Il Blog delle Stelle
Uranio impoverito: finalmente i militari malati diventano cittadini come gli altri

Uranio impoverito: finalmente i militari malati diventano cittadini come gli altri

Author di MoVimento 5 Stelle Camera
  • 6

16 anni. 16 anni di sofferenze, di pellegrinaggi da Erode a Pilato, di delusioni e risposte negative: questa è stata la sorte di migliaia di nostri soldati, che di ritorno dalle missioni all'estero hanno scoperto di essere affetti da malattie gravissime. Ed è stata la sorte, anche, di centinaia di mogli e bambini superstiti di militari scomparsi proprio in seguito a queste malattie.

La Commissione d'Inchiesta sull'Uranio Impoverito, fortemente voluta anche dal M5S, ha oggi finalmente fissato dei principi importantissimi che, ci auguriamo, diventeranno dispositivi di legge, ottenuti grazie all'apporto dei nostri parlamentari. La relazione approvata con 11 voti a favore e solo uno contrario, modifica radicalmente la sicurezza sul lavoro e la tutela previdenziale delle forze armate. Tutto quanto riguarda le cause di servizio dei militari sarà, infatti, sottratto alla giurisdizione dell'amministrazione della Difesa e passerà all'Inail, e abbiamo anche ottenuto che le tabelle previdenziali dell'Inail siano riviste proprio in funzione di questi utenti così speciali.

Insomma una svolta e una giornata davvero importante, quella di oggi, nonostante il Ministro Pinotti ancora esprima dubbi sui nessi di causalità e si limiti ad usare vaghe parole di circostanza su casi trattati in tribunale e per i quali lo Stato è già stato condannato a pagare lauti risarcimenti.

Attendiamo che i princìpi ora diventino legge e vengano applicati concretamente. L'Inail è pronta, e così le famiglie che chiedono giustizia (e a volte drammaticamente anche il piatto in tavola o le medicine). Loro attendono da troppo tempo, e pensare che basterebbe la firma su un decreto: per il governo Renzi, specialista in decreti lampo, non dovrebbe essere troppo difficile.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

29 Mag 2016, 12:48 | Scrivi | Commenti (6) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 6


Tags: malattie, militari, soldati, superstiti, uranio impoverito

Commenti

 

Come si possono amare i comandanti che mandano a morire i propri soldati ,

---------- D E L I N Q U E N T I ----------

Come si può definire un governo che aspetta sentenze per riconoscere gli errori commessi,

---------- A S S A S S I N I --------------

Sono figlio di militari, i miei nonni erano militari, tutti devoti alla patria credevano in quel che facevano.

Ora si rivolteranno nella tomba.

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 30.05.16 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Volevo chiedervi di valutare, approfondire e eventualmente rendere attuabile un tipo di approccio su come attenuare il problema della sicurezza dei viaggi della morte dei profughi: ovvero quella di utilizzare mezzi di navigazione statali(militari e non) per un trasporto sicuro sin dalle coste africane e provare risquotere(per ammortizzare e costi di trasporto e alloggio) i denari sborsato dai profughi per il trasporto sui barconi fatiscenti. Potendo così togliere alle mafie africane una quantità ingente di risorse che sembrano essere destinate a finanziare il terrorismo viste le innumerevoli morti giornaliere e l'inevitabilita di accogliere i profughi (vedi trattati internazionali). Riflettiamo o riflettete insieme un abbraccio
Piero

PIERO POLA 29.05.16 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Buone le notizie sulla sicurezza sul lavoro e la tutela previdenziale dei militari cosi' come i risarcimenti a carico dello Stato. Mi chiedo pero' se non ci siano dei responsabili per la decisione irresponsabile di esporre il personale militare alle gia' note conseguenze dell'esposizione all'uranio impoverito. Possibile che in Italia non paghi mai nessuno per errori gravi, omissioni o decisioni dilittuose?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 29.05.16 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Basta con queste cxxx di guerre finte o vere che siano. Solo in casi critici bisogna intervenire militarmente ma da parte di una forza internazionale di pace formata da nazioni concordi nell'applicare restrizioni o riordinare gli stati in crisi. Quindi non solo USA e EU, Cina india ecc, deve esserci una rappresentanza basata sul numero di voti di tutti gli stati del mondo e in base al numero delle popolazioni e che accolga anche gli stati cosiddetti "canaglia" ma che serva a decidere il bene comune del mondo.

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 29.05.16 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hallo...

Lisa Simpson Springfield Commentatore certificato 29.05.16 13:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori