Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Se parli dei favori del governo alle banche la #RaiCensura

  • 9

New Twitter Gallery


di Carlo Sibilia, M5S Camera

Tocchi la connessione tra banche e governo e...TAC...scatta la censura. A RadioRAI funziona così. Una censura neanche troppo velata durante una mia intervista di ieri a un giornalista del servizio pubblico italiano. Uno stop dettato dalla paura delle conseguenze delle mie parole. "Però ci dobbiamo fermare Onorevole Sibilia perché non avendo più il contraddittorio non posso lasciarla troppo..."
Troppo cosa? Troppo libero di dire la verità? Troppo libero di rappresentare i fatti per come sono e non avere dall'altra parte uno del governo che controbilancia dicendo una bugia?
Tutti sanno che il governo italiano è un burattino dei banchieri. Altrimenti non si spiegherebbe come in 3 anni sia stato capace di realizzare almeno sei provvedimenti a favore delle banche e zero per pensionati, partite iva, famiglie e disoccupati.
1) Decreto Imu/Bankitalia che ha dato sette miliardi alle banche private
2) Accorpamento banche popolari (le uniche che fornivano credito alle PMI)
3) Accorpamento banche di credito cooperativo
4) Bail-in che mette a rischio i conti correnti dei cittadini in caso di perdita delle banche
5) Esproprio della casa senza passare dal tribunale in caso paghi in ritardo 7 rate del mutuo
6) Salva Banche (tra cui banca del papà del Ministro Boschi).
Tutti lo sanno, ma dirlo in radio, in diretta, è un problema per il sistema, perché fa pensare il cittadino che sta tornando da una faticosa giornata di lavoro. E capire, dati alla mano, che i partiti e le banche stanno vivendo alle spalle dei suoi sacrifici fa veramente incazzare e magari iniziano ad agire. E questo per il sistema è un problema. Iniziano a capire che in parlamento c'è una forza che tutela i suoi interessi e non quelli delle banche. E questo, per il sistema, è un problema.

10 Mar 2016, 13:06 | Scrivi | Commenti (9) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 9


Tags: banche, Carlo Sibilia, censura, censura rai, governo, rai

Commenti

 

Molto realistico l'ultimo pensiero dell'articolo: quando corri da mattina a sera per mettere insieme il companatico e pagare bollette+mutuo arrivi a fine giornata che solo una spiegazione nitida e pulita può farti riflettere, con l'ultima energia disponibile, su come ti stanno defraudando di tutto, ma è qui che diventa indispensabile la censura, MAI dare la possibilità al cittadino, anche se un po' addormentato perchè stanco, di pensare.

lalla b., venezia Commentatore certificato 12.03.16 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Vi sono argomenti che nessuno ha il coraggio di affrontare:
- il potere economico delle fondazioni bancarie che viene utilizzato nei territori per condizionare la vita politica e quella democratica;
- il sistema bancario che prevede tutta una serie di istituti privati di fatto senza alcuna forma di controllo, come le segnalazioni a sofferenza, che possono essere (e lo sono) utilizzati a fini estorsivi come per "eliminare" o condizionare cittadini e politici scomodi;
- i consorzi di garanzia che sono delle forme di tangenti legalizzate;
- le banche territoriali che esercitano forti influenze sulla magistratura, in particolare quella civile costituita spesso da got, tanto da ottenere garanzia di impunità;

in questo brodo mafioso di solitudine si muore !!!

https://www.facebook.com/profile.php?id=100011255206870

Io non mi uccido - comitato 11.03.16 18:50| 
 |
Rispondi al commento

A noi di questi programmi non ce ne frega niente, neanche sappiamo che esistano. Per tanto è inutile postare sul blog questi argomenti: non ci interessano. Vi crediamo per quello che fate non per quello che dite.
Piuttosto mi chiedo, come mai per la vicenda dell'avvocato Antonio Fiumefreddo di Riscossione Sicilia non c'è stato nessun intervento sul Blog? eppure un fatto così grave meritava di essere trattato e portato a conoscenza di tutti i frquentatori.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.03.16 14:56| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo perche'i denari alle banche si danno a pochissimo di interesse mentre le famiglie in difficolta'causa perdita del lavoro si fanno tassi ultrausurai una prova? il sottoscritto non avendo pagato una bolletta aqudotto da 160 euro e'lievitata con tanto di processo a 460 e per recuperare cio'saranno detratti dalla misera pensione Forza Italia al peggio non c'e' fine...

sergio boscariol 11.03.16 02:49| 
 |
Rispondi al commento

Oramai è palese, sanno di essere allo scoperto, il sistema monetario ha terminato tutti i nascondigli....... hanno già iniziato a correre per fuggire; molto bene! Avrei un progetto di sviluppo economico molto interessante (a mio avviso), ma nel movimento (questo) meno peggio di tutti gli altri, non mi riesce di trovare un casso picasso di numero di telefono del casso, vi nascondete? Se non rispondete alle mail... meglio toglierle, giusto? Scusatemi se vi ho disturbato. pierfx Vicopisano Piero C.

Piero C., Vicopisano Commentatore certificato 10.03.16 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Che il governo favorisce le banche a scapito dei cittadini è come dire che l'acqua è bagnata... Ritirate i vostri risparmi finché siete ancora in tempo...

Jürgen Gremm 10.03.16 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli,oggi apriranno i TG con la "notiziona" dell'arresto del "nostro" capogruppo al Comune di Alessandria.

Lino Di Paolo 10.03.16 20:04| 
 |
Rispondi al commento

siamo sotto dittatura, spiegarlo a quelli che votano indefessamente PD FI NCD LEGA è impossibile.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 10.03.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento

La radio non se la fila nessuno e nel caso in questione si tratta di autocensura cioè il contraddittorio è stato fra un parlamentare di opposizione e una radio di regime:
rischiare il posto per lasciar dire la verità?
meglio una figura di m€rda in diretta....

Poi la pippa che le banche lo farebbero per far pagare meno i loro clienti suona come una volgarissima presa per il ####:
ormai son disperatamente pieni di debiti fin sopra i capelli e fingono di essere filantropi?
E io sto ancora aspettando la lista con i crediti inesigibili, 300 miliardi di sofferenze e non viene fuori nemmeno un nome? ma è possibile che ci sia il segreto di stato, anzi di più, su 300 miliardi? nemmeno i debiti più grossi vengono fuori? se davvero le banche volessero recuperare quei soldi non dovrebbero spingere affinchè tali informazioni fossero pubbliche?
Quanti sono i miliardi di crediti deteriorati creati apposta per arricchire qualcuno e scaricare sui conti bancari il danno?
Non lo sapremo mai perchè il segreto bancario è più forte dell'omertà mafiosa.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.03.16 14:28| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori