Il Blog delle Stelle
Vuoi la pensione? Allora vai in banca e chiedi un mutuo!

Vuoi la pensione? Allora vai in banca e chiedi un mutuo!

Author di MoVimento 5 Stelle Camera
  • 52

di MoVimento 5 Stelle Camera

40 anni di contributi, lavori usuranti, 65 anni, gli acciacchi dell'età e la voglia di godersi finalmente una serena vecchiaia con famiglia e nipotini. Questa la storia di tantissimi lavoratori italiani, quando scocca l'ora della meritata pensione. Ma ahinoi, il Governo sembra sempre più concentrato a trasformare l'agognato assegno (frutto, lo ricordiamo, di decenni di versamenti contributivi) in una caccia al tesoro dal premio irraggiungibile.

Cosa si è inventata, infatti, questa distruttiva compagine al potere? Se volete andare in pensione, chiedete un prestito in banca. Magari Banca Etruria, specializzata in massacro di pensionati, così sarete proprio in una botte di ferro. Potrete restituirlo in vent'anni di comode rate, usando la vostra stessa pensione. E se dovesse poi succedere una disgrazia? Il debito finirà forse in eredità a figli e nipoti, ai quali dalle stesse banche verrà pignorata la casa che gli avete lasciato? Si sa, "i debiti si pagano"...

Specialmente i debiti politici contratti con i poteri finanziari, viene da sospettare. Siamo infatti all'ennesimo favore alle banche erogato dalla maggioranza a spese dei cittadini più deboli, in particolare i pensionati che continuano a subire dai tempi della micidiale Fornero. Questa dinastia di geni del male si passa il testimone di governo in governo.

E i sindacati, presenti all'incontro con il governo in cui è stata annunciata questa genialata? Siamo sicuri che scenderanno in piazza travolti dall'indignazione, proprio come stanno facendo i colleghi francesi. Sì, siamo in una botte di ferro anche con loro.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

16 Giu 2016, 15:10 | Scrivi | Commenti (52) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 52


Tags: banche, governo, mutuo, pensione, sindacati

Commenti

 

UniCredit italiano
Sede di Milano: Piazza Gae Aulenti 3 - Torre A - 20154 Milano
Tel: +393812646127
Buona giornata a tutti la lettura nostro post on-line riconosco ricevimento della
e-mail. Grazie per rispondere il mio annuncio. Prima di tutto mi presento
vi sono UniCredit Finanza Per quanto riguarda la posta elettronica,
siamo pronti ad offrire prestiti ai membri del pubblico al 2% annuo
senza alcun controllo e di credito lista nera Emettiamo di credito, che si trova a 5000£. a
40.000.000 £. dal Regno Unito. forniamo un prestiti gratuiti, perché io
temuto Dio, e il creditore non può correre rischi unica persona intrested dovrebbe
contattarci al nostro e-mail di ligustro: (bankcredit@inbox.lv)
Diamo i prestiti a privati, aziende e collaboriamo a prescindere
del loro stato civile, sesso, religione, e il luogo, ma dovrebbe essere legale
mezzi per rimborsare il prestito al tempo stabilito, e rigorosamente di essere
degno di fiducia
Grazie per la comprensione
Saluti,
Mr.Mirko Maistrello

CREDIT 01.07.16 02:45| 
 |
Rispondi al commento

Creare la vostra impresa e la vostra ricchezza con i miei servizi di concessione di prestito che varia di 5000 euro a 750.000 euro. Offro questo
prestito per permettere a tutti quelli che sono una situazione finanziaria difficile e coloro che vogliono creare la loro impresa per avere una vita
felice. I prestiti tra privati esistono allora non perdete il vostro tempo. Volete contattarlo per mail: grimaldidomenico02@gmail.com

grimaldi 22.06.16 04:34| 
 |
Rispondi al commento

Neanche Disney possedeva tanta immaginazione come i Ns politi,serviti da un mondo di burocrati e professionisti malvagi.

Walter 20.06.16 23:56| 
 |
Rispondi al commento

la fornero che piangeva... mai vista una scena più disgustosa in tv.

marina manca, brindisi Commentatore certificato 19.06.16 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

queste manovre in odor di elezioni sono dei pessimi segnali ci levano col sorriso facendoci credere il contrario e poi si riprenderanno tutto con interessi!

davide santini 19.06.16 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Anticipate il TFR invece di darcelo dopo due anni dalla data della pensione e il prestito ce lo facciamo da soli senza regalare soldi a banche varie. Mi piacerebbe che venisse fatta una class Action contro il blocco del pagamento del tfr, perché sono soldi dei lavoratori e non dello Stato.Direi che potrebbe essere considerata "appropriazione indebita".

Maurizio Scacchiotti 18.06.16 18:41| 
 |
Rispondi al commento

........e voi andate affanc................

piero l., tortona Commentatore certificato 18.06.16 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo raggiunto il fondo.
Gli unici che ricorreranno a questa geniale trovata saranno coloro che hanno perso il lavoro e certo non riusciranno mai a trovarlo se over 60.
Cosa fa chi ci governa per queste persone?
Nulla.
Ora perlomeno avranno la possibilità di indebitarsi più di quanto magari non lo siano già.
Possiamo sempre chiedere alla Fornero cosa proponeva di fare in questi casi!
Magari proponeva di vivere sotto i ponti in attesa si raggiungesse l'età utile per prendere la pensione.
La legge Fornero non si tocca!!!
Sarebbe troppo intelligente farlo !
Aiutiamo banche ed assicurazioni !!!!!!

Rita Bernabini 17.06.16 19:44| 
 |
Rispondi al commento

questo Governo ed i precedenti stanno privatizzando tutto ciò che di pubblico è stato creato dal 1947 ad oggi, e come se non bastasse anche gli elementi naturali come l'acqua, l'aria e la terra, necessari alla vita biologica dell'essere umano.
Per bere il conto in banca devi avere!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 17.06.16 16:09| 
 |
Rispondi al commento

BASTAAAAAA! Mi avete convinto; voto e voterò sempre per il M5S.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.06.16 13:42| 
 |
Rispondi al commento

http://ragusa.gds.it/2016/06/16/voto-di-scambio-con-
la-mafia-9-indagati-a-vittoria-anche-i-due-
candidati-sindaco_527033/


Ma coloro che sono al governo, si rendono conto dell'assurdita' demenziale, di questa proposta? E i sindacati? Non ci sono parole.E questo sarebbe un governo di sinistra? Ma mi faccia il piacere, diceva Totò.

Lucia antonacci 17.06.16 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Questi politicanti sono coloro che hanno creato il terrorismo o il radicalismo cioè questi creano rabbia nella stessa comunità in cui governano ,figuriamoci nei paesi dove nn sono terre nostre!questa delle pensioni é assurda come é assurdo dare 80 euro a chi lavora mentre ci sono milioni di famiglie senza reddito !Cmq i cinque stelle possono essere la vera democrazia in un mondo dove la politica ha creato solo disastri!SPERIAMO CHE QUESTO CAMBIAMENTO POSSA INIZIARE DA ROMA E TORINO!

Claudiog 17.06.16 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Sono strasicuro che la maggior parte di quelli fregati ,da... bankitalia dalla consob e dalle varie etrurie,voteranno ancora per i loro rapinatori.Sono altrettanto sicuro,che la morte della deputata inglese Jo Cok sia da attribuirsi ai suoi "amici",tutti i sondaggi davano in vantaggio i fautori dell'uscita dall'Europa,gli unici che avevano interesse di far cambiare i"sondaggi "con un qualcosa di eclatante erano solo i suoi "amici",quelli di ...ce lo chiede l'Europa.

Canzio R. Commentatore certificato 17.06.16 09:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sgombrato il campo dal senso di colpa che è stato instillato nella gente per indurla a pensare che andare in pensione non abbastanza disfatti sia un privilegio e un indice di mollezza, osservo quanto segue.
Bisognerebbe non proseguire più con la cultura delle soluzioni "per sacrifici" (funzionale per altro alla diffusione di un clima cupo adatto alla manipolazione) ma impostare una cultura delle soluzioni "per investimenti".
Per esempio:
1)Aliquote pensionistiche progressive come avviene per le imposte.
Perché chi guadagna di più deve versare solo il 9 o 10% in contributi previdenziali?
Ne versi di più. Una parte andrà ad arricchire la sua pensione, un'altra parte contribuirà al sistema generale. Parlo di aumenti delle aliquote solo nella quota a carico dei lavoratori. Altrimenti, poverine, le aziende vedono aumentare il costo del lavoro.
2) Non penalizzazioni se si va in pensione prima, ma possibilità di versare volontariamente di più magari dai 50 anni in poi e così andare prima in pensione. E' evidente che nella fase finale della carriera si hanno retribuzioni più alte e questo tipo di investimento si potrebbe fare. Oltre questo effetto economico e di tipo personale, il meccanismo avrebbe anche quest'altra conseguenza. Generalmente, nella fase finale della carriera si occupano posizioni apicali che verrebbero liberate consentendo mobilità verticale nelle aziende e nuove assunzioni.
3) Ipotizzare la possibilità di negoziare un proprio welfare. Non tutti hanno le stesse esigenze. Io potrei tranquillamente pagarmi i farmaci per l'ipertensione e limitarmi a fruire del servizio sanitario nazionale solo per gravi interventi. Però preferirei andare in pensione prima per esigenze personali o familiari e così via.

Cesare R., Pomezia Commentatore certificato 17.06.16 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le pensioni retributive non sono piu sostenibili per demografia , ed il saldo netto di riempirsi di poveri da immigrazione per sostenere le pensioni retributive ha costi collaterali che la rendono una soluzione non soluzione .

Le pensioni contributive non hanno la possibilita di rendimenti accettabili visti i tassi negativi che ci saranno ancora a lungo .

Il lavoro con la attuale fiscalita e normativa rimane " stitico" .

E il concetto stesso di pensione e lavoro che vanno adeguati alle tecnologie ed alla globalizazzione .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 17.06.16 08:50| 
 |
Rispondi al commento

Proposte 5 stelle sui vergognosamente definiti precoci ? Quale supporto è in atto alla proposta Damiano sui 41 anni di contribuzione per la pensione ?
E se incrociassimo i dati fra precoci e usurati ?

Domenico Gaudioso 17.06.16 08:13| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA NON É SOLO L'EREDITA' DELLA POLITICA MA PURE DI CHI L'HA SOSTENUTA E LA CONTINUA A SOSTENERE !!!
COMUNQUE POTEVATE ANCHE COMPERARE 40.000.000 DI AUTOVEICOLI IN ITALIA SENZA BUTTARE 5-6.000 MILIARDI DI EURO ALL'ESTERO (OLTRE 100 ANNI DI FINANZIARIE !!!) O UTILIZZARE IL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE SENZA COSTRUIRE LE INUTILI, ILLEGALI E DANNOSE PERIFERIE, FONTE DI TUTTI I MALI CONTEMPORANEI !!!

Franco Della Rosa 17.06.16 06:48| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
un modo utile di sfruttare il blog è riempirlo di contenuti e del massimo possibile di riferimenti dove poter verificare e constatare presunte verità e falsi.
Tutto il più possibile vero.
Ovviamente anche le constatazioni e valutazioni personali ma
DOPO
altrimenti non si produce conoscenza vera (imparo ad apprendere da solo).
Abbiamo bisogno di una nuova classe dirigente, colta preparata e fidata.
Il tifo non ci aiuta anche se dà soddisfazione al momento

stefano tufillaro 17.06.16 05:40| 
 |
Rispondi al commento

i soldi per pagare la bol-drini e la feccia che vuole importare e dargli pure la cittadinzna da qualche parte li devono pur prendere!

il m5s la appoggia da sempre quindi siete corresponsabili.

uto ughi 17.06.16 03:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci sono poche soluzioni per risolvere i problemi italiani ,la più semplice imparare a votare

chiari a. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.06.16 21:31| 
 |
Rispondi al commento

"Ricordo che la Consob è un'Autorità indipendente per legge" dice Pier Carlo Padoan al termine della sua risposta all'interrogazione della nostra portavoce Carla Ruocco, che ieri è tornata a chiedere le dimissioni del presidente Giuseppe Vegas responsabile di aver tolto il prospetto informativo sulle obbligazioni subordinate.
Per Padoan, che è ministro dell'economia di un governo forte con i deboli e debole con i forti, è normale che i risparmiatori di Banca Etruria non ricevessero gli scenari probabilistici dei rischi connessi agli investimenti in obbligazioni derivate.

Pier 16.06.16 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Quindi facendo due calcoli rapido su una pensione di 1000 euro togli il 30% di tasse e sono 700, togli il 15% per il pagamento del prestito e sono il 45%, non lo dicono ma sarà sicuramente il 15% del lordo non di certo del netto. togli l'assicurazione obbligatoria che dovrai fare e si fregano un'altro 5/10%. e ti rimangono circa 450 Euro al mese.
Una pensione sociale.
e si, è proprio vero che in Italia lavorare è sconveniente.
Conviene campare di espedienti e prendersi una sociale, almeno non sprechi il tuo tempo libero.

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.06.16 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Cercano di tamponare una situazione indecente, ma non si parla di abolire la legge Fornero... Qualche contentino come se gli fregasse qualcosa e anche un aiutone a banche e assicurazione

donatella DEL TURCO (doni.dt), LA SPEZIA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 16.06.16 18:42| 
 |
Rispondi al commento

dal bomba non ci si poteva aspettare altro.... come ho sentito la notizia al telegiornale ho pensato subito all'ennesimo regalo alle banche (ormai abbiamo perso l'anello al naso, non lo faccio così intelligente, la legge l'hanno scritta i banchieri).
mi spiego meglio
- le banche sono in default costantemente minacciate dall'Europa.
- prestano soldi che naturalmente non hanno (soldi virtuali spostati da una parte all'altra, hanno sempre fatto così).
- man mano che il pensionato rende i soldi alla banca, il capitale della banca aumenta, e il gioco è fatto (almeno per la banca) tanto garantiamo noi con l'inps.
- nel caso comunque vada male, saranno aggrediti i capitali mobili o immobili del pensionato ed/o eventualmente quello degli eredi (aspettare per credere, quando il M5S smonterà pezzo per pezzo la legge, non mi risulta che siano noti i particolari), intanto il bomba ha già detto di stare sereni.....

e poi non dite che il bomba non ama i pensionati (unica fonte certa di reddito con rating AAA+, sui lavoratori non ci può più contare, dopo le fantastiche leggi sul lavoro le banche hanno tagliato il rating dei lavoratori portandolo a BBB- o junk bond)

Dave F Commentatore certificato 16.06.16 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PENSIONI E PRESTITI BANCARI

Quando iniziammo a lavorare,tanti anni fa, eravamo d’accordo con lo Stato che dopo anni di contribuzione saremmo andati in pensione al momento stabilito. Era un patto ben preciso...
Con la Legge Fornero il governo Monti ha violato questo patto per far cassa sui pensionati causando esodati, indigenti e disoccupati di ogni età, compreso i giovani. Ora questo lungimirante governo propone il prestito con le banche per chi vuole andare in pensione qualche anno prima per restituire poi la somma con gli interessi: la cosa ancora più insopportabile è che gli stessi sindacati stanno orientandosi ad accettare questa nefandezza.
Rimane sempre un gravissimo furto ai danni del cittadino: la legge Fornero va dichiarata anticostituzionale e completamente abrogata, perché non si può far cassa sui poveri lavoratori. L’espediente del prestito è davvero una presa in giro ed i sindacati hanno il compito di salvaguardare gli interessi dei lavoratori e non quello delle banche e dei partiti che ci governano! I soldi, se si vuole, si trovano (pensioni d'oro, sprechi, corruzione ecc)... (Una vittima dellla legge Fornero)

PIER ANGELO PIAI, cividale del friuli Commentatore certificato 16.06.16 18:24| 
 |
Rispondi al commento

bastian contrario

In paese indebitato all'inverosimile ..

dove si trovano i soldi per mandare in pensione prima lavoratori , esauriti ,sfibrati ,non in grado di riqualificarsi ?

la soluzione del governo è corretta ,
LO STATO APRE UN MUTUO con le banche e il cittadino accetta una pensione inferiore ..

tutto logico e liscio ?
forse NO

come sono i tassi di interesse per lo stato ?
a tasso fisso , forse conviene
a tasso variabile ??

Non è che con questo modulo ,si trova un nuovo sistema per mantenere,foraggiare ,per altri decenni,uno stato ingordo,obeso,ottuso,insostenibile per i cittadini italiani ?

SE
questa proposta fosse stata fatta in contemporanea a tagli draconiani allo sperpero dei soldi pubblici , a cominciare dal più di un milione di persone che vivono direttamente o indirettamente di politica sulle spalle dei cittadini ..
l'avrei ritenuta VALIDA ..


purtroppo è stata fatta da un PAGLIACCIO
che compra aerei quadrimotori blu , senza avere i piloti italiani in grado di guidarlo ..
amico e parente di bancarottieri

avere dei GROSSI sospetti e pensare male non è solo lecito ..
E' DOVEROSO !

-_-

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.06.16 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Go Brexit, fuori dall'euo(pa), thanks

gianni f. Commentatore certificato 16.06.16 18:01| 
 |
Rispondi al commento

Alla vergogna non c'è mai limite... un nuovo modo per ingrassare i soliti noti!!!
Assurdo, mettono in vendita i diritti (che già di per se è una vergogna immane), e tra il resto lo fanno pure tramite banche private (immancabile ciliegina all'italiana).

Alessandro Moser 16.06.16 18:00| 
 |
Rispondi al commento

bildelberg divide et impera.
tutto in mano alle banche e poi a noi? i pagherò

gianni f. Commentatore certificato 16.06.16 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Da ex sindacalista non posso che dare gran parte della colpa di questa situazione alla Confederale.
Ebbene si. E da anni che c'è un continuo smembramento di diritti dei lavoratori che avviene con il tacito assenso dei sindacati.
Ancora oggi mi meraviglio quando in tv vedo lavoratori sbandierare la loro sigla sindacale nelle manifestazioni. Assurdo!
Purtroppo dei sindacati è rimasta solo una squallida facciata.
Se si vuole cambiare il paese, recuperare diritti e onore bisogna andare alle urne e scegliere M5S, l'unica vera strada percorribile.

Maurizio P. Commentatore certificato 16.06.16 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate eh, ma non ho capito una cippa!!! l'articolo è scritto per una persona già al corrente di questa cosa...

In pratica il pensionato dovrebbe chiedere un prestito? perchè dovrebbe? ...mah. Chiedo scusa per la mia ignoranza ma ripeto, non ho capito.

Comunque sempre forza M5S.

Alessio S., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 16.06.16 16:57| 
 |
Rispondi al commento

La verità è che il governo non vuole più pagare le pensioni. Ne abbiamo le prove con la legge fornero,la costituzione dei lavoratori decapitata,il lavoro fisso non esiste più. Per fare che questo accadda,promuove strategie di massa.pubblicizza la soluzione della pensione fai da te.tradotto vuol dire che i risparmi dei giovani lavoratori oltre a pagare le tasse sulla busta paga,devono andare in banca per stipulare una pensione integrativa dove teoricamente la stessa come in un salvadanaio conserverà quello che avete accumulato in 45 anni di vita lavorativa,per ridarvelo quando andrete in pensione.bugie,il denaro che consegnerete in banca verrà reinvestito dalla banca stessa.voi firmerete questo passaggio e sarete responsabili di future spequlazioni andate a male.leggete bene prima di firmare quei documenti scritti con caratteri piccolissimi.Oggi la popolarità del conto in banca come risorsa messa al sicuro cade in basso vertiginosamente.quante banche sono fallite,o meglio quanti concorrentisti sono finiti all'astrico.oggi la notizia terribile di un uomo che si è tolto la vita perche la banca gli ha prosciugato il conto.Per concludere lo scenario futuro, diciamo che i giovani d'oggi andranno in pensione a 70 anni con una pensione ai limiti della sopravvivenza.il governo incasserà sempre più così da assicurarsi ai suoi ministeri vitalizzi e pensioni d'oro.Ritorneremo come all'epoca di robin hood.fermiamo tutto questo,siamo ancora in tempo.viva il M5S

Roberto A. Commentatore certificato 16.06.16 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma hanno detto: NON E' una questione ideologica.
Excusatio non petita accusatio manifesta.

No certo e chissà cos'è.
E' chiaro che l'Europa sta imponendo tutta una serie di misure per eliminare il welfare.
Ognuno per sé, a meno che 'sé' non siano quei pochi che ci comandano. Allora siamo tutti per loro.
Questa è eugenetica 'manifesta'. Ma 'loro' vi si sottraggono.

Fabio A., Gargallo Commentatore certificato 16.06.16 15:52| 
 |
Rispondi al commento

non mi fido dei sindacati, vedi le loro pensioni si sono tutelati con i diritti acquisuti, perchè il movimento 5 stelle crea un sindacato ?

francesco 16.06.16 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Un provvedimento del genere é criminale!

Ma i pre-pensionati saranno in grado di evitare l'ennesima trappola ???

Rolando D., Imola Commentatore certificato 16.06.16 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Una boiata pazzesca.

Dal Col Claudio 16.06.16 15:34| 
 |
Rispondi al commento

LE DONNE IN PENSIONE A 70 ANNI E PIU'.

Riforma Pensioni Art. 24 comma 7 legge FORNERO.
Secondo la riforma Fornero, le donne, dovrebbero andare in pensione a 65 anni.
A CONDIZIONE, però, che la loro pensione ammonti a 1,5 volte l'assegno sociale, che è di € 5.818/anno, che x 1,5 fa € 8.727/anno, cioè, € 671 mensili.
Se la loro pensione dovesse risultare inferiore al suddetto importo, dovranno attendere i SETTANTA anni (salvo adeguamento”aspettativa di vita”)

Per ottenere una pensione di € 8.727annui, occorre aver versato all’INPS, un Montante Contributivo di € 155.284 (155.284x 5,620% di coefficiente di calcolo, fanno € 8.727/anno).
Una lavoratrice part-time, con una paga di €650/mese, paga di contributi INPS, € 2.692/anno.
Quindi, per raggiungere un Montante Contributivo di € 155,284
DEVE LAVORARE 57ANNI E 6 MESI.

Notare le “chicche” seguenti:
1° Resta in ogni caso ferma la disciplina di adeguamento dei requisiti di accesso al sistema pensionistico, agli incrementi della “ASPETTATIVA DI VITA” ai sensi del D.L. 31 maggio 2010 art.12.(oggi calcolata in 3 mesi/anno).

2° l’assegno sociale, sarà rivalutato anno per anno, quindi, il Montante Contributivo dovrà essere sempre più alto e non solo, per ogni €10 di aumento dell'assegno sociale, il “tetto minimo”di pensione dovrebbe aumentare di €15. (€10 x 1,5 = €15).

AntòAvenza 16.06.16 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Prestito per andare in pensione 3 anni prima:
1 prestano 3 anni di pensione, restituibili in 20 anni.
2 INPS garantisce la banca che ha concesso il prestito.
3 Tagli alla sanità, così, il Pensionato Indebitato, camperà pochissimi anni.
4 INPS risarcisce la Banca per la quota di debito rimanente.
5 INPS va in default. Rimangono solo i soldi per i dipendenti pubblici ex INPDAP, confluita nell’INPS con 12 miliardi di debiti (il Datore di Lavoro, non versava i contributi previdenziali).
Et voilà.

AntòAvenza 16.06.16 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Potrebbe sembrare una beffa, ma e' proprio vera quest'ultima trovata geniale del governo Bomba. Quando si dice voler cambiare ad ogni costo anche se in peggio. Le banche naturalmente ringraziano per il nuovo affare, ben sapendo che i bassissini interessi pubblicizzati dal governo sono destinati ad aumentare non appena si verifichera' un inevitabile rialzo dei tassi. Per fortuna i pensionati sono molto piu' numerosi delle banche e lo faranno vedere nelle urne.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 16.06.16 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Sembra abbiano già messo avanti le mani...: il mutuo sarà garantito dall'Inps e i gli eredi non verranno interessati!?!?!?
Aspettiamo il decreto?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 16.06.16 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori