Il Blog delle Stelle
Tre milioni di api morte a causa del pesticida usato contro il virus Zika

Tre milioni di api morte a causa del pesticida usato contro il virus Zika

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 15

da Greenme

La crescente preoccupazione per la diffusione del virus Zika negli Stati Uniti sta portando a misure estreme di prevenzione che purtroppo stanno danneggiando le api. Nelle aree in cui le zanzare sono molto diffuse, le autorità del South Carolina stanno utilizzando dosi massicce di insetticidi che hanno portato ad una vera e propria moria delle api: più di 3 milioni in un solo giorno!

Le api sono purtroppo vittime di queste azioni proprio in South Carolina dove sono stati riportati quattro casi di contagio da virus Zika in persone che avevano viaggiato all’estero.

A Summerville si è registrata una moria delle api accidentale e inaspettata, che evidentemente non era stata calcolata. Senza le api gli ecosistemi del nostro Pianeta non possono svilupparsi come si deve con una vera e propria alterazione dei cicli della natura.

Alcuni pesticidi, come il Pyriproxifeno di Monsanto, continuano a minacciare le api insieme alla perdita degli habitat naturali. Ora il problema della diffusione del virus Zilka tramite le zanzare rappresenta un nuovo fattore di rischio per gli insetti impollinatori.

Sono milioni le api trovate morte a Summerville dopo l’utilizzo massiccio di insetticidi contro le zanzare Zika, in particolare un prodotto chiamato Trumpet. Api pronte a produrre il miele per l’inverno che invece sono state ritrovate ammassate senza vita con i piccoli soli negli alveari. Secondo Juanita Stanley, co-fondatrice di Flowertown Bee Farm & Supply, a Summerville sarebbero scomparsi 46 alveari e più di 3 milioni di api in un solo giorno.

Le api che sono sopravvissute sono comunque state avvelenate dai pesticidi, così ora si è costretti a distruggere tutti gli alveari e il miele, dato che sono contaminati. Si è trattato di un’irrorazione aerea non preannunciata, così non si è potuto fare nulla per proteggere gli alveari. L’irrorazione di pesticidi è avvenuta alle 8 del mattino, quando le api si trovavano all’aperto, tra fiori e campi.

Chi decide di utilizzare insetticidi contro la diffusione del virus Zika vuole certamente proteggere la popolazione ma dato che le api sono già ad alto rischio bisognava pensare anche a loro e, casomai - secondo Flowertown Bee Farm & Supply - utilizzare i pesticidi di notte, quando le api sarebbero state al sicuro.


banneri5s2016.jpg

suiinsta.jpg

10 Set 2016, 12:40 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 15


Tags: api morte, pesticida, virus, virus zika

Commenti

 

Ciao
Ringrazio dio di avere messo sul mio cammino signora JOSIANA GOMEZ, questa prestatrice non è come gli altri. Grazia ha essa io hanno ricevuto un prestito di 80.000 dollari oggi a 09:35 cronometra. Sono a lungo stato fregare ma per questa volta CI ho avuto ciò che volevo. Allora mio fratello e sorella se riceverete questo messaggio allora siete salvati. Se avete bisogno di prestito o d'investimento nel vostro progetto, vi consiglio di contattare questa signora che mi ha fatto certamente questa mail: gordonpascal04@gmail.com.

romaine duclan Commentatore certificato 14.09.16 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Quante persone potrebbero subire danni dal virus ?
Quante potrebbero non avere un futuro se scompaiono le api ?
Fatevi queste domande a datevi una risposta


Rosa Anna 12.09.16 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Ma fate i bravi.
Piriproxyfene, magari. Ma è meglio scrivere piriproxyfeno (che come glifosato richiama la Monsanto). Peccato che la Monsanto non c'entri un tubo, perchè è un prodotto giapponese.
Anche Trumpet è venduto da Amvac, mica da Monsanto.
La parte sui piccoli delle api è poi veramente grandiosa; poverini, erano nel nido a fare cip cip e la mamma non tornava...

Andrea Lari 12.09.16 07:56| 
 |
Rispondi al commento

L'APE????

"Se l'ape scomparisse dalla faccia della terra, all'uomo non resterebbero che quattro anni di vita.”
Albert Einstein,
uno che la sapeva lunga

Giovanni M., Cambiago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.09.16 06:10| 
 |
Rispondi al commento

Vabbè dai raga... faccio anche io l'apicoltore.. e ogni giorno in Italia ci sono quelli che ti fanno i diserbi o i concimi chimici davanti alle arnie o altre porcate. Questo tizio ha perso 40 casse non c'e da farne un dramma xke( spiego), un tizio con l'aereo ha sbagliato campo o ha mirato male. gli pagherà i danni.... il vero problema sono le case farmaceutiche e chimiche che non solo immettono prodotti nocivi nei campi ma anche nell 'uomo! Siamo cavie da laboratorio noi a tutti l'ecosistema api e altri animali compresi. Non hanno scrupoli. Bisogna iniziare a ragionare meglio SU TUTTO.

Andrea pasini 11.09.16 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Non più tardi di ieri mi è venuto in mente l'argomento ed ho pensato che ci fosse qualcosa di poco chiaro, ma poi non avevo tempo di approfondire la cosa ed ho lasciato perdere il pensiero (com'era venuto l'ho lasciato andare) ora nel dare un'occhiata veloce all'articolo mi sono detta che . . . . il mio pensiero non era poi arrivato senza motivo.
Che tristezza sapere che ci stiamo distruggendo.

Vittoria Mottolese 11.09.16 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Sì potevano salvare ,se lo si voleva .C'è da considerare anche tutto quel pesticida prodotto dalla mosanto poi ,multinazionale sotto processo x prodotti cancerogeni dannosi x noi tutti, in primis i bambini dove va a finire x terra sicuramente, in posti dove c'è piantagione....Ecco xke ' si parla solo di tumore cancro. ...Non solo le api sono in estinzione, non solo loro purtroppo. B domenica a tutti.

Angelo Fornaro 11.09.16 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Molti anni fa ho visto un film intitolato "2022 I sopravvissuti" con interprete Charlton Heston. Chi ne ha voglia se lo vada a vedere (o rivedere). Purtroppo siamo molto vicini a quella catastrofe immane.

Rosa Angela Romeo, Genova Commentatore certificato 11.09.16 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Le api scompaiono, “quattro anni alla fine del mondo?”
Milioni di insetti stanno scomparendo in ogni parte del mondo. Le cause sono ancora ignote, ma tutti gli indizi portano alla mano dell’uomo.
- See more at: http://www.spaziosacro.it/interagisci/blog/blog2.php/einstein-le-api-e-la#sthash.bZ0tQxuj.dpuf

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 10.09.16 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma di che cosa ci indigniamo! Non abbiamo ancora preso coscienza dell' idiozia dell' essere umano? Gli animali dovrebbero avere più valore etico-sociale degli eseri umani! Gli animali senza gli esseri umani potrebbero vivere perfettamente sul pianeta, mentre gli esseri umani senza gli animali non sopravviverebbro sulla terra!

tanomanca 10.09.16 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Ritrovo Tommy
8 settembre alle ore 9:58 ·
Buongiorno . ..aprendo Facebook la mattina la prima cosa che compare è la domanda . ..a cosa stai pensando? . ..bene il mio pensiero stamattina è rivolto alla guerra mediatica che sta subendo il M5S sulla questione di Roma dove Virginia Raggi in un mese e mezzo dovrebbe risolvere i problemi che a turno sia la destra che la sinistra hanno creato in vent'anni di governo sulla nostra capitale.
Sono stufo di quello che succede in televisione di quello che si legge sui giornali,ovviamente ennesima conferma che una parte del giornalismo italiano e guidato. ..pilotato da poteri forti che vogliono distogliere l'attenzione sulle reali problematiche del nostro paese che sono molte e ovviamente passano in secondo piano.
Quindi signori giornalisti e poteri forti interessatevi delle famiglie che nn arrivano a fine mese. ..dei giovani che nn trovano lavoro . ..dei pensionati che ricevono un elemosina di pensione. ..di pubbliche amministrazione come sanità,giustizia,sociale che nonostante tutte queste tasse che si pagano nn offrono servizi soddisfacenti.
Non prendeteci in giro con questi giochi mediatici nn siamo stupidi come voi pensate.
Il mio pensiero aprendo facebook. .buona continuazione di giornata a tutti !!!!!!!!

Cutroneo Tommaso 10.09.16 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero, quando sarà il momento, e se mai ci sarà un momento, della nomina del futuro possibile presidente del Consiglio 5 stelle, che sia la rete a sceglierlo. Altrimenti non porterò più i 3 voti che ho portato al sindaco. Dopo la Raggi ci manca solo un candidato presidente che si mette a piangere, "che chiede perdono in lacrime" anziché chiedere scusa e basta, "ho sbagliato gravemente a tacere. Punto". C'è qualcosa che non va. Ci sono lacrime di troppo. Ci mancano solo i piagnoni e siamo al completo.

Massimo Palozzi 10.09.16 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un esperto in campo ma a me piace trovare soluzioni:

E' possibile spostare tutte le api delle zone interessate con un degli ''agenti ormonali'' per spostare solo le api di quella zona per poi abbattere le zanzare e ripristinare le api nelle zone riutilizzando la stessa chimica?

Sò bene che può sembrare banale ma ad un esperto in capo può far venire idee migliori

Cristian Giardini 10.09.16 15:47| 
 |
Rispondi al commento

povere api, fanno solo del bene, sono vitali per la nostra stessa esistenza e le stiamo massacrando con ogni mezzo. Stupidi, dopo le api toccherà' agli umani!

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.09.16 15:21| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori