Il Blog delle Stelle
Non è un Paese per studenti #CambiamoTutto

Non è un Paese per studenti #CambiamoTutto

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 108

>>> Da oggi Il Blog delle Stelle è su Telegram con tutte le news e i commenti.
Rimani aggiornato ---> Clicca qui https://telegram.me/blogdellestelle e UNISCITI. <<<

Il declino e fuga dalle università sono ad un punto di non ritorno. Devono essere arrestate. Servono atti concreti che diano senso e valore agli atenei e all’impegno degli studenti.

Il M5S ha pensato a quattro mosse chiave:

1) Riduzione della tassa d'iscrizione all'università, con particolare attenzione per le tante famiglie con reddito medio-basso, e l’istituzione di una “no tax area” - cioè zero tasse d’iscrizione per chi è in serie difficoltà economiche.
2) Basta sbarramenti in accesso alle facoltà senza aver verificato le capacità degli studenti.
3) Togliere il precariato dalla ricerca. Nella nostra proposta reintroduciamo il concorso nazionale.
4) Ricambio generazionale dei docenti, il cosiddetto turnover.

Con queste proposte gli studenti italiani torneranno ad amare l’università. Ogni cittadino, se meritevole, deve avere la possibilità di raggiungere i gradi più alti di studio.

Carlo Sibilia

-----

tratto da L’università in declino: studenti in fuga e tasse sempre più alte di Giacomo Galeazzi e Ilaria Lombardo, da La Stampa - leggi l'articolo integrale

Nel Sud Italia si laurea meno del 20% dei giovani, numeri che in Puglia e Sicilia si fermano al 14%, esattamente quanto l’Indonesia e il Sudafrica. Per capire la malattia che ha svuotato le aule universitarie in tutto il Paese si può partire da tante angolazioni: la crisi, il lavoro che langue, lo scarso appeal delle lauree tradizionali o l’affermarsi di corsi alternativi più professionalizzanti. Tutto vale. Ma quello che forse ha pesato di più è il decennale disimpegno dello Stato. Negli ultimi anni tutti i premi Nobel per l’economia hanno insistito su un concetto: per uscire dalla crisi senza le ossa rotte bisogna investire in istruzione. Bene, è esattamente quello che l’Italia non ha fatto. Dal 2008, anno di inizio della crisi economica globale, il nostro Paese ha ridotto il finanziamento pubblico alle università, che otto anni fa era di oltre 6 miliardi, del 22,5%. In Germania è cresciuto del 23%. Contemporaneamente, in Italia, sono crollate le immatricolazioni: dal 2004 si sono perse 66 mila matricole, circa il 20% in meno, di fronte al quale quel +1,6% registrato dal rapporto Anvur quest’anno è ben poca cosa. Un diplomato su due non continua gli studi. E non è soltanto colpa della demografia, perché al netto della scarsa natalità, la quota di matricole 19enni è passata dal 57% al 46%.
Quali sono i motivi di questa fuga? "a incidere di più è stato il combinato disposto di crisi economica e aumento delle tasse universitarie che in Italia è stato il più alto d’Europa". Gianfranco Viesti, ordinario di Economia a Bari, è l’autore de "L’Università in declino", indagine pubblicata quest’anno con la Fondazione Res. Partendo dal Sud, Viesti ha approfondito le ragioni di quel dato che definisce «catastrofico» che ci inchioda all’ultimo posto in Europa per numero di laureati: il 23,9% degli under 34 contro una media Ue del 37%. Anche la Romania fa meglio di noi (25%). Con queste cifre l’Italia, impossibilitata a raggiungere entro il 2020 l’obiettivo europeo del 40% di laureati, ha dovuto ridimensionare il traguardo al 26%. È l’ammissione di un fallimento.
"L’Italia ha fatto il contrario di quello che andava fatto - continua Viesti - aumentando le tasse mentre tagliava risorse al diritto allo studio". Ne sa qualcosa Lorenzo Guastalli, classe 1991, studente di ingegneria a Pisa che da un anno all’altro si è visto scippare la borsa di studio. Colpa del nuovo Isee, l’ indice della situazione economica familiare che dal 2015 include nel calcolo anche il patrimonio immobiliare. "Mio padre è cassintegrato, mia madre non lavora. Però hanno rivalutato il nostro appartamento manco fosse una casa di lusso. E così ho perso la borsa di studio, anche se il mio Isee è rimasto bassissimo, ben sotto la soglia richiesta dei 20 mila euro". Come Lorenzo altri 30 mila hanno perso la borsa di studio. Qualcuno non ha resistito, però, come ha fatto lui, e ha abbandonato gli studi.
Il diritto allo studio in Italia è sempre meno un diritto. Ed è il punto debole del sistema. L’impoverimento progressivo delle famiglie non ha avuto compensazioni per tutelare la crescita culturale dei figli: borse di studio, alloggi, mensa, trasporti e servizi allo studente. Dall’inizio della crisi molti Paesi europei hanno potenziato le risorse destinate agli studenti bravi ma privi di mezzi, l’Italia no. Da noi i borsisti sono scesi del 9%, in Spagna sono aumentati del 55%, in Francia del 36%, in Germania del 32%. In Italia solo il 12% beneficia della borsa. In Francia è il 25,6%.
Le percentuali confermano che l’università è sostenuta da sempre meno risorse pubbliche. Anche perché l’Italia dal 2005 ha aumentato le tasse universitarie del 50%, passando da una media di 736,91 euro a 1.112 euro.






Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

18 Giu 2016, 14:30 | Scrivi | Commenti (108) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 108


Tags: borse di studio, cultura, diritto allo studio, istruzione, la stampa, università

Commenti

 

Voi ricerca d'investimento o di finanziamento di prestito.
Esservi studia o personale del vostro servizio.
Avete progetti a realizzato ed avete bisogno di prestito.
Signora: Valentine Mensah, è al vostro servizio
Se avete bisogno di prestito o voi avete bisogno d'investimento per il vostro vario tipo di progetto, gruppo finanze prestito voi offerte del prestito di lunghezza a breve termine ad un tasso di 3% su tutta la durata. L'importo di prestito è tra 5.000,00 € a 45.000.000, 00 € la durata di rimborso è tra 01 anno a 25 anni per tutta la vostra necessità scrivete all'indirizzo mail: valentine.mensah.gfp@gmail.com
Gruppo finanze prestito: È al vostro ascolto per tutta la vostra domanda di prestito.
E-mail: valentine.mensah.gfp@gmail.com
Signora: Valentine Mensah

raymondefrancette 24.07.16 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non me ne intendo tanto di politica e governo, per cui non saprei dove porre questa mia domanda sul sito 5 stelle e ti scrivo qui, poi
se sarà il caso mi indirizzerai tu dove riscriverlo perchè abbia poi una risposta: sono una delle tante vedove, che a causa della vergognosa soglia di 2840,80 euro annui, che stabilisce se un parente debba essere a carico o meno, mio figlio con la sua pensione di
reversibilità di 3000 euro annui, non lo è, per lo stato lui si mantine da solo. Ci sono organizzazioni formate da famiglie monoparentali che stanno lottando per cambiare le cose, perchè la pensione di reversibilità non dovrebbe essere un reddito, è stata già tassata alla fonte e la soglia è sempre quella dal 1986 di 5.000.000 delle vecchie lire convertite in euro.
Siamo davvero in tanti, oramai siamo quasi più noi genitori da soli, che famiglie tradizionali e nessuno ci da voce, se qualcuno facesse qualcosa
per noi per agevolare la nostra condizione, potremmo insieme dare una manona per rivoltare il paese. Potreste in qualche modo aiutarci a cambiare questa ingiustizia?
GRAZIE GIA' PER TUTTA LA FORZA E CORAGGIO E CUORE CHE CI METTETE NEL FARE POLITICA, PAROLA ODIATA E SVALUTATA, CHE PRENDE NUOVA FORMA E DIGNITA'
ATTRAVERSO IL VOSTRO LAVORO

ANGELA ZEMA

angela zema, Villafranca di Verona Commentatore certificato 27.06.16 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non me ne intendo tanto di politica e governo, per cui non saprei dove porre questa mia domanda sul sito 5 stelle e ti scrivo qui, poi se sarà il caso mi dirai dove scriverlo: sono una delle tante vedove che a causa della vergognosa soglia di 2840,80 euro annui, che stabilisce se un parente debba essere a carico o meno, mio figlio con la sua pensione di reversibilità di 3000 euro annui, non lo è, per lo stato lui si mantine da solo. Ci sono organizzazioni formate da famiglie monoparentali che stanno lottando per cambiare le cose, perchè la pensione di reversibilità non dovrebbe essere un reddito, è stata già tassata alla fonte e la soglia è sempre quella dal 1986 di 5.000.000 delle vecchie lire convertite in euro. Siamo davvero in tanti, oramai siamo quasi più noi genitori da soli, che famiglie tradizionali e nessuno ci da voce, se qualcuno facesse qualcosa per noi per agevolare la nostra condizione, credo che avendoci al vostro fianco, potremmo rivoltare il paese. Potreste in qualche modo aiutarci a cambiare questa vergogna?
GRAZIE GIA' PER TUTTA LA FORZA E CORAGGIO E CUORE CHE CI METTETE NEL FARE POLITICA, PAROLA ODIATA E SVALUTATA, CHE PRENDE NUOVA FORMA E DIGNITA' ATTRAVERSO IL VOSTRO LAVORO

ANGELA ZEMA

Angela Zema 27.06.16 00:02| 
 |
Rispondi al commento

I concorsi e gli esami sono alla discrezione di questi arnesi chiamati professori che alla luce del sole fanno passare i figli dei potenti e non gliene può interessare di meno dei loro allievi. Non c'è nessuna prova oggettiva che le prove orali e gli scritti a quesito aperto siano realmente valutati. Meritocrazia zero nepotismo massoneria e corruzione. Ma andate a vedere chi sono i professori e quello che succede durante le correzioni a porte chiuse degli scritti. E gli esami ordinari sei figlio di amici 30 e lode sei figlio di operaio 27 così mantengono il sistema aristocratico in spregio alla costituzione. Potrei raccontare tante storie su quello che ho visto CAGLIARI, vergognoso.
Noi vogliamo la Meritocrazia con questi baroni qui. Tutti a casa svergognati.

Francesco Mannino, Selargius Commentatore certificato 22.06.16 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Per abbassare i costi a carico degli studenti ed evitare, per certi corsi, il sovraffolamento, introdurre pacchetti di lezioni magistrali registrate per l'utilizzazione a distanza in rete.Complementarmente attivare canali di domanda e risposta con controllo dei docenti titolari, ma anche assistenti e dottorandi, nonché altri studenti esperti. Abolizione del numero chiuso. Informazione diffusa e attendibile su opportunità occupazionali nei diversi ambiti.

Anna Avezzù 21.06.16 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho notato una cosa. Scuola non significa più nulla.
Non significa cultura, non significa condivisione di valori, non significa apprendimento professionale. Sbaglio o sono pessimista.

gina alba, altamura Commentatore certificato 20.06.16 17:20| 
 |
Rispondi al commento

IL FIGLIO DI UNA MIA CARISIMA AMICA E' ISCRITTO ALLA FACOLTA' D'INGEGNERIA (CI VUOLE UN CERTO IMPEGNO) LA TASSA D'ISCRIZIONE E' GIA' PIU' ALTA DELLE ALTRE FACOLTA' MA SE PER IPOTESI DIVENTI FUORI CORSO PAGI €4000 - DITEMI VOI COME PUO' FARE UNA FAMIGLIA A SOSTENERE SIMILI COSTI!!!!!!!

MARIA LUISA LUCATELLI 20.06.16 11:19| 
 |
Rispondi al commento


E... per tetto un cielo di stelle!!! la penisola da nord a sud e le isole sono sotto le stelle!!! Abbiamo vinto! ora incomincia un nuovo cammino, si respira aria nuova e si sente un fresco profumo di libertà; già questo di per se è positivo ma incominciamo tutti insieme a lavorare non regaliamo perle ai porci offrendo il fianco a speculazioni false e tendenziose, dando forza alla speranza che si eleva con forza verso un cielo finalmente sereno e pieno di stelle. Buoni festeggiamenti!!! Paolo da Palermo

PAOLO CARUSO 20.06.16 10:49| 
 |
Rispondi al commento

m5s, appena potete mettete mano a vostro modo ad un'altra schifezza italiana: scuola e universita ottocentesche gestite da parrucconi incompetenti ed arroganti a sbavo delle tasse dei cittadini.
1) eliminare concorsi di ogni tipo e chiamata diretta per curriculum
2) pubblicazione online cv tutti i docenti con relative valutazioni tra pari e dagli studenti
3) finanziamento basato sulle iscrizioni che avranno tutti gli elementi per scegliere
4) carriera e remunerazione del docente basata su valutazioni anonime tra pari e studenti oltre a metriche statistiche nazionali
5) selezionare e pagare molto meglio i veri professori, cacciare a pedate e subito gli incompetenti, imboscati, arroganti e squilibrati

serluca 20.06.16 02:21| 
 |
Rispondi al commento

... BRAVA CHIARA...GRAZIE GIANROBERTO...

FINALMENTE ANCHE I MIEI CONCITTADINI HANNO ALZATO LA TESTA E DATO SEGNI DI RISVEGLIO DA DECENNI DI TORPORE!
IN TANTI ABBIAMO SOSTENUTO E VOTATO CHIARA APPENDINO, ANCHE CHI (PARENTI, AMICI E CONOSCENTI) INIZIALMENTE ERA SCETTICO CON IL MOVIMENTO, MA ALLA FINE HA COMPRESO.
HO UN UNICO GRANDE CRUCCIO : CHE GIANROBERTO CASALEGGIO NON ABBIA POTUTO ASSISTERVI; MA SICURAMENTE CI STA' GUARDANDO DA LASSU' E, CON UN GHIGNO BEFFARDO, CI STA' DICENDO : "CHE VI AVEVO DETTO? ERA SOLO QUESTIONE DI TEMPO!"
GRAZIE CHIARA, PER TE UNA NUOVA BATTAGLIA COMINCIA ADESSO!
GRAZIE GIANROBERTO, LA TUA BATTAGLIA LA CONTINUIAMO NOI!

VIVA L' ITALIA

ANTONINO CRISCUOLO, TORINO Commentatore certificato 20.06.16 00:11| 
 |
Rispondi al commento

conviene di gran lunga rimanere ignoranti... non è un paese per laureati questo.

marina manca, brindisi Commentatore certificato 19.06.16 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

domani devono venire giù le ultime barriere che nascondono le vergogne del pd.e poi verrà fuori tutto.e si faranno i conti!riprenndiamoci il Paese e riprendiamoci la democrazia!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 18.06.16 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Porto la mia esperienza di docente universitario a contratto (precario) in un corso del primo anno.

E' vero, l'università non ha fondi nemmeno più per comprare la carta (igienica e non), le tasse sono troppo alte e molte cose non funzionano.

Tuttavia invito a riflettere sui numeri. Il titolo di Dottore è tra i più alti del nostro sistema scolastico. E' sbagliato pensare che debba essere assegnato a molti. Il problema non è la quantità dei laureati, ma la qualità. Si pensa erronamente che, al giorno d'oggi, se non sei laureato sei uno sfigato. Ci vogliono MENO laureati e di maggiore qualità, anche perchè non ci sarà mai lavoro specializzato per tutti questi dottori.

Ho una classe di 6-700 studenti 'ufficiali', divisi in corsi paralleli fra due docenti (io e un collega). Con questi numeri la didattica ne risente, in quanto il corso deve essere tarato per un livello più basso. Se ci fosse un test di ingresso e avessi una classe con 50 studenti capaci e meritevoli potrei trasmettere molto di più.

I problemi nella qualità dell'insegnamento sono iniziati con la riforma del 3+2. Alcuni corsi universitari semplicemente non sono pensati per essere divisi in due. E' mia opinione che la filosofia dietro il 3+2 sia quella di creare semplici tecnici, capaci di imparare alcuni specifici compiti, ma privi di uno spirito critico e di una visione complessiva della materia. Pseudo-automi funzionali al capitalismo, in pratica.

Ricordo inoltre che la nostra Costituzione garantisce a tutti alcuni diritti fondamentali (lavoro, libertà di espressione, etc..), ma l'insegnamento oltre l'ottavo anno è garantito solo ai capaci e meritevoli.

Va benissimo abbassare le tasse, ma mettiamo un test di ingresso per le università e i corsi più impegnativi facciamoli da 5 anni senza dividerli in 3+2.

Dario Genovese Commentatore certificato 18.06.16 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sequestrata e violentata in un casolare della Valdichiana: la polizia indaga sui tre aggressori

Sarebbe stata sequestrata, segregata e violentata da tre nordafricani in un casolare della Valdichiana (Arezzo). La donna, una trentenne è passata attraverso la procedura del codice rosa all’ospedale di Arezzo. La notizia, tenuta sotto stretto riserbo per giorni, è apparsa sull’edizione di oggi de La Nazione. Stando a quanto emerso la donna avrebbe trascorso una notte intera nel casolare dove i tre nordafricani l’avrebbero violentata a turno. La trentenne sarebbe stata attirata in trappola con un pretesto e poi bloccata, sequestrata e violentata.

Ci va giù duro il segretario nazionale della Lega Nord, Matteo Salvini. Con un post su Facebook ha commentato l’episodio avvenuto in Valdichiana: “Tre risorse boldriniane da castrare chimicamente – ha accusato Salvini – Forse dovevo nascondere la notizia, sennò mi dicono ‘sciacallo'” ha concluso.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2016/06/18/sequestrata-violentata-un-casolare-della-valdichiana-la-polizia-indaga-sui-tre-aggressori/
Copyright © gonews.it

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 18.06.16 20:19| 
 |
Rispondi al commento

L’Italia non è un paese per studenti, le famiglie devono sostenere costi altissimi a differenza di altri paesi europei

L’Italia non è un paese per pensionati con la minima, in più di 40 mila, hanno scelto altri paesi europei dove la pensione non è tassata o è tassata pochissimo e dove possono condurre una vita dignitosa

L’Italia non è un paese per lavoratori dipendenti, in quanto le tasse si mangiano molta parte dello stipendio

L’Italia non è un paese per lavoratori autonomi, in quanto le tasse arrivano almeno fino al 67%, e spesso, per tale motivo, sono costretti a chiudere non prima di aver consumato i risparmi di una vita.

L’Italia non è un paese per disabili, poche sono le attrezzature per queste persone che, spesso, sono costrette a rimanere prigioniere in casa

L’Italia è un paese adatto ai ladri e ai malfattori, in quanto non vi è certezza della pena

L’Italia è il Paradiso dei mestieranti della politica, che permette loro di arricchirsi alle spalle degli italiani che, spesso, non li hanno nemmeno votati

L’Italia è un paese di merda.

Speriamo nel M5S per cambiare!!!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 18.06.16 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Domani proviamo a staccarci di dosso queste zecche

della PDue

Buona fortuna agli inglesi per il 23

Forse loro riusciranno ad evadere da 4°Reich...

SI Brexit.

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.06.16 19:48| 
 |
Rispondi al commento

I concorsi per entrare nelle Facoltà a numero chiuso sono TUTTI brogliati e taroccati(come tutti i concorsi ) ,
lo sanno tutti !!
Se non hai qualche "santo " meglio se è nel PD
è dura a rientrare nel numero .

Lino Viotti Commentatore certificato 18.06.16 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno di Roma mi puo' dife se la sede del Comitato elettorale della nostra Virginia e' sempre in via Avogadro? Mi trovo a Roma e vorrei assistere allo spoglio insieme con i miei fratelli 5 Stelle. GRAZIE

giuseppe satriano 18.06.16 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Far fuggire cervelli all'estero "pare" un comodo espediente per controllare meglio una popolazione ridotta così all'ignoranza sempre più profonda, sfiduciata e anagraficamente vecchia (così si può parlare con maggior forza di "migranti" per attuare un "ricambio generazionale").

Biagio C. Commentatore certificato 18.06.16 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Per il sottoscritto.
L'istruzione a qualsiasi livello deve essere GRATUITA.
P.S.
Massima attenzione ai seggi per il ballottaggio.
PASSATE PAROLA.
Buona serata.

salvatore castellano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.06.16 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Bel tempo e silenzio stampa sui barconi . Continua incessante l'arrivo dei clandestini , così come le violenze e gli stupri quotidiani . Il Paese è letteralmente una grande latrina di feci e urina africana e mediorientale in cui cominciamo a galleggiare ! Ci si abitua a tutto !

vincenzodigiorgio 18.06.16 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Domenica danno 'n'acqua...su tutta Italia,aho...sarà vero??

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.06.16 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo di dire una caxxata : spero che questo governo continui in questa direzione, perché anche se l ' italiano é un tranquillone, credo che non sarà per sempre cieco. Tra due anni si voterà e allora vedremo se saremo disposti a giocarci l' ultima possibilità di dare, a questi papponi, un calcio in culo oppure confermarli al governo rimanendo sempre attaccati alle vecchie tradizioni di leccaculismo. In alto i cuori.

Mancu li cani 18.06.16 18:43| 
 |
Rispondi al commento

AH, DIMENTICAVO IL PUNTO PIU' IMPORTANTE:

- SI ELIMINI L'ESAME PER ENTRARE ALL'UNIVERSITA'!

Zampano . Commentatore certificato 18.06.16 18:36| 
 |
Rispondi al commento

O.T. controrepilica per il sig.GF. Chiarello (ma gli sarà utile alla bisogna???).

Tu scrivi che Alessandro Di Battista ha affermato "... che Beppe Grillo è solo il passato del Movimento".

====== NON É COSÌ ======

L'intervista-video a cui ti riferisci è questa sotto, prendi nota:
http://www.la7.it/otto-e-mezzo/rivedila7/otto-e-mezzo-16-06-2016-187784

e le testuali parole che ti smentiscono vanno dal minuto 12' e 07" al 13' e 34"'
dove Alessandro Di Battista "recita" così:

«Per quanto riguarda poi Grillo lo dico di nuovo non è il leader del Movimento Cinque Stelle.
Il leader del Movimento Cinque Stelle è il Movimento: Beppe Grillo ha anche fatto un passo di lato.
Vorremmo essere chiamati non più "grillini" ma esponenti della seconda (forse della prima)
forza politica del Paese che si chiama Movimento Cinque Stelle (che ha
seminato moltissimo in questi anni) e forse raccoglieremo anche dei frutti domenica
perchè come diceva il professor Diamanti veramente stiamo ri-dando speranza
a molte persone, ecc, ecc... ».

GF. Chiarello come vedi nel video non si accenna mai in chiaro (o tanto meno fra le righe)
che Beppe Grillo sia "il passato" come tu malauguratamente richiami.
La storia recente insegna che lo stesso Beppe Grillo
conferma di Sua sponte (e me ne congratulo) di fare un passo a lato
il che non significa ASSOLUTAMENTE "essere il passato del Movimento".

Il capo del Movimento è il Movimento stesso nonostante tu
cada in fantastiche visioni della vita reale.

Saludos.

P.S.: chiedo troppo se attendo veloce smentita e relative scuse
in merito al tuo nebbioso commento di venerdì 17.06.2016, ore 15:01 ?


La crisi non è stata causata dall'ignoranza , ma dalla globalizzazione selvaggia ! Mettendo il mondo sullo stesso piano si sono aperte le valvole di contenimento e il liquido del lavoro è andato dappertutto livellandosi . E' stato un atto terribile da parte dell'alta finanza che , se da un lato ha migliorato le condizioni del lavoratore del terzo mondo , dall'altro ha rovinato quelle del primo . Atto suicida per i lavoratori del primo ma molto redditizio per l'alta finanza che manovra l'economia mondiale con i giganteschi investimenti e transazioni . per uscire da questa gabbia dobbiamo uscire da Europa e euro ma non dalla Nato .

vincenzodigiorgio 18.06.16 18:32| 
 |
Rispondi al commento

PER ESEMPIO, PER FAVORIRE LA RIPRESA DELLO STUDIO UNIVERSITARIO:

- SI ELIMINI L'ISEE (DA DIVERSI ANNI INTRODOTTA PER FARE CASSA E OPERARE UNA SELEZIONE SOCIALE, FARE FUORI LE FASCE PIU' DEBOLI E FAVORIRE COLORO CHE HANNO MAGGIORE POSSIBILITA' ECONOMICA);

- PROMOZIONE E BOCCIATURA DEI DOCENTI (SPETTA AGLI STUDENTI CON REFERENDUM INTERNO MAGARI ANNUALE. BISOGNEREBBE FARLO, IN MODO DA RICORDARE AI DOCENTI PIGRI, INETTI, INCAPACI... CHI E' CHE LI PAGA)

- SI IMPOGANO ESAMI MENSILI (E NON SEMESTRALI: UN ALTRO ESCAMOTAGE BUROCRATICO-ECONOMICO USATO PER RALLENTARE I CORSI DI STUDIO, MANDARE GLI STUDENTI FUORI CORSO E POI ALZARGLI LE TASSE);

- SI PONGA LA TASSA UNIVERSITARIA UGUALE PER TUTTI E ADATTA ALLE FASCE PIU' DEBOLI (SE VA BENE AI POVERI VA BENE A TUTTI! E NON L'INVERSO!);

- SCELTA LIBERA DEI TESTI DI STUDIO (SFORTUNATAMENTE VI SONO PROFESSORI CHE PER VIA DI INTERESSI PERSONALI ''COSTRINGONO'' LO STUDENTE A COMPRARE IL PROPRIO LIBRO, CHE CONTIENE UN CEDOLINO PER SOSTENERE L'ESAME. E' UNA SORTA DI RICATTO E SE LO STUDENTE NON CE L'HA, DIFFICILMENTE PUO' SOSTENERE O SUPERARE L'ESAME CON TALE DOCENTE!)

- SI FACCIANO CONCORSI PER NUOVI DOCENTI E SI BUTTINO FUORI DEFINITIVAMENTE RETTORI MASSONI NONCHE' SOSTENITORI DEL NEPOTISMO E DI PARENTOPOLI CHE DA ANNI OCCUPANO LE POLTRONE E CATTEDRE UNIVERSITARIE IMMERITATAMENTE.

Zampano . Commentatore certificato 18.06.16 18:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

vorrei ricordare che il piddì ha abolito l'art 18, ha introdotto il precariato a vita, vuol mandarvi in pensione a 70 anni...fate voi poi,
io ve l'ho detto intanto :)

ps

un saluto al signor beppe grillo..

pabblo 18.06.16 17:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il PD, partito che ha partorito mafia capitale, è ai limiti dell'indecenza. Brava la Raggi che mostrando il documento ha messo a nudo il PD.
I romani sono ancora in tempo a votare coloro che hanno stuprato, violentato fino all'inverosimile la loro città. L'unica cosa che può creare il PD è infangare le persone oneste. Vi chiedete perché lo fa solo con il M5S? In tutta la storia di questo paese tutti i partiti hanno fatto sempre pappa e ciccia. Tutto il resto sono chiacchiere.

saverio battaglia 18.06.16 17:50| 
 |
Rispondi al commento

il fatto quotidiano non è mai stato "amico" del M5S,anzi è sempre stato il suo peggiore oppositore.che lo capiate o meno!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 18.06.16 17:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signori miei, chi si laurea è perduto. oggi non serve proprio a nulla una laurea in italia... il problema è il lavoro dopo la laurea, che non c'è.

marina manca, brindisi Commentatore certificato 18.06.16 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ormai non so quante persone di mia conoscenza se ne siano andate dall'Italia per avere uno stipendio dignitoso e meritato dopo 5/6 anni di studi. Un mio amico attualmente è andato a vivere a Milano, perché non c'erano molte possibilità nella provincia di Modena, dopo la laurea, adesso lavora 8 ore al giorno per 800 euro al mese e si sente fortunato... Il mondo dell'università deve evolversi e devono cooperare aziende e università perché si possa far sì che i giovani una volta entrati nel mondo del lavoro nel campo specifico di studio, possano essere nell'immediato una risorsa per l'azienda e non un novizio a cui spiegare che la teoria non è mai applicabile per legge alla pratica. Inoltre ad oggi i giovani lottano davvero per un tozzo di pane, oggi ci si sente fortunati a lavorare, e fortunati a guadagnare meno di 1000 euro al mese, il mio amico vive con 20 euro in più della soglia di povertà, mi chiedo se sia un paese normale che un giovane si senta fortunato, dopo 6 anni di studio, guadagnare 800 euro? Per me è un paese morto nell'anima.


staff...eliminate questo imbecille col nick :rensi!!grazie!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 18.06.16 16:53| 
 |
Rispondi al commento

chi è chiamato domani al voto ci vada!!utilizzate lo strumento base della democrazia!!votate!!e buon voto a tutti!!!
p.s. io consiglio di votare M5S!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 18.06.16 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Certo che vedere un evento dai media italiani e da quelli inglesi ti mostra una differenza grande come un abisso
Intanto nei media inglesi l'assassinio della Cox è presentato solo come l'opera di un pazzo, mentre qua si starnazza di complotti anti Brexit e i blogger scrivono cavolate
Qui la Cox era la signora nessuno, nessuno o quasi la conosceva, non era un personaggio di spicco, non si era battuta per nessuna cosa in particolare, non era una estremista, non c'entra niente con la Brexit. I nostri media dicono che era stata minacciata, ma non esiste personaggio politico o di costume (cinema, tv ecc) che non sia minacciato almeno una volta (persino io che non sono nessuno ho ricevuto delle minacce di morte). Poi parlare di governo che doveva darle una scorta è assurdo perché in Inghilterra nessuno ha nessuna scorta, tranne la regina e parlamentari e ministri camminano tra la gente o prendono l'autobus esattamente come tutti. Infine i pazzi esistono ed esisteranno sempre e non c'è scorta che li fermi (si pensi a Berlusconi!).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.06.16 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Me pare ieri che se raccojevano euri pe' fa torna' Santoro in tivvu'...qui,su questo blogghe...i davamo,direttamente,a Travaglio...fa l'inchieste costicchia...

Buongiorno!!

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.06.16 16:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' dal livello di istruzione del suo popolo che si misura il grado di civilta' di un Paese. Ha voglia il Bomba a dire che l'Italia e' un grande Paese.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 18.06.16 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che sia il Labour di Corbyn che mezzo partito conservatore di Cameron non lo volevano questo referendum né vogliono staccarsi dall'Europa le cui restrizioni sull'Inghilterra sono minime, tant'è che ha sempre la sua moneta e la sua brava banca d'Inghilterra che compra il suo debito, come l'Italia non ha e come la Bce non fa Cameron è stato forzato a fare questo referendum quando la Merkel col suo improvvido invito ai siriani ha impestato l'Europa di milioni di profughi e l'Ue ha cominciato a parlare di quote. Di stranieri in UK ce ne sono fin troppi, sono ben visti a Londra, meno altrove, specie a nord e nelle campagne dove imperversa la disoccupazione e scoppia la battaglia tra poveri A quel punto è esplosa la furia xenofoba. Cameron si trova con un parlamento contro la Brexit e mezzo Labour a favore.La situazione è nera, perché, se vince la Brexit, Cameron dovrebbe applicarla ma mezzo partito e quasi tutto il Parlamento non ne vogliono sapere. Se l'UK resta in Europa,Cameron ha comunque mezzo partito contro e rischia una crisi di governo Mettiamo in conto anche l'isolazionismo dell'UK che non ha mai visto di buon occhio nessuna limitazione alla sua sovranità.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.06.16 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Dar FQ: "Roma, piazza ‘moscia’ per Giachetti: "Ma che è, un funerale? Dai che gliela famo"....


C'era più ggente sur palco che davanti, 'na scena strazziante.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.06.16 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il TG3 delle ore 0,30 della scorsa notte ha fatto,come al solito, la tele cronica dei giornali che sarebbero usciti oggi. Guarda caso, si sono molto soffermati su quanto scritto da un giornale in particolare. Secondo me non avrebbero dovuto fare commenti di sorta. Oltretutto la Raggi aveva ben chiaramente spiegato tutto a chi di dovere. Mi sbaglio per caso e tutto era oramai ben chiarito. Non c'era quindi motivo di fare quella uscita inopportuna tesa a creare solo perplessita' in elettori ancora indecisi

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.06.16 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Avrei una domanda al m5s:
Cosa ne pensate dei migranti in Italia?
Sono una risorse
Vanno adeguatamente alloggiat
Vanno allontanati
Vanno respinti

Alex 18.06.16 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domanda: a Marco Travaglio son venute le mestruazioni?

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato 18.06.16 15:54| 
 |
Rispondi al commento

-----IL FATTO QUOTIDIANO NON VA TRATTATO COME LUI TRATTA NOI-----

Lui ci ha posto al centro della sua "attenzione", noi, che siamo dei signori, dovremo ignorarlo completamente.

Che il giornale lo comperi Michele Santoro.


Domande in cerca di risposte.
Può un giornale, permettersi il lusso di perdere una fetta di consenso senza rimpiazzare il vuoto con altri lettori?
E chi sono, politicamente, questi altri lettori?

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 18.06.16 15:43| 
 |
Rispondi al commento

E, per favore, si "cassi" questa cagata che è il cosiddetto "Esame di Stato": l'alunno arrivato alla classe 5^Superiore, stabilito un punteggio minimo ed uno massimo, (da 50 a 100/100+ ev. lode) venga giudicato per tutto il suo curriculo: e bbbasta, con queste cazzo di lotterìe.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.06.16 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IMMUTATA STIMA PER MARCO TRAVAGLIO MA, CHI C'E' DIETRO AL "IL FATTO QUOTIDIANO"?

In questi anni, se il FQ ci ha insegnato qualcosa, è guardare "chi c'è dietro".

Chi c'è dietro al quotidiano "Il Messaggero"? Caltagirone! Si deduce quindi che la linea editoriale di tale quotidiano ed eventuali menzogne, insinuazioni, attacchi e quant'altro, non possano prescindere dagli affari del suo azionista.

Chi c'è dietro al quotidiano "La Repubblica"? De Benedetti! Vale quanto espresso sopra per Il Messaggero e suppongo che tale criterio di valutazione e tali considerazioni siano valide per ogni organo d'informazione: ce lo ha ribadito per anni il FQ!

CHI C'E' DIETRO "IL FATTO QUOTIDIANO"?
La risposta era sempre una parola sola, categorica e impegnativa per tutti: NESSUNO! Il FQ è un giornale libero, perché non dipende da altri finanziamenti che non siano determinati dalla sua tiratura

Forse questo modo ammirabile di gestire un giornale non è bastato e, per sopravvivere, forse il FQ ha avuto bisogno di un socio che immettesse "denaro fresco".
Chi è questo nuovo socio del "Il Fatto Quotidiano?". MICHELE SANTORO!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/05/17/editoriale-il-fatto-zerostudios-di-michele-santoro-acquisisce-il-7-preludio-sviluppi-futuri-il-comunicato/2739416/

Quanti cittadini che non siano attenti lettori del "Il Fatto Quotidiano" conoscono "Chi c'è dietro" al FQ?

Se mi trovassi in una ipotetica situazione di dovere consegnare, il mio portafoglio a qualcuno, non avrei problemi a consegnarlo nelle mani di Travaglio o Santoro ma, se fino a ieri, nel leggere Travaglio non avevo alcun dubbio della sua onestà intellettuale che io riflettevo anche su "Il Fatto Quotidiano", ma ora che so chi c'è dietro, ad ogni periodo non posso che ricordarmi che dietro c'é Michele Santoro, un giornalista che non riesco a definire obiettivo e intellettualmente onesto; mio punto di vista!

Cosa può fare il bisogno di "denaro fresco"!

Ora siamo veramente soli con il nostro BLOG


E perché, non credevate mica di essere in un regime Comunista, dove i ragazzi studiano gratis, ed all'università hanno anche il presalario?

AntòAvenza 18.06.16 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

""Brexit, Mario Monti: "David Cameron con il referendum ha distrutto il lavoro di una generazione di europei"""

un lavoro mal riuscito ,oserei dire


"""Le conseguenze del voto, indipendentemente dall'esito, sono pesanti per l'Unione stessa. Non dobbiamo illuderci: se anche il Regno Unito votasse per restare, ormai c'è un precedente", avverte Monti. "Cosa succederebbe se altri Stati decidessero di intraprendere un cammino simile a quello britannico? Un qualche Paese dell'Est o altri. Che si dice loro? Siete piccoli, non potete chiedere queste cose?".""


comunque è previsto:

""Articolo 50
1. Ogni Stato membro può decidere, conformemente alle proprie norme costituzionali, di recedere
dall'Unione.
2. Lo Stato membro che decide di recedere notifica tale intenzione al Consiglio europeo. Alla luce
degli orientamenti formulati dal Consiglio europeo, l'Unione negozia e conclude con tale Stato un
accordo volto a definire le modalità del recesso, tenendo conto del quadro delle future relazioni con
l'Unione. L'accordo è negoziato conformemente all'articolo 218, paragrafo 3 del trattato sul funzionamento
dell'Unione europea. Esso è concluso a nome dell'Unione dal Consiglio, che delibera a
maggioranza qualificata previa approvazione del Parlamento europeo.""

pabblo 18.06.16 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Vedo comparire tricolori sulle case degli italiani.
Per quanto mi riguarda esporrò il tricolore quel giorno che avremo un governo 5 stelle.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.06.16 15:12| 
 |
Rispondi al commento

in slovenia, svezia, danimarca e se non erro pure al finlandia l'università è gratis

davide maccarrone 18.06.16 15:08| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Amici del nostro Movimento
Avete ringraziato
marco lillo del fatto quotidiano?

Antonio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 18.06.16 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Più ignorante è il Popolo più la classe dominante ha vita facile.
La prova? Guardare l'informazione, informa? Manco per il cavolo.
Prendiamo ad esempio l'ISIS, i tagliatori di teste, quelli che mangiano il fegato di quelli che hanno ucciso, qualcuno pensa che 5 o 10 mila uomini (o anche 100 mila se volete) possano prendere un territorio grande due terzi dell'Italia senza nessun aiuto esterno di armi, munizioni, soldi, medicinali eccetera? Assolutamente no. Invece per l'informazione, sì.
Ci sono solo due possibilità: o i giornalisti sono scemi o sono pagati per disinformare.
Buona la seconda.

giorgio peruffo Commentatore certificato 18.06.16 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot

andrea lo cicero?
mah...
ci andrei cauto, non vorrei gli arrivasse un avviso di garanzia per un placcaggio effettuato nel 1999 :)


ps

dalla lettera di marcotravglio agli italici, di oggi 18 giugno...orate...

""""Francesco Nicodemo:
“Vabbuò Napolitano... non dici
che l’abolizione dell’Imu è una
vaccata?”, “Povertà e disoccupazione, e noi parliamo di Imu.
Andatevene a fanculo” (20.5.’13).""

""""Non c'è un'idea, c'è un livello di
avventurismo. Non essendoci un'idea, siamo agli slogan... -""" disse uno importante del piddì all'avvento del renzismo...

e questi , senza un'idea senza una visione della nazione vorrebbero cambiare il paese e la sua costituzione?

ma andatevene a f...irenze! per ricambiare eh :)

ai renzisti e renzine vari ed eventuali:

"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio.""

:)

ps

""Boschi e lo «scherzo» telefonico al circolo Pd «gay ""

ho letto solo il titolo,son cose ....turche...

10milioni di poveri e questi.... caxxeggiano mah...

pabblo 18.06.16 14:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori