di essere senatore e il relativo stipendio ! Perciò , da ora in avanti non prendetevela solo con la lacrimante ma , sopratutto con il vero colpevole ! Il MARO' ?!!!


Ancora ci ostiniamo a non voler ammettere di essere governati da delinquenti. Non esiste nulla di vero in quello che ci dicono ma l’inganno riesce tramite le serve dell’informazione pagate per manipolarci. Personalmente stento persino a credere che gli attentati siano opera di…terroristi (quali)?
Dopo che per favorire le multinazionali del farmaco si sono inventati e si inventano malattie (mucca pazza, aviaria, ecc.). Dopo che per fare le guerre si inventano dittatori (costruiti in laboratorio). Dopo aver privato le nazioni della sovranità con la scusa di una Europa (che esiste solo per danneggiare i popoli e ingrassare le banche mondiali e le multinazionali) come possiamo credere ad una sola parola che esce da quelle bocche di cannone? Parlano di economia quando sono il monumento allo spreco (si distruggono le nostre eccellenze per farci comprare a caro prezzo la merda straniera). Che fine hanno fatto le meravigliose arance siciliane? E la nostra farina che impastata con l’acqua, ci regalava un pane dal sapore unico il cui profumo ci riempiva di gioia, mentre ora ci fa venire le lacrime agli occhi? C’è voglia di piangere anche perché i nostri contadini sono stati costretti a cambiare mestiere.
Ci siamo rassegnati a questi sfregi e ci rassegneremo purtroppo a quella che sarà la prossima distruzione: l’olio extravergine delle nostre splendide olive, per far posto all’olio di piscio che ci impongono queste teste di ca..o.
Purtroppo dopo che in silenzio abbiamo accettato l’osceno colpo di Stato con cui ci hanno imposto questo caprone e le sue capre, sono certi che qualsiasi abuso glielo lasceremo passare!
(mi scuso per le parolacce ma tremo di rabbia impotente)


Roberto Faccini, ci sei ?????

Toto A., Milano Commentatore certificato 14.02.16 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Anche il blog, a volte, è infestato dalla Xilella.

Per debellare questa perniciosa malattia, basta un clik.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 14.02.16 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è mobbing virtuAle
cretinetti !

A.A.A. 14.02.16 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Ergastolo a tutti, per distruzione di beni pubblici di primaria importanza. Messa al bando nell'intero Paese dei prodotti Monsanto, autentico tumore dell'umanità...

Lucio Moras 14.02.16 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Tempo fa, Striscia mandò in onda un bel servizio sull'argomento.

Le associazioni avevano presentato una soluzione fatta da uno studioso del settore per debellare la malattia. Fu ribadito, soprattutto, che l'abbattimento, anche degli ulivi sani, non avrebbe risolto nulla.
Striscia interpellò il Ministro competente e strappò la promessa che avrebbe presentato la proposta a Bruxelles.

Non si è saputo più nulla.

I contadini erano disperati, piangevano in diretta, povera gente, di fronte ai poteri forti, siamo tutti impotenti. Associazioni comprese.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 14.02.16 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER NON DIMENTICARE...
Una lezione (1998) sul "miracolo" dell'euro / Prof. Romano Prodi (estratto)

https://www.youtube.com/watch?v=6vTPGZm7kIE&app=desktop

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.02.16 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla fine è sempre la Magistratura che deve risolvere i problemi. I Politici vecchi e nuovi parlano parlano ma alla prova dei fatti non servono a un cazzo

Roberto Faccini Commentatore certificato 14.02.16 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dovrebbe esistere anche un ministero dell'agricoltura, che fa?
Tiratelo giù dalla sedia fate esposti, fate interrogazioni al parlamento, se non lo avete già fatto.
Gli agricoltori pugliesi dovrebbero rivolgersi alle associazioni di categoria e fare proteste.
Devono fare come in Francia che si mobilitano bloccando strade ecc...e la loro forza ha persino fatto cadere un governo.

Rosa 14.02.16 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Se non ci incazziamo non ci si fila nessuno . Se continuiamo a lamentarci educatamente , e basta , non cambierà nulla . Ci vorrebbe un Grillo che parlasse in parlamento e una rete televisiva che mandasse i suoi interventi ! Perchè non reclamiamo virilmente una rete rai che ci spetta di diritto ? Un post su questo argomento è necessario per farci capire tanta arrendevolezza su questo importantissimo punto ! Non abbiamo modo di farci sentire da tutto il popolo che poco o nulla sa su di noi !

vincenzodigiorgio 14.02.16 13:23| 
 |
Rispondi al commento

E' evidente che chi fa male all'Italia e agli italiani sono molto spesso quegli italiani privi di scrupoli, affaristi, mangiasoldi, mafiosi ecc.
Per esempio abbiamo scoperto che il nostro governo ha regalato(?) un pezzo di mar Ligure alla Francia.
Si è saputa la motivazione, è stato chiesto se i pescatori erano d'accordo?
Allora anche qua i pugliesi devono protestare contro le amministrazioni colpevoli per porre fine a questo scempio e lasciare in pace i pugliesi con le loro risorse.
Andate avanti ragazzi e fatevi sentire.

Rosa 14.02.16 13:23| 
 |
Rispondi al commento

XYLELLA & Co.
Discussioni di tipo bizantino anche sul batterio degli ulivi. C’è chi dice che non si tratti solo della xylella, chi di un pool di virus (pool antimafia?), chi giura che si tratti dell’aria infetta che a volte spira sul Salento, chi dice che la colpa è del disboscamento, chi invece imputa il tutto alle eruttazioni delle mucche nei propinqui allevamenti, chi agli schiattamuorti (di chi gli è morto). Chiedo: che ci fanno le migliaia di ricercatori e professori assunti a peso d’oro nelle facoltà di agraria, per non parlare di quelli del CNR? Quanti soldi sono volati via in inutili consulenze?
Giuseppe C. Budetta

Giuseppe C. Budetta 14.02.16 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Niente di nuovo sotto il sole ! Le cose vanno tutte ormai nella stessa direzione : lo sfruttamento da parte dei padroni del vapore di tutto ciò che può portare profitto , legalmente e illegalmente . Ogni settore dell'economia è diventato subordinato al malaffare che opera su due fronti ben distinti ma non separati : politica e mafie che si spartiscono le risorse del territorio , spesso accordandosi da buoni amici . Tu mi porti centomila voti e io ti nomino assessore , duecentomila e sarai sindaco , trecentomila e sarai governatore ! Ma non basta , che la fila dei mangioni è lunga ! Ora abbiamo anche i papponi europei che ci impongono di distruggere i nostri ulivi e ci vendono l'olio tunisino su cui guadagnano miliardi ! Ci sono tanti comparti nell'economia di una nazione , la pesca , l'agricoltura , la manifattura ecc eccc , in ognuno di essi c'è qualcuno che , come ai tempi antichi , controlla e rastrella denaro illecitamente . Ma non è finita che ci sono gli interessi dell'alta finanza mondiale da soddisfare con premuroso servilismo : l'acquisto degli f35 , aerei di molto inferiori all'eurofighter di costruzione europea , l'abbattimento dei dazi e delle frontiere che facilitano l'economia americana e nordeuropea , l0ingresso scriteriato di milioni di clandestini e rifugiati provocati dalle guerre volute dagli americani per destabilizzare il medioriente e nordafrica dove ci sono grandi giacimenti di petrolio e gas . Poche centinaia di persone fanno e disfano a loro piacimento il mondo , poche migliaia li servono con premura governando i vari Paesi subordinati , centinaia di migliaia di terze figure , industriali , economisti , giuristi , giornalisti chiudono le tre categorie di sfruttatori . Il popolo lavora e , a volte , muggisce scontento .


Foto da brivido.

Vogliono estirpare le nostre radici e non solo quelle degli ulivi!

Il processo è iniziato, anni fa, con la globalizzazione, questa schifosa standardizzazione dell'essere umano.

Le nostre radici e quelle del nostro territorio NON SI TOCCANO.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 14.02.16 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Che tristezza questa foto.
A che punto può arrivare l'imbecillità dell'UOMO"!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.02.16 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con questa scusa...si è giustificata l'importazione di olive e di olio Tunisino!
Evvvai ,ma quel mignottone all'agricoltura che dice?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 14.02.16 12:30| 
 |
Rispondi al commento

ricorda molto il divieto della canapa per favorire le multinazionali del petrolio!

probabilmente la monsanto ha gia prono l'ulivo geneticamente modificato per vendere a chi è stato costretto a sopprimere le piante secolari!

a pensare male si fa peccato? 14.02.16 12:30| 
 |
Rispondi al commento

è una cosa che pare essere uscita da un film di fantascienza.allucinante.davvero chi deve pagare deve pagarla tutta.in ogni modo!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.02.16 12:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
ma lo capisce pure un bambino quelle terre servono ad altro, mi pare che debba passare pure il gasdotto,ragazzi dovete governare voi e subito,ci stanno massacrando

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.02.16 12:15| 
 |
Rispondi al commento

ot

""Miguel Gotor , senatore bersaniano, commenta le dichiarazioni di Nicola Cosentino pubblicate ieri dal Fatto Quotidiano: “Il problema non è tanto ciò che pensa Cosentino, ma che simili dichiarazioni siano accompagnate dall’assordante silenzio dei vertici nazionali del Pd".""

ma gotor non è uno di quelli che ha votato tutto e di più delle proposte esecrabili del piddì?sempre con la scusa :" sarà l'ultima volta"? :)

i sedicenti " minoranza di sx piddì" mi sembrano sempre più assomigliare al famoso pasquale...

https://www.youtube.com/watch?v=GzP96BJBxc4

ps

@er fruttarolo

er caciara ha notizie errate, a frequentar toscani .... :)

pabblo 14.02.16 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avanti tutta!
Bravi
Alessandro

Alessandro 14.02.16 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono solo dei criminali per vil danaro!
Lunga vita agli ulivi del Salento! che sono patrimonio dell'Umanità, ricordiamocelo.
Buona domenica a tutto il blog!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.02.16 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Apprezzo il Post che cerca di far luce sulla eventuale truffa Xylella.

Garante Grillo,
poiché credo che il M5S non volesse assolutamente truffare quando affermava: DECIDE LA RETE,
apprezzerei anche un Post che faccia luce sui motivi per cui la RETE NON PUO’ DECIDERE nè i tempi di attivazione del S.O.
nè quali caratteristiche deve avere per meglio -testimoniare- la Finalità e-democracy unovaleuno.

Grazie per l’attenzione.

Daniela Milena Luna Commentatore certificato 14.02.16 11:51| 
 |
Rispondi al commento


Nella classifica delle PEGGIORI economie del mondo siamo nella parte alta diciottesimi fra 60 paesi.

Il nostro governo adotta la vecchia tattica sudamericana che consiste nel dire che l'Italia e' il migliore paese del mondo, che gli altri paesi sono invidiosi di noi etc. Una classifica imparziale li smentisce clamorosamente.

The world's most miserable economies
https://au.finance.yahoo.com/news/the-world-s-most-miserable-economies-005047273.html

giorgio senesi 14.02.16 11:48| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/246094578895061/videos/499002546937595/

I miei complimenti a Tsipras, detto anche Renzopoulos ed al suo club dei servi di Bruxelles chiamato Syriza...

mentre gli italiani sono sotto effetto: Sanremo…… Juventus-Napoli………….

I MEDIA HANNO ORDINI DI CENSURARE CIÒ CHE STA SUCCEDENDO IN GRECIA

I media vi stanno nascondendo ciò che sta accadendo in Grecia perché hanno paura di un contagio e che scoppi una rivoluzione in tutta EUROPA...

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.02.16 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai i commenti di questo blog non hanno più nulla a che fare con i post. Vorrà dire qualcosa?

Comunque: un articolo di Le Scienze di poco fa aggiunge informazioni interessanti su Xylella

http://www.lescienze.it/news/2016/01/15/news/xylella_olivi_salento_cattaneo_mautino-2930681/

Davide 8arbieri Commentatore certificato 14.02.16 11:38| 
 |
Rispondi al commento

2 sani articoli di informazione giusta:
sul f.q.
Pil, quelli che “..... ha portato la crescita all’1%”!

su orizzonte 48
BREXIT: LA RELIQUIA DEGLI ANNI '70 TRA TTIP E SOVRANITA' FISCALE


io sono per mantenere il tema USCITA DALL'EURO
GIORNALMENTE PRIORITARIO rispetto ad altre battaglie che sono giuste ma secondarie.

DIVERSAMENTE è NORMALE CHE SI PERDONO ANCHE QUELLE

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.02.16 11:31| 
 |
Rispondi al commento

DONNE, vi vogliono togliere la pensione di reversibiltà.
Cosa aspettate a scendere in piazza?

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 14.02.16 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

come può essere possibile che certe persone possano odiare a tal punto i suoi concittadini da permettere di distruggere cose così preziose ,perchè? soldi ? potere ? ignoranza ?

ZAC 14.02.16 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Notizie dal Parlamento Cinquestelle
12 ore fa ·

Silenzio assoluto dei media Italiani. In Grecia le proteste continueranno per tutto fine settimana, la gente si è accampata davanti al parlamento.
Venerdì di proteste ad Atene. Mentre la Grecia torna in recessione, centinaia di agricoltori, arrivati da tutto il Paese hanno portato in piazza la loro voce e alcuni trattori contro la riforma che triplica i contributi previdenziali. Dopo gli scontri violenti del pomeriggio con la polizia, il clima si è rasserenato e il corteo degli agricoltori si è unito a quello contro la riforma delle pensioni e l'aumento della pressione fiscale.
========================
https://www.facebook.com/277997888997512/videos/758718870925409/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.02.16 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Quarche notizzia...tra er serio e er faceto...

https://youtu.be/smH4HTnlbNg

Buondì!!

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.02.16 11:21| 
 |
Rispondi al commento

prova orizzonte 48

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.02.16 11:21| 
 |
Rispondi al commento

prova f.q.

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 14.02.16 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché ci sono tanti errori di ortografia e sintassi nell'articolo?
L'ignoranza grammaticale di chi scrive non depone a favore della sua competenza scientifica.

Flavio 14.02.16 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Manzoni, li chiamava UNTORI.
E trasformeranno i pugliesi in Monatti.
Tanto LORO, guadagnano sui vivi e sui morti, sui cataclismi e sulle epidemie.
E' il Capitalismo, bellezza.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 14.02.16 11:12| 
 |
Rispondi al commento

@ Un'altra del cazzaro:

L'aiutino del governo alla Bcc di Cambiano guidata da papà Lotti
La riforma del governo rischia di far sparire molte delle 370 banche di credito cooperativo (Bcc). L'unica che potrebbe salvarsi e che ha oltre 200 milioni di patrimonio e riserve è quella di Cambiano.

E nel paese ci sono ancora poveri cristi che si suicidano, ma ormai non fà più notizia !!!!
RENZI TU SIA MALEDETTO !!!!!!

Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 14.02.16 11:06| 
 |
Rispondi al commento

@ O.T.: Il cazzaro e la sua banda hanno l'abitudine di prendersi meriti che non gli spettano.

Roma, 13 febbraio 2016 - "Ministra, abbia almeno il garbo di non appropriarsi di risultati che italiani non sono". E' un messaggio denso di rabbia quello di Roberta D'Alessandro, vincitrice di una borsa di ricerca dell'European Resarch Council (ERC) del valore di 2 milioni di euro. Il ministro Stefania Giannini si è complimentata indirettamente con lei e con altri 'colleghi' italiani per il bel risultato. Ma, fa notare Roberta in un amaro post su Facebook, l'Italia non ha nessun merito. Delle 30 borse su 300 vinte da italiani infatti, solo 13 saranno 'spese' in Italia. Nel resto dei casi, i destinatari svilupperanno il loro progetto all'estero. Come Roberta, che studierà in Olanda.

Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 14.02.16 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E si riparte con le scie chimiche!

Damiano Utta, Singapore Commentatore certificato 14.02.16 10:42| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' QUESTA DI TRUGFFA COME VI SEMBRA???????


Il Fatto Quotidiano
17 ore fa ·

L’allarme l’ha lanciato ieri Ivan Pedretti, segretario generale dello Spi-Cgil: in Commissione Lavoro alla Camera è arrivato un disegno di legge delega che contiene un punto gravissimo. In pratica, la pensione di reversibilità...
(Continua a leggere: http://bit.ly/1ThKxsq)
Dal blog di Elisabetta Ambrosi

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 14.02.16 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

sono certo che non si riferiva a pieraccioni panariello ceccherini benvenuti hendel cenci nuti....

https://www.youtube.com/watch?v=y1OkCqKT-Cg&feature=youtu.be

:)

pabblo 14.02.16 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori