Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tempa Rossa: ingresso vietato al MoVimento 5 Stelle #Trivellopoli

  • 24

New Twitter Gallery

temparossavietato.jpg

dai portavoce del M5S in Basilicata allo stabilimento di Tempa Rossa

E' stato vietato a una delegazione di parlamentare del M5S l'ingresso all'impianto di Tempa Rossa, in quello che si rivela agli occhi come una sorta di "principato" della Total in territorio italiano. A dire di 'no' all'ingresso una guardia della vigilanza all'ingresso del sito. E' stato chiesto di parlare con un responsabile ma ancora non si è fatto vivo nessuno. Alcuni parlamentari, poi, sono saliti sulla collina con vista sull'impianto, da cui hanno potuto osservare numerosi smottamenti artificiali per fare posto alla pianura che ospita l'impianto. E intorno c'è il nulla, per questo c'è sempre stato silenzio attorno all'impianto.

VIDEO Di Maio a Tempa Rossa



5 Apr 2016, 12:05 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 24


Tags: Di Maio, M5S, Marchionne, petrolio, Renzie, tempa rossa, trivelle, trivellopoli

Commenti

 

Hanno fatto bene, voi (cioe' noi) siete cattivi, non amate il petrolio e chi lo produce e ancor meno i governi che trivellano di qua e di la' in cerca di fonti energetiche le piu' sporche possibili. Voi ( cioe' noi ) non vi sporcate le mani con il petrolio, maneggiate l'energia pulita, rinnovabile, a disposizione di tutti senza monopoli. Vergogna!

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 05.04.16 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Lo dice il nome stesso Tempa Rossa, per entrare chiedere il pass alla "Boschi & C.".

Maurizio Lobbia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.04.16 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Chiamate i Carabinieri e fatevi aprire.

Beppe Beretta 05.04.16 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo lumi a un giurista che se ne intenda: Se e' vero che la corte suprema ha considerato incostituzionale il porcellum con cui nel 2013 sono state formate le camere, e se di conseguenza sono incostituzionali a cascata esecutivo e legislativo, perche' non e' possibile pretendere con una azione legale di massa (class action) l'applicazione di tale sentenza, al fine di far sciogliere le camere tornando allo status quo ante sentenza, indicendo nuove elezioni con l'ultimo sistema elettorale costituzionalmente lecito? Sarebbe l'atto formale di probiviri per dare alle istituzioni l'ultima chance di rientrare nel rispetto formale e sostanziale di costituzione e democrazia. Dovessero poi far finta di nulla, saremmo autorizzati, cinque stelle e chiunque altro, a circondare i palazzi di Roma, dando agli abusivi 5 minuti per uscire, per poi entrare e riprenderci le nostre istituzioni. Attendo fiducioso repliche tecniche, perche' io ci starei a metterci i talleri per la causa e anche a marciare su Roma per riprendermi cio' che e' mio.


dimostriamo di essere un popolo unito boicottando i distributori della Total.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 05.04.16 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Come ca**o è possibile che NON facciano entrare dei Parlamentari???

Che ca**o è terra straniera e non fa parte dell'Italia?

Mirko Zucca, Cagliari Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.04.16 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho seguito la storia di Giuseppe Di Bello e del leader della Lucania dei radicali, Maurizio Bolognetti. Queste persone sono l'emblema dell'Italia sana,dell'Italia che non si piega ,dell'Italia che nonostante i"muri" posti da certi politici,certi magistrati ,tira diritto, capendo che essere UN UOMO, vale più di ogni altra cosa,a questi"eroi"la casta dei corrotti dei predatori"gli sono saltati addosso facendogliela pagare in tutti i modi.Di Bello deve essere IMMEDIATAMENTE REINTEGRATO e qualcun'altro compresi quelli dell'arpab indagati....e questo è il minimo ..come inizio.

Canzio R. Commentatore certificato 05.04.16 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale Capitale della Cultura: la mia terra è inquinata dalle trivezzazioni, dall'ANIC di Pisticci, dall'ENEA di Trisaia, da quello che sta venendo fuori su Viggiano. La più alta percentuale di tumori in Italia. Regalano gli spiccili per papparsi i grossi malloppi con un governo compiacente: chi esalta l'operato di Marchionne e fa i decreti a favore delle Banche come cazzo fa ad essere dalla parte dei cittadini ?
Forza M5S, forza Beppe

salvatore t., roma Commentatore certificato 05.04.16 14:19| 
 |
Rispondi al commento

E che vi aspettavate da quelli della Total?
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/04/04/tempa-rossa-condannati-vertici-della-multinazionale-total-per-inchiesta-del-2008/2607064/
Non avete trovato nessuno ad accogliervi perché sono tutti impegnati a sfuggire alla giustizia ;)
Insomma se Renzi è dalla parte della Total qualche buon motivo ci sarà...

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 05.04.16 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Quello che dice Vero vero, qui sotto, merita tutta l'attenzione possibile.
Bisogna assolutamente che, chi ha i poteri e le capacità di poterlo fare, analizzi la questione dei confini e faccia trarre le conseguenze al popolo italiano, se ci sono presupposti oscuri.

Alessandro L. 05.04.16 14:02| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE...

Sembra ci sia un progetto legato alle trivelle!

Una parte del mar ligure è stata ceduta alla francia (ricordarsi che la total è francese), questo potrebbe significare che se volessero mettere le trivelle (total) essendo ormai territorio francese non si potrebbe obiettare nulla.

Il motivo per cui è stato ceduto iol mare alle francia rimane oscuro.

Vero Vero 05.04.16 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Oltre allo scandalo trivellopoli bisognerebbe stare con gli occhi spalancati su un altro bubbone targato PD che sempre qui un Basilicata può scoppiare, quello dell'accoglienza agli extra comunitari fatta da coop vicine alle stesse di mafia capitale, li se non erro c'era la cascina manco a farla apposta nata in Basilicata a senise qua c'è Auxilium una costola della cascina
Queste notizie le ho già dare mesi fa ai portavoce in regione Basilicata e tramite potenza cinque stelle credo sia arrivato al portavoce in consiglio comunale di potenza
Bisogna solo capire se ancora oggi sia questa la situazione
Vinciamonoi tuttiacasa un abbraccio

Francesco Telesca 05.04.16 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Renzie ha blaterato in TV che si tratta di opera pubblica: allora perché vietano l'ingresso a parlamentari italiani?

Paolo r., Padova Commentatore certificato 05.04.16 13:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedete sia la Magistratura a fare un sopralluogo...le Porte di questi mostri poco eco debbono aprirsi.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 05.04.16 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Strano che i parlamentari non abbiano potuto visitare il sito! Se cera un pidiota entrava subito! Magari il compagno della guidi !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 05.04.16 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Sarei molto grato, allo staff, e a tutti i 5S della Lucania, se pubblicamente ringrazziassero Giuseppe Di Bello. Si era presentato alle elezioni regionali,come più votato nelle consultazioni della base. Venne estromesso perchè condannato. La sua colpa era aver fatto indagini private sull'inquinamento, e denunciato il tutto. Era ai tempi tenente della polizia provinciale. Ha pagato duramente, con il proprio lavoro, è stato mandato a fare la guardia ai muri del museo di Potenza.
La Cassazzione lo ha assolto! Questo è un piccolo eroe dei giorni nostri. Questi sono i casi in cui, ho dei dubbi, su certe regole nostre.
Questo "signore", ha combattuto e pagato, per le nostre battaglie.

adriano 05.04.16 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

john, la nostra classe politica è debole perchè pratica la corruzione, gli "stranieri" le multinazionali e affini lo sanno e l'adoperano per entrare nel nostro Paese facendo incetta di ogni ricchezza.

Non voglio sembrarti pessimista, nemmeno esagerare, ma l'Italia è morta politicamente e culturalmente, da decenni chi ha governato questa nazione ha scientemente evitato di formare i cittadini creando una coscienza nazionale, quel senso d'appartenenza necessari per difendere la civiltà della repubblica quindi il patrimonio pubblico.

Tanti troppi articoli della Costituzione non sono mai stati applicati a dovere, ma elusi, dimenticati, vilipesi, e come se non bastasse adesso il bomba insieme a due pregiudicati la sta stravolgendo per favorire il saccheggio della ricchezza pubblica patrimonio degli italiani.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 05.04.16 12:35| 
 |
Rispondi al commento

ma questi della total, chi li ha fatti entrare in Italia a prendersi il nostro petrolio per una manciata di lenticchie?
di chi è la colpa?

john f. 05.04.16 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno può intralciare gli affari di famiglia gestita dalla grande ammucchiata spartitiva Istituzionale SPA politica.Urrà!Dopo i Santi Protettori degli inquisiti,Madonne Escort e Governative Piangenti,ecco le Belle Madonne sorridenti salva Papà del sistema privilegiato.Tutto è compiuto,non sono le cause del marciume e segreti di Stato che hanno dissanguato e svenduto la ex Nazione Italia,non sono state le spartizioni-tangenti-figli & famiglia sistemati-trucidazioni Magistrati-Giustizia salva famiglia e spartizione CSM-ecc,ma sono stati l'art. 18,i magistrati trugidati che avevano osato indagare negli affari di famiglia e chi ha creduto negli effimeri valori e ideali Etici e filosofici illusori dove la politica è al servizio della Nazione e la Giustizia Uguale Per tutti.Non si deve dimenticare che le guerre sono state esportate dai cari politicanti per coprire il marciume spartitivo con l'aggravante di formentare l'odio integralista e con la consapevolezza della reazione terroristica,tanto crepa sempre e solo la povera gente.

Agostino Nigretti, Ceresole Reale Commentatore certificato 05.04.16 12:13| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori