Il Blog delle Stelle
Sandra Bertin, la poliziotta di Nizza che lotta per la verità

Sandra Bertin, la poliziotta di Nizza che lotta per la verità

Author di Marcello Foa
  • 19

di Marcello Foa

In Francia sta succedendo qualcosa di straordinario. Come molti di voi avranno saputo una poliziotta, Sandra Bertin, che il 14 luglio era responsabile della videosorveglianza a Nizza, ha denunciato le pressioni subite dal governo per modificare il rapporto su quella tragica notte (leggi anche il post: Che succede a Nizza?).
Un donna con la schiena dritta che però ora viene sottoposta a pressioni indicibili. Il ministro Cazeneuve l'ha denunciata per diffamazione, il governo continua a rilasciate dichiarazioni durissime contro di lei, a cominciare dal premier Valls, volte a intimidire chiunque contesti la versione ufficiale.
Roba da far vaccillare chiunque. E invece la Bertin non arretra e non ritratta una virgola. La polizia e il sindaco di Nizza si sono schierati al suo fianco. Credono alla loro agente, che d'altronde non ha ragioni per mentire.
E non sono soli.
Su internet è scattata la solidarietà dei cittadini, che hanno aperto una pagina Facebook di appoggio alla Bertin, la trovate qui.
Potete sostenerla anche voi. Io l'ho fatto. Questa è la Francia che merita la nostra ammirazione. La Francia che difende la libertà, la giustizia e la democrazia.
Qui l'intervista alla Bertin.

banneri5s2016.jpg

25 Lug 2016, 18:23 | Scrivi | Commenti (19) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 19


Tags: attentato nizza, Francia, Marcello Foa, Nizza, Sandra Bertin

Commenti

 

ammiro il comportamento e il coraggio della Sandra Bertin, è il senso dell'onestà e amore della verità che prende piede dappertutto. Comunque anche in Francia la sinistra si dimostra arrogante e prepotente con i deboli.
Forza Sandra hai tutto il nostro appoggio morale.

antonio 28.07.16 17:49| 
 |
Rispondi al commento

C'è davvero qualcuno tra voi che abbia creduto a ciò che i media hanno raccontato sulla finta strage di Nizza? I poliziotti che corrono a fianco del camion e non fanno nulla per fermarlo, non vi ha detto nulla? Avete visto morti? Come possono esserci dei dispersi lungo un viale di Nizza? Annunci per allocchi boccaloni, nulla di più.
Lo scopo è duplice? Giustificare i bombardamenti francesi in Siria e aprire il sipario all'arrivo del vero terrorismo, che arriverà ed è il governo stesso che gli aprirà le porte. La Francia, infatti, sta per esplodere e questi delinquenti lo sanno.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.07.16 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Per me onore al senso civico dei francesi:
perche' c'e' chi ha la schiena diritta ed e' supportato dai suoi superiori,
perche' ci sono amministratori locali che disubbediscono ai dictat dello stato centrale

perche' i giornali (tutti, non solo giornali alternativi, io mi sono informato su lemonde e lefigaro) riportano le porcherie del governo

perche' i cittadini se ne sono fregati degli europei di calcio e hanno continuato a protestare contro il loro jobact

dobbiamo imparare da loro a essere cittadini e non sudditi

Ernesto G., Crema Commentatore certificato 26.07.16 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Road Blocker
https://www.youtube.com/watch?v=04885w7cQ_g

id &as Commentatore certificato 26.07.16 16:12| 
 |
Rispondi al commento

La vecchia storia di Davide contro Golia. Quella volta vinse Davide ma in genere succede il contrario. Noi comunque siamo senza riserve dalla parte dell'eroica poliziotta contro l'arroganza del potere.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 26.07.16 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Sandra condivido il tuo comportamento... continua così in questo modo potrai andare sempre a testa alta... denuncia a tutti i francesi e al mondo i politici corrotti.

Roberto Gaibisso 26.07.16 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Tutta la mia stima.

tomi sonvene Commentatore certificato 26.07.16 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo ordine mondiale lo si deve effettuare a tutti i costi

DUSGUSTATO 26.07.16 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Io non voglio credere in un "ordine mondiale" che ci sovrasta e tenta di governarci.

Ma a leggere certe cose avvenute in Grecia così come in Francia, con l'approvazione della "loi travail" senza votazione del Parlamento ma con l'uso (e l'abuso) dell'articolo 49.3 della Costituzione francese, uno non può impedirsi di pensare che "qualcosa" non quadra. E' evidente il tentativo di appiattire e togliere i diritti faticosamente conquistati in decenni di lotte sindacali, non solo in Italia ma nell'Europa tutta e probabilmente nel mondo.

Ingenuamente pensavo che le manovalanze indiane, vietnamiti o cinesi avrebbero piano piano ottenuti i nostri stessi diritti, per giusto desiderio di giustizia sociale, per conquista della consapevolezza mentale. Invece no, saremmo noi a doverci adeguare ai loro stipendi, alle loro paghe da fame, alle loro ingiustizie, arricchendo sempre di più pochi ed impoverendo sempre di più tanti.

Ma che mondo è questo, con governanti, ministri ed industriali che mentono, imbrogliano e rubano quando sono già ricchi sfondati? Ma quante bocche hanno per mangiare, quanti "sederi" hanno per andare al bagno, quanto indecente ed inutile lusso si devono poter permettere?!?

Triste fine sta facendo l'umanità, diretta come lemmings verso il precipizio del consumo, della menzogna e della barbaria!

W il M5S!

Roberto A., Massa Martana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 26.07.16 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
BASTA... siamo ancora in pochi a dirlo, non perchè gli altri ancora possono sopportare, siamo tutti allo stremo, ma perchè si vive in una specie di torpore, surreale, come se la cosa non ci riguarda, si è sgomenti su ciò che accade ma senza reazione, come nella lettura di un giallo, quando ti stufi chiudi il libro. Qui è diverso stiamo per chiudere la nostra vita, il nostro futuro e della prossima generazione, che può anche non riconoscere il disavanzo che si è creato. Bella responsabilità ci stiamo addossando e solo noi, perchè chi è senza scrupoli tale rimane. L'armata politica nostra deve mollare ORA o lasceranno una tabula rasa che nessuno poi sarà in grado di riorganizzare. Abbiamo gli errori degli altri come monito, abbiamo l'esempio Grecia come risultato, cos'altro ancora dobbiamo sperimentare, molti ancora sperano nei politici, che illuminati d'improvviso rivolteranno le carte in tavola. Le fiabe non le scrive più nessuno, non vogliamo realizzare che al governo si sono susseguiti da 60 anni diverse stirpi di predoni senza scrupoli.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 26.07.16 00:23| 
 |
Rispondi al commento

L'onesta' di Sandra Bertin deve servire da esempio per tutti coloro che subiscono sopprusi politici. Basta con questi BASTARDI di politici corrotti. Viva la Bastiglia. O si fa giustizia o si muore. Guardate cosa e' successo alla Grecia!!!!! Il prossimo chi sara'???? Se non si combatte i BASTARDI seguiteranno a dissanguarci giorno dopo giorno fino all'ultima goccia.

sandro carlucci 25.07.16 23:27| 
 |
Rispondi al commento

non so se ve ne siate accorti, ma la Francia, prima dell' attentato di Nizza, era sull' orlo della rivoluzione a causa della "nuova" legge sul lavoro che, come già avvenuto in Italia, restringeva drasticamente i diritti dei lavoratori. Ovviamente, dopo un simile atto terroristico i sindacati, in lutto e sotto choc come il resto della popolazione, hanno smesso di protestare. La legge ormai è passata, l'attualità della protesta pure e le condizioni dei lavoratori francesi sono definitivamente peggiorate. Adesso salta anche fuori che il governo vuole cancellare le riprese dell' attentato al punto che, secondo la ormai consolidata moda italiana, è stata depositata persino una denuncia per diffamazione (assurda e priva di fondamento, come al solito). Poi non diteci che se pensiamo male siamo complottisti !!!

donatella savasta fiore 25.07.16 20:10| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Massimo rispetto per le persone con la schiena dritta, sempre.

Ma come può farmi ammirare la Francia questo evento quanto un intero STATO fa pressioni sulla persona con la schiena dritta affinché la pieghi?

Inoltre come posso ammirare la Francia, paese colpevole di politiche criminali e neocoloniali che hanno portato a questo sfacelo?

Come mai tutti questi richiedenti asilo sono francofoni?

Basta EUrodittatura delle banche che usano lo "Sbirro Buono" Francia e lo "Sbirro Cattivo" germania contro i popoli Europei.

Grazie Sandra Bertin, ma certo non grazie Francia!

Tiziano De Simone (@tiziodesio) 25.07.16 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Gli erdogan e i napoleoni affollano l'europa dell'euro e della nato.

Raimondo M., C. C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 25.07.16 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Che sciocca sta Bertin,

giustamente si cerca di salvare la vita
al cretino che ha fatto passare il camion dei gelati.

pz 25.07.16 19:21| 
 |
Rispondi al commento

...e per aggiungere cose che non tornano e "coincidenze" come minimo sospette è emerso che lo stesso giornalista che PER CASO era testimone della strage di Nizza
PER CASO pochi giorni dopo era proprio a Monaco e proprio a pochi metri dal Mac Donald's in cui è partita la strage.

Il nome del giornalista è Richard Gutjahr, la moglie è una politica israeliana e risulta che fosse parte del servizio segreto di Israele fino a pochi anni fa.

Se a questo aggiungiamo che il Governo francese ordina di distruggere le prove video dell'attentato di Nizza direi che la verità è molto lontana da quella ufficiale.

UNA COSA E' SICURA: con il terrore e seminando sospetto e odio ( e quindi DIVIDENDO le persone ) si "Governa" meglio.
DIVIDE ET IMPERA.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 25.07.16 18:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa poliziotta dice certamente la verita', purtroppo questa verità e'scomoda per il potere.

Dal Col Claudio 25.07.16 18:39| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori