Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#NoCanoneInBolletta: i cittadini ci rimettono due volte!

  • 38

New Twitter Gallery

canonebollettano.jpg

di M5S Parlamento

Fuori il canone RAI dalla bolletta elettrica! E' la richiesta della mozione con cui oggi il M5S vuole eliminare l'inganno del Governo finalizzato al controllo della tv di Stato e dell'opinione pubblica. Il canone in bolletta non servirà a finanziare soltanto la Rai. In palese contrasto con i principi affermati dalla Corte costituzionale, le maggiori entrate che deriveranno dal canone in bolletta serviranno a finanziare, da un lato, il Fondo per la riduzione della pressione fiscale, dall'altro, come confermato dalla recente proposta di legge sull'editoria, il Fondo per il pluralismo, ovverossia i giornali e le tv locali.

VIDEO I soldi del canone RAI in bolletta finanziano i giornali di regime

I cittadini così ci rimettono due volte:
1. Perché pagano per un servizio che non gli viene offerto
2. Perché quello che ricevono è un'informazione distorta, viziata dai finanziamenti della politica.
Le risorse dei cittadini verranno utilizzate per mantenere in vita quotidiani e stampa di regime ormai in profonda crisi costretti ad assecondare i desideri del Governo di turno che li finanzia.


6 Apr 2016, 10:58 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 38


Tags: canone bolletta, canone rai, pd, rai

Commenti

 

Buffoni. Come tutti gli altri partiti, come tutti gli italiani. Vi ricordate quando sostenevate che la RAI può essere non pagata, erogando solo la tassa di proprietà (5,60 eurs) che sono gli unici soldi che vanno all'Erario? Come siete cambiati! Ed io dovrei avere la fiducia che una volta al potere voi cambiereste davvero l'Italia? Ricordatevi che in tutta l'Europa si paga il segnale e non il possesso. Per cui chi vuole vedersi il TV deve connettersi con la linea telefonica od il satellite. Solo nella vostra latrina di Paese il problema lo si vuol aggirare con cervellotiche soluzioni. Dite la verità : un domani anche a voi farà piacere piazzare qualcuno dei vostri nelle poltrone di Viale Mazzini. Quindi meglio non "sfruculiare" (come diceva Gianni Brera)troppo il culo alla formica. E' solo questione di tempo.

Giuseppe O., Cerveteri Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 15.04.16 07:34| 
 |
Rispondi al commento

Mettetela come volete ma che io mi trovi in bolletta una tassa già pagata (se voglio la corrente) per un servizio che di fatto NON USO ma solo perché possiedo una tv che uso per guardare tutt'altro mi fa leggermente incazzare. Pagare il canone alla RAI ? E per avere cosa in cambio ? Programmi penosi, reality stantii, giornalismo di partito e film talmente vecchi da essere scoloriti e recitati da fantasmi. Prendere i nostri soldi per questo è il solito furto legalizzato.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 09.04.16 05:44| 
 |
Rispondi al commento

Un saluto a tutti i concittadini di questo paese munto in tutte le maniere dai potenti di turno! Personalmente ritengo che la tassa sul possesso di un televisore sia anacronistico e fors' anche non costituzionale: ritengo che il cittadino debba essere libero di informarsi come meglio crede! Si abolisca pertanto ogni fardello sull'informazione che DEVE ESSERE LIBERA!!!

Giovanni Boccongelli, Loreto ( An) Commentatore certificato 07.04.16 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Ci si cancella con raccomandata o via internet.
Il canone NON è dovuto se si guardano i programmi televisivi esclusivamente da internet:
chi ha internet non paga purchè non abbia televisore (tv paga, monitor non paga).

In caso di falsa dichiarazione (che io sappia) non ci sono multe o condanne senza perquisizione (cioè la prova di possesso apparecchio televisivo) e persino in tal caso la pena è sospesa:
in pratica tutti gli italiani e stranieri che non pagavano potranno continuare a non pagare (gli stranieri per sacro diritto divino antirazzista accoglientista e gli italiani per consolidata abitudine).

La tv fa male al cervello, cogliamo l'occasione per disintossicarci.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.04.16 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Itagliani sempre pronti a pagare in silenzio.
ops....... italiani scusate, sorse per alcuni siamo ignoranti, non è così scontato,cosa ne pensate.

Roberto A. Commentatore certificato 07.04.16 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Siamo talmente coglioni che, se mettessero la tassa sul frigorifero o sulla lavatrice (che inquina!!!) pagheremo ugualmente.

Mauro Rillo, Chieri Commentatore certificato 07.04.16 10:12| 
 |
Rispondi al commento


secondo me il canono dovrebbe essere nominativo.

se uno ha 2 residenze per esempio, una a casa ( la dimora ) e una per esempio un ufficio o un fondo commerciale dove guarda la TV nei ritagli di tempo ... perché dovrebbe pagare 2 volte la stessa tassa?

Mica siamo come Krisna che si sdoppiava e ballava contemporanemente con tante fanciulle?
Mica abbiamo la pelle celeste noi?

mi pare una cosa anticostituzionale!

tanto per perdere tempo 07.04.16 02:06| 
 |
Rispondi al commento

in itaglia sempre ci si rimette con tutto

per esempio chi ha una attività commerciale e la registra su google poi gli arrivano le recensioni negative fatte da account fasulli... diventa difficile cancellarle dalla rete nonostante che è vietato in italia diffamare le attività commerciali a mezzo stampa senza valido motivo.

Vediamo se almeno questa stupida leggina siete in grado di farla o siete completamente INUTILI?

recensioni farlocche 07.04.16 01:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hanno rotto i .....anche per me devono fare come sky, criptano il segnale e chi vuole vedere la rai, paga.
Ma questo sistema avrebbe un costo, forse non ci farebbero manco paro, quindi è più sicuro e facile mettere la tassa, raccogliamo le firme per bloccare questa vergognosa tassa, perchè di questo si tratta, un altra tassa mascherata da abbonamento tv, se hai un monitor dove ci colleghi un dvd che acquisti pagandoci tutti i diritti e tasse dovute, devi pagare il canone, basta un semplice monitor per pagare....forse si salva il videocitofono???

mirco caimmi 06.04.16 23:34| 
 |
Rispondi al commento

il canone in bolletta fa paura solo a chi non lo paga

Angelo Sodali Commentatore certificato 06.04.16 23:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giuro, che se chiudesse la rai attuale,non me ne fregherebbe niente è talmente distante,da cosa penso che debba essere il servizio pubblico,che sono anni che non la"frequento" MAI.Questa sera ho sentito, che a Porta a Porta faranno l'omaggio e l'inchino al figlio del boss,naturalmente,questo accostamento mafia-rai si dovrebbe concludere, con il "bacio" di chi ha organizzato tale "spettacolo".La cosa che mi fa incazzare e che ci fanno pagare in bolletta,come un vero e proprio "pizzo",anche... questo spettacolo ,rifilato dal pd, per" intrattenimento culturale".

Canzio R. Commentatore certificato 06.04.16 22:28| 
 |
Rispondi al commento

La Rai doveva criptare i suoi programmi e chi voleva vederli pagava il canone come x Sky

ma siccome il sistema è quello di avere soldi x poi darli agli amici ( vedi i famosi 750.000,00€
x comunione e fatturazione) nell'era del decoder il governo trova più semplice mettere il canone in bolletta

e su quei soldi si pagherà l'IVA?

non sono riuscito a trovare risposta da nessuna parte a questo quesito

saluti ai monelli del blog

old dog 06.04.16 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Il canone e la rai finiscano nel cesso!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.04.16 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che sono un sostenitore ed iscritto al M5S.
Tuttavia, per lo meno da quanto appare da questo post, non mi trovo d'accordo con l'obiettivo: "Fuori il canone dalla bolletta elettrica".
Un po' di rigore, prego. Delle due l'una: o si ritiene che il canone sia ingiusto e allora si deve promuovere la sua abolizione; altrimenti la modalità di pagamento non è rilevante (anzi, per i contribuenti questa è stata una semplificazione); e allora ci si deve battere per cambiarne la destinazione (non il finanziamento della stampa, ecc.).
Lo slogan "Fuori il canone dalla bolletta elettrica" non solo è demagogico ma di fatto è un incoraggiamento a quell'evasione da italiani furbetti molto diffusa che è in totale contrasto con il principio "l'onestà tornerà di moda".
Per quanto mi riguarda poi, io non ho né ho mai avuto la TV che ritengo, nel metodo e nel merito (a fortiori in Italia), il più potente mezzo di addormentamento, addomesticamento, istupidimento, alienazione familiare, ecc.
Quindi, per me la parola d'ordine ideale è "Spengete (o meglio buttate) la TV e accendete il cervello".
Tanto premesso, temevo fortemente che l'avidità smodata della RAI facesse sì che anche il semplice possesso di dispositivi che permettono di vedere la TV via Internet fosse colpito dal canone. Invece è stato chiarito (siti Rai ed Entrate) che tali dispositivi non rientrano nella fattispecie e devo riconoscere che, almeno per me, è stato molto semplice dichiarare elettronicamente il non possesso della TV.
Adesso aspetto di vedere che effettivamente il canone non mi venga addebitato comunque.

Quindi: NO AL CANONE o NO AL FINANZIAMENTO DELLA STAMPA CON IL CANONE.

SERGIO BALDELLI, ALBANO LAZIALE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.04.16 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio segnalare altri problemi non meno importanti come le buche stradali o voragini(in alcuni casi).Sono pericolose e il comune di Roma dice che non ci sono i fondi.Perchè paghiamo le tasse allora?Possibile non ci sia nessuno che faccia valere questi diritti elementari?Che futuro avrà questo paese tutto rotto.

sergio lattanzio 06.04.16 16:55| 
 |
Rispondi al commento

L informazione distorta c'era pure prima, con la differenza che il canone rai prima, avevo la sensazione di pagarlo solo io, non che sia d accordo totalmente col cambiamento, però se avete un idea migliore per far pagare tutti o ancor meglio non far pagare nessuno, fatecelo sapere o meglio fateglielo sapere.


.." molteplici device " fa sicuramente figo..immagino la casalinga di Voghera alle prese col dizionario... " molteplici dispositivi " era troppo cheap? Cordialmente

GP 1960 Commentatore certificato 06.04.16 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma proporre di far pagare il "canone" a chi trasmette anziché a chi riceve?? Magari in proporzione alla fatturazione pubblicitaria!!

Gianluca Di Iorio 06.04.16 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Togliere la domiciliazione e pagare solo la quota elettricità facciamolo tutti così ci sarà il casino sia alle aziende elettriche che all'Ufficio delle Entrate.Cleto 48

anacleto bomprezzi 06.04.16 14:37| 
 |
Rispondi al commento

o.t. pro referendum

( circa ) 200 mila aderenti x 5 tra familiari e parenti ( in media ) fanno un milione di cittadini che si chiedono e si chiederanno in che razza di Paese viviamo !! Ancora ci negano il diritto di indire un referendum per dio !!

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.04.16 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non siamo capaci di fare opposizione :(

E il Bomba può fare quello che vuole...

pz 06.04.16 14:04| 
 |
Rispondi al commento

IL FONDO PER LA RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE ????
Ma è una presa per il culo: mi spiegate a cosa serve ??
Non sarebbe più semplice abbassare o eliminare qualcuna delle milioni di tasse che si pagano?!?!?
Della serie la burocrazia non ha mai fine....
Ciao Beppe.
uno di uno.

gabriele f., fabbrico Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.04.16 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci rimettono due volte soprattutto quelli che abitano in montagna, dove il segnale rai non arriva, che sono costretti ad abbonarsi a Sky che, a sua volta, paga i diritti alla rai per trasmetterne i canali. Il dissenso, oltretutto, diventa esponenziale per chi si rifiuta di seguire i programmi rai.

cettina* d., sicilia Commentatore certificato 06.04.16 12:58| 
 |
Rispondi al commento

un altro problemone da risolvere per le compagnie elettriche sarà il rispetto della legge sulla privacy, nel caso si avessero due o più abitazioni con utenze elettriche allacciate a compagnie diverse, le stesse dovrebbero comunicare tra loro attraverso un database condiviso (che non hanno) per evitare di inviare il canone più volte allo stesso proprietario, ciò significa scambiare dati sensibili sulla privacy degli italiani.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 06.04.16 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Basta fare come me. Non avere la tv!


Una mozione correttissima contro una delle tasse piu' odiate dagli italiani. Che trasmettano criptato e facciano pagare chi desidera guardare. E lascino stare tutti gli altri che hanno smesso di seguire informazioni manipolate e trasmissioni demenziali e artisti delle peggiori stupidaggini e ospiti esperti del nulla e TUTTISSIMI stracostosissimi e strainutili e dannosi. Una torta sempre piu' grande da spartirsi tra parenti e amici SEMPRE sulle spalle di cittadini spesso disperati e sempre indifesi e presi in giro

tomi sonvene Commentatore certificato 06.04.16 12:08| 
 |
Rispondi al commento

E vergognoso io con pensione da fame mi tocca pagare il canone Rai e non compro le medicine vorrei sapere se mi tocca pagare dato che sono invalido al100x100 e percepisco ,638€ mensile grazie per risposta

undefined 06.04.16 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Appunto!

Una buona parte dei 100 euro, va alle società elettriche.
Altro tassa mascherata da canone tv che paghiamo noi.

Ma poi, fuori dai denti, perchè Rai vuole l'aiuto di stato (perchè di questo si parla) e le altre tv private no? Il carico pubblicitario è pressochè uguale.

Gian A Commentatore certificato 06.04.16 11:36| 
 |
Rispondi al commento

ma le compagnie elettriche svolgeranno questo servizio per conto dello Stato gratuitamente?
Non credo, ergo, altro regalo fatto alle multinazionali degli amici.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 06.04.16 11:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori