Il Blog delle Stelle
Così hanno pagato gli scienziati per attribuire le malattie cardiache ai grassi (e non allo zucchero)

Così hanno pagato gli scienziati per attribuire le malattie cardiache ai grassi (e non allo zucchero)

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 29

da Fortesano.It

L’industria saccarifera negli anni ’60 pagò gli scienziati per minimizzare l’importanza del collegamento tra il consumo di zucchero e l’insorgere di malattie cardiache e attribuirne invece la causa agli acidi grassi saturi, ovvero i grassi presenti nella carne e nei suoi derivati, nei latticini e in alcuni oli vegetali.

È quanto emerge da documenti interni del settore, scoperti di recente da un ricercatore dell’Università della California, e pubblicati lunedì scorso sulla rivista JAMA Internal Medicine: questi documenti suggeriscono, riporta il New York Times, che almeno 50 anni di ricerca sul ruolo della nutrizione nello sviluppo delle malattie cardiache sono stati influenzati dall’industria saccarifera, incluso alcune raccomandazioni della dieta odierna.

“Sono stati in grado di deragliare la discussione sullo zucchero per decenni,” osserva Stanton Glantz, professore di medicin alla U.C.S.F. di San Francisco e autore dello studio.

I documenti mostrano che un gruppo chiamato The Sugar Research Foundation, e noto oggi come Sugar Association, pagò tre scienziati di Harvard l’equivalente di 50.000 $ di oggi per pubblicare nel 1967 una revisione della ricerca su zucchero, grassi e malattie cardiovascolari. Gli studi citati nella revisione furono selezionati accuratamente dal gruppo di ricercatori e l’articolo, pubblicati sul prestigioso New England Journal of Medicine ridimensionavano il collegamento tra zucchero e salute del cuore e denigravano i grassi saturi.

Sebbene queste rivelazioni risalgano agli anni ’60, inchieste giornalistiche più recenti mostrano come l’industria alimentare continui ad influenzare la scienza dell’alimentazione.

Nel 2015 il New York Times ha rivelato che Coca Cola, primo produttore mondiale di bevande zuccherate, ha finanziato con milioni di dollari i ricercatori che minimizzassero la relazione tra il consumo di bibite zuccherate e l’obesità.

E nel giugno scorso l’Associated Press ha svelato che i produttori di dolciumi finanziavano ricerche che dimostrassero come i bambini che mangiano caramelle tendono a dimagrire di più di quelli che non ne mangiano.

Gli scienziati di Harvard che hanno condotto la ricerca non sono ancora in vita. Ma hanno fatto carriera. Uno dei tre era D. Mark Hegsted, diventato poi “Head of Nutrition” al Dipartimento dell’Agricoltura USA, dove nel 1977 aiutò ad abbozzare l’antesignano delle linee guide del governo federale per la dieta. Un altro era Dr. Fredrick J. Stare, presidente del Dipartimento di Nustrizione di Harvard.

Delle informazioni diffuse dalla stampa specialistica, come vedete, non sempre ci si può fidare. In Italia il dottor Franco Berrino, edidemiologo dell’Istituto dei Tumori, e autorevole ricercatore, avverte da anni dei rischi dello zucchero

banneri5s2016.jpg

suiinsta.jpg

13 Set 2016, 11:23 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 29


Tags: grassi, killer, scienziati, zucchero

Commenti

 

50000 dollari di oggi e tre scienziati sembrano ben poca cosa. Scommetto che si possono trovare altrettanti "scandali" riguardo ai contributi versati dall'industria della carne.
Per quanto riguarda Coca Cola, sembra che faccia dei buchi nell'acqua in quanto non ho mai sentito di una ricerca che affermi che l'eccesso di zucchero non fa male.

Marco Coletti 16.09.16 15:04| 
 |
Rispondi al commento

con la stevia si risolve il problema. infatti, fino a pochi anni fa la stevia era vietato anche solo coltivarla.

carlo 15.09.16 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno


Ringrazio dio di essersi messo sul cammino della signora JOSIANA GOMEZ, poiché grazie a questa signora ho trovato il sorriso. Ho a lungo cercare un prestito tra privato e lo hanno sempre fregato ed è tra una settimana passare che ho visto una prova di benché questa signora fare, allora abbia voluto provare con ciò che avevo necessità del denaro per iniziare la mia impresa. Signora JOSIANA GOMEZ il mio fa un prestito di 90.000 euro ed è il 14 settembre 2016 che ho ricevuto questo prestito nel mio conto dopo avere firmare i documenti. Li consiglio più voi non fuorviate persone, se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché questa signora mi ha fatto bene con questo prestito. È grazie a prove sul sito che ho incontrato questa signora onesta e generosa che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete, che quello sia in Italia o in Spagna, in Brasile, in Perù, Venezuela, la Francia anche. Ecco il suo indirizzo elettronico: gordonpascal04@gmail.com

lucresse delavega, roma Commentatore certificato 15.09.16 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a quando un bel processo per crimini contro l'umanità a questa gente che per decenni ha indotto il consumo di sostanze altamente nocive per l'uomo, ma altamente remuneritive per le multinazionali produttrici.
già Parcelso nel 500 diceva che lo zucchero avrebbe dovuto essere venduto in milligrammi in farmacia.

oggi lo zucchero è praticamente nella maggior parte dei cibi, specialmente quelli prodotti dalla grande industria.
e quando si parla di zucchero non si intende solamente la polvere bianca, o lo zucchero di canna, che praticamente sono la stessa cosa.
ma di pane, pasta e tutti i cibi che contengono amidi, e che influiscono pesantemente e costantemente sul livello glicemico, mettendo quoidianamente a dura prova il nostro organismo, con i conseguenti problemi e malattie che ne derivano vedi diabete e cancro.

è appena stato pubblicato un ottimo libro che sfata i miti e le favole sul cibo che si sono sviluppate nel corso del tempo, molte delle quali scaturite da ignoranza alimentare, la quale il più delle volte indotta da persone come quelle
dell'articolo del NYT.

il libro per chi volesse acquisire una nuova consapevolezza alimentare si intitola: "LE FAVOLE SULL'ALIMENTAZIONE-PER MANGIARTI MEGLIO" di Caletti Gazzardi. Aiuta ad aprire gli occhi e non solo la bocca.

ugo p. Commentatore certificato 15.09.16 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Da anni se ne parla, quando ne parlo ancora oggi vengo preso per pazzo, pur dimostrando alla gente che eliminando lo zucchero, analisi alla mano i livelli di colesterolo e trigliceridi è drasticamente sceso, pur mangiando abbondanti grassi, senza parlare dei 30 kg persi in un anno... perciò ben venga che anche i media ne inizino a parlare, visto che il popolo pende dalle labbra della stessa

Bruno Uccheddu 15.09.16 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Ringrazio dio di avere messo sul mio cammino signora JOSIANA GOMEZ, questa prestatrice non è come gli altri. Grazia ha essa io hanno ricevuto un prestito di 80.000 dollari oggi a 09:35 cronometra. Sono a lungo stato fregare ma per questa volta CI ho avuto ciò che volevo. Allora mio fratello e sorella se riceverete questo messaggio allora siete salvati. Se avete bisogno di prestito o d'investimento nel vostro progetto, vi consiglio di contattare questa signora che mi ha fatto certamente questa mail: gordonpascal04@gmail.com

romaine duclan Commentatore certificato 14.09.16 19:08| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE tutte le medicine dolcificate contengono ASPARTAME un dolcificante CHIMICO CANCEROGENO (SCIROPPI BUSTINE DA SCIOGLIERE IN ACQUA PER IL MAL DI GOLA FLUIDIFICANTI ecc. ecc. è scritto sui foglietti che i dottori dicono di non leggere!) come i dolcificanti per non ingrassare come tutti gli alimenti dove c'è scritto SENZA ZUCCHERO contengono SACCAROSIO FRUTTOSIO sempre dolcificanti CHIMICI CANCEROGENI!!!!!

ROSSANA I., ROMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.09.16 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ascoltare di più il proprio corpo e non essere eterodiretti: il nostro corpo sa cosa va bene per lui e cosa no, alla faccia delle multinazionali dell'alimentazione e dell'organizzazione mondiale della sanità!

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.09.16 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, vorrei precisare che i nomi dei Medici menzionati non erano gli unici medici ascoltati.
Anche se scrissero le loro "teorie" ci furono tanti altri ricercatori e medici che invece informarono sulla pericolosità dell'assunzione eccessiva dello zucchero, tant'è che i miei genitori negli anni '80 tolsero lo zucchero dal caffè ed abbassarono notevolmente le dosi nei dolci. Ero bambinaquando mia madre leggeva le ricerche straniere in materia di sana alimentazione e posso assicurare che i grassi erano correlati all'ostruzione ed indurimento delle arterie non al cuore. Il cuore ne soffre quando si aumenta di peso con igrassi ma non asserivano che i grassi facevano male al cuore come danno diretto. I menzionati medici pur essendo in organi scientifici importanti saranno stati un un gruppo tra i tanti che c'erano negli Stati Uniti. ( negli USA ci sono moltissimi Organi scientifici nelle tantissime grandi città metropolitane e non sempre quelle Università che noi sappiamo o crediamo grandi sono le migliori nel settore specifico). Dipendeva poi dai cittadini chi seguire, da quello che so (avendo anche un acognata americana, non erano così rinomati e seguiti).
Coca cola ed altre grandi aziende multinazionali a scopo di lucro sono altra storia invece che sappiamo dai tempi degli anni '90 e su questo concordo. Quindi appunto, attenzione a ciò che emerge in questi anni; ho la sensazione come se si volesse "riscrivere" il passato cancellandolo con "nuove" e deraglianti nozionimirate a chiin quel periodo non c'era o era troppo piccolo per sapere o ricordare. Buona giornata

Lucia Venturini, Roma Commentatore certificato 14.09.16 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Bel coglione che sei! Ammalandoti non sai che oltre a fare del male a te stesso sei anche un costo per la societa`.

Giancarlo E., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.09.16 06:35| 
 |
Rispondi al commento

non mi sono mai lasciato influenzare dalle mode, dagli studi, odagli scienziati, me ne frego. ho sempre mangiato quello che volevo senza problemi. tanto alla fine sempre la dovremo andare tutti quanti, allora meglio andarci soddisfatti e godersi la vita in tutti gli aspetti. voglio morire malato non sano.

marco ferro, costarica Commentatore certificato 14.09.16 03:20| 
 |
Rispondi al commento

Bevendo limonata e magiando cioccolata mentre sto al PC ho perso i denti, e non ho soldi per il dentista. La pensione perde rapidamente il potere d'acquisto e il governo non le aggiorna, anzi continua a tagliare per aumentare le minime che vanno a chi non ha versato contributi.
Se potete continuate a lavorare, non esiste "mi godo la pensione"...........vai alla fame, o quasi.

Fausto Orazi 13.09.16 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio la lettura di The China Study del dott. Campbell (recentemente venuto in Italia per conferenze), dove descrive uno studio lungo 27 anni e dove compara lo stile di vita americano e quello dei villaggi cinesi.

salvatore 13.09.16 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Si e' vero.La ricerca fu pilotata e vennero pagati direttamente i ricercatori.Venne dirottata la colpa sui grassi senza tenere conto dei rischi oggettivi dello zucchero.L'interesse produttivo vinse sulla salute dei cittadini.Anni dopo passo' la falsa verita' che l'aspartame fosse innocuo e il miglior sostituto allo zucchero.Oggi si riscontra una tendenza alla correzione in termini medici,meglio lo zucchero naturale ai surrogati chimici,questo soprattutto per i diabetici.Stesso discorso per i sali da cucina,meglio un buon sale da miniera gia' completo che un povero sale marino da arricchire con minerali attraverso legami chimici nocivi.Negli States Obama pare aver capito la sostanza delle cose e lavora in tal senso.

giuseppe bellina 13.09.16 15:50| 
 |
Rispondi al commento

I risultati delle "ricerche" di questi illustri scienziati si vedono, soprattutto negli Stati Uniti. In assoluto, non è' raro che alimenti giudicati benefici vengano poi riconosciuti dannosi per la salute, e viceversa. È' la legge del "mercato".

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 13.09.16 15:33| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo post.
A proposito di industria americana, ultimi echi da ALCOA in Sardegna, si sta consumando il dramma di decine di famiglie senza piu' lavoro.
Bisognerebbe evitare che l'unica industria dell' alluminio in Italia vada persa. Chissá quali interessi ci sono dietro questo massacro industriale.
Occorrerebbe nazionalizzare questa industria.

giovanni f. Commentatore certificato 13.09.16 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

di fatto: nell'aceto balsamico, le farine troppo raffinate, merendine, jogurt, succhi di frutta, etc....., contenitori di zuccheri; risultato obesita', colesterolo alto e diabete. La grande industria e' autorizzata ad otturare le nostre arterie

rosetta a., ascoli satriano Commentatore certificato 13.09.16 15:02| 
 |
Rispondi al commento

questo documentario ne parla approfonditamente:
http://www.cb01.me/zucchero-that-sugar-film-sub-ita-2014/

le grognard Commentatore certificato 13.09.16 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente vero!
L'assunzione di cibi grassi è poco rilevante nell'aumento del colesterolo. Sono gli zuccheri i principali responsabili delle malattie cardio vascolari in quanto il fegato trasforma gli zuccheri in grassi!

diego r., Roma Commentatore certificato 13.09.16 13:52| 
 |
Rispondi al commento

In italia ci sono due grossi problemi di cui il governo non parla mai. il primo è la corruzione - che procura danni 365 giorni all'anno sia a Roma sia in tutte le regioni italiane. tanto è vero che i parlamenti sia nazionali sia regionali sono stati tutti decimati da denunce penali e inchieste sulla mala gestio dei soldi pubblici. secondo problema - abbiamo 3.600.000 dipendenti pubblici su una popolazione di 60.000.000 di persone, mentre gli Stati Uniti ne hanno 2.600.000 su una popolazione di 360.000.000 di persone. nonc'è proporzione. In Svizzera i dipendenti pubblici sono pochissimi ma sono bene istruiti e forniscono risposte telefoniche ai cittadini che si rivolgonoa loro e in pochi gioni sistemano la pratica, inviando a cada del cittadino una comunicazione della somma da pagare per quella pratica . Altro enorme problema sono le tasse, finoa che ci manterremo 3.600.000 dipendenti pubblici e ci sarà la corruzione che abbiamo aoggi non si potranno liberare risorse per una vera crescita del paese. solo in Movimento 5 stelle può rovesciare questo stato di cose. Forza ragazzi non mollate. e andate avanti.
Pietro Marano

PIETRO MARANO 13.09.16 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Non le inchieste giornalistiche in generale ,perchè erano pochi giornalisti quelli che faccevano inchieste.
Un tempo si chiamava controinformazione.
GIORNALISTI CORAGGIOSI!
Anche oggi lo sport preferito della grande stampa è attaccare movimento 5stelle,l'ha fato persino la stampa americana.
Pensate un po che coraggio ci vuole attaccare il movimenti 5 stelle o Verginia Raggi

elio p., cagliari Commentatore certificato 13.09.16 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Anche il Dottor Mozzi sono anni che lo dice !

ELE F., COSSOGNO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 13.09.16 13:21| 
 |
Rispondi al commento

belle notizie che confermano le manovre dei potenti per arricchirsi no onestamente ma senza scrupoli di rispetto sulle persone e per i bambini ancor più grave il 50% delle cause è terribile che possiamo dire miserabili assassini per un pugno di sporchi denari distruggono milioni di vite di morte sofferenze dolori e costi per la sanità e le persone incalcolabile complici chi li ha protetti e non ha denunciato e quanto danno agli avversari allevatori produttori .

antonio giusti 13.09.16 13:08| 
 |
Rispondi al commento

CAMERON

LUI conosce bene quanto sia stato sbagliato e meschino il sottoporre ad impreparati britannici questo referendum. LUI conosce bene quanto LUI abbia peccato di arrivismo e di presunzione. LUI conosce bene quanto siano imprevedibili le conseguenze, sia sul piano economico che sociale e politico e forse anche militare.
LUI conosce bene quanto LUI, per le sue manie di grandezza abbia almeno per ora, distrutto una comunque BUONA possibilita' di integrazione.

LUI, si e' dimesso.
Speriamo che la storia sappia sopperire ai suoi errori.

tomi sonvene Commentatore certificato 13.09.16 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che ormai siamo tutti dipendenti da zucchero e carboidrati. Quando si tenta di esporre le nuove soluzioni x vivere meglio la gente ti ride in faccia!!!
Vogliamo essere ciechi davanti all'evidenza che il sovrappeso, le malattie cardiovascolari ed i tumori sono in esponenziale aumento nonostante i cibi poveri di grassi?

Mirko Canin 13.09.16 11:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori