Il Blog delle Stelle
La Repubblica dei voucher

La Repubblica dei voucher

Author di MoVimento 5 Stelle
  • 12

Dopo oltre un anno di tutele crescenti e costosi sgravi contributivi, il bluff del Jobs act è oramai svelato a tutti. La dinamica delle nuove assunzioni pseudo-stabili fa segnare nel primo trimestre un crollo fragoroso pari al -77% tendenziale. E l'unico dato in salita è quello dei contratti a termine, i rapporti precari che crescono del 22% rispetto all'anno scorso.
Renzi e Poletti, infatti, ci hanno riempito la testa per mesi e mesi con la loro propaganda. Ora che gli incentivi si sgonfiano, l'impalcatura di cartapesta non regge più e si capisce che abbiamo buttato svariati miliardi alle ortiche. Nel frattempo esplode il fenomeno dei voucher per il lavoro accessorio, che mascherano i dati reali sulla disoccupazione, e si consuma la tragedia della Garanzia giovani, un programma nel quale molti ragazzi avevano riposto una speranza e che si è rivelato un colossale flop.
Secondo il premier nessun lavoratore sarebbe più rimasto solo, mentre invece l'Anpal non decolla, le politiche attive sono state messe in soffitta e i Centri per l'impiego sono ancora alle prese con la riforma Delrio delle Province, con personale insufficiente, mal pagato e inadeguato.
Quale sarà il vero rapporto, nel 2015-2016, tra spesa in sgravi previdenziali e creazione di posti di lavoro reali? La montagna che il governo ha cercato di muovere ha partorito un topolino. E ciò accade perché la visione è sbagliata. Stop alla logica dei bonus che sostituiscono i diritti. Basta con gli interventi spot che coprono i tagli al welfare e una mancata politica di investimenti. Il M5S andrà al governo e rivolterà la politica economica come un calzino.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

2 Giu 2016, 10:03 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 12


Tags: Di Battista, jobs act, m5s, pd, renzi, voucher

Commenti

 

Però bisogna ammettere che la logica del bonus temporaneo al posto dei diritti permanenti fa molta presa sugli italiani (sia di sinistra che di destra) e permette di cancellare i diritti senza rivolte sociali in stile francese:
grazie al bonus temporaneo son tutti senza diritti e contenti, soprattutto quelli "di sinistra" che i diritti sono inviolabili ma solo se il governo è "di destra".

p.s. Anche la riforma costituzionale serve a cancellare un diritto appunto diritto di voto per il senato che non viene abolito ma nominato da politici.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 04.06.16 13:47| 
 |
Rispondi al commento

In Francia sono andati tutti in piazza in modo efficace, in Italia, in mancanza del sindacato non c'è stato un movimento che si sia preso la responsabilità di guidare la protesta, non aspettatevi voti

Paola F. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 03.06.16 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Siamo il Paese delle Meraviglie,anzi delle "BANANE"!
Ci fanno credere che tutto va meglio di prima,che gli immigrati vanno tutelati,che gli scoraggiati hanno cominciato a ricercare un posto di lavoro e addirittura lo trovano!, che le tasse sono diminuite, che il sistema bancario Italiano è solido ( vedi il crack Banca Etruria,Banca Popolare di Vicenza,Veneto Banca...),ecc...
Cari Politici, per favore CAMBIATE MESTIERE!!!,iscrivetevi alla Accademia di Teatro e Sceneggiatura.
Firma: un disoccupato,scoraggiato,e con le palle piene!!!!!!!!

leoneg 02.06.16 19:44| 
 |
Rispondi al commento

Poiche' nessuno si cimenta illustro alcuni lavori che scompaiono e sono scomparsi:

Negli anno 80 la Mondadori di Verona aveva 6000 dipendenti, c'erano le rotative ed anche i linotipisti . Aggi quanti sono ?

La stessa cosa capitera' a:

-professori universitari: corsi su Youtube ed esami via internet. Pensate se potessi seguire oggi un corso di fisica di Fermi !

Adesso e' il momento di:
-Banche: solo computer con pochi addetti
-Navi: solo il capitano
-Aerei: senza pilota ed equipaggio assunto
-Servizi di vigilanza: sharing economy
-Servizi di trasporto: sharing economy
-Alberghi / hotel : sharing economy
e posso continuare

Piu' in la' nel tempo:
-robot per raccogliere le fragole e le ciliegie e le olive
E poi.... si entra negli incubi della migliore fantascienza.

A meno che....
Non si cambi totalmente il governo della nostra macroeconomia cavalcando la mutazione tecnologica e non subendola .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 02.06.16 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.:

I sindaci del Movimiento non li frega nessuno!

Loro possono affidarsi ad un Team-gruppo e fanno gioco di squadra.
Il loro gioco di squadra è integrato nel territorio attraverso programmi
realistici che rifiutano inciuci, mazzette e raccomandazioni mafiose.

IL TUTTO GIÁ DIMOSTRATO CON IL RIGETTO DEI RIMBORSI ELETTORALI!
Il tutto dimostrato con l'abolizione di equitalia in dieci siti dove governa il Movimiento!
Ecc, ecc, ecc, ecc... !

Gli altri "rincorrono la lepre", non sanno più a che santo "votarsi" e
matteo fà loro da balia invece di risolvere i disastri di cui è protagonista nel Paese!

Gli Italiani non hanno più scuse per fare le tre scimmiette + la quarta demente!

Auguri a RAGGIera Movimento Cinque Stelle!


Chissa' quale altro trucco inventera' il Bomba per nascondere la realta' del Paese i illudere i cittadini a puri fini elettorali. Non c'e' da sperare in riforme strutturali perche' non rendono alla strategia elettorale e quindi di breve periodo del governo; oltretutto lo Stato e' ormai a corto di denaro dopo averne sprecato tanto in intermventi spot tanto illusori quanto inefficaci. Il governo continuera' a raschiare il fondo del barile della "flessibilita'" fino ad esaurire la tolleranza dell'Europa e sprechera' gli ultimi spiccioli in altre misure di corto periodo nella speranza di "sfangare" le prossime elezioni. E cosi' via finche i cittadini italiani non avranno la possibilita' di esprimersi in elezioni politiche che saranno non il giudizio di Dio ma quello molto piu' severo del popolo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 02.06.16 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro non si puo' prescrivere per legge .
Ne tantomeno proteggere se non esiste piu nella logica produttiva .
Il lavoro si crea quando uno stato con persone competenti crea condizioni di macro economia e di normativa tali da indurre interesse in coloro che possono dare da lavorare e lavorare .
Vediamo di non fare sparate alla B. sul milione di posti di lavoro .
Il lavoro non c e' per ragioni molteplici e complesse , le norme sul lavoro scorrelate dagli obbiettivi di governo del bilancio e di governo della massa monetaria sono ininfluenti .
Fra un po di tempo scompariranno anche i manovali in quanto le case si faranno con stampanti 3d (vero) .
E l economia non risponde piu agli stimoli keynesiani come un tempo.
Il perche' e evidente: la legge di Moore e' passata dall hardware alle app , rendendo inutili intere classi sociali di intermediazione delle strutture di lavoro .
Pertanto se faccio investimenti riduco gli addetti , non li aumento .
A nessuno viene in mente che i tassi oggi sono negativi ?
E perche questo avviene ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 02.06.16 10:33| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori