Il Blog delle Stelle
Il porto di Augusta non può continuare a ospitare i migranti

Il porto di Augusta non può continuare a ospitare i migranti

Author di MoVimento 5 Stelle
  • 21

di Cettina Di Pietro, sindaco M5S di Augusta

Come probabilmente sapete nella mia città c’è un’emergenza continua, gli sbarchi di migranti si susseguono se sosta e la città non è attrezzata. L’emergenza nell’emergenza però si chiama "minori non accompagnati". Come ricorderete ho annunciato di essere disposta a intraprendere lo sciopero della fame per accendere l’attenzione sul caso.
Ebbene, grazie anche l’impegno dei portavoce del M5S, stamane sono stata al ministero dell’Interno, dal prefetto Mario Morcone, capo dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione. Il ministero mi ha assicurato che è già possibile, da ieri, redistribuire buona parte dei minori attualmente ospitati nelle tende fissate al porto di Augusta. Per cui abbiamo ottenuto quello che chiedevamo. Ma non è finita qui.
L’emergenza è costante, al punto di non essere affatto un’emergenza ma la “normalità”, e il porto di Augusta non può continuare a ospitare i migranti. A settembre tornerò al ministero per chiedere di finire i rimpalli di competenza con la Difesa, per trovare un altro approdo per gli sbarchi dei migranti.
In alto i cuori.

banneri5s2016.jpg

suiinsta.jpg

5 Ago 2016, 17:04 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 21


Tags: Cettina Di Pietro, immigrati, M5S, migranti, MoVimento 5 Stelle

Commenti

 

Qui c'è qualcosa che non funziona nella globalizzazione, come clandestina non riesco andare da nessuna parte, nemmeno l'auto accettano da clandestina perchè deve tenere i documenti a posto. Possibile che tutto funzioni solo contro di noi e non a favore? Se il resto del mondo può arrivare ed essere ospitato da noi gratuitamente, perchè noi non possiamo fare altrettanto? Dov'è finita la l'uguaglianza, la libertà e soprattutto la reciprocità? Questo si che è essere razzisti!

lalla b., venezia Commentatore certificato 09.08.16 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Allora vediamo in cosa consiste il paradosso.
Se io cittadino extracomunitario mi presento al Consolato d'Italia nel mio paese di residenza devo:
- presentare regolare domanda per turismo, affari, rincongiungimento, lavoro eccetera.

Inoltre devo fornire adeguate garanzie, fidejussione, passaporto in regola, richiesta di invito, devo presentarmi presso il Consolato d'Italia di persona anche se abito a centinaia di kilometri di distanza, devo dimostrare di avere il biglietto aereo di andata e ritorno eccetera.

Ora se invece vengo come clandestino, senza documenti, allora mi venite a prendere!

Questa io la chiamo:
"INTERESSE MAFIOSO"

Ivan.Ital 08.08.16 19:24| 
 |
Rispondi al commento

La maggior parte dicono di essere eritrei, balle, sono solo sei milioni a quest'ora sarebbero scappati tutti 3 o 4 volte, sono dei fancazzisti che scappano da paesi in pace.
E poi se sono eritrei perchè non restano a combattere il dittatore, che tra l'altro viene sovvenzionato dalla UE?
A che gioco gioca la UE, ricordo che negli anni novanta gli albanesi arrivati in Italia dicevano che i corsi di italiano venivano pagati dalla UE e le aziende italiane venivano pagate dalla UE per assumere gli albanesi, sopratutto se islamici.
All'epoca la burocrazia brussellese era già in mano ai sauditi, che avevano costruito la grande moschea della capitale belga, ed era già iniziato il piano di islamizzazione con i nostri soldi e le nostre leggi.
Bisogna radere al suolo la UE e far vedere ai diplomatici sauditi cosa facciamo con la sharia in Europa.

mario genovesi 08.08.16 17:04| 
 |
Rispondi al commento

In verità il problema non è il porto di Augusta e la distribuzione dei migranti, il problema si chiama clandestini e riguarda tutta l'Italia.
I migranti sono ormai troppi e non vanno affatto accolti o ridistribuiti in altre città o regioni, vanno rimandati indietro, nel loro continente d'origine, l'Africa. O vanno bloccati lì prima che partano per le nostre coste. Questo dovrebbe entrare in testa ai politici di buon senso. Del resto anche in Africa c'e' il benessere se lo si cerca, si pensi alla Namibia industriale o a Città del Capo, dove è anche più facile l'integrazione.

Zampano . Commentatore certificato 07.08.16 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Questa non é altro che invasione armata di popoli sul territorio di un altro popolo. Armata dalle nostre FORZE ARMATE!!!!


Aiutiamo un gruppo di creativi che hanno realizzato un nuovo cartone animato per bambini, comprando un DVD o almeno pubblicizzandoli – skinny il delfino
Guardate episodio e ditemi se non è istruttivo e interessante per i bambini.
https://www.produzionidalbasso.com/project/skinny-il-delfino/

skinny 07.08.16 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Piuttosto di versare 6 miliardi di euro a Erdogan per rafforzare il suo potere
l'UE con l'appoggio degli Usa quindi praticamente Germania Francia Italia e Stati Uniti dovrebbero realizzare sulla costa Libica un grande bello pulito e ben organizzato centro di accoglienza militarmente protetto.
Chi ha diritto di asilo potrà andare in Europa.
I profughi sui barconi verranno salvati dalle navi soccorso e portati a questo Centro invece che in Italia.
Si darebbe lavoro a personale locale con grande occasione di sviluppo anche attraverso appositi corsi di formazione.
VOLERE È POTERE

Massimo Azzolini 07.08.16 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Questi vanni schedati e riportati al loro paese in massa.
Non possiamo continuare a mantenerli tutti.
Ora gli islamici ci chiedono di riconoscere la poligamia.
Il nostro modello di famiglia è di un uomo e una donna, da sempre presente nel nostro paese.
Questi hanno ancora una religione medievale di tipo tribale e non riescono ad adattarsi ad una società con norme ottenute attraverso un processo che dura da centinaia di anni.
Si deve affrontare seriamente il problema e vanno trovate soluzioni altrimenti penso che la situazione degenererà.

Rosa 07.08.16 07:08| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici del Movimento ! DIAMOCI UNA MOSSA ANCHE SU QUESTO ARGOMENTO.NON PENSATE COSA POTRA' ACCASERE QUANDO L'AUSTRIA, DOPO IL REFERENDUM CHE RIFARA' PRIMA DELLA FINE DELL'ANNO, CHIUDERA' DEFINITIVAMENTE LE PORTE A QUALSIASI TIPO DI PROFUGO ? ALLORA SI CHE CI SARA' DA RIDERE ! O FORSE DA PIANGERE ? SVEGLIA RAGAZZI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI !

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.08.16 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia oramai giunto il momento di dire BASTA !
Continuando di questo passo tra non molto nel nostro Paese ci saranno piu' AFRICANI che Italiani.
Non bastano piu' neanche gli avvertimenti che vengono dati da divverse parti e anche dai piu'noti opinionisti: Il governo, eletto da NESSUNO continua imperterrito a dare piu' attenzione alle migliaia di finti profughi che ai cittadini italiani. VERGOGNA !

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.08.16 00:13| 
 |
Rispondi al commento

E gia', non sappiamo piu' dove metterli gli immigrati, i comuni sono sull'orlo di una crisi di nervi, l'Europa e' assente sia per i finanziamenti sia per la fantomatica redistribuzione. Ma il governo sembra non preoccuparsene piu' di tanto, continua la sua politica di "salvataggio" e di "accoglienza" con la benedizione del Vaticano e di Papa Francesco. Sicuramente il Bomba andra' in paradiso per questo ma intanto sta condannando gli italiani all'inferno. E il peggio deve ancora arrivare.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.08.16 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Siete stati respinti da numerose banche? Avete bisogno di finanziamenti per il consolidamento del vostro debito? Avete bisogno di finanziamento per aiutare la vostra impresa a rimettersi sulle barre? Allora vi consiglierei la migliore soluzione che ecco. Contattate questa signora che il mio aiutare ad ottenere un prestito di 45.000 euro rimborsare su 15 anni. Ogni persona nella necessità urgente può loro contattare direttamente con
E-mail: gnocchi.carla66@gmail.com

rosaria 06.08.16 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Accogliere i clandestini/migranti è una cosa buona. Quello che disturba è il business - che rende più della droga a detta di Buzzi - che si è creato. Scafisti che incassano 150.000 euro per cento migranti per farsi un' ora di gommone. Centri di accoglienza assegnati agli amici, che incassano 35 euro al giorno a migrante. A Cara Mineo (Sicilia) ci sono 3200 migranti: quindi l'incasso giornaliero è di 112.000 Euro. Ingenuamente pensavo che le villette di Cara Mineo (CT) fossero statali
.Macchè, sono della ditta Mangiarotti di Parma che le affitta allo Stato a 500.000 euro al mese.
C'è poi la richiesta di asilo politico fatta attraverso studi di avvocati "convenzionati" .
Quanto costa al migrante ? Zero.
Tutti in fila davanti al banchetto dell'incaricato. Poichè il "migrante" non ha mezzi la pratica, la domanda di asilo politico, viene inoltrata a spese nostre. Centinaia di domande in fotocopia dove cambia solo il nome: 150 euro a pratica a spese nostre e soggiorno gratuito garantito per mesi e mesi al migrante...

Marco Scalisi 06.08.16 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci stanno distruggendo, nell'anima e nel cuore. Non ci rimmarrà niente, solo le ceneri di quello che eravamo. Dubitate di tutti signori!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 06.08.16 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Qui il problema non è solo ospitare i migranti per poi distribuirli in giro per la nazione e quindi spostare il problema da altra parte.Il vero problema è risolvere in maniera definitiva questo schifo di continui sbarchi.Questa storia chi sta arrichendo in maniera indebita? Signori tutti, dobbiamo iniziare a vergognarci di sostenere e tollerare ancora questo stato di cose. Infine sento tanto parlare che l'immigrazione è una "richezza" per tutti allora la domanda mi vien spontanea come mai tanti in Italia rifiutano questa richezza?

Giuseppe Fadda (), Padova Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.08.16 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Virginia,questa mattina, dopo anni , alle ore 5 hanno lavato la strada . Vai avanti così già si comincia a vedere qualche cambiamento. Indirixzo: largo Appio Claudio zona Cinecitta".😆😆👍

Alida Gonini 06.08.16 05:15| 
 |
Rispondi al commento

Auguri Cettina, il suo compito è arduo e difficile, ha individuato bene il "problema nel problema" cioè quello dei minori non accompagnati che arrivano con i flussi immigratori.
Che fine fanno?

Pier 05.08.16 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori