Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'industria farmaceutica che sta uccidendo decine di migliaia di vite

  • 155

New Twitter Gallery

farmaciuccidono.jpg

Il britannico Daily Mail pubblica gli allarmanti commenti di alcuni esponenti di spicco della scienza medica sull’inaffidabilità e pericolosità di molti farmaci in circolazione. Purtroppo la grande industria farmaceutica, ovviamente guidata dal profitto e non dal bene pubblico, riesce a comprarsi la complicità dei media, delle autorità pubbliche e talvolta della stessa scienza medica, per commercializzare farmaci e procedure che portano essenzialmente danno ai pazienti. Il risultato sono decine o centinaia di migliaia, se non perfino milioni, di morti, sofferenze e casi di invalidità in tutto il mondo.

di Anna Hodgekiss (Mailonline) e Ben Spencer (corrispondente medico del Daily Mail), 23 febbraio 2016 (traduzione Voci dall'estero)

"L’ex medico personale della Regina ha chiesto che si faccia con urgenza un’inchiesta pubblica sulle “oscure” pratiche delle aziende farmaceutiche.
Sir Richard Thompson, ex presidente del Royal College of Physicians, nonché medico personale della Regina per 21 anni, stasera ha avvertito che molti farmaci potrebbero essere meno efficaci di quanto si pensi. Thompson è membro di un gruppo di sei noti medici che oggi hanno messo in guardia sull’influenza che le case farmaceutiche hanno nella prescrizione dei medicinali. Gli esperti, guidati dal cardiologo Aseem Malhotra, del sistema sanitario nazionale, sostengono che troppo spesso ai pazienti vengono date medicine inutili – e talvolta dannose – di cui possono fare a meno. Affermano che le case farmaceutiche sviluppano medicinali da cui trarre profitto più che medicinali che abbiano effettivamente il maggiore beneficio per i pazienti. I sei medici accusano inoltre il sistema sanitario nazionale per la sua incapacità di opporsi ai giganti dell’industria farmaceutica. Thompson ha detto: “È venuto il tempo di fare un’inchiesta pubblica che sia ampia e trasparente sul modo in cui viene rilevata la reale efficacia dei medicinali. “C’è il concreto pericolo che alcuni trattamenti farmaceutici siano molto meno efficaci di quanto si pensasse finora.” Ha detto poi che questa campagna mette in luce “la base debole, e talvolta oscura, del modo in cui si valuta l’efficacia e l’uso dei medicinali, specialmente nel caso degli anziani".
Scrivendo al MailOnLine, il dottor Malhotra ha detto che il conflitto d’interesse commerciale sta contribuendo a “un’epidemia di medici e pazienti disinformati e fuorviati nel Regno Unito e non solo“. Ha aggiunto anche che il sistema sanitario nazionale nel suo complesso sta somministrando un’eccessiva quantità di farmaci ai suoi pazienti, e afferma che gli effetti collaterali dell’eccesso di medicine stiano causando una quantità innumerevole di morti. Sostiene poi che studi empirici sulle statine – farmaci contro il colesterolo somministrati a milioni di persone – non sono mai stati pubblicati, e che simili dubbi sorgono anche su Tamiflu, un farmaco che è costato al sistema sanitario nazionale quasi 500 milioni di sterline. Il gruppo dei sei medici ha chiesto di essere convocato presso la Commissione parlamentare per l’audizione pubblica al fine di svolgere un’inchiesta indipendente sulla sicurezza delle medicine. Affermano che i finanziamenti pubblici vengono spesso forniti alla ricerca medica sulla base del fatto che questa potrà essere redditizia, non sul fatto che sarà utile ai pazienti. Il dottor Malhotra ha detto: “Non c’è dubbio che alla base dell’assistenza sanitaria ci sia una cultura del tipo ‘più medicine è meglio’, il che è esacerbato dagli incentivi finanziari all’interno del sistema stesso, che portano a prescrivere sempre più farmaci e a mettere in atto sempre più procedure mediche.
“Ma c’è anche un altro inquietante ostacolo alla crescita di consapevolezza su – e dunque alla risoluzione di – questi problemi, ed è qualcosa di cui tutti dovremmo essere preoccupati.

“Si tratta dell’informazione che viene fornita ai medici e ai pazienti al fine di guidare le decisioni sul trattamento“. Malhotra ha accusato le aziende farmaceutiche di “ingannare il sistema” spendendo in pubblicità e marketing il doppio di quanto spendano in ricerca medica. Malhotra ha detto che la prescrizione di farmaci fa spesso più male che bene, e i rischi maggiori li sopportano gli anziani. Un ricovero ospedaliero su tre negli over-75 è dovuto alla reazione avversa a un farmaco, ha detto. Oltre che da Richard Thompson, il dottor Malhotra è sostenuto anche dal professor John Ashton, presidente della Facoltà di Scienze della Salute, dallo psichiatra JS Bamrah, presidente della British Association of Psysicians of Indian Origin, dal cardiologo Rita Redberg, editore della rivista medica JAMA Internal Medicine, e infine dal professor James McCormack, scienziato farmaceutico. Il dottor Malhotra, che ha lanciato la campagna a titolo personale, è capo del think tank per la salute del King’s Fund, membro dell’Academy of Medical Royal Colleges, e consigliere del Forum Nazionale sull’Obesità. Le sue critiche si rivolgono in particolare alla recente drammatica crescita delle prescrizioni di statine.
NICE – l’ente del sistema sanitario nazionale deputato al razionamento dei farmaci – nel 2014 ha deciso di abbassare la soglia per la prescrizione di statine in modo da incoraggiare i medici a prescriverle a più persone. È poi emerso che sei dei dodici membri della commissione ricevevano finanziamenti da case farmaceutiche – in parte tramite pagamenti diretti in cambio di “consulenze” o seminari, e in parte tramite fondi di ricerca. Il dottor Malhotra sostiene che uno studio completo e definitivo sull’efficacia delle statine e sui loro effetti collaterali non è mai stato pubblicato.
Lo stesso dice dell’efficacia del Tamiflu, un farmaco contro l’influenza per il quale il sistema sanitario ha già pagato 473 milioni di sterline. Un resoconto del 2014 di un gruppo di noti ricercatori ha concluso che il Tamiflu non risultava maggiormente efficace del comune paracetamolo [anche noto come Tachipirina, NdT]. Il dottor Malhotra cita anche un’indagine della rivista medica BMJ, che all’inizio del mese ha suggerito che Rivaroxaban, importante farmaco anticoagulante, non è così sicuro e privo di rischi come gli studi pubblicati suggerivano, per quanto le autorità difendano l’uso del farmaco.

Scrive: “Per amore della nostra futura salute e della sostenibilità del sistema sanitario nazionale, è tempo che si metta in campo una vera azione collettiva contro l’eccesso di medicine, iniziando dalla Commissione parlamentare per l’audizione pubblica, affinché lanci un’inchiesta indipendente sull’efficacia e la sicurezza dei farmaci“.
Il professor Ashton ha aggiunto: “La salute pubblica dipende da un’ampia e accurata base di evidenza empirica che tenga conto anche della convenienza, al fine di garantire che vengano prese decisioni in base alla migliore ricerca disponibile, decisioni finalizzate a migliorare e proteggere la salute delle persone, nonché a stabilire nel modo migliore quale sia la priorità della cura per ciascun paziente“.

ESCLUSIVO PER MAILONLINE: IL COMMENTO DEL DOTTOR MALHOTRA

[Tutto il resto dell’articolo riporta per esteso il commento del dottor Malhotra, ma alcune parti erano state già trascritte nell’articolo precedente, per questo ci limitiamo a tradurre le parti nuove. NdT] Alcune settimane fa parlavo alla conferenza annuale della British Association of Physicians of Indian Origin a Birmingham. Tra gli altri presenti al convegno c’era il presidente del Royal College of General Practitioners, presidente del BMA e amministratore delegato del sistema sanitario inglese, Simon Stevens. Nel mio discorso ho avvertito delle molte cose che mi preoccupano riguardo le condizioni della medicina contemporanea. In breve ho menzionato:
- Una distorsione nel finanziamento alle ricerche – che vengono finanziate perché si presume siano redditizie, anziché per i benefici ai pazienti;
- Una distorsione nella propensione a pubblicare gli studi da parte delle riviste scientifiche di ambito medico;
- Il conflitto d’interesse commeriale e l’incapacità di medici e pazienti di capire le statistiche sanitarie e i rischi.

Tutte queste cose stanno contribuendo a un’epidemia di medici e pazienti disinformati nel Regno Unito e oltre. Ma, cosa più preoccupante di tutte, questa disperata situazione sta costando decine di migliaia di vite umane in tutto il mondo. Oltre a questo, sta causando inutili sofferenze a milioni di persone e costando miliardi alle economie nazionali.
Alcuni mesi fa il direttore medico del sistema sanitario inglese, Sir Bruce Keogh, ha ammesso che un trattamento sanitario ogni sette – incluse le operazioni chirurgiche – sono inutili e non dovrebbero essere condotte sui pazienti. Negli USA si stima che un’attività sanitaria ogni tre non porti alcun beneficio ai pazienti. Ciò è sostenuto anche dall’argomento dell’ex editor del New England Journal of Medicine, la dottoressa Marcia Angell. In una conferenza del 2009 presso l’Università del Montana, la Angell ha affermato che delle 667 nuove medicine approvate dalla Food and Drug Administration tra il 2000 e il 2007, solo l’11 percento erano effettivamente delle innovazioni o dei miglioramenti rispetto ai farmaci già esistenti. I tre quarti erano essenzialmente delle semplici copie dei vecchi farmaci.

RIEMPIRE LE TASCHE DELL’INDUSTRIA FARMACEUTICA

Dato che la preoccupazione fondamentale delle case farmaceutiche è quella di fornire profitti agli azionisti – non certo di curare la salute dei pazienti – questo stato di cose non è affatto sorprendente. A parte l’enorme spreco di risorse finanziarie che deriva dal fatto di rilanciare la stessa medicina due volte – e dunque spendere il doppio in pubblicità e marketing rispetto a quanto si spenda in ricerca e sviluppo – quello che ci preoccupa di più è l’enorme danno che viene fatto ai pazienti. La Food and Drug Administration riporta che gli effetti negativi causati dalle medicine prescritte sono più che triplicati negli ultimi dieci anni negli Stati Uniti. Ciò ha implicato oltre 123.000 morti nel 2014 e 800.000 casi di gravi conseguenze sulla salute – tra cui ricoveri ospedalieri e disabilità con pericolo di vita. Ma anche questa è probabilmente una stima al ribasso. Una persona che da tempo è esplicita sui pericoli delle medicine moderne è Peter Gotzsche, professore di progettazione e analisi della ricerca all’Università di Copenhagen. Gotzsche stima che la prescrizione di medicinali sia la terza maggiore causa di morte dopo le malattie cardiache e il cancro. In particolare, è profondamente preoccupato per l’impatto delle medicine psichiatriche, tra cui farmaci antidepressivi e antidemenza. In un articolo per il BMJ, ha calcolato che questi farmaci siano responsabili di oltre mezzo milione di morti avvenute tra gli over-65 negli Stati Uniti e in Europa. Questo è dovuto ai suicidi ma anche all’eccessivo trattamento dei pazienti e agli effetti collaterali. Sono gli anziani ad essere maggiormente a rischio di sindrome polifarmaco – quella che si verifica quando il paziente prende molte medicine diverse contemporaneamente.

PAZIENTI GONFIATI DI PILLOLE

Il problema della sindrome polifarmaco è che più farmaci prendi, e più è probabile che presenti qualcuno degli effetti collaterali, che potrebbe essere poi interpretato dal medico o dall’infermiere come sintomo di una malattia per la quale servono ulteriori medicine. Ho perso il conto dei pazienti anziani che ho dovuto trattare per eccesso di cure mediche, inclusi casi in cui ai pazienti venivano fatti prendere tre o quattro farmaci per la pressione sanguigna, che gli davano le vertigini al punto che non stavano più in piedi. È un circolo vizioso, e costa vite umane ogni anno. Gli anziani sono particolarmente vulnerabili alla sindrome polifarmaco, e un ricovero ospedaliero su tre fra gli over-75 è la conseguenza delle reazioni negative dei farmaci. Molti pazienti cadono e si causano delle fratture a causa degli effetti collaterali dei farmaci, e un quarto di questi casi porta alla morte. Ma la cosa più inquietante è che il professor Gotzsche afferma che il comportamento dell’industria farmaceutica, per quanto riguarda l’eccessiva prescrizione di farmaci, soddisfa i criteri per definire la “criminalità organizzata” secondo la legge statunitense. Tra il 2007 e il 2012 la maggior parte delle dieci più grandi case farmaceutiche sono state multate per diversi reati tra cui pubblicità finalizzata a divulgare l’uso di farmaci al di fuori del loro uso terapeutico, rappresentazione fuorviante dei risultati della ricerca, e occultamento dei dati sui danni collaterali. Ma in quale misura le multe agiscano effettivamente da deterrente è più che discutibile, poiché la motivazione principale è sempre e comunque il profitto. Nel 2012 la Glaxo Smith Kline ha ricevuto una multa da 3 miliardi di dollari – la più grande della storia del sistema sanitario USA – per marketing illegale di diversi farmaci, tra cui antidepressivi, antidiabetogeni, e un antiepilettico. Eppure, nel periodo in cui è durato il processo, la Glaxo ha accumulato profitti per oltre 25 miliardi di dollari dalla sola vendita di questi stessi farmaci. Le riviste mediche e i media possono essere manipolati non solo come mezzi di marketing per l’industria, ma anche per diventare complici nel silenziare tutti quelli che chiedono maggiore trasparenza e un esame più indipendente dei dati scientifici.
Consideriamo di seguito un articolo scientifico pubblicato sul Medical Journal of Australia (MJA) lo scorso giugno.

NON SAPPIAMO LA VERITÀ SULLE STATINE

Questo articolo afferma che un programma condotto nel 2013 – che metteva in discussione i benefici della prescrizione delle statine a coloro che hanno un moderato rischio di attacco cardiaco – può aver portato fino a 2900 persone a soffrire di un attacco di cuore o alla morte a seguito dell’interruzione del trattamento. Mi è stato chiesto di andare in onda su ABC News Austrialia per discutere questo fatto, ma sfortunatamente la mia intervista è stata cancellata appena 30 minuti prima. Se avessi avuto l’opportunità, avrei detto come la penso – e cioè che l’articolo non fornisce alcuna solida evidenza dell’aumento dei ricoveri ospedalieri o delle morti dei pazienti. Al contrario, il documentario sotto accusa è uno dei migliori pezzi di giornalismo medico che io abbia visto in tempi recenti. Questa idea è condivisa dal vicepresidente della Facoltà di Scienze della Salute, il professor Simon Capewell, che ha descritto il documentario come “informativo, trasparente, e che solleva legittimi dubbi”. Come abbiamo fatto notare entrambi in un editoriale pubblicato due settimane fa nella rivista medica BMC Medicine, studi condotti sulla popolazione comune mostrano che quasi il 75 percento dei nuovi utenti smette di assumere statine entro un anno dalla prescrizione, e il 62 percento motiva la propria scelta sulla base di un effetto collaterale. In effetti l’evidenza che sta emergendo suggerisce che, nel migliore dei casi, i benefici delle statine sono stati grossolanamente esagerati, e gli effetti collaterali trascurati. Nelle ultime settimane, due gruppi di ricerca indipendenti in Giappone e in Francia hanno messo in discussione l’affidabilità di molti dei precedenti studi, sponsorizzati dall’industria farmaceutica, che sostenevano i benefici delle statine. In effetti la ricerca giapponese si è spinta al punto di suggerire che le statine siano una delle cause dell’aumento dei casi di insufficienza cardiaca nella popolazione. Nel frattempo il noto cardiologo francese Michel De Lorgeril ha affermato che tutti gli studi pubblicati dopo il 2006 “non mostrano alcun beneficio” delle statine per la prevenzione del rischio cardiovascolare, in nessuno dei gruppi di pazienti. Sono perfettamente d’accordo con lui nel chiedere una completa rivalutazione delle statine tramite studi empirici, e fino ad allora “i medici devono essere consapevoli che le attuali asserzioni sull’efficacia e la sicurezza delle statine non sono basate sull’evidenza”.
Dobbiamo anche chiedere che la Clinical Trial Service Unit dell’Università di Oxford ci dia i dati grezzi raccolti sull’uso delle statine per condurre un esame indipendente. Si tratta di questi studi scientifici finanziati dall’industria che hanno portato alla prescrizione delle statine a milioni di persone nel mondo, costruendo un’industria multi-miliardaria.

FARMACI NON ALL’ALTEZZA DELLA LORO CAMPAGNA PUBBLICITARIA

Ma torniamo alla visione d’insieme. Sono passati poco più di dieci anni da quando John Iannidis, professore di medicina e politiche della salute all’Università di Stanford, ha pubblicato un articolo fondamentale che spiegava perché la maggior parte degli studi medici pubblicati sono probabilmente falsi. Ma non si tratta solo di studi con un cattivo disegno sperimentale, o le cui statistiche sono state manipolate. Lo studioso si è spinto a dire che “più è grande l’interesse finanziario in un dato campo, meno è probabile che i risultati della ricerca siano veri”. Sfortunatamente ci sono stati numerosi esempi recenti che mettono in luce come le autorità deputate a sorvegliare sulla nostra salute, come NICE e MHRA, sono male attrezzate per affrontare questi problemi. O meglio, come l’ex presidente del Royal College of Physicians, sir Richard Thompson, mi ha detto “sono parte del problema più che parte della soluzione“. NICE è stato chiamato in causa quando molti importanti medici, tra cui Thompson, hanno scritto alla Segreteria di Stato per la Salute sollevando grosse preoccupazioni sull’imparzialità del gruppo che sviluppava le linee guida per l’uso delle statine, spiegando che 8 su 12 membri dichiaravano collegamenti con le industrie farmaceutiche che producevano le statine stesse e altri farmaci collegati.
Nell’aprile 2014 degli scienziati indipendenti della Cochrane Collaboration – considerato il corpo scientifico più importante e indipendente – ha concluso che la Gran Bretagna stava sprecando oltre 500 milioni di sterline nell’acquisto di Tamiflu, il farmaco anti-influenza. Dopo avere avuto accesso ai dati clinici che venivano prima trattenuti, la Cochrane Collaboration ha trovato che Tamiflu non era meglio del comune paracetamolo nell’alleviare i sintomi dell’influenza, e aveva degli effetti collaterali potenzialmente gravi tra cui problemi renali e disturbi psichiatrici. NICE è stata criticata anche per non aver ottenuto il pieno accesso ai dati grezzi delle industrie farmaceutiche prima di dare la loro (frettolosa) approvazione. A quel tempo, però, era il produttore di farmaci Roche a dire di aver raccolto abbondanza di dati riguardo Tamiflu. Nel frattempo un’indagine di BMJ ha rivelato che il dispositivo per il test di coagulazione del sangue usato in uno studio pubblicato dal New England Journal of Medicine era truccato, e forniva dati indebitamente bassi sulla fluidificazione del sangue rispetto al farmaco di confronto, il warfarin. Ciò ha “gettato dubbi sui risultati portati a sostegno dell’uso del farmaco anti-coagulante per via orale più venduto nel mondo, il Rivoroxaban“, scrive la rivista.
Certo, NICE non poteva sapere del dispositivo truccato, ma bisogna chiedersi quanto affidabili siano i suoi giudizi nel raccomandare l’uso di un certo farmaco basandosi su uno studio pubblicato dalla stessa casa farmaceutica che lo vende, quando ora si sta parlando di ritirare quell’articolo dalla pubblicazione.

ABBIAMO BISOGNO DI UN’INCHIESTA PUBBLICA

Il fatto che le prescrizioni siano al massimo storico assoluto, con oltre un miliardo di medicinali prescritti ogni anni – numero che è raddoppiato nell’ultimo decennio – dovrebbe essere visto esso stesso come segno della crisi nella sanità pubblica. Ora, quando viene da me un paziente e mi riporta dei nuovi sintomi, la prima cosa che mi chiedo è se questi possano essere l’effetto collaterale di qualche farmaco. Il sistema è marcio e non si può aggiustare solamente gettando altri soldi in pasto all’avidità delle aziende farmaceutiche e ai sistematici fallimenti politici che hanno messo in ginocchio il sistema sanitario nazionale. Senza la piena trasparenza e responsabilità, nessun medico può fornire ciò che tutti noi abbiamo imparato faticando a lungo nelle scuole mediche, e ciò a cui i nostri cuori e le nostre anime dovrebbero tendere – cioè fornire la migliore cura possibile per i nostri pazienti. La scorsa settimana, rispondendo a una serie di recenti scandali, inclusa l’incapacità delle istituzioni e delle università britanniche di impedire le cattive pratiche di ricerca scientifica – l’ex Editor di BMJ, Richard Smith, ha scritto: “c’è qualcosa di marcio nello stato di cose della medicina britannica, qualcosa di marcio da molto tempo“. Per amore della nostra futura salute e della sostenibilità del sistema sanitario nazionale, è tempo di intraprendere una vera azione collettiva contro la tendenza all’eccesso dei farmaci. Possiamo iniziare con la Commissione parlamentare per l’audizione pubblica, affinché lanci un’inchiesta pubblica sull’efficacia e la sicurezza delle medicine. Penso ci sia un grande scandalo di fondo, che potrebbe far apparire minuscolo lo scandalo del sistema sanitario del Mid Staffordshire – dove molti pazienti morirono a causa delle cattive cure mediche, secondo quanto concluso da un’inchiesta pubblica. La scienza medica ha preso una piega verso il buio. E solo la luce del sole potrà disinfettare questa situazione".
Anna Hodgekiss (Mailonline) e Ben Spencer (corrispondente medico del Daily Mail), 23 febbraio 2016 (traduzione Voci dall'estero)

6 Mar 2016, 11:23 | Scrivi | Commenti (155) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 155


Tags: cure, farmaci, industria farmaceutica, malati, medici, morti

Commenti

 

www.Gaivi.it il negozio IdroTermoSanitario a portata di Click

Gaivi si contraddistingue per la capacità di ascoltare e dare una risposta concreta alle esigenze di ogni singolo cliente in termini di prodotti e servizi offerti.

L'esperienza ci insegna che il prezzo da solo non basta: la nostra missione è darti il giusto mix di convenienza e servizio. La convenienza che ti proponiamo è il frutto della nostra costante ricerca di efficienza e di relazioni strette con le migliori marche sul mercato.

l'obbiettivo di Gaivi è di incrementare la vendita online e di raggiungere la propria clientela anche all'interno del cantiere qual'ora servissero articoli "idraulici" con tempistiche di reperibilità brevissime, un valore ad oggi giorno sempre più fondamentale per l'installatore.

Gaivi oltre a un servizio eccellente, ti dà la certezza di trovare prezzi altamente competitivi e una garanzia di assoluta trasparenza. I prezzi visualizzati online www.gaivi.it sono infatti già comprensivi dell'IVA e delle spese di consegna a casa tua. Quello che vedi è esattamente quanto dovrai pagare a conclusione del tuo acquisto!

Gaivi seleziona e continua a selezionare come suoi fornitori esclusivamente aziende italiane o europee, con il fine di proporre una gamma di prodotti di design e di alta qualità ad un prezzo competitivo.

Gaivi stipula accordi direttamente con aziende produttrici: la merce che acquistate da noi salta qualsiasi intermediario poiché compriamo sempre e solo direttamente dal produttore, proponendovi prezzi bassi per dei prodotti di qualità elevata.

Gaivi mette a disposizione dei propri clienti articoli prevalentemente in pronta consegna, inoltre la clientela potrà interfacciarsi con personale altamente qualificato con oltre 30 anni di esperienza, architetti per l'arredo bagno, ingegneri e periti per quanto riguarda la progettazione di impianti condizionamento e riscaldamento
Gaivi Voglia di Bagno http://www.gaivi.it/

Gaivi Voglia di Bagno, Treviso Commentatore certificato 15.03.16 11:38| 
 |
Rispondi al commento

sanità allo sbando

abiti da lavoro frediani 12.03.16 14:48| 
 |
Rispondi al commento

vorrei un contatto per avere informazioni su decisioni prese dal ministero della sanità contro farmaci omeopatici attaccati ,mi dicono, anche da Garattini decisioni, mi dicono,accettate dal movimento.per chiarezza vorrei delucidazioni.Un abbraccio a tutti .vostra grillina

paola guiducci 11.03.16 13:16| 
 |
Rispondi al commento

-Aziende Farmaceutiche di Stato
-Medici per Missione non per profitto
-Ospedali Pubblici e non Privati
-Sanità adeguata per tutti e non solo per chi ha i soldi

alcune delle "Etiche" in un mondo immaginario di bonta' che vorremmo tutti....

oggi vige la cattiveria - vige l'egoismo -
vige il maleficio - non c'è spazio per i sentimentalismi e l'ETICA....
...seppur dal medio evo qualche passo è stato fatto,,,

Spannando il bellissimo vetro colorato di questo Truman Show mondiale a cui ci siamo assuefatti (seppur visibile), aprendo le tende bellissime che ci separano dalla realtà vediamo morte e "violenza"....e l'unica cosa che sappiamo fare è richiuderle o ri-appannare il vetro

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.03.16 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Le industrie farmaceutiche naturalmente pensano al profitto, non ci vedo nulla di strano, non sono enti di beneficenza. Ma almeno i farmaci vengono testati scientificamente e funzionano. Il fatto che possano esserci errori (per cui un farmaco che si pensava efficace si scopre esserlo di meno, o avere effetti collaterali imprevisti) e qualche volta vere e proprie frodi non cambia il fatto generale. Ci sono invece quelle aziende che vendono acqua e zucchero a migliaia di euro al litro, eppure non vedo post contro le aziende omeopatiche...

Comunque: http://www.butac.it/beppe-grillo-daily-mail/

Fux 09.03.16 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Da decenni si sa che le malattie iatrogene sono ai primi posti fra le cause di morte. Ciò nonostante le persone meno avvedute fanno uso smodato di farmaci.

vincenza d. Commentatore certificato 08.03.16 20:29| 
 |
Rispondi al commento

solo il sistema sanitario è marcio?

gerryl 08.03.16 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Mia madre ha festeggiato i suoi 95 anni ballando e cantando. Conservo i video. Considerata da tutti una forza della natura, una donna che nonostante l'eta' conservava il suo fascino il dinamismo la lucidita' mentale e autonomia. Insomma, un fenomeno da studiare. In seguito ad una fibrillazione atriale il cardiologo le ha prescritto il rivaroxaban e alle mie perplessità esternate ha risposto che era un farmaco testato e ben tollerato. Dopo due settimane dall'assunzione, mia madre ha avuto un'emorragia celebrale ed e' morta. Tutti i medici che ho interpellato hanno discolpato il farmaco, sottolineando che l'eta' era quella... giusta per morire. E pensare che lo stesso cardiologo, prima della fibrillazione, ha sempre sostenuto che mia madre avrebbe superato il secolo. Non ho potuto intraprendere nessuna azione legale ma sono precipitata in uno stato d'ansia perché mi sento colpevole di averle somministrato il farmaco assassino.

Maria Antonietta Foliani 08.03.16 08:49| 
 |
Rispondi al commento

mi spiegate perché a tutti i vecchietti in certe regioni danno il cumadin ma proprio a tutti?

ci guadagna qualcuno o ne hanno veramente bisogno?

perché il cumadin sarà pure una sorta di idraulico liquido per le vene e le arterie ma alle lunghe non so se danneggia pure le tubature!

fisiognomico 08.03.16 01:43| 
 |
Rispondi al commento

Come se non bastasse, con la connivenza di stato, regioni e...chi più ne ha più ne metta, molte case farmaceutiche, qui da noi, stanno svuotando le confezioni di consistenti percentuali di unità (pillole o altro). Per cui, a ticket invariato, ciò costituisce ulteriore aggravio economico per l'assistito. E tutti tacciono, proprio come ai tempi della B...! Cambiano i suonatori ma la musica rimane la stessa.

loris cusano 07.03.16 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Molte persone, sono consapevoli dell'immenso giro di affari sulle medicine e sul fatto che moltissime siano inutili e addirittura dannose. Questo problema è discusso da molti anni.Invito chi legge questo commento di andare a vedere e documentarsi sugli studi del Professor Longo. Non è un ciarlatano ma è un ricercatore Italiano di fama mondiale e le sue scoperte,sono messe in pratica in notissimo ospedale tedesco e divulgate su riviste mediche di importanza mondiale.Non sto a spiegare di cosa si tratta,dico solo che sono un'alternativa per usare molti meno farmaci che oggi sono usati per malattie gravi.Sicuramente le case farmaceutiche, non saranno soddisfatte di cure che faranno impiegare meno farmaci ma questo si sapeva già.Gli affari sui farmaci sono una speculazione anti etica ,necessario istituire controlli seri che impediscano di lucrare sulla salute delle persone. Un caro saluto. Paolo buon.

paolo romanello 07.03.16 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con molto interesse il libro (in italiano) THE CHINA STUDY dove il dott. Campbell ha fatto uno studio, lungo 27 anni, sull'effetto dell'alimentazione sulle malattie.
Senza farla lunga, mangiate max il 10% di proteine animali, evitate il latte (fatto dalla natura per i vitelli) e mangiate sopratutto cereali, legumi frutta e verdura.
Io lo faccio da un anno e mi trovo bene.

Salvatore 07.03.16 20:51| 
 |
Rispondi al commento

NOI CHIEDIAMO:
- di arrestare tutti i politici corrotti , di allontanare dai pubblici uffici tutti quelli condannati in via definitiva o che patteggiano perché in EUROPA tutti lo fanno, o si dimettono da soli per evitare imbarazzanti figure.
NOI CHIEDIAMO
-di dimezzare il numero di parlamentari perche´ in EUROPA nessun paese ha cosi´tanti politici !!
NOI CHIEDIAMO
- di diminuire in modo drastico gli stipendi e i privilegi a parlamentari e senatori, perché in EUROPA nessuno guadagna come loro.
NOI CHIEDIAMO
- di poter esercitare il "mestiere" di politico al massimo per 2 legislature come in EUROPA tutti fanno !!
NOI CHIEDIAMO
- di mettere un tetto massimo all´importo delle pensioni erogate dallo stato (anche retroattive), max. 5.000, 00 euro al mese di chiunque, politici e non, poiche´ in EUROPA nessuno percepisce 15/20 oppure 93.256,00 euro al mese di pensione come avviene in ITALIA per gli ex dirigenti di stato.
Il 10% del costo delle pensioni italiane appartiene a questi soggetti.
NOI CHIEDIAMO
- di far pagare i medicinali visite specialistiche e cure mediche ai familiari dei politici poiche´ in EUROPA nessun familiare dei politici ne usufruisce come avviene invece in ITALIA dove con la scusa dell´immagine vengono addirittura messi a carico dello stato anche gli interventi di chirurgia estetica, cure Balneotermali ed elioterapioche dei familiari dei nostri politici !!
CARI MINISTRI
- avete votato unanime l'aumento del 300% dei vs rimborsi spese, portandolo a 150.000,00 euro annui oltre ai 19.600,00 euro di stipendio mensile che vi paghiamo.

- non ci paragonate alla GERMANIA dove non si pagano le autostrade, i libri di testo per le scuole sono a carico dello stato sino al 18° anno d´eta´, il 90 % degli gli asili e nido sono aziendali e gratuiti e non ti chiedono 400/450 euro come gli asili statali italiani !!

IN FRANCIA
- le donne possono evitare di andare a lavorare part time per racimolare qualche soldo indispensabile in

grace 07.03.16 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Fate attenzione alla necessità opposta: mentre l'anticoaugulante citato è estremamente costoso farmaci come le statine sono tutte a brevetto scaduto e di nessun interesse per le ditte farmaceutiche. Hanno costi bassissimi e si trovano come farmaci generici. Riguardo le statine in particolare direi sono forse i farmaci più studiati in assoluto a partire dallo studio 4S risalente ormai a 25 anni fa. Diciamo invece che il Liberismo ha distrutto gli stati e le loro capacità economiche di dare servizi. Ho suggerito nei programmi dei 5 stelle che lo stato si facesse carico della produzione delle molecole e dei farmaci a brevetto scaduto. Ogni giorno scompaiono farmaci che non rendono più economicamente al privato. Questa è una emergenza che viene nascosta. Quando invece si attacca un farmaco a brevetto scaduto che ha ridotto gli eventi cardiovascolari del 40% c'è da chiedersi chi ci guadagna. Attenzione a dare voce a notizie di scarso valore.

gianni pivetta 07.03.16 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma vi prego!!! il DAILY MAIL!!!!! Ma sapete che giornale è? È il giornale britannico della fuffa, le "meglio stronzate" le pubblicano loro.
VI PREGO! Se vogliamo andare al governo bisogna mantenere serietà e credibilità. Eliminate il Daily Mail dall'elenco di siti che consultate e non ripubblicate le loro notizie, non affidatevi ciecamente alle cazzate che scrivono.

Christian Z. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.03.16 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E per quale motivo le aziende farmaceutiche dovrebbero smettere di uccidere?
Moral suasion?

Senza punizione adeguata il crimine non si riduce ma aumenta:
se corrompere ricercatori è esente da condanne e se le ricerche diffondono informazioni false causando morti senza accuse di omicidio allora il problema può solo ingigantirsi.

I dotti che diffondono volontariamente informazioni false per tornaconto personale sono legalmente imputabili di truffa, ma con tutte le balle che raccontano non ne ho mai visto uno finire dietro la sbarra (il caso più eclatante per me rimane il presunto effetto serra, totalmente falso e nemmeno un indagato).
Anche quando non esistono documenti o pubblicazioni ufficiali riconosciuti dalla comunità scientifica esistono sempre un'infinità di giornalisti "scientifici" che per arrotondare divulgano stupidaggini, anche in televisione!
Perché limitarsi a mentire solo in politica quando lo si può fare su tutto senza alcuna denuncia penale?

Insomma se in televisione ci propinano gli astrologi e persone vestite in modo strano che dicono di agire per conto di Dio allora il passo verso immondizia mediatica è breve.
Io starei ancora aspettando di sapere come non pagare il canone ma finché non vedono arrivare una bella fiaccolata con forconi quelli non si svegliano...

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.03.16 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna stare attenti a pensare che non ridurre o addirittura aumentare la spesa sanitaria porti a un maggiore benessere o una aspettativa di vita più lunga. Oggi, per chi vuol vedere la realtà e non narrazioni interessate (come quelle che, con tanto di “statistiche” dimostrano che il nostro SSN è il tra i migliori del mondo, come il sistema bancario, la costituzione, i controlli sull'ambiente e sul cibo...) sa che il sistema è incredibilmente ipertrofico, costoso, inefficiente, pericoloso per la salute degli italiani. Certo genera PIL, centri di potere, posti di lavoro, sofferenza (ci si guadagna più facilmente il Paradiso) e quant'altro. Puntando alla prevenzione, all'educazione nella scuola primaria, ad un ambiente ed un cibo di buona qualità, ad una vita degna, la spesa sanitaria si potrebbe tranquillamente almeno dimezzare. Per questo sistema sanitario qualunque avanzamento nei sistemi di prevenzione e cura che annulli o riduca la degenza, la necessità di operazioni e di medicinali, magari da prendere tutta la vita, è un nemico mortale. In più quello relativo alle apparecchiature di diagnosi e cura sembra essere l'unico settore ad alta tecnologia che non beneficia quasi per niente dei crolli dei costi tipici degli altri settori hi-tech.
Cordiali saluti

Enzo Rossi 07.03.16 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Sfascia Italia. ..
http://www.corriere.it/cronache/16_marzo_07/appalti-corruzione-finisce-carcere-sindaco-maddaloni-3c804246-e430-11e5-9e78-e03cf324c1ba.shtml?refresh_ce-cp

Incasnero 07.03.16 10:39| 
 |
Rispondi al commento

ero entrato per spiegare i motivi della durata moltisecolare della repubblica veneziana ma.......andatevela a cercare da soli.fatelo.forse imparerete qualcosa di utile.vi dò una sola indicazione:venezia era un grande potenza navale commenciale.all'occorrenza quelle stesse navi si trasformavano in navi militari.navi da guerra.va be


.adesso ANDATE A STUDIARE.


http://www.piovegovernoladro.info/2016/03/06/roma-flop-delle-primarie-pd-alle-18-votanti-35-40mila-nel-2013-102-mila-persone/

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 07.03.16 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Quello che dovrebbe essere portato all'attenzione delle autorità preposte è l'invalsa abitudine, da alcuni anni soltanto, di dare medicine che devono essere prese per tutta la vita o quasi. Ormai anche i nomi più famosi della medicina, specie cardiologi, ricettano medicine per la pressione o perfino per il mal di testa da prendere per tutta la vita. Poi ci sono i 'furbetti del pillolino', che producono i famosi 'equivalenti' che però hanno meno principio attivo degli originali. Questi fabbricanti, ditte in continua espansione, probabilmente fanno più danni di quelli che già aveva prima il paziente. Naturalmente il problema si dovrebbe curare nelle scuole di formazione dei medici, insegnandoli più onesta e meno avidità.
Col ministro della salute che abbiamo non c'è proprio da sperare in miglioramenti, anzi...
Distinti saluti/Franco-Milano+

francesco Di matteo, Milano Commentatore certificato 07.03.16 09:53| 
 |
Rispondi al commento

scandaloso
ma non "sorprendente"
i magnate delle industrie farmaceutiche,
i grandi poteri mondiali
con l'appoggio dei criminali
speculano indefessi sulla salute della povera gente

il.sole *, roma Commentatore certificato 07.03.16 09:52| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10208372637384384&set=a.10202578524335179.1073741828.1558700494&type=3

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 07.03.16 09:42| 
 |
Rispondi al commento

OT

Orfini

"" In un'ora abbiamo fatto più votanti che il M***** ""

Ma mi domando

alla fine della giornata quanti voti in meno avete preso Orfini il 50%

anche tu come il tuo padrone il parolaio spari balle a casaccio

saluti ai monelli del blog

old dog 07.03.16 09:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il vostro capo è stupido? tutto quello che c’è da sapere sul vostro capo http://www.montemesolaonline.it/capo-stupido.html

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 07.03.16 09:26| 
 |
Rispondi al commento

varipakkis insiste......

http://vocidallestero.it/2016/03/04/movimento-per-la-democrazia-in-europa-a-cosa-servono-gli-stati-uniti-deuropa/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.03.16 09:18| 
 |
Rispondi al commento

un'analisi

https://thejokerit.wordpress.com/2014/10/12/perche-il-referendum-sulleuro-di-grillo-e-unenorme-puttanata/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.03.16 09:12| 
 |
Rispondi al commento

piano piano qualcuno arriva al dunque

http://thinkingaloud.aberdeen-asset.it/it/thinkingaloudit/the-bigger-picture/se-politica-monetaria-e-fiscale-si-rimettessero#utm_medium=social&utm_source=twitter&utm_campaign=thinking%20aloud%20content%20marketing_italy_italian&utm_content=sponsored

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.03.16 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Tipico post populista che manca di assoluta obiettivita´.
Se e´chiaro che chi produce farmaci cerca di avere il massimo profitto, perche´non fa il suo mestiere per salvare l´umanita´, ma per il suo personale profitto, e´anche chiaro che i primi responsabili sono coloro che abusano di farmaci.
E´infatti prassi comune "risolvere" ogni situazione con una "pillola".
Anzi si conduce una vita sregolata, si abusa di cibo, di sigarette, si vive in un ambiente avvelenato da onde elettromagnetiche e poi si cerca la soluzione ad ogni male in una pillola.
I medici sono diventati "prescrittori" magari anche per telefono, senza neppure visitare il paziente.
Quante analisi (peraltro dannose tanto quanto i farmaci) potrebbero essere evitate, quante pillole risparmiate, se si vivesse una vita piu´sana e se si cercasse di risolvere i problemi semplicemente aspettando che il corpo li risolva sa solo?

Patrizia 07.03.16 08:48| 
 |
Rispondi al commento

...ma leggiamoci una buona volta il foglietto illustrativo degli psicofarmaci che danno alla nonna "per tirarsi su" o alla cognata per dimagrire od al nipote perché la fidanzata l'ha mollato... sono PERICOLOSI, e non possiamo dire che non ce l'avevano detto...

Maurizio Rudari 07.03.16 07:21| 
 |
Rispondi al commento

è pazzesco, tutti concentrati sulle email spiate da Grillo e Casaleggio mentre gli americani spiano indistintamente tutti i leaders politici e le industrie tecnologiche europee a loro saputa, Berlusconi e Renzi compreso, e nessuno ha niente da ridire? ma in che paese viviamo?

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 07.03.16 00:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Articolo agghiacciante ed allarmante; bisognerebbe che la gente cercasse di informarsi, su questo come su altri argomenti importanti, nei posti giusti(il blog è uno di questi)
E' poi emblematico(oltre che criminale) il fatto che molte di queste industrie, oltre ai farmaci, producano anche fitofarmaci, pardon pesticidi, che inquinano terreni e falde acquifere e faranno ammalare le persone dell'attuale e delle future generazioni.
Gente svegliatevi!!!
L'unico modo per fermare questi mostri, è quello di boicottarli non acquistando i loro prodotti!!!

Luciano R. Commentatore certificato 07.03.16 00:17| 
 |
Rispondi al commento

Se la cultura di andare dallo psicologo fosse leggermente più diffusa tra le persone cose come gli psicofarmaci sarebbero comprate un buon 80% in meno e molte malattie psicosomatiche gastrointestinali o muscolo scheletriche avrebbero una vera soluzione piuttosto che essere presenti nella vita dei pazienti per anni, con le relativa spesa in prodotti farmaceutici. www.airone.psicologia.one

Francesco Giorico 07.03.16 00:09| 
 |
Rispondi al commento

meglio lo stato o il privato

http://www.maurizioblondet.it/3715-2/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 07.03.16 00:05| 
 |
Rispondi al commento

Minchia che post luuuungo... sembra proprio il 'bugiardino' di una scatola di supposte.
Lo leggi lo leggi.... ma sempre lì te le devi mettere...

Pillolo 06.03.16 23:52| 
 |
Rispondi al commento

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207685530929840&set=pcb.586627931487670&type=3&relevant_count=3

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 06.03.16 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BERLUSCONI IN GALERA SUBITO!!!

BERLUSCONI E TUTTA LA SUA BANDA COMPRESO IL PD HANNO RUBATO DAPPERTUTTO, HANNO CORROTTO, HANNO EVASO E FRODATO IL FISCO, HANNO FATTO RICATTI , SONO DEI MAFIOSI CHE HANNO ROVINATO E DISTRUTTO E TUTTORA STANNO ROVINANDO E DISTRUGGENDO IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA ANCHE CON L’AIUTO DELLA INFAME MASSONERIA DEVIATA P2, P3, P4 ECC. E DEGLI INFAMI SERVIZI SEGRETI DEVIATI!!!

ORA TUTTI QUESTI INFAMI FARABUTTI DEVONO ASSOLUTAMENTE RESTITUIRE CON LE BUONE O CON LE CATTIVE MANIERE TUTTO IL MALLOPPO CHE HANNO RUBATO COMPRESI GLI INTERESSI, POI DEVONO PAGARE TUTTI I DANNI CHE HANNO CAUSATO ED INFINE DEVONO ESSERE PROCESSATI SUBITO PER DIRETTISSIMA E BUTTATI TUTTI IN GALERA AL CARCERE DURO COME SI MERITANO PER TUTTA LA VITA!!!

QUESTO DOBBIAMO FARE SUBITO SE VOGLIAMO SALVARE IL NOSTRO POVERO PAESE ITALIA E TUTTI GLI ITALIANI PER BENE!!!

GRAZIE E CORDIALI SALUTI.

Rinaldin Franco 06.03.16 23:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

macche' ce stanno i bannatori pddini stasera?
hanno fatto spari' un commento sulle "primarie" del partito de...................... merda

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 06.03.16 23:05| 
 |
Rispondi al commento

per genitori:

https://leggereimprecisionineitestiscolastici.wordpress.com/2016/03/06/13-milioni-di-km%C2%B2-di-conquista-sanguinosa-vestita-da-pacifica-tolleranza/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.03.16 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Ormai sono troppe le notizie e certificazioni che evidenziano quanto sia l'industria del farmaco che crea le malattie. Ma dove sta lei prof. Garattini che tanto ho stimato e seguito. Per una volta, a meno che io non mi sbagli, vuole sbottonarsi e parlare come uno che ha incontrato e conosciuto la conversione del cuore? Ma quante ne saprà lei di cose? Di intrugli che hanno fatto anche a sua insaputa. Lei è una bella persona e allora, con tutto rispetto per la sua età, se illustri e rispettabilissimi come lei rimangono nel silenzio e non insegnano alle nuove generazioni che deve vincere l'industria della salute e non quella del farmaco malato: dove andremo a finire?

alberto scavella 06.03.16 22:45| 
 |
Rispondi al commento

buona notte ai monelli del blog

old dog 06.03.16 22:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Governo ed il PD dicono spesso molte brutte parole contro il M5S, Berlusconi ha detto addirittura che se vincesse il M5S sarebbe una vera catastroife per l'Italia e purtroppo vedo che tutti gli appatenenti al M5S tacciono specialmente i capi ed i pezzi grossi del M5S!!!
Berlusconi si potrebbe anche denunciare e magari farlo sbattere in galera dato che non ha più la immunità parlamentare ma al governo specialmente i pezzi grossi devono REPLICARE E RIBATTERE SEMPRE CON FORZA E DETERMINAZIONE ANCHE OLTRE IL CONSENTITO ALTRIMENTI NEL NOSTRO SILENZIO LA GENTE CHE GUARDA SOLO LA RAI TV CREDE CHE IL GOVERNO HA RAGIONE E CRE CHE NOI SIAMO DEGLI INCAPACI!!!
Allora con tutti questi parlamentari che abbiamo possibile che non ci sia qualcuno con gli attributi che possa rispondere ai vari nemici diffamatori del M5S???
Magari fate questo a rotazione cosi' vi dividete la resoonsabilità ma vi prego fatelo e magari tirate fuori il nostro famoso "VAFFANCULO"!!!.
Grazie e cordiali saluti.

Rinaldin Franco 06.03.16 22:17| 
 |
Rispondi al commento

quando viene approvato un farmaco che mette a rischio la nostra salute

è giusto che la comunità dei cittadini metta a rischio la vita di questi figuri

old dog 06.03.16 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Visto che la vita umana viene dopo gli introiti delle case farmaceutica

sarei favorevole alla pena di morte x i reati contro la comunità dei cittadini

saluti ai monelli del blog

old dog 06.03.16 22:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chissà se c'è qualche Poggiolini in giro??

saluti ai monelli del blog

old dog 06.03.16 22:07| 
 |
Rispondi al commento

'L'industria farmaceutica che sta uccidendo decine di migliaia di vite', sembra il titolo di un'enciclica di Papa per salvare gli spermatozoi dal braccio della morte dei penitenziari di mezzo mondo e continuare a scaricare la colpa sugli altri per non notare la trave nel proprio occhio. L'unica consolazione e' che uccide anche decine di migliaia di fottuti cattopedo grazie al cielo (nel senso di cosmo ovviamente).

socket 06.03.16 21:36| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

La privacy di ogni portavoce del M5S deve riguardare solo e esclusivamete la sua vita privata, quello che riguarda la sua attività politica deve essere totalmente online, totalmente!

#TuttoInRete

Fine O.T.

Buona sera Bloghhe ;)


Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.03.16 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando noi cittadini avremmo vinto la pretesa, tramite voto democratico e aggiungo V dittatura Eu, che il ministro della salute per legge fa si che la cassa mutua si prende a carico le spese dei pazienti che credono di farsi curare con metodo NATURALE, come per esempio:

http://www.veja.it/2012/09/28/dott-ivo-bianchi-ecco-perche-preferisco-le-piante-ai-farmaci/
drhittich.com/

ricordiamo come si sono comportati contro il Prf. Die Bella.
Ciao. Non siate polli, come Vi chiama Paolo Barnard, e seguite il Prof. Ioppolo Ferdinando.

Nando M. Commentatore certificato 06.03.16 21:22| 
 |
Rispondi al commento

ot

22 febbraio 2015

"L'Italia ha un servizio di intelligence che non è come la Cia ma in Libia siamo i numeri uno". Matteo Renzi, ospite a "In mezz'ora" ....

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Renzi-Libia-siamo-in-grado-intervenire-serve-tranquillita-ef44b171-500e-47f4-8a31-e23986034fd7.html


parla troppo e non si risente, nel senso di riascoltarsi ...ma anche.... :)

pabblo 06.03.16 21:08| 
 |
Rispondi al commento

No caro paolino erre, voglio semplicemente dire che voi cattolici siete troppo culattoni raccomandati e capre.


Ho visto le file ai gazebo delle primarie del Pd di Roma... Il più giovane aveva 50 anni.... Hanno paura di perdere le pensioni se non votano Pd?... E poi siamo sicuri che erano tutti del Pd? Tutti romani di Roma?

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 06.03.16 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

primarie piddì 2013

""Dei presunti brogli, oggi pomeriggio, durante la conferenza stampa di presentazione della sua candidatura a sindaco di Roma per il centrosinistra, ha parlato anche Ignazio Marino, ironizzando sui numeri. "I rom a Roma sono 7000, compresi i bambini, e a votare sono state 100.078 persone - ha detto - e poi chi ritiene un flop l'affluenza alle urne avrebbe dovuto farlo anche per i 533 voti del candidato del M5S".""

primarie piddì 2016

secondo il fatto alle diciotto di oggi a roma hanno votato alle cosidette primarie,mi sembra più un mercatino :), un totale di circa trentamila uomini e donne ,di ogni razza religione e sopratutto, di ogni partito politico :).

2013 100078 2016 30mila... alle18:00. alla fine saranno 60mila?

il piddì....ancora ci credono...avranno un brutto risveglio in primavera..

pabblo 06.03.16 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la chiesa fosse piu' scientifica e meno esagerata la farmaceutica sarebbe piu' compassionevole e l'economia finalmente svolgerebbe il ruolo che le compete per il bene di tutti, non l'esatto contrario.


L'industria farmaceutica fa profitti dalle malattie non dal benessere come la troika fa profitti con la poverta' non con la ricchezza e la chiesa con l'infantilismo non con le scoperte.


buona sera blog e qui caffè a 5 stelle!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.03.16 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Toto di Milano
Tu sei un portavoce 5 stelle? Bella voce davvero.
Nota bene di quale organo umano riempi i tuoi discorsi

Dialettica e Diplomazia 06.03.16 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cavolo ma questi sono gufi anzi super gufi iper gufi
ma noi con la ministra bindi abbiamo risolto la problematica

siete indietro di 20 anni rispetto agli italiani
ma ne potete ancora parlare

penso che oramai sia troppo tardi
ce un giro di miliardi di dollari
la corruzione non puoi fermarla
neanche nei paesi luterani e anglicani
troppi soldi e interessi

se non e lo stato come istituzione che si ribella

noi in italia abbiamo il dottor piero mozzi
che queste cose le dice da 12 anni
solo con la dieta si fa a meno dei farmaci e dei dottori
basta alimentarsi secondo i gruppi sanguigni

ma la disonesta ovvero la potenza della corruzzione nasconde
l evidenza pratica di un medico che è in campo da 40 anni rivendica la sua pratica medica e i risultati

questo articolo averlo pubblicato qui sul blog conferma la posizione del mov contro le lobby e la corruzione
ed esistono percorsi di salute alternativi a questi proposti dalle multinazionali
ma ci vogliono persone degne di etica e istituzioni fatte da persone che abbiano questo problema a cuore
in italia siamo arrivati al punto che si sta svendendo il pubblico perché han rubato su tutto e le terapie proposte sono insostenibili
perché costose e garantiscono solo una cosa
ricchezza a quanti vogliono far fallire il sistema pubblico

cantava battiato povera italia
poveri noi
grazie a questi inglesi per aver acceso una fiammella e possa diventare un rogo e distruggere questo SISTEMA che e sempre gestito dalle solite persone,che qui vendono farmaci,poi ti vendono le armi,poi il cibo poi l acqua
dove ce da rubare e fare soldi li trovi,grazie alla corruzzione dei neo liberali di turno
che la regina Elisabetta possa campare ancora altri 100 anni

roberto vas 06.03.16 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'0.t. ma dato che è da un pò che non scrivo qui penso non me ne vorrete...

La cosa riguarda l' "utero in affitto"

Leggo dalla stampa la caciara che stanno facendo i cattolici (anche)del PD sulla questione:

"
139
Commenti
0


LinkedIn

0


Pinterest

ROMA - La componente cattolica del Pd ha depositato un emendamento all'articolo 5 del ddl Cirinnà sulle unioni civili a firma Gianpiero Dalla Zuanna, che riguarda "l'estensione della punibilità delle pratiche di maternità surrogata se realizzate all'estero da cittadini italiani".

La proposta prevede di aggiungere dopo l'articolo 5 della legge, quello che disciplina la stepchild adoption che "chiunque, al fine di accedere allo stato di madre o di padre, fruisce della pratica di surrogazione della maternità è punito con la reclusione da tre mesi a due anni e con una multa da 600 mila a un milione di euro. Chiunque organizza, favorisce o pubblicizza la pratica di surrogazione della maternità è punito con la reclusione da sei a dodici anni e con una multa da 600 mila a un milione di euro".

Ma perchè tutto sto casino per una 'pratica' che esiste dai tempi di Abramo?...

E infatti proprio la moglie di Abramo (ma certi politici che si dicono cattolici non sanno manco cos'è la Bibbia e si ergono a paladini di cose che Dio stesso ammette....)

Infatti la moglie di Abramo, Sara, essendo sterile disse a suo marito di dargli un figlio prendendo 'in affitto' l'utero di Agar una delle loro chiave...

Infatti la Bibbia dice:

Gen 16 Sarai, moglie di Abram, non gli aveva dato figli.
Avendo però una schiava egiziana chiamata Agar, Sarai disse ad Abram: «Ecco, il Signore mi ha impedito di aver prole;

UNISCITI alla mia schiava: forse DA LEI POTRO' AVERE FIGLI»(!!). Abram ascoltò la voce di Sarai. Così, Sarai, moglie di Abram, prese Agar l'egiziana, sua schiava e la diede in moglie ad Abram, suo marito. Egli si unì ad Agar, che restò incinta"

Più chiaro di così!...


Mio padre sta giusto valutando se iniziare una cura con il nuovo farmaco anticoagulante a base di rivoroxaban che dovrebbe sostituire il più noto (warfarin). Davvero non sappiamo se intraprendere questa nuova cura. Sarebbe utile aprire degli spazi in cui, chi adopera tali farmaci nuovi, racconti la propria esperienza positiva o negativa. Se aspettiamo solo la pubblicazione di studi onesti e certi....non so quanto tempo ci vorrà...

A 06.03.16 18:55| 
 |
Rispondi al commento

ot

""Renzi «presentatore» dalla D’Urso: il premier lancia Ivana Spagna
Il presidente del Consiglio ospite di Domenica Live e la conduttrice scherza: «Sei più bravo di me a fare questo lavoro»""

""Istat, oltre 4 milioni di persone in stato di «povertà assoluta» nel 2014""

mi auguro che questi 4milioni di poveri assoluti non abbiano una tivvù...

perchè vabbene essere poveri, ma essere anche presi per il ...giro...non sarebbe accettabile

pabblo 06.03.16 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Per avere un mondo migliore abbiamo bisogno di gente che renda migliore i nostri giorni, questo è solo l'inizio della fine.Ditemi,dove porterete i vostri soldi?

giovanni zecca 06.03.16 18:28| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE. FINALMENTE! ERA ORA!
Il sistema farmaceutico paga premi e viaggi di lusso con coperte (ragazze squillo) incluse, per SPINGERE certi farmaci. Fate idagini e vedrete cosa tutto ne verrà fuori. Sono peggio della Monsanto.

Franco Ghella 06.03.16 18:18| 
 |
Rispondi al commento

durante la notte vandali hanno danneggiato i gazebo delle primarie pd. Vedete che non tutti ce l'hanno con voi? Ma solo voi avete le manie di persecuzione

Mario Rossi 06.03.16 18:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nel 2002 con un eccessivo uso di "aulin" mio padre morì in seguito ad un ictus paralizzante.

mi pare che oggi questo aulin sia fuorilegge , ma non ancora in Italia.

tutto qui.

il resto è la nostra "buccia" (pelle) .


(...) Con l'avvento del nazismo la Bayer, come le altre maggiori aziende chimiche tedesche, divenne parte del conglomerato IG Farben. Durante la seconda guerra mondiale, la IG Farben sfruttò il lavoro in condizioni di schiavismo con fabbriche a ridosso dei vasti campi di concentramento tedeschi, di cui è particolarmente noto il campo di Mauthausen-Gusen. Alla IG Farben appartenevano il 42,5% delle aziende che producevano lo ZYKLON B un prodotto chimico usato nelle camera a gas di Auschwitz e di altri campi di sterminio. Alla fine della seconda guerra mondiale gli alleati smantellarono l'IG Farben e la Bayer riapparve come azienda autonoma. Il manager Bayer Fritz ter Meer, condannato a sette anni di reclusione dal tribunale di Norimberga, fu eletto capo del consiglio di sorveglianza nel 1956, dopo aver scontato la sua pena. (...)
Da Wikipedia.

I produttori di chimica e farmacologia, possono decidere della vita o della morte delle persone.

Io piuttosto me la prenderei con i MEDICI, i veri responsabili, che prescrivono i farmaci il più delle volte ignorandone gli effetti collaterali. Medici che ti rispondono: "se stai a leggere sui bugiardini non prendi più niente". Bene, allora non prendo più niente.

medici e farmacisti 06.03.16 17:43| 
 |
Rispondi al commento

La scoperta dell´acqua calda. Non solo é tutto vero e basta spostare lo sguardo dalla TV per rendersene conto, ma é molto peggio, purtroppo. Si sono giá tutti dimenticati, in Italia, di quella puntata di Report che scatenó il pandemonio e Barnard dovette dimettersi? ma poi basta andare a guardare la storia del cancro... Massimo Mazzucco fece un lavoro eccezionale a proposito. Perché personaggi come Dibella, Simonelli e molti altri vennero denigrati e derisi? Ma mi facciano il favore i sostenitori della medicina ufficiale! vadano a leggersi un pó di libri, che non siano i testi universitari. Ormai chi vuole capire puó, cé´internet, si possono comprare libri usato in qualsiasi lingua, in pochi mesi ci si puó fare una cultura che avrebbe richiesto anni alla vecchia generazione. Eppure siamo meno capaci di cogliere questa opportunitá. Perché?

Riccardo F., Londra Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.03.16 17:31| 
 |
Rispondi al commento

In Italia siamo tranquilli, il Governo la farà vedere alle Multinazionali del farmaco sostenuto dal Parlamento tutto e dalla stampa nazionale che se ne frega della pubblicità delle Ditte farmaceutiche.
Gli italiani sosterrano con forza le iniziative annunciate dalle Autorità competenti e, dopo una settimana, tutti si dimenticheranno di tutto.
Una novità? No, tutto come al solito.

giorgio peruffo Commentatore certificato 06.03.16 17:22| 
 |
Rispondi al commento

in questo momento "merda a gogo' " su canile 5...........

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 06.03.16 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che con questo post, il M5S abbia definitivamente posto una pietra tombale sul suo futuro politico. ( Chissà, forse, in fondo in fondo, era esattamente quello che i vertici volevano).

Sono un Medico e posso dire che l'industria farmaceutica ha salvato milioni di vite umane nel corso degli ultimi due 80 anni. Dalla scoperta della pennicillina nel 1929 da parte di Alexander Fleming, in poi, siamo riusciti a debellare praticamente tutte le infezioni batteriche ed a "tamponare" con i farmaci anti-virali, quelle da virus.

Titolare a caratteri cubitali "L'industria farmaceutica che sta uccidendo decine di migliaia di vite", facendo credere che il mostro è l'industria del farmaco è una mossa, a mio parere, meschina oltre che falsa.

Dr. Carlo P. 06.03.16 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si facessero degli adeguati accertamenti stile redditometro nei grumi di potere e malaffare rappresentati dalle centrali di acquisto ne vedremmo delle belle. Farmaci- sanità, libri di testo ecc ..
Poggiolìni non era solo, ha degli eredi.
Riguardo gli attacchi del foglio di carta igienica, prepariamoci a cose
peggiori. Già l'ebete rigettando il reddito di cittadinanza ha lanciato un messaggio velato: occhio che chi perde il lavoro so cz sua,anche se non fate una mazza il pd ti assicura il posto. Vedete voi cosa votare prossimamente.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 06.03.16 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Se c'e' del marcio nella medicina britannica figuriamoci in quella italiana. Sono i bankomat del farmaco, i medici di base, il nodo del problema perche' prescrivono chili di pillole e sono troppo spesso visitati dai " promotori farmaucetici ".

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.03.16 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro.

Nel link che allego c'è un ottimo sito che spega la dinamica dell'insorgenza del cancro. Appare anche semplice, come risulterebbe semplice uscirne fuori.

http://quantoequantaltro.blogspot.it/2012/11/alimentazione-e-salute-le-cause-del.html

RIPETO: DAL 1931!!!!
SI SI... CI TENGONO MOLTO ALLA NOSTRA SALUTE... SI SI!!!!

Liberty 06.03.16 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Quelli che si ri-rivendono l'anima al medico sono gli stessi che si sono prima venduti l'anima al prete e poi alle banche, le signore in gamba, mariti e nipoti non si lasciano abbindolare tanto facilmente dalle droghe medicinali, si informano. Il bisogno di farsi abbindolare, ipnotizzare da qualcuno con i paradisi artificiali e' molto piu' diffuso.

socket 06.03.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Il taglio stipendi dei cittadini eletti assieme ad una raccolta contributi volontari versati da amici del 5★ è meglio destinarli ad un potente studio legale nazionale che persegua questi delinquenti. È ora di finirla.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 06.03.16 14:54| 
 |
Rispondi al commento

La privatizzazione dei servizi (che DEVONO essere gestiti dallo Stato) sono la causa del vergognoso degrado in tutti i campi della nostra società. Quello che fa veramente orrore è il fatto che questi usurai (diventati ricchi togliendo agli altri quel che gli spetta) sono riusciti a rimbecillire l’intera società, bombardandoli di balle e ripetendo la litania sui difetti del Comunismo, della Monarchia, della Democrazia facendo credere di essere i santi benefattori dei popoli, quando ne sono gli assassini. Tramite quel loro terrificante sistema capitalistico, meglio definito “sistema criminale”, crocifiggono l’umanità intera.
Ma come si fa a credere che uno strozzino possa agire per il bene del prossimo? Quando mai un ladro entra in un appartamento per regalare qualcosa, non per rubare qualcosa? Ecco i capitalisti agiscono esattamente come i ladri, ma la colpa maggiore ce l’hanno quei governanti idioti o immorali, che agiscono come l’avessero comprata la nazione, invece di esserne gli amministratori a tempo determinato. Governi da buttare che si permettono di vendere le cose che dovevano salvaguardare. Un governo che invece di aumentare le ricchezze della propria nazione le svende, dovrebbe essere immediatamente fucilato per alto tradimento. Purtroppo è sempre la feccia ad occupare il Parlamento e mai i cervelli, altrimenti non si cederebbero ai privati criminali, i colossi statali e i beni di prima necessità quali la salute, l’alimentazione, il lavoro, la sovranità politica ed economica.
Ma di questo orrore la colpa è nostra che invece di dimostrare a questi criminali di avere i coglioni, dimostriamo invece di essere dei coglioni!

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 06.03.16 14:23| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Cortesemente, qualcuno saprebbe dirmi PERCHE' un governo dovrebbe essere motivato a portare avanti un'inchiesta pubblica sulla lobby delle case farmauceutiche e sull'effettiva utilità di tanti farmaci, quando GRAZIE a questi farmaci muoiono e moriranno centinaia di migliaia di vecchietti facendo risparmiare all'Inps tante belle pensioni minime in modo che ci siano fondi all'infinito per le pensioni d'oro dei politici presenti, passati e futuri????

Giulia Pedol 06.03.16 14:12| 
 |
Rispondi al commento

se toccano la casa ci ribelliamo....se toccano la scuola ci ribeliamo......se toccano gli stipendi ci ribelliamo.......se toccano le pensioni ci ribelliamo.......se toccano la sanità ci riblliamo.....se toccano i conti orrenti ci ibelliamo........se toccano..........ssssstttttttttt.magari stando allampanati davanti al pc non ve ne siete accorti ma,credetemi sulla parola:hanno già toccato tutto.........ciaoooooooo.

vito asaro 06.03.16 14:06| 
 |
Rispondi al commento

CANONE RAI

E' la tassa piu' odiata. La RAI e' il peggiore nepotistico costosissimo stipendificio. Bisogna battersi con ogni mezzo a favore di CANALI RAI CRIPTATI ed acquistabili soggettivamente a pagamento. E dare la massima risonanza di questa presa di posizione. NO RAI stracostosa e stracontro i cittadini. NO CANONE sui TELEVISORI.

tomi sonvene Commentatore certificato 06.03.16 13:59| 
 |
Rispondi al commento

il problema siamo noi,non loro.sappiamo benissimo che entro 20 anni saremo TUTTI ammalati di cancro.invece di reagire seriamnte che facciamo?viviamo sperando di scansarcela.nella speranza che si ammalino solo gli altri.che posso dire.se cosi stanno le cose:buona malattia tutti.

vito asaro 06.03.16 13:58| 
 |
Rispondi al commento

***** FILA AI SEGGI PER LE PRIMARIE PD *****

E Orfini ci piglia per il qlo: "Alle 9.30, dopo appena un'ora e mezza - ha poi aggiunto su Twitter - avevamo già superato i partecipanti alle consultazioni grilline". (HuffPost)

Secondo me sono tutte palle, spero che i MoVimenti locali stiano investigando.

pz 06.03.16 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il paradiso e la salute sono i 2 piu' grandi business.
Chi vuole venderti il paradiso a caro prezzo e chi vuole svenarsi per comperarlo. E chi vuole rovinarti altrettanto a carissimo prezzo e chi rivendica i diritti di essere rovinato. Le razze umane non impareranno mai a trovare dentro di se' le forze per affrontare i propri destini.
Dei e stregoni e...babbei, non finiranno MAI

tomi sonvene Commentatore certificato 06.03.16 13:50| 
 |
Rispondi al commento

caro movimento,comincio a preoccuparmi,questo governo lo vogliamo far cadere ?
salutoni….

Alessio ., lecco Commentatore certificato 06.03.16 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Le case farmaceutiche sono delle lobby che, insieme a quelle dei farmacisti, è il caso di dire, fanno soldi a palate sulla pelle degli esseri umani.

La chimica, nella stragrande maggioranza dei farmaci, salvo quelli salva-vita, non serve a nulla, quando addirittura è deleteria per la salute.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 06.03.16 13:14| 
 |
Rispondi al commento

SU 100 FARMACI 92 NON SERVONO A UN BENEMERITO CAZZO,SCUSATE L'ESPRESSIONE,MA È LA VERITÀ!!!!!!LADRI LEGALIZZATI,E SE SERVONO COSTANO UNA CIFRA.INFORMATEVI SUL GENERICO.

ANTONIO 52 06.03.16 13:09| 
 |
Rispondi al commento

***** SARA' IL GOVERNO M5S A SCEGLIERE I FARMACI ONESTI *****

pz 06.03.16 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Curarsi con la fitoterapia, mangiare veg e sperare che quando attraversi la strada sulle strisce, alla guida non ci sia un ubriaco o un drogato.

Riguardo poi all'aria che si respira, possibilmente, frequentare luoghi poco inquinati.

Tuttavia, se si pensa che nella vita di molti, ha inciso la frignero, risulta difficile capire come fare a vivere sani e a lungo!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 06.03.16 13:04| 
 |
Rispondi al commento

E' l'evoluzione del mercato della droga.

Ci sono un sacco di medicine gratis nei prati, basterebbe conoscerle un minimo, ma chi ha interesse ad insegnare quali siano?

fabrizio castellana Commentatore certificato 06.03.16 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Il farmaco che devo prendere per permettermi di non andare al bagno la notte si chiama Vesiker e il suo brevetto è scaduto nel 2015 ma. sorpresa delle sorprese, nel 2008 hanno aggiunto altri 3 anni magicamente e il brevetto scadrà il 2018. Nel marzo 2008 c'era Prodi mi fa piacere. Perché non abolire la legge per cortesia? Le pastiglie da 10 mg di principio attivo costano 50 euro!!!!! Si può eliminare il certificato di protezione supplementare? Non ha senso o giustificazione di esistere visto che se lo si elimina il prezzo passa a 1 euro e i soldi che hanno fatto fino ad adesso? Possibile che non gli basta?

Marco N., Baone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 06.03.16 12:52| 
 |
Rispondi al commento

una parte dell'industria farmaceutica è un'altro semplice mezzo di principio autodistruzione umana infatti l'uomo, superdotato di arrivismo, viene aiutato dall'intelligenza per uccidere ed arrivare al mortale scopo.

mario d., orbetello Commentatore certificato 06.03.16 12:45| 
 |
Rispondi al commento

'Il venditore di medicine', Travaglio in scena: "Film che denuncia il marcio del mondo del farmaco"

https://www.youtube.com/watch?v=m20L1phVykE

FILM DA VEDERE

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 06.03.16 12:45| 
 |
Rispondi al commento

i farmaci sono un grossissimo business, venduti come tutte le altre merci in commercio, con rappresentanti delle diverse case farmaceutiche che visitano i dottori per vantare i prodotti della loro marca; quanti farmaci con la stessa molecola ma con nomi diversi; agli anziani poi ne vengono somministrati un wagone: per il colesterolo, per la pressione alta, per il cuore, per la depressione .....e così muoiono per un cancro al fegato, all'intestino,...e se disgraziamente vengono ricoverati la sofferenza fisica e morale si moltiplica ma la loro morte non sorprende nessuno

rose marie bovani 06.03.16 12:19| 
 |
Rispondi al commento

OT
Da leggere e DIFFONDERE il manifesto di Gustavo Zagrebelsky su Perchè VOTARE NO al referendum costituzionale di ottobre. Sul Fatto Quotidiano di oggi. Chiarissimo e grandissimo, grazie Zag!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.03.16 12:11| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GRILLO DATTE NA SVEGLIATA E MANDA FUORI DALLE BALLE I POLITICI COME LA BOLDRINI COME CI AVEVI PROMESSO.

Matteo Quarti 06.03.16 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Questo ponderoso libro denuncia sulle medicine dannose è molto interessante , sopratutto ora che il mondo impazzito rischia di esplodere in una guerra vera e propria tra America e Russia . Il loro intervento in Siria in appoggio a fazioni contrapposte rischia di trasformarsi in uno scontro tra le due superpotenze . Troppe le occasioni di un incidente sul campo dove c'è un intrico di schieramenti pericolosissimo , vari contendenti che compongono una miscela esplosiva , con conseguenze non calcolabili . Isis , curdi , iracheni , siriani , sauditi , quatarini ,libici , ribelli anti-Assad , turchi , giordani , russi , americani , inglesi e francesi ! Un bel casino ! Ora ci andiamo anche noi sperando di non fare la solita figura e di uscirne con pochi morti . Ma di tutto questo , sul blog non se ne parla ! Si preferisce il libro sulle medicine fasulle .

vincenzodigiorgio 06.03.16 12:07| 
 |
Rispondi al commento

ot

"Giachetti: “Non è affatto sicuro che vinca il
centrosinistra”. ""

accidenti, ci crede...pensa forse di riuscire a diventare sindaco?

:)

mi raccomando,votate chi volete ma non votate piddì!

pabblo 06.03.16 11:42| 
 |
Rispondi al commento


Non prendete medicine, leggete, usate internet e non ci scassate ò cazz' con il voto a dx e sx !


Capisc'a me

Antonio* °Cataldi (capisc'a me), Portici - NA - Commentatore certificato 06.03.16 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Il mondo si divide in 2:
-Da una parte le case farmaceutiche che continuano a produrre sempre piu' farmaci e sempre a maggiori prezzi
-Dall'altra i geni di sinistre e sindacati che rivendicano il diritto a TUTTI i farmaci in commercio, gratuitamente ed a tutti i vaccini ...
Difficile vincere contro queste due tendenze.
MA...qualcuno ( M5S ? ), invece di battersi contro i mulini a vento, potrebbe diffondere CONSAPEVOLEZZA del dono della salute e delle precauzioni legate ad alimentazione e stile di vita, atte a...mantenerla senza dipendere dagli interessi e dalle stupidita' dominanti.

tomi sonvene Commentatore certificato 06.03.16 11:37| 
 |
Rispondi al commento

è tutto vero.sono cose iniziate piu i 40 anni fà e andate in crescendo.adesso il livello è inimmaginabile.non sò se sia possibile fare qualcosa.

vito asaro 06.03.16 11:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori