Il Blog delle Stelle
#IoSostengoRousseau, il regalo di Gianroberto

#IoSostengoRousseau, il regalo di Gianroberto

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 139




di Alessandro Di Battista

Rousseau è l'ultimo regalo che ci ha fatto Gianroberto Casaleggio. E' una piattaforma che ci consente, e consentirà a tutti i cittadini, di partecipare direttamente alla scrittura delle leggi. Consentirà di interagire con un MoVimento che è un movimento di cittadini e che sta facendo il proprio dovere di opposizione importante, ma sta proponendo anche una visione di mondo completamente diversa da quella finora proposta da partiti governati da lobbisti e altri “fossili”.
Rousseau consente di abbattere l'intermediazione tra istituzioni e cittadini: il M5S nasce proprio per distruggerla, perché se ci pensate intermediare è sempre una forma di esercizio del potere. Noi vogliamo un'informazione sempre meno intermediata, vogliamo che i cittadini possano entrare direttamente nelle istituzioni e vogliamo una piattaforma, Rousseau, che consenta a tutti i cittadini di dare dei suggerimenti a noi parlamentari.

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

La democrazia diretta è il futuro, io sono convinto che tra qualche anno guarderemo alla democrazia rappresentativa (che non rappresenta nessuno) come oggi guardiamo alla monarchia assoluta, e cioè qualcosa di obsoleto. Ed è per questo che il governo, i partiti, il PD, cercano ogni giorno di ostacolare il diritto di tutti i cittadini a partecipare e a votare. Abbiamo un Presidente del Consiglio che invita a non votare al referendum; abbiamo un governo che non ha abolito le province, ma ha abolito solo la possibilità per i cittadini di votarle; che non abolisce il Senato, crea un Senato di fatto non elettivo. Vedete? Più la spinta a livello mondiale va verso la democrazia diretta, e più i partiti che detengono il potere spingono per la distruzione del concetto di democrazia, per impedire al cittadino di partecipare. Rousseau consente di partecipare, il MoVimento consente di partecipare, e lo fa autofinanziandosi perché non abbiamo lobbisti che ci finanziano le campagne elettorali. Buzzi, il mafioso Buzzi di Mafia Capitale, sosteneva il PD, noi invece abbiamo scelto di non avere questa gente alle spalle. Rifiutiamo anche tutti i rimborsi elettorali, per cui vi chiediamo una mano: sostenete Rousseau, perché rappresenta la possibilità per tutti i cittadini di essere liberi partecipando. Io sostengo Rousseau.

bannerrousseau.jpg



12 Mag 2016, 16:31 | Scrivi | Commenti (139) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 139


Tags: Alessandro Di Battista, casaleggio, democrazia diretta, iosostengorousseau, Rousseau

Commenti

 

Anche io sostengo #Rousseau!!!!

Bistecchiera Elettrica 20.05.16 02:44| 
 |
Rispondi al commento

Io sosterrò Rousseau quando sarà software libero.

https://www.change.org/p/davide-casaleggio-liberate-rousseau

«Le implicazioni sociali del software libero sono notevoli. La condivisione del sapere non permette a un gruppo ristretto di persone di sfruttare la conoscenza (in questo caso tecnologica) per acquisire una posizione di potere. Inoltre, è promossa la cooperazione delle persone, che tendono naturalmente ad organizzarsi in comunità, cioè in gruppi animati da un interesse comune.» (cit. da Wikipedia)

Tanto basterebbe per spiegare per quale motivo Rousseau deve essere software libero, ma se avete paura delle possibili implicazioni tecniche di una scelta del genere (sicurezza), ho spiegato tutto qui:

http://www.la-cosa.it/2016/05/08/iosostengorousseau-per-migliorare-litalia-nunzia-catalfo/#comment-2677980419

Lucio Crusca, Villar Perosa Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.05.16 10:06| 
 |
Rispondi al commento

io sostengo Rousseau

forza 15.05.16 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Non trovo giusto non parlare sul blog in prima pagina di Pizzicotti e Nogarin.È accaduto un fatto importante che potrebbe danneggiare il movimento e tutti zitti.Mettiamo ai voti subito se i due sindaci devono o no rimanere o andarsene

stefano molfino 13.05.16 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Battista, non dare retta a chi ti critica per le spese e i soldi del tuo stipendio. Bisogna essere capaci di fare quello che fai tu e per quelli che ti invidiano c'è sempre la porta aperta per provarci e dimostrare che lo sanno fare anche loro.
Noi ti dobbiamo solo ringraziare, perchè prima di adesso nessuno CI HA MAI rappresentati.
Inoltre vanno benissimo i discorsi che fai e le ragioni che porti avanti. Lo vediamo tutti i giorni che cercano di metterti in difficoltà: AVANTI TUTTA.

Rosa 13.05.16 12:12| 
 |
Rispondi al commento

da L'Antidiplomatico.

http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=125863&typeb=0&-l-italia-dovra-scegliere-l-euro-o-la-sopravvivenza-economica-

"L'Italia deve scegliere tra l'euro e la sua sopravvivenza economica", lo scrive sul Telegraph il noto editorialista finanziario Ambrose Evans-Pritchard. "Il tempo stringe per l'Italia, bloccata in una deflazione da debiti e alle prese con una crisi bancaria che non puo' affrontare con i vincoli dell'unione monetaria", scrive.
Dalla Traduzione de il Nord:

"Dal picco della crisi - prosegue Evans Pritchard - come ha ricordato il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, il prodotto interno lordo si e' ridotto del 9% e la produzione industriale del 25%. Ogni anno la percentuale del debito rispetto al Pil sale: 121 per cento nel 2011, 123 nel 2012, 129 nel 2013, 132,7 nel 2015. Lo stimolo della Banca centrale europea svanirà prima che l'Italia riuscirà a uscire dalla stagnazione e il Fondo monetario internazionale, infatti, prevede una crescita di appena l'1% quest'anno. La finestra globale si sta chiudendo".

[...]

"Negli anni Novanta - continua Evans Pritchard in questo fulminante articolo pubblicato oggi dal Telegraph - l'Italia registrava un ampio avanzo negli scambi commerciali con la Germania, prima che fossero fissati i tassi di cambio e quando si poteva ancora svalutare. In quindici anni l'Italia ha perso rispetto alla Germania il 30% di competitività sul costo di lavoro per unità di prodotto; dal 2000 la produttività è diminuita del 5,9%. I governi che si sono succeduti sono criticabili, ma la questione più rilevante è che oggi il paese non riesce a uscire dalla trappola".

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.05.16 10:30| 
 |
Rispondi al commento

L'ho detto io.
Io ho delle difficoltà personali per le quali nessuno farà mai una legge. Ci sono anche le difficoltà diversamente abili nelle scuole, l'assistenza ali anziani e così via che coi soldi della reversibilità ai gay si sarebbero potute risolvere o lenire, per esempio.
Queste cose le vedo prioritarie rispetto alle nozze gay o chiamale come vuoi.
Come anche agli 80 strafottuti euro ai già abbienti.
Solo bandierine, nulla di concreto.
Le priorità si risolvono secondo il loro grado di utilità per la Società intera. Secondo me, ovvio, ce n'erano altre.

silo so, mondo Commentatore certificato 13.05.16 10:10| 
 |
Rispondi al commento

« Il Parlamento europeo [...] ribadisce il suo invito a tutti gli Stati membri a proporre leggi che superino le discriminazioni subite da coppie dello stesso sesso e chiede alla Commissione di presentare proposte per garantire che il principio del riconoscimento reciproco sia applicato anche in questo settore al fine di garantire la libertà di circolazione per tutte le persone nell'Unione europea senza discriminazioni; »
(Risoluzione del Parlamento europeo del 26 aprile 2007 sull'omofobia in Europa, art 8)

« Il Parlamento europeo [...] condanna i commenti discriminatori formulati da dirigenti politici e religiosi nei confronti degli omosessuali, in quanto alimentano l'odio e la violenza, anche se ritirati in un secondo tempo, e chiede alle gerarchie delle rispettive organizzazioni di condannarli »
(Risoluzione del Parlamento europeo del 26 aprile 2007 sull'omofobia in Europa, art 10)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1702581436670225&set=gm.463948170468184&type=3

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 13.05.16 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno ha detto che l'omofobia era l’ultimo dei problemi italiani
Ma per un omosessuale quello è il primo problema
Questa legge ci era chiesta dall'Europa da almeno 12 anni e i pregiudizi italiano contrastavano con la legislazione dei Paesi civili relegandoci al Terzo Mondo
La Corte Costituzionale americana dichiarava l'anno scorso: "La limitazione del matrimonio alle coppie eterosessuali può essere sembrata naturale e giusta per lungo tempo, ma la sua incompatibilità logica con il significato centrale del diritto fondamentale di sposarsi è ora manifesta.”
I principi di diritto, di eguaglianza formale dei cittadini di fronte alla legge, di protezione degli individui, dignità personale, diritto a costruire una famiglia, diritto al matrimonio, sono gli stessi in tutti i Paesi a civiltà giuridica affine alla nostra, e dunque validi e destinati ad essere vagliati anche per l’indagine giuridica nel nostro Paese.
E ovunque ci sia una disuguaglianza, un pregiudizio, una sofferenza o una iniquità che si protraggono per archeologie culturali, là occorre che il Movimento si ponga come sua priorità assoluta.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 09:58| 
 |
Rispondi al commento

L'Inghilterra ha cose buone e cose cattive
L'Italia dovrebbe copiare quelle buone e guardarsi da quelle cattive
Tra le scelte cattive annovero il fatto che oggi ci siano un milione di bambini siriani orfani che hanno chiesto asilo all'Europa e anche al Regno unito e Cameron li abbia rifiutati
Che ne sarà di quei bambini?
L’omofobo riesce ad immaginarsi la loro sorte?
Crede che sarebbe stato un gran danno se le famiglie inglesi che volevano adottarli li avessero accolti come figli loro? Trova davvero disdicevole che tra loro avrebbero potuto esserci delle famiglie con due babbi o due mamme?
Io non credo che l’amore sia patrimonio esclusivo di un solo genere, né posso credere che le persone debbano essere valutate o discriminate per i loro caratteri sessuali e non per i loro caratteri affettivi e morali.
Ho amici omosessuali, non vedo in loro differenze genetiche di tipo sessuale tali da indurmi a discriminarli come diversi o inferiori. Vedo in loro specificità caratteriali, per cui alcuni possono essere più adatti a crescere dei figli, altri meno, me nella stessa misura in cui lo sono tutti. Il senso materno o paterno dipendono dalla secrezione di prolattina e ossitocina prodotti ormonali che hanno influenza sul cervello e sono anche nel maschio ed essi non hanno nulla a che fare col genere sessuale anche se nella donna esistono in misura maggiore.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Sto godendo da ieri.
Corriere cartaceo di ieri12 maggio, TITOLO di Francesco Verderami “Se vince il no al voto di ottobre il prezzo più alto lo paga il M5S”
“...per quanto possa apparire paradossale, il il voto popolare che condannerebbe Renzi [ il NO] alla rottamazione renderebbe (quasi) impraticabile la strada verso il potere dei grillini. Lha spiegato sul Sole il professor D'Alimonte con la #logica dei numeri#: siccome l'Italicum [la legge elettorale varata da Renzi] è lo strumento che dà la possibilità a M5S #la possibilità di vincere facendo un governo senza alleanze# solo una vittoria del SI salverebbe quel meccanismo elettorale. I dirigenti del movimento sono consapevoli che l'Italicum è #una risorsa# sebbene non possano dirlo....”
“...l'ingovernabilità [in caso di vittoria del NO ] sarebbe garantita”
“... #anche i grillini avrebbero bisogno di un Verdini [ al senato ] per governare# sono calcoli che Di Maio conosce....”

Ripeto godo. Tutte le cose che ho scritto sulle convenienze per il movimento, sono rappresentati da questo articolo. Intrinsecamente se Di Maio smentisce l'articolista, non godo più, ma fino a che non succederà GODRO'.
E l'articolo non era su la “gazzetta del pollaio” che non lo legge nessuno!
Mmm...
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.05.16 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon inizio di rousseau , con il tempo tutto migliorerà e sarà più partecipativo .
Questo è il momento di stare compatti vicino ai ns sindaci , da parma a Livorno , unico sostegno e unica condotta . Non lasciamoli soli e facciamo sentire a tutti i livelli che il movimento è un'altra cosa . Lasciamo da parte i dissapori , è l'ora della compattezza e dell'unità .

mimmo f., policoro Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.05.16 09:45| 
 |
Rispondi al commento

L'omofobia è tra gli ultimi problemi italiani. E' da risolvere ma prima ci sono ben altre ingiustizie sociali.
Vorrei che manifestazioni simili a quelle arcobaleno o del family day venissero fatte per l'abolizione dei vitalizi, delle pensioni d'oro, contro l'abolizione dell'articolo 18, per abbassare gli emolumenti dei politici nazionali e regionali, contro la quasi gratuità dei servizi personali all'interno del parlamento, contro altri privilegi tipo le reversibilità verso i familiari dei parlamentari, le auto blu e così via. E per l'abolizione delle regioni a statuto speciale e delle regioni così come concepite.
Una volta che i gay fossero "felici" non vedo cosa cambierebbe per i pensionati di minima, per i disoccupati e per i poveri in genere.
Con l'approvazione di queste leggi sì dà modo al governo di mettere bandierine sulla carta dei provvedimenti presi senza che nulla in sostanza cambi e intanto il tempo passa sviando i veri problemi.

silo so, mondo Commentatore certificato 13.05.16 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cittadino Di Battista,
se mi è consentito, dissento su quanto Lei afferma.

Il Sistema Operativo Rousseau non prevede solo - suggerimenti - ai Parlamentari, prevede la funzione Lex iscritti dove “Le richieste di proposte di legge originate dal portale del Movimento 5 Stelle attraverso gli iscritti dovranno -obbligatoriamente- essere portate in aula se votate da almeno il 20% dei partecipanti.”

Di Battista Lei è certamente un esperto ed il suo punto di vista è un contributo apprezzabile,
www.beppegrillo.it/2013/03/gli_esperti_e_l.html

però il Non Statuto stabilisce che il M5S non è un partito, è invece un Movimento “leaderless”,
dunque la regola è che non ci sono vertici o esperti che decidono per tutto il M5S:
si decide ognuno contando uno.
E infatti, coerentemente, il Garante Grillo ha assicurato un programma “deciso dagli iscritti”, non da qualche rappresentante degli iscritti.

A me risulta infine che candidandosi nel M5S, Lei si è assunto il Ruolo di PortaVoce, e il Non Statuto non riconosce il ruolo di governo e di indirizzo ai PortaVoce, se pur esperti.

Pacta sunt servanda.

Giulia V. Commentatore certificato 13.05.16 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho scritto “IL movimento5stelle ha 15 sindaci e 2 hanno problemi con la magistratura.”
Stamane ho sentito per la rassegna stampa di radio Radicale, che mi sono sbagliato in difetto, 17 giunte e 15 persone indagate.
Pertanto quello che dicevo ieri è ancora più giusto:
“Quello che voglio dire è che appoggiarsi supinamente alla magistratura, CHE è UN POTERE POLITICIZZATO, dopo si paga. Vedi Di Pietro!”.
Avevo, purtroppo, ancora, ragione.
Mi sento nelle vesti di Cassandra https://it.wikipedia.org/wiki/Cassandra_%28mitologia%29
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.05.16 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Legge Cirinnà
Io ho una figlia e ho cercato di crescerla libera da pregiudizi
Ora vive a Londra e ha due bambini
Londra è una città dove il pregiudizio omofobico e quello razzista sono duramente repressi per legge
Nelle chiese ci sono manifesti dove si chiede alla gente di fare un numero di telefono per denunciare atti di razzismo o omofobia di cui siano testimoni, come noi abbiamo il telefono azzurro
Se si manifesta razzismo o omofobia verso altri sul posto di lavoro si può essere licenziati in tronco (mia figlia ha assistito a un licenziamento di un italiano per questa causa)
I miei nipotini sono abituati al multiculturalismo e non ci fanno nemmeno caso e a scuola e a casa discutono liberamente sui generi sessuali ritenendo che sia possibile amare e sposare una persona dello stesso sesso
Addirittura la scuola dà loro libretti con figure molto facili da capire dove sono presentati come naturali tutti i generi sessuali.
I miei nipotini che fanno i primi anni della scuola primaria hanno compagni di scuola che hanno due babbo i due mamme ma non ci fanno nemmeno caso
L'omofobia è un pregiudizio che è incistato culturalmente nella mente dei retrogradi culturali, i quali pensano che il pregiudizio sia giusto perché dà loro una superiorità che dovrebbe essere conseguita con ben altri comportamenti e opere
In ogni caso il pregiudizio che fa considerare taluni superiori ad altri in base a credenze innaturali risponde a una filosofia dell'odio, non certo dell'amore.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo ,
se ancora ce ne fosse bisogno ,
ancora una volta la RAI-PD ha vinto la battaglia mediatica contro il M5st.
Il 70% dei Livornesi vogliono le dimissioni di Nogarin .
Quando ammetterete che ridare i 40 mln. del finanziamento-pubblico al nemico , invece di organizzare una TV indipendente , è stato un
errore sciagurato sarà sempre tardi .
Il fatto di avere contro TUTTE le TV e ovviamente quasi TUTTI i mass-media che ricevono
i finanziamenti pubblici
e specialmente dal PD sarà la rovina definitiva del M5st. ( a parte che rischia di non vincere nemmeno a Roma ) .


Lino Viotti Commentatore certificato 13.05.16 09:29| 
 |
Rispondi al commento

L’omofobia è un grave delitto contro l’umanità Non a caso era una piaga sia del nazismo come dello stalinismo.Ed è davvero infame che il governo renziano faccia una legge sulle unioni civili che non riesce ad opporsi all’omofobia della chiesa di Roma e ne ripete l’orrendo pregiudizio maschilista,insistendo nella discriminazione di un genere naturale che dovrebbe godere di ogni parità
La Cirinnà,invece,sancisce con legge dello Stato una pretesa differenza morale,ribadendo per decreto un pregiudizio che andrebbe sradicato,non rappezzato.Ed è davvero ripugnante che quelli che l’hanno portata avanti,con lo strumento antidemocratico del decreto imposto alla fiducia,se ne vantino come di una conquista di civiltà.C’è molto poco di civile in questa legge che volendo salvare capre e cavoli finisce con l’offendere tutti Anche nelle sue parti ipocritamente aggiustative il renzismo fa solo prova di inciviltà e arretratezza etica e sociale.Del resto il Pd e prima di lui l’Ulivo e prima ancora il Pci non hanno dato mai prova di modernità e di rispetto dei diritti civili, prima opponendosi al divorzio,poi rendendo difficile l’aborto per cui non sono mai predisposti efficienti consultori,infine accettando supinamente l’obiezione di coscienza negli ospedali in relazione alle pratiche abortive,in ogni tempo riguardo il numero di donne in parlamento o l’equiparazione dei diritti delle donne sul campo del lavoro...per cui,a parte la lotta per il voto universale dei primi anni della repubblica,possiamo annoverare la cosiddetta sinistra tra le file dei reazionari che tengono questo Paese in condizioni di arretratezza culturale
Curioso che quelli che parlano maggiormente di 'amore' e cioè la Chiesa di Roma e il renzismo che scimmiotta il berlusconismo (il partito dell'amore!), siano proprio quelli che più penalizzano i 'non maschi' per timore di perdere diritti e poteri che si sono radicati storicamente ma che non hanno ragione di essere in un Paese evoluto e civile!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 09:22| 
 |
Rispondi al commento

3 UNIONI CIVILI
Per quanto l’evidenza ci mostri ormai indubitabilmente che le leggi della natura sono più complesse di quelle del diritto, che spesso sanciscono solo un predominio di potere, l’Italia continua ad essere un mondo arcaico legato a un maschilismo ormai ingombrante e meschino a cui la Chiesa di Roma dà il suo appoggio basandosi su un pregiudizio vecchio di 200 anni ed ereditato dal mondo greco e romano, pregiudizio che oggi suona solo ridicolo e antistorico e che è legato alla presunzione di un maschilismo imperante per diritto di genere.
Con questa legge ambigua i cattodem non tolgono l’Italia dalla piaga dell’omofobia, in quanto con la concessione all’infedeltà e il veto alle adozioni si lascia nella testa della gente il pregiudizio che gli omosessuali siano promiscui di natura, incapace di morale, non capaci di un rapporto solido e dunque indegni di una adozione. Se prima questi erano pregiudizi popolari ora sono confermati “per legge”.
Questa legge, diciamolo chiaramente, è uno schifo, però è “meglio di niente…”. Ma per quanto tempo ancora dovremo accettare il “meno peggio” o il “meglio di niente” senza allinearsi su una linea di civiltà?

“Il fatto reale è (come ha scritto un lettore) che gli omosessuali che sono da sempre discriminati continueranno ad esserlo. Un pochino meno ma continueranno ad esserlo”.

E benissimo ha fatto il M5S ad astenersi dal voto, come benissimo ha fatto ad astenersi dall'accettare qualunque canguro o espediente simile per 'imporre' con violenza procedurale qualcosa che in democrazia dovrebbe essere democraticamente discusso e accettato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 08:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2 UNIONI CIVILI
In questi comportamenti autoritari di Renzi si notano varie cose: prima di tutto che se una legge su 2 passa ormai come decreto imposto alla fiducia, cadono le tre pregiudiziali della riforma del Senato: rendere le leggi più veloci, aumentare la rappresentanza regionale e velocizzare l’iter legislativo. In secondo luogo se Renzi voleva prevaricare la volontà di Alfano, poteva farlo anche in altri casi senza ripararsi dietro l’alibi che Alfano non era d’accordo.
Perché, comunque, questa è una cattiva legge? Perché non risolve con chiarezza il problema della parità del diverso sessuale, non gli riconosce gli stessi diritti né parifica il matrimonio gay. Intanto non ha nemmeno il coraggio di chiamare questa unione civile col nome di ‘matrimonio’ ma la chiama ipocritamente ‘formazione sociale’. Poi non riconosce a questa unione il requisito fondamentale dell’amore che porta con sé l’impegno e l’obbligo alla fedeltà, dunque non le dà gli stessi obblighi e impegni considerandola di livello inferiore. Il motivo di questo trattamento ipocrita e differenziato è discriminare comunque l’unione gay per non essere obbligato a equipararla al matrimonio riconosciuto, cosa che avrebbe comportato anche il diritto di adozione. In questo modo l’unione gay sembra rientrare più nel diritto delle associazioni che in quello di famiglia. Diventa un rapporto societario, non matrimoniale. E come poteva il M5S votare Sì a questo accrocchio disgustoso e ipocrita?
Ma davvero si è arrivati a non prevedere "l'obbligo di fedeltà" per le coppie gay per evitare "omologazioni con il matrimonio"? Ci si rende conto di quanta ipocrisia ci sia in questo?
Persino la cattolicissima Irlanda ha scelto il matrimonio gay, eppure i renziani offendono ancora il mondo gay rifiutando che l’unione gay sia omologata al matrimonio e continuano a discriminarla così da farla passare come una unione moralmente e giuridicamente meno impegnativa, una sorta di convivenza saltuario con diritto di scappatella

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 08:04| 
 |
Rispondi al commento

UNIONI CIVILI
La legge sulle unioni civili è un piccolo passo avanti ma non è una buona legge, per cui i 5stelle non potevano votare No per il primo motivo e non potevano votare Sì per il secondo.
Prima di tutto assistiamo sbigottiti al fatto che con Renzi una legge su 2 nasce come decreto del Governo e viene imposta alla fiducia senza discussione parlamentare con una media temporale di 5 mesi, dunque scavalcando il Parlamento che è l’organo rappresentativo della sovranità popolare e, questa cosa è aberrante e incostituzionale perché la Costituzione prevede espressamente che il decreto possa essere preso solo in casi rari di necessità e urgenza e sia confermato comunque dopo dall’approvazione parlamentare, ma Renzi abolisce anche questa imponendo la fiducia. Siamo ormai alla cinquantesima fiducia con un abuso permanente di poteri da parte del Governo che è e resta l’organo esecutivo e non legislativo e con un abuso anche sulle commissioni parlamentari che, se non eseguono ‘ac perinde cadaver’ gli ordini di Renzi vengono rimosse e sostituite. Già questi comportamenti sono incostituzionali e dittatoriali ma che addirittura siano presi mettendo la fiducia e tagliando ogni potere del Parlamento su una legge che attiene a un diritto civile è ancor più aberrante, tanto più che questa legge era attesa almeno da 13 anni, quando ormai il diritto in questione viene riconosciuto in 23 stati del mondo: Spagna, Francia, Regno Unito, Portogallo, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi, Danimarca, Finlandia Islanda, Norvegia, Svezia, Irlanda, Stati Uniti, Canada, Messico, Colombia, Argentina, Brasile, Uruguay, Sudafrica e Nuova Zelanda (noi siamo quattordicesimi in Europa).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.05.16 08:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non riesco a capire questa incomunicabilità se non inquadrandola nel tafazzismo storico della fu sinistra italiana e non solo. Sono tutti meglio degli altri...un pò di umiltà specialmente da chi ha più potere sarebbe segno di intelligenza.

mauro lancioni, carrara Commentatore certificato 13.05.16 07:51| 
 |
Rispondi al commento

I credo che per il caso di Livorno ci siamo fasciati la testa senza guardare i fatti.
Che possibilità aveva Nogarin di fronte alla società dei rifiuti, marcia, piena di debiti, ingestibile se non quella di farla fallire?
La doveva continuare a tenere in piedi e continuare a far salire il debito di 42 milioni? Lo doveva fare per non licenziare i 30 spazzini e per coprire le responsabilità del precedente sindaco?
Ha fatto bene a fare quello che ha fatto e molto probabilmente a stabilizzare i 30 precari.
Non è Nogarin incapace come qualcuno vuole fare credere, ma è il pd e il suo governo.
Oltre a non essersi assunti le responsabilità di ciò che ha causato è sceso in campo con tutti gli scagnozzi a denigrare.
Se fossero in grado di governare come loro sbandierano, dovevano a livello nazionale, sanare queste paurose amministrazioni piene di debiti e anche dovrebbero sistemare i debiti contratti con i derivati.
Anzichè fare questo, questi incapaci, tagliano continuamente i servizi ai cittadini.
E' questo che va detto.
Per Pizzarotti non saprei, secondo me ha sempre cercato di accattivarsi il pd in tante occasioni.

Rosa 13.05.16 07:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Radio e televisioni ci inculcano credenze su chi siamo, su che cosa dovremmo essere, su che cosa dovremmo pensare, su quanto dovremmo pesare, su come dovremmo vestirci, quindi su come spendere i nostri soldi.

Le credenze non sono statiche, ma spesso agiamo come se lo fossero, dimenticandoci che rappresentano esclusivamente la nostra percezione della realtà, che danno solo una sensazione di
certezza riguardo a qualcosa.

Esse guidano i nostri pensieri, i nostri comportamenti.

Alcune convinzioni ce le portiamo dietro da sempre, mentre altre cambiano naturalmente con il passare del tempo.

Quando avevamo 5 anni credevamo a Babbo Natale, poi,ovviamente, la nostra convinzione è cambiata!

Le credenze possono essere una forza che ci guida, ma anche essere limitanti e depotenzianti.

Come funzionano le convinzioni?

Io sono sicuro di una cosa, quello di cui sono certo mi fa compiere delle azioni congruenti con la mia opinione.

A.Bardolla

Riflessione mia: Ecco perché deve esserci un controllo dello stato molto pesante sulle televisioni da parte dello stato non tanto per censurare, ma per evitare che la TV venga utilizzata per depotenziare gli italiani facendoli diventare ITALIOTI!

Non dimentichiamoci che un popolo italiota fa una nazione IDIOTA!

ermete 3 volte grande 13.05.16 07:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro Graziano Delrio stringe la mano al boss dell'ndrangheta Nicolino Grande Aracri, questo quanto trascritto nei verbali dei carabinieri nell'inchiesta Aemilia.

http://espresso.repubblica.it/archivio/2016/05/11/news/delrio-ha-stretto-la-mano-al-boss-della-ndrangheta-intercettazione-choc-il-ministro-trame-contro-di-me-1.264984

I politici del PD non smettono mai di stupire

Ervin 13.05.16 06:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro Graziano Delrio ha stretto la mano al boss Nicolino Grande Aracri nell'inchiesta Aemilia.

http://espresso.repubblica.it/archivio/2016/05/11/news/delrio-ha-stretto-la-mano-al-boss-della-ndrangheta-intercettazione-choc-il-ministro-trame-contro-di-me-1.264984

Ervin 13.05.16 05:44| 
 |
Rispondi al commento

Messaggio di servizio :

torniamo a consultare la rete sul portale

Cari Saluti

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.05.16 02:33| 
 |
Rispondi al commento

"Indagati a Cinque Stelle, ora tocca a Pizzarotti. Imbarazzo dal MoVimento"

strano che gli avvisi di garanzia arrivino prima delle votazioni...?

Che paese marcio!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.05.16 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Io spero che d'ora in poi il M5S non chieda più le dimissioni di nessuno. Dica ai 4 venti di cosa sono accusati, indaghi, pubblicizzi, sputtani ma per favore non pretenda dimissioni al di fuori delle beghe puramente governative, vedi per esempio Boschi.
Prima di tutto perché non si dimettono. In secondo luogo perché può toccare a tutti e poi .... che si fa?

silo so, mondo Commentatore certificato 12.05.16 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Droga al Ministero, Cocaina consegnata all' on. Gianfranco Miccichè:

Poche righe scritte con lo stile burocratico delle carte giudiziarie per dire che la persona alla quale Alessandro Martello aveva consegnato la cocaina al ministero delle Finanze dovrebbe essere il viceministro Gianfranco Miccichè. Lo testimoniano anche le intercettazioni telefoniche. I carabinieri non hanno dubbi: quel giorno nel palazzo di via XX settembre il collaboratore nella campagna elettorale siciliana di Forza Italia, il "conoscente" (come lo ha sempre e solo definito Miccichè), l'uomo che entrava e usciva senza che nessuno lo fermasse stava portando droga al viceministro.

Andrea 12.05.16 22:57| 
 |
Rispondi al commento

Alfano e la sua vicinanza alla mafia attraverso il boss Croce Napoli, inspiegabilmente morto in circostanze misteriose nel 1998, fatalità:

Nel 2002, La Repubblica rende conto della presenza di Alfano al matrimonio (avvenuto nel 1996) della figlia di Croce Napoli, indicato dagli inquirenti come boss mafioso di Palma di Montechiaro e morto nel 2001. Tale presenza è testimoniata da un video amatoriale della festa. Alfano, all'epoca neo-deputato all'Assemblea Regionale Siciliana, avrebbe salutato con affetto Napoli. Alfano in un primo momento dichiarò a Repubblica di non avere «nessuna memoria o ricordo di questo matrimonio» e che «non ho mai partecipato a matrimoni di mafiosi o dei loro figli, non conosco la sposa, Gabriella, né ho mai sentito parlare del signor Croce Napoli che lei mi dice essere stato capomafia di Palma di Montechiaro».[35] In seguito affermò di aver ricordato di essere stato effettivamente a quel matrimonio ma di aver ricevuto l'invito dallo sposo e di non conoscere la sposa e la sua famiglia.[36]

Nell'ottobre del 2009 il pentito di mafia di Racalmuto, Ignazio Gagliardo, ha accusato Alfano di aver chiesto aiuti elettorali alla mafia, per mezzo del padre anch'egli politico.[37][38]

Lo stesso giorno Carmelo D'Amico, ex killer di Barcellona Pozzo di Gotto e in seguito diventato super testimone dell'inchiesta sulla trattativa tra Stato italiano e Cosa nostra, accusa Alfano e Renato Schifani di essere stati messi in politica da Cosa nostra secondo quanto è venuto a sapere dal suo compagno di carcere Nino Rotolo, boss di Pagliarelli fedelissimo di Bernardo Provenzano. In seguito Alfano avrebbe voltato le spalle ai boss inasprendo il 41 bis e facendo leggi sulla confisca dei beni e così l'organizzazione non avrebbe più votato per Forza Italia.[39]


Andrea 12.05.16 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alfano pregiudicato in mano a Cosa Nostra.

Andrea 12.05.16 22:40| 
 |
Rispondi al commento

Alfano voluto da Riina e Provenzano

NCD partito gestito da Cosa Nostra siciliana

Alve 12.05.16 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

W gli Alpini! Da domani ad Asti 89.a adunata nazionale. Un'Italia da conservare come il paesaggio, l'arte, l'enogastronomia, ecc.ecc.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.05.16 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Enel azienda di parassiti, farla fallire è necessario e inderogabile.

Alve 12.05.16 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi può promettere anche la luna per il 2017, tanto non gli costa nulla, visto che a novembre il suo raccapricciante Governo cadrà.
Speriamo che nel frattempo non lasci altri spaventosi buchi, visto che fino ad oggi li ha sempre posticipati.

gianfranco chiarello 12.05.16 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Federico Pizzarotti è un grande. Ha lavorato DA SOLO contro magistrati, debiti e nonostante un movimento che l'ha ostacolato sin dall'inizio.
Se il Beppe lo affiancasse per sostenerlo, ORA, sarebbe la vera rivoluzione.

manon accadrà mai 12.05.16 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Della serie : leggete la carta da culo...dal FQ:
Ok, mettete “The Imperial March (Darth Vader’s Theme)” come musica di sottofondo e poi continuate a leggere. Nelle ultime settimane, in un Paese molto, molto vicino, abbiamo assistito a una trilogia della disinformazione da far impallidire la consueta e quotidiana manipolazione mediatica della realtà, alla quale ormai siamo così abituati da esserci persino un pelo affezionati, stile sindrome di Stoccolma.

Prima la “svista” dell’Unità su Virginia Raggi, poi l’intervista-fantasma del magistrato Piergiorgio Morosini e infine la sceneggiatura sul caso Nogarin, scritta a più mani e infarcita di reati immaginari, smentiti dalla stessa Procura (l’unico contestato, addirittura, non è neppure ancora avvenuto: trattasi di precrimine alla Minority Report, come ha spiegato il Fatto Quotidiano).

In ben due casi è dovuto intervenire persino il presidente dell’Odg Enzo Iacopino, prima per dire a quelli dell’Unità di vergognarsi, poi per sottolineare che sparare bufale su Nogarin o altri, oltre a essere deontologicamente scorretto, è pure reato penale.

In questo Paese molto, molto vicino, dire l’ovvio può rasentare l’atto di eroismo.Eppure, in fondo, questo tris di fandonie rappresenta una buona notizia: se decontestualizzare frasi non basta più, se ingigantire episodi trascurabili è diventato insufficiente, se per attaccare i nemici politici è diventato necessario architettare invenzioni integrali, a costo di sconfinare dalla disinformazione semplice all’associazione a disinformare di stampo mediatico, vuol dire che a queste persone non è rimasto altro che la fantasia. Perché la realtà sta per spazzarli via.

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.05.16 20:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E con questo altro indagato ,Virginia Raggi ha perso 10 punti e probabilmente non andrà' al ballottaggio.
Indagati a ridosso delle elezioni ,troppo ingenui......cosi ci vorrà' un secolo per fare qualcosa di buono.

Moreno M., Ferrara (Provincia) Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 12.05.16 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel 2017 abbasseremo le tasse!
hahahha...anche lo scorso anno: nel 2016 abbasseremo le tasse!
hahha...fatto?

ps: oggi nella fattura della Tari ci ho trovato la tassa per le provincie....ma non erano state abolite?
hahahha... probabilmente è una tassa per abolirle!"

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.05.16 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sosteniamo...Pizzarotti,e' pur sempre un sindaco m5s

gigi 12.05.16 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Controffensiva PD contro i sindaci del M5S ma chi è in malafede dimentica un piccolo particolare ovvero la differenza tra un avviso di garanzia x corruzione ed un avviso di garanzia x altri motivi: se potete fate presente che il PD ha solo un mero interesse elettorale e per questo vuole, evidentemente, fare di tutta l'erba un fascio. Tutto ciò è vergognoso ma è lo specchio dei personaggi del PD!!

Luca Andrisani (lucadrisa), Genova Commentatore certificato 12.05.16 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Giuliooooo/aaaa: La democrazia diretta è il futuro,
quindi se è il futuro bisogna aspettare...oggi siamo al "presente"!
Dai qualcosa?...io già l'ho fatto da tempo.... e tu che fai?
..gne,gne,gne,gne,gne....

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.05.16 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vito ha raggione....se ti metti a discutere con un imbecille...non si vedono alla fine le differenze..quindi diciamo che:
-I Pidioti sono ladri-
-I pidioti sono falsi-
-I pIdioti meritano la galera anche solo sul sospetto e senza prove.
I Pidioti dicono essere di sinistra ma rubano più della ex DC.
I Pidioti non hanno bisogno di avvisi di garanzia debbono andare direttamente in GALERA!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.05.16 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non lasciamo Pizzarotti isolato. Parma è la città più importante ad oggi amministrata dal M5S e dove sono stati raggiunti importanti risultati di bilancio e gestione in favore dei cittadini. Mi piacerebbe vedere i portavoce e in particolare Beppe esprimere vicinanza come fatto per Nogarin. Sarebbe un gesto di riconciliazione e di livello elevato.,,e strategicamente intelligente.

mauro lancioni, carrara Commentatore certificato 12.05.16 20:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ultimo spot di Renzie

Il premier promette l'uscita anticipata sulle pensioni e un taglio delle tasse per il 2017. Ma è ancora l'ennesimo bluff.
"L’anticipo pensionistico si chiama Ape: ci stiamo lavorando". Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Porta a porta.


******

Lo faceva il Cav che rappresentava il vecchio, lo fa Renzie che rappresenta il nuovo. Dev'essere l'atmosfera di Porta a Porta a far aprire la bocca, ops, il culo e lasciare andare......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 12.05.16 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo si debba difendere i sindaci 5 Stelle con molta più grinta.

Non si deve dire "Se ha fatto qualcosa di male lascia", ma difenderli con più forza.

E' inaccettabile poi che il PD paragoni avvisi di garanzia per atto dovuto coi proprio sindaci, come a Lodi, che invece vengono arrestati con custodia cautelare.

Lorenzo M. Commentatore certificato 12.05.16 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Io l'ho fatto stanotte verso le 3, dormo poco e così ho impiegato due clik per sostenere Rousseau.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 12.05.16 20:12| 
 |
Rispondi al commento

ma come fa il m5s a non capire che quell'accozzaglia di banditi del pd sta portando il movimento a combattere nel loro campo di battaglia?quelli del pd non vanno contrastati.vanno ammazzati.


Dal Post precedente che sarebbe dovuto rimare tutto il giorno, scusate la franchezza.

PENSIERI E AFORISMI DI CASALEGGIO.

Mi piace pensare che il nostro Dottore vaghi nell'etere e nei bit della Rete, quella in cui lui credeva e a cui dava l'importanza dovuta.

La rete come mezzo di interconnessione umana, non una cosa finta e virtuale, ma una casa comune dove esporre le proprie idee, pensieri e progetti.

La Rete come strumento di diffusione alternativo.

Così è nato il M5S sul Blog di un comico.

Abbiamo dato l'esempio, il miglior modo per dimostrare ciò che avevamo in mente.

Non tutto è filato e filerà liscio, l'avevamo previsto, e sarà la nostra determinazione futura a fare la differenza tra la crescita e la scomparsa, sarà tutto nelle nostre mani, dipenderà da noi e da come riusciremo a relazionarci, prima con noi stessi(tra 5 Stelle), e poi con il mondo esteno, quello che naviga nell'indecisione.

Ci manchi Dottò, questo è quanto.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.05.16 19:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sostengo Rousseau.

Antonio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 12.05.16 19:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trump alla presidenza degli Stati Uniti spariglierà troppo le carte ! Si farà troppi nemici potenti e questo mi fa temere per la sua incolumità essendo l'alta finanza di quel Paese poco delicata nei confronti di chi la ostacola . La politica spesso è appannaggio di gente senza scrupoli pronti a tutto pur di acchiappare il potere che , per loro rappresenta solo un modo per rastrellare denaro in quantità industriale !


Purché abbia 'na bona mira,o sostengo pur'io...co' affetto da subbito,finanziariamente quanno c'avrò er famoso pugno de dollari...in più...

https://youtu.be/fPmQVPYVhDo

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 12.05.16 19:05| 
 |
Rispondi al commento

gia fatto !!

daniele n., desio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 12.05.16 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Sosteniamo Rousseau, io già l'ho fatto! Fatelo anche voi!

Raimo L., Nice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.05.16 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Questo movimento ha assolutamente bisogno di referenti che si muovono per l'Italia ad evitare sconcezze come quelle che si verificano a livello locale, dove persone senza alcun requisito ne' morale ne' politico spacciano liste civiche o "civette", per fare un favore al PD, con liste 5 stelle, autocandidandosi sindaci e mettendo nelle stesse fidanzate e compagnucci di merende ed escludendo attivisti ed iscritti, senza che nessuno dall'alto, o da dove cazzo bisognerebbe intervenire metta becco. Il movimento non può' essere solo Il DIrettorio e le passerelle televisive, qui c'è, una pericolosa involuzione in atto e tutti zitti a pensare ai posti al governo, ma con questi loschi o insignificanti figuri che si presentano nei comuni, alle elezioni nazionali non ci arriviamo.
GRILLO fa la cosa giusta, ritira il marchio 5 stelle da tutti i comuni e punta al governo nazionale, prima che sia troppo tardi o faremo la fine dell' IDV.

Salvatore ciccarelli 12.05.16 18:20| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Per Danila di P.S. Giorgio.

Scusa t'ho confusa con un'altra ... Iersera ero stanco un bel po ... Sorry ... ^_^

FranK.Fo. 02, R. Commentatore certificato 12.05.16 18:12| 
 |
Rispondi al commento

IO SOSTENGO ROUSSEAU

GIOVANNI CARDELLA, torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.05.16 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Un ciclone che porta il nome Donald Trump, finalmente darà una vera e positiva (si spera) scossa ad un Occidente, che è culturalmente ed economicamente fermo da troppi decenni.

Non basta essere alleati tutti contro uno, se la Costituzione che regola la vita dei cittadini, consente una buona dose di Democrazia Diretta.
Fin dalla sua discesa in campo, Donald Trump è sempre stato attaccato violentemente dai poteri economici (presenti in massa anche nel suo Partito Repubblicano), che negli Stati Uniti governano da moltissimi decenni.
Tutti ritenevano di poterlo sconfiggere facilmente, investendo miliardi di dollari, ma questo eccessivo accanimento ha aperto gli occhi al popolo americano, che ha reagito (compresi molti milioni del Partito Democratico) iscrivendosi in massa ai Partito Repubblicano, per votare in massa Donald Trump alle Primarie.
Oggi, nonostante i "padroni storici" del suo partito hanno dichiarato di non appoggiarlo (Bush padre e figlio in testa), Trump vola verso il traguardo finale (Presidenza degli Stati Uniti), con il ruolo di netto favorito (anche questa volta alla faccia dei sondaggisti).
Quello che era già evidente da oltre un mese, oggi è stato ufficializzato dai media americani, che hanno dovuto ammettere che un Democratico su tre non voterà mai per la Clinton, ma che invece è disposto a votare per Trump.
Paradossalmente, la Clinton che sembrava avere la via spianata verso la Casa Bianca, adesso rischia moltissimo di essere estromessa dalla competizione, perchè sembrerebbe che Bernie Sanders avrebbe qualche possibilità in più per competere a novembre.

gianfranco chiarello 12.05.16 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao,
vorrei segnalare questo schifoso che, finalmente bannato dal Fatto Quotidiano, adesso va a sputare le sue calunnie contro il M5S in quel porcile di blog chiamato "movimento dei caproni".
Parlo di Marione, l'ultrà del PD (e del Prato), che si permette di dare della "sgherra" alla Dott.ssa Raggi:

https://disqus.com/home/discussion/movimentocaproni/diritti_civili/#comment-2671879368

Suppongo ci siano gli estremi per una giusta e doverosa querela.

Un abbraccio.

Nick 12.05.16 17:02| 
 |
Rispondi al commento

"Piazzetta Simone Di Stefano"...si si ce la vedo proprio bene, non vedo l'ora di intitolargliela.
Una prece a Santa Hazet 36, patrona degli idraulici.

(A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ Commentatore certificato 12.05.16 17:00| 
 |
Rispondi al commento

ecco chi ha mosso le pedine ex Dc Dal 95 al 99 consigliere PD
Wikipedia
Nel 2014, nella giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari, vota contro l'autorizzazione ad utilizzare le intercettazioni telefoniche a carico del Senatore Antonio Azzollini, respingendo la relazione del Senatore Felice Casson (del suo stesso partito, PD).[5]. Azzollini era indagato per una maxi truffa da 150 milioni di euro legata all'opera di costruzione del porto di Molfetta, appaltata nel 2007 e mai terminata.[6]


Rosa Anna 12.05.16 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si legge in giro, quello che la magistratura ha rilevato sul Comune di Brescello,per lo scioglimento del comune per mafia.
Questo è molto terrificante poichè la situazione registrata a Brescello, secondo me, non è limitata solo a questo comune, ma a molti comuni della Regione Emilia Romagna.
Abbiamo per esempio anche il comune di Reggio Emilia dove pare che la stessa ndrangheta facesse affari. Abbiamo avuto un sindaco che è andato a chiedere di non essere troppo aggressivi con gli immigrati calabresi. E' andato in processione in occasione del Santo Patrono.
C'è stata una cementificazione paurosa in questo comune. Ecc.. Epoi ci sono altri comuni nell'interland che hanno avuto problemi legati a voto di scambio e mafia.
Quindi si deve verificare seriamente non solo Brescello ma tutto l'interland. E' questo che la magistratura deve fare.

Rosa 12.05.16 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io vorrei essere libero partecipando a Rousseau.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 12.05.16 16:38| 
 |
Rispondi al commento

ot

22 febbraio c.a.
""Renzi: «Il 22 dicembre inaugureremo la Salerno-Reggio Calabria""

oggi

""«Salerno-Reggio a rischio crollo» La procura sequestra 4 viadotti""

chiamate un esorcista

non il pdc :)

ps

https://thenypost.files.wordpress.com/2016/05/front4.jpg?quality=90&strip=all&w=368&strip=all


pps

il partito inviso alla Mary Hellen è diventato TT?
:)

""CasaPound, Di Stefano: Boschi? Ringrazio per lo spot, le manderei mazzo di rose rosse""

cvd

:)

pabblo 12.05.16 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori