Il Blog delle Stelle
La Banca Popolare di Vicenza è saltata: il #BailIn è dietro l'angolo

La Banca Popolare di Vicenza è saltata: il #BailIn è dietro l'angolo

Author di MoVimento 5 Stelle
  • 122

di Jacopo Berti, portavoce M5S Regione Veneto

La notizia che sta scioccando tutti nell'economia del Paese è che 'Borsa italiana' non ha approvato la quotazione in borsa della Popolare di Vicenza. Lo si legge in una nota, in cui si precisa che "non sussistono i presupposti per garantire il regolare funzionamento del mercato". Ma di cosa si meravigliano? Da questo blog dicevamo da mesi ciò che sarebbe accaduto oggi e abbiamo avvisato tutti della follia della richiesta di trasformazione in S.p.a e quotazione in borsa di BpVi!

NESSUNO HA AVVISATO I RISPARMIATORI
La cosa che deve scioccare è che nessun giornale ne abbia parlato e nessun altro politico sia intervenuto, impedendo a migliaia di cittadini azionisti di salvare i propri soldi.
Siamo stati gli unici ad opporci con tutte le forze alla trasformazione in S.p.A, all'aumento di capitale (ovvero al versamento di altri soldi da parte degli azionisti per recuperare quelli persi, come nel gioco d'azzardo) e alla sua quotazione in borsa, perchè erano l'ennesima truffa per gli azionisti. Questo dimostra non solo che noi del M5S siamo gli unici credibili anche quando si parla di economia, ma pure che partiti e stampa, al contrario, sono al servizio dei poteri forti. Se vi state chiedendo quanto questa operazione fallimentare sia costata ai suoi autori, allora non avete ancora ben chiaro il livello di schifo di cui stiamo parlando: attraverso una votazione tra di loro, i dirigenti della banca ed il Consiglio di amministrazione si sono salvati dall'azione di responsabilità (ovvero dai provvedimenti nei loro confronti) e si sono pure dati un premio! Sì, si sono attribuiti 8 milioni di euro!

BANCA POPOLARE DI VICENZA E’ SALTATA
Nel frattempo coloro che ostinatamente hanno continuato a fidarsi di questi pirati in giacca e cravatta sottoscrivendo l'aumento di capitale hanno nuovamente perso tutto. Come abbiamo dimostrato, tutto questo era prevedibile già da mesi, ma ora, con lo stop dell'entrata in borsa, dovrebbe essere chiaro a tutti: Bpvi è tecnicamente fallita!
Solo il 7,6% dell’aumento di capitale era stato sottoscritto, per questo sono mancati tutti i requisiti minimi per poter entrare in borsa. Ma d'altronde, quale persona sana di mente avrebbe ancora dato in mano a questi sciacalli i propri soldi? I debiti accumulati dalla banca che non verranno recuperati, i famigerati NPL, sono una quota enorme: si parla di 3,4 miliardi di euro e pare che ne debbano essere calcolati ancora per 1 miliardo!
Dopo averlo ripetuto oggi, avranno ancora il coraggio di etichettarci come irresponsabili?
Delle loro scuse ovviamente non ci interessa nulla, il nostro dovere è compiuto ogni volta che un azionista salva i propri risparmi.
Il Fondo Atlante che si professa ora come salvatore delle patria in verità è solo uno uno strategemma del Governo per coprire la voragine creata dagli NPL, che rischia di trascinare nel baratro l’intero sistema bancario italiano.

RISCHIO BAIL IN PIU’ GRANDE CHE MAI
Oggi possiamo anche dire responsabilmente e senza mezzi termini che l'appello di Altroconsumo a soci e clienti di "chiudere i conti correnti per il rischio bail in" è condivisibile. Il motivo è semplice: la banca non ha i requisiti minimi per sopravvivere, e chiunque abbia ancora soldi lì dentro rischia grosso. lo schema delle banche ci insegna che dopo le azioni e le obbligazioni, i prossimi ad essere nel mirino sono i correntisti.
Il MoVimento 5 Stelle si è sempre schierato contro il Bail In e lo facciamo oggi più che mai: non possone essere i correntisti a pagare i disastri dei dirigenti, mentre questi si godono i milioni di euro sottratti nelle loro regge dorate.

LO SCHEMA ZONIN: COME TRUFFARE I RISPARMIATORI
Grazie all’uso scellerato della banca da parte del cda e del presidente Zonin, che hanno usato la banca come un bancomat personale. Hanno usato i soldi di 119mila azionisti per creare una delle più grandi bolle finanziarie della storia d’Italia, distruggendo e mettendo in ginocchio uno dei territorio più ricchi d’Europa. Ma come? Ecco lo schema Zonin:
- BpVi viene usata come un bancomat personale da parte di Zonin e dal Cda per 20 anni.
- Quando il buco diviene insostenibile elaborano uno schema di truffare i soci, gonfiando i bilanci
- Vengono erogati prestiti che hanno bassissime probabilità di essere restituiti
- Per sostenere questa politica occorre però continuare a vendere azioni, a gente comune ed a grandi investitori
- Per continuare a vendere azioni occorre però tenere il valore del titolo artificialmente alto, sopravvalutandolo. In questo modo si sopravvaluta la “solidità apparente” della banca, e contemporaneamente si guadagnano molti più soldi
- Quando la naturale richiesta di azioni finisce, non è però finito il bisogno di soldi freschi per alimentare il sistema dei prestiti “facili”. Si comincia a concedere prestiti a patto che con una parte dei soldi si acquistino azioni della stessa Banca
Questo sistema però genera altri prestiti difficili, altri crediti deteriorati
Quando la sorveglianza passa alla Bce si apre il vaso di Pandora: la banca non vale più niente, i soci hanno perso il 99% del valore investito in pochi anni, perché il capitale è stato completamente mangiato dai crediti deteriorati, i famigerati “NPL

LA MAXI PERDITA
Si era arrivati a prestare denaro ai soci comprare azioni Bpvi per un totale di circa 974 milioni. Deriva da qui gran parte della maxi perdita, 1,05 miliardi, dell’ultima semestrale, chiusa a giugno e pubblicata a fine agosto 2015, che ha di fatto sancito la morte dell’Istituto.
Ma a chi hanno prestato questi soldi? Ad esempio allo stesso Zonin e le aziende ad esso collegate: 48 milioni di euro!
Questo avvenne il 6 agosto 2015, quando già da due mesi a Vicenza era arrivato il nuovo consigliere delegato Francesco Iorio, il consiglio di amministrazione, secondo i dati riportati dal prospetto Consob pubblicato il 21 aprile 2016, approvò all'unanimità e con voto favorevole di tutti i sindaci effettivi finanziamenti per oltre 48 milioni di euro a società riconducibili all'allora presidente, compreso un prestito personale di 2,4 milioni di euro a Zonin. Sono tutti complici, nessuno escluso, vecchi e nuovi membri del cda.
In questi giorni decine di clienti di BpVI mi hanno riferito delle sollecitazioni della banca ad investire ancora e, conoscendo il nostro impegno sul tema, mi hanno chiesto un consiglio. Non da consulente finanziario, ma da persona informata, ho semplicemente riferito ciò che ho detto ad una cliente della popolare di Vicenza a me molto cara, mia nonna: "Sposta tutto! I tuoi soldi sono i risparrmi di una vita e chi li prende in gestione deve meritarseli!"
Non si danno in mano i soldi a dei pirati in giacca e cravatta che si salvano da sé, si danno 8 milioni di euro, e mentre si godono quei soldi guardano i malcapitati affondare e perdere tutto, con un calice in mano.

CITTADINI AGGIRATI E DERUBATI
La spietatezza di questo episodio supera perfino lo scandalo Mose, con protagonista il decaduto Galan: questi squali derubavano circuendo i cittadini, stringendo la mano agli azionisti e rassicurandoli. Alla luce di questi fatti risultano ancora più nauseanti le parole del Presidente Zonin, che si lagnava di essere attaccato dicendo: "Quello che mi rammarica e quando si mette in discussione la lealtà, l'onestà e la serietà del consiglio di amministrazione della banca". Senza vergogna!

SOSTIENI ROUSSEAU: http://bep.pe/SostieniRousseau

bannerrousseau.jpg


6 Mag 2016, 15:50 | Scrivi | Commenti (122) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 122


Tags: bail in, banca popolare di Vicenza, BPVI, fondo atlante, Jacopo Berti, M5S, M5S Veneto, MoVimento 5 Stelle, Vicenza

Commenti

 

Siete alla ricerca di prestito, per sia rilanciare le vostre attività, sia per la realizzazione di un progetto, sia per comperarvi un appartamento; ma purtroppo la banca li pone a condizioni di cui siete incapaci di soddisfare. Sapete che c'è una signora del nome della signora Casini che mi ha assegnato un prestito di 20000€ affinché possa coprire i miei debiti. Allora che siete nelle necessità vorrete appena contattate signora Casini per più ampie informazioni.
Indirizzo per unirlo: casinisandra3@gmail.com

Jessica 20.07.16 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Cari Veneti, premierete anche la prossima volta chi si erge contro un campo rom e giustamente sbraita a Roma ladrona?
Pazienza se con i banchieri e' in tantino meno severo.Forse e' solo distrazione.

sergio c. Commentatore certificato 08.05.16 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Banca Popolare di Vicenza ha talmente tanti scheletri nell'armadio, che in post non ci stavano tutti...
a partire dalla complicità di Bankitalia e Consob...

Consiglio a tutti coloro che rischiano i propri risparmi e diritti con B.Popolare VIcenza di leggere questi atti ufficiali, e darli poi ai propri legali, per le dovute difese… Passate Parola: attivatevi e difendete i VS diritti!! Basta essere presi in giro e truffati da 4 mascalzoni in doppiopetto!!

2/3/16 Assemblea BPVI: ingerenze Vigilanza BCE Nouy
http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=5/07991&ramo=CAMERA&leg=17

8/2/16 Bene Banca - Conflitti interessi Commissari Bankit BPVI
http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/07506&ramo=CAMERA&leg=17

8/10/15 BPVI - Incompetenza Vigilanza - Bankit / Consob
http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/10686&ramo=CAMERA&leg=17

20/3/15 Bankitalia - Commissariamento Bene Banca (fondi a BPVI)
http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/08511&ramo=CAMERA&leg=17

13/1/15 Banca Popolare Vicenza - porte girevoli Bankit
http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=5/07700&ramo=CAMERA&leg=17

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.05.16 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Ecco il suo e-mail: atiliogabaldone1@gmail.com
IL VOSTRO CREDITO IN 2 GIORNI
Soluzione ai vostri problemi di finanziamento entro 48 ore
Offerta di prestito di denaro e soluzione di investimento per il tuo problema di finanziamento abbiamo un capitale molto alto sarà utilizzato per fornire prestiti che vanno da € 3.000 a € 1.000.000 e persone capaci gravi, morale onesti e buoni a rimborsare . Il tasso di restituzione è del 3% all'anno. Contattaci via email: atiliogabaldone1@gmail.com

ORION JP, atiliogabaldone1@gmail.com Commentatore certificato 08.05.16 02:26| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei fare una considerazione
sull'argomento:

Ma questi soldi, tanti,dove sono finiti, il capitale di tanti denari dove è andato a finire,se sono stati investiti male dalle banche che spequlando su attività finite in totale fallimento mettendo a sedere centinaia di persone,che credendo nella banca come un posto sicuro dove conservare il malloppo dei risparmi di una vita.Il denaro da una cassa è finita in un'altra,basta interrogare i vertici della banca e il gioco è fatto,il sospetto che mi sembra tutto pilotato da oscure menti ,che intrecciando reconditi movimenti speculativi favoriscono il fallimento dei correntisti,"e non della banca", la banca come può fallire, i vertici delle stesse non danno informazioni soddisfacenti sull'accaduto e favoriscono resoconti troppo scontati ,la spequlazione dei proventi del capitale non penso che sia andata tutta in fumo,ci sarà una cassa da qualche parte,le banche hanno capitali monetari,immobiliari ecc, in diverse parti del paese,non si può fallire da un giorno all'altro senza che nessuno del settore sappia nulla,forse un'accordo "segreto"per nascondere una manipolazione atta a favorire una cassa segreta,oggi troppe banche sono fallite con medesime regole,sembra tutto studiato,pianificato,il dubbio resta.Un giorno un capitalista mi fece una confessione:
A volte le ragioni che un'azienda fallisce sono da ricercare dagli interessi che nel fallimento procuri benefici per il capitale , e non perchè non possiede più capitali.

Roberto A. Commentatore certificato 07.05.16 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Prestiti facili non restituiti a sé stessi e agli amici, il solito classico motivo che provoca il fallimento.
L'acquisto di proprie azioni da parte della banca è vietato quindi per aggirare la legge le banche disoneste e prive di serietà obbligano o inducono i clienti a comprarle... forse le banche non dovrebbero essere quotate in borsa, comunque con tali comportamenti non dovrebbero proprio essere presenti sul mercato.

Io fortunatamente non sono fra i truffati ma se lo fossi non credo che utilizzerei vie legali per riavere il maltolto:
quanti mafiosi che sciolgono bambini dell'acido sono stati truffati?
nessuno perché prima di fare uno sgarro a chi è protetto dalla violenza si preferisce fregare i cittadini che ingenuamente credono di esser protetti dalla legge (scritta proprio dagli amici dei banchieri).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.05.16 14:22| 
 |
Rispondi al commento

cittadini truffati ? se si fidano e votano certa gente , ben gli stà !!!!

paolo b., ancona Commentatore certificato 07.05.16 13:48| 
 |
Rispondi al commento

E si tratta di una piccola banca. Siete mai entrati nella sede principale di una "grande" banca di una qualsiasi nostra città? E' una basilica!..sfarzo dappertutto! E questo è quel che si vede, figuriamoci gli stipendi degli alti e medi dirigenti. I soldi sono là; tutto si fa per essi. Basta prenderseli e chi si è visto si è visto! In pratica è ciò che succede. Tutto il resto sono chiacchiere!

loris cusano 07.05.16 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, ben anestetizzato (tv, giornali, media)il popolo bue non ha ancora percepito il cetriolo (sic), la prossima volta con un missile... forse!!! La butto in ridere per non ...

leopoldo cerantola 07.05.16 11:02| 
 |
Rispondi al commento

E' L'INIZIO DELLA FINE

Qualcuno sparge ancora ottimismo per fare campagna elettorale ma l'Italia è sotto assedio.Questo governo di dilettanti allo sbaraglio si ostina a fare la parte del salvatore della patria ma sta contribuendo ancora di più al progetto di distruzione del nostro stato sociale.
La miseria si sta distribuendo a macchia d'olio e i costi delle tasse e delle bollette sono divenuti insostenibili per gran parte delle famiglie che ogni giorno progettano di fuggire da questa prigione di mestieranti e politicanti con le pezze al culo.
Regioni,comuni,enti partecipati,ospedali non c'è più un euro,e il lavoro è diventato un bene talmente prezioso che ognuno si accontenta di quello che può guadagnare alla giornata ingaggiando una vera e propria lotta al ribasso.
Il peso dell'Italia in Europa e nel mondo conta meno di una piuma ma il nostro debito in compenso è un macigno di piombo.Libia,migranti,banche con crediti inesigibili,deficit,bassa crescita,invecchiamento della popolazione,emigrazione giovanile,insostenibilità pensionistica,welfare polverizzato è tutto un quadro della disperazione e in Europa siamo sempre più isolati.
Abbiamo fatto,abbiamo promesso,abbiamo combattuto,abbiamo dato, le solite frasi dei mestieranti del pd e del governo ma la situazione continua a peggiorare e non si sa dove andremo a parare.
Renzi è l'ultima goccia di questo mare di merda.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 07.05.16 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il prossimo passo e´la cashless society.
E´gia´iniziato con l´abolizione dei 500 euro, poi saranno i 100 e poi esistera´solo il "denaro" su una tastiera delle banche.
Cosi´sara´piu´facile rubare.
Bastera´semplicemente azzerare l´importo totale o congelare il bancomat.
Qui se ci si limita a parlare si finisce veramente molto molto male.

Patrizia 07.05.16 09:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' tutto organizzato per proteggere i ladroni. In galera ce ne sono talmente pochi che il rischio non esiste.

silo so, mondo Commentatore certificato 07.05.16 09:09| 
 |
Rispondi al commento

..non sono i governanti o le banche a far casini ..ma siamo noi a lasciarglieli fare.
E senza tanto dire ...ma fare,..bisognerebbe (usando un eufemismo) prendere la borsa della nonna, riempirla del solito mattone da cantiere, e cominciare a distribuire a destra ed a manca.... sonore borsettate.
Ora parlo con ME STESSO : quel che ho appena detto,..lo sto dicendo o lo sto facendo ?
LO STO solo DICENDO e non FACENDO ....quindi MALE..molto MALE!
Dire e non fare,... non CONTA UN CAZZO...IO per PRIMO.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 07.05.16 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Quante banche sono già in fila? al governo non importa tanto la legge per scagionarsi c'è...
Secondo me ciò che hanno fatto le banche in questi ultimi anni è avvenuto dalla sfrontatezza e dalla protezione Statale, tale da sentirsi protetti da ogni cosa,tale da AUTORIZZARSI da se, poi ogni tanto si vedevano arrivare sostanziosi aiuti, quindi dentro una botte di ferro.
Oggi chi doveva proteggerli è senza denaro, gli aiuti sono stati scoperti, gli unici che rimangono per restare a galla sono il Popolo cliente che insensibile ai campanelli di allarme mantiene in affidamento i propri investimenti, come se il proprio Istituto fosse esente dai fatti accaduti. Faccio un esempio un po crudele: avete presente un gregge al pascolo? se il pastore impazzisce e uccide sparando alcuni capi in mezzo al branco, il resto delle pecore nemmeno si girano e proseguono a pascolare. SIGNORI IL GREGGE SIAMO NOI, disinteressato di tutto ciò che succede attorno, pronti a gridare solo quando tocca personalmente.
Popolo così non si va da nessuna parte e il Governo ci sta tirando addosso come il pastore...

sebastiano b., catania Commentatore certificato 07.05.16 08:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il vero ed unico problema è che la giustizia spesso non colpisce severamente i veri responsabili.

E quando si diffonde la credenza che hai alte probabilità di farla franca, molti ci provano, ricorrono in appello fino a quando c'è l'assoluzione.

In certi ambienti gira anche il detto:
ruba poco o ruba moltissimo, poco cambia, sempre ladro sei,
quindi se devi farlo..ruba tantissimo

Se non c'è punizione certa, severa e veloce per i veri colpevoli,
in Italia non finiranno MAI di rubare.

Massia Ellecibò, Veneto Commentatore certificato 07.05.16 08:11| 
 |
Rispondi al commento

OT "volante";

Alitalia, Mediobanca: "Tra 1974 e 2014 è costata 7,4 miliardi di soldi pubblici".


Stamatina, ho accompagnato mì fija a l'aeroporto: ho pensato che co' quello che j'abbiamo dato, (pe' poi regalalla a l'Arabi) ce doveva fà volà tutti quanti a "gratis", 'tacci loro......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.05.16 08:01| 
 |
Rispondi al commento

Belin:
Ora, avete capito perché i furti nelle case sono aumentati in maniera esponenziale, e non ne prendono uno?
I soldi, li devete mettere in BANCA, che poi, ci pensano LORO a CUSTODIRLI.

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 07.05.16 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo!

Pubblicizza Attività 07.05.16 02:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si deve fare?
Se uno ha qualche soldo da parte come deve fare?
Se lo metti in banca te lo ruba una banca che fallisce e poi riapre, se li tieni in casa:
1) Te li rubano
2) Neanche puoi fare acquisti superiori a quanto? 3.000€ mi pare.. E' assurdo!


La banca BPVI che valeva nel 2013, appena tre anni fa, 3.600 milioni di euro ora ne vale per la BCE meno della metà' 1.500 milioni di euro... Ma con il fallimento del debutto in borsa, con i risparmiatori che hanno boicottato i titoli offerti ora a 0.10 centesimi per azione, contro il prezzo inventato da ZONIN di 62.5 euro per azione di due anni fa, per i risparmiatori non vale un bel niente... Le banche si reggono sulla fiducia e e' saltato il rapporto di fiducia fra banca e risparmiatori, fra banca e cittadini... Le azioni solo solo carta straccia e il fondo atlante se le deve tenere per non aprire una crepa nel sistema , per non portare la BPVI al primo bail in e come un effetto domino poi riflettersi sui fallimenti di altre decine di banche... nei 350 miliardi di crediti deteriorati e 200 miliardi di sofferenze che, una volta aperte dal vaso di Pandora di questi bail in farebbero affondare poi tutte le banche italiane, che sono legate allo stesso filo....

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 06.05.16 23:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

certo le truffe sono sempre esistite

ma da quando Silvio ha depenalizzato il falso in bilancio son scoppiate le magagne più grosse

chissà xchè????

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

saluti ai monelli del blog

old dog 06.05.16 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIA' NEL 2008 LA BANCA POP. VICENZA MOSTRA I SEGNI DELLA TRUFFA

SI TROVA TUTTO SU INTERNET GIA' DA QUEGLI ANNI!

http://www.adusbef.veneto.it/zonin-e-la-banca-popolare-di-vicenza-condannati-a-pagare-spese-processuali-ad-avvocato-adusbef


VE LA RICORDATE IL GIP DI VICENZA? QUELLA CECILA CARRERI CHE NAVIGAVA QUANDO SI TROVAVA IN MALATTIA?
ORA IO NON ENTRO NELLO SPECIFICO, PERCHE' LA COSA NON M'INTERESSA ED E' GIA' STATA REGOLATA DALLA MAGISTRATURA, MA SICURAMENTE, COSTEI IL SUO MESTIERE LO SAPEVA FARE MOLTO BENE, VISTO CHE NEL 2002 AVEVA INCASTRATO ZONIN, IL QUALE FU "SALVATO" DAL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA FOJADELLI E PROVATE AD IMMAGINARE PERCHE'?

http://espresso.repubblica.it/affari/2015/02/23/news/popolare-di-vicenza-gianni-zonin-arruola-il-pm-che-aveva-indagato-su-di-lui-1.200780

ALMENO DA QUANTO EMERGE DA ARTICOLI DELL'EPOCA, SU INTERNET.

BASTAVA INFORMARSI, APPENA UN... POCHINO


... Con altri imprenditori si facevano altri accordi: si davano ad ex 75 milioni di euro a delle società, poi queste società venivano portate all'estero, magari in qualche paradiso fiscale come il Lussemburgo e non rendevano più un euro alla banca, il credito milionario si trasformava in una sofferenza milionaria., in un buco milionario ... Poi attraverso un sistema di scatole cinesi i soldi arrivavano da qualche altra parte, magari a Malta e da Malta investiti in azioni BPVI... In questo giro dei soldi c'era chi ci guadagnava fuori, e qualcun altro dentro la banca che ci guadagnava con la sottoscrizione milionaria di un aumento di capitale e qualche milione in tasca?

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 06.05.16 23:33| 
 |
Rispondi al commento

... Quando poi ZONIN e i suoi compari trattavano con i grandi imprenditori, i Tycon e la politica allora si facevano gli accordi sottobanco , come con le partecipate comunali, gestite dagli amici degli amici, che invece di investire nel cuore business investivano in azioni BPVI - perché il Consiag di prato, partecipata del Comune di prato , ha investito 9.5 milioni di euro in azioni BPVI e ora che gli ha persi tutti, al 99.9 per cento chi paga questa perdita? Il solito pantalone con l'aumento delle tariffe del gas e dell'acqua di questa multiutility?

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 06.05.16 23:27| 
 |
Rispondi al commento

mentre l'ascoltate pensate ad una banca

la canzone è di Bob Dilan e rilanciata in italiano da Gianni Pettenati

https://www.youtube.com/watch?v=iDsWlx3xZF4

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

saluti ai monelli del blog

old dog 06.05.16 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Si erano perfino finanziati l'aumento di capitale imposto dalla BCE: per i piccoli, il sistema della famiglia e delle piccole imprese , hanno usato l'arma del ricatto: ti do il prestito X se mi compri Y azioni BPVI, ti rinnovo il fido X se mi compri Y pacchetti azionari BPVI, ti faccio migliori condizioni se compri ha azioni BPVI...e ora ci sono le procure a indagare

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato 06.05.16 23:23| 
 |
Rispondi al commento

lllForse qualcuno si ricordera ' che all inizio della crisi molti economisti/ politici si lamentavano per il rating negativo italiano affermando che il belpaese poteva contare su di una ricchezza basata sui risparmi e investimenti immobiliari del popolo italiano.....detto e fatto presi in parola e ora i debiti (furti) , fatti da una classe dirigente inetta , li stanno pagando i sudditi/ schiavi italiani..I soldi non scompaiono nel nulla ma vanno in un modo o in un altro a riempire le tasche di chi pretende di dover sfruttare i popoli come se questi fossero dei polli da spennare..

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Rating?_e_pi_=7%2CPAGE_ID10%2C2375315014

Incasnero 06.05.16 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Massì, mettiamo armeno n'avviso...


Le "magnifiche 15" in odore di fallimento:


Istituto per il credito sportivo, Cassa di risparmio di Ferrara, Banca delle Marche, BCC Irpinia, Cassa di risparmio di Loreto, Banca Popolare dell'Etna, Banca padovana di credito cooperativo, Cru di Folgaria, Credito Trevigiano, Banca popolare delle Province calabre, Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti, BCC di Cascina, BCC Banca Brutia, la BCC Terra di Otranto, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio.

Regà, nun vorei fa' er menagramo, ma ......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.05.16 22:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER ANNI HO CERCATO DI PORTARE IL BLOG VERSO BANCA ETICA!

Ora sono contento di essere riuscito a portarci una decina di persone tra amici e conoscenti; il resto si fottano!

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.05.16 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Per fortuna esistono ancora eroi che rischiano la propria vita per un i delle:

http://espresso.repubblica.it/inchieste/2016/05/06/news/vi-diro-tutto-sui-panama-papers-1.264463?ref=HEF_RULLO

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.05.16 22:14| 
 |
Rispondi al commento

BAIL IN E' DIETRO L'ANGOLO.

E noi da bravi "esperti" bancari, dietro l'angolo, c'abbiamo mandato le nostre chiappe in avanscoperta!

Sono anni che ce la meniamo con le banche e non siamo stati in grado di far spostare, solo spostare, una milionata di persone in una unica banca etica, tra l'altro credo che sarebbero ben più di un milione quelli già pronti, bastava una via indicata.

Lo vogliamo capire o no che i soldi siamo noi!

Siamo noi che possiamo spostare le montagne, perchè, spostarsi tutti in una banca, significherebbe pararsi le chiappe, se poi ci fossero condizioni "trattate" prima, allora si potrebbe avere anche una banca semi-amica.

Politicamente la battaglia dovrebbe essere una e una soltanto:

LA BANCA D'ITALIA DEVE TORNARE DELLO STATO.

Parliamo di referendum per uscire dall'Euro(a proposito...), ma che pensiamo?

Pensiamo di far "stampare" la nuova Lira da Bankitalia SpA?

Quella SpA Privata e controllata dalla banche?

Il grido "Abbiamo una banca", abrebbe dovuto farci preoccupare, non ridere per la battuta sapientemente venduta dai media.

Avere una propria cassetta di sicurezza determina la differenza tra sopravvivere o sprofondare nella merxa!

TUTTI INSIEME SIAMO UNA POTENZA, SPARPAGLIATI OGNUNO PER I CAXXI SUOI, UN BRANCO DI IMBECILLI!

Romani docet, divide et impera.

Le rivoluzioni possono essere di sangue, ma anche di intelletto, chi ti controlla i soldi, ti controlla la vita, ti succhiano le finanze, non il plasma, che non è er televisore grande!

Buona sera Blogghe, è sempre un onore incaxxarsi qui.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.05.16 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://panamapapers.sueddeutsche.de

Disparità di reddito è una delle questioni che definiscono i tempi in cui viviamo. E ci riguarda tutti, a livello globale. Il dibattito circa l'improvviso sviluppo ha imperversato per anni. Né i politici, accademici o attivisti sono riusciti a rallentare le crescenti disuguaglianze, nonostante le innumerevoli discorsi, analisi statistiche, alcune proteste magri e documentari occasionale. La domanda rimane: perché? E perché ora?

La frode in larga scala
Papers Panama fornire una risposta convincente a queste domande: massiccio, corruzione dilagante. Non è un caso che la risposta viene da uno studio legale. Mossack Fonseca è stato più di un semplice ingranaggio della macchina di "asset management". Hanno usato la loro influenza per scrivere e che si estende in tutto il mondo le leggi a favore dei criminali nel corso dei decenni.

Sulla piccola isola di Niue nel Pacifico alla deriva Mossack Fonseca un paradiso fiscale, dall'inizio alla fine. I fondatori Ramón Fonseca e Jürgen Mossack selvatici farci credere che i legali compagnie ditta shell - a volte indicato come "veicoli per usi speciali" - è proprio come le automobili. Ma venditori di auto usate non scrivono le leggi. E l'unico "scopo speciale" per i veicoli hanno venduto, era spesso frodi su larga scala.

PO Le aziende sono spesso associati con l'evasione fiscale. Panama Papers dimostra al di là di ogni dubbio che, anche se le società Shell non in sé illegale, in modo che siano utilizzati per eseguire una serie di reati gravi che vanno al di là di quella di evadere le tasse.

Ho deciso di rivelare Mossack Fonseca perché penso fondatori, dipendenti e clienti della ditta devono essere ritenuti responsabili per il loro ruolo in questi crimini. Solo alcuni di loro hanno finora venuto alla luce. Ci vorranno anni, forse decenni, prima che tutta la misura della Mossack Fonseca azioni sporche sono noti.

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 06.05.16 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

lllPersonalmente i radicali non mi stanno tanto simpatici..ma diamo a Cesare quello che e' di Cesare...e a Pannella quello che e' di Pannella..

http://www.iltempo.it/politica/2015/02/02/la-leggenda-del-santo-donatore-i-milioni-di-pannella-ai-radicali-1.1374079

Turchia..Mi sa tanto che Erdogan
aspetta solo di prendere i restanti tre miliardi per poi lasciare la UE con le mosche in mano..

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Turchia-Ue-terrorismo-50a655a0-65eb-4066-9f87-755307e36454.html

Incasnero 06.05.16 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma ditemi che non è vero!
Ho letto che la "giornalista", si fà per dire, che ha fatto il pezzo sul giudice Morosini, è la compagna di Chicco Testa di....
Ma come può essere credibile una persona che scrive sul rotolo da cesso, e stà con l'ex "verde" sponsorizzatore di nucleare e trivelle.
Ma che credibilità può avere una così?

adriano 06.05.16 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Belin, non è dietro l'angolo;
è già nel culo!

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 06.05.16 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mattarello in Friuli:
"Siamo risorti".
Un bue, stava tirando l'aratro; una mosca, si posa sul suo corno; passa un tordo:
- Mosca, cosa sei a fare sul corno?
la mosca:
- Stiamo arando!

Antonio- D., Carrara Commentatore certificato 06.05.16 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Terremoto Friuli, 40esimo anniversario, ci furono quasi mille morti e la lezione fu rialzarsi.

I paesi completamente distrutti dal terribile terremoto, furono ricostruiti prima del previsto e la regione Friuli restituì allo stato italiano, parte dei soldi che erano stati destinati per la ricostruzione.

Un esempio da ammirare, se si pensa che continuiamo a pagare, sul carburante, per certi terremoti avvenuti quasi mezzo secolo fa nel meridione d'Italia.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 06.05.16 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia l'unica Azienda di Stato che funziona e che incrementa sempre il fatturato, è la mafia imprenditrice.

Lì i giovani troveranno sempre un posto di lavoro, ben remunerato, con contratto a tempo indeterminato, da subito.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 06.05.16 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Nel discorso MANCA UN TASSELLO FONDAMENTALE per la visione del quadro nella sua interezza.

Ovvero che dall’avvio della crisi nel 2008, in GERMANIA con la bellezza di 197 MILIARDI di DENARO PUBBLICO, sono stati salvati grandi istituti carichi di titoli tossici. Quei dirigenti sono stati altrettanto disonesti o incapaci, ma nessun tedesco ci ha rimesso di tasca propria.

Ma ora è tempo di mettere le mani sui risparmi degli italiani, UN ESPROPRIO LEGALIZZATO, perchè il Bail in è una legge. Forse fa gola il fatto che il risparmio privato italiano sia di circa 400 miliardi di euro.

E allora mi pare scorretto individuare solo i colpevoli locali e fare finta che non vi siano degli interessi extra nazionali, non siamo piu' corrotti degli altri ma ci teniamo a dimostrare il contrario.


Le pensioni d'oro degli ex onorevoli:
chi guadagna di più (cifre da capogiro)

L'elenco - Il quotidiano Il Tempo in edicola oggi, pubblica di queste pensioni d'oro, fa i nomi e i cognomi dei parlamentari super fortunati. Luciano Violante percepisce un vitalizio di 9.363 euro al mese, Giuliano Amato arriva a 31.411 euro al mese, Walter Veltroni ogni mese incassa 5.373, Massimo D' Alema appena 90 euro in meno del suo storico rivale. Marco Pannella porta a casa una pensione da 5.691 euro al mese. Percepisce il vitalizio anche l' ex presidente della Camera Gianfranco Fini (5.614 euro). Poi Prodi (2.864), Rodotà (4.684) e Franco Marini (5.800 Irene Pivetti dal 2013, ovvero da quando aveva solo 50 anni, percepisce 6.203 euro al mese. Alfonso Pecoraro Scanio, deputato dal 1992 al 2008, riceve 8.836 euro al mese da quando aveva 49 anni. A Vittorio Sgarbi per essere rimasto in carica per 4 legislature riceve 8.455 euro. Rosa Russo Iervolino, parlamentare per oltre 20 anni e più volte Ministro, riceve mensilmente il suo assegno da circa 5400 euro netti. Pensionata a 41 anni e con un assegno di 8.455 euro: accade a Claudia Lombardo, definita Miss Vitalizio d' oro. Gianni De Michelis, percepisce 5.800 euro netti al mese.

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11905916/pensioni-d-oro-politici-ex-parlamentari-elenco-.html

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 06.05.16 20:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LONDRA

Khan ha vinto. Sindaco di Londra.
Non sono certo dalla parte delle sinistre, MA, credo che ormai sinistre e destre siano nella realta' dei fatti, situazioni superate. Esistono operativita' a favore di caste ed operativita' a favore di TUTTI i cittadini. E ho visto questo sig. Khan e mi e' sembrato persona corretta e positiva. Vedremo. Speriamo. Ma...cose cambiano. la Campana Sta' suonando

tomi sonvene Commentatore certificato 06.05.16 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando in uno stato iniziano a saltare le banche e a produrre disastri come il MPS, Banca Etruria, Antonveneta, Popolare di Vicenza e cc., vuol dire che quello stato ha i giorni contati.

E dire che tutto questo è scientemente studiato a tavolino dai soliti noti!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 06.05.16 20:07| 
 |
Rispondi al commento

E vai con il fallimento ! Non si capisce cosa vogliono i banchieri e questi governanti ! Siamo arrivati in fondo , oltre non si può andare senza provocare disordini o peggio !

vincenzodigiorgio 06.05.16 20:05| 
 |
Rispondi al commento

io da piccolo ignorantello mi chiedo...
ma tutti quei miliardi dove sono finiti?
sono entrati in banca in contanti giusto?
ma nel 2016 non e' possibile rintracciarli?
quel click che sposta questi liquidi chi lo ha fatto?

dove sta il malloppo?
chi si e' arricchito?
questo voglio e devo sapere!

aloha

Bacia Mano, Bon Ton Commentatore certificato 06.05.16 19:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CI HANNO SEMPRE DETTO CHE IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO ERA SOLIDO!

Pensate che quei delinquenti, molti dei quali sono ancora al governo, oppure fanno parte dei senatori a vita, verranno chiamati a rendere conto dei loro misfatti? Quella gente, se non la giustizierà un popolo imbufalito, si godrà il bottino e lo trasmetterà ai propri parenti e affini; come si dice? La responsabilità dei padri non può ricadere sui figli, ma l'eredità e il bottino frutto di crimini immensi, quella la si può trasmettere ai figli!

Questi criminali andrebbero giustiziati o messi in galera a vita, come avviene in altri stati, ma non riesco a provare pena per le loro vittime.

Vi ricordate Vanna Marchi che, giustamente, sta in galera con sua figlia? Vi ricordo anche come truffavano le loro vittime:

VENDEVANO LORO I NUMERI DEL LOTTO SICURAMENTE VINCENTI! LO CAPITE CHI SONO I TRUFFATI DALLA MARCHI? CHI E' PEGGIO, IL TRUFFATORE O I TRUFFATI?

E' vero che i truffatori vanno denunciati come tali, ma è anche vero che chi è loro complice, anche se poi ne sarà vittima non deve essere compatito.

Sperate forse che la Magistratura arresti quei farabutti che hanno truffato miliardi? Zonin é sparito dalla circolazione, ma non è inseguito da un mandato di cattura internazionale anzi, ha già cominciato a liberarsi del bottino, trasmettendo le ricchezze ai figli e alla moglie e la magistratura assiste in silenzio.

E le vittime? In silenzio fino alla fine e poi qualche bestemmia all'assemblea che conclama la loro stupidità.

NON LASCIATEVI COMMUOVERE DALLE VITTIME/COMPLICI.

Chi ha capito il meccanismo si metta a "testuggine" e aspetti che un torrente di merda passi sopra di loro e alla fine chi sarà sopravvissuto alzerà la testa, si scrollerà la merda di dosso e se avrà fiato e voglia andrà a cercarsi l'"argenteria" degli italiani a casa della "COMBRICCOLA" e a quel punto sarà anche in grado di chiedere ad ogni componente della combriccola, quanto vale la sua vita. Se ne avrà voglia, s'intende!
PUNTO


Sta saltando tutto ! Questa notizia sveglierà parecchia gente che correrà a ritirare i risparmi e le banche falliranno una a una .

vincenzodigiorgio 06.05.16 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Si stanno preparando comitive di albanesi e romeni diretti in Italia con autobus ,in auto e in bicicletta . La notizia dell'ennesimo crac bancario ha agito da detonante alla notizia - in Italia la gente non metterà più i soldi in banca , quindi li metteranno nel materasso ! Anche i nostri delinquenti sono allertati e pur non essendo tanti destano preoccupazione ulteriore alle forze dell'ordine . Molti avvocati italiani sono stati prenotati dai rapinatori nel caso di ferimenti da parte dei rapinati per l'azione legale di risarcimento !


Da oltre venti anni la politica in questo paese è gestita da incapaci e disonesti. Qui si fa politica per arricchirsi e vivere come Faraoni sulle spalle della classe lavoratrice. Ma a porre un freno alla loro insaziabile sete di potere sono le regole scritte nella Costituzione, per questo vogliono cancellarle, per impedire ai cittadini di avvalersi delle stesse per far rispettare i propri diritti contro gli abusi, che vengono perpetrati contro di loro.
Riscrivere le regole ad uso e consumo della politica, consente loro di rimanere a vita in quella che è diventata la vigna dei coglioni.
Per riuscirci effettuano il lavaggio del cervello ai cittadini tramite un martellamento mediatico per convincerli che questi sfregi vengono fatti nel loro interesse. Per raggiungere lo scopo si servono dei giornalisti venduti, bravissimi nel ribaltare la realtà. Se poi a tutto questo si aggiunge la vergognosa campagna denigratoria che mette in evidenzia qualche manchevolezza nascondendo i pregi, il gioco è fatto. Purtroppo convincere i cittadini è facilissimo per chi detiene tutti i mezzi necessari.
Cambiare le regole della Costituzione per peggiorarle è quello che questa ridicola accozzaglia intende fare. Paragonare i grandi uomini che la scrissero con questi che vogliono squassarla, è qualcosa che fa tremare le vene e i polsi.
E’ accertato che non vogliono cambiarla per migliorare le condizioni di vita degli italiani, ma esattamente il contrario, per riportare indietro di secoli la società civile e accentrare tutto il potere nelle mani di una sola persona per fare carne di porco della Democrazia e dei cittadini italiani.


La politica, non solo il M5S, sulle banche è strana;
1] le banche devono aiutare chi è in difficoltà.
2] garantire i risparmiatori
3] non devono chiedere, quando il cliente non paga il mutuo, la casa/auto/capannone
4]la società italiana è intrisa di furbi, ma le banche non devono essere furbe.
5] Le banche hanno assunto troppo, i clienti si spostano verso le banche online, ma non devono licenziare.
6] persone che hanno goduto [dividendo] per anni gli interessi su azioni della banca ,
si trovano con le loro azioni che non valgono niente. E vorreste che io pianga per costoro.

Nemmeno la banca del Vaticano fa tutte queste cose.
Ma logicamente non è consigliabile dire agli italiani le cose basilari, tipo suddividere i propri risparmi, se non sei esperto, fatti aiutare, perchè “non chiedere se il suo vino è buono all'oste..”
Nemmeno il cinese dirà che le sue mercanzie sono merda!
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.05.16 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma Zonin l'ex presidente di banca popolare vicenza non aveva una mega villa con tanto di tenuta maneggio di cavalli e due tre azienda vinicole....
Ma tutto ciò se l'è costruito con i soldi che ha rubato ai risparmiatori del banco popolare di vicenza, poi finito in un polverone di inchieste e indagini perché aveva i conti nei paradisi offshore nei paradisi fiscali?

Questo Zonin secondo voi è una persona che doveva essere arrestata? Quanti soldi ha rubato ai clienti della banca e li ha messi all'estero?

misib 06.05.16 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Un camper ed un megafono, strade aperte e piazze piene: era Grillo 2012-13....

HA FATTO DEL MOVIMENTO IL PRIMO PARTITO ITALIANO con NOVE MILIONI DI VOTANTI!!!!!!

Non aveva una fondazione, non tirava su palchi alla Pink Floyd da decine e decine di migliaia di euro...

NOVE MILIONI DI GENTE CHE GLI HA DATO L'ANIMA...
E SENZA BOLLINO PER PATACCA!!!!

Non gli serviva una fondazione: la piattaforma erano quelle piazze.....

MoVimento.... dove sei finito

M5S 06.05.16 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Capisco senza condividerne l'azione chi ruba o imbroglia per fame.
Ma un ricco che truffa o ruba è quanto di peggio possa esserci al di fuori dei delitti contro la persona.
Ma che se ne fanno dei soldi oltre a un certo livello? Già mi riesce difficile capire chi ne guadagna tanti e non si mette a goderselii. Però è un suo diritto.
Chi li depreda dovrebbe essere messo alla gogna, in piazza, nudo.

silo so, mondo Commentatore certificato 06.05.16 18:38| 
 |
Rispondi al commento

L’ultmo sondaggio sulle Elezioni Amministrative a Napoli, realizzato dall’istituto demoscopico Euromedia Research, pubblicato sul quotidiano Il Mattino, conferma il margine di vantaggio al primo turno del sindaco in carica Luigi de Magistris (35,5% dei consensi) e del candidato di centrodestra Gianni Lettieri (25%) sulla deputata Pd Valeria Valente (21%)

e sul 5 Stelle Matteo Brambilla (16%).

http://www.giornalettismo.com/archives/2094546/amministrative-napoli-ghisleri-de-magistris-lettieri/

E VAI DE MAGISTRIS!!!!

Paisa' 06.05.16 18:34| 
 |
Rispondi al commento

non sarà l'ultima purtroppo, è una lunga lista di banche decotte ribollite fritte senza più un soldo ma coperte dalla PARTITOCRAZIA di REGIME che da oltre 20 anni magna&beve con le FONDAZIONI a spese del 99% dei cittadini.

Clesippo Geganio 06.05.16 18:13| 
 |
Rispondi al commento

I pezzi grossi d'Europa si sono riuniti a Roma per premiare Bergoglio con il premio Carlo Magno.
Conosco un italiano che sono settantacinque anni che lavora la terra, ed oggi, a quasi novant'anni, continua ad alzarsi alle quattro del mattino, con la pioggia, con la neve o con il caldo, ogni giorno per coltivare il terreno e vendere quello che produce, per mantenere gente come quella che si riunita a Roma.
A questo signore dovrebbero dare il premio Carlo Magno, no a Bergoglio.

Un'altra cosa, tra le tante cose sciocche che dice, Bergoglio ha dichiarato, in occasione della premiazione, che "essere migranti non è una colpa".
Infatti essere migranti non è una colpa, però essere parassiti quali sono i migranti e i preti questa si è una colpa.

Gillo 06.05.16 18:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci pensa Draghi a sistemare le cose.

Cavolo in che mani siamo !!!!


W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.05.16 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace per i Veneti, che sono dei gran lavoratori, conosco bene il Veneto per averci vissuto per anni.

I Veneti sono tradizionalmente inamovibili , è molto difficile far loro cambiare idea, consci del loro successo PASSATO e legati ai loro conterranei, si sono fatti fregare accorgendosi MOLTO in ritardo che li stavano truffando.

Saldamente legati al vecchi PCI ed alla LEGA , sembrava loro impossibile che potesse concretizzarsi una truffa di questo calibro.

Spero solo che chi a sempre votato:
(PCI) ora PD per loro è sempre la stessa casa,
o LEGA
ora si ricreda e capisca chi veramente pensa al bene dell'Italia.

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.05.16 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i cittadini-risparmiatori truffati sono elettori,tutti tutti,ma proprio tutti, e sono classificabili in due categorie ben precise: coloro che danno il loro consenso ad un qualsiasi partito o movimento ai quali verrà in mente al momento opportuno questa prova per loro difficile da sopportare,e quelli del partito del non-voto eventualmente presenti nella lista dei fregati.
A questi ultimi vorrei dire : bene, l'urna elettorale non la volete vedere perché tanto decidono loro e non cambia nulla bla bla ..
Vi va bene così? Continuate pure a sbattervene le OO se volete ma il consenso a farvi fottere lo state dando anche voi!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 06.05.16 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono i problemi italiani. Ruberie di tutti i tipi da parte di tutte le caste. E...legalmente. Da una parte si creano enti inutili e consulenze inutili in modo da poter rimpinzare parenti e amici, dall'altra, con la piu' totale spudoratezza, questi banchieri, TUTTI castisti dei peggiori poteri, usano i soldi di azionisti e risparmiatori per abbuffarsi. E tutto legalmente, o addirittura con norme approvate 10 giorni prima delle possibili azioni di responsabilita'. Ripeto la mia proposta di costituire da parte di M5S una Banca M5S dei cittadini. Solo con una operativita' onesta all'interno del sistema si riuscira' a correggerlo. Le banche sono fondamentali, sono i BANCHIERI che devono essere ONESTI.

tomi sonvene Commentatore certificato 06.05.16 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Io li andrei a prendere a casa loro. L'azienda Zonin ha ricevuto un prestito ? mi prendo l'azienda Zonin, i conti in banca dei dirigenti Zonin, i beni dell'azienda Zonin ......

Alessandro L. 06.05.16 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma la magistratura (che renzi tanto bistratta) NON METTE IN GALERA nessun responsabile? NESSUNO È COLPEVOLE? Qui non se ne può più che non intervenga nessuno a proteggere i risparmiatori! Comincia a venirmi qualche dubbio! Renzi salva solo le 4 banche alla faccia dei cittadini? Ora salverà anche questa a scapito dei risparmiatori? Ah no, adesso ce il belin, (detto alla genovese)!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 06.05.16 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo opporci al bail-in, al TTIP, al MES, e a Maastricht. Per farla breve, dobbiamo fermare la globalizzazione dei capitali. A questo serve uscire dall'euro, che della libera movimentazione dei capitali è lo strumento principe.

Luca 06.05.16 16:59| 
 |
Rispondi al commento

questo vale anche per l'italia

http://vocidallestero.it/2016/05/05/sapir-la-riforma-della-legge-sul-lavoro-in-francia-e-la-lotta-di-classe/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 06.05.16 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Lo Stato del Bomba ci vuole inguaiare in tutti i modi, la gente non se ne accorge ma è così. Basta vedere come sono aumentati i posti di blocco di polizia e carabinieri nelle strade o come sono aumentati i ritiri delle patenti e la sottrazione del punteggio, per dirne qualcuno.

FORTI CON I DEBOLI E DEBOLI CON I FORTI.

misib 06.05.16 16:52| 
 |
Rispondi al commento

questo governo ammazza il Paese.punto.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.05.16 16:33| 
 |
Rispondi al commento

fra poco draghi stamperà un altra montagna di euro e di nuovo in regalo alle banche che non vedono l'ora di spolparli immediatamente....

se non li metti alla forca come hanno fatto gli inglesi nel 1700 questi continuano a rubare!

è inutile che dai altri soldi ai ladri.. non fai altro che alimentarli e crescere.

non sono ricco 06.05.16 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Questa è l'italia...... le banche che saltano.........

misib 06.05.16 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le "solidissime" banche italiane stanno cascando come pere marce. Hanno cominciato le piu' piccole ma non si capisce se e quando il crollo si fermera'. Cosa faranno le migliaia di risparmiatori truffati? A chi potranno rivolgersi per avere giustizia? Qualcuno paghera' per quella truffa colossale? Siccome e' ormai in gioco la credibilita' e la stabilita' dell'intero sistema bancario italiano e' d'obbligo che intervenga il governo con misure risarcitorie e sanzionatorie, anche per mancata o insufficiente vigilanza.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.05.16 16:15| 
 |
Rispondi al commento

che schifo, speriamo presto che il m5s salga al governo !

daniele n., desio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.05.16 16:12| 
 |
Rispondi al commento

2 anni fa volevo aiutare un veneto a fare un investimento a prova di fallimento ITALIA e questo mi ha riso in faccia.

adesso è a piangere perché ha perso tutti i risparmi.


In Toscana dicono: "il dio ha creato i fessi per farli fragare dai furbi".


Più che dirglielo e aver perso 1 ora della mia vita per sgolarmi a spiegare tutte le cose per farmi ridere in faccia!

Adesso che si pianga pure addosso che chi è causa del suo male pianga se stesso.

E' uno che leggeva il blog.

Ehi Govanni... SEI UN IDOTA!

non sono ricco 06.05.16 16:10| 
 |
Rispondi al commento

no ot :)

se avessero rubbbato meno...avremmo le strade lastricate d'oro :)

c loro! :)

pabblo 06.05.16 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori