Il Blog delle Stelle
Otto nuovi inceneritori in arrivo

Otto nuovi inceneritori in arrivo

Author di MoVimento 5 Stelle Europa
Dona
  • 44

Nel silenzio totale dei media italiani, mercoledì 5 ottobre, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che accende 8 nuovi inceneritori. Le regioni coinvolte sono: Umbria, Marche, Lazio, Campania, Abruzzo, Puglia, Sicilia e Sardegna. Con la costruzione degli otto nuovi inceneritori saranno bruciate quasi due milioni di tonnellate di rifiuti in più all'anno. Un terzo in più rispetto a quanto accade attualmente. Il governo vuole avvelenarci! Il Movimento 5 Stelle dice NO agli inceneritori e al Parlamento europeo lotta per affermare l'economia circolare che si basa sul riciclo e il riuso dei rifiuti. Ecco il commento del portavoce Marco Affronte.

di Marco Affronte, Movimento 5 Stelle Europa.

Il Governo va avanti, senza ascoltare ragioni, deciso ad accendere 8 nuovi inceneritori in Italia entro i prossimi anni. Il Rapporto Preliminare sul Piano Nazionale degli Inceneritori è stato tradotto in Decreto del Consiglio dei Ministri ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Dunque avanti tutta, nonostante ci siano diverse ragioni per capire che NON c'è alcun bisogno di nuovi inceneritori in Italia. E potrebbe esserci anche un rischio economico, oltre che di salute.

I NUMERI
Attualmente l'Italia gestisce così i suoi RSU: il 26% viene riciclato, il 15% va in compostaggio, il 21% viene incenerito e il... 38% finisce in discarica! Ne rapporto si dice che l'Italia ha una carenza di autosufficienza per quanto riguarda la capacità di incenerimento: secondo il Ministero dobbiamo bruciare 1.800.000 tonnellate in più di rifiuti all'anno. Per quale ragione? Perché siamo circa 20 punti percentuali al di sotto degli obiettivi minimi di legge che prevedono di raggiungere il 65% di raccolta differenziata, mentre attualmente ricicliamo il 45% del totale.

E' sicuramente giusto cercare di ridurre la quota di rifiuti da conferire in discarica - lo dicono anche le norme europee - ma il Ministero si basa sulla Direttiva Rifiuti del 2008 per dire che l'incenerimento è considerato una soluzione virtuosa: niente di più falso. Nella direttiva l'incenerimento è al penultimo posto ed è l'opzione da preferire solo alla discarica. Ma prima ci sono la diminuzione della produzione, il riuso e il riciclo. Le direttive europee impongono di raggiungere una quota di riciclaggio pari al 50%. Oggi ricicliamo circa 7,3 milioni di tonnellate di rifiuti ovvero il 26% di quanto prodotto. Che significa questo? Significa che, se rispettiamo le Direttive UE, entro pochi anni dovremo riciclare altre 7 milioni di tonnellate di rifiuti, rendendo quindi del tutto inutile aumentare la nostra capacità di incenerimento. Nei prossimi anni sarà necessario chiudere gli inceneritori, non aprirne di nuovi.

I NUOVI INCENERITORI
Secondo il Piano del Ministero dovranno essere aperti almeno altri otto nuovi inceneritori, tutti al Centro-Sud. Le regioni interessate sono Umbria, Marche, Lazio, Campania, Abruzzo, Puglia, Sicilia e Sardegna. In Umbria vogliono polverizzare altre 130.000 tonnellate l'anno, nella Marche 190.000, in Lazio 210.000, in Campania 300.000, in Abruzzo 120.000, in Puglia 70.000, in Sicilia 690.000 e in Sardegna 120.000. Sarà necessaria una battaglia in ognuna di queste Regioni per ottenere uno stop a livello locale della costruzione dei nuovi cancrovalorizzatori. Per non aprire i nuovi inceneritori c'è un solo modo: consumare di meno e riciclare di più: bisogna afffamare gli inceneritori fino a renderli inutili. E' previsto infatti nelle disposizioni finali che le amministrazioni locali possano "presentare al Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare una richiesta di aggiornamento del fabbisogno residuo regionale di incenerimento dei rifiuti urbani e assimilati" in seguito ad adeguamenti, riduzione della produzione dei rifiuti e maggiore riciclaggio.

LE CRITICHE DELL'UNIONE EUROPEA

Il piano del governo prevede di bruciare quasi 2 milioni di tonnellate affermando che non "incide direttamente sulle componenti ambientali" quali la qualità dell'aria. Questo è falso! Inoltre, si dice che il piano non può essere assoggettato a Valutazione Ambientale Strategica. Eppure è impossibile non ipotizzare che l'incenerimento non abbia ripercussioni, anche serie sull'ambiente! Il Piano si 'autoassolve', demandando questa valutazione alla fase autorizzativa dei singoli inceneritori. Il Movimento 5 Stelle, con un'interrogazione alla Commissione Europea, ha chiesto di dirci se fosse necessaria. La risposta è chiara: "qualora il programma sull'incenerimento dovesse rientrare nel campo di applicazione della direttiva 2001/42/CE (valutazione ambientale strategica -- direttiva VAS), prima della sua adozione sarebbe necessaria una valutazione ambientale." La VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA VA FATTA! E invece il Ministero, ancora nel decreto appena pubblicato in Gazzetta, scrive di non volerla fare. Allucinante! Cosa rischia l'Italia? La salute, prima di tutto, ma anche una bella multa per infrazione europea.

votanonstatuto.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Ott 2016, 16:56 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 44


Tags: avvelenare, inceneritori, inquinamento, Marco Affronte, renzi

Commenti

 

Sei stato abbassato costantemente dal vostro banche, amici, parenti, istituzioni finanziarie?
Se avete bisogno di un prestito di consolidamento del 2%, abbiamo molti piani flessibili sul nostro pannello di prestito per aiutarvi,
Poi la buona notizia è qui !!! Siete venuti nel posto giusto dove si può ottenere il prestito facile e veloce,
* Prestiti personali (protetto e chirografari)
* Business Prestiti (protetto e chirografari)
* Prestito auto
Molti more.We sono certificati, affidabile, affidabile, efficiente, veloce e usurai dinamici,
Diamo prestiti a tasso di interesse del 2%, l'importo varia da $ 5.000,00 USD a $ 500.000,00 USD e un periodo di ri-pagamento di 1 anno per 50 anni di durata

Si prega di tornare a me con una email: Lucysmithloanfirm@gmail.com se siete interessati a ottenere un prestito in modo che io possa dare più informazioni ai nostri termini e condizioni di prestito
 
Mutuatario Informazioni (Information campi obbligatori sono in grassetto).
Nome completo (s):
Età:
Indirizzo:
Paese:
Numero di telefono:
Importo prestito richiesto:
I prestiti finalizzati:
Durata di prestito:
Stato di impiego:

Contattaci via e-mail la nostra Lucysmithloanfirm@gmail.com

lucy smith 15.10.16 11:37| 
 |
Rispondi al commento

leggete bene: 40 anni fa bologna generò un sistema di raccolta rifiuti fondato sulla generazione di un inceneritore dei residui unito alla cernita automatizzata dell'utilizzabile e la eliminazione immediata della discarica comunale (oggi una collinetta verde ed alberata) questo con l'aggiunta complementare di un collettore delle acque luride e la loro bonifica prima della reimmissiobe nei fiumi ha TOTALMENTE ELIMINATO ogni problema relativo alla raccolta e riciclo dei rifiuti. nessuno è morto in più e noi di bologna stiamo a vedere dove finiscono quelli che parlano, spaventano, esaminano e poi non fanno nulla di veramente definitvo.

ROMANO bonazzi 11.10.16 18:10| 
 |
Rispondi al commento


A Muraro a Roma che ha ancora in essere una causa di 200.000 euro con Ama ? Per farsi pagare il brevetto della Fos? Dopo aver preso consulenze milionarie per 12 anni dalle finte dx e finte sx? Che programma c'è' a Roma sugli inceneritori di Colleferro? Fanno parte del ciclo integrato dei rifiuti o sono da spengere?

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.16 22:58| 
 |
Rispondi al commento

L'intervista di questo signore di A2a alla stampa , scelto per dirigere l'inceneritore di Torino, che dice che gli inceneritori sono come biscottifici, rientra nei piani del 5 stelle? Che ci fa uno che pensa che gli inceneritori sono la soluzione del ciclo integrato dei rifiuti?

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.16 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma il piano da 78.000 TN di rifiuti da bruciare all'anno per 5 anni per salvare Aamps dai debiti, rientra nelle finalità del 5 stelle o ci fa a cozzi?

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.10.16 22:50| 
 |
Rispondi al commento

di cose da fare ce ne sarebbero,usare tante navi cisterna da riempire con la neve spalata in Canada,Scandinavia(le renne ce lo chiedono,avrebbero un più diretto accesso all'erba)e riversarla sulle zone desertiche e produrre vegetazione(l'unica cosa di buono che gli ebrei hanno fatto in Israele è fare coltivazioni nel deserto)tutti i ghiacciai che si sciolgono smontarli e trasportarli dove si possono usarli,la Siberia per il Gobi e l'Asia centrale e così via,abbiamo la tecnologia e questo è il senso per il suo impiego,tutto si bilancerebbe e gli islamici potrebbero cominciare a bere vino durante i pasti,i rabbini smetterebbero di piangere,e le olimpiadi perderebbero quel senso pagano(e non sarebbe difficile pagarle).........The End....(continua in Paradiso)

Paolo Ghiazza 10.10.16 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Nel resto d'europa stanno chiudendo gli inceneritori, dopo anni hanno capito che non servono e ci sono alternative più economiche e più ecologiche per smaltire i rifiuti.

#M 5 S, Italia Commentatore certificato 10.10.16 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente, anzi sicuramente dirà, che non sono dannosi per la salute umana. Allora io lo obbligherei , lui e tutta la sua famiglia, a prendere residenza sottovento ad un inceneritore, questo solo come esempio dell' innoquità dello stesso.
giuseppe trentin

Giuseppe Trentin 10.10.16 08:11| 
 |
Rispondi al commento

NESSUNO RISPONDE: SOLO FRASI ALEATORIE.
Nessuno dice quale sia il grado d'inquinamento di un inceneritore (costruito secondo le norme europee), lontano dai centri abitativi e perché i Tedeschi sono così scemi da esserne pieni.
Le frasi fatte: gl'inceneritori ammorbano l'aria, lasciamole ai politici della Prima Repubblica. AMEN.

Giuseppe C. Budetta 09.10.16 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.isde.it/wp-content/uploads/2014/02/2015-08-12-Position-Paper-RIFIUTI-finale.pdf

id &as Commentatore certificato 09.10.16 09:01| 
 |
Rispondi al commento

quelli che ci vogliono avvelenare sono i verdi ed affini che promuovono le maledette stufe a legna " In Lombardia difatti è il riscaldamento la principale fonte diretta di Pm10. E la colpa qui è tutta di caminetti e stufe che, nonostante la Regione vieti l'utilizzo di quelli più vecchi, sono ancora molto diffusi nell'uso domestico."Non solo ma li spingono dicendo che bruciare legna è ecologico e si sono fatti pure dare gli incentivi.

carlo santorsola 08.10.16 20:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenzione: Ho letto su "Gente Veneta" che starebbero pensando di riattivare l'inceneritore di Fusina (VE). Potete verificare ed eventualmente impedire queste disastrose scelte? Grazie e ... avanti così!

Luisa De Graandis 08.10.16 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Esattamente il contrario di quanto sostiene Walter Stahel ma perfettamente in linea con i dettami dell'economia capitalistica.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 08.10.16 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Il problema rifiuti a mio avviso è molto complesso, la soluzione del riciclo è sicuramente la via giusta, che unita alla tecnica del compostaggio si produce ottimo concime.
A noi manca anche la cultura, quindi c'è da lavorare sodo, uno degli esempi potrebbe essere RAGUSA, il metodo potrebbe essere adottato, ed è già un passo avanti.
l'imposizione al riciclaggio da scarsi risultati e poi la filiera deve essere pronta tutta ed efficiente da subito,(mentre si parla i rifiuti aumentano paurosamente).
Il fatto dei termo valorizzatori è la scelta scellerata, più facile, del costo se ne fregano e come pronti divoreranno tonnellate di rifiuti infestando l'aria. Tutti riconoscono quale strada è più lunga, la prenderà chi è più lungimirante
con a cuore l'esigenza di abbassare l'inquinamento.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 08.10.16 15:31| 
 |
Rispondi al commento

LA VERA MEDICINA
Obama a parte e le doverose leggi contro i gas serra, è da chiedersi: il pianeta ce la fa a sostenere sette miliardi d’individui, senza drastici cambiamenti climatici? Con la sola respirazione, ognuno espelle 400 cc. di anidride carbonica ed incamera per le funzioni fisiologiche circa 450 cc di ossigeno, nelle 24 ore. Si moltiplichino i 400 cc di CO2 per 365 giorni ed il risultato lo si moltiplichi ancora per i sette miliardi d’individui sulla faccia della Terra (il totale è per un solo anno). Gli erbivori, in particolare i poligastrici fermentando l’erba che ingeriscono, producono anidride carbonica e metano in grande quantità. Ciò può anche non preoccupare essendoci i meccanismi compensatori delle piante. Però, la domanda resta: ce la fa il pianeta a sostenere una crescita illimitata di gente? Seconda domanda: qual è il tasso d’inquinamento di un inceneritore? Sono gl’inceneritori il reale problema?

Giuseppe C. Budetta 08.10.16 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Prove di un prestito da iserphilippe4@gmail.com
Signor ISER mi ha dato il sorriso alle labbra assegnandomi un prestito di 95000€ ad un tasso di 3%
vi ricordo che ho dovuto pagare un solo spese che sono le spese di contratto
Allora se avete bisogno di un prestito necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti,contattate

gustavo ligui Commentatore certificato 08.10.16 14:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.repubblica.it/ambiente/2015/08/02/news/clima_obama_accelera_sui_tagli_alle_emissioni_di_gas_serra-120291467/
Clima, Obama accelera sui tagli alle emissioni di gas serra.
Noi che facciamo aggiungiamo inceneritori.Viaggiamo al contrario.

Paolo.T Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 08.10.16 14:02| 
 |
Rispondi al commento

DATI ALLA MANO
Per favore, qualche esperto del M5S mi confuti i seguenti dati che propendono per gl’inceneritori come male minore.
1. La Germania è piena d’inceneritori.
2. Il pulviscolo atmosferico è presente su tutta la Terra dalla notte dei tempi.
3. Animali come i cavalli in habitat incontaminati per centinaia di chilometri quadrati, hanno i linfonodi bronchiali pieni di ammassi di carbone (carbonio), visibili ad occhio nudo come granuli a catena di rosario.
4. Tutti i mammiferi compreso l’Uomo ed i cetacei (delfini, balene, orche marine, pipistrelli ecc.) hanno la mucosa respiratoria con cellule ciliate che espellono di continuo il pulviscolo atmosferico verso le cavità nasali.
5. Tutti questi fattori, non giustificano il possibile ruolo inquinante degl’inceneritori, ma i dati che ne accertano la pericolosità sulla vita umana sono certi? Si tratta di pericolosità generica, o comprovata senza alcun dubbio? Eminenti scienziati hanno dubbi sulla reale pericolosità degl’inceneritori. Di conseguenza, quali argomenti li contraddicono scientificamente?
Saluti
Giuseppe C. Budetta

Giuseppe C. Budetta 08.10.16 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

prego carcare su Goggle "inceneritore come funziona" per fogare ogni dubbia sulla lora dannosità e controproduttività. Olanda, finalandia, svezia li hanno quasi o del tutto aboliti in favore del riciclo. WM5S

rosario c. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 08.10.16 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Perchè il bomba non costruisce un bell'inceneritore davanti alla sua nuova villa fiorentina?

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 08.10.16 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Il Rottamatore è diventato l'Inceneritore ed anche l'Inquinatore , sempre più pericoloso l'uomo, da una parte agisce per far sì che ci ammaliamo tutti, dall'altra ha iniziato a smontare la sanità pubblica gratuita, ed è ben chiaro a favore di chi. I tentacoli del Male cioè le sue amatissime banche e assicurazioni se ne impossesseranno. Basta pensare a come ha difeso le trivelle, e speriamo che non c'entri il Fracking in tutte le scosse di terremoto che si registrano oramai un po' dappertutto, basta vedere a come non si incentiva la mobilità pulita e l'ecologia in generale. Se ci saranno incentivi, li studieranno in modo tale che siano collegati ad un interesse bancario o assicurativo, come capita in questi giorni con le pensioni. Il PD è diventato il Partito della Decadenza, morale e economica, il rispetto che dimostrano per il popolo oramai è in estinzione, salvo piccoli annunci in vista di votazioni. Il riferimento al popolo ed al populismo del loro favellatore, è sempre più scurrile ed offensivo, e lo stile sempre più da yuppie cocainomane . Una vergogna ed una umiliazione continua per un paese che non ha speranze di futuro per i suoi figli, se non all'estero ove fuggono in cerca di lavoro. Mandiamoli a casa con un NO.

Fasog Gi 08.10.16 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un chimico, ma credo sia elementare comprendere che il processo di incenerimento preveda la trasformazione chimica degli elementi e quindi l'impossibilità di riutillizzo. Ricordiamoci che la terra ha risolse limitate più le distruggiamo meno ne avranno a disposizione i nostri figli. Il principio chimico che nulla si distrugge ma tutto si trasforma ci dice che tutta la materia che bruciamo ce l'avremo sempre con noi sotto forma prodotto più o meno dannoso (cancerogeno). Si evince che il riutilizzo/riciclo e senza dubbio la forma più salutare e produttiva che possiamo adottare. WM5S - inceneritori + riciclo.

rosario c. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 08.10.16 08:06| 
 |
Rispondi al commento

E continuano con questo perverso sistema per smaltire i rifiuti! Nel mio piccolo, riciclo praticamente tutto. Se tutti buttassimo una goccia d'acqua in un secchio, lo stesso si riempirebbe. E' così difficile capirlo? Ma forse lo capiscono si! E' che per loro non è conveniente. E' più comodo avvelenarci tutti!

Rosa Angela Romeo, Genova Commentatore certificato 08.10.16 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da boicottare completamente e fare informazione a tappeto insieme alle Associazioni ambientaliste!! Il testo è chiaro.
Qualsiasi cautela sarebbe inutile perché verrebbero mandati comunque residui chimici nell'aria, i più moderni sistemi di filtraggio non basterebbero. Ci sono sostanze volatili che non possono essere fermate. Già è stato tutto provato .

Lucia Venturini, Roma Commentatore certificato 08.10.16 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Be io non vedo niente di cosi grave se son ben fatti con le norme europee non ci sono problemi in piu fare degli inceneritori multi funzionali con smaltimento spazzatura e in piu eleticita inserendo delle turbine a vapore

Versino vincenzo 07.10.16 23:30| 
 |
Rispondi al commento

INCENERITORI
Si è certi della dannosità degl’inceneritori, dei quali la Germania è piena? Il pulviscolo atmosferico è dovunque, anche al centro del Polo Sud. Nei Cavalli, perfino quelli in ambienti incontaminati, i linfonodi bronchiali contengono granuli a forma di corona di rosario, visibili ad occhio nudo: sono accumuli di carbonio. Per me, gl’inceneritori sono il male minore. AMEN.

Giuseppe C. Budetta 07.10.16 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è così facile dire di no agli inceneritori. In mancanza di una cultura sul riciclo dei rifiuti, l´alternativa è quella di incaricare altre regioni o altri stati a smaltire i nostri rifiuti con costi enormi per il trasporto a carico della collettività e alimentare così la mafia che gira intorno ai rifiuti. Inoltre esisteno altri sistemi di smaltimento dei rifiuti, ma sono ancora allo stato sperimentale e vengono stroncati dalla mafia.

Paolo Ferraris 07.10.16 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Fatteli a casa tua gli inceneritori visto che ti piacciono tanto ! Fagliela respirare ai tuoi figli quella bella aria balsamica!

Gianfranco .

Gianfranco 07.10.16 19:25| 
 |
Rispondi al commento


Prova di prestiti di denaro tra privati

Volevo prendere in prestito denaro, dopo avere inviato un avviso, ogni giorni io ricevono più di 25 messaggi. Ed eliminavo il loro messaggio ma un giorno sono caduto su signore francese, mi ha fatto un prestito di 92000 euro ad un tasso di 3% e lo ho rimborsato rispettando i termini.
Allora se avete bisogno di un prestito necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti e le vostre banche rifiutano di concedervi un prestito, non esitate a contattarlo. Per favore parlate ad essa e stringete soddisfa, ma attenzione a voi che non rimborsa i prestiti.
Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

nelli alfonso Commentatore certificato 07.10.16 18:12| 
 |
Rispondi al commento

NON SE NE PUÒ PIÙ..
LA GENTE MUORE DI CANCRO E QUESTI PENSANO A FARE INCENERITORI,E LO CHIAMANO TERMOVALORIZZATORI.
NO NO IO NON CI STÒ...
VANNO CHIAMATI CANCRENIZZATORI....

reteramo 07.10.16 17:52| 
 |
Rispondi al commento

E secondo voi i giornali non le sanno queste cose?
Mica glielo domandano a pinocchio come mai ha permesso che si continui ad aprire nuovi inceneritori. Mi aspetto un bel richiamo nonchè multona di qualche miliarduzzo di euro dall'UE.
Eccolo quà il piano per l'ambiente di pinocchio, inceneritori, trivelle ecemento. Non c'è che dire

scano mario, settimo san pietro Commentatore certificato 07.10.16 17:47| 
 |
Rispondi al commento

poi fateci caso, vicino alle abitazioni dei deputati e senatori della casta partitocratica non esistono inceneritori o similari, sarà un caso?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 07.10.16 17:18| 
 |
Rispondi al commento

se passa il SI al referendum sarà più facile per questi inquinatori professionisti installare un inceneritore di rifiuti per ogni Provincia... perchè più piccoli e inquinano meno, ma tutti insieme 110 faranno il cielo nero di fuliggine cioè microparticelle PM 1 e PM 0,1.

Clesippo Geganio 07.10.16 17:15| 
 |
Rispondi al commento

PREMIER DEI MIEI STIVALI,FALLA RESPIRARE ALLA TUA FAMIGLIA L'ARIA AVVELENATA!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.10.16 17:14| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori