Il Blog delle Stelle
I servizi essenziali a rischio

I servizi essenziali a rischio

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 2

di MoVimento 5 Stelle Camera

Il ricatto del governo ai Comuni è giunto a un livello intollerabile. I servizi essenziali sono a rischio. Immaginate scuole o asili senza riscaldamenti, assistenza agli anziani che si riducono ulteriormente, trasporto pubblico locale in tilt. Il decreto Enti locali che si vota oggi alla Camera con l’ennesima fiducia, partito con la scusa di sistemare alcune emergenze, è pieno di regali, mancette e marchette. Un decreto che conferma la logica del pareggio di bilancio che tanto ha gravato sugli enti locali negli ultimi anni.

Sono previste sanzioni per quei sindaci che puntano a chiudere anticipatamente i loro mutui. Viene punito chi, virtuosamente, restituisce i soldi al prestatore (per esempio le banche o la Cdp). Il testo contempla un fondo di ristoro parziale, ma solo per quest’anno. Il Patto di stabilità e il pareggio di bilancio comprimono la possibilità dei Comuni di erogare servizi ai cittadini. Non sono passate le nostre proposte per consentire ai primi cittadini di rinegoziare i prestiti, abbassando i tassi di interesse pagati a banche e finanziatori.
E’ uno scandalo se si considera che i comuni hanno pagato più di tutti il consolidamento dei conti degli governi. Addirittura 17 miliardi di euro tra il 2010 e il 2015, nonostante le città incidano appena il 2,5% sul totale del debito e appena il 7,6% dell'intera spesa pubblica.

Governo e maggioranza hanno già dimenticato la tragedia ferroviaria di Puglia. Ben 75 milioni di euro che erano vincolati e finalizzati alla spesa per la sicurezza del trasporto su ferro sono stati svincolati dal decreto per altri usi in seno al settore. Uno schiaffo alle vittime di Andria e Corato.
E che dire di Equitalia? A chiacchiere, il Bomba dice sempre di volerla abolire, ma poi si va avanti di rinvio in rinvio (siamo al nono) per una querelle che ormai prosegue dal 2012. Parliamo della possibilità per gli enti locali di avvalersi della Spa della riscossione. Il MoVimento 5 Stelle ha una pdl pronta per la cancellazione del carrozzone Equitalia. E molti dei nostri sindaci l'hanno già sostituita nelle loro città. Nessuno dovrebbe fare profitto sulla riscossione.

Il decreto cristallizza poi un accordo truffa tra il governo nazionale e quello regionale per cui la Sicilia accetta un contributo annuo di 500 milioni a fronte di una rinuncia di svariati miliardi di tasse prodotte sul territorio isolano e che alla regione sarebbero dovuti restare (si parla di oltre 4 mld di euro di sola Irpef e accise sui carburanti nel 2014). Un accordo che, tra l’altro, calpesta lo statuto regionale perché quest’ultimo non può essere modificato con legge ordinaria, equivalendo a norma di rango costituzionale.

Il dl Enti locali fa infine un favore evidente a un eminente sindaco del Pd: Enzo Bianco (possibile futuro presidente Anci). Il testo consente infatti ai Comuni che presentano un piano di riequilibrio di bilancio di inserire in esso, di aggiornarlo e di modificarlo in corsa anche con i debiti fuori bilancio o i disavanzi risultanti dal rendiconto approvato. Ciò alla faccia della Corte dei conti che non consentirebbe interventi su previsioni errate.

Il Partito democratico, insomma, ricatta i sindaci ed elargisce marchette a qualcuno tra loro più compiacente. Ma questo atteggiamento i cittadini lo pagano sulla loro pelle. Il M5S, invece, difende i Comuni senza distinzioni di colore politico. Il Paese ha bisogno di un governo a Cinquestelle.

21 Lug 2016, 13:34 | Scrivi | Commenti (2) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 2


Tags: enti locali, M5s, MoVimento 5 Stelle

Commenti

 

Questa è una bella vergogna e poi il pdc va dicendo che non ha aumentato le tasse.

Rosa 21.07.16 20:35| 
 |
Rispondi al commento

La scelta di far pagare ai Comuni, cioe' ai cittadini, il pareggio di bilancio e' puramente politica, quindi del governo. Perche' quell'obiettivo si puo' ottenere in tanti modi diversi, tagliando un altro tipo di spese, e ce ne sono tante meno necessarie dei servizi ai cittadini. Oppure recuperando somme piu' consistenti da corruzione ed evasione fiscale, tagliando pensioni d'oro e privilegi dei politici, imponendo una patrimoniale sulle rendite, tagliando le spese militari etc. Si colpiscono invece i cittadini piu' deboli che gia' di loro hanno una montagna di problemi. Speriamo che se ne ricordino al momento opportuno.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 21.07.16 15:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori