Il Blog delle Stelle
Chi riparerà le lacrime di mia figlia? Lettera Aperta a Matteo Renzi

Chi riparerà le lacrime di mia figlia? Lettera Aperta a Matteo Renzi

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 89

di Antonio Capodieci, insegnante

Caro Matteo, auguro a te, ai membri del tuo governo e a tutti i parlamentari che lo sostengono ed alle rispettive famiglie di passare quello che io la mia famiglia e le famiglie di decine di migliaia di professori italiani stanno passando in questi mesi a causa della cosiddetta buona scuola. Stai letteralmente deportando da una parte all’altra dell’Italia decine di migliaia di persone. Per la grande maggioranza madri di famigli, tra i 40 e i 55 anni, con 20 anni di anzianità, con figli piccoli, che in passato non erano emigrate, non per pigrizia ma per condizioni familiari che rendevano impossibile l’emigrazione.

Tu, invece, li hai messi di fronte ad un aut aut o in ruolo oggi o mai più. Stavano meglio quando erano precari. Troviamo madri di figli di 3 anni sbattute a Udine, senza che lo abbiamo chiesto, o mogli di mariti disoccupati, con mutuo e figli piccoli mandati in Lombardia.

Mi chiedo se tu e i tuoi sostenitori, dalle vostre poltrone dorate vi rendete conto delle conseguenze delle vostre sciagurate scelte. Come faranno queste madri, queste famiglie a, letteralmente, sopravvivere, a partire dal primo settembre?

Come potranno organizzarsi? Si sposta tutta la famiglia o solo loro?

I figli portali con loro? E chi li cura quando loro saranno a scuola? Come pagare il mutuo? E le bollette di due case, come si fa? Lo capite che con 1300€ al mese, è impossibile sopravvivere in queste condizioni.

E le lacrime dei nostri figli che piangono e piangeranno per la partenza della loro mamma come li ripareremo? Come spiegargli tutto questo?

Sai sono queste, alcune, delle semplici, misere, questioni che noi dobbiamo risolvere in pochi giorni.

Voi che con i vostri privilegi, i vostri stipendi d’oro, i vostri figli che nascono dirigenti, di queste miserie non dovrete mai occuparvi, per noi sono dei veri tormenti.

Non capisco la ragione delle vostre sciagurate scelte, se non costringere le persone a licenziarsi, e mi chiedo come, i rappresentanti di questo territorio che sostengono il tuo governo possano tollerare il peso sulla coscienza di tanto male che state facendo. Possibile che non vengano toccati dalla sorte delle famiglie dei loro conterranei? Sarà vero che “Parigi val bene una messa”, ma un, forse, posto in parlamento potrà valere il futuro e le lacrime di tante famiglie?

Ovviamente tutto questo non porta alcun vantaggio nè alle scuole nè agli alunni, perché le persone continuano a ruotare e il sistema è sempre più instabile…

Avete pochi giorni per porre rimedio a questa sciagura, altrimenti stai sereno, almeno fino a Ottobre.

banneri5s2016.jpg

suiinsta.jpg


10 Ago 2016, 10:46 | Scrivi | Commenti (89) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 89


Tags: antonio capodieci, buona scuola, renzi, scuola, scuola pubblica

Commenti

 

ad oggi sono profondamente delusa anche dalla parzialità del Movimento che si sta schierando con i sindacati della scuola che hanno prima fatto aderire i docenti a questa vergognosa 107 per poi trovare tutti gli escamotage possibili per potere rimanere nei propri comuni di residenza e a noi storici GAE che ci siamo opposti non rimarranno neanche i posti per le supplenze. Ed anche voi ci state punendo perchè non ci state rappresentando per niente. Per questa legge non c'è stata una vera opposizione ed ora approvata non c'è il rispetto di essa. Questo non è giusto anzi è un vero sopruso!

marina rispoli 29.08.16 09:04| 
 |
Rispondi al commento

E ormai noto a tutti che i massoni, in particolare quelli di orientamento piduista, sono dei geni per creare caos con la disgregazione sociale partendo dalla scissione delle famiglie.
Questo governo legittimato da Napolitano su indicazione della stampa orientata e condizionata dalle lobby va mandato a casa.
Avanti tutta on il cambiamento a 5 Stelle.

Roberto Padova 16.08.16 22:52| 
 |
Rispondi al commento

PER PIACERE CANCELLATE I COMMENTI DEI CRAVATTARI, GRAZIE.

Giovanni F. 16.08.16 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Salve sono anche io un docente e non condivido chi si lamenta. La legge era chiara: il posto fisso e quindi andare dove c'era disponibilità o restare in GAE ed aspettare la chiamata. Io non ho fatto la domanda perchè i sindacati sono stati chiari, si sapeva già ed ora non è possibile volere sempre cambiare le regole. Chiedo a Beppe Grillo ed al Movimento 5 Stelle di interessarsi anche a chi è rimasto nelle GAE che hanno avuto il coraggio di rischiare senza dopo voler cambiare le regole volendo sempre tutto ma attenendosi alla legge che prevede l'assorbimento di tutti i docenti presenti nelle GAE.

ENZO DOCENTE 14.08.16 10:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' un argomento questo del quale e' inutile parlareConcordo in pieno con la signora Lidia G

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.08.16 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

offerta di prestito tra privato urgente contattare ci ha l indirizzo: anna.angelina.vinna@gmail.com
offerta di prestito di più 1.000€ a 20.000.000€ condizione molto accessibile se siete interessate contattare ci ha l indirizzo: anna.angelina.vinna@gmail.com

francisco branco, Napoli Commentatore certificato 13.08.16 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Offerta di prestito tra privato
posta elettronica: anna.angelina.vinna@gmail.com
Privato offre prestito di denaro di 2.000€ a 5.200.000€, con un tasso
d'interesse è costituito dal 2% rimborsabile su una durata che va dai 2 ai 30 anni con
condizioni ragionevoli se la mia offerta li interessa lo contattate più
rapidamente possibile perché si discuta sulle modalità e
documenti da fornire.
Posta elettronica: anna.angelina.vinna@gmail.com

francisco branco, Napoli Commentatore certificato 13.08.16 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che 'sti insegnanti si lamentino sempre? Lavorano neanche 6 mesi l'anno in tutto (tenete conto di 20 giorni di ferie a Natale tutti i ponti esistenti 5 giorni a carnevale altri 10 a Pasqua, assenze per turni elettorali,ferie estive da metà giugno ai primi di settembre). Quando lavorano fanno 18 ore di lezione alla settimana. E non ditemi che devono anche portare il lavoro a casa....io ne conosco di insegnanti..per correggere i compiti ci impiegano pochissimo. D'altronde la materia è la stessa che insegnano da anni. Provate a far cambio con QUALSIASI altro lavoro. Ma poi dopo 2 anni di ruolo possono chiedere il trasferimento.


Premetto a scanso di equivoci che sono un insegnante di scuola media superiore in pensione e quindi credo di conoscere la materia del contendere. Intanto distinguerei tra qualità dell'insegnante e condizioni lavorative anche se è chiaro che le due cose sono interconnesse, un lavoratore costretto ad operare in condizioni disagiate darà il peggio di sè. Nel mio caso, come insegnante di disegno mi sentirei menomato se costretto fuori casa e privato degli strumenti tipici della materia. La cosa che mi preme sottolineare però è questa: gli insegnanti sono al 97% di sesso femminile (quindi più analitici che sintetici)per lo più sposati a professionisti benestanti,prevalentemente conservatori, e poco propensi a fare corpo nelle rivendicazioni dei loro diritti. A parte la moglie del caro leader trasferita sotto casa il resto dei precari ha dovuto subire una deportazione neppure alleviata da un sostegno economico per l'affitto di un'ulteriore abitazione familiare sulla quale immagino graveranno tutte le imposte di una seconda abitazione come chi va a fare una vacanza in località turistica. Potrei cinicamente dire che: > ma non voglio infierire ulteriormente, spero soltanto che questa gente apra finalmente gli occhi sul mondo uscendo dalle pareti dorate delle materie d'insegnamento e, come dice Grillo che è sempre un animale politico, cominci a guardare in faccia i propri torturatori senza cadere vittima della sindrome di Stoccolma.

girolamo gentili 12.08.16 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Signori, la pacchia è finita.


Secondo me è un errore il confronto con questa banda di impostori, questa gente per lucro, sarebbe capace far prostituire la propria figlia, e raccontare che è liberazione sessuale.
Ormai il tempo delle parole deve cessare, parole ne sono state fatte troppe, adesso bisogna mandarli via e dopo fare giustizia (con le leggi e le modalità che ci saranno):
Adesso è arrivato il momento di preoccuparci degli italiani, risolvere i problemi di accoglimento di orde persone Islamizzate che odiano il nostro Paese e il Nostro Popolo. Cacciare fuori dall'Italia tutte le persone straniere che non hanno titolo per restare sul territorio della Repubblica Italiana.
Identificare e dare asilo politico o espellere i presunti profughi nel giro di 48 ore. Prendere i politici responsabili di questo sfacelo è incriminarli per alto trdimento, dopo aver requisito i beni personali e famigliare fino alla 2° generazioni ( cioe i beni del politico moglie e figli)
Pulizia Onore e Rispetto.
PS. non commentate dicendo che le mie idee sono di destra o simili alla destra,
sarebbe banale!

Alessio Sommariva 11.08.16 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' inutile starcela a menare ancora. Questa è l'Italia voluta dal sistema e se non siamo capaci di rivoltarci contro il Potere, possiamo solo contrapporre a un piagnisteo della madonna delle reazioni fini a se stesse.

Gianfranco Miglio, mentore del federalismo delle origini, di Gioberti e Cattaneo, rispettava le caratteristiche di un'Italia che se avesse conservato quell'aspetto anche nell'unità politica, non avrebbe causato il fenomeno della 'meridionalizzazione' frutto dell'incapacità dei governi se non della malafede degli stessi.
La centralizzazione favorisce la mafia, la localizzazione favorisce lavoro e sviluppo locali.
Ma è tardi ormai: ora non siamo che 'terroni' e 'polentoni' divisi in squadre di calcio e contrapposti solo nelle discussioni da bar e osteria.

Kronos 11.08.16 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Lei Antonio invece dovrebbe spiegarmi chi ripagherà mia figlia di un'istruzione precaria a causa di insegnanti meridionali che non hanno a cuore il loro mestiere!
Tutto il primo anno e tutto il secondo anno di elementari passato a insegnare a casa quello che non insegnate a scuola!
Venite qui, prendete il posto, dopo 15 giorni siete già a casa in malattia!!! Mesi e mesi di malattia per mal di schiena, per unghie incarnite, per torcicollo......
Mia figlia ha fatto due anni con la supplente della supplente della supplente dell'insegnante!!!

Se non avete voglia di lavorare, se sputate sui posti di lavoro, allora rifiutate gli incarichi e restate a casa vostra!

Nicoletta Bianchi 11.08.16 09:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da giorni, da mesi anzi, seguo con interesse la questione "deportazione degli insegnanti del Sud" se non altro perché sono una delle "protagoniste" coinvolte pur senza volerlo. Tralascio il mio piagnisteo che tra l ' altro è simile, se non uguale a quelli letti e sentiti ovunque.
Tralascio il senso di mortificazione che provo nel leggere i commenti di chi continua ad accusarci di lamentarci del superfluo:"ma come, un impiego a tempo indeterminato e si pretende di averlo pure sotto casa?" Senza sapere che chi si lamenta, il lavoro non lo ha mai avuto sotto casa ma almeno la sera riusciva a rientrare a casa. E ora invece, con le graduatorie nazionali non avrà più una casa ma è bene che cominci a pensare di investire i suoi risparmi in un camper (se mai gli rimanesse qualche spicciolo)! Ma non è questo quello di cui mi volevo lamentare ma piuttosto del disprezzo di cui la mia categoria, quella degli insegnanti, è vittima. In realtà nel peso delle parole esplicitate o sottointese avverto tutto il fallimento della scuola pubblica che ci ha ridotti a semplici impiegati d' ufficio (con tutto il rispetto per la categoria) e ci ha defraudati di quella considerazione sociale che il maestro dovrebbe avere se non altro perché ha il dovere di insegnare ad usare i toni giusti nell' esprimere opinioni diverse. E invece tra le righe leggo la cattiva educazione di un popolo ingrato nei confronti di chi negli anni ci ha formati per essere quello che siamo. È pur vero che il mondo è pieno di cattivi maestri, l ' Italia in particolare, altrimenti non mi riesco a spiegare perché mi ritrovo in un Paese che tratta le questioni sociali come se fosse allo Stadio e governanti che continuano a farsi autogol! Distinti saluti
Professoressa Antonietta Di Giacomo

Antonietta Di Giacomo 11.08.16 08:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

insegnante di elettronica che non sa progettare un amplificatore in classe AB da 50 watt con meno dello 0.05% di distrorsione di intermodulazione va bene come docente?


ve lo dico perché la maggioranza sono tutti fatti così!


ma possiamo andare più nel dettaglio e ci sono alcuni insegnanti che manco sanno progettare un sitema per la regolazione di una ruota motore per bicicletta elettrica!

o ancora altri che non sanno come progettare un sistema di illuminazione notturna a norme per un campo da hokey su pista.


Eppure tutti insegnano ma le regole per avviare una professione sono sempre più rigorose e siamo partiti negli anni 80 che bastava la 3 ipisa per fare l'elettricista e ora serve la laurea o alternativamente un diploma di perito eletrotecnico con addirittura 2 anni di apprendistato a stipendio fisso.

Ci prendono per il culo anche in nigeria!

sinistra sforna intelligentoni e culattoni e pure trolloni 11.08.16 08:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una domanda al signor Antonio Capodieci:
possiedo una piccola azienda artigiana, secondo lei se fossi alla ricerca di personale e le assunzioni riguardassero personale fuori piazza, i nuovi assunti dovrebbero spostarsi e recarsi nella mia zona, oppure dovrei delocalizzare magari in 10 luoghi diversi per consentire al personale di restare nel loro territorio di origine?
Lei imputa al caso avverso le lacrime di suo figlio, mentre in realtà è lei stesso artefice del vostro "dramma" causato da una mentalità retrograda ed abituata a certi privilegi che, grazie al cielo, la maggior parte delle persone hanno iniziato a non tollerare più e disprezzare moralmente ed eticamente.
Dimostri dignità ed insegni a suo figlio cosa vuole dire essere un uomo con la schiena dritta ed in grado di affrontare le sfide della vita con coraggio, spirito di iniziativa e soprattutto rispetto verso coloro che un lavoro, di qualsiasi genere, se lo sognano.


e questa persona pensa di intenerire.. sono una manica di privilegiati , altro che poverini.. se non ti va bene , cambia aria !! ci sono una marea di futuri professori che andrebbero anche a capo nord.. (vedi zalone).. ma per piacere..

mario x. Commentatore certificato 10.08.16 22:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo sono alcuni dei danni che questo governo è bene che faccia per altri due anni. Nel 2018 non ci saranno più scuse. Il referendum di ottobre dovrà essere il test per capire quanto sono consapevoli gli italiani della pericolosità di certi partiti. In alto i cuori..

Mancu li cani 10.08.16 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Alla maturità 2016 promosso il 99,5%!
Alle medie il 99,8%

Caxxo come sono intelligentoni gli italioti!

sinistra sforna intelligentoni e culattoni 10.08.16 20:35| 
 |
Rispondi al commento

I docenti chiedono solo la corretta applicazione della legge 107/15 e del contratto integrativo sulla mobilità firmato da MIUR e Sindacati.

antonio 10.08.16 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma riprendo da un commento precedente e lo porto all'attenzione di tutti, cominciando da chi mette in mezzo cristo, la chiesa e tutto quello che nulla a che fare con la questione, per cui, comincio da chi mette in mezzi cristo, per cui, cristo che ruolo ha, ti porta lo stipendio a casa ?
Certo che no, allora cominciamo dai problemi reali che quelli religiosi mi sembra che occupino già ampiamente le pagine dei giornali.
Secondo, se vogliamo "copiare" la Germania (o ci obbligano a copiare), cominciamo con il dare gli stipendi come in Germania, dove un operaio prende €. 2.300,00 al mese e per chi si sposta per lavoro (obbligatorio in questo caso) lo stato Tedesco prevede agevolazioni fiscali e disponibilità di alloggi con affitti "controllati".
P.S. Mi è capitato di vedere la busta paga di un'insegnante Germanico; €. 2.800,00 mensili.
Cominciamo dalle basi, poi ne ritorniamo a parlare, lasciando cristo a casa sua.
Inoltre aggiungo, che chi "non trova futuro", fa l'insegnante o il Carabiniere.
Per carità, tutto altamente nobile, ma se di Carabinieri ce ne sarebbe bisogno di maggior numero, di insegnanti quanti ne servono ?
Il problema fondamentale è uno, gli insegnanti da sempre si spostano a seconda delle esigenze, per cui non vedo dove sta il problema, secondo, i vari governi che si sono succeduti, hanno sempre sfruttato la necessità di lavoro del sud Italia e hanno mantenuto per questo un sistema precario di interesse.
Invece di lamentarvi e fare la guerra a Berlusconi per mandarlo a casa e oggi trovarvi nella stessa fogna, fate una cosa seria in vita vostra: a settembre sciopero ad oltranza e fa...lo i sindacati pagati dal governo e le scuole restano chiuse.
Forse così succede qualcosa, perchè gli scioperini di 4 ore il venerdì non servono ad un c...o, lo volete capire ??
E smettete di piangervi addosso e nascondervi dietro ai figli, che è un pò vergognoso, metteteci la faccia stavolta.
Saluti

Giampaolo R., Bologna Commentatore certificato 10.08.16 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Azzz..... quanti commenti da duri, puri e livorosi. Si richiamano tutti al sacrificio fine a se stesso, accettando la logica del lavoro anche quando è disumanizzante e lede lo scopo per cui si lavora, ossia vivere una vita dignitosa e migliorare la qualità della vita, che per chi ha una famiglia significa lavorare onestamente crescendo i figli e vivendo con il coniuge. Mi piacerebbe proprio sapere che importante lavoro per l'umanità fanno quelli che denigrano quello di insegnante: commercializzano tondini di ferro? Fanno gli avvocati? I commercianti? Magari lavorano in banca?
Ragazzi miei, mi spaventa un'Italia governata con i parametri di Brunetta e spero che il M5S non sia della stessa pasta dei finti vincenti fatti da se stessi col culo parato


Chiedo una volta per tutte di non usate i termini deportazione o trasferimento, bensì. "assunzione a ti su scala nazionale pur sapendo di non avere possibilità di lavorare in loco". Avete dato l'assist al governo facendo domanda .... Ora che volete? Io non ho fatto domanda ed ora dovrei difendere chi si è fatto allettare da facili promesse? Ma mi faccia il piacere!!!!!

michele Didonna 10.08.16 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo che le persone si muovano per lavorare, però ci dovrebbero essere anche strutture che accolgano queste persone senza portare via loro molti soldi. Ma se per caso ti trovi ad insegnare nelle grandi città ti chiedono anche 500 euro in nero solo d"affitto di una stanza poi metti che qualcosa dovrai mangiare fate voi i conti. Se ti trovi ad insegnare in città non universitarie difficile trovare stanze o un contratto d'affitto per un appartamento dove non ti chiedano 3 mensilita' anticipate per solo 1 anno magari. Però qui non si è capita una cosa fondamentale e cioè che questo governo vuol chiudere le scuole. Stanno cercando intanto di eliminare tutti i corsi serali e stai sicuro che uno dei motivi sarà che non ci sono insegnanti perché quelli del sud non hanno accettato di trasferirsi. Qui è il bello, cittadini questo governo ci sta mettendo gli uni contro gli altri. A proposito presto potrà studiare solo chi potrà permettersi i costi di essere mantenuto perché questo governo obbliga ad andare a scuola ma non sovvenziona i costi del materiale e non fa convenzioni con i librai e non fornisce tablet per lo studio. All' occhio cittadini che ci vogliono togliere la cultura perché un popolo che non sa si tiene sotto meglio. Io non sono un'insegnante ma invito chi lo è a spiegarci cosa sta succedendo nelle scuole sia del nord che del sud ,amici del nord e del sud parliamoci e sopratutto esprimiamoci bene nel prossimo referenfum. Ricordiamoci che già col berlusca pensavamo di avere raggiunto il fondo ,non era così.il peggio può essere dietro l'angolo

Alessandra ventura 10.08.16 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Ringrazio dio di essersi messo sul cammino della signora JOSIANA GOMEZ, poiché grazie a questa signora ho trovato il sorriso. Ho a lungo cercare un prestito tra privato e lo hanno sempre fregato ed è tra una settimana passare che ho visto una prova di benché questa signora fare, allora abbia voluto provare con ciò che avevo necessità del denaro per iniziare la mia impresa. Signora JOSIANA GOMEZ il mio fa un prestito di 90.000 euro ed è il 9 agosto 2016 che ho ricevuto questo prestito nel mio conto dopo avere firmare i documenti. Li consiglio più voi non fuorviate persone, se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché questa signora mi ha fatto bene con questo prestito. È grazie a prove su questo siteque io hanno incontrato questa signora onesta e generosa che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete, che quello sia in Italia o in Spagna, in Brasile, in Perù, Venezuela, la Francia anche. Ecco il suo indirizzo elettronico: gordonpascal04@gmail.com

prisca 10.08.16 17:31| 
 |
Rispondi al commento

La soluzione è spostare gli alunni al SUD

PAOLO DEL ROMANO 10.08.16 17:30| 
 |
Rispondi al commento

caro antonio,l'hai scritto tu "per fare in modo che la gente si licenzi". Pensaci: hanno avuto l'idea di fare tutto in sordina complici i sindacati,e speravano nel fatto naturale di un vostro licenziamento, in modo da poter assumere gli altri insegnanti precari,per poi fare la bella figura di aver dato lavoro a tutti i precari.
Veramente è un modo disonesto,di arroganza politica calpestare i diritti e la dignità dei lavoratori. Comunque non è che l'ennesimo attacco politico sulla pelle della povera gente,vedi l'abrogazione dell'art.18,le nuove norme sulle banche,i furti ai risparmiatori,e così via.
Il ministro ha detto che comunque siete solo il 10%. Come se foste una percentuale di cose e non di persone umane.Siamo alla follia della politica dove il cittadino conta meno di niente.
Coraggio,lottate e difendete i vostri diritti.Vi siamo vicini e vi sosteniamo moralmente.

antonio 10.08.16 17:29| 
 |
Rispondi al commento

cambi lavoro e al voto usi il cervello vedrà che la legalità arriverà anche sotto casa sua silente come uno tsunami,il lavoro sarà la conseguenza.

andrea r. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.16 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace molto per loro e per le loro famiglie.
Ma volere il "famoso" posto fisso statale pure sotto casa mi sembra un tantino troppo...

Roberto Russo 10.08.16 17:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco i casini che succedono quando si fanno "riforme " sulla carta senza considerare il fattore umano. Dovrebbero servire a migliorare la condizione dei cittadini non a peggiorarla. Chissà' che bella collezione di "vaffanculo" si farà' il Bomba con la sua "riforma della buona scuola", e con le altre. Ma ciò' non servirà' a mitigare il dolore di tante famiglie.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.08.16 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma si può dire che il problema nasce dalle miglia di insegnati del sud che erano al nord che hanno avuto il riconoscimento della loro richiesta di avvicinamento, e siccome di posti di insegnati al sud non ce ne sono più, mentre al nord diventano vacanti le cattedre lasciate da quelli che hanno avuto il regalo dell'avvicinamento, ergo gli insegnati del sud se la prendano con i loro colleghi corregionali non con il governo...

Eddy B. Commentatore certificato 10.08.16 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco quale sarebbe la soluzione per non far piangere i bambini degli insegnanti del Sud. Aprire nuove scuole vicino a casa anche se non ci sono studenti? Fare spostare al domicilio degli insegnanti gli studenti del nord?
Insomma io capisco i disagi, ma fra disoccupazione/pracariato e il trasferimento mi pare che si debba dare la disponibilita' a insegnare dove mancano insegnanti.E' come dire che a Milano i bagnini lavorano solo se fanno la stagione al Sud. Certo, se vuoi fare il bagnino bisogna che ti sposti dove ci sono abbastanza spiagge!

Ioli 10.08.16 15:44| 
 |
Rispondi al commento


Buongiorno cari amici,
Vorrei condividere una gioia con voi, non credevo al prestito di denaro tra privati, ma un giorno un'amica mi ha consigliato una prestatrice particolare, ho avuto la buona persona una prestatrice onesta particolare che cercavo da anni.
Ho ottenuto il mio prestito che lo permette di bene vivere attualmente. Pago regolarmente le mie mensilità,
Potete contattare se siete nella necessità di un prestito per diverse ragioni, due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti senza alcuna difficoltà.
Ecco il suo e-mail piia.nadiia@gmail.com

Dette che venite del mio e gli avrete causa vinta a costo aspra.

Di Natale Nadia (nad123) Commentatore certificato 10.08.16 15:35| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/md93KHVFF5c

id &as Commentatore certificato 10.08.16 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace ma sono contrario allo statalismo.. Fosse per me chiuderei le scuole superiori.. farei dei centri sportivi.. Lo sport si che è maestro di vita.. Le normali lezioni frontali possono essere impartite tramite internet.. Sono assolutamente propenso a tagliare la spesa pubblica e sono contrario ad uno stato che regali stipendi a gente che non si voglia sacrificare... I carabinieri, la polizia, i bancari e tanta altra gente lavora dove c'è il posto e dove sono mandati.. Questo piagnisteo non mi piace nemmeno un poco... Credo che il M5S non sia un partito vetero comunista ma sia il partito della rinascita, dell'unione degli Italiani che come me hanno militato e votato a dx...

Francesco RICHICHI 10.08.16 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno è in grado di confermare (o confutare) i dati che fornisce Gian Antonio Stella sul Corriere? "Maestri e professori «in eccedenza» nel Mezzogiorno sono complessivamente 16.500, quelli che mancano al Centro-Nord 17.628."

Roberto B., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.08.16 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisognerà cominciare con i riti Wudù?

francholini 10.08.16 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Nel nostro paese (non so in altri) il Ministero della Pubblica istruzione DOVREBBE chiamarsi Ministero della Pubblica Occupazione. I soldi spesi sono simili a volte identici ad altri paesi membri UE anche più grandi, ma tutto funziona male e in ritardo semplicemente perchè tutta la spesa è assorbita a 90% dagli stipendi degli insegnati a decine per classi, quando le classi non arrivano a una decina di alunni. Il sistema di comprar voti regalando posti di lavoro ci ha portato al dissesto dell'amministrazioni pubblica dove anche chi ruba non viene licenziato ma addirittura promosso. La mafia o meglio le regole mafiose hanno quasi sempre governato il paese e la giustizia che non esiste ne è la prova. Cercate comprensione oggi perchè tocca a Voi, ma che cosa avete fatto negli anni per i precari e i disoccupati o i suicidi di questi anni?

lalla b., venezia Commentatore certificato 10.08.16 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Max Steiner votato alla grande, nel mio di commento non ho pensato per un momento al fatto che a queste menti eccelse e false soprattutto è stato consegnato il compito da un governo ancora più falso di istruire i giovani precari e disoccupati. Ma indubbiamente quello che queste personcine dabbene che sono gli insegnanti italioti, pdioti per convenienza, speravano era l'invasione immediata del paese da parte di tutta l'africa subshariana e non , di modo da poter a spese nostre (che non so quanto potranno durare) istruire tanti piccoli haitollah komeini.

lalla b., venezia Commentatore certificato 10.08.16 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Se c'è una cosa che gli insegnanti devono ancora capire nel terzo millennio è COME DEVONO(sono obbligati se vogliono vivere) lavorare DA SEMPRE i lavoratori VERI quelli che non INSEGNANO perchè sanno fare altro. Anch'io nel mio piccolo sia alla fine degli anni 80 sia nel 2007, quindi ancor prima di crisi varie, per aziende diverse in quanto in 35 anni di lavoro ne ho cambiate 7 ho girato il nordest, quello che al sud con un po' di acrimonia hanno sempre chiamato il "ricco nordest". Alla bella età di 51 anni (quando ancora si diceva dopo i 50 non ti possono trasferire) mi sono messa in strada per fare 100 km. al giorno. Del resto anche prima dei 50 e anche prima della crisi innescata dagli amici di mortimer cosa credete poteva trovare una venditrice di 50-51 anni? State forse rivolgendoVi ai giovani e vecchi disoccupati per cercare comprensione? A quelli che la crisi a voi penso ben nota, essendo insegnanti, ha tolto anche la speranza per cercarlo un lavoro? Non vi è sempre piaciuto migrare al nord? Non vi hanno sempre regalato i voti, quando da noi un diploma lo prendevi con poco più della sufficienza a voi regalavano gli 8 e i nove come noccioline, e allora se siete così bravi gambe in spalla e lavorare pensando a chi il lavoro non ce l'ha!!!!

lalla b., venezia Commentatore certificato 10.08.16 13:07| 
 |
Rispondi al commento

Mi voglio candidare...
Mi sento di poter dare una mano, un contributo a M5S...
Siete stati e siete grandiosi!!!
È giunto il tempo di andare Sino in fondo!!!
Complimenti
Adriano Bonetto

Adriano Bonetto 10.08.16 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Quella che chiamano "la buona scuola" è stata pensata esclusivamnete come mezzo per distruggere la cultura ed il pensiero critico nel nostro paese. Per sfiancare gli inseganti che fanno o meglio dovrebbero essere messe in grado di fare il mestiere più importante per la società

Ugo Perotti, Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.16 12:54| 
 |
Rispondi al commento

E allora? Non vedo il problema: moltissimi italiani autonomi e titolari di partita iva, pur produttori a differenza vostra di ricchezza sentono la crisi, voi non solo vorreste conservare il vostro posto pubblico, pagato da noi con tasse inverosimili, e continuamente piangere con sceneggiate miseria, invocando aumenti, scatti e controscatti, ma vorreste essere voi a decidere DOVE lavorare, DOVE servire lo Stato che dovrebbe, naturalmente accontentarvi. Sarebbe come se un militare volesse decidere lui dove servire lo Stato ed, eventualmente, dove e chi combattere... credo difficile riuscirete a capire l'analogia, che tuttavia è piena.
Ciò manifesta platealmente la vostra filosofia secolare di servirsi dello Stato anziché di servirlo, mettendo a disposizione la vostra professionalità, peraltro in molti casi come minimo dubbia.
La verità è che il Miur, se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo, magari cambiandogli nome in Mipa, Ministero pubblica assistenza.
Meglio dare a questa gente un reddito di cittadinanza e toglierseli dal libro paga perché, il fatto che ormai moltissimi posti non sono di lavoro ma di reddito, come giustamente rileva Beppe Grillo, dovrebbe renderci edotti che tutta questa gente campa su di una concezione dello Stato ormai vecchia e superata.
Fino a quel momento, però, voi andate a comunicare il vostro sapere dove mancano cattedre, non possiamo spostare i ragazzi per il vostro porco comodo.
E fate meno figli. O madri o insegnanti! ...non saprei proprio cosa augurarmi, conoscendovi...
Ogni volta che pago le tasse il pensiero corre a voi.
Alessandro

P S.: mi meraviglio che il Blog abbia ospitato un intervento simile, spero almeno non per condividerlo...qui purtroppo ha ragione Brunetta...è l'Italia peggiore!!!

undefined 10.08.16 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Il Meridione, si vede costretto a pagare, purtroppo, una mentalita' PARASSITARIA, assistenzialistica, clientelistica, nepotistica, costruita ad arte da decenni di OPPRESSIONI, da parte di questi Partiti storici.
Per decenni e tuttora, OGNI, QUALSIASI, possibilita' di emancipazione del SUD e' stata sapientemente ostacolata, lasciandolo nelle mani dei richiedenti il pizzo e dei dispensatori di microcriminalita' e dei vari governantucoli, variamente "POTENTI", ai quali inchinarsi per ottenere qualsiasi cosa.
Nel Sud, UNICA possibilita' era divenire dipendenti statali. E, per questo si crearono diplomi e lauree regalati e "graduatorie" manipolate e, poi, il diritto all'avvicinamento.
Si tratta di situazioni non mai piu' sostenibili. Ora, una totale comprensione e rispetto per tutte le situazioni di disagio, MA, NESSUN PRECARIO, o tantomeno dipendente statale, puo' MAI rendersi conto di quello che significano, invece, i problemi dei lavoratori del PRIVATO.
PER QUESTO, una madre di tutte le proposte e' che:
-Tra Padri, Figli e Nipoti, MAX 1 in una qualsiasi forma di collaborazione con lo Stato
-Ogni Qualsiasi statale, MINIMO 30 ore settimanali di presenza sul posto di lavoro
-Per accedere a qualsiasi forma di insegnamento, MINOMO 50 anni di eta', con almeno 20 di contributi, nel lavoro produttivo nel privato
-Per gli insegnanti, MAX 5 settimane di ferie, oltre Pasqua e Natale ed attivita' di sostegno nelle "vacanze".
-MAI nessuno statale, possa MAI avere altra remunerazione oltre ad un solo stipendio statale.
Bisogna creare uno Stato delle Liberta' di lavorare, non dei Diritti di parassitare. NON E' SOSTENIBILE.
In ogni caso per questo problema emergenziale, credo sia bene vengano istituite almeno delle possibilita' di scambiarsi le cattedre.

tomi sonvene Commentatore certificato 10.08.16 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signora,

la volontà del Governo italiano è espressamente quella da Lei indicata nel suo commento. Non lo rilevo io, ma le parole della stessa Ministra: "L’obiettivo - come spiega la Giannini - è quello di avvicinare il Paese al modello sociale ed economico tedesco..."

Ma in cosa consiste il modello tedesco? Entrato in vigore a pieno regime da oltre 10 anni, da quando il governo di Schroeder mise in atto una serie di riforme volte a liberalizzare il mercato [nota: riforme del tenore del "Jobs act" italiano].

Secondo la Ministra: “l’Italia deve prendere spunto dalla Germania e colmare la discrepanza che ci divide dai tedeschi. L’accordo odierno è solo l’ultimo passo dopo il Jobs Act e La Buona Scuola per riformare radicalmente il nostro sistema”.
Cosa significherà questo per la vita degli italiani? Innanzitutto un maggiore precariato. Che però non sarebbe sinonimo di malessere. A spiegarlo è sempre la Giannini, secondo la quale “dobbiamo tendere sempre più verso un modello americano, in cui la flessibilità, che è sinonimo di precariato, è la base di tutto il sistema economico”.
Secondo Filippo Taddei, responsabile economico del Pd e figlio di una formazione universitaria negli States “l’esempio al quale tendiamo sono gli Stati Uniti e dobbiamo sognare gli Stati Uniti d’Europa”.
Restano però ancora molti punti interrogativi, come sottolinea anche la Giannini che la Wanka, sua controparte tedesca: il primo riguarda LA FAMIGLIA. Nella nuova società che i governi italiano e tedeschi vogliono realizzare - afferma la Giannini “NON CI SARA´PIU´SPAZIO PER LA FAMIGLIA PER COME LA INTENDIAMO OGGI”, spiega la Giannini. La flessibilità induce le persone a spostarsi individualmente, il modello di famiglia a cui siamo abituati, che rappresenta stabilità e certezze, non esisterà più”.

E´chiaro, Signora?
Questo e´il risultato dei referendum su divorzio, delle leggi criminali contro la vita umana, dell´apostasia del popolo italiano dalla fede cattolica.
Torniamo a Cristo.
Saluti

Giovanni Giuffra Traverso, Genova Commentatore certificato 10.08.16 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

When the State assumes FINANCIAL control of education, it is logically appropriate that the State should progressively assume control of the CONTENT of education since the State has the responsibility of judging whether or not its funds are being used "satisfactorily."
But when the government enters the sphere of IDEAS, when it presumes to prescribe in issues concerning intellectual CONTENT, that is the death of a free society.

Nathaniel Branden

id &as Commentatore certificato 10.08.16 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè in tutti questi anni io ( e non solo io) son stato governato da un gobbo mafioso, un uomo mortadella down(con il massimo rispetto per i down), un cainano olgettaro, un sanguisuga bocconiano amico dei banchieri e ora un clown che nemmeno ha avuto il mandato dai cittadini? che male ho fatto per aver dovuto sopportare tutto questo?

Alessandro Curtarello, San Donà di Piave Commentatore certificato 10.08.16 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Renzi in galera.

Cosimo Cannalire, Francavilla Fontana (BR) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.08.16 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Renzusconi deve andare a casa al più presto

Alessandro Curtarello, San Donà di Piave Commentatore certificato 10.08.16 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le lacrime dei nostri figli sono rilevanti solo se concomitanti a nostri disagi adulti, così le possiamo strumentalizzare. Freccero ha detto di Renzi che è empatico mediaticamente ma non umanamente quindi è cattivo. Dal punto di vista dei nostri figli siamo tutti un pò Renzi

manu t., verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.16 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono degli stalkers. Che faccino una class action , una vertenza all'onu diritti umani (distrutti per lo sfizio di streghette e streghini ignoranti e cultori del male) all'aia per il caso particolare dell'assenza di strumenti nazionali di difesa per i cittadini, mancanza di reciprocita voto/mandato politico, assenza di controprestazione delle cariche cardine dei 3 poteri e la arbitrarieta di giudizio....etc....

Antonio Bandelli 10.08.16 11:53| 
 |
Rispondi al commento

"Lo studente medio odierno ha gli stessi livelli di ansia di un paziente psichiatrico degli anni 50" (American Psychological Association). Nonostante ciò, nella nostra comunità, parlare di scuola equivale esclusivamente trattare di diritti di docenti, non docenti e presidi. Le lacrime dei nostri figli sono rilevanti solo se concomitanti a nostri disagi adulti, così le possiamo strumentalizzare.

manu t., verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.16 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Deportazioni, epurazioni, asservimento di quasi tutta la stampa e dei media, riforme contro la sovranità del Popolo, cinico e bugiardo seriale. Cosa stiamo aspettando per prendere coscienza che L' Erdogan di oggi è il Renzie di domani???????

Raffaello Berry 10.08.16 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Vota renzie sprovveduto! E ti troverai presto ad insegnare in siberia!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 10.08.16 11:41| 
 |
Rispondi al commento

UN ALTRA LAMENTELA UN ALTRO PIANUCOLARE

il deficiente di firenze va preso per le palle siete dei prostrati e per nulla intelligenti e questo vi sta annientando.continuate cosi'.il fiorentino vi ha sempre fintamente aiutato.ora che non gira piu' il vento arrivano le lacrime da coccodrillo.invece di emigrare un bello sciopero generale il 1 settembre?tirare fuori le palle!visto che i figli li avete messi al mondo voi sappiate difenderli.Mi raccomando portate ancora il moccolo ai sindacati come sempre.loro non emigrano tranquilli.

mary dg 10.08.16 11:35| 
 |
Rispondi al commento

In Italia lo sapiamo lamentarsi è uno sport nazionale. Se non hai il lavoro oppure se sei precario è colpa di renzi. Se ti dà il lavoro a tempo indeterminato fuori di casa è colpa di renzi ( mortacci suoi..). Mica vi chiedono di andare a lavorare in Siberia! Volete il lavoro a tempo indeterminato a casa vostra magari non dovendo nemmeno uscire di casa scommetto. C'è sempre la scelta: rinuncia al posto e vai a lavorare nel privato come tutti. Mi raccomando: insulti a gogo per il pensiero diverso :)

junior Adigo 10.08.16 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Una vergogna impensabile e senza giustificazione la scelerata decisione di questo Governo con la complicità di tutti i parlamentari che lo sostengono, questi sono senza anima poiché se la sono venduta a Lucifero.

Francescoo Grasso (kevin il crociato), Messina Commentatore certificato 10.08.16 10:50| 
 |
Rispondi al commento

C'E' CHI CAPISCE PRIMA, CHI CAPISCE DURANTE, CHI CAPISCE DOPO, CHI CAPISCE MAI

VOI INSEGNANTI, QUANDO CAPIRETE?

Voi insegnanti dovreste essere la spina dorsale dell'Italia. Dovreste essere la classe colta del Popolo Italiano ed essere voi coloro che "capiscono prima".

Voi avete votato in massa per questo PD e per il suo grande "profeta". Avete ingurgitato tutte le "balle" che il bulletto raccontava e continua a raccontare, quindi siete corresponsabili di questa deriva disastrosa.
Vi siete preoccupati solo che le balle riguardassero favorevolmente la vostra categoria, senza preoccuparvi di capire che, di quelle promesse quasi nulla fosse possibile mantenere.

Io spero che voi, come categoria, siate in malafede, perché solo chi sa come stanno le cose può essere in malafede, ovvero che abbiate contribuito alla rovina degli italiani per interesse personale, ma che una volta constatato di essere stati gabbati, rinsaviate. Se invece il vostro voto è frutto di buonafede, ovvero di stupidità e la vostra delusione sia dettata solo dai mancati interessi personali, allora una grande disgrazia incombe sugli italiani: affidare i loro figli a degli insegnanti in buonafede, ovvero a degli stupidi.

Non avete capito prima, non avete capito durante, speriamo solo che capiate poi.




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori