Il Blog delle Stelle
La Revue de Politique Internationale intervista Luigi Di Maio

La Revue de Politique Internationale intervista Luigi Di Maio

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 143



Di seguito la traduzione di un estratto dell'intervista pubblicata sulla prestigiosa rivista francese Revue de Politique Internationale a Luigi Di Maio

Luigi Di Maio aveva solo 27 anni quando è stato eletto vicepresidente della camera dei Deputati, sull’onda del successo elettorale del M5S, una formazione populista antisistema che ha aperto un varco spettacolare alle elezioni del febbraio 2013, superando il 25% dei voti. In due anni e mezzo, Luigi Di Maio ha saputo tracciare il suo percorso con diplomazia ed efficacia e costruire l’immagine di un uomo politico serio e competente, regolarmente invitato nelle capitali europee a parlare delle vicissitudini della politica italiana. Il 23 marzo scorso, ha incontrato gli ambasciatori di 28 Paesi dell’Unione Europea a Roma per esporre loro nel dettaglio il programma del suo Movimento. Incalzato dalle domande, ha risposto con aplomb su tutti i temi, dalla lotta al terrorismo, alle politiche sull’immigrazione, passando dalla corruzione e il reddito di cittadinanza, che il M5S promette di introdurre in Italia.

Revue de Politique Internationale: Chi l’ha scelta come candidato del M5S?

Luigi Di Maio: Tutto avviene tramite Internet. La rete sceglie i candidati. Condizione essenziale:essere incensurati. Chiunque abbia un precedente, anche se non è stato condannato, è scartato a priori. L’Italia è il secondo Paese più corrotto d’Europa, appena dietro la Bulgaria. Il M5S chiede norme più severe e si oppone ai partiti che hanno governato il Paese favorendo corruzione ed evasione fiscale. Ci danno l’etichetta di essere populisti. Se essere populisti significa darsi regole inflessibili contro la corruzione, allora io rivendico questa qualifica.

Revue de Politique Internationale: Parliamo del programma. Il reddito di cittadinanza vi occupa un posto centrale. Di cosa si tratta?

Luigi Di Maio: L’Italia è l’unico Paese europeo a non disporre di un meccanismo di sostegno sistematico alle fasce più svantaggiate. Su 60 milioni di abitanti, il nostro Paese conta 10 milioni di poveri, di cui 3 in povertà assoluta e 7 milioni in condizioni precarie. I due terzi di questi 10 milioni lavorano e tuttavia non guadagnano abbastanza per uscire dalla povertà. Come intendiamo finanziare il reddito? Abbiamo intenzione di tagliare 25 capitoli di spesa, tassare le lobby, le società d’autostrade, il gioco d’azzardo, e altro. Questo ci permetterà di dare 780 € a ogni cittadino delle fasce più deboli.

VIDEO: L'appello di Di Maio: SOSTIENI ROUSSEAU!

Revue de Politique Internationale: Questo genere di misura redistributiva è tipica di un programma di sinistra

Luigi Di Maio: Lei ha ragione, ma, oltre alla misura del reddito, abbiamo anche un progetto di sostegno per le Piccole e medie imprese - una politica che, in Italia, è sempre stata appannaggio della destra. Di fatto, non l’hanno mai realizzato né la destra né la sinistra. E questo prova che noi siamo assolutamente trasversali. L’aiuto alle PMI costituisce uno dei pilastri del nostro programma. Il tessuto industriale italiano è composto per il 99% da PMI, di cui l’80% è a conduzione famigliare ed impiega meno di 10 persone. Bisognerà anche riformare le autorità di sorveglianza del sistema bancario, che sono interessate da gravi conflitti d’interesse. La Banca d’Italia, che dovrebbe controllare le banche, è di fatto al servizio dei suoi azionisti, cioè i grandi istituti di credito. Quanto alla Consob, il poliziotto della Borsa, è troppo permeabile alle pressioni politiche. Noi proponiamo di separare nettamente le banche commerciali, che finanziano imprese e privati, dalle banche d’affari. Quando un risparmiatore mette i suoi risparmi in banca, ha il diritto di sapere se questa presta i soldi alle imprese e alle famiglie o se li gioca in Borsa. Noi abbiamo anche un progetto di una Banca Pubblica d’Investimenti sul modello della KfW tedesca, che permetterebbe allo Stato di realizzare investimenti produttivi mirati.

Revue de Politique Internationale: Lei ritiene che l’Italia possa derogare alla regola del 3% di deficit pubblico fissata da Maastricht?

Luigi Di Maio: Sì, se si tratta di fare investimenti in tre grandi settori:
1) L’energia. L’Italia possiede le risorse geotermiche più importanti d’Europa, racchiuse nell’87% del sottosuolo. Non vengono sfruttate come dovrebbero. I nostri fiori all’occhiello industriali – Eni, ENEL, dispongono di un know-how riconosciuto nel campo delle energie rinnovabili, ma non lo sfruttano per mancanza di volontà politica. Il Paese non ha ancora cominciato la sua rivoluzione energetica.
2) La sicurezza del territorio. Un milione di italiani vivono in zone ad alto rischio idrogeologico. Ogni volta che piove, ci sono morti.
3) Le infrastrutture, soprattutto al Sud. La Basilicata non ha un’autostrada. La Sicilia ne ha solo una, dopo che un ponte autostradale è crollato dopo essere stato inaugurato. Bisognerebbe anche costruire strade, metropolitane, attrezzare adeguatamente le scuole.

Revue de Politique Internationale: Cosa fareste se foste al governo?

Luigi Di Maio: Se dovessimo formare un governo, il nostro obiettivo non sarebbe abbattere le istituzioni europee. Ci siederemmo attorno a un tavolo e diremmo: "Guardate. Il tempo della resistenza al cambiamento è finito. Bisogna mettere in moto un processo che metta al centro le funzioni elettive e i diritti dei cittadini, e non solo l’economia." Al momento le istituzioni europee sono influenzate dai trattati economici a svantaggio degli interessi nazionali. Un esempio: gli accordi che facilitano le importazioni di olio tunisino e arance marocchine in Europa distruggono il nostro sistema produttivo in Sicilia e Puglia. E tuttavia, l’UE è stata concepita per favorire il suo mercato interno, non per aprire tutte le sue porte all’esterno. Se, per aiutare la Tunisia e il Marocco bisogna sacrificare i nostri prodotti, quella è la prova che l’UE funziona male. Non c’è altro modo per aiutare quei Paesi? Non si possono, piuttosto, fondare università, centri di formazione, centri culturali?

bannerrousseau.jpg


13 Mag 2016, 10:47 | Scrivi | Commenti (143) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 143


Tags: Luigi Di Maio, M5S, MoVimento 5 Stelle, PMI, reddito di cittadinanza, rivista di politica internazionale

Commenti

 

A mio parere le idee di Di Maio iniziano a essere un po' troppo moderate per uno che si vuole candidare a leader di un Movimento che si è formato con l'idea di rivoluzionare il nostro sistema sociale ed economico. Forza Luigi, tira fuori un po' gli attributi e avanti tutta!

Frank Ippolito (@spartacus_m5s), francesco.ippolito.mi@gmail.com Commentatore certificato 15.05.16 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Da adesso in poi Pizzarotti va INGORATO!

Abbiamo dei nostri candidati a sindaco, Raggi in testa, che stanno dando l'anima, che ce la stanno mettendo tutta.

Quindi sosteniamo i nostri candidati e lasciamo che Pizzarotti si dedichi alle sue polemiche inutili da solo.

Lorenzo M. Commentatore certificato 14.05.16 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Pensavo che fosse stato indicato alla vicepresidenza della Camera perche' era l'unico ad avere un completo blu, da buon napoletano. Ma riconosco che in tre anni e nonostante la (troppo) giovane eta' ha imparato molto e oggi se la cava niente male. Ma dire che " la rete sceglie i candidati" per lui non vale perche' la sua designazione di fatto a "leader" del M5S e' avvenuta dai media e dallo staff del blog che gli danno la massima visibilita'; gli iscritti non sono mai stati interpellati in merito. Fatto e' che oggi i sondaggi per il Movimento si fanno sul nome di Di Maio, i media lo citano come futuro candidato premier e anche l'altro contendente Di Battista gli ha riconosciuto l'onore delle armi. Ma mancano due anni alle elezioni politiche e il candidato di oggi rischia di bruciarsi dovendo stare per tutto il tempo sotto i riflettori, subire le pressioni mediatiche, fronteggiare gli attacchi di tutti i partiti. Inoltre il Movimento non puo' reggersi sui due Dioscuri e nemmeno sul Direttorio. Per andare al governo e riuscire a governare abbiamo bisogno del maggior numero di cittadini disponibili, delle competenze piu' disparate, dell' impegno disinteressato di tutti gli iscritti e di quelli che si iscriveranno. La democrazia diretta che vogliamo realizzare si basa sulla partecipazione, non di pochi ma di molti, moltissimi.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.05.16 18:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pizzarotti finalmente fuori dalle balle! Vai vero piddino!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.05.16 17:42| 
 |
Rispondi al commento

L'autonomia e la "singolarità" del Pizza andavano supportate e valorizzate sin dall'inizio. Invece Tafazzi ha colpito ancora e questo pomeriggio ha sferrato il pugno del K.O.

Appare - e forse è davvero - l'estremo dispetto a un (presunto) dissidente, in nome di una purezza che peraltro non vedo più da nessuna parte Beppe compreso.

Chi è di turno dalle 17 per commentare con la solita orrenda, infame cazzata standard "vai al PD"? Angelo? Luca S.? Farebbero bene a passare a casa di mammina, poi gli suggerisco io cosa devono fare.

p.s. Chi è che ha decret(in)ato la sospensione?

(A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ Commentatore certificato 13.05.16 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Possibile che si debba sempre cadere in queste trappole, espellere Pizzarotti non ha alcun senso e adesso ci si espone agli attacchi di chiunque proprio sotto le amministrative, ripensateci e cominciamo a difendere i nostri eletti altrimenti qualsiasi comune che prendiamo ce lo fanno cadere dopo poco perchè se basta un esposto di uno dell'opposizione per scatenare tutto sto casino allora è finita!
Io voglio votare per riammettere pizzarotti nel movimento... ripeto... VOGLIO VOTARE, fateci decidere a noi!!!

Marco Fruendi 13.05.16 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finora non capivo come mai l'italia andava cosi' male..porc..erano gli avvisi di garanzia!

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 13.05.16 16:44| 
 |
Rispondi al commento

La libertà corre in rete e tutte le persone comuni possono farsi una libera opinione
Digitate e vedete i grafici delle spese militari di ogni stato,
Digitate e vedete la popolazione sotto la soglia di povertà
Digitate e vedete parametri economici delle produzioni di cereali
Digitate, digitate
La favola di Esopo insegna
Siamo stanchi che vengano prese le misure delle democrazie degli altri. Che venga sbandierato il vessillo della libertà
e si descrivano i diritti umani a misura di convenienze geopolitiche
Qui nessuno è più fesso
Ne abbiamo abbastanza di istruttori d'oltre oceano
Rimangano a ripulirsi i loro guai come 50 milioni di poveri derivati dalla finanza creativa e dalla economia liberalista
e si divertano con il loro carnevale con le mascherate delle presidenziali.

Rosa Anna 13.05.16 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Mai sentito un intervento così, chiaro, preciso, lungimirante e soprattutto realizzabile. Cosa aspettano gli italiani a dare fiducia a persone di queste capacità? O continueranno a votare i soliti incompetenti e incollati alle poltrone?

Claudio ., Verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.05.16 16:35| 
 |
Rispondi al commento

PIZZAROTTI SOSPESO:PD BECCATELA NEL C...

Appena il sindaco di Parma ha ricevuto l'avviso di garanzia i fedelissimi dell'ipocrisia renziana Romano e Carbone,2 che impestano solo i talk show per dire esattamente il nulla,hanno vomitato le solite cazzate contro il M5S.
La doppia morale,forcaioli,Pizzarotti nemico di Grillo.
Due emeriti imbecilli,due infanti pronti a difendere a spada tratta il pd anche se li cagassero in testa.
Come prevede il codice etico del M5S, quindi nessuna legge scritta,Pizzarotti è stato sospeso perchè è stato poco chiaro e non ha inviato alcuna documentazione al M5S sui fatti che hanno preceduto la ricezione dell'avviso di garanzia inoltratogli.
Romano,Carboni capite il significato di CODICE ETICO?
Ma che devono capire hanno il cervello imbottito di demagogia renziana e non riescono neanche ad allacciarsi le scarpe da soli.
Questo per dire che nel panorama politico le loro affermazioni contano meno di quelli che gli servono il caffè alla buvette.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 13.05.16 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non condivido il pensiero di Di Maio sulla UE. Non esiste una contrapposizione democrazia-economia ma una lavoro - capitale. Nel senso che la UE ha sempre difeso il secondo.

La moneta unica è l'esempio più chiaro di questa ideologia. Per tenere insieme l'eurozona abbiamo dovuto distruggere la domanda interna (sono parole dello stesso Monti) e questo ha causato disoccupazione e povertà in tutta Europa.

Se non si mette in discussione l'euro non si può pensare di essere alternativi a questa politica, ne di fare il bene del paese.

Luca 13.05.16 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io spero con tutte le mie forze che Virginia diventi Sindaco a Roma ma, se lo diventasse, diventerebbe bersaglio di qualsiasi tipo di fango.
L'apparato burocratico, in primis, del Comune non la vuole, le lobby pure......
Spero abbia il coraggio e le "palle" di affrontare tutto cio'

anna i., alessandria Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.05.16 15:54| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE DI MAIO
E' possibile leggere l'intervista al completo? Mi piacerebbe valutare anche le eventuali critiche.
grazie

giovanni ., Roma Commentatore certificato 13.05.16 15:37| 
 |
Rispondi al commento

''.....e' un paese che va per strutture, gruppi, tribu' e massonerie''

https://www.facebook.com/181305305242274/videos/1717291425198/

facciamo finta di non sapere?

pensateci prima di chiedere le dimissioni di qualcuno che non ha fatto niente di male...

Rio Savè Commentatore certificato 13.05.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento

il 68% degli elettori m5s vuole le dimissioni di nogari? Che boiata è mai questa?
Quelli del Fatto si sono bevuti il cervello

Fatto sta ai Fatti 13.05.16 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo continuare a definirci un movimento trasversale rispetto a destra e sinistra. Credo sia l'unico modo per destabilizzare l'idea obsoleta di politica che i politicanti e i loro elettori continuano a sostenere, per obblighi contrattuali con i poteri forti per i primi e per stereotipo culturale dei secondi.
Continuiamo a proporre il nostro programma di sostegno alle PMI con il microcredito (evitando possibilmente di far gestire i soldi dalle banche al 9 - 10%, come sta avvenendo), e alle classi più svantaggiate con il reddito di cittadinanza.
Non sapranno più come catalogarci e questa sarà la nostra forza per cambiare radicalmente il modus pensandi e operandi della politica.

Alessandro Sperandio 13.05.16 15:04| 
 |
Rispondi al commento


Ma vi volete decidere a difendere i nostri sindaci che non hanno rubato niente a nessuno???

Ma non avete ancora capito che le "menti finissime" stanno spingendo perchè il M5S crei il pericoloso precedente (cacciata per avvisi di garanzia) che verrà usato contro di noi nel momento in cui un eventuale governo M5S darà veramente fastidio a chi sta in alto???

Di Maio, che è un bravissimo ragazzo, è la persona meno adatta a diventare p.d.c. perchè è l'ingenuità fatta persona, come si evince da alcune sue dichiarazioni sul dare le dimissioni per avvisi di garanzia. Per questo motivo i media lo stanno portando in alto. Perchè si comporta esattamente come il topolino che cade nella trappola che gli hanno preparato.

Se arrivasse una pioggia di avvisi di garanzia ad un governo 5stelle, per essere coerenti col Di Maio pensiero, dovremmo far cadere immediatamente il governo che abbiamo aspettato per tanti anni.

Ma ci vuole tanto ad affermare con forza il concetto più sensato che esiste, e che è quello che pensa la stragrande maggioranza degli italiani, ovvero che ogni caso va valutato singolarmente per quello che realmente è, senza stupidi harakiri per rincorrere il continuo ed infinito DIMOSTRARE di essere diversi?

Solo gli stupidi valutano a prescindere, indipendentemente dal merito delle accuse ricevute; il caso Tortora ve lo siete scordati?

SVEGLIATEVI O CI DISTRUGGEREMO DA SOLI CON LE NOSTRE STESSE MANI!!!

Rio Savè Commentatore certificato 13.05.16 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cittadino er fruttarolo
se Lei si candidasse
io La voterei


Buondì

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.05.16 15:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna difendere a spada tratta sia Nogarin sia Pizzarotti, perché è evidente che c'è un attacco contro il M5S in vista delle Comunali.

I signori del PD poi devono solo tacere e pensare ai loro sindaci che attualmente si trovano in galera (vedi Lodi).

Lorenzo M. Commentatore certificato 13.05.16 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Siete sicuri di volere quel filo-faXistoide come sindaco a Bologna?

Siatene davvero sicuri, perchè poi so' ...azzi vostri!

Ho appena letto il suo programma qui a fianco... BRRRRRRRRR da brividi!

Bah! 13.05.16 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TTIP ovvero la disfunzione della logica dell'essere vivente
Sono nati i nuovi Pavel Ivanovic acquistano il testatico per ipotecare quel che resta dell'ecosistema
I nuovi umanoidi dell'ordine mondiale potranno così utilizzare le anime morte geneticamente deboli a loro piacimento
Arriverà da oriente la diffidente Korobočka ?
Si ripete ad ogni secolo la stessa pantomima
Che facciamo caliamo il sipario o organizziamo per dargli fuoco?
Io seguirei la lettura di Gogol facendo fuggire l'acquirente

Metafore a parte. A quando una richiesta in accordo con altre forze politiche europee di un referendum per conservare la sovranità alimentare ?

Rosa Anna 13.05.16 14:18| 
 |
Rispondi al commento

che te rappresenta, che vordi' er fruttarolo scritto in grassetto....? spiegame.............

Er Caciara, er mejo tacco de Torpignattara Commentatore certificato 13.05.16 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me Pizza con bufala, nogarini e grana.

(A)rjцna , ℳ ɑ ɖ ɾ ɑ ʂ Commentatore certificato 13.05.16 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se ogni post riceve in media cento commenti , quanti seguono il blog ? Mettiamo che ogni dieci lettori uno commenti , quanti siamo ? Davvero il blog è il veicolo più importante per arrivare alla gente ?


Quando vedo Di Maio penso sempre: "Beata la sua fidanzata".

Che bella persona!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 13.05.16 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci stiamo rimbecillendo tutti ! Il Paese è preda dei ladri e dei violenti , la delinquenza sta aumentando senza freni , furti rapine , stupri e ogni altra forma di delinquenza immaginabile ! Vengono dall'estero in carovane per fare il pieno sperando di essere feriti dai rapinati per poter incassare il risarcimento !!! Che fa la giustizia ? Quali direttive ha per essere così indulgente con i criminali ? Orlando dove sei ? Ci avete tolto tutto anche il diritto-dovere di difenderci ! Perchè ?

vincenzodigiorgio 13.05.16 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei leggere l'intervista in ORIGINALE sulle pagine della rivista francese indicata all'inizio del secondo rigo del post e poco prima del nome di di maio.

E' possibile?

grazie

Lettore 13.05.16 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno,
volevo dire che personalmente sostengo sia Nogarin che il Pizza, nonostante i loto guai con la legge. Strano che siano saltati fuori proprio adesso queste notizie.

Cmq credo che forse ci si farebbe una figura migliore se si autosospendessero dal Movimento, fino ad accertamento avvenuto... certo questo dovrebbe venire entro in tempi ragionevoli.
Grazie

Giacomo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.05.16 12:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

ieri sera saltando su Rai1 ho visto da Vespa quel vispo del parolaio

quando parla sembra un attore caricaturista ma xò non si riesce a capire cosa dice tante sono le parole che gli escono dalla bocca sembra una macchinetta

potrebbe essere una pubblicità delle supposte

""leggere attentamente il prospetto informativo

il prodotto va assunto con le dosi consigliate

un uso improprio del prodotto potrebbe creare gravi danni alla salute""

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>><<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

saluti ai monelli del blog

old dog 13.05.16 12:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Movimento non è di destra ne di sinistra perchè la distinzione che si può fare oggi , nella nostra politica è solo quella basata tra onesti e disonesti . L'imbarbarimento della politica nostrana causata dall'ex Pci ha di fatto eliminato l'aggettivo politico dal parlamento ! E' diventato un mercato di ladri la cui unica preoccupazione è arricchirsi a spese del popolo . Tranne qualche eccezione i politici lavorano su come distribuirsi il malloppo e aumentarlo sempre più senza il rischio di far scoppiare una rivoluzione ! !l lavorio continuo negli uffici della camera non riguarda assolutamente il benessere della popolazione ma le spartizioni delle poltrone secondo metodi gangsteristici : - Quanti voti ci porti ? - Trecentomila - Ti diamo la presidenza dell'Enas che rende un miliardo all'anno !


“La UE non vi fa’ uscire dalla crisi. Uscite dalla UE!”

http://www.maurizioblondet.it/la-ue-non-vi-uscire-dal-collasso-uscite-dalla-ue/#comments

Ed ora, sta arrivando un’altra recessione globale. In che condizione ci arriviamo? Il giornalista cita il governatore di Bankitalia, Vincenzo Visco : “Abbiamo perso 9 punti percentuali di Pil e un quarto della nostra produzione industriale”. Lui, Visco, ha presieduto la banca centrale con uno stipendio colossale, assistendo a questa distruzione, e solo adesso se ne accorge? In un paese normale, sarebbe stato da tempo fucilato alla schiena.

Entriamo nella recessione 2.0 con le risorse produttive crollate, un sistema bancario fallito governato da ladri e truffatori, e senza aver fatto “le riforme”, le sole che contano: quelle razionalizzazioni e snellimenti che obbligano il settore pubblico a lavorare per la nazione, non contro di essa, come parassiti succhia-sangue. “L’Italia è enormemente vulnerabile”, dice Simon Tilford del Centre for European Reform. “E il governo non ha munizioni per scongiurare la recessione” , o il nuovo collasso. In questo tempo l’Italia ha perso il 30 per cento di competitività sul costo del lavoro contro la Germania, e la sua produttività è collassata del 5.9 per cento dal 2000. Perché? Logico: perché abbiamo adottato la moneta tedesca senza diventare noi stessi antropologicamente dei tedeschi. Specie la “classe dirigente” e l’apparato di pubblico parassitismo ha sgavazzato nelle sue inefficienze, senza il minimo sforzo di ridurle.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.05.16 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Bisognerà anche riformare le autorità di sorveglianza del sistema bancario, che sono interessate da gravi conflitti d’interesse."

"Se dovessimo formare un governo, il nostro obiettivo non sarebbe abbattere le istituzioni europee. "

Se non si riforma TOTALMENTE il sistema bancario e soprattutto il sistema monetario passando da una moneta creata a debito a una moneta sovrana.
Se non si trasformano COMPLETAMENTE le istituzioni europee passando da vertici "nominati" a vertici "eletti" con un parlamento che CONTI e non solo consultivo, tra M5S e TUTTI gli altri partiti non ci sara´alcuna differenza e non sara´minimamente possibile finanziare ogni tipo di riforma.

Patrizia 13.05.16 12:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL TTIP E' UNA TRUFFA AMERICANA A 360 GRADI E BISOGNA DIRE NO, NON VA FIRMATO, ALTRIMENTI CI SARA' ULTERIORE PERDITA DI DIRITTI.
PAROLA DI JOSEPH STIGLIZ, PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA.

Zampano . Commentatore certificato 13.05.16 12:31| 
 |
Rispondi al commento

IL TTIP E' UNA TRUFFA A 360 GRADI E NON VA FIRMATO, P
AROLA DI PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA J.STIGLITZ.

Zampano . Commentatore certificato 13.05.16 12:28| 
 |
Rispondi al commento

ot

flashback :)

""""L’Italia deve diventare una comunità, nessuno deve essere lasciato indietro. E’ intollerabile, inumano, vedere le file di esodati, sfrattati, disoccupati alle mense della Caritas mentre chi ha sprofondato il Paese nella miseria si muove con la scorta, l’auto blu, senza alcuna preoccupazione economica. I partiti sono i primi responsabili di questa situazione, hanno occupato lo Stato, lo hanno svenduto, spolpato da dentro. Ora, queste persone si presentano, grazie ai giornali e alle televisioni che controllano, come i salvatori della patria, proprio loro che l’hanno affossata, usata per i loro interessi.
L’Italia ha le tasse tra le più alte del mondo, uno dei maggiori debiti pubblici, un tasso di disoccupazione, soprattutto giovanile, che ha fatto emigrare in pochi anni un milione e mezzo di ragazzi italiani, diplomati, laureati con il sacrificio dei loro genitori.
E’ ora di dire basta, questa commedia deve finire o finirà il Paese. Non abbiamo più tempo, dobbiamo mandarli tutti a casa. Tutti coloro che fanno parte di questo marcio sistema, devono andarsene, sparire, ma prima devono giustificare il loro eventuale arricchimento. Io non chiedo il tuo voto, non mi interessa il tuo voto senza la tua partecipazione alla cosa pubblica, il tuo coinvolgimento diretto, se il tuo voto per il M5S è una semplice delega a qualcuno che decida al tuo posto, non votarci. Questo Paese lo possiamo cambiare solo insieme, non c’è alternativa. Usciamo dal buio e torniamo a rivedere le stelle. Lo Stato deve proteggere i cittadini o non è uno Stato, per questo va istituito il reddito di cittadinanza......"""

non l'ho detto io..troppo prolisso :)

ma condivido :)

""Lo Stato deve proteggere i cittadini o non è uno Stato, per questo va istituito il reddito di cittadinanza""

elementare watson...

pabblo 13.05.16 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.
LE PAROLE GUERRIERE
Non facciamoci ingannare da uno scontro che avviene tra i PM di Livorno, dove i PM del Tribunale civile sostengono la tesi di Nogarin, mentre quelli della Procura lo indagano.
Non gridiamo alla "giustizia ad orologeria" sul caso Pizzarotti, dove il giornale locale ha ripubblicato oggi un articolo di Dicembre, stavolta ripreso da tutti gli organi di stampa perché il M5S è avanti nei sondaggi.
Non sorprendiamoci se l'esposto non è partito da uno degli esclusi alla selezione del Teatro Regio, ma da un senatore PD, che più dei cittadini è preoccupato che il metodo delle nomine ricalchi quello del PD, della scelta tra i sui suoi amici e gli amici degli amici.
Non abbattiamoci!
Se usano contro di noi le nostre stesse armi, non indietreggiamo un passo!
Non stiamo solo combattendo una battaglia per l'affermazione di un MoVimento, ma per innescare un cambio culturale, per costringere gli altri a copiarci e a fare meglio.
Conserviamo il sorriso e continuiamo a trasmettere alle persone il sogno che abbiamo di migliorare questo Paese!
Dobbiamo essere determinati nella certezza di combattere per la giustizia, l'uguaglianza e l'equità, che in tanti avvertono mancare.
Troviamo dentro di noi le parole guerriere, anche quando pensiamo di non farcela, parole di pace, ma allo stesso tempo parole guerriere. Usiamole come torce nel buio, come chiavi da girare nella serratura per andare altrove...
Non molliamo!

roberto viscione (il_barbaro), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.05.16 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Il PD è il partito dei furboni e dei mangiasoldi a tradimento.

Ervin 13.05.16 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Il “sistema democratico” VERO si deve diffondere in tutto il mondo.

Si può farlo se però si “accettano” i TRE “principi” del M5S : Onestà, Trasparenza e Competenza.
I politici devono fare in modo che i politici corrotti ......... stiano lontano dalla politica.
I Magistrati, facendo il loro lavoro, arrestano i corrotti .
Chi sceglie di fare politica NON LO DEVE FARE " per guadagnarci" e dopo due mandati DEVE tornare a casa come fanno quelli del M5S !
Siamo noi Cittadini che dobbiamo portare avanti tutto questo per fare in modo che TUTTE le formazioni politiche accettino tali comportamenti. Se già OGGI tutti i partiti presenti nel Parlamento italiano facessero quello che fanno quelli del M5S saremmo ad un buon punto : DIMEZZARE il numero di tutti i parlamentari, abolire VERAMENTE il “finanziamento pubblico” ai partiti ed i “vitalizi”, portare lo stipendio dei parlamentari a 3.000 euro al mese e dopo due mandati “tornare” a casa !
http://www.meetup.com/it-IT/Parlamento-5-Stelle/events/182890042/

Vincenzo Matteucci 13.05.16 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Tutto molto bello e giusto, bravo Luigi.
Ora però mandate a casa il Noga ed il Pizza, rimarchiamo la nostra diversità, non facciamo come Uggetti che fa il sindaco da San Vittore nell'ora d'aria. Se i cittadini livornesi e parmensi hanno nostalgia dei partiti li richiameranno a governare, pazienza.

federico2 s. Commentatore certificato 13.05.16 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è traccia dell'articolo originale.

Dove diavolo sta l'originale?????

Giorgio 13.05.16 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Reddito di cittadinanza + fuori dai coglioni il Bomba e tutto il PD dalle aule parlamentari.

Avanti tutta

Ervin 13.05.16 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Di Maio, personaggio che ammiro e stimo molto,

Tutti argomenti molto interessanti e meritevoli di attenzione, NON serve a nulla elencarli, forse qualche cittadino si convertirà al Movimento.

Il vero obbiettivo è mandarli via tutti, dal primo all'ultimo, siamo in balia di una Casta scellerata, siamo diventati servi della Gleba, non abbiamo nessuna difesa , nessuno ci garantisce nulla, gli Italiani sono diventati schiavi di una legislatura super garantita che però ci si è rivoltata contro, che è diventata arma dei furbi e dei disonesti.

Bisogna ristabilire gli equilibri , bisogna uscire da questo tunnel che ci fa scivolare verso il baratro.

Grillo, ho bisogno del tuo pensiero, grazie.

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 13.05.16 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Luigi Di Maio: Tutto avviene tramite Internet....

Concordo che condizione preliminare è essere incensurati,
visto pero che io Vi avevo votato per svolgere il Ruolo di Portavoce da appena eletti e non per svolgerlo in futuro,
vuol dire che vi rivoterò fra qualche anno, quando vedrò se siete Voi a decidere o se lo state effettivamente svolgendo.

Buongiorno.

Giulia V. Commentatore certificato 13.05.16 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

... vorrei sapere: per quei viaggetti a zonzo per l'europa e forse anche più in là... per questa mission dimaiopropagandistica... CHI CAZZO PAGA???

Senti ma... 13.05.16 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domanda: se non ci fossero i 42 milioni di euro per i rimborsi ai partiti (SOLDI PUBBLICI!!!), come avreste fatto a finanziare le pmi?

Risulta anche che voi abbiate aderito ad un fondo bancario già in costituzione da diverso tempo, non è così vero che l'idea del finanziamento alle pmi sia farina del vostro sacco.

http://www.pmi.it/tag/finanziamenti-europei

Comunque PREGO! Il minimo che possiate fare, dopo esservi fatti belli con 42 milioni di euro presi dalle tasche degli italiani e rimessi nel circolo delle banche... sarebbe un GRAZIE da parte vostra

Prego ma si figuri 13.05.16 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Maio,
lo sai benissimo che il microcredito non aiuta nessuno che non sappia già aiutarsi da solo. Il reddito di cittadinanza non aiuta l'economia ma soltanto chi resta senza lavoro e per pochi mesi.
Non credere che siamo tutti imbecilli in Italia e se veramente ti reputi onesto, riconosci che è soltanto un mezzo, e tra i più stupidi, per fare propaganda: nemmeno per l'Italia e la sua economia, ma soltanto per la PROPRIETA' PRIVATA sul cui libro paga figuri: rousseau.

serenamente 13.05.16 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

proprio cosi! nè destra nè sinistra,solo buone idee!.

Daniele C., Ascoli Piceno Commentatore certificato 13.05.16 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Il link dell'intervista originale?

Federica 13.05.16 11:20| 
 |
Rispondi al commento


Un senatore PD , ritenendo che sia stata violata la legge, presenta un esposto alla Procura che è obbligata ad aprire un fascicolo nei confronti di Pizzarotti !
Anch'io posso presentare un esposto accusando il mio vicino di schiamazzi notturni ! E chiunque puo' farlo per qualunque cosa.
A Parma non è successo nulla ! Come a Livorno ! Se ne facciano una ragione ! Credo che la gente capisce perfettamente.

giuseppe satriano, potenza Commentatore certificato 13.05.16 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

dal fatto in edicola di oggi

"""Un giornalista dell’Unità, giornale fondato da Antonio Gramsci nel 1924, è sottoposto a procedimento disciplinare per aver difeso su Twitter la memoria di Enrico Berlinguer. Secondo l’amministratore delegato della società
editrice Guido Stefanelli, la condotta del giornalista Massimo Franchi “appare travalicare i limiti del legittimo diritto di critica”."""

non ci credo...

:)

"noi siamo di sinistra" va dicendo a destra e a manca la Mary Hellen..

vabbè ne dice tante :)

l'ha detto che se uno va a dormire,la pensa come casapound ? no?

lo dirà?
:)

pabblo 13.05.16 10:59| 
 |
Rispondi al commento

ot

""BERLINO (WSI) Accelera la crescita economica in Germania. Secondo i dati resi noti da Destatis, l’Istituto federale il PIL tedesco nella stima preliminare del primo trimestre è salito dello 0,7% su base trimestrale, registrando il miglior risultato dal primo trimestre del 2014.

Su base annuale, il PIL corretto per i giorni lavorativi è salito dell’1,6%.""

meanwhile in italy

piI trimestre + 0,3! wow!

e c'era una volta un pdc che diceva: "supereremo la Germania, "

vive in un mondo tutto suo vive:)

ansa:
""Nel primo trimestre del 2016 il Pil italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell'1,0% nei confronti del primo trimestre del 2015. Lo rende noto l'Istat in base alle stime preliminari. Si tratta di una lieve accelerazione rispetto al quarto trimestre 2015, chiusosi a +0,2% (dato rivisto al rialzo con la stima odierna).""

pabblo 13.05.16 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori