Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tutto quello che devi sapere sul Canone Rai in bolletta

  • 28

New Twitter Gallery

canonebolletta.jpg

"Quanti di voi sanno che il canone Rai non sarà utilizzato solo per finanziare la televisione pubblica? Con il pagamento del canone in bolletta, infatti, i nostri soldi serviranno a finanziare anche il fondo per il pluralismo, e quindi, i giornali! Un'operazione con l'inganno tipica di questo governo." Roberto Fico

"La giostra del nuovo Canone Rai è ormai partita e le sue scadenze sono in arrivo. Chi non ha il televisore, ad esempio, e vuole "scansare" la gabella televisiva - da luglio inserita nella bolletta della luce - avrà poco più di un mese per spedire un modulo all'Agenzia delle Entrate. Il limite è al 30 aprile se vuole usare la raccomandata ricevuta di ritorno. Attenzione a fare i furbi. Se avete il televisore e dichiarate di non averlo, rischiate una condanna dagli 8 mesi ai 4 anni di carcere. Ecco tutte le regole certe, le scadenze, i tranelli.

Quanto pagherò a luglio?
La bolletta della luce di luglio conterrà una prima maxi-rata di 60 o 70 euro per il Canone (a seconda della società elettrica). A seguire, le due ultime bollette dell'anno conterranno gli ultimi 30 o 40 euro da versare. Si arriverà così ai 100 euro complessivi dell'abbonamento tv. L'anno scorso il Canone Rai era di 113,5 euro. Dal febbraio 2017 l'addebito del Canone sarà spalmato nelle bollette elettriche, generalmente bimestrali.

VIDEO I soldi del canone RAI in bolletta finanziano i giornali di regime

Chi deve pagare?
Il Canone sarà una voce della bolletta elettrica. Dunque lo pagherà il componente della famiglia (supponiamo il padre) che ha intestata l'utenza della luce e risiede dove gli arriva la bolletta elettrica. L'imposta tv si paga una sola volta e non sarà versata per le seconde case sfitte dove la corrente è allacciata.

Se pago solo il consumo elettrico e non verso il Canone, rischio il distacco della luce?
Assolutamente no.

Non ho il televisore. Come faccio a non pagare?
Se volete l'esenzione dal canone per tutto il 2016, dovrete compilare il modulo dell'Agenzia delle Entrate e spedirlo con raccomandata entro il 30 aprile. Se volete trasmetterlo via computer, la scadenza è il 10 maggio. Se spedirete il modulo tra il primo maggio e il 30 giugno (per posta) o dall'11 maggio al 30 giugno (via computer), l'esenzione varrà solo per il secondo semestre 2016.

A chi indirizzare il modulo?
Va inviato, in plico senza busta, con allegata fotocopia del documento di riconoscimento, a: Agenzia delle Entrate - Ufficio di Torino 1 - S.A.T Sportello Abbonamenti tv - Casella Postale 22 - Cap 10121 - Torino. Per la trasmissione via computer, ci registreremo nel sito dell'Agenzia delle Entrate per avere le credenziali Fisconline o Entratel. Potremo chiedere aiuto a Caf, commercialisti, ragionieri.

Attiverò una nuova utenza elettrica entro l'anno. Quanto dovrò pagare di Canone per il 2016?
Si pagherà soltanto la rata calcolata dal mese di attivazione dell'utenza elettrica e non l'intero canone annuo (di 100 euro). Il pagamento avverrà a febbraio 2017.

Attiverò una nuova utenza, ma non ho il televisore.
Il modulo per l'esenzione dovrà essere inviato all'Agenzia delle Entrate entro la fine del mese successivo a quello di attivazione dell'utenza. In via transitoria, per le utenze attivate a gennaio, febbraio o marzo 2016 il termine per l'invio scadrà al 30 aprile (per posta) o al 10 maggio (via computer).

Che cosa rischio se dichiaro il falso e cerco di evadere?
Una condanna al carcere da 8 mesi a 4 anni. La Legge di Stabilità cita un Dpr del 2000 (il numero 445). E il Dpr, il Codice Penale, articolo 482, sulla "Falsità materiale commessa dal privato".

Ogni anno dovrò presentare il modulo di esenzione?
Sì. Perché abbia effetto per l'intero canone 2017, il modulo andrà spedito dal primo luglio 2016 al 31 gennaio 2017. Il modulo presentato dal primo febbraio al 30 giugno 2017 ha effetto per il semestre luglio-dicembre 2017.

Posso chiedere che il televisore mi venga sigillato, come da vecchia normativa?
Non è più possibile.

L'utenza elettrica è intestata a me, il Canone Rai a mia moglie? Che cosa succede?
Il decreto attuativo sul canone dice che l'Agenzia delle Entrate provvede alla "voltura d'ufficio". Il Canone finirebbe in capo a chi ha intestata anche la bolletta della luce. La Rai conferma che nessuna dichiarazione deve essere presentata dalla moglie o dal marito (ma questa informazione contrasta con quelle che viale Mazzini fornisce attraverso il risponditore automatico del suo numero verde 800938362). Può succedere che moglie e marito siano intestatari di due utenze elettriche per la stessa abitazione (accorpamento di due appartamenti) o anche per abitazioni differenti. In questo caso, la moglie o il marito possono chiedere all'Agenzia delle Entrate, che il Canone sia addebitato ad una sola fattura elettrica, specificando quale.

Gli anziani non pagano?
Le regole saranno scritte in un decreto del ministero dell'Economia. Lo Stato punta a liberare dal pagamento marito e moglie di almeno 75 anni che (insieme) non superano un reddito lordo di 8000 euro annui. "Ma questo - spiega l'avvocato Emmanuela Bertucci - è un obiettivo programmatico. In altre parole, lo Stato garantirà la soglia di esenzione a 8000 euro a patto che recuperi tanti soldi dall'evasione del Canone". Prima del nuovo decreto, restano in piedi le vecchie regole che esonerano i 75 enni con reddito fino a 6713,98 euro.

Le società elettriche saranno compensate dallo Stato?
Riceveranno 14 milioni di euro per il 2016 ed altri 14 per il 2017 dall'Agenzia delle Entrate. L'Autorità per l'Energia chiede che parte del compenso vada all'Acquirente Unico.

Vivo su un isola, cambia qualcosa per me?
In 20 isole - con rete elettrica autonoma da quella nazionale - il Canone non arriverà in bolletta, ma sarà pagato con il modello F24 entro il 31 ottobre 2016. Le isole sono: Ustica, le Tremiti, Levanzo, Favignana, Lipari, Lampedusa, Linosa, Merettimo, Ponza, Giglio, Capri, Pantelleria, Stromboli, Panarea, Vulcano, Salina, Alicudi, Filicudi, Capraia, Ventotene.

Per altre informazioni?
La Rai ha un numero gratuito (800938362) con un risponditore automatico in italiano e tedesco. Con questo numero o il sito prontolarai.it, è possibile prenotare un appuntamento con una persona fisica.

fonte

30 Mar 2016, 13:01 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 28


Tags: canone rai, canone rai in bolletta, rai, roberto fico

Commenti

 

Ciao,
io non ho un televisore ma uso il monitor del pc e guardo solo materiale online.
posso richiedere la disdetta del canone?

grazie

andrea

andrea bellani 19.07.16 00:01| 
 |
Rispondi al commento

se una persona non vuole vedere la rai di stato, perche' pagare il canone?

elio my 11.05.16 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Fico,
Ottima informativa. Grazie.
La privatizzazione della RAI, e l'abolizione del Fondo per il Pluralismo, non sarebbero ottime e popolari battaglie politiche ?
Se si, perché non la facciamo?
E' infatti indispensabile tagliare le unghie dell'informazione ai detentori del potere.

Domenico ., Roma Commentatore certificato 18.04.16 18:32| 
 |
Rispondi al commento

la mia situazione:
Prima casa di residenza, proprietari entrambi 50/50, contratto luce intestato al sottoscritto.
Seconda casa non affittata, contratto luce non residenziale, proprietà di mia moglie 100%
Pagherò solo 1 abbonamento?
Devo fare la certificazione?
Non si trovano esempi simili sul web
Se qualcuno ne sa più di me mi scriva, grazie

ANTONIO G. 10.04.16 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiegate come mai la rai si finanzia con il canone che tutti saranno costretti a pagare,"se non vogliono rimanere al buio", e le pubblicità milionarie che trasmette continuamente.
tutti questi soldi,ma...... dove andranno a finire???????????????????????????????????

Roberto.A 05.04.16 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Fico, ma ci siete o ci fate? Il punto non è "tutto quello che dovete sapere ecc.", ma il fatto che voi/noi del M5S per primi dobbiamo cancellare una volta per tutte la dittatura del canone, tantopiù quando è stato passato il limite come con questa vigliaccata ultima. I punti semplici da denunciare e su cui puntare, con degli avvocati liberi e con gli attributi e in tutte le sedi possibili, sono quelli che si potevano già dire prima, cioè:

- Il canone Rai è sempre tale, sempre stato quello, al di là della denominazione cambiata anni fa in "tassa sul possesso di apparecchio ecc.". Infatti se fosse tale, i proventi sarebbero suddivisi anche con le tv private (o almeno le principali), e quindi anch'esse avrebbero tutto l'interesse a mandare le pubblicità di invito a pagarlo nel periodo dell'anno in cui si va verso la scadenza. Ma ovviamente la realtà smentisce questo, non si è mai vista quella pubblicità su alcun canale piccolo o grande che non sia tra quelli pubblici, la Rai insomma.

- Quindi, dato questo, uno dovrebbe essere libero di poter comunicare che non è interessato a guardare le reti pubbliche ma quelle private sì, e il modo di impedirgli di prendere i segnali delle prime dovrebbe essere un problema della Rai o chi per lei. Tantopiù dovrebbe essere libero di utilizzare l'apparecchio per guardare magari solo dvd e simili se non interessato per nulla a canali di alcun tipo, cioè usarlo come puro schermo per vedere materiale comprato su cui si è pagato già tutto (valore, iva, copyright ecc.) e che spesso non ha nulla a che fare con le reti/programmi tv e visto anche che schermi puri senza sintonizzatore non esistono o sono rarissimi e è obbligatorio allora anche senza volerlo comprare in ogni caso una tv normale.

Giustamente lottate contro tutte le altre ingiustizie e visto anche come tratta il M5S di solito la Rai (e anche gli altri), perché non combattete, fate raccolte firme ecc. anche per questa cosa che riassume molti aspetti della "dittatura" appunto?

Alessio 02.04.16 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Il canone e' intestato a mia moglie ma la bolletta elettrica a me sia a Campi Bisenzio che a Bellegra a Bellegra la RAI non prende che devo fare?

sergio patrizi 31.03.16 21:52| 
 |
Rispondi al commento

ho due utenze come fare per pagarne un solo canone ?

patrizio atzori 31.03.16 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Fima per l'abolizione del cosidetto canone Rai:
http://www.altroconsumo.it/hi-tech/televisori/news/abolizione-canone-rai

Floroby 31.03.16 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho il televisore ma voglio aquistarlo a Giugno 2016, come mi debbo comportare per il pagamento del canone???

Rocco Andrianò 31.03.16 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Io abito in alloggio con contratto di comodato d'uso da parte di mio suocero. La bolletta della luce e' intestata a lui ma l'alloggio è seconda casa! Come mi devo comportare?

Daniele 30.03.16 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Una soluzione ci sarebbe per non pagare questo odioso balzello: rifiutarsi tutti o la stragrande maggioranza di pagarlo.Dovrebbero trasformare l'Italia tutta in un carcere per metterci in galera tutti.

Beppe C. Commentatore certificato 30.03.16 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Pensare che li finanziamo per farci dire le menzogne è il massimo;oramai siamo alla conclamazione che chi ruba la mela va in galera mentre chi fotte milioni di euro e libero di fare ciò che vuole;mi aspettavo che il M5S facesse battaglia su questa cosa,invece è stato troppo morbido.Ci sarà chi se lo può permettere ed evade ma ce pure tanta gente che non ce la fa più ad andare avanti,a stento galleggia,e questa è l'ennesima gabella per dare la botta finale.IL CANONE A QUESTA TELEVISIONE NON VA PAGATO PER IL SEMPLICE MOTIVO CHE NON E'PIU' SERVIZIO PUBBLICO,MA AI PARTITI ED IL FATTO CHE UNO LO DEBBA PAGARE PERCHE' E' IN POSSESSO DI UN TELEVISORE(TASSA DI POSSESSO)E' LA SOLITA INCXLATA CHE QUESTA CLASSE POLITICA(PRESENTE E PASSATA) E'RIUSCITA A PRODURRE.

vincenzo p., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.03.16 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

aspettiamo ancora che Alessandro Di Battista ci dica come non pagare il canone senza finire in galera.

Paolo r., Padova Commentatore certificato 30.03.16 16:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Consiglio una forte posizione del movimento nel proporre l'abolizione integrale del canone Rai. Ne farei un mantra mediatico. Cosa buona e giusta e portatrice di consensi e voti

Luca G. Commentatore certificato 30.03.16 16:24| 
 |
Rispondi al commento

non è un canone per vedere la rai, ma una tassa sul possesso della tv.

è una porcata perchè l' articolo 53 della Costituzione Italiana dice:

“Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro
capacità contributiva.
Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”

DOV'E' LA PROGRESSIVITA' DI QUESTA TASSA???

Se fossimo in un paese civile, chi vuol vedere la rai si compra la relativa card per il decoder.


Rio Savè Commentatore certificato 30.03.16 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi siete dimenticati una cosa : se dopo l'autocertificazione mi viene imposto l'onere in bolletta cosa faccio?
Questa è la vostra rivoluzione ...hahahaha

raoul romano Commentatore certificato 30.03.16 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FACCIAMOCI ARRESTARE TUTTI TRANNE:quelli del movimento loro sono buoni e onesti.

raoul romano Commentatore certificato 30.03.16 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Fico, la Sua disamina sembra quella dell'esattore. Che fa', s'accorda con le puttane di regime? Mi aspettavo marce, Avventino, blocco di camera e senato e casini memorabili.... Nulla di fatto. Forse e' meglio che vi dimettiate tutti e ve ne andiate fuori dal palazzo; altrimenti rischiate di fare la figura degli utili idioti, a cui vi state avvicinando sempre piu' con passi da gigante.

Massimo Trento (orbo e semisordo), Belluno Commentatore certificato 30.03.16 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè nel frattempo la bolletta è già aumentata..di circa 5 euro da Gennaio a Marzo di sole tasse...non ho il televisore ma ci rimetto comunque?E i 14 milioni di euro da dove escono?Non si potevano usare per altro tipo sanità..scuola..

Selene 30.03.16 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si diceva che si voleva abolire totalmente il pagamento del canone???????
Va bene che la norma è legata a legislazione europea, ma qual è stato il valore aggiunto di esser presidente di vigilanza rai?
E poi, mi dovete spiegare come sia possibile che di 100 euro, il 70% finisce ad enti esterni (giornali).
A questo punto, non sarebbe meglio avere la formula "on-demand"? pago per quello che voglio vedere.
Scusa Roberto, qual è il valore aggiunto del M5S da 3 anni a questa parte?
Non mi pare che la cosiddetta tv di stato sia migliorata, anzi...mi sembra ancor più una tv di regime...

Alberto Grimaldi 30.03.16 13:53| 
 |
Rispondi al commento

4 anni di condanna li prendete solo se sputate in faccia al giudice e in quel caso diventato 9 mesi di domiciliari.
8 mesi (meno di 2 anni) significa sospensione della pena quindi nemmeno un minuto di domiciliari.
Insomma le conseguenze penali per chi non paga sono quelle inesistenti tipiche della giurisprudenza italica e sussistono solo se il magistrato si inventa di farvi perquisire la casa con regolare mandato perché gli state antipatici.


Il modo migliore per non pagare è disfarsi del televisore, vi mettete al riparo dalla legge e la salute ci guadagna.

In alternativa credo sia possibile staccare la luce e rubarla al vicino ehm cioè mettersi d'accordo con la suocera che vi abita a fianco aggiungendo un piccolo misuratore interno e pagando entrambi di meno.

p.s. Sempre in caso di falsa dichiarazione io sapevo che c'era una multa di 200-600 euro, non c'è più nemmeno quella? senza sanzione pecuniaria mentire diventa troppo facile e pure gratis.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.03.16 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Chi è l'organo preposto per verificare se sono in possesso o meno di un televisore.
Chi è autorizzato a venire a casa mia e verificare se ho il televisore o meno?

Ferdinando S. 30.03.16 13:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cooky Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori