Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

I danesi che vogliono uscire dall'Unione Europea con un referendum

  • 21

New Twitter Gallery

dan.jpg

da Vocidallestero

L’Express dà voce al Movimento danese per il “no” all’UE, che sta chiedendo di indire un referendum sulla permanenza nell’Unione sullo stampo di quello britannico. Anche se non ancora maggioranza, la percentuale di popolazione danese che secondo i sondaggi è favorevole all’uscita, è cresciuta in modo importante.

di Lizzie Stromme, 14 marzo 2016

Un dato al 33 percento rappresenta un importante cambiamento, che indica una crescente ostilità verso l’Unione Europea, se si fa il confronto con il 25 percento di coloro che volevano uscire nel 2013. La richiesta di indipendenza dai burocrati europei viene dal Movimento Popolare Contro l’UE, che preme sul governo affinché si tenga un referendum nel paese.
La piattaforma del movimento, politicamente trasversale, sostiene che dopo 40 anni di appartenenza al blocco dei 28 paesi, è tempo di dare alla nuova generazione di danesi la possibilità di esprimere un voto.
Il movimento ha dunque lanciato una petizione per costringere il governo a discutere la questione.

L’eurodeputata Rina Ronja Kari, iscritta al movimento, ha detto: “Se fate il confronto tra l’Europa di oggi e quella a cui i danesi aderirono 40 anni fa, c’è stato un drastico cambiamento. Siamo passati da un’unione per la cooperazione commerciale a una Unione Europea che interferisce in quasi qualsiasi aspetto della nostra società. “Pensiamo quindi che sia giusto chiedersi: ‘è davvero questo ciò che volevamo? o vogliamo piuttosto lasciare l’Unione Europea?‘”.
L’ultimo sondaggio mostra che quelli che manifestano una volontà di rimanere sono al 56 percento, con l’11 percento di indecisi; c’è dunque ancora una maggioranza, risicata, che intende restare.
Ma il professor Kasper Møller Hansen dice: “Per quanto ci sia ancora una maggioranza favorevole alla permanenza nell’UE, la voce degli euroscettici ha il vento in poppa“.

Il movimento, che ha visto il suo sostegno crescere dello 0,9 percento nelle scorse elezioni per il Parlamento Europeo del maggio 2014, ha guadagnato oltre 1.200 nuovi membri e questo fine settimana terrà il suo più importante congresso di partito da 20 anni a questa parte. Il movimento ha anche visto crescere i propri consensi dopo che lo scorso dicembre è riuscito a far prevalere il “no” in un referendum sull’abolizione delle speciali riserve legali verso l’Unione Europea.

Il “no” che ha prevalso in quel referendum ha significato che la Danimarca continuerà a partecipare alle riunioni europee per le politiche di cooperazione solo quando ci sarà un ministro danese dotato di diritto di veto. La europarlamentare Kari ha detto: “Ci siamo arrampicati sui lampioni e abbiamo distribuito volantini in tutta la Danimarca. Siamo stati nei media e nei social media come non era mai avvenuto prima, e il nostro furgone pubblicitario ha viaggiato da Bornholm a Skagen. Il risultato di dicembre ha mostrato che quando lavoriamo assieme possiamo opporre resistenza all’UE“.

Nonostante goda di crescente sostegno, il partito anti-Bruxelles sta trovando opposizione da parte della classe dirigente del paese. Secondo il portavoce europeo Kenneth Kristensen Berth del Partito Popolare Danese, la richiesta di un referendum sulla permanenza nell’UE arriva al momento sbagliato.
Dice: “Avremo un referendum in Gran Bretagna tra qualche mese, che determinerà in modo molto importante quale direzione la cooperazione UE debba prendere. Dobbiamo aspettare e vedere [come va il voto]“.

Mentre si alzano queste richieste per un voto in Danimarca, un sondaggio ha indicato che se la Turchia dovesse entrare nell’Unione Europea, un terzo dei britannici sarebbe più propenso a votare per l’uscita dall’Unione. Anche tra coloro che dicono di voler votare affinché la Gran Bretagna rimanga parte dell’UE, più di un quarto (25,6 percento) dice che l’entrata della Turchia li renderebbe più propensi a cambiare idea e a votare per l’uscita.

27 Mar 2016, 10:00 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 21


Tags: Danimarca, M5S, referendum UE, Ue

Commenti

 

Gia' me me sono andato dall'italia ma sto in Europa. Se la Turchia entra in Europa me ne vado vía definitivamente

Carlo Grassi 28.03.16 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Dall'UE bisogna uscire di corsa per crearne, eventualmente, un'altra VERA con chi ci sta. Chi crede di potere cambiare l'attuale UE è un illuso.

giuseppe o. 28.03.16 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Nulla di nuovo sul fronte europeo (solo per chi guarda i dati e segue il flusso dei soldi, non chi vive di propaganda)

http://www.truenumbers.it/fondi-ue-la-germania-froda-piu/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 27.03.16 19:51| 
 |
Rispondi al commento

OT, ma non troppo:
forse anche gli USA cambieranno, leggetevi l'intervista sulla politica estera di Trump al N.Y.Times .

Con buona pace di coloro che vogliono uscire dalla NATO forse saranno gli USA ad andarsene: si sono accorti di pagare la protezione di decine di paesi che non investono abbastanza nelle loro forze militari.

Fra le idee proposte da Trumpvi e' quella di ritirare gli USA da Sud Corea e Giappone, dotandolepero' di armi nucleari per difendersi da Cina e Nord Corea: costa meno.

Questo pragmatismo mi piace .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 27.03.16 19:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con la fine dell'Unione Europea non ci guadagna nessuno Stato membro e nessun cittadino europeo. Sarebbe un ritorno a un passato non certo felice. Che l'Europa debba cambiare politiche e' evidente e possibile. Prima di distruggere una costruzione pluridecennale pensiamoci bene perche' un'altra Europa non c'e'. Che ne esca la Gran Bretagna va ancora bene perche' e' sempre stata contraria all'unificazione europea e l'ha sabotata in ogni modo. Sarebbe un motivo in piu' per andare avanti. Lasciamo perdere la Turchia che dell'Europa non fara' mai parte come sempre e' stato storicamente, checche' ne dicano gli americani che di Europa capiscono poco o niente.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.03.16 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io voglio uscire dall'UE attraverso un referendum.
Raccogliamo firme come fatto per l'euro?

Altra cosa ho letto in qualche articolo on line che il M5S parlamento sta lavorando a un progetto per formare una unione monetaria dei paesi mediterranei.

Io come moltissimi altri elettori e iscritti al movimento sono profondamente contrario a uscire dall'euro PER entrare in un'altra unione monetaria con gli stessi problemi di fondo di un'unione monetaria: stati autonomi in cui ognuno si fa i propri interessi attraverso politiche fiscali autonome, economie diverse (la grecia produce molto meno rispetto all'Italia mentre la Francia è più simile alla Germania ed è un'economia più forte rispetto a noi).
Insomma io come penso la maggioranza degli elettori m5s sono favorevole a uscire dall'euro PER TORNARE ALLA NOSTRA SOVRANITA' MONETARIA.

IO NON MI FACCIO DETTARE LA LINEA DA 5 CHE SONO STATI NOMINATI.

Lorenzo Ragusa Commentatore certificato 27.03.16 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Ma si usciamo dalla UE e diventiamo tutti ameri_cani che è meglio:-)

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 27.03.16 12:29| 
 |
Rispondi al commento

stupido capo, tutto quello che c'è da sapere sul vostro capo http://www.montemesolaonline.it/capo-stupido.html

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 27.03.16 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Sembra che il malcontento non appartenga solamente ai paesi del sud europa...

Borgerne overalt i EU udtrykker stor frustration over hvor svært det er at få indflydelse på beslutningerne, når de træffes i EU. De udtrykker frustration over, at EU blander sig i snart sagt alle dele af samfundet uden at borgerne selv er blevet taget rigtig i ed i forhold til udviklingen. EU’s udvikling mod en stadig snævrere union sker hen over hovedet på borgerne, og de steder hvor vi har haft folkeafstemninger har EU-toppen gjort sit bedste for at nedtone betydningen af ny magt til EU. Små skridt, men resultatet er stadig det samme.

Men hvordan i al verden kan det være, at EU-toppen ikke bare tager det en lille smule seriøst, at der er brug for rigtige, markante forandringer – og ikke små justeringer? Måske er der simpelthen for langt fra borger til EU-top?

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 27.03.16 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.folkebevaegelsen.dk/nyheder/blog/article/endnu-en-forspildt-chance

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 27.03.16 12:16| 
 |
Rispondi al commento

3° con tanti saluti a Pabblo ah ah

old dog 27.03.16 11:56| 
 |
Rispondi al commento

è chiaro che quando parlo di Lobby mi riferisco anche a quelle bancarie che sono le principali devastatrici dei parlamenti di tutti i paesi

old dog 27.03.16 11:53| 
 |
Rispondi al commento

se l'Europa non si dà nuove regole in favore dei cittadini e la cacciata delle Lobby delle multinazionali dal parlamento la vedo dura sulla continuazione dell'Unità Europea

saluti ai monelli del blog

old dog 27.03.16 11:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori