Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Cave di Carrara, la tomba del lavoro

  • 7

New Twitter Gallery


di Sara Paglini e Laura Bottici, M5S Senato

A Carrara si è consumata l’ennesima tragedia: una frana nella cava di marmo di Colonnata ha travolto e ucciso due operai. E’ inaccettabile che chi fa il cavatore si rassegni a questa eventualità e ogni mattina giochi alla roulette russa con la vita e la morte.
Il M5S da tempo chiede che venga istituita una commissione ad hoc per le cave di Carrara, dove evidentemente manca una cultura diffusa della sicurezza e vige ancora un sistema di lavoro "feudale", con cavatori che subiscono in silenzio condizioni di lavoro indecenti pur di mantenere il proprio salario.
Negli ultimi anni, con l'avvento della tecnologia, il ritmo dell'escavazione dei blocchi è notevolmente aumentato e questo pregiudica non solo la sicurezza dei lavoratori, ma anche la stabilità della montagna. Servono più regole e controlli prima di avviare qualsiasi tipo di attività in cava e serve un cambio di mentalità: meno escavazione selvaggia e più tutela della natura, solo così potremo smetterla di piangere nuove inaccettabili morti.

17 Apr 2016, 11:06 | Scrivi | Commenti (7) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 7


Tags: cave di carrara, laura bottici, sara paglini

Commenti

 

domani non se ne parlerà più... in compenso ci faranno 2 coglioni a vita con quel regeni che non si sa cosa c'è andato a fare a rompere i coglioni agli egiziani.

uno dei tanti 17.04.16 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Guarda caso, proprio oggi che è giornata di referendum sulle trivelle, non ho accesso al sito del Ministero dell'Interno
http://www.interno.gov.it/it/temi/elezioni-e-referendum/voto-italiani-allestero
da cui scaricare il modulo per votare il Referendum per i cittadini temporaneamente in viaggio all'estero.
Un caso tecnico?

Roberto . Commentatore certificato 17.04.16 18:11| 
 |
Rispondi al commento

E' inaccettabile che ancora oggi accadano incidenti sul lavoro che sarebbero evitabili. Eppure chi dovrebbe controllare le condizioni di sicurezza c'e', le misure di sicurezza esistono e sono applicabili ed esistono (?) pure i sindacati. Forse aiuterebbe un aumento delle sanzioni civili e penali, ma soprattutto un diverso rapporto lavoro-profitto.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.04.16 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Il Sindaco di Carrara Zubbani si è tenuta per se la sicurezza del territorio e la delega del marmo, è' lui che sovrintende tutte le attività estrattive e cosa ha fatto? .... Avete trovato il polistirolo a galla negli argini dei fiumi straripati, tirate fuori il marcio qui dentro il settore del marmo, con l'Asl che fa finta di controllare? I capetti fatti capo per fedeltà e non per merito e esperienza nel merito... I sindacati che difendono un sistema di lavoro indifendibile... Le guerre ora le fanno i droni mentre noi italiani quando si lavora sembra di essere in guerra, con tanto di feriti e di morti... E la colpa mori sempre fanciulla... Ora basta!!!!!

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 17.04.16 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Il mio pensiero è che non meno del 70% dei lavoratori italiani lavorino in condizioni di sicurezza DISCUTIBILI.
Ex legge 626 ora legge 81 del 2008 serve a qualche cosa??
Quanti sono i controlli che vengono fatti nelle aziende per verificare il rispetto delle regole di sicurezza???
Su dai .... non prendiamoci in giro è cosa oramai risaputa pure dai sassi che c'è uno scambio tra confindustria ed il governo.
Io (confindustria) appoggio te governo su tutte le leggi, regolamenti e chi più ne ha più ne metta intendi approvare, ti permetto di tassare gli imprenditori italiani al 70% però, per contro, non andare a rompere loro gli "zebedei" su certe questioni applicandogli delle sanzioni perchè altrimenti in tempo zero ti ritrovi con a rischiare la caduta.
Chi ci va di mezzo sono sempre e solo i poveri lavoratori italiani, che oramai lavorano solo (e forse nemmeno più quello) "tozzo di pane quotidiano" e nulla più.
Intanto i profughi gironzolano con le mani in mano, smartphone da 700 euro a gruppetti come i clan mafiosi, E' NATA UNA NUOVA CASTA, LA CASTA DEI PROFUGHI.
E i miei che ora mi dicono "macchè studiare per anni, se sapevamo che andava a finire così era meglio se ti insegnavamo noi a fare il profugo".
A proposito ......... quali le idee per coloro che sono arrivati in Italia in tale condizione??
Il loro mantenimento "vita natural durante" a nostre spese??
Mica per nulla ma a me interesserebbe tantissimo sapere se le tasse che mi vengono prelevate da 8 ore di lavoro al giorno (chiuso in fabbrica) in parte vanno a mantenere chi per tutto il giorno non fa una emerita mazza e non paga nulla ne tasse ne servizi.
GRAZIE anticipatamente per le eventuali risposte.

mario 17.04.16 14:24| 
 |
Rispondi al commento

E dal 05 aprile che non arrivano news vedete di fare qualcosa voglio essere informato di quello che succede in Italia perché i TG sono falsi

Fedele Manella 17.04.16 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Cos'e' la sicurezza sul lavoro per la politica?
Solo commissioni che partoriranno montagna di carta, vedi POS, DVR etc etc...

PaoloG 17.04.16 12:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori