Il Blog delle Stelle
Nell'#Italia5Stelle l'acqua è pubblica

Nell'#Italia5Stelle l'acqua è pubblica

Author di Federica Daga
  • 11


di Federica Daga, M5S Camera

I passati governi finora hanno favorito le multinazionali, e un sistema nel quale l’acqua, bene essenziale alla vita, viene gestita dalle mani di un ristretto numero di poteri economico finanziari, il cui unico interesse è fare utili a discapito del servizio al cittadino, e fare bancomat con le nostre bollette. Beh, noi vogliamo rispettare la volontà espressa da 27 milioni di persone nel referendum del 2011 gestendo un'acqua pubblica fresca e limpida. Perché si scrive acqua e si legge democrazia. E’ ora di prenderci in mano il Paese, cittadini al governo nell'interesse di tutti. Ne parliamo a Italia 5 Stelle il 24 e 25 settembre a Palermo, c'è bisogno del contributo di tutti, donate!

banneri5s2016.jpg

25 Lug 2016, 10:27 | Scrivi | Commenti (11) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 11


Tags: acqua pubblica, Federica Daga, Italia 5 Stelle, Italia 5 Stelle 2016, Italia 5 Stelle Palermo, M5S, MoVimento 5 Stelle

Commenti

 

Questa è solo demagogia ma non abbiamo ancora fatto nezsuna proposta di legge nazionale concreta.

Pino 29.07.16 13:28| 
 |
Rispondi al commento

A dire la verità non ho alcuna fiducia della Daga.Un paio di anni fa volevo contattarla per inviarle dei documenti (l'ACEA di Roma che mi ha truffato una buona quantità di soldi).Non ci sono riuscito e dopo un messaggio alla sua email in parlamento.......con due righe mi ha liquidato e mi ha smistato ad un suo collaboratore di Ostia che non ho ancora avuto il piacere di conoscere.Io non cercavo rimborsi di sorta,volevo semplicemente offrirle una documentazione che provava la truffa datami e poteva avere una prova provata.Niente di più.Ovviamente ho evitato di cercare contatti con gli eletti del M5S in quanto parlano con gente del loro giro.Faccio salvi i nostri rappresentanti del calibro di Di Battista,Di Maio, Figo,Ruocco,Lezzi ed un'altra ventina della stessa capacità.Le mezze cartucce come la Daga se la tirano e pensano di essere capaci,non è così.Io sono un vecchio rimbambito che ha la massima fiducia di Beppe Grillo e dei collaboratori che ha avuto la capacità di buttare nella mischia,spero che tutti insieme possiamo farcela e nel frattempo mettere da parte gli incapaci che ancora abbiamo nelle file.

vittorio ferrara, roma Commentatore certificato 26.07.16 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Sbrighiamoci Federica
ci stanno ammazzando!!!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 26.07.16 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Il business dell'acqua ha dato i suoi frutti e quindi non la molleranno proprio, non gli interessano i concetti di acqua libera come l'aria, 2 elementi indispensabili per la vita, be intanto hanno imbrigliato l'acqua, probabilmente per l'aria ci stanno pensando. Siamo noi stessi che abbiamo incoraggiato il business dell'acqua con le minerali,(che poi esclusa qualcuna non sono minerali) bevendo acqua del nord e del sud scambiandocela a suon di trasporti lungo l'Italia con tanto di costi e inquinamento, già 20 anni fà il caro Beppe ci faceva satira comica con questi fatti. Per l'acqua da acquedotto, con la scusa della rete idrica e la sua manutenzione sono 60 anni che si fanno pagare la rete idrica, che dovrebbe ormai essere d'oro piuttosto che un colabrodo arrugginito. Allora i soldi dove vanno? sicuramente per mantenere la piramide gestionale: direttore, vice, i manager, i tecnici, gli ingegneri, i geometri e qualche operaio che dovrebbe pensare a tutto... Secondo me è tutto da riscrivere.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 25.07.16 21:32| 
 |
Rispondi al commento

L'acqua e' la fonte della vita e sono d'accordissimo che le tariffe relative alla sua fornitura siano le piu' basse possibile e che il servizio sia completamente pubblico. Il problema e' che questi Partiti storici e Sindacati e Giudici, hanno costruito OGNI situazione pubblica come perfettamente PARASSITARIA. Dove OGNI fornitura costa 10 volte il suo valore, OGNI lavoro costa 10 volte il suo valore ed OGNI dipendente produce 10 volte meno di quello che costa. E, NESSUNO finora e' MAI riuscito a ottimizzare queste cose. SPERIAMO che ci riesca M5S. Bisogna avere MOLTO bene presente gli interessi dei cittadini prima di tutto. Questo significa che quello che si fa loro risparmiare sulle tariffe acqua NON deve essere loro fatto STRAPAGARE con disservizi e debito pubblico.
Resterebbe molto sotto controllo pubblico anche facendo studiare BENE ogni situazione e facendo rilevare tempi e costi ed assegnando OGNI tratta ad una diversa piccola P.IVA, COME gia' descritto nei miei commenti riguardo AMA ATAC e viabilita'.

tomi sonvene Commentatore certificato 25.07.16 17:48| 
 |
Rispondi al commento

Visto che siete in Sicilia perche' non cercate di risolvere la situazione allucinante di Messina? Se non sbaglio oltre all'acquedotto bucato e ribucato (pare dolosamente), ne esiste un altro privato che butta l'acqua a mare. Non lo si puo' requisire ed espropriare per pubblica utilita'?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 25.07.16 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Giusto l'acqua DEVE essere pubblica e almeno per gli scopi vitali deve essere gratuita. Lo stato romano di 2000 anni fa la concedeva gratis a tutti. Non vedo perchè ai nostri tempi dovremmo pagarla da1-2 euro al mc in su. Anche la depurazione delle acque civili deve essere gratuita. Solo le acque da procedimenti industriali devono essere pagate da colui che ne usufruisce

pietro marceddu (sarduspater4), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 25.07.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento

MA L'ACQUA E' VITA FARLA GESTIRE AI PRIVATI E DARE LA NOSTRA VITA NELLE LORO MANI.

Quindi, qualsiasi cosa si scriva e si legga sia a favore che contro, ha dell'inverosimile, ha del fantascientifico, l'acqua come la terra il sole il mare è di tutti e nessuno deve o dovrà mai vantare diritti su tutto questo, perché sarebbe un attentato all'umanità e tali esseri spregevoli che della vita dei loro simili vogliono farne merce, dovrebbero essere trattati come terroristi e, assieme ai politici che li aiutano a far questo, ad essere condannati a vivere (per 6 mesi non di più ne basterebbero anche meno)in un deserto con l'acqua appena necessaria alla loro sopravvivenza sono certo che ritornati alle loro case si guarderanno bene dal dover fare le stesse cose.

MASCALZONI

Anche noi cittadini dovremmo ogni tanto rimanere senz'acqua forse ne capiremmo davvero la sua enorme importanza.

Al M5S l'ardua sentenza il giorno che governeranno con i voti di chi delega gli altri a risolvere i loro problemi standosene comodamente seduti a guardare le meravigliose partite di calcio e urlare per un gol.

Angelo dom 25.07.16 14:19| 
 |
Rispondi al commento

se il popolo non capisce non reagisce, le cricche e cosche di amici ne approfittano, vedi referendum trivelle, c’era la possibilità di prendere a schiaffi questo governo invece….

Sembra tutto vano e inutile in questa Italia moribonda o in putrefazione, dove le coscienze individuali e collettive sono state cancellate un poco alla volta in decenni di politica infame intenta a distruggere l’istruzione scolastica e comprare corrompere l’informazione mediatica di massa, in un combinato disposto per obnubilare le menti di molti troppi esseri umani trasformati in beoti tifosi del calcio marcio e teledipendenti da grande fratello, ormai a questo ammasso di larve umane scivolo addosso qualunque nefandezza la politica compia.

Un esempio eclatante il referendum per l’acqua pubblica, i cittadini non si rendono conto del furto perpetrato e perpetuo che la politica in combutta con gli speculatori-prenditori hanno compiuto indisturbati sotto gli occhi di tutti, paghiamo l’acqua a holding economiche e finanziarie straniere con CDA dal costo di milioni di euro composto da trombati della stessa politica infame.

Quindi di cosa ci dovremmo meravigliare del canone i bolletta?
Nessuno giornalista ha il coraggio di scriverlo o dirlo con chiare parole in tv che siamo un popolo morto, prepariamoci ad ammainare la bandiera tricolore e issare quella USA o francese forse tedesca, oppure lasciar cadere nel nord Africa un pezzo della penisola a sud di Roma e annettere il centro nord alla Bavaria, restituire il trentino all’Austria, il Friuli alla Slovenia, Val d’Aosta e Piemonte alla Francia, ma comunque sia l’acqua la pagheremo ai privati che s’arricchiranno su un bene pubblico e collettivo… ma tale principio o concetto non sarà capito dalla massa priva di coscienza e orgoglio unitario.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 25.07.16 12:33| 
 |
Rispondi al commento

A Savona avevamo un acquedotto comunale che forniva buona acqua ad un prezzo accettabile. Ora, secondo chissa' quale principio, l'acquedotto e' di proprieta' della IREN SPA. Quotata in borsa. Ma ci l'ha deciso? Perche? Non abbiamo votato per l'acqua pubblica????

federico rognone 25.07.16 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori