Il Blog delle Stelle
Famiglie e imprese pagano in bolletta il conto dei big dell’energia

Famiglie e imprese pagano in bolletta il conto dei big dell’energia

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 24

di Gianni Girotto, Portavoce MoVimento 5 Stelle Senato

Non si ferma la deriva speculativa che ha colpito il mercato elettrico italiano e in particolare il meccanismo del dispacciamento. Per il terzo mese consecutivo, infatti, i costi del servizio sono impazziti, portando un aggravio di 300 milioni di euro al mese sulla bolletta di famiglie e imprese.

Non c’è trasparenza nel meccanismo di remunerazione del servizio di dispacciamento elettrico che vede protagonisti solo poche grandi aziende del settore. Dobbiamo fare chiarezza e fermare chi continua ad approfittare della debolezza dei consumatori. Ecco perché come Movimento 5 Stelle abbiamo presentato un’interrogazione urgente al governo, chiedendo di rivedere i sistemi di calcolo ed eventualmente intervenire per recuperare eventuali indebiti maggiori costi, evitando così il conseguente aggravio sulle bollette.

E’ necessario effettuare controlli e cambiare le regole, permettendo maggiore accesso alle informazioni e alla trasparenza. E coinvolgendo anche i piccoli operatori del settore delle fonti rinnovabili.

Ma chi c’è dietro questa speculazione? Come vengono pagati i produttori, secondo quali calcoli? E perché improvvisamente i costi sono schizzati in alto? I big dell’energia affilando le unghie sulla pelle dei cittadini, scambiandoli per bancomat dai quali prelevare a piacimento. Terna e governo fanno finta di non vedere quello che accade. Gli extra profitti generati dalle grandi imprese – vere padrone del mercato – sono ingiustificabili se paragonati a quelli di prima di aprile.

Mentre le Piccole medie imprese manifestano la propria preoccupazione segnalando come questi accadimenti persistano anche nei mesi di maggio e giugno 2016, con il rischio quindi che in questi tre mesi si accumulino costi per quasi 1 miliardo di euro che comporterebbero un fortissimo aggravio in bolletta.

banneri5s2016.jpg


29 Giu 2016, 10:31 | Scrivi | Commenti (24) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 24


Tags: caro bolletta, enel, energia elettrica, girotto

Commenti

 

la soluzione è abbassare la cresta a queste lobby e ai loro protettori politici, questo ovviamente mandandoli a casa con le elezioni. Poi a tutto rinnovabile.

alessandro perni 30.06.16 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma nessuno ha notato che in ogni bolletta viene calcolata Iva anche sulle accise?!!!! Ed anche Iva su Iva o sull'addizionale?!!! Con questo giochetto rapinano altri 70/80 euro ad utenza all'anno. A Mestre un Giudice di Pace ha già condannato il gestore al rimborso. Noi cosa aspettiamo? Quando ci decidiamo a fermare questi ladrocini?

Mirca Giuntoni 30.06.16 12:42| 
 |
Rispondi al commento

Su Wikipedia compare questa informazione che potrebbe essere esplosiva:

Enel sends invoices every two months and adds an extra 30% to the invoices, claiming that the residence billed is not the customer's only residence, even in cases where it is the one and only residence of the client. As a result, the price of the service is increased by 30%

traduzione:
Enel spedisce fatture ogni 2 mesi e AGGIUNGE un extra del 30% sostenendo che la residenza fatturata non è la sola residenza del cliente, questo anche nel caso in cui quella sia la sola ed unica residenza. Come risultato il prezzo del servizio è aumentato del 30%.

Perchè nella versione italiana di wiki non c'è?

O wikipedia sbaglia e deve correggere oppure siamo testimoni di una truffa legalizzata a decine di milioni di persone!

Un dato di fatto è che le spese fisse sono comunque al limite della truffa legalizzata e che la bolletta è VOLUTAMENTE indecifrabile.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 30.06.16 11:00| 
 |
Rispondi al commento

La spiegazione di tutto ciò è semplice e poco scentifica...si chiama RAPINA...ci stanno semplicemente rapinando. Quello che si può fare può essere fatto solo all'interno del parlamento

Maurizio Celani 29.06.16 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Stavo scrivendo all' improvviso è saltato tutto
che non abbiate anche voi qualche infiltrato?

eugenio rega 29.06.16 16:11| 
 |
Rispondi al commento

La C.E.I. , pardon, il C.E.I in un impeto di "controllosi orchiclastica" datata 4/3/2016 intitolata : "FAQ CEI 0-21, CEI 0-16 Sistemi di accumulo e UPS" assoggetta alla CEI-021 i sistemi di accumulo rendendoli (di fatto) fuori-norma .

Pertanto a tutte le latitudini italiane ove oggi si puo' usare l'ENEL (o chi per essa) solo pochi mesi all'anno e' reso impossibile pagare l'energia elettrica circa 9 cent al Kwh.

Quello che si puo' fare liberamente in tutto il mondo da noi non si puo' .

Ovviamente la ragIone e' economica se si consente l'autoproduzione da solare fotovoltaico con accumulo con l'attuale tecnologia e' la fine delle accise e dei produttori (es.: Sorgenia) che ne hanno fatto un businnes.

Manlio, la bolletta lasciagliela fare come vogliono e aiutiamoci giuridicamente per combattere questi burocrati Prezzolati.


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 29.06.16 14:51| 
 |
Rispondi al commento

il mio consiglio è quello di costruirsi ciascuno il proprio impianto fotovoltaico , magari inizialmente piccolo solo per le luci led di tutta la casa , come ho fatto io , poi c'ho preso gusto e adesso sono completamente distaccato dall'Enel

Marco Mancioli, Dakar Commentatore certificato 29.06.16 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stanno mettemdo le famiglie sull'astrico. Queste le chiamate in una normale bolletta enel (dove fra poco si aggiungera' anche quella del canone rai):
1) spese per la materia; 2) spese per il trasporto e la gestione del contatore; 3)Spese per oneri di sistema; 4) Altre partite. Su tutto grava l'iva. Gravissimo errore politico quello di buttare sulle spelle della gente, tramite le utenze, le nefandezze di molti incapaci di gestire la cosa pubblica.

Michele Antonio Triveri, Castrolibero Commentatore certificato 29.06.16 12:43| 
 |
Rispondi al commento

ed eccoci con un altro esempio di come il Governo recupera l'onere degli 80 euro e l'abolizione della TASI...

mario quattrina 29.06.16 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Ogni giorno continuo a scrivere su i forum e sul mio fb ,,, !!! Ho fatto una scoperta scientificaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, possibile che nessuno mi legge ????????????????? Si tratta di generare energia elettrica , 220 volt con un sistema del tutto autonomo , si rigenera da solo !!! Quello che vorrei , è l'aiuto di un ingegnere fisico elettronico che potesse aiutarmi a brevettare questa ipotetica scoperta , ammesso che qualcuno sia arrivato prima o che abbiano messo a tacere una scoperta del genere o simile . Il mio avvocato civile mi ha chiesto 3500 euro per poter blindare il tutto con un suo ingegnere di fiducia,,, soldi che non potrò mai avere . Grazie e buon proseguimento a tutti !!!

Alfredo P., Roma Commentatore certificato 29.06.16 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbassano di 1% luce e gas ma poi aumentano di 3/4% speculazioni miserabili a danno di cittadini vessati

Bartolomeo Angarano 29.06.16 11:41| 
 |
Rispondi al commento

È vergognoso ci stanno facendo pagare il costo dei migranti clandestini!!

Cecilia ., Cagliari Commentatore certificato 29.06.16 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È vergognoso ci stanno facendo pagare il mantenimento dei migranti vla

Cecilia ., Cagliari Commentatore certificato 29.06.16 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Tipo la tangente da un miliardo di euro pagata in Nigeria da Descalzi.. Mi sono quasi beccata una querela dall'Eni per averglielo ricordato, quando mi sono rifiutata di pagare la doppia bolletta (cioè quella arrivata a me, oltre che al nuovo inquilino: eh si, due bollette son meglio che one.). Per fortuna i tempi cambiano: mi hanno appena mandato un rimborso di 20 euro. #Ciaone anche a loro, già cambiato gestore.

Michela Riviello 29.06.16 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Enel ha fatto una campagna sulla trasparenza e maggiore chiarezza dell'informazione contenuta nella bolletta, vantando di avere esposto un metodo più chiaro di lettura dei risultati ed inserendo anche un grafico. Nella realtà il metodo è una sonora presa in giro perché ingloba i numeri in un unico conteggio non permettendo di analizzare le parti e gli importi di cui è composta la bolletta. Soprattutto non è più possibile calcolare la parte fissa da quella variabile rendendo impossibile effettuare analisi sulle reali incidenze dei costi (ad esempio se devo conoscere l'esatto costo del chilowatt all'aumentare o al diminuire del consumo). Inoltre con i recenti mutamenti nei prezzi energetici, come il notevole abbassamento del costo del petrolio, e con l'adozione di diversi calcoli tariffari che sono subentrati all'inizio del 2016, che hanno trasferito una parte del costo da variabile in fisso, la suddetta commistione delle diverse tipologie di costo sembra fatta apposta proprio per evitare di far comprendere le reali incidenze dei costi all'interno della bolletta. In parole povere viene il "sospetto" che l'abbassamento del costo di produzione del chilowatt non sia andato a beneficio dei consumatori ma bensì a quello dei produttori con il trucco dell' aumento ingiustificato dei costi fissi.

Roberto Floria 29.06.16 11:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori