Il Blog delle Stelle
Il MoVimento 5 Stelle presenta il TTIP in italiano #TtipLeaks

Il MoVimento 5 Stelle presenta il TTIP in italiano #TtipLeaks

Author di MoVimento 5 Stelle Europa
Dona
  • 145


Il Movimento 5 Stelle presenta il TTIP in italiano. Diretta streaming a partire dalle ore 11:00 qui sul blog delle stelle. Tutti i cittadini devono conoscere le insidie che si nascondono dietro questo Trattato, negoziato in gran segreto. Ecco perché i portavoce del Movimento 5 Stelle Europa hanno tradotto in italiano, e messo a disposizione di tutti, le 248 pagine di negoziati fra Europa e Stati Uniti, pubblicati in esclusiva da Greenpeace Olanda. Questa si chiama trasparenza. Questo è il rispetto che i cittadini meritano. Alla conferenza stampa parteciperanno i portavoce al Parlamento europeo Tiziana Beghin, Dario Tamburrano, Piernicola Pedicini e alla Camera dei Deputati Mattia Fantinati.

Quindici dei 16 documenti sono costituiti dai cosiddetti "testi consolidati" usciti dal tavolo delle trattative (in precedenza non ne erano stati mai diffusi), che evidenziano le richieste di USA ed UE e le divergenze fra le posizioni negoziali. Il sedicesimo documento invece é una sorta di memorandum interno della Commissione Europea in cui si fa il punto sulla situazione delle trattative per il TTIP nel marzo 2016.
Leggi la traduzione in italiano dei leak diffusi da Greenpeace
Scarica il PDF



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

8 Giu 2016, 10:54 | Scrivi | Commenti (145) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 145


Tags: Greenpeace, M5S, M5S Europa, MoVimento 5 Stelle, TTIP, ttip leaks

Commenti

 

camerieri della B.C.E. , servetti delle multinazionali che usano lo sfruttabile per poi buttarne il rimanente .. ambiente , persone , esseri viventi .. nel nome del profitto e dell'arricchirsi su tutto e tutti , questa follia deve essere fermata .. ottimi gli interventi contro TTIP in Europa dei nostri portaVoce ..

Ma è ora di concretizzare lavorando insieme nel progetto M5S

Quindi organizziamoci con i gruppi sul territorio , con un calendario mensile nel quale riportiamo le date nelle quali le Istituzioni in MoVimento incontreranno i meetup .. Gli amici di Beppe Grillo con i portaVoce per incontrarci nei Comuni e illustrare ai cittadini il lavoro svolto con la collaborazione e la partecipazione della rete .. Tutte le informazioni che sono state fornite via web , sul Blog e su Rousseau dobbiamo farle pervenire ai cittadini che non partecipano attivamente , per renderli sempre più consapevoli e attenti verso le dinamiche affrontate da tutti Noi MoVimento 5*****

Colgo l'occasione per ricordare ai nostri Proponenti e Relatori che verrà attivata , quindi accesa la stella dei Gruppi Meetup in Rousseau e che è quindi il momento di iniziare a pensare al da farsi .. sia per rispondere alle richieste di partecipazione che alle Istanze che arrivano da tutta l'Italia .. da noi attivisti ..

Uniti non ci ferma Nessuno !

cari saluti

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 10.06.16 01:22| 
 |
Rispondi al commento

TTIP: The downfall of EU agriculture?

"GMO-free farmers could be squeezed out of the market, warned the study. Furthermore, the German government has legislation in the pipeline that would indeed obligate producers to label products such as milk, meat and eggs if they were produced using GMO feed. TTIP would complicate the adoption of such a law."

____________


US farms find themselves in such a superior position not just due to their larger size, but also because of the lower consumer and production standards under which they are obligated to operate, according to the same study. A prime example is genetic engineering. In Europe, all food that contains greater than 0.9% GMO content must be labelled, whereas in the USA and Canada, no such requirement exists.

The USA has a markedly different attitude towards GMOs, where they are considered to be safe and are therefore produced at a cheaper cost. Due to this price advantage, European farmers would be forced to at least feed their livestock with GMO products, the end products of which are not governed by the same labelling requirement.
YOU GOT RIPPED OFF by the Turnbull Government again!

http://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/ttip-the-downfall-of-eu-agriculture/


John Buatti 09.06.16 01:45| 
 |
Rispondi al commento

____________


US farms find themselves in such a superior position not just due to their larger size, but also because of the lower consumer and production standards under which they are obligated to operate, according to the same study. A prime example is genetic engineering. In Europe, all food that contains greater than 0.9% GMO content must be labelled, whereas in the USA and Canada, no such requirement exists.

The USA has a markedly different attitude towards GMOs, where they are considered to be safe and are therefore produced at a cheaper cost. Due to this price advantage, European farmers would be forced to at least feed their livestock with GMO products, the end products of which are not governed by the same labelling requirement.
YOU GOT RIPPED OFF by the Turnbull Government again!

http://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/ttip-the-downfall-of-eu-agriculture/

"GMO-free farmers could be squeezed out of the market, warned the study. Furthermore, the German government has legislation in the pipeline that would indeed obligate producers to label products such as milk, meat and eggs if they were produced using GMO feed. TTIP would complicate the adoption of such a law."
http://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/ttip-the-downfall-of-eu-agriculture/

John Buatti 09.06.16 01:43| 
 |
Rispondi al commento

"GMO-free farmers could be squeezed out of the market, warned the study. Furthermore, the German government has legislation in the pipeline that would indeed obligate producers to label products such as milk, meat and eggs if they were produced using GMO feed. TTIP would complicate the adoption of such a law."

____________


US farms find themselves in such a superior position not just due to their larger size, but also because of the lower consumer and production standards under which they are obligated to operate, according to the same study. A prime example is genetic engineering. In Europe, all food that contains greater than 0.9% GMO content must be labelled, whereas in the USA and Canada, no such requirement exists.

The USA has a markedly different attitude towards GMOs, where they are considered to be safe and are therefore produced at a cheaper cost. Due to this price advantage, European farmers would be forced to at least feed their livestock with GMO products, the end products of which are not governed by the same labelling requirement.
YOU GOT RIPPED OFF by the Turnbull Government again!

http://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/ttip-the-downfall-of-eu-agriculture/

John Buatti 09.06.16 01:37| 
 |
Rispondi al commento

xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

"GMO-free farmers could be squeezed out of the market, warned the study. Furthermore, the German government has legislation in the pipeline that would indeed obligate producers to label products such as milk, meat and eggs if they were produced using GMO feed. TTIP would complicate the adoption of such a law."

____________


US farms find themselves in such a superior position not just due to their larger size, but also because of the lower consumer and production standards under which they are obligated to operate, according to the same study. A prime example is genetic engineering. In Europe, all food that contains greater than 0.9% GMO content must be labelled, whereas in the USA and Canada, no such requirement exists.

The USA has a markedly different attitude towards GMOs, where they are considered to be safe and are therefore produced at a cheaper cost. Due to this price advantage, European farmers would be forced to at least feed their livestock with GMO products, the end products of which are not governed by the same labelling requirement.
YOU GOT RIPPED OFF by the Turnbull Government again!

http://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/ttip-the-downfall-of-eu-agriculture/

John Buatti 09.06.16 01:36| 
 |
Rispondi al commento

________________

"GMO-free farmers could be squeezed out of the market, warned the study. Furthermore, the German government has legislation in the pipeline that would indeed obligate producers to label products such as milk, meat and eggs if they were produced using GMO feed. TTIP would complicate the adoption of such a law."

US farms find themselves in such a superior position not just due to their larger size, but also because of the lower consumer and production standards under which they are obligated to operate, according to the same study. A prime example is genetic engineering. In Europe, all food that contains greater than 0.9% GMO content must be labelled, whereas in the USA and Canada, no such requirement exists.

The USA has a markedly different attitude towards GMOs, where they are considered to be safe and are therefore produced at a cheaper cost. Due to this price advantage, European farmers would be forced to at least feed their livestock with GMO products, the end products of which are not governed by the same labelling requirement.
YOU GOT RIPPED OFF by the Turnbull Government again!
http://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/ttip-the-downfall-of-eu-agriculture/

John Buatti 09.06.16 01:30| 
 |
Rispondi al commento

"GMO-free farmers could be squeezed out of the market, warned the study. Furthermore, the German government has legislation in the pipeline that would indeed obligate producers to label products such as milk, meat and eggs if they were produced using GMO feed. TTIP would complicate the adoption of such a law."

US farms find themselves in such a superior position not just due to their larger size, but also because of the lower consumer and production standards under which they are obligated to operate, according to the same study. A prime example is genetic engineering. In Europe, all food that contains greater than 0.9% GMO content must be labelled, whereas in the USA and Canada, no such requirement exists.

The USA has a markedly different attitude towards GMOs, where they are considered to be safe and are therefore produced at a cheaper cost. Due to this price advantage, European farmers would be forced to at least feed their livestock with GMO products, the end products of which are not governed by the same labelling requirement.
YOU GOT RIPPED OFF by the Turnbull Government again!
http://www.euractiv.com/section/agriculture-food/news/ttip-the-downfall-of-eu-agriculture/

John Buatti 09.06.16 01:29| 
 |
Rispondi al commento

ci riprovo..un link non funzionava

__________________________


The European Union has ruled out importing meat from animals injected with hormones and said that it will not simply open the door to GM crops.
http://www.euractiv.com/section/science-policymaking/news/us-wants-science-to-settle-gmo-debate-in-trade-deal-with-eu/

I DON'T want to eat beef pork or lamb grown on genetically modified feeds (Monsanto) full of ban pesticides that the TTIP will bring in the EU from the US !

Read:
http://responsibletechnology.org/gmo-education/health-risks/

http://responsibletechnology.org/Why%20Scientists%20are%20worried%20about%20the%20GMO%20potato%20and%20apple%204.8.15%20Final.pdf

The European Parliament has voted to give member states authority over cultivating GMO crops. But environmental groups have criticized an opt-out measure.
http://www.dw.com/en/eu-passes-controversial-gmo-food-law/a-18188282

EU GMO Authorisation
http://ec.europa.eu/food/plant/gmo/authorisation/index_en.htm

http://ec.europa.eu/food/plant/gmo/authorisation/decision_making_process/index_en.htm

John Buatti 09.06.16 01:23| 
 |
Rispondi al commento

ci riprovo..un link non funzionava

__________________________

I DON'T want to eat beef pork or lamb grown on genetically modified feeds (Monsanto) full of ban pesticides that the TTIP will bring in the EU from the US !

Read:
http://responsibletechnology.org/gmo-education/health-risks/

http://responsibletechnology.org/Why%20Scientists%20are%20worried%20about%20the%20GMO%20potato%20and%20apple%204.8.15%20Final.pdf

The European Union has ruled out importing meat from animals injected with hormones and said that it will not simply open the door to GM crops.
http://www.euractiv.com/section/science-policymaking/news/us-wants-science-to-settle-gmo-debate-in-trade-deal-with-eu/

The European Parliament has voted to give member states authority over cultivating GMO crops. But environmental groups have criticized an opt-out measure.
http://www.dw.com/en/eu-passes-controversial-gmo-food-law/a-18188282

EU GMO Authorisation
http://ec.europa.eu/food/plant/gmo/authorisation/index_en.htm

http://ec.europa.eu/food/plant/gmo/authorisation/decision_making_process/index_en.htm

----

John Buatti 09.06.16 01:22| 
 |
Rispondi al commento

_____
I DON'T want to eat beef pork or lamb grown on genetically modified feeds (Monsanto) full of ban pesticides that the TTIP will bring in the EU from the US !

Read:
http://responsibletechnology.org/gmo-education/2notes/

http://responsibletechnology.org/Why%20Scientists%20are%20worried%20about%20the%20GMO%20potato%20and%20apple%204.8.15%20Final.pdf

The European Union has ruled out importing meat from animals injected with hormones and said that it will not simply open the door to GM crops.
http://www.euractiv.com/section/science-policymaking/news/us-wants-science-to-settle-gmo-debate-in-trade-deal-with-eu/

The European Parliament has voted to give member states authority over cultivating GMO crops. But environmental groups have criticized an opt-out measure.
http://www.dw.com/en/eu-passes-controversial-gmo-food-law/a-18188282

EU GMO Authorisation
http://ec.europa.eu/food/plant/gmo/authorisation/index_en.htm

http://ec.europa.eu/food/plant/gmo/authorisation/decision_making_process/index_en.htm

John Buatti 09.06.16 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Signora PODRICHE QUERIRE DION,

Ciao a tutti, podriche.querire.dion@gmail.com

Mi chiamo PODRICHE QUERIRE DION, sono sposato con una donna casa in Cristo e con i bambini di nazionalità tedesca e vorrei che la grazia attraverso le mie azioni, quello che il mio aiuto di Dio le famiglie in ogni gesto (vedove, disoccupati, pensionati e altri) ha dato un prestito di 2000 fino a 250.000 euro per un'altezza di 2%. Vi prego di contattarmi se siete preoccupati per la mia E-mail principale: podriche.querire.dion@gmail.com per la vostra richiesta per favore...

Anche se uno - o vieni a provare due volte e non lo fanno, e credo l'applicazione con il tempo e avere uno spirito di acquisto prima della vostra richiesta "Dio può mentire contro alle nostre esigenze, che la Bibbia dice, che la felicità è né in gloria, né al potere, ricchezza, non solo nella pace della coscienza e la sottomissione a Dio."

Grazie ancora... podriche.querire.dion@gmail.com

Saluti.

Signora PODRICHE QUERIRE DION.

Signora PODRICHE QUERIRE DION 08.06.16 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Ci hanno imposto con i denari dei loro Circoli le leggi sull'omosessualità (oltretutto già qualche loro giornalista ci sfotte sostenendo che siamo un popolo di gay). Hanno scatenato guerre insensate ben prevedendone gli sviluppi quali la destabilizzazione degli stati e le conseguenti emigrazioni di massa. Ci hanno provocato la crisi economica pilotando abilmente la loro crisi e le cosiddette agenzie di rating. Ora, mediante i loro fantocci europei, ed italiani in particolare, vogliono imporci questo infame accordo sulle merci, che ci avvelenerà e impoverirà più e meglio di quanto non stia facendo l'europa stessa. Ma cosa si aspetta a far pulizia, a cominciare da casa nostra?

loris cusano 08.06.16 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Movimento 5 stelle per tutto quello che fate..!

Video Hard Gratis 08.06.16 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Un carabiniere spara ai un migrante ,
scusate ragazzi ma stiamo delirando, cosa doveva fare il caramba , prendersi una coltellata !!!!

Ha fatto benissimo a difendersi, tu migrante sei ospite in uno stato straniero , che non ti ha buttato a mare in pasto ai pesci, tu migrante hai il dovere di comportanti BENE .

Parlano questi coglioni di Italiani che si scandalizzano , non avete mai assistito ad una rissa, bene non ve lo auguro per nulla al mondo.

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.06.16 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Maria Pia.
Per far comprendere a tutti il linguaggio internazionale lo traduci anche nella lingua madre.

salvatore castellano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.06.16 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prova.....

Sara Taddei, roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.06.16 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho mai condiviso nulla di Benito Mussolini ma su una cosa aveva ragione: quando vietò l’uso di parole straniere.
Noi abbiamo la nostra madre lingua che non è inferiore a nessun altra ed è un offesa al nostro paese oltre che all’intelligenza, far uso di termini stranieri, credendo (da poveri idioti) di apparire colti quando invece si tratta di un gravissimo complesso di inferiorità. In nessun paese vengono usate parole italiane e perché dobbiamo farlo noi? Le ragioni di questa vergogna possono essere tre: o una ridicola ostentazione, o servilismo verso chi si ritiene superiori o ingannare i cittadini nel ridicolo tentativo di nascondere la verità su quel che viene fatto contro di loro!


Fruttarolo,se tua moglie cucina come fa il regresso,mi autoinvito... Tony...

Mary Baley Commentatore certificato 08.06.16 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lord King–che ha trascorso un decennio nella Banca d’Inghilterra a combattere la peggiore crisi finanziaria della storia–ha detto che i membri più deboli della zona Euro non hanno altra scelta che tornare alle loro monete nazionali come l’unico modo tornare alla crescita economica e alla piena occupazione”
“I benefici a lungo termine contano più dei costi a breve termine” "è possibile che la delusione sulle politiche economiche dell’Ue porti alla disintegrazione della moneta unica, piuttosto che ad un altro passo per “completare” l’unione monetaria.
Irlanda e Spagna sono attualmente bloccate in una fase di stallo elettorale dopo che i loro governi pro-salvataggi non sono riusciti ad ottenere l’appoggio degli elettori. Ma la Commissione Europea si è difesa dalle accuse secondo le quali le punitive misure di austerità hanno reso ineleggibili i governi Europei in carica,sostenendo che la politica economica di Bruxelles rappresenta un “triangolo virtuoso” di austerità, riforme strutturali e investimenti.
L’attuale ondata di nuove ricerche e di innovazione significa che il 21° secolo sarà il “secolo d’oro della scoperta scientifica”. “Non vedo assolutamente alcuna ragione per supporre che poiché abbiamo avuto una crisi bancaria e una recessione (le idee, l’innovazione e l’imprenditorialità) sono definitivamente scomparse. Non lo sono e sono in attesa di riprendersi. "Il pensiero che tutte queste idee non riusciranno ad avere influssi pratici nel migliorare i nostri standard di vita sembra straordinariamente pessimista, qualcosa che non ha di fatto alcun fondamento nel corso degli ultimi 250 anni di crescita economica”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Dice Pitchard:
"L’Italia? E’ nel peggiore dei mondi possibili: a causa delle regole dell’Ue,non può prendere iniziative in piena sovranità per stabilizzare il sistema bancario e non esiste ancora un’unione bancaria degna di questo nome che condivida gli oneri”
"Renzi ha di fronte una dura scelta: o dice alle autorità Europee di andare all’inferno o resta a guardare impotente che il sistema bancario imploda e il Paese precipiti nell’insolvenza.E visto che l’Italia non è la Grecia,non può accettare la sottomissione Tant’è vero che tra i poteri forti dell’industria italiana qualcuno ormai sussurra che l’uscita dall’Euro potrebbe non essere così terribile.Anzi:Sarebbe l’unico modo per evitare una catastrofica deindustrializzazione ossia la morte dell’economia reale.E’ l’Ue che ha fabbricato la crisi:uscite dall’Euro!
Il profondo malessere economico dell’Europa è il risultato di scelte politiche deliberate fatte dalle élite Europee,secondo l’ex governatore della Banca d’Inghilterra.
Lord Mervyn King ha continuato il suo caustico attacco all’Ue,dopo aver predetto che l’Eurozona afflitta dai problemi dovrà essere smantellata per liberare i suoi membri più deboli da austerità incessante e livelli record di disoccupazione.Lord King ha detto che non avrebbe mai potuto immaginare che un collasso economico dell’intensità degli anni ’30 sarebbe ritornato sui lidi Europei in età moderna. Ma il destino della Grecia – che ha subito una contrazione che eclissa la depressione degli Stati Uniti negli anni tra le due guerre – dal 2009 è stato un esempio spaventoso del fallimento della politica economica.
“Nell’area dell’Euro, i paesi della periferia non possono fare assolutamente nulla per compensare l’austerità.E’ stato semplicemente chiesto loro di tagliare la spesa totale,senza alcuna forma di compensazione per la domanda. Non avrei mai immaginato che avremmo di nuovo avuto una depressione più profonda di quella che gli Stati Uniti hanno sperimentato negli anni ’30

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“L’Italia deve scegliere tra l’Euro e la sua sopravvivenza economica”.Lo scrive sul Telegraph il noto editorialista finanziario Ambrose Evans-Pritchard.“Il tempo stringe per l’Italia, bloccata in una deflazione da debiti e alle prese con una crisi bancaria che non può affrontare con i vincoli dell’unione monetaria. Dal picco della crisi,come ha ricordato Visco, il Pil si è ridotto del 9% e la produzione industriale del 25%.Ogni anno la percentuale del debito rispetto al Pil sale:121% nel 2011, 123 nel 2012,129 nel 2013,132,7 nel 2015.Lo stimolo della Bce svanirà prima che l’Italia riesca ad uscire dalla stagnazione e il Fm prevede una crescita di appena l’1% quest’anno. La finestra globale si sta chiudendo”.
Un recente sondaggio di Ipsos Mori rivela che il 48% degli italiani voterebbe contro l’Ue o contro l’Euro, se ne avesse l’opportunità.
Il M5S cui è attribuito un consenso del 28%, “invoca il default e il ritorno alla lira”
La Lega Nord di Matteo Salvini considera l’Euro un crimine contro l’umanità”.
Stando ai fatti:il tasso di disoccupazione è all’11,4%, mentre quello della disoccupazione giovanile raggiunge il 65% in Calabria,il 56% in Sicilia,il 53% in Campania"
“Il tasso di natalità è al minimo storico.
L’istituto di ricerca Svimez parla di uno stato permanente di sottosviluppo nel Mezzogiorno”.
Negli anni 90,l’Italia registrava un ampio avanzo negli scambi commerciali con la Germania,prima che fossero fissati i tassi di cambio e quando si poteva ancora svalutare.
“In 15 anni l’Italia ha perso rispetto alla Germania il 30% di competitività sul costo di lavoro per unità di prodotto: dal 2000 la produttività è diminuita del 5,9%”.“A questa miscela combustibile si aggiunge la crisi bancaria (eppure i Banchieri italiani si pappano mille miliardi di Euro ogni anno con la moneta elettronica creata con i loro computer)che rivela la disfunzionalità dell’unione monetaria e peggiora di giorno in giorno

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:32| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡Hola egregio Blok✰✰✰✰✰... paziente!!!

QUANDO PULIRE NON BASTA CI VUOLE ANCHE L'IGIENE DELL'AMMONIACA!
La soluzione oggi è a portata di mano!

PER VOI "Movimento Cinque Stelle":

l'unica forza dell'AMMONIACA con la garanzia di QUALITÁ della RIVOLUZIONE GENTILE
per darvi il pulito brillante e l'igiene per un governo futuro che mai avreste sperato!

E anche i bimbi vanno sul sicuro!

Hasta? Pronto!


Basterebbe il solo fatto che continuino a secretare atti che per loro natura dovrebbero essere pubblici per attivare in noi lo sdegno e il disappunto, motori atti a farci muovere il nostro pesante culo dalla sedia e renderci partecipi di un cambiamento epocale in corso.....RAGAZZI CI STIAMO SVEGLIANDO DA UNA IPNOSI DI MASSA, non riaddormentiamoci e soprattutto aiutiamo a svegliare sempre più persone. VIVA il M5S

Enrico Castagna, Pozzuoli (Napoli) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.06.16 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi stanno già' bannando. Pazienza...mi spiace davvero perché' la nostra avrebbe potuto essere una lunga e felice amicizia. Un caro saluto a coloro che hanno capito tutto e hanno parlato con me. Grazie a Pabblo,fruttarolo, Harry, Caciara e gli altri. Addio,a malincuore. Tony Ciccione.

Mary Baley Commentatore certificato 08.06.16 17:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sembra del tutto assurdo che qualcuno possa pensare che l'avversione al Pd nasca con Renzi, semmai Renzi con le sue posizioni di estremo iperliberismo antidemocratico e la sua arroganza sfasciadiritti ha accentuato pericolosamente il processo di distacco dell'elettorato dal Pd ma questo era cominciato col primo Prodi che fin dal primo giorno svendette il Paese alla Bce e al Fondo Monetario
La contestazione al Pd nasce col primo Prodi che fin dal suo primo giorno rinnega lo stesso programma che aveva concordato con i suoi alleati di governo per fare tutt'altro. Lo so perché rigorosamente copiai il programma dell'Ulivo per cancellarne ogni giorno qualche parte. Del resto Prodi non era del Pd e da allora o da molto prima (morte di Belinguer) la deriva del Pd (o Ds o come si chiamava) che il partito si allontanasse dalle radici e dai principi della sx era ormai lampante a chiunque avesse un minimo di lucidità politica. Poi Monti, Letta, e Renzi non hanno fatto che amplificare una deriva verso una destra rognosa, anticostituzionale, antidemocratica e iperliberista che è diventata via via l'opposto di quel che un csx reale avrebbe dovuto essere fino al patto infernale attuale Verdini-Alfano-Renzi dietro cui sghignazza il fantasma sempre vivo di Gelli.
Del resto basta guardare la perdita di voti e di consenso e di tessere del Pd per leggere le cifre di questa rovina e adesso, di fronte al patto scellerato che segue quello del Nazareno e alla slavina di personaggi che dal Pdl si muovono per andare a sostenere Renzi, non è sostenibile che ci sia chi attribuisce solo a Renzi Renzi la causa di questa disfatta ideologica, etica e sociale.
Nel 2007, 3.554.169 elettori sceglievano il Pd.
L'anno dopo il Pd veniva scelto ancora dal 33,17% dei suffragi.
Nel 2012 il Pd era sceso al PD 25,4% dei voti perdendo quasi 4 milioni di voti.
Oggi il Pd viene dato al 30,4% ma solo grazie alla sua fusione col Pdl. Lo chiamate progresso questo?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che trovo inaccettabili le facili espulsioni del M5S gestite e volute dal solo Grillo, con principi veramente poco democratici, ma a quelli che s'indignano per le espulsioni nel M5S occorre ricordare che sono state 519 in un anno e mezzo, le persone cacciate dal Pd.
Domanda: qualcuno tra i media ha mai parlato di queste espulsioni? Ci hanno fatto votare su di esse? Puoi vedere da solo l’elenco delle persone espulse dal Pd per futili motivi o per avere espresso un libero pensiero o per aver fatto delle critiche a Renzi o ai loro capi locali.
https://www.facebook.com/m5sroma13/posts/10151996347888513
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:24| 
 |
Rispondi al commento

A parte l'insulto di 50 articoli della Costituzione cambiati senza i due terzi del parlamento con l'anomalia di una riforma imposta per solo volere di un governo appiattito sotto un uomo solo associato a gente come Alfano e Verdini, il testo della riforma è orribile, scritto in forma oscura e approssimativa e francamente improponibile : testimonia di un bassissimo livello culturale prima che politico . Con un testo così, la riforma non riesce neanche a funzionare tanti e tali sono gli strafalcioni, le inesattezze e le lacune. Il testo originale della nostra attuale Costituzione può viceversa essere ancora letto e compreso in tutti i livelli/percorsi scolastici e per una larghissima parte della popolazione: questa (cosiddetta) riforma è lo specchio plastico della inconsistenza e della visione retrograda (rivolta a modelli riconducibili ad un passato ottocentesco ) della proposta politica renziana.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:22| 
 |
Rispondi al commento

Chiedetevi come mai, sebbene l'Italia sia un sistema di democrazia parlamentare, una legge su due con Renzi viene fatta dal governo per decreto e imposta alla fiducia senza dibattito parlamentare (ben 50 leggi o riforme globali sono state imposte alla fiducia) e come mai Renzi blateri di maggiore velocità quando il tempo medio per fare una legge è di 5 mesi! E come mai il pareggio di bilancio che impedisce allo Stato di fare investimenti è stato messo in Costituzione in soli sei mesi! E pensate solo alla complessa e disastrosa legge Fornero? La riforma è stata redatta in 19 giorni essendo il governo Monti iniziato il 16 novembre 2011, fu emanata il dicembre 201 e convertita in legge 22 dicembre 2011. E pensate che una cosa ripugnante come il pareggio di bilancio in Costituzione che fu approvato in sei mesi?
O forse Renzi pensa che faremo qualche risparmio, visto che la riduzione del Parlamento ci farà risparmiare 100 milioni, dopo che le spese del Consiglio della Presidenza con lui sono aumentate di 400 milioni!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:20| 
 |
Rispondi al commento

segue
Quest’anno scade il periodo transitorio concesso dall’Omc per l’adeguamento delle legislazioni dei Paesi più poveri alle previsioni del TRIPs riguardo ai brevetti farmaceutici: ciò significa che dal 2016 tutti i Paesi aderenti al trattato dovranno garantire la tutela dei nuovi farmaci attraverso il sistema dei brevetti. Nel frattempo, la pressione delle case farmaceutiche per ottenere una più stringente tutela dei propri brevetti si sta intensificando. È forse solo un caso che Unione europea e Stati uniti vogliano chiudere il Ttip entro il 2016?
Molti Paesi stanno adeguando le proprie legislazioni alle previsioni del TRlPs e oggi, ai sensi di tale accordo, le ragioni che hanno consentito di continuare a produrre farmaci generici per gli antiretrovirali di vecchia generazione sono più difficilmente difendibili, sotto un profilo strettamente giuridico, nel caso dei farmaci di nuova generazione. Il miglior prezzo per un trattamento antiretrovirale contro l’Hiv attraverso i farmaci di seconda generazione è di almeno 15 volte il prezzo di un trattamento con i farmaci di prima generazione.
Il prezzo dei farmaci salvavita rischia di continuare a salire, escludendo sempre più persone dalla possibilità di farvi ricorso. Ogni anno circa un milione di persone muore di malaria perché non può accedere ai farmaci antimalarici di nuova generazione. Nel frattempo le più grandi case farmaceutiche mondiali chiudono con utili da capogiro.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Un altro rischio del TTIP riguarda la durata dei brevetti medicinali e il loro prezzo
I farmaci sono tutelati dai brevetti.In Europa la loro durata è di 20 anni.Nel 1994 l’Organizzazione mondiale del commercio crea un monopolio firmato da 160 Paesi il TRIPS per stabilire i requisiti che le leggi dei Paesi aderenti devono rispettare per tutelare la proprietà intellettuale(compresi i brevetti sui medicinali)
Nel 2000 i trattamenti contro l’HIV costavano 10.000 dollari per persona,un prezzo troppo alto per troppi malati che per il 95% dei casi sono nel terzo mondo.Negli anni successivi il prezzo è crollato fino a 150 dollari per malato per un trattamento annuale,perché i farmaci antiretrovirali non sono stati assoggettati a brevetto in alcuni grandi Paesi produttori,tra cui India,Brasile e Thailandia, dove si è cominciato a realizzare dei generici di tali farmaci e a esportarli verso altri Paesi in via di sviluppo dove non era ancora stato imposto il regime dei brevetti
Nel 2001 i tentativi delle case farmaceutiche di intentare una causa contro il governo sudafricano sono fallita davanti all’ondata di proteste da parte dell’opinione pubblica mondiale
Nel 2006,un caso analogo si è verificato in India,dove Novartis ha intentato una causa al governo per il rifiuto di quest’ultimo a concedere il brevetto a un farmaco per la cura della leucemia(il Glivec®),prodotto e venduto sotto forma di generico a prezzi più bassi di circa il 90% da parte di aziende indiane.La sentenza finale della Corte suprema indiana arriva nel 2013 stabilendo che il prodotto della Novartis non presenta le caratteristiche di radicale innovazione che la legge indiana prevede come presupposto per l’attribuzione di un’autorizzazione all’esclusiva.Nel frattempo il prezzo del farmaco è salito,negli Usa,il prezzo di un trattamento negli Usa, il prezzo di un trattamento annuale era di 30.000 dollari nel 2001,mentre nel 2012 era giunto a 92.000 dollari

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Il Governatore di Bankitalia Visco ha dichiarato che il reddito minimo di cittadinanza non sarebbe applicabile in Italia perché costerebbe il 20 del Pil.
L'Istat ha comunicato che nel 2015 il Pil in Italia ai prezzi di mercato è stato pari a 1.636.372 milioni di euro correnti.
Il 20 % di questa cifra corrisponde a 327.274 milioni di euro.
Ovvero a 327 miliardi.
Siccome è stato calcolato dalla Corte dei Conti che il reddito minimo di cittadinanza sarebbe di 15,5 miliardi (la Germania che ha 80 milioni di abitanti contro i nostri 60 paga 27 miliardi) si chiede il licenziamento di Visco da qualunque posizione ricopra per manifesta incapacità di intendere e di volere e lo si costringa a non dire cazzate!!!
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:14| 
 |
Rispondi al commento

I Francesi giustamente sono scesi in piazza e lottano duramente contro il Jobs act che distruggerebbe tutti i loro diritti sul lavoro
Quei vigliacchi degli italiani con quei ancor più vili dei sindacati lo hanno trangugiato senza nemmeno fare una mossa di ribellione e quell'infame del Pd che avrebbe dovuto essere il difensore dei lavoratori è stato prontissimo a votare la sconcezza di Renzi, il peggior suicidio che un partito che era un tempo il terzo partito della sx europea potesse commettere, un disastro irreparabile!
Prima il voto alla riforma della Fornero, poi il pareggio del bilancio messo nella Costituzione, poi il patto del Nazareno, infine l'associazione con Alfano-Verdini, la distruzione dell'articolo 18, le leggi sul lavoro fatte senza i sindacati, 50 articoli della Costituzione violentati, due diritti elettorali cancellati e domani il TTIP!! Non c'è fine allo scempio che il Pd ha commesso a danno dell'Italia||||
I posteri si chiederanno come potessero esserci in Italia così tanti pazzi criminali a volere una simile autodistruzione!
...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Quando si tratta di individuare le responsabilità,Orsi non ha dubbi nel puntare il dito contro la politica:"L'Italia è entrata in un periodo di anomalia costituzionale”.Perché i politici hanno portato il Paese ad un quasi collasso nel 2011. “Il Paese è stato essenzialmente governato da tecnocrati provenienti dall'ufficio dell'ex Presidente Repubblica, i burocrati di diversi ministeri chiave e la Banca d'Italia”. " Il loro compito è quello di garantire la stabilità in Italia nei confronti dell'Ue e dei mercati finanziari a qualsiasi costo". “Questo è stato finora raggiunto emarginando sia i partiti politici sia il Parlamento a livelli senza precedenti, e con un interventismo onnipresente e costituzionalmente discutibile del Presidente della Repubblica, che ha esteso i suoi poteri ben oltre i confini dell'ordine repubblicano".
"L'interventismo dell'ex Presidente è stato particolarmente evidente — prosegue il professor Orsi — nella creazione del governo Monti e dei due successivi esecutivi, che sono entrambi espressione diretta del Quirinale. L'illusione ormai diffusa, che molti italiani coltivano, è credere che il Presidente, la Banca d'Italia e la burocrazia sappiano come salvare il Paese. “Saranno amaramente delusi”.
“L'attuale leadership politica e bancaria non ha la capacità, e forse neppure l'intenzione, di salvare il Paese dalla rovina". Sarebbe facile sostenere che solo Monti ha aggravato la già grave recessione. Chi lo ha sostituito ha seguito esattamente lo stesso percorso: “tutto deve essere sacrificato in nome della stabilità”.
“I tecnocrati condividono le stesse origini culturali dei partiti politici e, in simbiosi con loro, sono riusciti ad elevarsi alle loro posizioni attuali": è quindi inutile pensare che otterranno risultati migliori, dal momento che non sono neppure in grado di avere una visione a lungo termine per il Paese. "Sono in realtà i garanti della scomparsa definitiva dell'Italia.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:13| 
 |
Rispondi al commento

I Governi italiani non hanno mai riconosciuto che l'apertura indiscriminata di prodotti industriali a basso costo dell'Asia “avrebbe distrutto industrie una volta leader in Italia negli stessi settori”. Hanno firmato i trattati sull'Euro promettendo ai partner Europei riforme mai attuate, ma “impegnandosi in politiche di austerità”.
Hanno firmato il regolamento di Dublino sui confini dell'UE sapendo perfettamente che l'Italia non è neanche lontanamente in grado (come dimostra il continuo afflusso di immigrati clandestini a Lampedusa e gli inevitabili incidenti mortali) di pattugliare e proteggere i suoi confini. “Di conseguenza, l'Italia si è rinchiusa in una rete di strutture giuridiche che rendono la scomparsa completa della nazione un fatto certo".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:11| 
 |
Rispondi al commento

L’EUROPA CI MANGERA’ VIVI
Berluscameno

”Tra dieci anni l'Italia non esisterà più, totalmente distrutta dall'Euro e dalla Ue".
Così Roberto Orsi, professore italiano trasferito a Londra per lavorare presso la London School of Economics, prevede il nostro prossimo futuro.
"Gli storici probabilmente guarderanno all'Italia come un caso perfetto di un Paese che è riuscito a passare da una condizione di ”nazione prospera e leader industriale“ in soli vent'anni in una condizione di desertificazione economica, di incapacità di gestione demografica, di rampante terzo- mondializzazione, di caduta verticale della produzione culturale e di un “completo caos politico istituzionale”.
Lo scenario di un serio crollo delle finanze dello Stato italiano sta crescendo, con i ricavi dalla tassazione diretta diminuiti del 7% in luglio, un rapporto deficit/Pil maggiore del 3% e un debito pubblico ben al di sopra del 130%. E peggiorerà".
"Crisi, Italia fanalino di coda tra i big Ue."
Il termometro più indicativo della crisi italiana, secondo Orsi, è lo smantellamento del sistema economico reale ed in particolare di quello manifatturiero, vera peculiarità del made in Italy (PMI) a tutti i livelli: "Il 15% del settore manifatturiero in Italia, prima della crisi il più grande in Europa dopo la Germania, è stato distrutto e circa 32.000 aziende sono scomparse. "Questo dato da solo dimostra l'immensa quantità di danni irreparabili che il Paese subisce". Questa situazione ha le sue radici nella cultura politica enormemente degradata dell'élite del Paese, che, negli ultimi decenni, ha “negoziato e firmato numerosi accordi e trattati internazionali”, senza mai considerare il reale interesse dell'economia reale e bancaria del Paese e senza alcuna pianificazione significativa del futuro della nazione". "L'Italia non avrebbe potuto affrontare l'ultima ondata di globalizzazione in condizioni peggiori".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Berluscameno
Troppe volte le liberalizzazioni dei mercati hanno portato alla ristrutturazione delle economie,con interi settori che collassano e altri che,pur espandendosi non sono in grado di riassorbire le persone espulse dal mercato del lavoro
Il TTIP avrà impatti diversi a seconda dei Paesi e l’Italia dovrebbe subire gli effetti più pesanti, è seconda solo alla Germania per la perdita di posti di lavoro(quasi 300mila), con guadagni di reddito pro-capite che non superano lo 0.5%
Sarà colpita in particolar modo l’industria (Piccole e Medie Imprese)come la produzione di macchinari elettrici,metal-meccanica,servizi finanziari…per cui per far fronte alla perdita di posti di lavoro si dovrebbero fare programmi speciali di assistenza per gli aggiustamenti legati al commercio(PMI),nella forma ad es. dell’European Globalization Adjustment Fund (EGF) e un programma speciale per affrontare le ripercussioni negative dovute al TTIP
L’Europa non è pronta a tutto questo,tanto che ha tagliato il Fondo di aggiustamento da 500 milioni di Euro a 150 milioni per il periodo 2014 – 2020, proprio mente gli USA hanno aumentato lo stanziamento a 2.3 miliardi di dollari lo scorso maggio 2015,proprio per contrastare gli effetti negativi del TPP (la Transpacific Partnership)e del TTIP
L’insieme degli effetti negativi del TTIP con i piani di austerità e di taglio dei costi sociali potrebbe far diventare il trattato transatlantico ancor più indigeribile
Gli Europei non lo vogliono ma 5 Governi Ue (evidentemente sostenuti da gruppi di potere economico) premono in segreto per avere tribunali per le imprese contro i cittadini Nonostante milioni di cittadini Europei abbiano espresso la loro contrarietà all’ISDS e alla proposta Europea di riformarlo in una ICS (Investment Court System),5 governi Europei stanno spingendo questo meccanismo all’interno dell’Europa stessa ad insaputa dei cittadini Europei:Austria,Francia,Finlandia,Germania e Paesi Bassi

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Nick Dearden, direttore del ‘think-tank’ inglese “Global Justice Now” dice: “Non c’è dubbio che questo accordo commerciale tossico cucinato a Bruxelles stia spingendo molti a ritenere che il Regno Unito starebbe meglio fuori dall’Ue, ma niente suggerisce che la Brexit impedirebbe a qualcosa di peggio di prendere il suo posto”.
Cameron è uno dei più grandi sostenitori del TTIP e il Regno Unito “ha firmato una serie di spietati accordi commerciali bilaterali di libero mercato che contengono “Isds” con molti altri paesi – quindi è perfettamente possibile che nel Regno Unito ci sarebbe una spinta a creare un equivalente del TTIP tra Regno Unito e Stati Uniti, perfino peggiore”.
Finora, in Europa, milioni di persone si sono mobilitate contro il trattato, “per sfidare la presa di potere da parte delle aziende legata al TTIP”.
A spaventare i cittadini, gli obiettivi principali del trattato: e cioè privatizzare sanità pubblica, istruzione e fornitura di acqua in tutta Europa. Gli attivisti sono preoccupati anche del programma di “convergenza normativa” del TTIP, che cercherà di rendere le norme Ue in materia di sicurezza alimentare più simili a quelle americane.
“Dato che le normative statunitensi sono generalmente meno rigide rispetto alle loro equivalenti Europee” (una dozzina di regole di salvaguardia contro le 2400 dell’Ue!), si teme che vengano allentati gli standard di sicurezza e qualità alimentare in Europa: “Il mercato Europeo potrebbe essere invaso da prodotti geneticamente modificati e cibi pieni di ormoni e pesticidi”.
Intanto, mentre i negoziati sul TTIP continuano a svolgersi (scandalosamente) a porte chiuse, si pensa che la City di Londra stia muovendosi per “ammorbidire” i regolamenti bancari in vigore negli Stati Uniti, che dopo il 2008 sono più severi di quelli osservati in Gran Bretagna.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Berluscameno
“Europei, scappate dall’Ue e non firmate il tossico TTIP”.
Per la Gran Bretagna e l’Italia sarà meglio lasciare l’Ue, se il Trattato Transatlantico sul commercio e gli investimenti entrerà in vigore: lo ha dichiarato il Premio Nobel Joseph Stiglitz: “Penso che le restrizioni imposte dal TTIP sarebbero talmente di ostacolo all’attività del Governo”, ha detto Stiglitz, secondo cui il “Trattato Transatlantico” rappresenta “una generale riscrittura delle regole in assenza di discussione pubblica”, per cui “i pericoli per la nostra società sono molto significativi”.
Il TTIP creerà la più grande zona di libero scambio al mondo, abbattendo tariffe doganali, consentirà alle aziende di fare causa ai governi stranieri che minacciano i loro profitti. Punto centrale dell’accordo commerciale Usa-Ue è la “Clausola di risoluzione delle controversie tra investitore e Stato” (Isds), che darebbe alle imprese il potere di citare in giudizio i governi su qualsiasi norma minacci i loro profitti.
“I dettagli di queste clausole sono spesso avvolti nel segreto, e messi a punto in sessioni clandestine”. Zero trasparenza: il TTIP interferisce con il diritto dei governi sovrani di governare nell’interesse pubblico, e potrebbe legare le mani a chi deve stabilire le regole.
Dati delle Nazioni Unite rivelano che le imprese statunitensi hanno già rastrellato miliardi di dollari facendo causa ai governi nazionali: “Solo a partire dal 2000, le aziende americane hanno fatto causa agli Stati in base ad accordi di libero scambio in 130 distinte occasioni”. La Philip Morris ha citato in giudizio l’Australia e l’Uruguay perché avevano fatto inserire avvertenze sui rischi per la salute sui pacchetti di sigarette. “Ogni volta che fate approvare un regolamento contro l’amianto o qualsiasi altra cosa TOSSICA per l’uomo, potete essere citati in giudizio”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Da molti anni movimenti, associazioni, reti sindacali e istituzioni internazionali come FAO e UNCTAD, le agenzie ONU che lavorano su Agricoltura, Commercio e Sviluppo, ci dicono che per uscire dalla crisi occorre rafforzare i mercati locali, con programmazioni territoriali regionali e locali più attente basate su quanto ci resta delle risorse essenziali alla vita e quanti bisogni essenziali dobbiamo soddisfare per far vivere dignitosamente più persone possibili. Ma continuiamo con l’iperliberismo forzato stile TTIP, che fa male non solo al pianeta e alle comunità umane, ma allo stesso commercio che è in contrazione dal 2009.
La crescita infinita si è rivelata un concetto insensato. I poveri crescono a vista d’occhio e devono lavorare oltre le 10 ore al giorno per un pugno di spiccioli, consumano prodotti poveri e sempre meno; i ricchi, che sono sempre più ricchi e più concentrati consumano tanto e malissimo, e non creano benessere diffuso.
Abbiamo la grande opportunità di voltare pagina, e di dare a questo pianeta un po’ di futuro, rimettendo al centro della politica i beni comuni e i diritti. Col TTIP, al contrario, ci chiuderemo le poche finestre di possibilità ancora aperte.
Con la Campagna ‘Stop TTIP’, che raccoglie solo in Italia oltre 60 tra associazioni, sindacati, enti pubblici, cittadini e comunità, vogliamo fermare questa deriva e diffondere tutte le alternative possibili.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Una privatizzazione totale.
Se il TTIP passa, tutti i settori di produzione e consumo come cibo, farmaci, energia, chimica, ma anche i diritti su servizi essenziali come scuola, sanità, acqua, previdenza e pensioni, possono essere privatizzati dalle imprese e dei gruppi economico-finanziari più grossi. E misure protettive, come i contratti di lavoro, misure di salvaguardia o protezione sociale o ambientale, possono essere spazzati via.

In USA il costo del lavoro è più basso e il comportamento delle imprese nazionali più disinvolto e irresponsabile. Non ci sono garanzie sugli impatti ambientali e climatici.
Il TTIP non si cura dei danni al clima. Gli Usa non hanno mai accettato il Protocollo di Kyoto appena archiviato anche grazie alla loro ferma opposizione.
Il TTIP non si cura dei danni alla salute, per es. nel 1988 l’UE ha vietato l’importazione di carni bovine trattate con ormoni della crescita cancerogeni. Per questo è stata obbligata a pagare a USA e Canada dal Tribunale delle dispute dell’Organizzazione mondiale del commercio (WTO) oltre 250 milioni di dollari l’anno di sanzioni commerciali nonostante le evidenze scientifiche e le tante vittime. Solo nel 2013 la ritorsione è finita quando l’Europa si è impegnata ad acquistare dai due concorrenti carne di alta qualità fino a 48.200 tonnellate l’anno, alla faccia del libero commercio.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Per chi è vantaggioso il TTIP?
Ovviamente per i gruppi economici più potenti. Calenda, ministro per lo Sviluppo economico ha commissionato a Prometeia s.p.a. una prima valutazione d’impatto per l’Italia. I primi benefici delle liberalizzazioni si manifesterebbero nell’arco di tre anni, ma sono scarsi, si va da un guadagno zero a un +0,5% di PIL in uno scenario ottimistico: 5,6 miliardi di euro e 30mila posti di lavoro (contro 300.000 posti di lavoro persi!). Ma quanti sarebbero i posti di lavoro persi e i danni alle piccole e media imprese che costituiscono il 90% delle imprese italiane?
L’Italia è riuscita a rosicchiare spazi di mercato internazionale contenendo i propri prezzi, senza generare domanda interna né nuova occupazione. Ora ci potremmo trovare invasi da prodotti USA a prezzi stracciati che porterebbero danni all’economia e soprattutto all’occupazione, molto più ingenti dei presunti guadagni per i soliti noti.

Il Parlamento Europeo non può nemmeno avere tutte le informazioni visto che gli incontri sono segreti e si dovrebbe votare ad occhi chiusi. Nel 2013 ha rilasciato il mandato a negoziare alla Commissione – come richiede il Trattato di Lisbona – e ora il Parlamento può solo porre dei quesiti precisi alla Commissione che può rispondere ma nel rispetto della riservatezza obbligatoria in tutti i negoziati commerciali bilaterali, e poi avrà diritto di voto finale “prendi o lascia”, quando il negoziato sarà completato. Nel frattempo il Parlamento Europeo non ha diritto né di accesso né di intervento sul testo. I Governi stessi se vorranno avere visione delle proposte USA, dovranno accedere a sale di sola lettura nelle ambasciate americane e non potranno nemmeno prendere appunti o farne copia. Un assurdo, considerata la tecnicità e complessità dei testi negoziali.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:03| 
 |
Rispondi al commento

I due strumenti del TTIP:
l’ISDS, un meccanismo di protezione degli investimenti (Investor-State Dispute Settlement), che permetterebbe alle grandi imprese di citare i governi che introducono norme a tutela dei propri cittadini, che ledono i loro interessi. Le vertenze non sarebbero giudicate da tribunali ordinari ma da un consesso riservato di avvocati commerciali superspecializzati che giudicherebbero se uno Stato – magari introducendo una regola a salvaguardia del clima, o della salute – crea danno a un’impresa. Lo Stato o l’ente locale sarebbe costretto a ritirare il provvedimento o ad indennizzare l’impresa. Pensiamo per es, all’Ilva a Taranto, o alla diossina a Seveso, e l’ingiustizia è servita.
Una giustizia “privatizzata”, insomma. La giustizia a servizio del capitale.

RCC, il 2° organismo è il Regulatory Cooperation Council: un organo dove esperti nominati della Commissione UE e del ministero USA valuterebbero l’impatto commerciale di ogni marchio, regola, etichetta, ma anche contratto di lavoro o standard di sicurezza a livello nazionale, federale o Europeo. A sua discrezione sarebbero ascoltati imprese, sindacati e società civile. A sua discrezione sarebbe valutato il rapporto costi/benefici di ogni misura e il livello di conciliazione e uniformità tra USA e UE. Un’assurdità antidemocratica che va bloccata prima possibile.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MASADA n° 1770 6-6-2016 LA MINACCIA DEL TTIP

Il trionfo del mercato iperliberista - Un mondo dominato solo dal lucro dei più forti - Obama vuole imporre all’Ue il TTIP- Con questo trattato i grossi potentati economici possono abolire ogni regola a difesa della salute e dell’ambiente e sopravanzare gli Stati – Col TTIP potrebbero citare gli Stati e le imprese che li danneggiano finanziariamente – Metterebbe le mani su lavoro, sanità, scuola e stato sociale – Cameron, Renzi e Calendo sono favorevoli – Il Parlamento Europeo dovrebbe votare sì o no senza nemmeno conoscerlo – Sarebbe la scomparsa totale della democrazia divorata dal mercato- Battuta infelice di Visco sul reddito minimo – 42 miliardi regalati alle banche – Il Tesoro ha perso una fortuna giocando coi derivati – Il TTIP e la durata dei brevetti medicinali- La donna che salva i migranti- Jonny lecchino – Film “La grande scommessa” – Il futuro? Senza preti è meglio- Il M5S e la carta dell’onestà

Il TTIP è un trattato di liberalizzazione commerciale transatlantico con cui Obama vuole modificare le regole Europee e abbattere dazi e dogane nel commercio tra Europa e Stati Uniti.
Questo pericoloso trattato, negoziato in segreto tra Commissione UE e Governo USA, vuole formare un blocco geopolitico offensivo contro Cina, India e Brasile creando un mercato euro-americano, dove le regole non siano più determinate dai Governi ma da organismi tecnici sovranazionali secondo le esigenze di lucro e potere dei grandi gruppi economici.
Il Trattato prevede di due organismi tecnici molto potenti fuori da ogni controllo da parte degli Stati e quindi dei cittadini:
...........

per leggere tutto clicca il mio nome
oppure vai a
masadaweb.org

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Adesso parlo io, Mary. Signor Grillo,perché' non mi fa scrivere col mio nick? Devo arrivare alle maniere forti? La prossima volta rapiro' quel brutti busto di Antonio,il tuo vice...

Mary Baley Commentatore certificato 08.06.16 16:51| 
 |
Rispondi al commento

come mai siamo in crisi......

http://bloggandobloggando.altervista.org/la-crisi-spiegata-5-minuti-versione-solo-grillino-medio-lanalfabeta-funzionale-non-capire/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.06.16 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Rallegrandomi per le inniziative dei nostri deputati, occorre perù segnalare che da tempo la lotta contro i trattati si stà svolgendo, e con le opzioni che ci riserva la UE li possiamo battere.

Grand marché transatlantique
Les trois actes de la résistance

Elus nationaux, députés européens et gouvernements disposent de diverses options pour s’opposer au projet d’accord transatlantique. Encore faut-il qu’ils en manifestent la volonté, ou que les populations les y invitent...

http://www.monde-diplomatique.fr/2014/06/JENNAR/50494
Demoliamoli ai fianchi !!

Ermanno B., verona Commentatore certificato 08.06.16 16:19| 
 |
Rispondi al commento

scusa se ti interrompo Mantovano....

http://quifinanza.it/soldi/bonus-80-euro-da-restituire-si-rischia-la-cartella-esattoriale/70147/

mic. 08.06.16 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Pentastellati! Fornite ai cittadini la luce della verità nel buio dell'informazione asservita.

Beppe G., Galatone (Le) Commentatore certificato 08.06.16 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Una grande opera meritoria la traduzione del TTIP
che potrà esser letta anche da chi ha difficoltà con l'inglese e con la terminologia + che oscura con cui son scritti questi testi.
GRAZIE CITTADINI.

Per fortuna non siamo soli
http://corporateeurope.org/international-trade

Ermanno B., verona Commentatore certificato 08.06.16 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Cancellate le idiozie del provocatore bisez.

mario45 massini, roma Commentatore certificato 08.06.16 15:42| 
 |
Rispondi al commento

L'INVOLUZIONE DEL PD

Il partito democratico con le sue leopolde,i suoi tavoli di discussione,le sue cene da 1000 euro,il suo giglio magico e la sua arroganza del meglio governo è diventato simbolo d'elite e snobismo e gran parte dei suoi elettori,complice anche la crisi economica,sta abbandonando la nave che ormai è diventata uno yacht di lusso.
Una metamorfosi che ha trasformato una parte della sinistra catto-borghese in una roccaforte privilegiata le cui origini segnano una pesante discontinuità con il partito che la dovrebbe rappresentare ideologicamente.
Le estrazioni sociali provengono da tanti circoli che si intersecano e si rafforzano economicamente dove la conoscenza o la tradizione familiare costituiscono il veicolo primario per carriere ed ambizioni.Ci puoi trovare di tutto,economisti,banchieri,costruttori,arrampicatori sociali,professori universitari e rispettivi figli,politici imbalsamati e nuovi di marketing ma la storia che li accomuna è l'appartenenza al cerchio.
D'altronde queste recenti amministrative sono lo specchio di tale involuzione,dove il pd prende voti da tutti i quartieri "bene" lasciando le periferie agli altri ed è per questo che molti elettori del "vecchio" pd non hanno rinnovato la loro fiducia al partito.
Lo statalismo di Renzi ne è la prova provata ma anche le fondazioni che foraggiano la politica piddina attraggono investimenti da aziende multinazionali che non sono proprio la tipica pmi di cui si compone la maggior parte del nostro tessuto occupazionale.
La situazione economica,comunque,continuerà ad erodere consensi al partito democratico dato che è destinata a peggiorare e a quanto sembra il partito di "sinistra" non sembra minimamente interessato a rappresentare un paracadute sociale anzi piuttosto il contrario.
Forse qualcuno ha capito che è rimasto solo il M5S a fare politica in italia e i ballottaggi confermeranno questa realtà.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 08.06.16 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo. Ottima iniziativa.

mario45 massini, roma Commentatore certificato 08.06.16 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Domani pioverà da occidente
L'altra cosa a cui credo
Ha oggi un sapore amaro come la medicina
che mi ingurgitavano da bambina
L'adesione dei cittadini nel movimento,
oggi rabberciata dentro agli steccati della penisola,
annebbiata da contingenti piccoli appunti dell'immanenza;
disgiunta dalla costruzione di un più vasto pensiero,
fatto per disinnescare l'ordigno che sta ingigantendo
sempre di più il pericolo di un conflitto irreversibile
Chi non ammette i propri limiti di assuefazione al rischio
di una deflagrazione totale ?
Ci siamo limitati a poche parole di uno slogan già sotto silenzio
Un NO alla NATO
Organismo geneticamente modificato che sta invadendo negli ultimi tempi vasti territori come una pestifera cancrena
E mentre la febbre cresce e porta a rischio un umanità già lacerata
Complice il silenzio indifferente della informazione
Il gioco bastardo dei politici sottomessi si addentra nelle
carni malate conducendo al delirio
Il TTIP e gli altri accordi che sovrastano la sovranità delle nazioni trasformando in alienazione l'ultimo barlume di democrazia
Vorrei un futuro dell'OLTRE ,
Attingevo ad un sogno dal titolo più vasto :
Una parabola senza un limite
( Dedicato a Beppe Grillo )

Rosa Anna 08.06.16 15:28| 
 |
Rispondi al commento

ot

"".Quando l’ha visto entrare, domenica notte, Renzi ha cercato il suo sguardo: «L’alleanza che avete fatto non ha dato grandi frutti». «Non è così, aspetta e vedrai», gli ha risposto Lotti senza alzare gli occhi. Renzi ha aspettato che gli exit poll diventassero proiezioni, poi che le proiezioni diventassero voti effettivi, e l’indomani — preso atto delle sconfitte a Cosenza e soprattutto a Napoli — ha provato a lasciare i cocci rotti agli altri. Forse a Lotti, di sicuro a Verdini, difeso pubblicamente subito prima delle Amministrative e scaricato pubblicamente subito dopo le Amministrative, con una brutalità che deve aver fatto ricordare al leader di Ala il giudizio pronunciato una volta da Berlusconi sul «giovane Matteo»: «Denis, è cattivo».""

certo uno che non capisce che alleandosi con ala fa perdere voti al suo partito...


mah... in mano a chi hanno messo l'italia :)

so' ragazzi... arrogantelli...come sanno essere i ragazzi che non sanno vivere :)

http://www.corriere.it/amministrative-2016/notizie/segretario-disse-lotti-9f345a4a-2cf0-11e6-b303-a777738cf73e.shtml

ps

milanesi et affini!

al ballottaggio votate ! votate! votate chi volete, ma non votate piddì!

:)

pabblo 08.06.16 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Or-fini'
Le bugie che ha detto lunedì a Napoli in un intervista Rai
Quelle si che fanno schifo

Rosa Anna 08.06.16 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Tali argomenti andrebbero evidenziati anche dalla campagna elettorale in corso, dato che su di essa sono accesi i riflettori. Gli altri partiti, in particolare il pd, ha tutto l'interesse a svuotare la campagna elettorale di contenuti, specie per quello che riguarda i problemi che impattano i cittadini!! (e a quanto appare il TTIP ci promette mille fregature!!!)
Per Virginia e Chiara (Roma e Torino), in quanto donne preparate: prendete spunto da tali informazioni, e inseritele nei messaggi informativi per gli Elettori!! Gli elettori intelligenti apprezzeranno.
Grazie e forza M5S!!!

PS: vedrete che tutte le cose sensate che dirà Virginia e Chiara le copieranno (storpiandole, essendo dem-enti)...

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 08.06.16 15:02| 
 |
Rispondi al commento

M5S senza se e senza ma!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 08.06.16 14:54| 
 |
Rispondi al commento

OT

Mi è parso di notare che i piddini che parlano in Tv del M***** sembrano un tantino rognosi

devono aver qualcosa che "jè rode" come dicono a Roma

andare subito dal medico che consiglierà loro un bella cura omeopatica

un bel rododendro, niente da inghiottire basta innaffiare

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 08.06.16 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Visto che si avvicina il momento in cui la gente ci affiderà il loro destino... DOBBIAMO affrontare quest'argomento (https://www.youtube.com/watch?v=QPBDTfy8umI)... che Beppe qualche volta ha sfiorato... ma che è di importanza vitale per chiunque si proponga a governare (DEMOCRATICAMENTE) un popolo...

Giovanni M., Lazzate Commentatore certificato 08.06.16 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Casaleggio dà solo una mano ahhahahahahahahahahha
impagabile Dibba!

Grillo poi, è giusto un megafono.

Grazie Ale!

quisquilie 08.06.16 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x Fruttarolo: non mi riesce di commentare nel caveau. Il barbagianni? Magnifico pennuto dalla faccia tonda come una padella. Parrebbe un santo dipinto da Giotto...
Risposta musicale: Fixx Driven out. Bei tempi, speaker radio, universita' e tante donne...mai sfiorate neanche con un dito.
https://www.youtube.com/watch?v=SsbTz9xxUy4


Ventiquattro anni di crisi ! Cosa deve ancora accadere per far vedere la realtà a chi vota per la sinistra responsabile dello sfascio dell'Italia ? A sinistra non c'è più nessuno ! Dov'è Vendola ? Dove sono D'Alema e Bersani che almeno facevano finta di essere di sinistra ? Non c'è più Stato ne legalità , il potere è in mano a chi se lo prende ! Dobbiamo ricostruire il Paese partendo da zero creando una vera sinistra .


Pizzarotti
nell'occhio del ciclone...

Zampano . Commentatore certificato 08.06.16 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In nome della globalizzazione selvaggia delle multinazionali esiste pure un altro accordo liberista, il ceta da stipulare con il Canada.
Credo che il blog dovrebbe dargli un pari risalto visto che è quasi identico al ttip (non vorremo mica discriminare razzisticamente i canadesi rispetto agli statunitensi?).
https://en.wikipedia.org/wiki/Comprehensive_Economic_and_Trade_Agreement
http://trade.ec.europa.eu/doclib/docs/2014/december/tradoc_152982.pdf

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 08.06.16 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francesconi
Raggi e Meloni sono andate forte in periferia
Giachetti è andato forte in centro
Marchini è andato forte in Ferrari

Fassina è andato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.06.16 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

@ illustrisssimo pdr

et

@ illustre pdc


""Erano 9 milioni nel 2012, sono diventati 11 milioni nel 2016 (2 milioni in più) gli italiani che hanno dovuto rinviare o rinunciare a prestazioni sanitarie nell’ultimo anno a causa di difficoltà economiche, non riuscendo a pagare di tasca propria le prestazioni. Al cambiamento «meno sanità pubblica, più sanità privata» si aggiunge il fenomeno della sanità negata: «niente sanità senza soldi». Riguarda, in particolare, 2,4 milioni di anziani e 2,2 milioni di millennials.""

ringraziamo anche il piddì, tra gli altri ...

http://www.lastampa.it/2016/06/08/italia/cronache/sanit-liste-dattesa-infinite-e-costi-alle-stelle-undici-milioni-di-italiani-rinunciano-alle-cure-deQ29T5PL8W4aG0DEvGohO/pagina.html

pabblo 08.06.16 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

""Elezioni amministrative 2016 Roma, Grillo attacca Orfini ‘il coerente’. Che risponde: “Inventa falsità per far soldi. Fa schifo”""

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/08/elezioni-amministrative-2016-roma-grillo-attacca-orfini-il-coerente-che-risponde-inventa-falsita-per-far-soldi-fa-schifo/2809347/

pabblo 08.06.16 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://vocidallestero.it/2016/06/07/aep-lunione-europea-e-sempre-stata-un-progetto-della-cia/

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 08.06.16 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi pentitò mai di aver votato il M5s, bravi.

Dopo aver ascoltato la conferenza stampa mi sorge una domanda: perchè tengono segreto un testo se non cìè nulla da nascondere?
Di solito si tiene segreto un accordo perchè è bene che qualcun altro non lo conosca.
Quasi sempre il Sig."Qualcun Altro" è quello che si prende la fregatura.
Penso che più di qualcuno si domandi se in Europa esista ancora la democrazia e se la UE faccia gli interssi dei suoi abitanti.

giorgio peruffo Commentatore certificato 08.06.16 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungerei che l'accordo transatlantico oltre a convenire agli States conviene piu' correttamente alle multinazionali... Vorrei discretisssssimamente soggiungere che la Nestle' S.A (che s'e' mangiata Buitoni, Perugina, Algida-Motta, San Pellegrino e corbezzoli vari) ha sede nella Svizzera romanza ed e' il piu' grosso colosso alimentare o para-alimentare del mondo. Segue Altria (ex Philip Morris, ve la ricordate?). I barbagianni stanno a destra e manca...er sorcio al centro. Buon appetito!


http://quifinanza.it/soldi/cose-il-ceta-e-perche-dovrebbe-preoccuparci-piu-del-ttip/70119/

Il CETA è preliminare al TTIP.

mic. 08.06.16 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Chi fa "passare"ilTTIP è contro gli italiani,perciò va contrastato e abbattuto!

Giuseppina marzi 08.06.16 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo;era stato tradotto per tutti meno che per l'utilizzatore finale...

https://youtu.be/8tv-e9DJqK4

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.06.16 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uscire dall'euro non basta, bisogna proprio uscire dall'Europa.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 08.06.16 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non necessita avere la laurea in economia e finanza o essere esperti di geopolitica per sapere che il pesce grande mangia il piccolo!
Le industrie multinazionali americane fagociteranno decine di medie e piccole industrie UE, scompariranno le medie e piccole aziende agricole, i medi e piccoli allevamenti di animali da carne e latte, spariranno interi settori artigianali della trasformazione dei prodotti agroalimentari che in altri settori.

Il principio è a dir poco elementare, l'Europa potrebbe diventare un quarto polo economico e industriale con poteri contrattuali forti su tavoli internazionali di geopolitica, quindi gli USA per ovvi motivi non possono dichiaraci guerra e conquistarci, ma giocano di anticipo utilizzando le leve economiche e finanziarie per soggiogare le potenzialità economiche e finanziarie della UE non ancora espresse del tutto.

Che la UE ci piaccia o no è comunque un "problema" per gli USA che rischiano di perdere il predominio politico ed economico, in parte già perduto per la crescita economica e politica di altre macro aree continentali lontane geograficamente che per cultura.

Le caratteristiche intrinseche ed estrinseche politiche-economiche-giuridiche tra noi UE e USA sono talmente diverse e incompatibili che una delle due dovrà rinunciare alle proprie, e chi se non la più debole?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 08.06.16 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante, grazie M5S!

Claudio ., Verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 08.06.16 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Eppure mi sembra tanto che questi "giornalisti" si siano messi d'accordo per sminuire la gravità della cosa. "Non è imminente... non adesso... sarà spacchettato..." etc etc.
A pensar male si fa peccato... ma accà nishiun è fess

Adriano Perrone 08.06.16 12:36| 
 |
Rispondi al commento

La sovranità NON appartiene al popolo,
il potere lo ha chi, dal vertice della piramide, decide per tutti.

M5S, “Vuoi rendere impossibile per chiunque opprimere un suo simile?
Allora, assicurati che nessuno possa possedere il potere”!

Bella Pizza, Napoli Commentatore certificato 08.06.16 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gli aspetti controversi sono tanti e pericolosi, uno in particolare è la possibilità che le industrie europee (quindi anche italiane) delocalizzino massicciamente le produzioni in USA perché il Governo americano può facilitare sovvenzionando le industrie mentre in UE gli Stati membri non possono incentivare economicamente le industrie nazionali!!! FIAT docet.....

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 08.06.16 12:30| 
 |
Rispondi al commento

PRESENTA pare che si intenda illustrare una PROPOSTA al popolo. Quando scrivete i testi IMMEDESIMATEVI IN CHI LEGGE.

Mauro B. 08.06.16 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno è libero di fare ciò che vuole ma sinceramente io e tanti altri del PD non ne possiamo più,il centrodestra ha i suoi problemi ma il PD è ora che torna con i piedi per terra,troppi sopravvalutati dentro quel partito diamogli una lezione al balottaggio rifletteteci su,mettiamo KO il PD una buona volta. Non sono un troll ma il PD mi ha stancato.

Milano e Bologna 08.06.16 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oscurati, Ci hanno suicidati.

Giovanni Cococcia 08.06.16 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Hanno Bloccato tutto per non farci sapere, ma noi gia' sappiamo che un ladrocinio degli americani.

Giovanni Cococcia 08.06.16 11:43| 
 |
Rispondi al commento

La Casta ha sempre taciuto sul contenuto chiaro del TTIP, ci voleva il Movimento per tradurre a portare a conoscenza del popolo BUE gli accordi segreti.

Non riesco a rendermi conto del perchè gli Italiani sono geneticamente così indifferenti e menefreghisti.

Spero che la Raggi e la Appendino inizino a scoperchiare le pentole del malaffare, ce ne sarà per tutti.

L'Italia risorgerà

W M 5 * * * * *

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.06.16 11:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli USA, hanno sempre creduto nel TTIP (Tutti Tonti I Popoli), e, magari, hanno anche ragione.

AntòAvenza 08.06.16 11:18| 
 |
Rispondi al commento

ot

sul fatto in edicola

dalla lettera di marcotravaglio agli italiani

""Gentile presidente Renzi, lei si renderà conto della massima
importanza e urgenza di una risposta chiara a questa domanda:
il Pd sapeva o non sapeva che Barbera era indagato per
corruzione quando lo mandò alla Consulta? In attesa di un
cortese riscontro, porgiamo distinti saluti."""


pabblo 08.06.16 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori