Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#FuoriQuesteBestie da Roma

  • 9

New Twitter Gallery


di Virginia Raggi, candidata sindaco M5S Roma

Sta facendo il giro del web questo video che mi indigna profondamente come essere umano e come romana.
Alcuni tifosi - presumibilmente dello Sparta Praga - prima della partita di ieri all'Olimpico sono stati ripresi mentre urinavano addosso a una mendicante su Ponte Sant'Angelo.
L'accattonaggio selvaggio a Roma è un problema, se non a volte una vera e propria emergenza, ma qui siamo di fronte a una violazione dei diritti umani. Un episodio disgustoso e deplorevole in pieno giorno davanti agli occhi di decine di passanti e nei pressi di una delle più grandi bellezze culturali DEL MONDO. Con il MoVimento 5 Stelle al governo di Roma farò il possibile perché a queste bestie siano chiuse le porte della città.

Mi auguro che le autorità competenti si adoperino affinché a tali soggetti non sia più permesso mettere piede in Italia. Dobbiamo riprenderci la nostra dignità! Iniziamo a difendere la Capitale e i cittadini, giorno dopo giorno, dai soprusi di chi crede di poter trattare Roma come una gigantesca pattumiera dove fare il proprio comodo restando impunito. Questo vale per tutti: turisti e residenti.

Siamo noi romani, per primi, gli artefici della nostra stessa rinascita.

Segui Virginia su Facebook e Twitter


18 Mar 2016, 10:47 | Scrivi | Commenti (9) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 9


Tags: bestie, M5S, M5S Roma, mendicante, sindaco di Roma, sindaco di Roma M5S, sparta praga, Virginia Raggi, Virginia Raggi sindaco, Virginia Raggi sindaco di Roma

Commenti

 

vorrei inoltre aggiungere che e' giusto dire via le bestie da roma ma mettice pure quella falsa mendicante falsa handicappata falsa povera.

ROBERTO CARLINI 21.03.16 06:45| 
 |
Rispondi al commento

Vivo in Romania e vi posso garantire che quella come tutti I mendicanti rromm sta meglio di voi e me e ha piu soldi sicuramente di me, di voi non lo so.fatevi un giro su internet per vedere le ville (sicuramente pacchianissime)che c'hanno qui non c'e' la discriminazione per il semplice fatto che sia qui che in tutta Europa e America del nord a questi dell'integrazione non interessa nulla .solo a qualche coglione benpensante e radical chic gli e' venuta im mente sta cazzata forse non conosce la storia la cultura e il modo di vita dei rromm.Certo e' un fatto orribile da condannare con il carcere ma pure per quella che alla prima occasione cerchera' di farvi piangere. per chi ne volesse sapere di piu sui rromm e per come risolvere senza violenza la questione solo con applicando la legge mi puo contattare all'indirizzo e-mail in 2 mesi si risolve tutto.

ROBERTO CARLINI 21.03.16 06:40| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo perso l'umanita'.... È' una corsa verso il nulla... Ci sbraneranno gli agnelli... Nell'attesa bisogna prendere questi teppisti mettergli in galera a pane e piscio...per una settimana

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 19.03.16 02:00| 
 |
Rispondi al commento

Per conto mio, QUALSIASI tipo di accattonaggio deve essere proibito. E multati eventualmente, accattoni e donatori. Come deve essere proibito gettare a terra QUALSIASI cosa. E naturalmente anche questo eventualmente punito. Ognuno deve rispettare la citta' come rispetterebbe la propria casa. Si tratta di comportamenti semplici che non richiedono lauree in scienze intergalattiche. Una minima coscienza ed un minimo rispetto della citta' e dei cittadini. Multe salatissime per TUTTI, a partire da 100 euro fino a 1.000. E comunque allontanamenti ed eventualmente ESPULSIONI. Chi si comporta bene, le nostre citta', la nostra nazione sia la sua. Chi si comporta male...VIA...

tomi sonvene Commentatore certificato 18.03.16 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Non è la prima volta che quattro teppistelli, persino stranieri, (quando si entra in casa altrui si fa in punta di piedi) pisciano in testa alle istituzioni italiane e, quindi, a tutto il popolo italiano, ma né le une né gli altri mostrano quantomeno indignazione. Di questo mi vergogno, mi sento mortificato, disgustato e furibondo. Ho ammirazione e rispetto, invece, per tutti quei cittadini, come ad esempio quelli brasiliani, che si incazzano e, manifestando con masse umane a perdita d’occhio, fanno tremare i polsi ai governi tiranni.

Pasquale Paura, Mottafollone Commentatore certificato 18.03.16 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Lasciamo stare le bestie che certe cose non le fanno.
Lasciamo perdere anche questi tifosi in trasferta che certi atteggiamenti a casa loro non si sognano neppure lontanamente di avere. Vengono in Italia a farli perché sanno di restare impuniti.
Per quanto riguarda, invece, l'accattonaggio a Roma, ritengo che esso non sia "selvaggio" ma, al contrario, organizzato e gestito da decenni dagli zingari.

Pietro Rotai 18.03.16 16:40| 
 |
Rispondi al commento

difendere la Capitale ed i cittadini?
ma se i primi ad offendere il nostro Paese siamo noi stessi....
perchè questo accade solo in Italia

Avvocato, perchè?

il.sole *, roma Commentatore certificato 18.03.16 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Nel post avreste dovuto scrivere PSEUDOtifosi (e NON semplicemente "tifosi", giacché tali NON sono!). La mia modesta proposta per risolvere il problema una volta per tutte, molto semplice, è che i tifosi devono arrivare direttamente allo stadio ed andarsene a fine partita, deve esser loro VIETATO arrivare in città uno o due giorni prima! Gli ultras non possono essere e non devono essere considerati turisti, in quanto tali NON SONO, questo è un fatto indiscutibile.
Finché non avverrà ciò, per quanto riguarda le trasferte a Roma come altrove non cambierà mai nulla, purtroppo.

Antonio L., Ceglie Messapica Commentatore certificato 18.03.16 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori