Il Blog delle Stelle
Internet libero ha vinto

Internet libero ha vinto

Author di MoVimento 5 Stelle
  • 67

di Marco Zullo e Dario Tamburrano, Movimento 5 Stelle Europa

La neutralità della rete ha vinto. Tutti i siti web verranno trattati allo stesso modo. Non ci sarà traffico su internet di serie A e di serie B con velocità diverse a prescindere dalla sua origine e destinazione. Nonostante gli attacchi a questo sacrosanto principio di uguaglianza delle fonti e degli utenti messo in atto dagli Stati membri e dalla maggioranza del Parlamento europeo, più preoccupati a garantire profitti ai grandi service provider che a garantire un Web libero e aperto a misura di cittadino, il BEREC (Body of European Regulators of Electronic Communications) ha pubblicato le sue linee guida sulla neutralità della rete, mettendola al sicuro da chi la voleva privatizzare.

Il Movimento 5 Stelle lotta al Parlamento europeo per #InternetLibero.

di Marco Zullo

Le linee guida pubblicate martedì dal Berec rappresentano una decisa inversione di tendenza rispetto alla posizione degli Stati dell'Ue, sono un grande successo di partecipazione della rete. Con l'attivismo e la partecipazione, le cose possono cambiare davvero. Ora dobbiamo rimanere vigili affinché gli operatori di telecomunicazioni non violino i nuovi principi.

CHE COSA È LA NEUTRALITÀ DELLA RETE?

La neutralità della rete garantisce la libertà di tutti ad accedere e distribuire le informazioni. Questo principio fondante garantisce l'apertura, l'innovatività, la concorrenza e la diversità di Internet. I fornitori di accesso a Internet (Internet provider) trasportano i dati senza discriminarli per origine, destinazione o tipologia. Ciò significa che la neutralità della rete vieta agli operatori delle telecomunicazioni di bloccare o degradare contenuti, applicazioni o servizi.

COSA ACCADE SENZA LA NEUTRALITÀ DELLA RETE?

1) L'utente pagherebbe di più per navigare e l'internet provider diventerebbe un guardiano frapposto tra lui e i servizi e le applicazioni online che si vogliono utilizzare.
2) I nuovi siti web e le invenzioni non sarebbero veloci ed accessibili come i grossi siti dominanti americani (USA) e potrebbero addirittura non sopravvivere abbastanza a lungo.
3) L'economia e le start-up ne soffrirebbero: con la neutralità della rete tutti possono inventare nuovi servizi senza chiedere il permesso e avvalendosi di un'infrastruttura neutrale globale fin dal primo giorno.
4) Internet sarebbe più lenta: vari studi hanno dimostrato che se i fornitori di servizi Internet potessero vendere un vantaggio competitivo a pochi siti web, questi avrebbero convenienza a rendere più lento il resto di Internet per tutti gli altri.
5) Diverse associazioni di giornalisti hanno hanno espresso forti critiche: la violazione della net neutrality spesso è associata alle violazioni della libera espressione online e del pluralismo dei media".

di Dario Tamburrano

La neutralità della rete ha vinto. Il merito non va alle forze politiche maggioritarie nell'UE che anzi hanno cercato di assassinarla: il Consiglio europeo e la maggioranza del Parlamento Europeo, nell'autunno 2015, hanno concesso infatti un'amplissima serie di scappatoie all'applicazione del principio secondo il quale tutto il traffico su internet deve essere trattato in modo uguale, senza rallentarlo né accelerarlo, a prescindere dalla sua origine e dalla sua destinazione.

Se la neutralità della rete ha vinto, il merito va al BEREC (Body of European Regulators of Electronic Communications): lo scorso 30 agosto, attraverso le sue linee guida sulla neutralità della rete, ha cucito le toppe sulle scappatoie create dai politici.

I POLITICI VOLEVANO REGALARE IL WEB ALLE LOBBY

La normativa varata da Parlamento Europeo e Consiglio UE contempla infatti:

- corsie preferenziali per il collegamento veloce, così da favorire i grandi marchi commerciali che avrebbero trovato più conveniente pagare gli operatori delle telecomunicazioni per far arrivare gli utenti direttamente dentro i loro siti.
- lo "zero rating", cioè non conteggiare nella bolletta dell'utente il collegamento a determinate applicazioni o a determinati siti.
- la possibilità per i provider di definire "classi di servizi" decidendo se rallentare il traffico con la scusa di una non meglio definita "minaccia di congestione".

LE LINEE GUIDA DI BEREC PREVEDONO:

- le corsie preferenziali veloci possono essere offerte solo per servizi molto di nicchia, come IPTV, uso della tecnologia per chiamate vocali di alta qualità, chirurgia a distanza.
- lo zero rating è permesso solo se l'utente ha contemporaneamente la possibilità di navigare normalmente su tutto il resto di internet e in ogni caso va attentamente sorvegliato dalle autorità nazionali.
- è consentito gestire e rallentare il traffico su internet esclusivamente dopo un ordine delle autorità competenti per garantire l'integrità e la sicurezza della rete: ma in ogni caso tutto il traffico deve subire un uguale rallentamento.
Queste linee guida sono una vittoria per i cittadini e per i "diritti digitali": la creazione di corsie preferenziali per il traffico renderebbe la vita più difficile a piccole imprese, artisti, attivisti, educatori e in questo senso la neutralità della rete conduce verso il concetto di internet bene comune.

Queste linee guida sono anche una vittoria per l'innovazione: continuerà ad essere possibile collegarsi con la stessa rapidità e facilità sia a un sito già famoso e a uno appena nato. Del resto, senza la neutralità della rete, il web avrebbe probabilmente soffocato Youtube e Facebook nel momento stesso in cui emettevano i primi vagiti.

banneri5s2016.jpg

suiinsta.jpg

2 Set 2016, 11:00 | Scrivi | Commenti (67) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 67


Tags: Dario Tamburrano, internet, internet libero, Marco Zullo, web

Commenti

 

internet non è libero è in mano ai SEO che fanno posizionamento sui motori di ricerca dei siti che li pagano e manipolano l'informazione libera su internet http://www.studiograficatorino.it/

Lino M. Commentatore certificato 23.09.16 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Non conoscevo Link Lab citato nell'articolo. Sono andato sul sito e mi sono accorto che il Team è molto qualificato, con una preparazione politica tale da poter essere utilizzata dal Movimento... altroché le "bamboline".
Il cambio ha bisogno di queste persone.
Ringrazio l'autore di "Suicidi in aumento per la disoccupazione. Campania prima" per aver fatto conoscere questi talenti italiani.

Vittorio A., 28073 Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 11.09.16 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la fretta...intendevo questa foto:
http://www.beppegrillo.it/2016/08/sfrutta_il_terr.html

Tex A., MILANO Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 05.09.16 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi sa dire chi è il signore a sinistra della foto con gli occhiali (mi sembra del psi) e quanti voti porta al PD? Grazie

Tex A., MILANO Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 05.09.16 20:17| 
 |
Rispondi al commento

OT: A Roma si sono dimessi questi grandi "esperti" pagati con stipendi a 6 cifre? Beh se vede che erano appiccicati co lo sputo... al minimo colpo di vento sono cascati a grappolo... probabilmente è meglio così.
Ora cerchiamo persone che credano nel M5S e non mercenari, per quanto competenti siano.
A Roma c'è bisogno di gente che combatte contro la casta: questa è la vera battaglia!!
Virginia non mollare!!
E soprattutto non ripetere l'errore di imbarcare gente di dubbia provenienza

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 02.09.16 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.it/
è bellissimo solo che specie sui forum,sui social ci sono moderatori che sono messi dai politici,come fanno non lo so,però quando ci sono campagne politiche e di elezioni e anche referendarie bannano da matti noi grillini,che fare?Legiferare che se si scopre uno che fa il troll pure con il vantaggio di essere un dipendente di un sito ecc. metti di google o facebook ecc, una volta sscoperto non possa più lavorare su internet

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 02.09.16 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RETE
Deve essere libera, anarchica (etimo)
e pulita.
Una RETE controllata, dittatoriale e sporca
assomiglierebbe troppo alla TV.
Alla TV italiana. E non solo.


La RETE deve essere CONTROLLATA, ma
non CONTROLLATA.

Non c'è contraddizione.
(una forma, due sostanze) (-(


Ottimo, ragazzi
Avanti così. AvanGuardia.


Giovanni M., Cambiago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.09.16 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni dicono che applicare la Democrazia Diretta nell’ambito di lavoro è impossibile. Ma se si vuole applicarla, giova ricordare che “dove c’è una volontà, c’è una via”. Infatti, se tutti i dipendenti decidono tutte le politiche, il consiglio di amministrazione ed i sindacati diventano superflui. I costi di produzione diminuiranno sensibilmente e gran parte della conflittualità lavorativa sarà risolta perché i lavoratori non agiranno contro le loro proprie decisioni. La DD dei lavoratori sul loro posto di lavoro eliminerà la frustrazione e la sofferenza di quei dipendenti che oggi non possono decidere niente che riguardi il loro lavoro, e però si oppongono ad alcune decisioni del consiglio di amministrazione e dei sindacati. Nelle aziende lavorative minori le riunioni dei dipendenti possono aver luogo in una sala dove discutere e decidere le politiche aziendali per alzata di mano. Nelle aziende maggiori, centinaia o anche migliaia di dipendenti potranno discutere e votare usando una TV a circuito chiuso, oppure in video-conferenza, o con altri metodi elettronici di comunicazione. Tutti i dipendenti dovranno discutere queste procedure senza interferenze dall’esterno, e verrà adottata la procedura decisa dalla maggioranza.

angelo ., roma Commentatore certificato 02.09.16 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Il futuro RISULTATO del M5S alle prossime politiche,
...sarà la fotocopia del RISULTATO dell'amministrazione RAGGI.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 02.09.16 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quante risate si fa Charlie sui morti del terremoto!...

Quelli di sinistra possono sempre ironizzare su tutto, anche sulle tragedie altrui, che va sempre bene.

Ma devono essere di sinistra, in questo mondo che marcia verso il baratro...

GIAN PAOLO 02.09.16 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo al tema del post no mi preoccuperei tanto per chi vuole ingabbiare la rete e rendere più visibili certi siti a discapito di altri, ci sarà sempre un ragazzino di 15 anni in qualche garage che si inventerà il modo di bypassare certi blocchi, io mi preoccuperei più delle società a delinquere che oggi gestiscono le reti internet a cominciare dai mafiosi della telecom che continuamente inseriscono nelle bollette mensili dei costi inesistenti di promozioni mai chieste, costi di distacchi mai avvenuti ecc, ecc, il tutto per far si che sempre meno persone possano accedere alla rete per motivi economici.
Calcolate che oggi una connessione decente viene a costare circa 60 euro al mese, un'enormità per oltre 10 milioni di cittadini che non possono curarsi figuriamoci pagare un'abbonamento ai rapinatori legali della telecom.
Questa è l'unica battaglia da combattere, connessione minima gratuita per tutti. per tutto il resto ci pensa anonymous.

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.09.16 15:31| 
 |
Rispondi al commento

È' una bella vittoria per tutti gli utenti. Fa piacere che in ambito europeo ci siano organismi indipendenti come il BEREC. Meglio comunque che continuiate a vigilare.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 02.09.16 15:29| 
 |
Rispondi al commento

io resterei sul tema raggi con post a sua difesa!!e nn capisco perchè il blog oggi nn pesti su questo!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 02.09.16 15:27| 
 |
Rispondi al commento

A fronte di centinaia di morti e cumuli di macerie, cosa vi aspettavate che venissero a dirvi? Mentono!!
La democrazia ha dei costi, e l' ultima fetta di torta bella sugosa, pesa 42 milioni di € che i partiti si sono intascati, li chiamano rimborsi elettorali, perché il popolo aveva bocciato i finanziamenti ai partiti.
Eh! Si dovevano chiudere sezioni, parassiti a caccia di un lavoro. Un caos insostenibile. A rischio la tenuta delle istituzioni , una ipotesi non plausibile.
Il caos. Meglio venir li, mascherati con l' afflizione, ditemi di cosa avete bisogno.
Con metri di rottami attorno, è una bella domanda che segnala lo spread tra gente normale e boiardi infastiditi da tutto ciò che non è fanfara e corazzieri.
La democrazia, però, è salva!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 02.09.16 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Come ben sottolineato da chi mi ha preceduto, ieri abbiamo avuto la conferma che la corruzione in Italia praticamente non esiste.
Con la richiesta di archiviazione delle indagini su i due manager del Monte dei Paschi di Siena (Profumo e Viola), che fa seguito a tutte le altre precedenti archiviazioni/assoluzioni/prescrizioni, nei confronti di tantissimi politici e manager della sinistra politica italiana, possiamo tranquillamente ritenere, visto che lo certifica la magistratura italiana, che noi viviamo in un Paese dove la corruzione ed il malaffare sono presenti solo in minima parte.
Forse non avevamo bisogno di questa ulteriore conferma, visto tutti gli esempi del passato:
-Telekom/Serbia;
-Banca del Salento;
-Banca 1321;
-Wy Not;
-Unipol-BNL;
-Sistema delle cooperative emiliane e toscane;
-Sistema di Sesto San Giovanni;
-Monte dei Paschi di Siena;
-Banca CARIGE;
-Sistema Nuova Venezia;
-Sistema EXPO;
-Sistema Coop. Rosse-TAV;
-ect;
-ect.

gianfranco chiarello 02.09.16 15:26| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Ogni tanto provo a dare un consiglio anche se mi rendo conto che il blog non è più quello del 2008.

Per quanto riguarda Roma e le cariche da assegnare per la dirigenza mi ricordo di un'idea di grillo che sembrerebbe la più ovvia ma alla nostra sindaca ancora viene in mente. Chi meglio di chi lavora sa come risolvere i problemi?
Io farei scegliere a chi lavora nell'atac, nell'ama ecc, chi deve essere il loro dirigente. Una votazione interna sicuramente farà uscire un dirigente ben voluto che potrà spronare tutti gli addetti a fare meglio.

Una volta il movimento, anzi, Grillo ragionava così. Oggi non so...
in bocca al lupo


Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.09.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero che Beppe scenda presto a Roma a rimettere le cose a posto.
Non c'è dubbio che la Raggi è debole ,ma è lei la Sindaca ed è lei che deve governare con piu' coraggio e determinazione.NON servono i piagnistei
I cittadini senatori e i cittadini deputati sono pregati di non dare consigli alla sindaca Raggi.Loro,voi vi e si devono occupare delle leggi che passano in parlamento e in senato, oltre che mantenere i rapporti con i veri cittadini 5 stelle.
Ai cittadini senatori e ai cittadini deputati lasciate fare a Beppe ne sa 7 piu' di voi.
Sono convinto che tutto andrà meglio.
E mi raccomando quando scrivete un twitter non inviatelo subito,lasciatelo li una notte ,la mattina successiva rileggetelo e poi inviatelo

elio p., cagliari Commentatore certificato 02.09.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento

A me è sempre stato detto che nella vita "Tutti sono utili, nessuno è indispensabile"

Se ci sono state delle dimissioni, bene: si va avanti e si nominano altri.

E si continua.

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.09.16 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Pe facce passa' er "pain" ce danno un po' de distrazione a bon mercato..

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2016/09/01/in-sala-2-euro-il-secondo-mercoledi-mese_8c46d462-8376-4c99-9e51-f322ac42c520.html

Tony 02.09.16 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Si, vabbe', ma internet grati a tutti sarà un sogno?

Giovanni F. 02.09.16 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Quando lunedì Beppe Grillo si recherà a Roma, sarebbe cosa giusta ed opportuna che tutti gli eletti in Parlamento, facessero numerosi passi indietro, così da lasciare di nuovo Beppe la Leadership del Movimento.
Certo questo sarebbe possibile, solo se i parlamentari avessero realmente a cuore le sorti del Movimento.
Ma avranno l'umiltà per farlo?

gianfranco chiarello 02.09.16 15:06| 
 |
Rispondi al commento

La legge e' più " uguale " per qualcuno..


http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2016/09/01/mps-chiesa-archiviazione-viola-profumo_648b43d4-a9b3-4221-a1cd-cdf955a3900c.html

Tony 02.09.16 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In due parole si è evitato di costruire un nuovo muro di Berlino!

Mancu li cani 02.09.16 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo ho sempre detto che ha ragione e io in questo momento sono dalla sua parte sia come attivista sia come elettore del M5S.
Io dico a Beppe Grillo di portare avanti tutti I programmi, i decreti legge, le le nostre leggi in parlamento e di andare al governo a governare l'italia per come è nato e stato fatto questo movimento. Andare avanti fino alla fine è la parola d'ordine e bisogna dare il salute a il Bomba e tutti gli altri suoi amiconi di partito una volta per tutte.

manuela 02.09.16 14:30| 
 |
Rispondi al commento

...Con tutta la simpatia per Di Battista e anche Di Mario & C..lasciate che la Raggi faccia le sue scelte liberamente!! Consigliatela ma non forzatela!! La sindaca è lei, non voi..se volevate governare Roma dovevate presentarvi VOI alle elezioni!! Ora è sua tutta la responsabilità e le scelte le deve fare solo lei!!
Sindaca Raggi chiedi aiuto e consigli ai cittadini Romani e vai avanti cercando di mettere in pratica la democrazia diretta!!

Tony 02.09.16 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Perchè andare a cercare al di fuori del Movimento gli amministratori del comune di Roma o di qualsiasi altra ipotesi ? Carla Ranieri , 193.000 euro di stipendio è già un errore marchiano , i nostri parlamentari si accontentano di un quarto di questa cifra ! Parere negativo dell'anac , perchè ! Vorremmo conoscere le motivazioni e non il criptico articolo 90 tuel che non ci dice niente ! Dietro tutto ciò si vede la mano dei papponi ai quali stiamo dando spunti con il nostro atteggiamento non granitico ! Le discussioni ci devono essere , le critiche pure , ma intra nos !


a difesa dell'italia...

https://www.youtube.com/watch?v=SkMD15zKFKw

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 02.09.16 13:57| 
 |
Rispondi al commento

tutto bello ma ..
in itaGlia ..

la rete non è neutrale da un pezzo ,
a cominciare dal voip ..

tranne poche eccezioni ,il voip delle telecom italiane è proprietario !!

funziona solo con il modem fornito dal provvider
e probabilmente viaggia su vlan dedicate con traffico prioritario

tuttavia..
da tecnico, io non mi lamento del traffico prioritario per il voip , che migliora la qualità delle telefonate

mi lamento del voip proprietario , non integrabile con lo standard mondiale basato su SIP e Asterisk

asterisk è il centralino software voip più usato al mondo da decenni ed è opensource ..

problemi per l'utente :
1) la telecom come tiscali come fastweb con i loro modem ,non consentono all'utente di interfacciarsi DIRETTAMENTE in digitale al centralino asterisk dell'utente (il famoso trunk)

2) essendo il loro un sistema chiuso ,non sappiamo se degrada la qualità del voip delle aziende concorrenti voip che usano lo STANDARD MONDIALE aperto sip..
come messagenet e clouditalia

3) Bisognerebbe garantire lo standard aperto SIP e garantire l'interoperabilità tra provider al fine di poter arrivare al più presto a poter fare telefonate senza dover ricordare un numero , ma potrebbe bastare ricordare un indirizzo email ...
per chiamare al telefono mario rossi basterebbe digitare :
sip://mario.rossi@gmail.com

my 2 cent digitali

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 02.09.16 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Cinque menti eccelse si sono dimissionati dal comune di Roma ! Cinque geni insostituibili che non hanno pari in Italia , sono usciti dalla giunta per motivi che non è difficile comprendere : poca elasticità nel maneggiare il grano . Trovatisi di fronte alle rigide regole del Movimento e spinti dalle lusinghe della casta , abbandonano . Come faremo a trovare i sostituti ?


Facebook
Marcello Minenna
13 ore fa

"Per chi chiedeva i motivi delle dimissioni: buona lettura"

https://www.facebook.com/MarcelloMinenna/posts/1643613312619629

http://www.corriere.it/politica/16_settembre_02/putsch-contro-magistrata-7a619d9c-7082-11e6-acff-0ba0a2f56bad.shtml

Aggiornamenti 02.09.16 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Evitare di affrontare in rete gli argomenti su alcuni Comuni governati dal M5S (Roma e Bagheria), è un segno di debolezza, per non dire di imbarazzo.
Se si è realmente e moralmente diversi, lo si dimostra anche nei particolari.
Questa potrebbe essere un'occasione persa.

gianfranco chiarello 02.09.16 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Il governo ha fatto la sua "Signorata": ha sospeso le tasse ai disperati terremotati fino al 20 Dicembre 2016.
VERGOGNA!

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.09.16 13:26| 
 |
Rispondi al commento

La giunta Raggi e' in difficolta'.
Sarebbe utile farci sapere tramite un post come sono andate esattamente le cose(dei giornali non mi fido) e come pensate di riorganizzarvi,inoltre vorrei che Beppe scrivesse in questo blog che porta ancora il suo nome,il suo pensiero su questo argomento che penso stia a cuore a tutti noi.
Grazie.

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 02.09.16 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Sora Virginia Raggi... Cosa facciamo, un pasticcio all'italiana?
Vada per le dimissioni dei vertici di ATaC e AMA, comunque arduamente comprensibili senza chiare spiegazioni, ma arrivare dopo appena due mesi e mezzo alle dimissioni del capo di gabinetto e del'assessore al bilancio -il piu' delicato della giunta- e' roba da sudario piu' che da velo pietoso.
Non ci sono scuse che tengano, a meno che la Raggi non abbia la compiacenza di farcele pervenire senza attenuanti. E non mi venga col discorso delle opposizioni che le mettono i bastoni tra le ruote: le due cariche elettive erano di competemza della maggioranza.
Se non sei in grado nemmeno di mettere in piedi una completa giunta operativa dopo quasi tre mesi dall'insediamento -il minimo indispensabile per la credibilita' di un primo cittadino, vuol dire che non sai gestire neppure la tua maggioranza.
Cosa gia' deprecabile im un comune sperso nell'appennino, ma imperdonabile nella vetrina politica piu' importante per il Movimento a Roma.
Se qualcuno dello staff o Beppe Grillo volessero spiegarci la natura dei minuetti capitolini, io e suppongo altri supporters del M5S non potremo che esservene grati. Naturalmente in subordine alla presa di posizione della Raggi...che avrei piacere di leggere su queste colonne elettroniche.
Altrimenti diventa complicato difendere il governo della capitale, tanto quanto e' stato disperato giustificare il colpo di testa di Nogarin a Livorno sull'esproprio di immobili privati.

Massimo Trento (orbo e semisordo), Belluno Commentatore certificato 02.09.16 13:26| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E' una vittoria obiettiva. Ora mi permetto di girare fuori tema e andare a Roma, dove tutti noi che sosteniamo il M5S (e io sono di Roma) abbiamo qualcosa da dire e dove possiamo dirlo? Ecco qui: Io vado controcorrente e a me interessa e come che non ci siano persone in Giunta che diano continuità con il vecchio sistema. Se via alcuni, perché non via tutti e si ricomincia? Il tempo c'è e ci darà ragione se saremo lungimiranti e seguiremo le note di chi, tutti noi, hanno votato Raggi sindaco M5S. Non possiamo trasformarci in tifosi di una Roma con quattro cartacce in meno. A questo si riduce il governo dell''M5S? Abbiamo votato per cambiare tutto e non per far vedere che siamo bravi a pulire i giardinetti meglio degli altri. Intanto equitalia massacra gli imprenditori, le tasse sono insostenibili per negozianti e liberi professionisti, la burocrazia impedisce uno sviluppo leale della concorrenza e quelli che le tasse le pagano sempre in anticipo, i lavoratori, si trovano ospedali senza posti letto, attese di mesi per una diagnostica, e la gente non si cura più. Aumenta insicurezza e degrado e i soliti noti burocrati di Stato sembrano gli unici in grado di dare continuità a questo sistema. E noi gli andiamo appresso. Continuità è la parola giusta? Continuità con più merito? Tutto qui quello che vogliamo dalla prima Giunta M5S di Roma? Continuità con più merito? No Virginia Raggi vogliamo di più. Vogliamo tutto. FIDUCIA TOTALE IN TE IN QUESTO MOMENTO DIFFICILE, ti siamo vicini in molti. Ma lo saremo fin quando opererai come M5S e in continuità con i valori, le idee e i programmi che abbiamo condiviso in questi anni di battaglie. Fiducia si, fin quando seguirai Beppe che vede lungo ed è il nostro garante nazionale. Qualsiasi altra strada mi vedrà personalmente levare il sostegno a Raggi in modo deciso e incontrovertibile. E saremo in tanti, tantissimi. Pur rispettando gli attivisti e i cittadini che vorranno fare diversamente.

Alberto Celeste Luzzi , Roma Commentatore certificato 02.09.16 13:15| 
 |
Rispondi al commento

benissimo il fatto che il web sia regolamentato in modo che tutti abbiano le stesse possibilità.
Il problema che rimane, invece, è la velocità ed il servizio di connessione di tutte quelle località italiane che non hanno una gran concentrazione demografica.
Mentre da una parte, oramai, tutti i gestori italiani si "vantano" (?!?!?!? cosa avranno poi da vantarsi) del raggiungimento di velocità "interessanti" (500 mega) nelle più grandi città italiane, ci sono luoghi (e sono tantissimi) dove il cliente paga per connessione 7 mega e mediamente non raggiunge nemmeno i 2.
Ripeto, non capisco cosa abbiano da vantarsi quando in altre nazioni europee i 20 mega sono ovunque.
Mi chiedo a che serva dare velocità da 500 mega ad un 30% dei cittadini quando il 50% fatica ad avere i 10 mega.
Ci sono luoghi dove devi attendere sin oltre la mezzanotte per poter "navigare" senza continue disconnessioni e/o una velocità che è peggiore della vecchia 56 kbps (in quanto molto instabili con ingiustificate disconnessioni continue).
Eppure anche qui, nella mia zona, la fibra ottica è stata "stesa" nel sottosuolo, migliaia e migliaia di euro spesi per i cavi che ora sono li, dopo 8 anni dalla stesura nessuno che ne abbia preso in carico la gestione.
Nessuno vuole prendersi "l'onere" e la responsabilità di gestire il servizio in quanto è chiaro che non vi sarebbe ritorno economico (o meglio, non vi sarebbe il ritorno economico minimo).
E così migliaia e migliaia di euro dei cittadini italiani sono stati buttati nel cesso e le persone devono cercarsi un servizio alternativo.
Tanto per fare un esempio ... per caricare completamente la home del blog qui mi ci vogliono non meno di 2 minuti, ed ho una adsl a 7 mega dichiarati.

mario 02.09.16 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sarebbe da far passare la Ecospurghi sul post precedente,sopratutto nelle varie cantine!
Grazie!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 02.09.16 12:35| 
 |
Rispondi al commento

ADELANTE✰✰✰✰✰!
VIRGINIA✰✰✰✰✰!

https://www.youtube.com/watch?v=mqpGu0ebxcc


Domani pioverà da occidente
Dov'è il confine fra la tecnologia utile e la tecnologia distruttiva
La scienza, a prescindere, è un contesto umano facoltativo
Il pensiero umano deve appoggiarsi ad un etica, altrimenti appare inutile a se stesso
Oggi l'ossessione degli umani a progredire arreca davvero benessere e qualità alla umanità ?
Può essere che ci siano sconosciute necessità future nell'utilizzo di tecnologie che oggi ci appaiono controverse.
Ho abbiamo abdicato ad un fine sconosciuto la nostra esistenza dilaniando il nostro esistere
Col passare di questo primo decennio del terzo millennio dobbiamo imporci l'obbligo di scelte attente a non vanificare quelle che riteniamo conquiste del nostro pensiero
La prima imposizione da ponderare è l'uso della moneta
divenuta arbitrio di una incontenibile abnorme follia
Se riusciamo a comprendere i danni reversibili dei limiti del consumo della biosfera. Dobbiamo imporci delle varianti
drastiche non dei palliativi edulcorati
I governi delle nazioni diventano oggi pretestuosi simulacri di litanie maniacali attente a manfrine vetuste, illusioni inibitorie,
come le incredibili pestilenziali assicurazioni sulla ripresa del lavoro
La apparente limitazione del pensiero di questi individui non è altro che una menzogna per appianare il loro momentaneo potere
A cui i cittadini si aggrappano convulsamente scorgendo solo l'uovo cucinato per la cena e non il pollaio vuoto
Conoscono benissimo la realtà ma si ostinano a vivere in una bolla di sapone. Senza facoltà di decidere. Appaiono come quei personaggi rinchiusi volontariamente nel vecchio bunker del terzo reich che fecero stampare su di un cancello il lavoro rende liberi

Rosa Anna 02.09.16 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Tutti stanno attaccando Virginia Raggi. Non deve mollare ! Oggi non c 'è un giornale o canale televisivo che non se la prenda con lei. Ha tutta la mia solidarietà.

Vincenzo Matteucci 02.09.16 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Tutto bene almeno fino a quando non troveranno un cavillo "legale" per riprovare a imbavagliare la rete,solita storia come per tante altre battaglie apparentemente vinte

rosario 02.09.16 11:26| 
 |
Rispondi al commento

ot

dalla lettera di marcotravaglio agli italici di oggi

"dovrebbero riunirsi in conclave con Beppe
Grillo,... omissis... Se vogliono aiutare la Raggi a rilanciare la giunta, si cuciano la bocca,..."


quando galli e galline abbondano... se abbondano.... , le volpi fanno festa....

in generale eh...ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti è puramente casuale...

ps

italide, dove si narra delle mirabolanti avventure delle renzine et dei renzini...

capitolo 5786

"pil, istat conferma crescita zero nel secondo trimestre"

nientedi nuovo sotto il sole.... insomma con tutto 'sto casino che i renzisti e renziste stanno producendo nel paese... i rsultati sono... minimi...

il povero enricoletta per molto meno fu arso vivo in piazza della signoria...

evidentemente il pdc attuale è ignifugo :)

pabblo 02.09.16 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori