Il Blog delle Stelle
L'articolo 70 della Costituzione e l'asino di Buridano #IoDicoNo

L'articolo 70 della Costituzione e l'asino di Buridano #IoDicoNo

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 170


di Beppe Grillo

Secondo gli ultimi sondaggi metà degli italiani non voteranno o non sanno ancora se votare al Referendum del 4 dicembre. Tra quelli che andranno il 25% non sa ancora come votare. Il primo vincitore della consultazione è la confusione, e quindi l'astensione che in questo caso non invalida il referendum perchè per quelli di rango costituzionale non è previsto il quorum. Non è accidentale: l'astensione è voluta. La riforma è un pastrocchio incomprensibile e l'informazione che viene fatta sul tema è parziale e ricamata su misura dei falsi slogan del governo. Perchè uno dovrebbe perdere tempo a studiare le boiate di Verdini e Boschi quando non arriva a fine mese? La repulsione è comprensibile. Ma non votare non lo è. Il cittadino indeciso rischia di fare la fine dell'asino di Buridano che non sapendo scegliere tra due balle di fieno identico quale mangiare decide di stare fermo e morire di fame. Deve agire di pancia. Voi vi fidate di questa gente che vi chiede di confermare la loro riforma? Vi fidate di quelli che stanno sfasciando l'Italia? Vi fidate di Renzi, di Verdini, della Boschi?
Indecisi: lasciatevi guidare dalla pancia, dall'istinto e votate!
Io non mi fido e #IoDicoNo. Non c'è altra interpretazione possibile e la loro malafede è evidente. Nel Blog riporteremo tutti gli esempi più eclatanti della loro infidia.
Oggi iniziamo con la modifica dell'articolo 70 della Costituzione proposto dalla schiforma. Basta questo per far capire anche a un bambino che non si può dare il minimo credito a queste persone.
L'attuale articolo 70 recita: "La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere".
E' un articolo semplice e chiaro di nove parole. Volete sapere come cambierà se passerà la Schiforma di Renzi, Boschi e Verdini? Guardate il video qui sopra realizzato dai nostri ragazzi di Alto Garda e Ledro 5 Stelle oppure leggetelo di seguito. Se ci capite qualcosa scrivetelo nei commenti.

Articolo 70 della Costituzione con la Schiforma di Renzi, Boschi e Verdini di 483 parole: "La funzione legislativa è esercitata collettivamente dalle due Camere per le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali, e soltanto per le leggi di attuazione delle disposizioni costituzionali concernenti la tutela delle minoranze linguistiche, i referendum popolari, le altre forme di consultazione di cui all'articolo 71, per le leggi che determinano l'ordinamento, la legislazione elettorale, gli organi di governo, le funzioni fondamentali dei Comuni e delle Città metropolitane e le disposizioni di principio sulle forme associative dei Comuni, per la legge che stabilisce le norme generali, le forme e i termini della partecipazione dell'Italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea, per quella che determina i casi di ineleggibilità e di incompatibilità con l'ufficio di senatore di cui all'articolo 65, primo comma, e per le leggi di cui agli articoli 57, sesto comma, 80, secondo periodo, 114, terzo comma, 116, terzo comma, 117, quinto e nono comma, 119, sesto comma, 120, secondo comma, 122, primo comma, e 132, secondo comma.
Le stesse leggi, ciascuna con oggetto proprio, possono essere abrogate, modificate o derogate solo in forma espressa e da leggi approvate a norma del presente comma. Le altre leggi sono approvate dalla Camera dei deputati. Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo. Nei trenta giorni successivi il Senato della Repubblica può deliberare proposte di modificazione del testo, sulle quali la Camera dei deputati si pronuncia in via definitiva. Qualora il Senato della Repubblica non disponga di procedere all'esame o sia inutilmente decorso il termine per deliberare, ovvero quando la Camera dei deputati si sia pronunciata in via definitiva, la legge può essere promulgata. L'esame del Senato della Repubblica per le leggi che danno attuazione all'articolo 117, quarto comma, è disposto nel termine di dieci giorni dalla data di trasmissione. Per i medesimi disegni di legge, la Camera dei deputati può non conformarsi alle modificazioni proposte dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei suoi componenti, solo pronunciandosi nella votazione finale a maggioranza assoluta dei propri componenti. I disegni di legge di cui all'articolo 81, quarto comma, approvati dalla Camera dei deputati, sono esaminati dal Senato della Repubblica, che può deliberare proposte di modificazione entro quindici giorni dalla data della trasmissione. I Presidenti delle Camere decidono, d'intesa tra loro, le eventuali questioni di competenza, sollevate secondo le norme dei rispettivi regolamenti. Il Senato della Repubblica può, secondo quanto previsto dal proprio regolamento, svolgere attività conoscitive, nonché formulare osservazioni su atti o documenti all'esame della Camera dei deputati
".

Ps: prendete esempio dai nostri ragazzi di Alto Garda e Ledro 5 Stelle: fate informazione! Realizzate video per #IoDicoNo e diffondeteli sui social network. I migliori saranno ripresi qui sul Blog. La battaglia per il Rederendum costituzionale è importantissima. Non dobbiamo permettere a questa gente, completamente inaffidabile, di massacrare la Costituzione e il Paese. #IoDicoNo! Scopri il sito iodicono.it

votanonstatuto.jpg




Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

10 Ott 2016, 16:19 | Scrivi | Commenti (170) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 170


Tags: articolo 70 Costituzione, asino di buridano, Beppe Grillo, Boschi, costituzione, pancia, referendum, referendum costituzionale, Renzi, Verdini

Commenti

 

Ciao


So che non amare questa prova e li capisco. Ma so come ringraziato questa signora è ciò che il mio spingete a condividere questi messaggi. signora JOSIANA GOMEZ la prestatrice della Francia, la ringrazio per questo prestito poiché ho quindi curare mia figlia di 3 anni come io voi commissione. Mio fratello se avete bisogno di prestito, vi chiedo appena di contattare questa signora su questa mail: gordonpascal04@gmail.com


Fatte soltanto tutto ciò che vi chiede e riceverete il prestito come me. Indirizzo: gordonpascal04@gmail.com

sabine dupuis, molise Commentatore certificato 17.10.16 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto finanziario

Sono spiacente per questo posto, è grazie a signore che ho avuto hanno potuto realizzare il mio negozio, egli mi ha messo il sorriso alle labbra
Ho visitato un sito d'avviso di prestito tra privato serio ovunque nel mondo e sono caduto su signor in nome di Philippe ISER che aiuta la gente a fare i prestiti e mi ha dato un prestito di 105.000 € che devo rimborsato su 20 anni, con un interesse molto basso del 3% sulla durata del mio prestito ed ho ricevuto il mio prestito senza protocollo. Necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti e le vostre banche rifiuta di concedervi un prestito, non esitate a contattarlo.
Per favore parlate ad essa e stringete soddisfa, ma attenzione a voi che non rimborsa i prestiti.
Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

paulino ciano Commentatore certificato 17.10.16 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente visto che Camera e Senato futuri avranno competenze diverse tranne che in alcuni casi (che ovviamente devono essere elencati) mi sembra più che logico che l'art. 70 diventi più lungo.
Non mi sembra nemmeno che ci voglia tutta sta grande intelligenza per capirlo.
Nella prima parte dell'articolo si elencano che tipi di leggi possono essere fatte da entrambe le camere.
Nel seguito dell'articolo si dice che per le leggi di competenza della sola camera il senato ha 10/15 giorni (dipende dal tipo di leggi) per fare osservazioni e la camera 30 giorni per accettare tali midifiche Tutto qui.
Basta leggere attentamente.


A chi mancava la supercazzola? Forse i grandi riformatori hanno nostalgia dei bei tempi dei film di Mario Monicelli!
Ma vaffanzun...

Mancu li cani 12.10.16 23:36| 
 |
Rispondi al commento

il nuovo art 70 è lungo perché elenca in maniera dettagliata i settori di competenza del Senato, trasformato dalla riforma in camera di rappresentanza delle autonomie locali. Non ci trovo niente di eversivo strano o comico.
Se volete convincermi a votare NO datemi delle altre ragioni, possibilmente sensate.
Quanto all'invito di Beppe Grillo a votare di pancia al referendum, non voglio rubargli il mestiere di comico, ma il risultato finale della pancia è ... cacca

Giuseppe Ciaccio 12.10.16 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una domanda...nel caso vinca il no...il giorno dopo che succede??....non rispondete..renzi se ne va..troppo superficiale dirlo.
Ancora nessuno dice come si arriverebbe alle elezioni, con quale legge elettorale...
anche questa e' informazione...
E' cosi' facile "governare" il no al referendum?

carlo p. Commentatore certificato 11.10.16 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DA NON PERDERE.....
Grandi !!!


https://www.youtube.com/watch?v=GOCk4cwDXM8

Capisc'a me

Antonio* °Cataldi (capisc'a me), Portici - NA - Commentatore certificato 11.10.16 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo articolo 70 della Costutuzione che non c'è' e' un magnifico mix di politichese e burocratese, frutto evidente di menti contorte, sicuramente peggiorativo della Costituzione che c'è'. Ma al di là dei tecnicismi il problema di fondo è' là fiducia. Se all'interno del PD non si fidano tra di loro, se la minoranza interna non si fida del suo segretario nonché presidente del consiglio, perché dovremmo fidarci noi, perché dovrebbero fidarsi i cittadini italiani? A conti fatti io dico NO.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 11.10.16 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Visto l'articolo 20, comma 200 che rimanda all'articolo 40, comma 610 di cui trattasi all'artico l34, commi 23-24-25, e per quanto espresso dagli articoli 59 e 60 comma 12 e seguenti; si dichiara che: un PARLAMENTO INCOSTITUZIONALE NON PUO' PROPORRE MODIFICHE ALLA LEGGE COSTITUZIONALE. Per la chiarezza vedasi la COSTITUZIONE SVIZZERA.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.10.16 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Grazie,Beppe!!Grazie x quello che fai ,per quello che sei!!!...."perché uno dovrebbe perdere tempo a studiare la riforma Boschi e Verdini quando non arriva a fine mese??!!"...Grandissimo Beppone!!Non mollare mai, sei il Garante di ogni coscienza che vuole le cose giuste !!!Ti voglio bene.Francesca

fra 11.10.16 12:38| 
 |
Rispondi al commento

basta il fatto che si mettano a referendum una serie di quesiti incomprensibili alla maggioranza degli italiani, senza alcuna spiegazione dettagliata, per votare con convinzione NO

Maria P., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 11.10.16 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

11/10/2016
Domanda? conviene la soppressione del Cnel?
attedo risposta! grazie
Il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro (CNEL) è un organo di rilievo costituzionale, previsto dall'articolo 99 della Costituzione, istituito con legge n. 33 del 5 gennaio 1957.

Le materie di sua competenza sono la legislazione economica e sociale.

È un organo consultivo del Governo, delle Camere e delle Regioni, e ha diritto all'iniziativa legislativa, limitatamente alle materie di propria competenza.

845 11.10.16 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non passano molti treni in Italia viste le condizioni delle ferrovie e quindi un bel NO al referendum sia per giustizia e per mandare a casa l'ebetino con tutte le sue storielle e balle quotidiane.. VOTA NO e ci liberiamo di un dittatore fantasista..

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 11.10.16 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Ve la spiego così
Votando un "SI" accadrà che un senato, non abolito, andrà il sindaco della vostra città che non potrà più occuparsi a tempo pieno delle cose da fare in città
E mentre sta a Roma Il governo decide di fare un autostrada con un ponte che attraversa tutta la valle ad altezze vertiginose sopra i tetti delle frazioni ed i miei compaesani avranno guardando il cielo l'incubo perenne. Sono fortunata, non lo vedrò
Nessuna protesta locale verrà ascoltata, la riforma non prevede il diniego ad opere strategiche
Poi mentre il sindaco torna in città per questioni urgenti al senato voteranno quella direttiva dell'Europa che vi dice di accettare tutti gli ambulanti provenienti da paesi esteri nel mercato della città
Accadrà che i cento senatori eletti, fra cui ci sono i prescelti del presidente ,che a sua volta è prescelto da un parlamento, che deciderà di attendere la settima votazione per sceglierlo, come aggrada al governo eletto con la legge che da mandato a governare ad un partito con solo il quinto dei voti dei cittadini
I senatori decideranno per potere ricevuto di modificare un altra ventina di articoli della costituzione per loro sommo piacere
Nel frattempo avranno già potuto modificare le autonomie regionali e decidere le lingue da parlare nei territori delle minoranze linguistiche
Avranno cambiato i referendum abrogativi ( ne hanno il potere )
E deciso come e chi far votare nelle città metropolitane ( altro potere )
Se gli garba bloccheranno le leggi della camera e sceglieranno le ...udite... udite le leggi con la clausola di supremazia
Che roba è ....allora è vero ( penso ) ....stanno pensando alla terza guerra mondiale ?
Forse sbaglio parlano di attività giuridica economica. Il che è lo stesso in una economia a colpi di mortaio caricato a dollari ed euro fra banche e multinazionali che dal 2000 al 2016 ha consumato materie prime più di 10.000 anni di civiltà
Mi chiedo di approfondire che roba è
Poi vagamente ....
Continua

Rosa Anna 11.10.16 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Lascio commentare al buon Vasco

https://www.youtube.com/watch?v=fO1bt2iwYjU

Ciro c., Quinto di Treviso Commentatore certificato 11.10.16 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

¡¡¡Hola egregio Blok✰✰✰✰✰... paziente!!!

Dopo anni in cui l'ytaglya viene offesa e dileggiata dall'ingresso continuo
e spropositato di manodopera clandestina mi pare ovvio che la
soluzione imposta dai poteri forti sia la classica collaudata
svolta autoritaria concretizzata sfruttando la voglia dittatoriale riposta
nell'inconscio di ciascuno di voi quando viene messo all'angolo dalla propria disperazione.

Saludos.


ogni cosa deve essere resa quanto più semplice possibile , ma non ancora più semplice ( A. EINSTEIN) e nemmeno più complicata !!!! è ovvio . invece la nuova riforma aumenta la complicazione e non esemplifica quindi crea una confusione di idee dove manipolare le cose a proprio piacimento

angelo miccinilli Commentatore certificato 11.10.16 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Come mai la Costituzione Italiana non è stata mai insegnata a scuola?
Dopo 60 anni si chiede di dare un giudizio a causa di una riforma!
Infine chi la chiede il popolo che manco la conosce?
O piuttosto la chiede un'oligarchia?
Si un potere politico-economico che fa capo alla Massoneria:si sta concretizzando il piano Gelli!
E' questo che vogliono gli Italiani?
Non credo,quindi si tratta di mistificatori in cui molti cadranno in buona fede.
C'è purtroppo da svegliarci perchè una volta tolta un'altra fetta di democrazia al popolo,si avvicinerà la dittatura.
VOTATE NO,NO,NO,NO!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 11.10.16 10:29| 
 |
Rispondi al commento

E' d'obbligo votare NO, premesso ciò tuttavia credo che se vince il No
questi ci buttano in pasto alla Troika per dirci poi che con il Si ciò non
sarebbe successo.
Se vince il Si ci buttiamo in pasto alle
speculazioni finanziarie dei paesi più forti.

Sergio Donadio 11.10.16 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Articolo 70,booooh.
Aiuto, non ho capito nulla, un folle panegirico per non dire niente, facendo in modo così di operare a proprio piacimento, seguendo un semplicissimo principio logico tipi o italiano, la legge non si applica, si interpreta, mi pare la supercazzola con scappellamento a destra del miglior amici miei

Willy Muzzu 11.10.16 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Appena ho letto le prime tre righe dell'articolo 70 mi è venuta la nausea, 483 parole dove non si capisce niente, il tutto fatto di proposito per prendere in giro la gente.

#M 5 S, Italia Commentatore certificato 11.10.16 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Se si vuole Governare, Premio di maggioranza alla LISTA (non alla coalizione) che raggiunge il 45%. In caso che nessuno raggiunga il 45%, BALLOTTAGGIO.
Se non si vogliono alleanze, ma si vuole Controllare quello che fa il Governo e denunciare le malefatte, allora va bene il Proporzionale.
Questa è il mio ragionamento.

AntòAvenza 11.10.16 09:22| 
 |
Rispondi al commento

A Coffee Break La7 per approfondire le implicazioni del Referendum Costituzionale

http://www.asimmetrie.org/media/a-coffee-break-la7-sul-referendum-costituzionale/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.10.16 09:17| 
 |
Rispondi al commento

m5s parlamento

dal min. 43 @LucianoBarraCar vi porrà di fronte a uno scenario di indicibile orrore...da non perdere.

https://www.youtube.com/watch?v=WHjXjL57etE

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.10.16 09:13| 
 |
Rispondi al commento

il debito pubblico è la ricchezza degli italiani

http://scenarieconomici.it/il-debito-pubblico-e-ricchezza-delle-famiglie-abbatterlo-significa-impoverire-gli-italiani-fonte-bankitalia/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.10.16 09:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La 'supercazzola' letta da Ugo Dighero.

ugo dighero legge l'articolo 70 on Vimeo
https://vimeo.com/174425339

Isa 11.10.16 09:05| 
 |
Rispondi al commento

..Trovo vergognoso ( al di là della libera scelta esercitata da ogni cittadino ) che un governo indica un referendum di tale importanza senza Quorum!.. siginifica che una percentuale potenzialmente esigua di votanti decide per il futuro di un intero paese!.. e nessun organo di informazione parla di questo dettaglio!!

Max 11.10.16 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

artIcolo67
rappresentanza della nazIone e vIncolo dI mandato
(Art. 8)
Art. 67 - Testo vigente
Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.

Art. 67 - Testo modificato
I membri del Parlamento esercitano le
loro funzioni senza vincolo di mandato.

capita la finezza?

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.10.16 09:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Elettorato cattolico? Vai a fare in culo
PRRRRRRRR
Buongiorno, buongiorno a tutti, buongiorno babbei cristiani adoratori di morti e vergini minorenni. Oggi è Martedì 11 Ottobre, san Dio, protettore degli esagerati, buon onomastico a tutti i Dio, auguri. Il dio Sole è risorto alle 7 e 24 e alle 18 e 40 ci sarà la fine del mondo.

Proverbio del giorno: 'La mattina sono oro, a pranzo argento e a cena piombo' (le arance).

Erminio 11.10.16 08:56| 
 |
Rispondi al commento

a cosa serve la riforma

https://pbs.twimg.com/media/Cub1haaWAAA86JH.jpg
https://twitter.com/marcomariaricci/status/785585201632215044

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 11.10.16 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno, io ho sempre votato 5 Stelle, ma al referendum io voto sì, non mi interessa Renzi o non Renzi, ho letto le modifiche e anche se scritte malissimo la sostanzala la condivido il larga parte, penso sia utile iniziare a cambiare, non mi interessa il tutto o il niente, se si avrà la maggioranza la si migliorerà. Ma se chiediamo il proporzionale mi domando quando andremo al governo? Io credo che tutti si alleeranno contro di noi per non farci governare mai.

Emanuele Piumazzi 11.10.16 08:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOI VI FIDERESTE DEI BARI?

Per insinuare un ragionevole dubbio su quello che affermano i nostri "paladini" della riforma costituzionale basta andare a spulciare i dettagli del risparmio dei costi che i nostri schiformisti sbandierato ai quattro formaggi.
C'è un articolo di cui riporto il link dove vengono esaminati voce per voce tutti i costi relativi ad una ipotetica applicazione della schiforma voluta dal giglio magico.
La conclusione a cui si arriva è paradossale.Non solo è falsa la dichiarazione,che come un mantra ripetono boschi e renzi in tv sul risparmio di oltre 400 milioni, ma si rischia di lasciare i costi invariati in più rendendo il senato un puttanaio di presenze regionali.
Se uno deve ragionare di pancia allora non si risparmia un bel niente, anzi si rischia anche un probabile aumento come sta avvenendo con la finta abolizione delle province.
Non sono solo bari ma anche dei confusionari.

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2016/10/11/INCHIESTA-Referendum-il-grande-inganno-sui-costi-della-politica/727484/

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 11.10.16 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Vittorio Scuderi
Ore 10 , a Medicina.
Anatomia del pensiero di Renzi.
Autopsia del pensiero di Bersani.

Intervista all'onorevole Bersani.
-:"On. Bersani, cosa è rimasto nel PD ,di Marx, di Lenin, del comunismo ,e della sinistra
in generale?
-:"Amarcord ... Amarcord che ...
(Occhetto in un angolo piange ,anzi singhiozza ,e non si capisce la risposta dell'Onorevole
Bersani)
-:Onorevole Bersani, lei come si definirebbe?"
-:Io sono la minoranza della porta accanto (1). Più che uno Zapata e un rivoluzionario
io sono un emiliano.(2) Più che un Barolo (Einaudi) io sono un Lambrusco (Amabile)."
-: "Quindi Onorevole Lei ci conferma che è per il no?"
-:"Sì!" "Oggi mi accorgo che il mio amore per Renzi, è stato un amore a prima svista".
-:"Ma di cosa accusa Renzi?"
-:Di non aver dato la forte evirata a sinistra che io e D'Alema i ci aspettavamo".
-:"La ringraziamo per la sua disponibilità e chiudiamo il servizio."

(1) La porta accanto è la porta di servizio.
(2) : criptica.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Il mago di Floz
Il nuovo testo è malscritto, cervellotico, prolisso e pieno di rimandi interni. Praticamente perfetto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 08:27| 
 |
Rispondi al commento

Comagir00
Bersani: "Nel Pd non si può parlare". Se è per questo neanche pensare con la propria testa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Rocco Gazzaneo
Renzi: "Chi vota No al referendum lo fa perché gli sto antipatico". Matteo, quello è il plebiscito.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 08:24| 
 |
Rispondi al commento

Ultimo sondaggio di lunedì 10 ottobre :
il M5S è balzato al 30,2 % !

http://www.newspedia.it/sondaggi-tg-la7-10-ottobre-2016-m5s-esplosivo-pd-perde-pezzi/

Vincenzo Matteucci 11.10.16 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Emblematico il rapporto della Caritas: dall'inizio della crisi ad oggi la povertà assoluta, ovvero la condizione di coloro che non hanno le risorse economiche necessarie per vivere in maniera minimamente accettabile, è aumentata nel nostro Paese fino ad esplodere. I poveri in Italia nel 2015 sarebbero saliti a 4,6 milioni. Una persona su 13 in Italia è in grave povertà. Inutile parlare dei vantaggi dell'euro, del capitalismo e del mercato in tali condizioni.
Nel 2016 la situazione è ancora peggiorata.
Nella legge di bilancio Renzi prevede altri 7 miliardi di tgli alla Sanità. Mentre sproloquia di Olimpiadi e di Ponte di Messina!
Pochi giorni fa la Caritas dichiarava: "L’Italia è il solo Paese in Europa, insieme alla Grecia (che almeno sta studiando un piano di contrasto alla povertà assoluta) che sia privo di una misura nazionale universalistica, destinata cioè a chiunque sia privo delle risorse economiche necessarie per una vita minimamente accettabile. Povertà assoluta che negli ultimi anni di crisi è aumentata sino ad esplodere.
E a che cosa pensa Renzi? A distruggere la democrazia e a demolire lo stato sociale!!! Un disegno di puro potere autoritario che se ne sbatte dei problemi reali del Paese.
Non ci sono parole per dire quanto ciò sia vergognoso e vile!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma anche la troiata di cambiare l'Italicum solo DOPO aver visto come va il referendum.....!?
A me sembra più che evidente che Renzi cambierà una legge elettorale costruita tanto male da essere un autogoal come lo fu il porcellum per Berlusconi, un Italicum che così com’è favorirebbe i 5stelle al ballottaggio
Per cui riammetterà le coalizioni pronto ad allearsi a cani e porci, fossero pure Salvini e Berlusconi.
E correggerà qualunque ballottaggio per non vedersi ammucchiate contrarie di partiti che non hanno nulla in comune tra loro salvo la voglia impellente di farlo fuori.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Temo che i milioni che il governo ha speso in slogan pubblicitari pro riforma vadano a segno.
Su Forza Italia può contare, il vecchio padre putativo ha scelto come portavoce per il finto NO il duo Gasparri-Brunetta: un segnale per i forzisti a votare per il SI'.
L'accozzaglia per il NO, su cui il Movimento si erge paladino della Costituzione nata dalle ceneri del fascismo, depone male per la vittoria dei NO.
Il NO di D'Alema depone male.
Il NO dei Sindacati depone male.
Il NO della Magistratura depone male.
Dell'ancien regime c'è soltanto Casini che con il suo SI' può dare una mano alla causa del NO.
Per questo, temo gli italiani che ne faranno una questione tra vecchio e nuovo, in cui il nuovo viene identificato nella scelta per il SI'.

M. Mazzini 11.10.16 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Se si potesse avere un confronto nel merito con chi ha scritto una pseudo riforma del genere, la domanda più' importante da fargli, penso sarebbe questa: "perché' vuoi cambiare la costituzione quando abbiamo in Italia innumerevoli problemi più' grandi e nell'immediato più' importanti"???? ........se si pensa alla risposta che questi Ladri darebbero.....già' abbiamo la certezza che al referendum si può' solo VOTARE NO!!!!!!

fabio S., roma Commentatore certificato 11.10.16 07:22| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo obbedisce ai diktat UE e americani.
La questione della governabilità è addebitata alla Costituzione quando, invece, in tutti i paesi del mondo democratico, essa è soltanto una carta dei principi.
Vogliono farla diventare carta igienica, ad uso e consumo dei culi che si siedono sulle poltrone di governo.

Pier 11.10.16 07:17| 
 |
Rispondi al commento

Pioggia di assoluzioni sui furti dei rappresentati degli enti locali
è come per la droga
permessa la modica quantità
per le sovrabbondanze valgono le 'indicazioni terapeutiche'
non vogliamo mica una classe politica in crisi di astinenza???
basterebbe condannare chi 'fa le sviste' a restituire il doppio
e a non candidare chi è troppo 'svistoso'
Comunque, grazie a Renzi, fino a una pena di 5 anni sono tutti assolti
Quanto deve rubare uno per arrivare a una pena di 5 anni?
E perché non permettere allora ad ogni privato cittadino di sottrarre alle casse dello stato abbondante denaro fino ad arrivare alla pena di 5 anni?
Li voglio anch'io sull'unghia 32.000 euro come li ha presi Cota
E voglio anch'io i 700.000 euro buttati da Renzi quando era alla provincia di Firenze
O i 6000 euro di contenzioso di Marino
Li voglio esen-pene ed esen-tasse
E voglio pure le scuse della magistratura se si azzarda ad aprire bocca! Eccheccazzo

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 07:08| 
 |
Rispondi al commento

Si ripete il piano scellerato che era già stato imposto con la finta abolizione delle Province.
Non solo non sono state abolite per niente ma in questi giorni, nell'ignoranza della gente, a Roma, Milano, Bologna, Napoli e Torino si sono eletti consigli delle Città Metropolitane. Ma non sono stati più i cittadini a scegliere direttamente i loro rappresentanti, come la democrazia comanda, c’è stata un’elezione di 2° grado, nella quale sono stati i sindaci e i consiglieri comunali a scegliere i membri dei consigli metropolitani. Con lo stesso meccanismo indiretto che esclude i cittadini, si intende modificare il Parlamento facendone il servo dei partiti. In pratica, a livello locale si è sostituita la democrazia popolare con piccole oligarchie partitiche, e parallelamente, a livello nazionale si sta sostituendo un Parlamento ad elezione diretta dei cittadini e dunque democratico con una cricca di nominati che i partiti sceglieranno tra i fedelissimi, proteggendoli con l’impunità, da eventuali reati. Al posto di una democrazia avremo una oligarchia in cui il partito di maggioranza relativa avrà tutto il potere e il voto degli elettori starà quasi a zero. Ma i venduti come Scalfari hanno avuto la faccia di dire che “l’oligarchia è la democrazia migliore”!! Non ci sono parole per esprimere lo schifo!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 06:37| 
 |
Rispondi al commento

Viviana Vivarelli
Nel piano della P2 di distruzione della democrazia, Gelli ordinò in modo molto chiaro che i nomi degli organi istituzionali rimanessero ma essi venissero svuotati progressivamente dei loro poteri ed è quello che reni fa. Lo svuotamento dei poteri, la delegittimazione del Parlamento e la repressione della Magistratura iniziarono con Berlusconi. E Renzi non fa che portare avanti questo spregevole progetto autoritario e antidemocratico.
Berlusconi arrivò perfino a chiudere il Parlamento
Renzi vuole riempirlo per 2/3 di 'nominati', fedelissimi del partito, e si è appropriato del potere legislativo che come Governo non gli compete imponendo alla fiducia ben 53 decreti
La riduzione del Senato non ha altro scopo che indebolire la rappresentanza popolare, dunque la democrazia, come Renzi ha già fatto sottraendo ai cittadini il diritto di eleggere i Presidenti di Provincia, con la scusa di eliminare le Province per presunti risparmi. Come si vede, era una truffa perché le Province non sono state eliminate affatto. In questi giorni la casta si è autoeletta, e la stessa cosa avverà per il Senato e per 2/3 della Camera. E' un piano progressivo di svuotamento della democrazia. E' un piano progressivo di svuotamento della democrazia. E l'Italicum completerà l'opera.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 06:36| 
 |
Rispondi al commento

Anchìo-Santo

Più che giochi di potere..
sembrano bari alla riscossa
finti litigi da giullari
il re va servito e riverito
fino a che non è pugnalato
poi si passa a riscuotere
ciò che rimane del partito

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 06:03| 
 |
Rispondi al commento

Solo chi lo ha imposto lo può cacciare. Hanno messo lui per spartirsi affari,soldi ma sopratutto il potere legato alla presunzione di essere i soli capaci di fare le scelte giuste per rilanciare il paese magari dando randellate anche all'euro. Hanno preso qualche beneficio ma hanno perso il mercato internazionale. Adesso si guardano attorno dandosi colpe uno con l'altro è cercano chi si assumerà la responsabilità di fucilare politicamente il delfino che non vogliono più perché con lui sono fallite le politiche estere, economiche e di mercato. Non lo vogliono più però non vogliono essere loro a figurare ma bensì i soliti politici che litigano per il potere. Ma non è vero, cade perché è un cavallo che non ha mai corso, non ha mai bevuto, ha solo pascolato mangiando la poca erba che rimaneva. Gf

Gianni franzoni 11.10.16 06:01| 
 |
Rispondi al commento

Continua Qfwfq
Nel complesso si configura un impianto istituzionale che non trova riscontro in nessuna democrazia, nemmeno in quelle di tipo prettamente presidenziale come gli Stati Uniti dove i due poteri, quello esecutivo e quello legislativo, sono nettamente divisi. Il potere esecutivo è affidato al presidente, eletto da un collegio di “grandi elettori” composto da membri scelti da ogni singolo Stato; il potere legislativo è nelle mani del Congresso, cioè il Parlamento, composto dalla Camera dei rappresentati e dal Senato, entrambe elette a suffragio universale e senza alcun sotterfugio che consente ai capipartito di scegliere i parlamentari all’insaputa degli elettori. I due poteri sono opportunamente bilanciati attraverso una netta e rigida separazione ma anche una serie di pesi e contrappesi (il cosiddetto “check and balance”).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 06:00| 
 |
Rispondi al commento

Qfwfq
In altri Paesi esiste il premio di maggioranza ma i parlamentari sono tutti eletti dai cittadini. Non esiste un'altra legge elettorale che configura furbate come i capilista bloccati e le multicandidature,tra l'altro già bocciate dalla Consulta.Come non esiste un'altra legge elettorale che assegna la maggioranza assoluta dei seggi alla lista monocolore anziché alla coalizione tra più forze politiche,il tutto condito dalla mancanza di un quorum,pure lui incostituzionale.
Ifine il rischio di "dittatura" insito nel premio di maggioranza è bilanciato dappertutto con le dovute garanzie. L'unico "contrappreso" previsto dalla riforma è uno statuto delle opposizioni che ancora non esiste e che sarà scritto quando al governo ci sarà la lista monocolore che si è accaparrata la maggioranza assoluta dei seggi. Ammesso pure che quello statuto verrà scritto, perché non c'è nessun vincolo che obblighi a farlo.
Qui non si tratta di piccole modifiche ma di prendere l'Italicum, ridurlo in tanti pezzettini, gettarlo nella spazzatura, dargli fuoco e disperdere le ceneri.
Quello che chiede Renzi è l'ennesimo atto di fede dopo la vagonata di pacchi che ha rifilato ("non sarò mai premier senza essere eletto"; "Enrico stai sereno"; "l'art. 18 non è un problema"; "la legge elettorale non si approva a colpi di fiducia"). Chi è così ingenuo da cascarci ancora?
L'Italicum, attraverso il premio di maggioranza di 340 seggi su 630 assegnato non alla coalizione tra più forze politiche ma alla lista monocolore dove il segretario del partito è anche premier, crea di fatto un sistema in cui il governo detiene sia il potere esecutivo che quello legislativo perché nel Parlamento, dove tra l’altro la fiducia sarà concessa o revocata solo dalla Camera, potrà disporre sempre e comunque di una maggioranza assoluta composta da un unico partito e da deputati in parte nominati tra i più fedeli attraverso i trucchetti dei capilista bloccati e delle multicandidature.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 05:59| 
 |
Rispondi al commento

Un giorno tutti quanti l’animali
sottomessi ar lavoro
decisero d’elegge un Presidente
che je guardasse l’interessi loro.
C’era la Società de li Majali,
la Società der Toro,
er Circolo der Basto e de la Soma,
la Lega indipendente
fra li Somari residenti a Roma;
e poi la Fratellanza
de li Gatti soriani, de li Cani,
de li Cavalli senza vetturini,
la Lega fra le Vacche, Bovi e affini…
Tutti pijorno parte all’adunanza.
Un Somarello, che pe’ l’ambizzione
de fasse elegge s’era messo addosso
la pelle d’un leone,
disse: – Bestie elettore, io so’ commosso:
la civirtà, la libbertà, er progresso…
ecco er vero programma che ciò io,
ch’è l’istesso der popolo! Per cui
voterete compatti er nome mio. –
Defatti venne eletto proprio lui.
Er Somaro, contento, fece un rajo,
e allora solo er popolo bestione
s’accorse de lo sbajo
d’avé pijato un ciuccio p’un leone!
– Miffarolo! – Imbrojone! – Buvattaro!
– Ho pijato possesso:
– disse allora er Somaro – e nu’ la pianto
nemmanco se morite d’accidente.
Peggio pe’ voi che me ciavete messo!
Silenzio! e rispettate er Presidente!
(Trilussa)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 05:49| 
 |
Rispondi al commento

Canzone del danno e della beffa

Stillicidio di delitti, terribile:
si distruggono vite,
si distruggono posti di lavoro,
si distrugge la giustizia, il decoro
della convivenza civile.
E intanto l’imprenditore del nulla,
il venditore d’aria fritta,
forte coi miserabili
delle sue in indagabili ricchezze,
sorride a tutto schermo
negando ogni evidenza, promettendo
il già invano promesso e l’impossibile,
spacciando per paterno
il suo osceno frasario da piazzista.
Mai così in basso, mai così simile
(non solo dirlo, anche pensarlo duole)
alle odiose caricature
che da sempre ci infangano e sfigurano…
Anche altrove, lo so,
si santifica il crimine, anche altrove
si celebrano i riti
del privilegio e dell’impunità
trasformati in dottrina dello stato.
Ma solo a noi, già fradici
di antiche colpe e remissioni,
a noi prima untori e poi vittime
della peste del secolo
è toccata, con il danno, la beffa,
una farsa in aggiunta alla sventura.
(…)
Sia detto, amici, una volta per tutte: a correre rischi non è soltanto
la credibilita della nazione o l’incerta, dubitabile essenza
che chiamiamo democrazia, qui in gioco c’e la storia che ci resta,
il poco che manca da qui alla morte.
(Raboni)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.10.16 05:46| 
 |
Rispondi al commento

...all'anima della semplificazione!!!
Mi fermo qui altrimenti divento scurrile.

Luca ., Latina Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 11.10.16 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Mamma mia! Anche io ricordo la mia prima volta di leggere un testo di diritto! Quanta fatica...

Adalmanacco 11.10.16 00:35| 
 |
Rispondi al commento

Solo chi è cresciuto a leggere Topolino, e/o la conoscenza di seconda mano trasmessa dal cospirazionalista Grillo, può non capire il nuovo articolo 70. Buona fortuna cari ragazzi!


Io voto NO perché con il movimento 5S ho ritrovato la fiducia e le persone giuste che vogliono e possono modificare un sistema
una politica italiana al servizio del potere.
Voto NO perché il mio NO farà bene all'Italia e agl'italiani.

marina veneri 11.10.16 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, rispondo a chi scrive che bisogna entrare nel merito e votare SI o NO nel merito...Questo è giusto quanto palese ma quanto il fatto che la maggioranza degli italiani non hanno strumenti ed informazioni per capire il linguaggio complicatissimo della nuova riforma costituzionale e per prevederne gli effetti che per fino i costituzionalisti stentano a farlo , perciò il consiglio è giustamente in generale votare NO di pancia ed è sacrosanto ! Vero è quanto affermato che i pericoli sono nella perdita di sovranità nascosta tra gli innumerevoli articoli modificati sovranità che come il Fiscal compact va all'UE e non più agli italiani. Tuttavia se i messaggio fosse di votare no per questo sarebbe tanto incomprensibile quanto la riforma stessa e quindi anche per questo è giusto dire alle persone di votare di pancia perché anche votare di pancia è un voto nel merito, è quanto farebbe un buon padre per scegliere cosa fare se non capisse cosa sta scegliendo per i suoi figli si affiderebbe al sesto senso che tiene conto delle fregature prese nel passato e fidarsi e bene ma non fidarsi e meglio in questi casi ....Grande Peppe sono conte !

Scardino Fabio 11.10.16 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Nuovo Art.70 PAZZESCO!!
Qual'è mente perversa può aver escogitato un simile testo?

Leone Fasano 11.10.16 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Erne' tu nun sei solo scemo sei un nulla assoluto a 10 stelle Erne nun te fa mantene' da mamma ..vai a lavora'......

Roky 11.10.16 00:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il referendum è solo un trovata pubblicitaria usata come trappola per salvare e incollare sugli scranni del potere gli eredi Doc fino alla loro morte naturale,come era avvenuto per Andreotti e tutti i protagonisti della grande ammucchiata spartitiva affarista speculativa finta sinistra/destra-centro- lega e sembra che entri a farne parte i 5S dopo lo spettacolo romano "No Olimpiadi",diventato un " Si Olimpiadi" con la presentazione ufficiale di Roma candidata.La stessa cosa vale per il "No TAV" passato in sordina dopo la vittoria elezione di Torino, dove sono rimasti sugli scranni del potere i Si TAV e quelli che gestiscono le Municipalizzate,l'acqua e che hanno dissanguato Torino e il Piemonte per aiutare mamma FIAT a fare l'americana e chi ha distrutto il territorio con opere inutili e grande opere costruite per accontentare gli amici.Quindi il Referendum è solo fumo negli occhi, perché la Costituzione è già stata stravolta per dare inizio alle guerre sotto copertura,sul lavoro e prima sulla giustizia per spartirsi il CSM e per fare leggi a persona.Quindi,godiamoci lo spettacolo delle elezioni per eleggere il nuovo Dio di turno dei padroni del mondo e quello dell'indotto della nuova economia che usa la materia prima umana pagata a circa 40€ . a persona e al business della beneficenza.

Agostino Nigretti 10.10.16 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Allora ricapitoliamo , se il 50% dei romani nn va a votare x le comunali e il movimento vince va tutto bene se il 50 % nn va a votare X il referendum lo paragono ad una mucca indecisa che muore di fame .. io andrò a votare , ovviamente nn vi dico ciò che voterò ma una cosa è certa siete come gli altri partiti .. nn vi interessa il perché il popolo nn vota , altrimenti lo avreste detto anche x le comunali , vi interessa che voti quello che voi volete ... poveri noiiiiiiiiii...

Stefano rufo 10.10.16 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

il mio istinto mi dice di NON FIDARMI di alcun governante o vertice di potere.
Mi dice di fidarmi solo del rivoluzionario metodo E- DEMOCRACY ANTI DELEGA UNO VALE UNO.
Proprio quel metodo che il M5S leaderlees orizzontale era nato per Testimoniare.

Dato però che la Piattaforma “uno spazio dove ognuno veramente conterà uno” è rimasta una mera promessa e l’uno vale uno un mero slogan,
mi pare che anche la coerenza del M5S sia finita in soffitta, insieme alla trasparenza.

Vorrei allora capire di chi ti fidi Tu oggi e chi, secondo Te, è quel governante onesto
di cui dovrei fidarmi io.

Grazie e buonanotte

Anvedi Che Santo Commentatore certificato 10.10.16 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se vince il no,e io lo voglio e basta,alcuni bulletti arroganti,verranno puniti dai loro veri padroni,peccato che i veri padroni non saremo noi tutti,c'è in ballo molto di più della cosidetta "semplificazione" di questi pagliacci fantocci del pd

rosario 10.10.16 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Guardando i sondaggi di Mentana stasera, se sommiamo tutto il M5S con il Centrodestra...(che sarebbero a favore del NO )....si dovrebbe avere un risultato del NO circa al 60%.
I sondaggi SI/NO parlano oggi invece circa al 50%.

DOMANDA : CHI SONO I FRANCHI TIRATORI ?

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 10.10.16 23:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

spero di sbagliare ma temo che in questo schifo di Paese vincerà il Sì.

mic. 10.10.16 22:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

votate di pancia.........credete che non siamo in grado di capire o reclutate i minus habentes

non ho capito se dobbiamo informarci e valutare gli argomenti che ci date o se e' tutta fatica sprecata e dobbiamo seguire quello che ci indica la trippa (l'on. antonio o la panza, decidete voi )

flag 10.10.16 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante il discorso sull'assegnazione delle case popolari a italiani e immigrati su rete 4. Non la guardo mai ma forse sbaglio. C'è stato un servizio su Livorno. Non so se sia stato un servizio imparziale e corretto ma sentito così c'è qualcosa che non va.

maidomo 1 Commentatore certificato 10.10.16 22:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

eee
quante storie-
si fa per semplificare

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 10.10.16 22:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

debito pubblico - sapevatelo

http://scenarieconomici.it/il-debito-pubblico-e-ricchezza-delle-famiglie-abbatterlo-significa-impoverire-gli-italiani-fonte-bankitalia/

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.10.16 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Il nuovo articolo 70 l'ho capito ben poco. Potete trovare qui la versione ufficiale della proposta di modifica della nostra costituzione, con a fronte la costituzione attuale per fare un paragone:

http://documenti.camera.it/Leg17/Dossier/Pdf/AC0500N.Pdf

Il problema non è tanto l'articolo 70, o il senato che costa di meno. Provate a fare un 'cerca' nel pdf della parola 'europ' (può stare per europeo, europa, etc...)

Vedete quante volte compare nel nuovo testo e quanto nell'originale e vi renderete conto che questa modifica della costituzione ha come obiettivo il trasferimento della sovranità a qualcun altro.

Ciliegina sulla torta, l'articolo 67 modificato dice che i parlamentari non rappresentano più la Nazione (!!! leggete! è vero!).

Io voto assolutamente no per questo.

Dario Genovese Commentatore certificato 10.10.16 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AL REFERENDUM COSTITUZIONALE, ALIAS SCHIFORMA DEL TRIO RE.N.ZI, VERDINI, BOSCHI, VOTA E SPIEGA PERCHE' VOTARE NO!!!

arF loF 10.10.16 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Erne"' perché nun lavori mai?? Che cazzo ce stai a fa attaccato a quella tastiera da matina a sera?? Lavora' te fa proprio orore....mejo fa lavora' li migranti...

Roky 10.10.16 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

#IoDicoNo!

Convincere questi sarà dura:

https://www.youtube.com/watch?v=f4esDz8TszI


Veramente una schiforma...chi ha dei dubbi o è colluso o collaborazionista. C 'è spazio solo per un NO monumentale.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.16 21:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(...) Lunedì 10 ottobre, la direzione nazionale del PD ha deciso di costituire una commissione per discutere con le altre forze politiche i cambiamenti da apportare alla legge elettorale, il cosiddetto Italicum; (...)La commissione è stata proposta dal segretario del PD e presidente del Consiglio Matteo Renzi e approvata all’unanimità da tutti i delegati presenti. Della commissione faranno parte il vicesegretario del PD, il presidente del PD, i due capigruppo di Camera e Senato e un esponente della minoranza".


Er pentolaro de Rignano, Babbeo detto "er Temporeggiatore", è riuscito a infinocchià n'artra vorta que' fulmini de guera de Bersani & C.: tanto de cappella, come se dice.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.10.16 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Sto aspettando che l'ytaglya venga spazzata via con tutte le sue chiacchere appena il prezzo del petrolio raggiungerà prezzi ragguardevoli.

Sarà uno spettacolo imperdibile.

Auguri!


Ora ficcatevelo in testa: ANDRETE A VOTARE PER UN PARLAMENTO CHE NON CONTA PIU’ UN CAZZO, detta come va detta, E PER UNA COSTITUZIONE CHE E’ IDEM, DI FRONTE INVECE AL REALE POTERE LEGISLATIVO E COSTITUZIONALE CHE STA IN UE, PUNTO.
Targato BARNARD.
Questa e' l'amara verita'.

marco colliva, bologna Commentatore certificato 10.10.16 21:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono guardato tutta l' ammucchiata PD su quella merda di SKY pd 24, un ammasso di cialtroni , bugiardi, corrotti, fannulloni, parassiti, viscidi, falsi, ipocriti, ladri,papponi e, nonostante tutto figli di mignotta, a stento ho mangiato, repellenti disgustosi, perfidi, sporchi ecc ecc ( non vorrei offenderli ).
Parlano di un testa a testa fra SI e NO... Ne conosco due che votano si, il primo e' un cretino leccaculo che vuole piazzare la figlia puttana dentro il solito patronato di mmmerda, l' altro purtroppo e' mio parente e spero che muoia domattina, al piu' tardi stasera...
Su MM non dici niente perche' ho tolto l' audio, non ce l' ho fatta...

Roberto C., Parma Commentatore certificato 10.10.16 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Ho avuto il fegato di leggere l'articolo 70 della Schiforma, una roba da psicoanalista.

Il peggio è che noi stiamo pagando ogni mese questi minorati mentali.

giorgio peruffo Commentatore certificato 10.10.16 21:18| 
 |
Rispondi al commento

- Asino di Buridano?

Mio sottocommento di oggi, ore 11 e 20 nel Post
"..........gli sbarchi in Italia sono triplicati":

« ... piovono asini, una tempesta! ».

Buona Serata.


La costituzione più bella del mondo?..sicuramente per politici e sindacalisti! "La costituzione più bella del mondo" tratteggia appena le funzioni dei partiti e dei sindacati senza "scendere" nei loro obblighi. Ma il capolavoro sta nell'Art 67 col quale palesemente si tradisce il significato del voto popolare. I padri costituenti non ci hanno fatto caso? Difficile pensarlo. Si vota per un'idea, si vota un partito, se ne "scelgono" i rappresentanti; poi, a seguito di una transumanza, ci si ritrova con altre idee, altri partiti e cambi di casacche! L'onorevole parlamentare ha tante occasioni per rappresentare la nazione; in parlamento rappresenta il suo elettorato! Situazioni, dunque, degne più di una prostituzione che di una costituzione! Ma del famigerato Art 67 poco o nulla si parla. Fa comodo agli onorevoli politici..fa comodo!

loris cusano 10.10.16 21:10| 
 |
Rispondi al commento

ME A NO CAPI' UN CAZ...................IN OGNI CASO VOTO NOOOOO. WM5*****

Carlo A., forli' Commentatore certificato 10.10.16 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Malpensa, protesta dei sindacati: " Carni in valigia sui voli dal nordafrica"

Ormai è giallo a Malpensa. Da mesi infatti si verifica un fenomeno a dir poco strano. Sui voli di alcune compagnie aeree provenienti dai paesi del Maghreb (Algeria,Tunisia, Marocco), e da altri paesi come l’Egitto, i lavoratori addetti alla fase di apertura delle stive degli aeromobili e dello sbarco dei bagagli, trovano delle condizioni nauseanti: una puzza disgustosa e valige impegnate di sangue. La situazione spiacevole è dovuta alla presenza all'interno della valige dei passeggeri di carne portata in Italia per consumo personale, o per uso commerciale, violando precise norme che regolano l’importazione di generi alimentari. La denuncia è avanzata in questi giorni dalla organizzazione sindacale della CUB Trasporti che ha diffuso un comunicato per denunciare l'accaduto.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.16 20:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Re-nzi= danno erariale.
Boschi= cointeressata al fallimento dell'Etruria
Verdini= Credito cooperativo Fiorentino crack!

Belin che personaggi ci fanno le riforme... ma questo agli Italiani non dice nulla?
Ladri e mascalzoni!
E il garante della Costituzione? zzzzzzzz....zzzz!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.10.16 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Dopo pareggio di bilancio, fiscal compact, bail in e altre sottomissioni in costituzione, dovrebbero essere chiare le finalita'antidemocratiche del progetto eurista (e anche questa modifica cost ce lo ricorda). Un altro passo in avanti per il potere dei mercati e uno indietro per la democrazia (se passa)

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 10.10.16 20:12| 
 |
Rispondi al commento

"Le altre leggi sono approvate dalla Camera dei deputati. Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica"

Questo è l'emblema dell'articolo: tutto e il contrario di tutto !

Quindi dopo aver fatto tutto l'elenco dice che la Camera si occuperà di approvare le altre leggi. Subito dopo c'è scritto però che ogni disegno di legge della Camera dovrà essere trasmesso al Senato per l'approvazione.

E' tutto un'imbroglio per bloccare il M5S, visto che la maggior parte dei Comuni e delle Regioni è ancora in mano loro e quindi avranno la maggioranza in Senato !!!

Corrado Allegro, Verbania Commentatore certificato 10.10.16 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO VOTO NO...
Più vado avanti e più sono convinto che , votare contro quella che ritengo essere una riforma truffa, sia una questione di sopravvivenza e di rispetto nei confronti dei cittadini, siamo o non siamo "popolo sovrano"? Io ancora mi illudo di esserlo ma purtroppo sempre più è evidente che la tendenza è altro. Oggi non è uno scandalo parlare di oligarchia, governo di pochi, una forzatura istituzionale che con il si diventerebbe norma, allora, mi domando?ma perché non tornare alla monarchia?re Giorgio1* è già pronto, abbiamo anche il suo erede, il principe Matteo, ed il popolo? Ma che importa!già è stato deprivato del diritto di scegliere i politici che più gli aggradano, inoltre è stato preso per il culo con i vari referendum disattesi, infine, vilipeso nel suo diritto al lavoro, non pretendo il diritto alla felicità, come decreta la costituzione americana, ma il lavoro si, sacrosanto e ben definito nella costituzione (art. 3)ecco perché sono anche favorevole al reddito minimo, una questione di giustizia sociale che oltre a smuovere l'economia renderebbe giustizia ai troppi diseredati nazionali

Willy Muzzu 10.10.16 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Io non voglio fare come l'asino di Buridano,io voto NO?

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 10.10.16 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Il vecchio saggio, fra ca22o da Velletri, mi incarica di scriverVi questo messaggio:

" Tristo e mesto è quel paese ove i peracottari fanno il lavoro degli amministratori, gli amministratori quello dei callarari ed il resto a caso ndo cojo cojo ... Se poi il popolo segue tale tendenza ... Allora che l'infinito ingoi quel tristo e mesto paese ...
Qui dal Tibet, ritiratomi a vita meditante, vi invito a VOTARE NO!! alla schiforma dei peracottari ... Anche voi, ignari e miti callarari, VOTATE NO!! E voi del ndo cojo cojo VOTate no!!
P.S.: rimango in trepidante attesa per il risultato del referendum ... Che l'Infinito vi protegga "

P.S.: Il buon vecchio piccione che recapita messaggi, il cui nome, Vi ricordo è "PICCINESORET", è ripartito con i miei e vostri saluti per il vecchio saggio ...
Il grande Fra ca22o da Velletri ... ^_^

arF loF 10.10.16 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/padova-maestre-sentono-strani-scricchiolii-in-aula-e-fanno-uscire-i-bambini-subito-dopo-il-crollo_3035720-201602a.shtml

Nulla da temere per i Loro figli, frequentano scuole sicure.
Il ponte, il ponte..
4 dicembre, tempo scaduto per il MM.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 10.10.16 19:44| 
 |
Rispondi al commento

L'ho appena scaricato, e insieme al sunto del Fatto, ai banchetti e ai gazebo del Movimento e del Comitato del NO, li sbatterò in faccia a chi mi verrà a dire che è una buona riforma.
Solo l'articolo 70, dovrebbe far capire a tutti, con che razza di "dementi" abbiamo a che fare.

adriano 10.10.16 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una cosa esilarante della riforma ... Ohps ... Scusate .... Schiforma è che è altamente probabile che senato e parlamento abbiano maggioranze diverse ... Un parlamento con una maggioranza e un senato con una maggioranza diversa ... ma che coglioni che sono ... Poi dice che vogliono semplificare e snellire.
L'unico snellimento serio che avrebbero da fà è solo quello de levasse dali COJONI!!!

Buonasera nèh ... ^_^

arF loF 10.10.16 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Il prof. Zichichi il 9/11/1997,disse a Mattina in famiglia (rai 2): " Tacito ha detto 2000 anni fa, più leggi si fanno più corrotto è lo stato".In Italia ci sono 150.000 leggi!! (ed era il 1977) Io voto NO,perché desidero...che la democrazia e l'onestà ritorni di moda in Italia ,..mica chiedo.. la luna,forse mi rendo conto, molto,molto di più,ma tutti insieme uniti, ce la faremo!!

Canzio R. Commentatore certificato 10.10.16 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Se una riforma costituzionale prevedesse l'abolizione degli enti regione, allora sarebbe una cosa seria da prendere in considerazione.

Franco Mas 10.10.16 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Perché l'abolizione del CNEL non è stata fatta con provvedimento a parte essendo quasi tutti d'accordo?
Vincendo il NO, e di questo son sicuro, quell'inutile e costoso Ente rimarrà tale e quale.
E l'unico risparmio certo della Boschi va a farsi benedire.
G.Mazz.

G.Mazz. 10.10.16 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Il venditore di pentole vuole compattare la Minoranza con la riforma elettorale,ma non c'è la riforma della Costituzione?
Ora è più importante la riforma elettorale!
Ma pensa te.... appena approvata ed era la legge elettorale più bella del mondo.
E' tutto un bluff...sono d'accordo,il bischero fa finta di fare muro sulla legge elettorale,ma sa già che se li comprerà per il SI alla riforma Costituzionali.
E siamo messi bene... tutti amorevolmente vicini,l'unica forza politica seria è il Movimento con la sua coerenza.
😎😎😎

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.10.16 19:08| 
 |
Rispondi al commento

io dico NO!!!
buonasera blog e qui caffè a 5 stelle!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 10.10.16 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Dalema e Bersani farebbero bene a rispolverare il PCI e a chiarire le idee al popolo con slogan e comizi : l'unico partito della sinistra veramente socialista , il potere al popolo , e cose simili . Il Paese ha bisogno di un partito di sinistra !

vincenzodigiorgio 10.10.16 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo caricando il referendum di troppa importanza , quando saremo al governo ricambieremo le eventuali modifiche operate dai padri costituenti Verdini ,Alfano , renzi e soci . Quelli che voteranno si avranno la sorpresa di pasqua : altre tasse a dirotto e clandestini a gogò , mancanza di cibo e ospedali a pagamento , ponti sullo stretto e bollette stratosferiche , ecc ecc . Quanto potrebbe durare il ducetto ?

vincenzodigiorgio 10.10.16 18:47| 
 |
Rispondi al commento

IO VOTO NO!!!
Caro Beppe...
7 giorni prima del voto
Leggi in tv una lettera
dove spieghi con
sentimento e dovizia...
l'importanza di conoscere...
La verità su questa ...
Schiforma!
Un invito ai cittadini
Di buona volontà!
Avanti
Avanti M5S
Con Coraggio Beppe!
Io voto NO!!!

Alexandros.kon.B 10.10.16 18:30| 
 |
Rispondi al commento

forse sbaglio come sempre
però considerata l'importanza del referendum
in via eccezionale sarebbe corretto inviare alle famiglie un missiva con all'interno la Costituzione vigente e la "nuova", così da permettere a tutti di sapere.
attraverso un sms il governo potrebbe chiedere ai cittadini l'invio mail dei documenti, tanto per..
e non son proprio tutte sciocchezze le mie..
al funerale di Papa Wojtila mi arrivo un sms della protezione civile che se volevo andare al funerale.. quindi il numero e la mail di tutti ce l'hanno..

cmq è NO

psichiatria.1 10.10.16 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'articolo 70 tutto d'un fiato. Ho avuto la stessa impressione di quando al mare vado in apnea! Uno schifo di articolo!

Francesco Comandatore 10.10.16 18:10| 
 |
Rispondi al commento

In riferimento a quanto scritto sulla 70 e` incomprensibile anche per un laureato, e secondo me anche per il nostro Grillo, figuriamoci per un anziano.

Stefano Piovillico 10.10.16 18:09| 
 |
Rispondi al commento

È ora di smetterla di dire si a questi sodomizzatori del popolo, mandiamoli a casa con un bel NO.
70 anni di lavori socialmente utili gratuiti, per coloro che hanno proposto l'art 70 di cui sopra. Se in un concorso pubblico chiedessero di parlare del nuovo art 70 della costituzione, chi mai potrebbe avere speranza di passarlo ? Non ci sarebbe più un solo assunto nell'amministrazione pubblica con una domanda così (amici degli amici e corrotti a parte).

Fasog Gi 10.10.16 17:59| 
 |
Rispondi al commento

La separazione (o divisione) dei poteri è uno dei principi fondamentali dello stato di diritto. Consiste nell'individuazione di 3 funzioni pubbliche nell'ambito della sovranità dello Stato —legislazione,amministrazione e giurisdizione — e nell'attribuzione delle stesse a 3 distinti poteri dello stato,organi dello Stato indipendenti:il potere legislativo,esecutivo e giudiziario
L'idea è che con la separazione dei poteri si garantisce meglio la democrazia e la si protegge da abusi
Il principio di separazione dei poteri è uno dei capisaldi del moderno stato di diritto.
Esso fu rifiutato dallo stato totalitario staliniano come dal nazifascismo che tesero a centralizzare in un unico organo i poteri dello Stato.
Gli Stati che eliminano la separazione dei poteri tendono a diventare dittature.
Oltre a questa separazione orizzontale dei poteri ce n'è una verticale che distribuisce il potere in enti subordinati come Comuni e Regioni.
Questa separazione verticale trova la sua massima espressione negli stati federali come la Germania o la Repubblica elvetica.
La Costituzione del 48 dava alle Regioni molti più poteri che non sono poi stati garantiti e permetteva ai cittadini di valutare più da vicino l'operato delle autorità locali. Giustamente, uscendo dal fascismo, si voleva evitare di ricadere in uno Stato centralizzato e si voleva decentrare il potere a livello di territorio. Renzi invece riprende alle Regioni i poteri già attribuiti e li centralizza di nuovo, addirittura permette ai partiti di nominare i loro fedelissimi pescandoli dagli enti locali ma poi non permette al nuovo Senato di decidere proprio sulle leggi del territorio.
Quando, come nel sistema USA, non esiste una rigorosa separazione delle funzioni, perché organi appartenenti a poteri diversi concorrono al loro esercizio, si parla di bilanciamento dei poteri o sistema dei checks and balances ('controlli e contrappesi') ma qui non esiste nemmeno quello. C'è solo un enorme caos e un preciso disegno autoritario.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.16 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le democrazia moderne nascono con la divisione dei poteri.
I poteri dello Stato sono tre:
legislativo
esecutivo
e giudiziario.
Affinché vi sia una buona democrazia, occorre che i tre pteri restino separati e bilanciati in modo che ognuno serva come contrappeso agli altri e si abbia un equilibrio tra di loro.
Il potere legislativo è il più importante, per questo la nostra si chiama 'repubblica parlamentare' e per questo il Parlamento deve essere eletto direttamente dal popolo, in quanto deve fare le leggi come suo 'rappresentante.
Se una parte del Parlamento non viene eletta direttamente dal popolo, il Parlamento viene meno alla sua funzione di rappresentanza popolare e decade.
Non ci deve esserte una confusione di poteri.
Deve essere il Parlamento a fare le leggi.
Deve essere il Parlamento a nominare il Governo.
Il Governo non ha un potere legislativo (salvo eccezioni che dovrebbero essere rarissime e di necessità e urgenza). Il Governo ha un potere esecutivo, provvede cioè i fondi necessari ad attuare le leggi.
Le autorità degli enti locali avrebbero per Costituzione dei poteri di amministrazione del territorio (poteri esecutivi) ma questa parte della Costituzione che doveva decentrare lo Stato non è mai stata attuata.
Un sindaco o un assessore no nsono stati eletti per fare le leggi, non hanno il potere legislativo, ma vengono eletti per amministrare il territorio gestendo i soldi che lo Stato centrale gli dà.
Questa riforma confonde potere legislativo con esecutivo, rompendo l'equilibrio dei poteri. Gli elettori quando eleggono un sindaco non eleggono una autorità preposta a fare le leggi.
E anche peggio questi strani senatori, partirebbero come scelti dai partiti nell'esecutivo e non direttamente eletti e si troverebbero investiti di poteri legislativi e addirittura di diritti all'impunità che creano un caos inaccettabile, tanto più che le direttive Ue vietano espressamente le doppie cariche.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.16 17:41| 
 |
Rispondi al commento

[...] L'esame del Senato della Repubblica per le leggi che danno attuazione all'articolo 117, quarto comma, è disposto nel termine di dieci giorni dalla data di trasmissione. Per i medesimi disegni di legge, la Camera dei deputati può non conformarsi alle modificazioni proposte dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei suoi componenti...

hahahha buffoni...come dire la Camera a maggioranza partito unico...farà a meno del Senato!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.10.16 17:34| 
 |
Rispondi al commento

[....]Qualora il Senato della Repubblica non disponga di procedere all'esame o sia inutilmente decorso il termine per deliberare, ovvero quando la Camera dei deputati si sia pronunciata in via definitiva, la legge può essere promulgata.

Hahahha,buffoni se vi mettete d'accordo il senato non legifera più....DITTATURA!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.10.16 17:31| 
 |
Rispondi al commento

[...]Le stesse leggi, ciascuna con oggetto proprio, possono essere abrogate, modificate o derogate solo in forma espressa e da leggi approvate a norma del presente comma. Le altre leggi sono approvate dalla Camera dei deputati. Ogni disegno di legge approvato dalla Camera dei deputati è immediatamente trasmesso al Senato della Repubblica che, entro dieci giorni, su richiesta di un terzo dei suoi componenti, può disporre di esaminarlo.......
Hahahha.... buffoni, se non lo richiedono passano le leggi del GOVERNO!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.10.16 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe era questo che chiedevo tempo fa.
Come si fa a far arrivare lo stesso messaggio in TV?
Vogliamo sacrificare qualcuno dei portavoce in qualche trasmissione,non per quelli che non andranno a votare,ma quelli che non hanno capito una benemerita cippa!
😎😎😎

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 10.10.16 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Mio caro Eposmail
lo spazio è di tutti, è mio come è tuo.
Tu puoi occuparne più di me se hai abbastanza cosa da dire.
E io, per quanto io abbia cose da dire, non potrò privarti di un solo millimetro del tuo spazio nemmeno volendo.
Lo spazio di un blog è infinito.
Non è come una torta che se uno ne mangia troppa ad un altro non ne resta un briciolino.
Non è come un sistema di Governo dove de uno si prende tutto il potere, altri ne restano privi.
E così non è che se io esprimo le mie idee, blocco le tue. Se Dio vuole, il pensiero, per quanto facciano per rinchiuderlo, è libero. E il web è il suo spazio di libertà.
Per cui di' pure tutto quello che hai da dire e non ti lamentare se qualcuno ne dice di più.
Qui nessuno fa una gara di spazio.
E nessuno vince niente se scrive più post o perde qualcosa se ne scrive di meno.
Qui ci siamo tutti con gli stessi diritti solo per esprimere opinioni e confrontare idee.
Niente altro conta.
E se pure uno esprimesse una sola idea e quella fosse la migliore e convincesse tutti gli altri, quello sarebbe applaudito e non chi come il mantovano riempie lo spazio di brutture.
Il pensiero non vale per la sua massa
ma per la sua qualità.
Ha scritto bene Fabio: "Le ideologie hanno avuto un percorso, ora terminato. La missione, se possibile, è ancora più ardua, perché anche i poteri sovranazionali hanno cambiato forma e metodo. Non ci sono più classi che indebolivano la lotta proprio per la divisione, ci sono popoli e il nostro va unito, creato.”
E anche il web serve a questo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.16 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Volevo portare all'attenzione e sottolineare, tra l'altro, il caos che si creerebbe con i senatori eletti dalle regioni ( cosa che avviene anche con le Città Metropolitane del resto). Riporto un mio commento: Io vorrei capire una cosa: "restano in carica 5 anni"..se ne deduce che qualcuno che finisce il mandato fra 2 o 3 anni..resta li' fino alla prossima convocazione per le nuove nomine. Non sara' piu' consigliere al comune..ma fara' parte del consiglio delle Città Metropolitane (allungandosi il mandato elettorale di anni). Nel prossimo senato, a cosa e' (sara') legata la permanenza dei nominati dalle regioni..visto che le elezioni di queste ultime e le politiche sono sempre disallineate? Assisteremo a una girandola di nomine ad ogni elezione regionale o rimarranno in senato come per le città metropolitane diversi anni ( ma con tanto di immunità)?Altro che la tanto sbandierata semplificazione ..e' una vera e propria schiforma! O sono tanto idioti-incompetenti da non capire cio' che fanno..o, invece, lo sanno fin troppo bene. Tertium non datur.

Anton Ross, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.10.16 17:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Lasciatevi guidare dalla pancia, dall'istinto e votate. Sei fantastico amico mio. Sei grande.

Mirko Di Francesco 10.10.16 17:03| 
 |
Rispondi al commento

MASADA n° 1794 10-10-2016 GLI IDEALISTI E I FURBASTRI
Blog di Viviana Vivarelli

Armi di distrazione di massa – La J P Morgan e gli ordini di riformare la Costituzione – La deriva autoritaria - Perché Renzi favorisce la corruzione invece di combatterla- Dire democrazia non basta – La democrazia parlamentare classica è in crisi profonda in tutta Europa – Crisi politica europea – La balla delle leggi lente – La mutazione antropologica del csx – Dalle balle ai fatti – Le sciocchezze di Renzi - E’ falso che la riforma non tocchi il Presidente della Repubblica - Dov’è lo statuto delle opposizioni? – 10 domande per Renzi – Le Costituzioni e il sistema finanziario – Il maggior rischio economico ed europeo sono Italia e Portogallo – Travaglio a Renzi – La verità sul referendum- Chi è per il Si’

Crozza
“Al referendum sulla riforma costituzionale ci saranno da parte quelli che voteranno "SI" e dall' altra quelli che l' hanno capita.”
.
“L’Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l’Italia sono i furbi, che non fanno nulla, spendono e se la godono”.
(Giuseppe Prezzolini)
.
MacFerrin
La ministra Maria Elena Boschi difende a spada tratta la riforma costituzionale: "Riduce la burocrazia, non la democrazia."
Tradotto: secondo Miss Boschi, l'esercizio del voto è burocrazia, non Democrazia.
IO VOTO NO
..................
Per leggere tutto clicca il mio nome
o vai a masadaweb.org
oppure a
https://masadaweb.org/2016/10/10/masada-n-1794-10-10-2016-gli-idealisti-e-i-furbastri/

https://masadaweb.org/2016/10/10/masada-n-1794-10-10-2016-gli-idealisti-e-i-furbastri/

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.10.16 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, a nome di tutti gli italiani che ignorano la ragioni del no. La riforma si farà quando avrà vinto il no

Amalia Francesca riso 10.10.16 16:51| 
 |
Rispondi al commento

se l'Italia e gli italiani sono in declino non è per colpa del bicameralismo perfetto e della Costituzione, ma di chi per decenni non l'ha applicata secondo principi e valori comuni.
I precedenti Premier Berlusconi, Prodi ecc... quando hanno voluto approvare Leggi pro domo loro ci sono riusciti in meno di 15gg.

Clesippo Geganio 10.10.16 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, per quello che fai, fate.

Art G., Roccapiemont Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.16 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Italiani,

se non capite un c...o andate a remengo, avete quello che meritate.

-------------- CALCI NEL C...O ------------------

Tanto a voi piace.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.16 16:40| 
 |
Rispondi al commento

ot

"Referendum, Renzi: in Parlamento
Bersani votò tre volte sì alla riforma"

vero...

vediamo cosa diceva il pdc...per par condicio...

""facendo un gesto di coraggio, ma anche di dignità, io ho detto che se perdo il referendum non è soltanto che vado a casa ma smetto di far poltica".""

poi cià ripensato cià... almeno così si vocifera...

diamo al pdc quel che è del pdc e a jimbettola quel che è di jim...

pabblo 10.10.16 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori