Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La banca di Pd e Lega frega i risparmiatori di Bolzano

  • 8

New Twitter Gallery


di Riccardo Fraccaro

La commistione tra politica e affari fa parte del nostro tessuto economico e sociale: le banche finanziano e controllano i partiti che approvano leggi per tutelarle e sono dentro i loro consigli di amministrazione, in un intreccio sempre più inestricabile a danno dei cittadini. Il M5S ha scoperto un nuovo scandalo: la vicenda Sparkasse, la cassa di risparmio di Bolzano, in cui sono coinvolti i partiti locali, uomini del Pd e anche la Lega.

L'istituto ha accumulato perdite astronomiche pari a 648 milioni di euro secondo gli ispettori di Bankitalia, a causa della gestione scellerata del credito da parte dei dirigenti. Bankitalia ha rilevato carenze nei controlli, omesse comunicazioni e mancato rispetto dei profili di rischio sanzionando per centinaia di migliaia di euro gli amministratori della banca.
Una banca controllata da una Fondazione in cui siedono soci in quota ai partiti, in particolare il Pd e la formazione locale Svp, che concedono prestiti di favore secondo logiche familistiche e clientelari in uno scandaloso conflitto di interessi che ha generato un cratere di perdite.

La banca ha scaricato il disastro sui 20mila piccoli azionisti, tagliando il valore dei titoli posseduti addirittura del 36%. L'inchiesta su questa vicenda viene aperta dal procuratore Guido Rispoli, che però è socio della stessa fondazione Cassa di risparmio, e vede la misteriosa sparizione di documenti in seguito ad una perquisizione nei confronti di un dirigente dell'istituto. E' stato il M5S ha chiedere con forza al procuratore di farsi da parte e Rispoli ha dovuto ammettere la necessità di lasciare le indagini. Ora come neocandidato dell'Organo di indirizzo di Sparkasse, viene fatto il nome dell'imprenditore Dalle Nogare vicino al centrosinistra sotto processo con l'accusa di corruzione e indagato per abuso d'ufficio.

Solo il M5S, dopo anni di connivenze e omertà totali, ha avuto il coraggio di portare nelle istituzioni questo scandalo emblematico del legame malsano tra politica e banche, che si spalleggiano a vicenda per difendere un sistema di potere feudale, marcio e deleterio.
Abbiamo presentato un'interrogazione su questa vicenda, e non intendiamo arretrare di un solo millimetro: non possono essere sempre i risparmiatori a pagare, ora sono i partiti che devono assumersi le proprie responsabilità. Loro difendono le banche, noi siamo dalla parte dei cittadini.

21 Mar 2016, 11:20 | Scrivi | Commenti (8) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 8


Tags: banche, Bolzano, M5S, Pd, sparkasse

Commenti

 

Perchè mi avete "tagliato " il commento ??

Umberto A., La Maddalena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.03.16 20:12| 
 |
Rispondi al commento

OK ....benissimo ...però attenti agli errori di ortografia negli articoli che postate > ! Ragà ...un po' di attenzione !!!

Umberto A., La Maddalena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.03.16 20:09| 
 |
Rispondi al commento

che soddisfazzione aprire queste scatolette di tonno! L'italia ne è piena ma nessuno ne parla.
solo il movimento 5 stelle. W5M.

gerryl 22.03.16 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Non è possibile prima una che mi ha lasciato in mutande, e allora giù a 20 ore di lavoro al giorno per salvarmi.metto da parte qualcosa alla sparkasse e in due aumenti di capitale mi hanno svuotato il dossier titoli..dovete fermarli e farli pagare questi vergognosi.e sempre con i nostri risparmi.provate a chiedere un mutuo....

Lucio De Bacco 21.03.16 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Considerando dunque che l'obiettivo del referendum come chiaramente enunciato nel post e' altro rispetto agli effetti limitati ed altri che il referendum avrebbe, non conviene dirottare le energie su una battaglia politica piu' forte in materia? Continuo veramente a chiedermi quali vantaggi porti una vittoria del si quando lo scenario piu' probabile sara' quello dello spostamento della produzione fuori dai controlli italiani e quindi potenzialmente con peggiori effetti sull'ambiente (perche' a quel punto noi non potremo farci veramente piu' nulla)

Andrea Fabris 21.03.16 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Avete citato il feudalesimo sbagliando, li c'erano uomini con le palle e timorati di Dio, questi sono 4 omuncoli da 4 denari

undefined 21.03.16 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna inaccettabile

Michele bollella 21.03.16 12:50| 
 |
Rispondi al commento

....e pensare che loro lavorano materia prima che gli viene offerta, il più delle volte, gratis e non riescono a ricavarci un utile..... e poi i dirigenti vengono premiati? Dovrebbero essere presi a calci nel....

Giuseppe Faiella 21.03.16 12:12| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori