Il Blog delle Stelle
Il sistema bancario italiano ha i giorni contati #fondoatlante

Il sistema bancario italiano ha i giorni contati #fondoatlante

Author di MoVimento 5 Stelle Europa
Dona
  • 97




di M5S Europa

Il sistema che ha portato alla crisi delle banche popolari venete e alle perdite per centinaia di migliaia di piccoli azionisti è la più grande truffa strutturata cercata e voluta da un sistema imprenditoriale. La Banca d'Italia sapeva e non ha mosso un dito: per questo chiediamo le dimissioni immediate di tutti i vertici della Banca centrale.
Fondo Atlante è un buco nero. Dovrebbe risolvere ogni male, risanare le malefatte di questo impresentabile Governo, risarcire i cittadini truffati dagli istituti di credito. Ma cosa contiene in realtà? Da dove vengono i soldi che dovrebbero costituirlo? Ne parliamo oggi dal Parlamento Europeo di Strasburgo a partire dalle 11.30 con i portavoce Luigi Di Maio, Marco Zanni, Jacopo Berti, Piernicola Pedicini e David Borrelli.

VIDEO L'intervento di Jacopo Berti a Strasburgo

La banca popolare di Vicenza è tecnicamente fallita a causa dell'uso scellerato dell'istituto di credito da parte del CDA e del presidente Zonin: è stata utilizzata come un bancomat personale. Hanno speso i soldi di 119 mila azionisti per creare una delle più grandi truffe della storia d'Italia. Chiunque avesse la necessità di accendere un mutuo, veniva invitato all'acquisto di azioni della banca stessa. Questi titoli, che corrispondono ad una truffa architettata ad arte, sono divenuti carta straccia creando un immenso danno ai cittadini.

LA VICENDA DELLA BPVI
Lo schema utilizzato è semplice:
- dopo averla spolpata per vent'anni, la BPVI si è ritrovata con un buco insostenibile da miliardi di Euro;
- vengono erogati prestiti che hanno bassissime probabilità di essere restituiti;
- per sostenere questa politica occorre però continuare a vendere azioni, a gente comune ed a grandi investitori;
- per continuare a vendere azioni occorre tenere il valore del titolo artificialmente alto, sopravvalutandolo. In questo modo si sopravvaluta la "solidità apparente" della banca, e contemporaneamente si guadagnano molti più soldi;
- quando la naturale richiesta di azioni finisce, non è però finito il bisogno di soldi freschi per alimentare il sistema dei prestiti "facili". Si comincia a concedere prestiti a patto che con una parte dei soldi si acquistino azioni della stessa Banca.

VIDEO L'intervento di Marco Zanni a Strasburgo

LA BCE SI ACCORGE DELLA TRUFFA
Quando la sorveglianza è passata alla BCE è stato scoperchiato il vaso di Pandora. Ora la banca non vale ufficialmente nulla e il capitale dei soci è stato completamente mangiato dai crediti deteriorati, i famigerati NPLs. Insomma, è stato un bail-in mascherato. Dal canto suo il "Fondo Atlante", che si professa ora come salvatore delle patria, in verità è solo uno strategemma del Governo per coprire una voragine che rischia di trascinare nel baratro l'intero sistema bancario italiano. In Europa abbiamo più volte messo in evidenza il doppiogiochismo delle istituzioni e del PD, complice e autore di quello che potrebbe essere definito il decennio finanziario più disastroso della storia.

I PARADOSSI DEL TESSUTO BANCARIO EUROPEO
Anzitutto partiamo dal principio: la supervisione della BCE, detta anche SSM. Quest'ultima ha sotto vigilanza diretta 130 banche che hanno ognuna asset a bilancio per almeno 30 miliardi. Solo 21 di queste sono banche tedesche, ma cosa ancor più grave sono i criteri totalmente fuorvianti con cui vengono fatte le valutazioni. La totalità delle sue indagini si concentrano infatti sui rischi del credito, tralasciando i rischi sui derivati e le attività speculative. Una follia totale che danneggia le banche del Sud Europa, in quanto quelle tedesche sono imbottite di titoli esplosivi e ad alto rischio. La sola Deutsche Bank ha 75 mila miliardi di Euro di derivati, una bomba ad orologeria. Inoltre, la Germania ha più di 1500 banche fuori dalla supervisione diretta BCE. Le Landesbanken sono banche del territorio che forniscono benzina al tessuto industriale tedesco. Hanno quattro problemi: sono gestite in modo discutibile come le nostre banche del territorio; si avventurano in operazioni finanziarie; i bassi tassi della BCE minano la loro redditività; sono indebitate in dollari e la FED ha iniziato a rialzare i tassi. Non a caso, dopo la crisi americana, i tedeschi hanno utilizzato più di 200 miliardi di soldi pubblici per salvarle (il 7% del PIL). Se poi si contano anche le garanzie e le linee di liquidità si passa al 17% del PIL, ovvero 465 miliardi.

LE FOLLIE DEL PD (ANCHE) IN EUROPA
Un'altra questione controversa è rappresentata dalla possibile ponderazione ai titoli di stato detenuti dagli istituti bancari di ogni Paese. Il Movimento 5 Stelle è stato il primo a denunciare come il PD abbia votato a favore del "report Balz" che prevedeva questa pratica. Il Governo è infatti recidivo nell'attuare le politiche della Troika. Il testo comprende due paragrafi interessanti che PD, Forza Italia e NCD, con tutta probabilità, non hanno nemmeno letto. Nella prima parte si inneggia alla bontà del bail-in, nella seconda parte si prende atto del contributo del Comitato di Basilea per ridurre l'esposizione bancaria al debito sovrano. Nel paragrafo 24 si è ancora più espliciti: l'Unione Bancaria deve affrontare le interdipendenze tra rischio sovrano e rischio bancario e ridurre i rischi attraverso un'azione congiunta. Avete capito? Vogliono che i titoli di stato non siano più considerati risk-free, cioè a rischio zero. L'impatto sulle banche italiane (anche quelle virtuose) di un simile provvedimento sarebbe disastroso. I nostri istituti, secondo i dati Banca d'Italia di novembre, hanno in pancia più di 400 miliardi di Euro di titoli di stato. Non considerarli più risk-free equivale ad aprire voragini nei bilanci, perché i titoli a rischio zero hanno un coefficiente di ponderazione zero (secondo approccio RWA, cioè Risk-Weighted-Asset) e non richiedono assorbimento di capitale. In soldoni: se detengo titoli di stato a bilancio, non devo accantonare riserve patrimoniali.

LE SOLUZIONI DEL M5S
Per evitare che questo desolante quadro diventi realtà, l'Italia ha bisogno di cambiare rotta politica. Lo spartiacque per salvare il Bel Paese dal baratro è l'uscita dalla moneta unica, che così strutturata è un semplice vincolo di cambi fissi appannaggio delle economie del Nord Europa, soprattutto la Germania. A questo bisogna affiancare una banca centrale che funga da prestatore d'ultima istanza, derogando dagli assurdi vincoli dell'UE, incarnati dall'Euro. Successivamente è imperativo ricreare un sistema bancario sano e focalizzato esclusivamente sull'economia reale, cioè tornare al modello del Glass-Steagall Act di Roosevelt: da una parte le banche tradizionali che svolgono solo attività di supporto all'economia e dall'altra le banche di investimento che continuano a fare le loro attività speculative libere di fallire senza salvataggi fatti con i soldi dei contribuenti.

bannerrousseau.jpg

11 Mag 2016, 11:25 | Scrivi | Commenti (97) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 97


Tags: Berti, Di Maio, fondo atlante, M5S, MoVimento 5 Stelle, Strasburgo

Commenti

 

Ciao
Sono anthony avvocato Roberto Bruno sono un cittadino italiano che saremo lieti di informare tutti cercatore di prestito on-line alla ricerca di Dio prestatore timore

ed è stato approvato dal govermant italiana qui in modo del loro e-mail e-mail dose di scrittura con il dovuto rispetto..
----------------------------------------
edwardkennethcredit@gmail.com
luckyyoungcredittransferoffice@yahoo.it
expressloan@outlook.com
tfsmoneyloans@inbox.lt
bankcredit@inbox.lv
Grazie per la Comprensione

jenlan 12.06.16 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Comunque vada è sempre la massoneria che comanda.

Alex 16.05.16 19:32| 
 |
Rispondi al commento

L' USCITA DALL' EURO E' L'UNICA RISPOSTA CHE IL POPOLO DEVE DARE ALLE BANCHE E A QUESTA EUROPA VERGOGNOSA CHE DISTUGGE LE ECONOMIE E LE RICCHEZZE DEI PAESI PIU' DEBOLI A TUTTO VANTAGGIO SOLO DEI PAESI PIU' FORTI.
DOBBIAMO FAR FALLIRE IL DISEGNO CRIMINALE DELLE BANCHE CHE NON SONO ALTRO CHE STROZZINI SENZA SCRUPOLI CHE LUCRANO SUI CITTADINI.
DOBBIAMO TROVARE LA FORZA E L'UNITA' PER FARLO VELOCEMENTE PRIMA CHE SI VENGA COMPLETAMENTE ASSOGGETTATI ALLE LOBBY E ALLE MULTINAZIONALI.
REFERENDUM SUBITO SULL' USCITA DALL' EURO E RIDIAMO FINALMENTE VOCE AL POPOLO ITALIANO.

ANTONIO 15.05.16 10:28| 
 |
Rispondi al commento

uscire dall'euro e' un grande errore che puo' portare l'italia a fare la stessa fine del venezuela. penso inoltre che per tenere strette alcune migliaia di voti degli antieuropeisti si perdano i voti degli europeisti che sono molti di piu'

roberto de falco 13.05.16 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il valore della moneta è dato dall'immagine di affidabilità di un paese,uscire dalla moneta unica dovrebbe essere il passo successivo ad una "bonifica" del marcio,altrimenti con i soldi ci incarti le patate fritte.
Le banche vivono con le speculazioni,tolte quelle,non avrebbero motivo di esistere.Vanno informati correttamente i correntisti piuttosto,dei rischi a cui possono andare incontro(mentre in molti casi sono stati frodati con il benestare degli organi di vigilanza).
Non è più un mondo per le anime belle(purtroppo).

Riccardo Novello, Trieste Commentatore certificato 12.05.16 15:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inoltre sarebbe interessante e diritto del cittadino conoscere la VERA ragione che spinge il dittatore togliere la banconota da 500 euro. Meglio sarebbe tornare alle lire, e fine. Che male hanno fatto le lire rispetto alle corone danesi svedesi norvegesi, ai fiorini e alle sterline?

lalla b., venezia Commentatore certificato 12.05.16 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Comunque il problema dopo l'uscita dall'euro dovrebbe essere andare a pigliare per la giacchetta Zonin e compari in sud africa dove i profughi non vanno anche se è comodo, famiglia Loschi e compari , Banka d'Italia responsabili che non lo sono e Consob. Vedere oltre ai mafiosi che ci governano quanto si ricava dall'esborso obbligato del gruppo.

lalla b., venezia Commentatore certificato 12.05.16 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Bene, ora che si è capito anche nel Movimento che l'uscita dall'euro è l'unica strada percorribile c'è un programma di unificazione PARLAMENTARE EUROSCETTICI? Oppure andremo ancora tutti come don chisciotte contro i mulini a vento ognuno dei partiti euroscettici con la propria bandierina gialla verde rossa ecc.ecc.?

lalla b., venezia Commentatore certificato 12.05.16 14:53| 
 |
Rispondi al commento

Ho notato che e' problematico ( impossibile) inviare link del Fatto Q.
Capita anche a voi? E' finito nella lista nera?

Incasnero 11.05.16 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per quello che fate, siete l'unica speranza.
Grazie anche da parte della mia famiglia.
IL sogno di un Europa sincera, si deve attualizzare, in Italia.
Ed, in Europa.
Lo meritano, nè stanno vedendo "troppe", ...di magagne.
:(.
"Povere" quelle democrazie, che hanno bisogno di eroi per vivere...
:(.
Buona serata, ancora grazie.
Vostro, ammiratore.

Arturo Gemmabella 11.05.16 21:02| 
 |
Rispondi al commento

per rubare una caramella basta un bambino ma per rubare miliardi occorre un'intesa perfetta & programmata fra banca da svaligiare, consob, politica, magistratura & media, cosa non facile ma con un po' d'impegno si può fare. la torta è enorme, ce n'è per tutti !

mario d., orbetello Commentatore certificato 11.05.16 20:13| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dall'euro!!! Andare al governo e informare dettagliatamente i cittadini. L'unica soluzione è il ripristino della sovranità, soprattutto monetaria. L'Italia, per i fatti suoi, può far ancora faville!!!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 11.05.16 19:18| 
 |
Rispondi al commento

🎶 e il
Vaticano
brucerà
con dentro
il papa...
🎵 🎶

(A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ Commentatore certificato 11.05.16 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Un grazie anche a Di Maio per il suo grande impegno.

Rosa 11.05.16 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Evidentemente Padoan e il suo Ministero sono troppo impegnati sulla "flessibilita'", cioe' a raccattare qualche spicciolo per il bilancio del governo per occuparsi dei "dettagli" relativi al sistema bancario italiano. Hanno percio' buon gioco gli altri Paesi, Germania in testa, a farsi gli affari loro. Che volete farci, abbiamo un presidente del consiglio specialista in chiacchere e proclami che non si sporca le mani con i problemi "tecnici" e il conto lo paghiamo noi risparmiatori. Aggiungeteci l'impunita' dei vertici bancari italiani che danno continuamente prova di incompetenza e di malafede e continuano a rimanere al loro posto, al massimo passano da una banca all'altra. Si riuscira' mai a invertire la rotta? Con l'attuale governo sicuramente no, bisognera' attendere le prossime elezioni politiche, quando la strana coppia di presidenti che hanno il potere di decidere avranno voglia di farlo. La soluzione proposta dai nostri rappresentanti in Europa, di uscire dall'euro, e' troppo semplicistica. Le conseguenze sul piano non solo finanziario ma economico e politico sarebbero talmente gravi da sconsigliarlo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.05.16 16:19| 
 |
Rispondi al commento

http://bit.ly/1T4HP8V


sara' vero?

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 11.05.16 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E così, 'i sceicchi ortre che avè regalato 'na cassa de Rolex causando pure 'na rissa tra 'i morti de fame de 'a delegazzione Itajana, mò, sarta fori che 'a Pinotti, ha ricevuto "due importanti regali": pe' 'e fije de 'a Ministra, dicono; du' Rolex tempestati de brillanti, è giusto n' pensierino, ma 'a Spinotta, nun ha ritenuto necessario rende nota 'a faccenda: 'na vorta, quanno un politico riceveva de' gentili omaggi, questi, se chiamavano in un artro modo......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.05.16 16:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E poi dicono che il Movimento 5 Stelle non ha le persone sufficientemente preparate?
Tanto di cappello a questi ragazzi.
Bravissimo Zanni e Berti. Andate alle trasmissioni e raccontate che cosa sta succedendo con le banche.
Avanti siete fortissimi.

Rosa 11.05.16 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho ascoltato gli interventi. E poi dicono che i 5* non sono competenti.
E INVECE SONO BRAVISSIMI, GIOVANI, PREPARATI E SOPRATTUTTO ONESTI!!! GRAZIE DAVVERO A TUTTI VOI!
E a voi altri dico: chiudete gli occhi, tappatevi le orecchie e andate a mettere la croce sul M5* senza se e senza ma!

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Ho ascoltato gli interventi. E poi dicono che i 5* non sonno competenti.
E INVECE SONO BRAVISSIMI, GIOVANI, PREPARATI E SOPRATTUTTO ONESTI!!! GRAZIE DAVVERO A TUTTI VOI!

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Pare ieri e invece è già passato 'n mese...da quanno a Russia ha creato a Guardia Mazionale...guidata dar generale Zolotov,definito da Putin "un grande patriota"...dispone de 430.000 aggenti autorizzati a spara' pe' primi in caso de necessita...mah...

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.05.16 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.
È tempo di darsi una autonomia anche nelle iniziative extra parlamentari
Per esempio per arginare la fiumana di immigrati si potrebbero incrementare piccole realtà locali africane distribuendo impianti fotovoltaici con un costo irrisorio
Molti lavoratori extra comunitari residenti in Italia stanno già privatamente inviando alle proprie famiglie piccoli impianti
fotovoltaici e ci sono pure immigrati che dopo essersi acquistato un impianto tornano a casa per realizzare piccole attività creando lavoro per tutto il loro parentado
Immaginatevi farlo avviando un sistema operativo.
Incrementerebbe lavoro ad aziende italiane del settore e aiuterebbe ad aprire in loco tante piccole realtà artigianali africane
Piccoli passi per raggiungere grandi distanze
Un suggerimento ?

Questa non è macroeconomia ma è realtà positiva fattibile

Rosa Anna 11.05.16 15:25| 
 |
Rispondi al commento

L'idea del rischio ponderato sui titoli di stato è molto attraente:
se nella vita nulla è certo allora anche tali titoli non sono certi.
Eppure i titoli di stato sono l'investimento più sicuro al mondo, anche se di paesi messi male (qualcosa valgono pure dopo il fallimento al contrario delle azioni in borsa);
lo stato è l'azienda più solida infatti le banche e tutto il sistema finanziario esistono solo se esiste uno stato che li protegge e sostiene.
Gli eurocrati vogliono che dopo tutto quello che lo stato fa per le banche i titoli di stato diventino meno convenienti quindi le banche già messe maluccio saranno spinte a rimpiazzare i titoli con derivati e immondizia simile generando il doppio danno di nuovi fallimenti e di un forte aumento del costo degli interessi sul debito pubblico.
Ma soprattutto chi deciderà il rischio dei titoli di stato? sempre la Germania nostra diretta concorrente economica e con un debito pubblico inferiore al nostro?
Ma quand'è che facciamo una bella fiaccolata con 'sti servi della finanza creativa?
A proposito scrivete sempre nomi e cognomi dei simpaticoni che sfornano simili porcate... prima o poi qualcosina si dovrà fare anche per loro.

p.s. prima si esce dall'Europa e prima si risanano le banche.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 15:13| 
 |
Rispondi al commento

‘STI BUSCIARDI
Ce fanno sol’accapponà la pelle
quanno spareno cazzate sui 5 Stelle:
che nun basta l’onestà pe’ governà…
e loro manco su quella ponno contà!

ma ‘ste ridicole oche ammaestrate
a fa politica ‘ndò se so’ ‘mparate?
E quei busciardi e inutili papponi,
se so’ ‘mparati alla scola dei cafoni?

ce pijeno pe’ scemi ‘sti morammazzati
rigiranno sempre la frittata
come da li potenti…ammaestrati!

L’onestà fa paura li fa tremà:
sanno bene quello c’hanno fatto…
e pe’ salvasse c’adano denigrà!

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 11.05.16 15:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Le soluzioni indicate dal M5S sono giuste ma non saranno adottate. L'unica soluzione è EkaBank.

Carlos Huerta Commentatore certificato 11.05.16 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Il Bomba eletto da nessuno, nessuno lo vuole, che vada a casa tra oggi e domani e rimetta il mandato nelle mani del popolo.

misib 11.05.16 15:07| 
 |
Rispondi al commento

In un Paese normale, dove la magistratura non ha un strapotere fuori controllo, un personaggio scandalosamente criminale come Carlo De Benedetti, dopo tutti i disastri commessi nelle sue svariate attività imprenditoriali, come minimo sarebbe in galera da almeno 40 anni.
Invece la magistratura italiana, ha sempre trovato il modo per proteggerlo.

gianfranco chiarello 11.05.16 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Il 15 settembre 2008 quando la Lehman Brothers fallisce miseramente e insieme nel loro vortice inghiottirono migliaia di investitori,la giustizia prese sul serio l'accaduto incolpando i vertici del misfatto e condannarono l'istituto bancario a risarcire il buco finanziario,dei vertici bè poco si conosce visto che gli interessi sono sopra la nostra comprensione,non parliamo di illuminati,massoneria,mes di monti,nuovo ordine mondiale.

Roberto A. Commentatore certificato 11.05.16 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INIZIA LO SCAMBIO DELLE LETTERINE TRA EUROPA E ITALIA

Il ministro dell'economia Padoan ha mandato la prima letterina all'Europa per giustificare il fallimento dei nostri obiettivi.
Non era Padoan quello che diceva che il debito sarebbe sceso?
E con quale sicurezza si pavoneggiava della sua dichiarazione mentre i "gufi" con carte alla mano verificavano l'inconsistenza della sua dichiarazione.
Pil da prefisso telefonico e tutte manovre fatte a deficit con clausole di salvaguardia rimandate per il secondo anno.Come può diminuire il debito se non con la demagogia di questo governo e i tweet del suo fautore?.
Però il fido Padoan nella letterina ha elencato anche le ragioni dello scostamento dalla sua previsione.Si ha ribadito che ci sono pressioni deflazionistiche,che l'UE non è all'altezza dei tempi e che per vedere i risultati del Job Act bisogna attendere perchè sono stati spesi dei soldi per ottenere quella che lui chiama occupazione.
Si ma l'obbiettivo non è stato raggiunto caro Padoan o credevi che i ministri del precedente governo Letta erano dei fessi?
Quelli come te sapevano benissimo dei problemi strutturali dell'Italia per non parlare delle magagne del nostro sistema bancario ed è per questo che sono stati ben lieti di togliere il disturbo.
Ora riceveremo le solite letterine dall'UE mentre il nostro sistema economico sta andando a puttane.
Si Padoan,errare è umano ma chi paga?E levati una volta per tutte quel sorrisetto dalla faccia.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.05.16 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

immagini sempre molto eloquenti sulla democraticita' dell'economia ue

http://www.nextquotidiano.it/wp-content/uploads/2015/12/obbligazioni-subordinate-banche1.jpg

http://www.nonconimieisoldi.org/wp-content/uploads/2015/06/Esposizione-banche.png

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 11.05.16 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Oltre al prestatore di ultima istanza (Banca Pubblica), un sistema economico ha bisogno di un datore di lavoro di ultima istanza, quello che una volta era l'IRI, in modo da ridurre al minimo appalti, eliminare i subappalti ed investire direttamente sul territorio.
L'obiettivo è massimizzare la quantità di posti di lavoro per ogni investimento, ricordando il vero obiettivo di ogni sistema economico:
RAGGIUNGERE LA PIENA OCCUPAZIONE.

LO STATO DEVE PAGARE STIPENDI E NON APPALTI !!!

Mino V., Brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.05.16 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo un governo composto da collezionisti di Rolex, dopo il cazzaro salta fuori la Pinotti...

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/governo-renzi-ha-problema-orologi-occasione-firma-124482.htm

fran Commentatore certificato 11.05.16 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno rende SCHIAVO il popolo,
..ma è il POPOLO a rendersi SCHIAVO.
NESSUNO ti rispetta, se non sei in grado... di FARTI RISPETTARE
La LIBERTA' dai potenti ed oppressori...NESSUNO te la regala,..ma bisogna CONQUISTARLA.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 11.05.16 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON C'E' PIU' UN EURO

Il 40% del settore bancario tedesco è nelle mani pubbliche ed è per questo che la Germania durante gli anni della crisi, che continua a perdurare nonostante dicano il contrario, ha sostenuto le banche in difficoltà spendendo il 5,3% del suo pil.Veramente le banche del territorio tedesco simile alle nostre Etruria o Marche durante la crisi sono quasi tutte collassate e salvate con soldi pubblici grazie all'elusione degli stress test che la Merkel ha fatto adottare solo per le banche di grandi dimensioni.
Furbi loro fessi noi che ci siamo ritrovati con le banche territoriali afflitte da crediti inesigibili per le bravate dei grandi capitani d'impresa che le amministravano.
La differenza tra noi e i tedeschi è costituita proprio dal badget economico di cui non disponiamo e che potevamo utilizzare per salvare le nostre banche ma il nostro elevato debito non ci concede una seconda possibilità.
Afflitti ancora da interessi strozzini dei Tremonti Bond per risanare la banca dei compagnucci MPS e dei prestiti ponte per Alitalia che non sono stati mai più restituiti al mittente,l'Italia non può chiedere più credito alla BCE e quindi il suo prestatore di ultima istanza è la Cassa Depositi e Prestiti e cioè sempre il suo debito.
Non dimentichiamo che la BCE ci ha già aiutato per centinaia di miliardi di euro nell'acquisto dei nostri titoli di stato per liberare risorse alle nostre banche sperando in una poderosa ripresa ma il peggio è perdurato e continua ad intaccare risorse.
Forse i nostri cervelloni al governo credono di fare fessa la Germania facendo passare il fondo Atlante per un veicolo privato ma i tedeschi sanno benissimo che le banche verranno salvate con il pubblico e quindi con i nostri risparmi,le nostre tasse,le nostre pensioni,la nostra svalutazione salariale e il nostro sangue.
Intanto vacilla anche Unicredit ma i nostri politici sono troppo impegnati ad esigere il loro vitalizio e l'Italia? Che si fotta.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.05.16 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra condivisibile un po' tutto il ragionamento, TRANNE nella parte in cui ci si oppone fermamente al riconoscimento del rischio dei titoli di stato. Le banche italiane sono piene stracolme di titoli di stato, e stanno utilizzando gli stanziamenti BCE unicamente per l'acquisto di tali titoli, sottraendo queste finanze all'economia reale con una pressoché totale chiusura dei rubinetti del credito. Bisogna assolutamente impedire, o quantomeno limitare, questa procedura: vi sembra normale che un paese sull'orlo del baratro paghi interessi sul debito così bassi? E' evidente che si è creata una "finzione economica" che non rispecchia la realtà. Inoltre mi sembra anche corretto prevedere un rischio nell'investimento in titoli di stato, in un momento storico in cui gli stati sono tutto fuorché solidi. Non prevedere questo rischio significa soltanto mettersi delle belle fette di salame sugli occhi e pregare che un domani lo Stato Italiano non abbia problemi nel rimborsare i propri titoli. Quindi è vero che l'introduzione di una valutazione di rischio per i titoli di stato possa danneggiare le nostre banche ora, ma chi ci dice che lo Stato Italiano potrà sempre permettersi un domani di ripagare i propri debiti? Ne siete così sicuri? Io, sinceramente, per niente.

Lorenzo Matiussi 11.05.16 14:04| 
 |
Rispondi al commento

la classe imprenditoriale italiana ha delocalizzato ricchezze e aziende.

Le migliori menti hanno espatrianto.

In compenso abbiamo importato un mare di idioti dall'estero.

non sarà facile convicere gli eccellenti a rientrare e levarci dalle palle la merda di importazione.

temo che oramai non ci sia più via di uscita!

il piano kalergi è riuscito.

ottimo direi 11.05.16 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PortaVoce M5S Europa,
grazie per le preziose informazioni.

“LE SOLUZIONI DEL M5S”
le deve però decidere il M5S,
Voi vi siete assunti il Ruolo di accertarle e riportarle poi nelle Istituzioni.


Giulia V. Commentatore certificato 11.05.16 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Unica soluzione evidente agli occhi di tutta Italia é solo una: Pena di morte x i truffatori istituzionali.recupero dei capitali rubati.e leggi severe x chi sta alla testa do queste istituzioni corrotte. Vota pietro Ippolito é spazzeró via tutto questo sterco

pietro ippolito 11.05.16 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Renzi dà alla Boschi ​due nuovi incarichi

Maria Elena Boschi assume le deleghe sulle pari opportunità e le adozioni internazionali
"Da oggi il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, assume "le deleghe sulle pari opportunità e le adozioni internazionali".
Lo ha annunciato ieri il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, al termine del Consiglio dei ministri in conferenza stampa con accanto la stessa Boschi e il neo ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda. Renzi ha dato un caloroso "benvenuto a bordo a Carlo" e ha voluto augurare "un ulteriore buon lavoro" alla Boschi alla luce delle nuove deleghe che assume.

*****

Tutto questo è solo per meritocrazia!

Ci manca altro che i' su' babbo venga insignito con il titolo di Cavaliere del Lavoro e siamo a posto!!!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 11.05.16 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Banda Bassotti
Facciamo una bella cosa, mettiamo uno che picchia i pugni sul tavolo e fa la faccia feroce, un altro lo mettiamo al controllo dei soldi EU, un piccoletto fa i conti in Italia e li porta alla troika, poi chiediamo aiuto alla Grecia, al tedesco socialista, la Francia sta peggio di noi, la Spagna anche e Portogallo non conta nulla e sta sul treno. Il forziere di Paperone è li e i soldi pure, tiriamo il 2018 e poi chi se ne frega.
Domanda:" se non ci cascano?". Semplice ci dimettiamo prima del terremoto, diamo la colpa ai Gufi e al M5S e le opposizioni, tanto abbiamo piazzato un sacco di gente, i nostri amici hanno fatto i soldi e hanno trasferito all'estero anche le aziende, scappiamo prima che in piazza arriva la ghigliottina. E le banche ?, "che vadano a fare in C..o- Si arrangino basta salvare la figlia, il padre lo difenderà la loggia.-
PS. La Libia l'abbiamo scampata, l'Egitto cambiamo l'ambasciatore se mai spostiamo anche il ministro e poi bruciamo i documenti , come Nerone così la Procura su Tempa Rossa etc. non trova un caz.....-----

ciao gf

gianni franzoni 11.05.16 13:32| 
 |
Rispondi al commento

INPS

C'e' una sola regola che, per quanto imperfetta, potrebbe comunque funzionare ed avere un minimo di correttezza e sostenibilita' ed accettabilita' da parte di tutti. E bisogna proporla e pubblicizzarla agli elettori:
Riparametrare tutte le pensioni alle possibilita' che ha l'INPS di pagarle e cioe':
Fine dei diritti acquisiti e se l'INPS dispone di 100, quelli e solo quelli puo' utilizzare. Che significa salvaguardare le minime e ridurre percentualmente, correttamente le alte. Tutto qui.

tomi sonvene Commentatore certificato 11.05.16 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Gli dissero dunque:

"Chi sei? Perché possiamo
dare una risposta a coloro
che ci hanno mandato.
Che cosa dici di te stesso?".

Rispose: "Io sono voce di
uno che grida nel deserto"

(A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ Commentatore certificato 11.05.16 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Lo spartiacque per salvare il Bel Paese dal baratro è l'uscita dalla moneta unica"

Questa è la frase più bella. Peccato che non sia stata ribadita da Di Maio.

A Londra, Parigi e Berlino si lamentano della nostra corruzione? Che si facciano gli affari propri. I panni sporchi è meglio che ci li laviamo in casa.

Luca 11.05.16 13:29| 
 |
Rispondi al commento

l'unica soluzione funzionante è

Chi sbaglia paga.
Chi non sbaglia viene premiato.

Si può accettare anche chi sbaglia paga se poi rimedia perché il concetto è che sbagliando si impaare e dunque chi non sbaglia non può imparare.

Ma perseverare è diabolico!

ricapitolando..

Chi non sbaglia deve essere sempre premiato
Chi sbaglia può essere tollerato ma fino ad un certo punto e poi punito.

ottimo direi 11.05.16 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Comunicazione di servizio:
Chi non ha la tv deve comunicarlo con apposito modulo all'agenzia delle entrate entro il 16 maggio, sennò paga con la bolletta enel.

Chi ce l'ha la butti via il prima possibile, inquina le idee.

fabrizio castellana Commentatore certificato 11.05.16 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Beh..... caro Luigi..... mi pare evidente che parte (cospicua) della liquidita' per il fondo atlante arrivi dai pensionati, sia quelli che prendono la pensione (anche quelli con la minima o la sociale) sia da quelli che versano i contributi che magari non hanno un coniuge e di cui i versamenti eseguiti rimangono nelle casse inps.
Il fatto che tu chieda chiarimenti a padoan di questo ti fa onore (a te ed a M5S) ma non credo proprio che chi al soldo dei potentati di turno verra' a dirvi tutta la verita' (se mai verra' a chiarire).
Sappiamo benissimo che e' ministro importante di un governo fantoccio costituito da bugiardi seriali (dopo tutto il loro "capo" docet).

mario 11.05.16 13:21| 
 |
Rispondi al commento

intanto al senato stamattina:
"Renzi propone il Daspo.
Il M5s porta il Daspo in Parlamento.
Renzi con Verdini bocciano il Daspo."

(L. Castelli-M5S)

vergogna!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S ha varie ricette per uscire dalla crisi, compresa quella, argomento di oggi, per salvare il sistema bancario italiano.

I politici onesti del M5S, che non vendono fumo e non raccontano balle, scatenano (e si è già visto) la loro opposizione sotto varie forme. C'è l'esempio di Nogarin, ma arriveranno altri colpi bassi da parte dei poteri forti che ce la metteranno tutta per mantenere lo status quo.

Il M5S non era previsto nel panorama politico italiano, tutto doveva rimanere com'era, alla maniera gattopardesca, con l'alternanza di destra e sinistra e con i cittadini che, via via recandosi alle urne, avevano la sensazione di decidere.

*****Avanti tutta M5S*****

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 11.05.16 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Fino a quando i controllori saranno parte del sistema non ci sarà nulla da fare. Non ho ben capito cosa faccia la Consob. Il suo presidente Vegas "assolve" le banche che hanno venduto obbligazioni subordinate perché il rischio c'era scritto nel contratto firmato dai sottoscrittori, così mi pare di aver capito.
Mettete in testa al contratto queste parole, in stampatello grassetto:
POTETE PERDERE TUTTO IL CAPITALE O ANCHE GUADAGNARE QUALCOSA. LEGGETE CON ATTENZIONE.
E subito sotto una delle n firme che si devono fare.
Se poi qualcuno firma allora sono affari suoi.
Allora

silo so, mondo Commentatore certificato 11.05.16 12:59| 
 |
Rispondi al commento

CORRUZIONI

Ci sono le corruzioni propriamente dette. Quelle relative ai sovracosti nelle forniture di ogni apparato variamente statale. Quelle delle stracostose, infinite consulenze e dirigenze. Quelle degli assenteismi ed improduttivita’. Quelle degli infiniti enti inutili e di circa meta’ statali variamente inutili ed assenteisti, improduttivi. Quelle delle pensioni baby e d’oro. Quelle dei canili, Quelle dei carcerati, Quelle degli immigrati, Quelle dei campi nomadi. Quelle delle varie “associazioni benefiche” e del clero. Quelle delle opere inutili, mai terminate, inutilizzate. Quelle dei cantieri alla Salerno_Reggio. Le varie TAV...Portaerei, F 35, missioni, scorte, stipendi accessori …...CENTINAIA DI MILIARDI di tasse e debito pubblico IN PIU’, che si devono sobbarcare gli ormai pochi rimasti cittadini produttivi italiani...PENSIAMO a migliorare tutto cio’ e poi...

tomi sonvene Commentatore certificato 11.05.16 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci hanno ingabbiati ben bene , siamo intrappolati nei lacci e ostacoli vari che l'alta finanza in accordo con i suoi referenti italiani : Ciampi , Amato , Prodi ecc , ha costruito per sottometterci ! Questa è la terza guerra mondiale , ridurre più popoli possibili a schiavi e sfruttarli fino allo sfinimento , non con fucili e cannoni , ma con governi fasulli che attuino i loro disegni ! Sembra strano che nel 2016 possa esistere gente così ma è ormai acclarato e evidente a tanti quello che sta succedendo : una guerra che come tutte le guerre annienta i popoli e arricchisce i pochi che la organizzano . Abbiamo sottovalutato il colpo di Stato del 2011 organizzato dall'alta finanza con l'appoggio interno del pd , in primis , e da altre persone senza coscienza . Dunque aspettiamoci di tutto da gente che , serva dello straniero , non recede davanti a nulla !

vincenzodigiorgio 11.05.16 12:28| 
 |
Rispondi al commento

SEGUE...e questo costringe le PMI a delocalizzare o a soffrire ed avere meno utili e potere m Segueeno investire ed essere meno competitive. Ed a continuamente cercare luoghi migliori ove delocalizzare, con buona pace di coloro che NON CAPENDO I PROBLEMI, vorrebbero ostacolarle. Continuiamo a gettare fumo negli occhi agli italiani. Il rischio fallimento e’ dietro l’angolo e NESSUNA uscita dall’UE riuscira’ a farlo scampare. O si diminuiscono I parassitismi di Stato e si diminuiscono le tassazioni o si FALLISCE.
Puo’ essere comprensibile, che un calciatore sovrappeso di 100 chili, non voglia che vengano ammessi in campionato calciatori extracomunitari, MA non sarebbe corretto, produttivo, progettuale. Farebbe molto meglio a migliorare il suo stile di vita e gareggiare, come tutti, con il suo MASSIMO IMPEGNO.

tomi sonvene Commentatore certificato 11.05.16 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono molto d'accordo su quanto riportato, riguardante BPVI. Sono molto d'accordo sulla indispensabile separazione tra banche commerciali e banche d'affari ( la avevo proposta io qualche anno fa' ). Per il resto, mi sembra di capire che la BCE ha lavorato bene, contrariamente alla banca d'italia ed alla Consob. Valutare la posizione derivati delle banche tedesche, non abbiamo sufficienti elementi. Ritenere i bond statali a rischio, non mi sembra molto sbagliato. Grecia e anche italia, ma forse anche altri stati dell'UE sono a chiaro rischio default. Uscire dall'euro, significherebbe uscire dall'UE. Ritornare alla frontiere, alle barriere doganali, ai cambi valutari. Sarebbe molto costoso, sconosciuto e pericoloso. Ridare sovranita' monetaria a banchette centrali. Se fossero affidabili, come i vari governi, potrebbe avere un senso, MA, NON LO SONO. Si arriverebbe, come il Venezuela che puo’ stamparsi tutti I Bolivar che vuole, ma deve sempre pagare internazionalmente in USD, e non gli servono a niente. Credo M5S farebbe bene ad analizzare ulteriormente i rischi bancari tedeschi e comunicarci in merito, ed eventualmente a ripensare certi atteggiamenti antieuropei. Viviamo in economie molto comunicanti. Cercare il piu' corretto BENE di tutti non e' semplice e forse nemmeno facile. MA, QUESTO bisogna cercare, senza fughe verso singoli FALLIMENTI. Forse le banche tedesche avranno problemi, ma certamente l'economia tedesca e' produttiva. mentre quella italiana e' PARASSITARIA. Ed infinite colpe che si attribuiscono ad euro ed UE ed ultimamente TTIP, fungono da fumo negli occhi contro le vere colpe delle amministrazioni partitiche italiane. Le PMI italiane devono I loro problemi alle oppressioni di uno Stato CONTRO. Se avessero lo Stato a favore, con meno tasse e migliori servizi ed infrastrutture, I ns piccoli imprenditori, di TUTTA italia, sarebbero competitivissimi, in produzioni, in qualita’ ed innovazioni. MA, bisogna pagare INFINITI stravoraci PARASSITI.

tomi sonvene Commentatore certificato 11.05.16 12:26| 
 |
Rispondi al commento

l'italia è un paese di malaffare e lo dimostra livorno dove un pm, fa gli interessi dei criminali e non dei cittadini
http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/2016/05/livornofossi-il-pubblico-ministero.html

Livorno,fossi il pubblico ministero andrei a indagare dove sono finiti i soldi e chi li ha intascati,altro che infangare un Mogarin,persona onesta e corretta
per Livorno c'è lo scontro fra procura e tribunale,in poche parole tre giudici danno ragione a Mogarin,ma il pm no,allora?

Il fatto pare montato apposta, se tre giudici ti dicono che sì va bene così,poi arriva il pubblico ministero e dice il contrario,dunque se la vedano fra loro, la realtà è che un'azienda amministrata da giunte pd, che ha magnato di tutto e con 42 milioni di debiti,fossi il pubblico ministero andrei a indagare dove sono finiti i soldi e chi li ha intascati,altro che infangare un Mogarin,persona onesta e corretta, se poi sono stati assunti dei precari che già lì lavoravano e senza di loro non sarebbe possibile fare la raccolta, ossia che vuole il procuratore che si infranga la legge? Se lavori in continuità non puoi essere precario,infrangi la legge e dunque il procuratore chiede che si infranga la legge.

Da ignorante della legge quale sono ho capito, che il procuratore difende interessi di parte e di chi? dunque difetta nel suo compito,poi cosa devo pensare, in Toscana la legge è un cancro mi pare, cioè se un giudice assolve Renzi e poi viene alla velocità della luce dallo stesso Renzi promosso, per me è fango sulla giustizia in toscana, se poi chi indaga sul monte paschi decide in tutta fretta che il signor rossi s'è suicidato e una trasmissione, report dice che ci sono dubbi atroci e che è possibile sia un omicidio, e la procura ci mette anni per riaprire le indagini,io come cittadina dalle procure toscane me ne sto alla larga, avessi i cosiddetti a sentirli nominare i procuratori me li toccherei, cioè la cosa puzza e puzza e puzza.
Manco so dove ha buttato Renzi 600.000 euro

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 12:25| 
 |
Rispondi al commento

NOGARIN COME ALEMANNO?
Solo i malati di mente del PD possono pensare che Nogarin ha fatto assunzioni clientelari per prendere voti.
Alla fine la verità verrà fuori e gli Onesti vinceranno. In alto i cuori

Massimo Traini, Roma Commentatore certificato 11.05.16 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sallusti sei un coglione,voi di falsa italia e PD ormai siete finiti!.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 11.05.16 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Quello che ha fatto la Banca Popolare di Vicenza, e cioè far acquistare azioni per sostenerne il valore per poi farle rivendere dopo la chiusura del bilancio, lo ha imparato dalla FED americana che fa la stessa cosa con i prezzi selle materie prime (per sostenere il Dollaro).
E' tutto fasullo e tenuto in piedi solo dalle chiacchere.
Quando le chiacchere saranno a zero arriverà il botto e il Mondo cambierà faccia.

giorgio peruffo Commentatore certificato 11.05.16 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Il movimento è leaderless, ovvero ogni appartenente ad esso è il movimento stesso.
Ergo...
la donazione la faccio a me stesso:
- Grazie!
- Prego... ma ti pare

me stesso 11.05.16 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e l'audio?

Paolo r., Padova Commentatore certificato 11.05.16 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente una buona notizia,

Cavolo preferivo gli arresti della settimana scorsa, sono però sicuro che non mancheranno anche questa settimana.

Ok , è tutto un casino, COSA POSSIAMO FARE noi cittadini di quarta segata.

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.05.16 12:02| 
 |
Rispondi al commento

audio sparito.

Gianluca A., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Vado a mangiare ci avete censurato anche su internet e sicuramente non ne sentiremo in TV. :(((

cristian l. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 12:00| 
 |
Rispondi al commento

E' sparito l'audiooo !!!

Lino Viotti Commentatore certificato 11.05.16 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto sparitoAudiooooo!!!!

cristian l. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Non si sente nulla

camillo cricchio 11.05.16 11:54| 
 |
Rispondi al commento

è sparito l'audio!!!

Giuseppina G. Commentatore certificato 11.05.16 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe bello poter ascoltare questo servizio alla TV!
Questa è la dimostrazione che il popolo Italiano deve rimanere appecorato al "capitale e al profitto".
Pensate da quanti anni(Zanicchi,Bottiglioni ecc..)onorevoli della casta ci hanno nascosto volutamente le notizie dall'UE.
Grazie al m5s sappiamo qualcosa.

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 11.05.16 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Continuate ad ignorare i fondamentali, cioè che gran parte di coloro che producono sono schiavi. Qui e anche peggio all'estero):

-prodotti della terra (caporalato e degrado);
-auto, benzina;
-materiale informatico;
-miniere;
-eccetera...

TV, Internet...tutta l'informazione ha manganellato per anni, facendo scomparire tutto ciò dai nostri pensieri, come se i pomodori e i computer e i jeans li materializzasse Mago Zurlì.
Il LAVORO è scomparso. Parlare di sfruttamento è ormai tabù.

Il mondo non si può fermare, dite? E allora state pagaiando nello status quo pure voi. Voterò per le beige o per le cru? Ahhh!

Vox clamantis in deserto...


Jobs act in Francia +++ sarà approvato senza il voto del parlamento +++ i socialisti francesi hanno deciso: mandato al primo ministro Valls che farà approvare la riforma del lavoro - il jobs act alla francese, senza il voto del parlamento (l'articolo 49:3 della costituzione, che nel 2006 Hollande aveva definito una bomba alla democrazia). Nella civile Francia, grazie ad una manomissione della Costituzione, il governo può fare una legge senza passare per il parlamento. È' lo stato di eccezione alla francese ‪#‎nuitdebout‬

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 11.05.16 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto contento che finalmente si dia spazio e visibilità ad un argomento che non ha soltanto una rilevanza nazionale ma europea e che serve a far riflettere in modo serio sulla posizione dell'Italia nell'Eurozona.

Sarebbe finalmente il caso che la posizione del M5S sia chiara sull'uscita dall'Eurozona e lo dico da attivista impegnato in prima persona nella raccolta firme per il referendum consultivo.
Occorre però sapere leggere gli eventi storici come referendum in Grecia del 2015 (paese nell'euro) ricattato da BCE, USA e Paesi del Nord, e Brexit (paese UK fuori da area euro) della GB non ricattabile perchè NON presente nell'area euro.

Le crisi bancarie sono dovute proprio all'assetto istituzionale europeo in cui il vulnus è proprio nell'indipendenza della Banca Centrale Europea, che non funge da prestatore di ultima istanza.

Gianluca A., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.16 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Che Dio vi ascolti.

FrancoMas 11.05.16 10:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori