Il Blog delle Stelle
Le province ci sono ancora, le elezioni no

Le province ci sono ancora, le elezioni no

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 44

di MoVimento 5 Stelle

Ieri ci sono state le elezioni delle Città metropolitane. Non ve ne siete accorti? È più che comprensibile, perché non hanno votato i cittadini. In sostanza si tratta di politici che scelgono altri politici, proprio come avverrà nel nuovo Senato, previsto dal ddl Boschi, che non sarà più elettivo se vince il sì, ma sarà nominato dalle segreterie dei partiti.
Quindi si scrive "Città metropolitane" ma si legge "Province". Infatti, la tanto declamata abolizione delle Province è, in realtà, una grossa presa in giro, perché questi enti inutili rimangono, cambiando solo nome, come prevede la legge Delrio. Non solo. Il trio Renzi-Boschi-Verdini, per essere sicuro della loro sopravvivenza, le ha inserite anche nella riforma costituzionale, definendole "enti di area vasta". E pensare che, nel testo della revisione costituzionale, è prevista la cancellazione del termine Province. Avete presente il gioco delle tre carte? Si passa da "Province" a "Città metropolitane" per finire a "Enti di area vasta", ed il gioco è fatto. Ecco come si truffano gli italiani. Quando sentite parlare di milioni di risparmi, provenienti dall’approvazione del ddl Boschi, che abolirebbe sulla carta le Province, sappiate che è tutta un’illusione. Per questo e tanti altri motivi dobbiamo votare NO il prossimo 4 dicembre.

votanonstatuto.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

10 Ott 2016, 14:40 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 44


Tags: boschi, città metropolitane, elezioni, province

Commenti

 

Il furbetto di Firenze vuole costruire il ponte mentre l' Italia crolla....

http://www.corriere.it/scuola/primaria/16_ottobre_11/scuola-crolla-controsoffitto-feriti-due-bambini-grave-ba918c26-8fb1-11e6-a48d-80f1fedf0a64.shtml

Una buonissima notizia....

http://www.affaritaliani.it/medicina/tumore-polmoni-farmaco-scioglie-il-cancro-senza-chemioterapia-keytruda-choc-444706.html

Tony 11.10.16 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Mi ero illuso che un Ente senza rappresentanza politica diretta e solo con tecnostrutture (il personale dipendente) sarebbe stato un virtuoso esempio da seguire x nuove forme di gestione dei servizi x i cittadini, ma prendo atto che dove la politica non può rodere finanziamenti (leggasi mangiatoie) e crearsi un’area di consenso ed influenza elettorale non ha interesse ad investire i soldi (nostri!) sul territorio.
Probabilmente, come dice il sig. Aldo, il disegno è quello di sottrarre servizi pubblici e sostituirli con esternalizzazioni e privatizzazioni che fanno gola a privati, amici degli amici (penso alla Sanità, alla Previdenza, all’Istruzione), ovviamente con costi maggiori e qualità inferiori (a saldi variati, come direbbero gli esperti).
Infine trovo semplicemente vergognoso che uno come Delrio, dopo aver messo il suo nome ad una “riforma” che fa pena ma soprattutto danni, si sia dato a gambe levate ed abbia ora il coraggio di parlare di ponte sullo stretto e altre amenità che costerebbero miliardate di euro, che peraltro non ci sono (mente sapendo di mentire il sior ministro, come il suo mentore fiorentino!), mentre ad oggi non sono garantiti il riscaldamento delle scuole superiori e la minima manutenzione stradale (incluso lo sgombero neve che a breve scenderà), per non parlare di un territorio abusato e costantemente sull’orlo del prossimo disastro ambientale.
Se costoro non riescono a riformare decentemente le piccole, derelitte e vituperate Province, non oso immaginare quali disastri seguiranno alla loro riforma costituzionale….
Votare NO è semplicemente esercizio di buonsenso ed amor proprio (e delle future generazioni)!

daniele 11.10.16 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Leggo dal FQ che le elezioni sulle aree metropolitane ( ex province) hanno portato ad un paradosso come prevedibile e cioè un comune con una maggioranza politica diversa da quella della città metropolitana (Roma,Torino), ciò creerà indubbi problemi alle giunte 5S poiché le città metropolitane hanno competenza sulla manutenzione di scuole e strade, hanno ampie deleghe sull'ambiente oltre a quote azionarie in società partecipate. Non è difficile immaginare che il partito unico (PDL/PD-L) potrà ostacolare provvedimenti presi dalle giunte nonché bloccare i bilanci per far fallire il M5S.
Trovo tutto questo di una gravità inaudita, altro regalo del bulletto da Rignano. Come sempre la casta si assicura la salvaguardia della specie con legge e leggine ad hoc che magari al momento possono sembrare pico importanti o innocue ma alla lunga rivelano il loro scopo originale.
Per questo penso sia importante votare NO al referendum del 4 dicembre.

Stefano M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 11.10.16 14:48| 
 |
Rispondi al commento

o.t...

cantone è efficace come rosy bindi alla commissione antimafia,
come renzy in €uropa, come bersani nel pd,
come mozzarella in parlamento,
come boeri all'inps,
come il papa ad Aleppo e Amatrice...


L'istituzione delle Provincie era un servizio importante offerto ai cittadini ed è stato un grosso errore aver sostenuto la loro abolizione.
L'eliminazione delle Provincie rientra nel progetto strategico di eliminare tutti i servizi pubblici per i Cittadini, come la Sanità, la Scuola, la Sicurezza, i Trasporti e così via.
Anche l'eliminazione del Senato rientra in questa strategia antidemocratica.

Aldo Vagata 11.10.16 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno, per definire inutili le ex Province bisogna però affermare che lo sono anche le loro funzioni fondamentali(attualissime, non ex) tipo: edilizia scolastica, trasporti locali, ciclo integrato rifiuti, gestione idrica, salvaguardia idrogeologica del territorio...tutte materie sulle quali a giorni alterni i politici evocano emergenze e priorità (soprattutto dopo catastrofi naturali), ma non seguono adeguati finanziamenti per la loro gestione (ipocrisia allo stato puro!).
Paragonarle a sperpero di denaro come vitalizi e pensioni d'oro è una bestialità.
La verità è che si è persa l'ennesima occasione (per seguire il mantra "enti inutili", ma solo le Province mi raccomando!) che trasformava un ente politico con uno esclusivamente rivolto ai cittadini (vera rivoluzione anti-casta) dove ogni risorsa ed ogni euro dovevano essere destinati ai servizi ai cittadini, senza sperpero di denari per pagare gruppi consiliari, staff di assessori e spese di "rappresentanza" che spesso si traducono in acquisti di mutande verdi.
Se invece si ritiene inutile aggiustare e riscaldare le scuole superiori o fare manutenzione alle strade provinciali (solo la ex Provincia di Torino ne ha circa 3.000 km., di cui molti in montagna) allora aboliamo questo ente inutile, poi però diamo un sacchetto di carbone ai ns figli per riscaldarsi a scuola e mettiamo pala e bitume nel ns bagagliaio appena usciamo dai comuni ed imbocchiamo strade provinciali.
P.S. non sono del M5S, ma detesto il bischero fiorentino, la sua ipocrisia e la sua truffa referendaria come e più di voi.
Cordialmente.
Daniele

daniele 11.10.16 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Noi Italiani siamo diventati rinkoglioniti? abbiamo uno stato che ci fotte ogni giorno e nessuno si lamenta, i politici hanno raggiunto il loro scopo e cioè fare allontanare la gente dalla politica cosi loro zitti zitti si arricchiscono, ecco perchè attaccano il M5S, non si aspettavano un partito che rappresenta il popolo arrivasse in parlamento a smascherare i loro affari.
Votare M5S è un obbligo morale, senza il M5S il popolo sarebbe solo e indifeso.

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 11.10.16 10:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel silenzio di tutti i politici si auto nominano, il piano di togliere la scelta al popolo è iniziato e se al referendum vince il Si sarà ancora peggio.

#M 5 S, Italia Commentatore certificato 11.10.16 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Ieri l'oligarchia politica delle aree metropolitane (leggi Province) ha celebrato se stessa alla faccia del popolo che non conta niente. Reitero la domanda: perchè i rappresentanti del Movimento 5S hanno votato e hanno assunto cariche di sindaco dell'area metropolitana? Non potevano astenersi e protestare alzando la voce contro questa truffa? Non basta parlare, servono i fatti!
Auspico e chiedo un chiarimento. Ciao

carmelo passanante 11.10.16 00:39| 
 |
Rispondi al commento

sil scrive legge DELRIO ma si legge LEGGE DELIRIO

Scardino Fabio 11.10.16 00:38| 
 |
Rispondi al commento

La nuova costituzione,è una bella presa per il culo. Ed è per questo che io il 4 dicembre VOTO NO.

Antonio Prigitano, Torino Commentatore certificato 11.10.16 00:32| 
 |
Rispondi al commento

il 4 dicembre bisogna stare molto attenti perche come diceva stalin, non he importante chi vota, he importante chi conta i voti.

roberto davoli 10.10.16 21:32| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, magari scrivo una cazzata.
Visto che siamo per l'eliminazione vera delle
province, e lo dimostra il fatto che non ci siamo candidati, perchè i rappresentanti del Movimento hanno votato? Era obbligatorio o potevano astenersi?
A chi mi saprà rispondere gliene sarò grato, grazie

scano mario, settimo san pietro Commentatore certificato 10.10.16 20:29| 
 |
Rispondi al commento

le province CAMBIANO SOLO DI NOME , GLI APPARATI RESTANO , I CITTADINI NON DECIDONO PIU' NIENTE , LE LOBBY DEI PARTITI CONTINUANO A SPARTIRSI LA TORTA ; MANDIAMOLI A CASA ; VOTA NO !!!

giusto bonanno 10.10.16 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Se si scrive "città metropolitane" e poi si legge "provincie" a norma di non statuto e per coerenza non dovremmo partecitare alle elezioni "indirette". A Milano mi risulta che sia stata presentata una lista grazie ad una raccolta firme effettuata con l'aiuto di altri "partiti". Ricordo che coerentemente in passato la lista M5s di Comacchio gli è stato revocato il sinbolo per essersi candidata alla "provincia" di Ferrara.

claudio 10.10.16 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma per dire che un tizio è provinciale, adesso bisogna dire che è un tizio di Ente di vasta area? I Morgagni Nosferatu succhia democrazia sopracitati, stanno veramente incasinando questo paese addirittura nel linguaggio.
Aspettiamoci che tolgano anche il NO dal vocabolario , ma noi lo voteremo lo stesso. Un bel No di libertà al referendum ... e tutti a votare !

Fasog Gi 10.10.16 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Ho una sensazione che voglio esternare, qualcosa che mi predice nulla di buono, avete presente la teoria dell'auto estinzione?, della serie: se non potrò essere io NIENTE PER NESSUNO, lasciando il deserto dietro, distruzione da fare impallidire la Siria oggi.
Chiunque prenderà le briglie in mano avrà da governare un cavallo matto, pronto a scalciare tutti che si chiama POPOLO. Ci vorranno tutti i maghi docenti di quella famosa università del film di Harry Potter...

sebastiano b., catania Commentatore certificato 10.10.16 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
L'abominevole macchina si evolve, in fantascienza il computer diventa autonomo e pensante, tanto da non accettare input e diventare ostile se ritiene. Gran bella pensata, fare da se a scanso di equivoci, gli serve un decreto? detto fatto!! occorre votare un esponente già indottrinato? niente di più facile.
Non mi stupisce più niente sono più che consapevole che occorre tirare la spina subito prima che arrivi ad auto alimentarsi....

sebastiano b., catania Commentatore certificato 10.10.16 18:38| 
 |
Rispondi al commento

E voteremo no!

Bruno Recupero 10.10.16 18:20| 
 |
Rispondi al commento

NON VEDO L'ORA CHE SI VADA A VOTARE IL 04/12/2016, PER DARE UN CALCIO IN CULO A QUESTI PARASSITI. NON CAPISCO COME UN GOVERNO NON ELETTO DAI CITTADINI, TIENE IN OSTAGGIO UN PAESE INTERO, PRENDE SOLDI PUBBLICI PER SE E LI REGALA ANCHE A CHI GLI PARE,

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 10.10.16 17:30| 
 |
Rispondi al commento

I politici che eleggono politici è ciò che avviene già adesso in Cina. Paese che i nostri politici prendono ad esempio, seppure involontariamente, come campione di democrazia.
Infatti qui da noi molti pensano che in Cina non si tengano elezioni perché c'è un partito unico.
Al contrario il popolo elegge rappresentanti, per es. di quartiere, che saranno delegati ad essere gli elettori di un organismo nazionale. Lì lo giustificano con la difficoltà di organizzazione di elezioni universali.
Qui ci chiediamo che razza di democrazia può essere quella in cui chi governa decide chi possa essere eletto, e poi a sua volta lo elegge. Una democrazia alla cinese appunto.

Pantomima Rossa Commentatore certificato 10.10.16 17:22| 
 |
Rispondi al commento

forse cambierà il progetto del ponte sullo stretto,lo vorrà fare levatoio,o girevole,più progetti, più lavoro per tecnici intanto inizia con il cinema,tema fantascienza,le banche con lui alla regia del paese non falliranno,l'Italia ripartirà con l'astronave sarà in vetta all'Europa lui sarà un giglio non una larva che porta locuste.....

Paolo Ghiazza 10.10.16 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi spiega perchò i portavoce 5s hanno votato per le province?non si era detto che non si dovevano presentare alle elezioni prov. , forse valeva solo per i cittadini?

giulio l., massa di somma napoli Commentatore certificato 10.10.16 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volevo portare all'attenzione e sottolineare, tra l'altro, il caos che si creerebbe con i senatori eletti dalle regioni ( cosa che avviene anche con le Città Metropolitane del resto). Riporto un mio commenti: Io vorrei capire una cosa: "restano in carica 5 anni"..se ne deduce che qualcuno che finisce il mandato fra 2 o 3 anni..resta li' fino alla prossima convocazione per le nuove nomine. Non sara' piu' consigliere al comune..ma fara' parte del consiglio delle Città Metropolitane (allungandosi il mandato elettorale di anni). Nel prossimo senato, a cosa e' (sara') legata la permanenza dei nominati dalle regioni..visto che le elezioni di queste ultime e le politiche sono sempre disallineate? Assisteremo a una girandola di nomine ad ogni elezione regionale o rimarranno in senato come per le città metropolitane diversi anni ( ma con tanto di immunità)?Altro che la tanto sbandierata semplificazione ..e' una vera e propria schiforma! O sono tanto idioti-incompetenti da non capire cio' che fanno..o, invece, lo sanno fin troppo bene. Tertium non datur.

Anton Ross, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.10.16 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate non vi bastano tutti questi cosnsiglieri/parlamentari che abbiamo?
Circoscrizioni comunali, consigli comunali, consigli regionali, senatori, deputati, europarlamentari!!!

Vorreste re-introdurre i consigli provinciali con altre indennità da pagare!!

Ma M5S all'origine era contro la nomenclatura politica!

E adesso si sta normalizzando? Come i vecchi politici?

PAOLO DEL ROMANO 10.10.16 16:59| 
 |
Rispondi al commento

POLITICI UGUALI PADRONI DELL'ITALIA

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 10.10.16 16:55| 
 |
Rispondi al commento

RENZI (sempre menzionato nelle tv) dice che l'italia non deve essere di DIVISIONI , ma di VISIONI...praticamente ha le "TRAVEGGOLE"!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 10.10.16 16:51| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA VOTARE NO! Questo bomba ci prende per i fondelli e nessuno se ne accorge? Nemmeno i media dicono di queste elezioni provinciali inter-loro ?

silvana rocca, genova Commentatore certificato 10.10.16 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Le province ci sono ancora, come le prefetture, come i vitalizi e le pensioni d'oro dei politici. Nulla è cambiato da quando c'è il Bomba. Promesse e solo promesse. Sta bluffando nella maniera più sporca. L'Imperativo è cacciarlo al più presto.

manuela 10.10.16 16:42| 
 |
Rispondi al commento

POLITICI & POLITICI
Si tratta di nominati dall’alto? Meglio. Sapremo almeno a chi dare la colpa se le cose peggiorano, oltre a pigliarcela coi magistrati che non li incriminano. Il problema è che non si tratta solo di politici incapaci ed ebeti, ma anche di magistrati che non vedono, non sentono e si girano (a braccetto coi politici) dall’altra parte.

Giuseppe C. Budetta 10.10.16 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Una piccola truffa inserita in una grande truffa. Ma mandiamoli a fantruffare altrove che in Italia hanno gia' fatto abbastanza guai. Votiamo NO!

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.10.16 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Gli eletti devono rappresentare i loro elettori.

Appunto per questo i Politici votano alle Città Metropolitane.

I Rappresentanti, votati dai Politici, rappresenteranno i politici mica i cittadini e i cittadini non potranno più lamentarsi visto che, nelle Città Metropolitane, c'entrano come i cavoli a merenda.

giorgio peruffo Commentatore certificato 10.10.16 16:12| 
 |
Rispondi al commento

cerchiamo di uscire dall'europa e poi.....................il mondo è nostro

walter tiani, napoli Commentatore certificato 10.10.16 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma non capisco , da ieri che mi attaccano sul fatto che i 5 stelle erano contro le province ed invece una gran parte stava votando , potete spiegarmi meglio ,grazie


Ma scusate sono io che non capisco un ca..o o siete voi che state andando alla deriva?. Non era stabilito e certo che il M5S non si sarebbe presentato alle elezioni Provinciali in quanto sostenitore della loro abolizione? Mo che è successo, solo perchè si chiamano in un altro modo cambiano il nostro atteggiamento?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.16 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non tutti i consiglieri m5s sono andati a votare?

undefined 10.10.16 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Va beh che ormai non contiamo più niente, ma almeno i risultati si possono sapere?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.16 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Senza contare che ci sono stati consiglieri che non sono andati a votare!
Astensione in una votazione di secondo grado è una gravissima mancanza!
Gli eletti devono rappresentare il loro elettorato strisciando sui gomiti se del caso!
A meno di malattia grave chi non è giustificato deve essere rimandato a casa...
I nostri sono andati praticamente tutti.

Patrizia M. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 10.10.16 15:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori