Il Blog delle Stelle
Lo scandaloso taglio di 75 milioni alla sicurezza dei trasporti

Lo scandaloso taglio di 75 milioni alla sicurezza dei trasporti

Author di MoVimento 5 Stelle
  • 14

di Commissione trasporti MoVimento 5 Stelle Camera

Nel decreto Enti locali in discussione in commissione Bilancio della Camera, è previsto il taglio di 75 milioni di euro per la sicurezza delle infrastrutture e del trasporto pubblico. E quindi per la sicurezza ferroviaria. Al di là delle parole di cordoglio e di dolore sono questi gli atti che testimoniano dove questo governo pensa di tagliare. È un taglio scandaloso, oggi, alla luce del lutto pugliese, lo è ancora di più.
Questi soldi verranno ripartiti tra le aziende di trasporto pubblico virtuose, quindi saranno spesi per nuovi treni o più probabilmente per far fare maggiori utili a quelle aziende. SCANDALOSO!
Noi abbiamo presentato un emendamento, che è stato dichiarato inammissibile, affinchè questi soldi siano vincolati alla sicurezza ferroviaria.
Non ci arrendiamo: lo ripresenteremo in Aula spiegando che vogliamo togliere i soldi dalle opere inutili, tipo la Tav di Firenze, che lo stesso Pd considera inspiegabile, per vincolarli alla sicurezza.

banneri5s2016.jpg

13 Lug 2016, 12:23 | Scrivi | Commenti (14) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 14


Tags: MoVimento 5 Stelle, sicurezza, trasporti

Commenti

 

Lo avevo scritto che la colpa o le colpe le avrebbero date ai capo stazione. Che questi "pseudo politici si facciano un viaggetto da Bari in giù per vedere l'effetto che fa" . sono indefinibili.

alegna d., argenta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.07.16 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Le aziende private che controllano e mal gestiscono i servizi pubblici, pagati con il denaro pubblico, sono loro: le lobby dei partiti.

Fuori queste organizzazioni private dal pubblico servizio, chiudendo il rubinetto del pubblico denaro che vede lo Stato sempre più indebitato nei loro confronti e con il bilancio in perdita.

Fuori queste aziende dalle competenze dello Stato. Via i partiti, riprendiamoci la politica e le nostre istituzioni.

Roberto Padova 14.07.16 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Ecco chi sono i veri colpevoli non c'è più niente da cercare, ora hanno tutto , il colpevole materiale che sarà anche capro espiatorio, e i colpevoli autentici, ma questi sono sempre in una nuvola nebbiosa che li confonde e vedrete che faranno il gioco del cetriolo gira-gira-gira sappiamo già a chi va.... povero caprone.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 14.07.16 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono pugliese e sono un pensionato bancario che, per motivi di lavoro, ha avuto la disgrazia di dovere lavorare in Piemonte. L'ambiente cittadino NON mi ha accolto e NON mi ha trattato con modi benevoli, anzi ho dovuto "faticare" molto per fare compredere ai "MANDROGNE" quanto potessi valere.
Gli unici che hanno dimostrato amiciza verso di me è stata una coppia di "oriudni" alessandrini, cioè originari del Veneto, che hanno la nomea di essere denominati i "meridionali del NORD".
Ho scritto ciò per evidenziare la considerazione che molti hanno verso i meridionali. Credo che la medesima considerazione sia nella mente di chi ci governa perchè non comprendo il mitivo che spinge
i nostri POLITICANTI a stanziare miliardi di euro per incrementare i migliramenti atttuati(in ogni attività) e non si aboliscono le differenze che vi sono tra gli unterventi economici effettuati nel Contro-Nord e non rendere idoneo il servizio ferroviario meridionale, che è obsoleto, e per renderlo efficace come quello che è attualmente nel settentrione?
Le conseguenze sono cronaca di questi giorni: uno scontro frontale tra due treni con decine di morti (23?) e molti feriti!!!.
E' ciò che farà "stare sereni" gli Italiani?
Mai frase fù più esatta:
"ABBIAMO FATTO L'ITALIA, ORA DOBBIAMO FARE GLI ITALIANI!!"-
Noi del Sud, siamo ancora in attesa, dal 1860, di diventare "ITALIANI"!!
Per raggiungere questo traguardo, servirà, forse, una guerra civile e fraticida?
Il buon governo della nazione avrebbe fatto in modo che queste differenze esistenti non vi fossero, anzi, farebbe sentire gli italiani orgoglisi di vivere in una simile nazione.
E' ciò che avviene per alcuni italiani.
A causa dei governi che abbiamo, vi sono alcuni pensionati italiani che, per motivi economici, trasferiscono la loro residenza in nazioni meno esose e dove il "monte tasse" sia sostenibile, se non proprio ZERO!!
Qualcuno obietterà dicendo che NON E' CORRETTO AGIRE IN TALE MODO.
Risposta: Quello del governo è C O R R E T T O ?

marcello acquaviva 14.07.16 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Le linee ferroviarie a binario unico non sono meno sicure di quelle a doppio binario. Una grandissima parte di ferrovie nel mondo è a binario unico perché le esigenze di traffico o le caratteristiche del tracciato rendono inutile o impossibile il raddoppio.

Quello che conta è ciò che sta dietro alla linea, ossia i dispositivi di sicurezza che limitano moltissimo la possibilità di errore umano, e quindi gli incidenti.

Le moderne linee a doppio binario, ormai quasi tutte "banalizzate", non hanno più la caratteristica di avere un binario riservato per ogni senso di marcia, ma sono del tutto equiparabili a due linee a binario unico affiancate, perché i treni possono percorrere entrambi i binari in entrambi i sensi di marcia.

La sicurezza, anche in questo caso, è altissima perché i sistemi di controllo di ultima generazione permettono di agire anche sulla marcia del treno, fermandolo, qualora si verifichi un errore.

Marcello Mari 14.07.16 08:08| 
 |
Rispondi al commento

Tanto loro vanno in giro con la scorta e l'auto blu a spese nostre dei poveri pendolari non gli fotte un cazzo.

PIER L., CASAMASSIMA (BA) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.07.16 19:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sembra che sarebbero bastati circa 4 MLN euro per mettere un controllo sui binari che avrebbe avvertito il macchinista che nel giro di qualche km il binario era gia' impegnato.

4 MLN euro.

Hanno speso 5 MLD per 2 portaerei e altre navucole militari. Per fare le feste

tomi sonvene Commentatore certificato 13.07.16 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Senza ripetere volevo solo sottolineare i tre commenti precedenti, quelli di stefapur,alessio e lalla. Condivido pienamente.

mic fan 13.07.16 18:09| 
 |
Rispondi al commento

I tagli ai trasporti saranno sicuramente veri, ma sta di fatto che i soldi dell'europa per il doppio binario tutti dicono siano disponibili dal 2013 e che i lavori dovevano iniziare. Poi sappiamo come va al sud soprattutto con i vendolina sulle poltronissime, sono il fanalino di coda con mld di euro europei non utilizzati anche se richiesti perchè in ritardo anche nel presentare i progetti. Perle ai porci.

lalla b., venezia Commentatore certificato 13.07.16 17:51| 
 |
Rispondi al commento

buona sera

stavo ascoltando sky e ovviamente la tv di mistificazione dice che e' sicuro viaggiare su un binario unico perché oramai esistono le misure si sicurezza . i poteri forti interverranno sempre per coprire i veri responsabili . dovrebbero essere contenti che non hanno fatto la doppia tratta ora potranno fare una nuova lapide in segno di lutto , od il minuto di silenzio , o la fiaccolata pacifica . tutte cose belle e romantiche ma inutili . alessio

alessio altieri 13.07.16 17:01| 
 |
Rispondi al commento

I tagli si riferiscono a tt il tpl certo è inconcepibile che mentre stiamo ricevendo immagini da Giove si possa viaggiare ancora su binario unico....Dovrebbero nascondersi...... ma tutti da Berlusconi a renzi passando da Napolitano a Mattarella........rinunciate a qualcosa siamo un paese con le pezze al culo per pagare lo stipendio/vitalizio a ste merde!!!!!!!

stefapur@tin.it 13.07.16 13:46| 
 |
Rispondi al commento

AMA - PARTECIPATE - ROMA - ITALIA

Cara Virginia, e' giunto il momento che la Sindaca di Roma M5S, inizi un percorso di perfetto BENE dei cittadini. M5S non puo' e non deve curarsi degli interessi parassitari dei votoscambisti dipendenti AMA e dei criminali che li hanno orgnizzati. Romani e italiani hanno una grande speranza nel cambiamento. Dove i governanti facciano il BENE dei cittadini e ad un corretto costo.
OGNI differente percorso AMA lo assegni ad una diversa P.IVA e stabilisci per questo lavoro una retribuzione massima, parametrata alla diligenza di svolgimento del servizio, a quanta immondizia conferita ed a quanto questa sia correttamente diversificata. E, incarico con revisione MENSILE.
Quando sei pronta, fai partire queste P.Iva e metti in liquidazione AMA. Sicuramente basteranno molto meno della meta' delle risorse necessarie per AMA, e potrai cosi' pagare debiti e diminuire tariffe. E, poi anche ATAC...e, QUESTA e' la strada
Buon lavoro

tomi sonvene Commentatore certificato 13.07.16 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori