Il Blog delle Stelle
Putin, sfida finale a Obama: ora sì, c’è da preoccuparsi

Putin, sfida finale a Obama: ora sì, c’è da preoccuparsi

Author di Marcello Foa
Dona
  • 51

di Marcello Foa

Attenzione, lo scontro tra la Russia e gli Stati Uniti ha raggiunto il livello di guardia. Quella in corso è di fatto già una guerra, indiretta, combattuta per interposta persona, dunque tramite Assad da una parte e i fondamentalisti islamici dall’altra. L’Isis, come sappiamo, è solo un pretesto: se volessero distruggerelo davvero ci sarebbero già riusciti. Ma c’è dell’altro: Washington è determinata a piegare la resistenza di Putin in Siria e a più ampio raggio anche a Mosca. Il vero obiettivo della Casa Bianca è proprio il capo del Cremlino, che è considerato come il maggiore ostacolo al disegno di dominio euroasiatico. “He must go”, ripetono a Washington.

Putin lo sa e per questo resiste in Siria. Vuole dimostrare al mondo di saper tener testa alla Casa Bianca e di saper rispettare le alleanze anche fuori dai confini. Combatte per Assad ma anche, forse soprattutto, per se stesso: per non essere costretto a cedere a Mosca. Leggete attentamente la dichiarazione diramata ieri dal Cremlino:

Putin chiede che gli Stati Uniti abbandonino «la politica ostile» nei confronti della Federazione Russa, intendendo con questo: l’abolizione della cosiddetta Legge Magnitskij (sanzioni decise a Washington contro i protagonisti del caso dell’avvocato Serghej Magnitskij, morto in carcere a Mosca nel 2009) e delle sanzioni imposte per il ruolo assunto dai russi nella crisi ucraina ; e la «compensazione dei danni subìti dalla Federazione Russa come conseguenza delle sanzioni». Tutto questo, ha commentato il ministero degli Esteri russo, è un monito rivolto all’America, che «non può trattare la Russia da una posizione di forza».

Mosca, è scritto nella dichiarazione, è pronta a riprendere l’implementazione delle intese nucleari se Washington «eliminerà completamente le ragioni dello squilibrio politico, militare ed economico nel mondo. I passi che la Russia è stata costretta a compiere non intendono peggiorare le relazioni con gli Stati Uniti. Vogliamo che Washington capisca che non puoi con una mano introdurre sanzioni contro di noi, relativamente indolori per gli americani, e con l’altra mano continuare a cooperare nei settori in cui fa comodo. L’amministrazione Obama ha fatto di tutto per distruggere l’atmosfera di fiducia che avrebbe incoraggiato la cooperazione».

Mosca delinea con straordinaria chiarezza la propria posizione, dice a Washington che è finito il tempo dei distinguo diplomatici e che non accetterà il doppio linguaggio di Washington. O la pace è globale e totale o non se ne fa nulla.

La crisi è giunta a un punto molto critico. C’è da preoccuparsi. E tanto.

votanonstatuto.jpg




Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Ott 2016, 15:10 | Scrivi | Commenti (51) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 51


Tags: assad, foa, obama, putin, russia, usa

Commenti

 

PROVA DI PRESTITO TRA PRIVATO
Sono commerciale di prodotti farmaceutici e noto che attualmente sono come il più felice di questo mondo. Vengo in prova di un prestito tra privato che hanno appena ricevuto. Ho ricevuto un prestito di 55000€ ad un tasso di 3% grazie al servizio del signor ISER
Vi consiglio più non di fuorviarsi di nessuno se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché signor ISER mi ha fatto bene con questo prestito. È tramite un'amica che ho incontrato questo signore onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito.
vi ricordo che ho dovuto pagare un solo spese che sono le spese di contratto
Ecco il suo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

laura tizin Commentatore certificato 09.10.16 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno

Ringrazio dio di essersi messo sul cammino della signora JOSIANA GOMEZ, poiché grazie a questa signora ho trovato il sorriso. Ho a lungo cercare un prestito tra privato e lo hanno sempre fregato ed è tra una settimana passare che ho visto una prova di benché questa signora fare, allora abbia voluto provare con ciò che avevo necessità del denaro per iniziare la mia impresa. Signora JOSIANA GOMEZ il mio fa un prestito di 90.000 euro ed è il 7 settembre 2016 che ho ricevuto questo prestito nel mio conto dopo avere firmare i documenti. Li consiglio più voi non fuorviate persone, se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete, che quello sia in Italia o in Spagna, in Brasile, in Perù, Venezuela, la Francia anche. Ecco il suo indirizzo elettronico: gordonpascal04@gmail.com

sabine dupuis, molise Commentatore certificato 08.10.16 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Se vogliamo evitare l'olocausto nucleare, quella parte consapevole dei popoli, deve scendere in piazza e far cadere quei governi che si disinteressano dei pericoli che stiamo correndo o che contribuiscono loro stessi, (vedi sanzioni alla Russia), e senza una politica estera autonoma.

Mario M., modena Commentatore certificato 07.10.16 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, i mie commenti non vengono pubblicati da tre giorni.
Sono perplesso e vorrei capire perché.

Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 07.10.16 19:42| 
 |
Rispondi al commento


Prova di prestiti di denaro tra privati

Volevo prendere in prestito denaro, dopo avere inviato un avviso, ogni giorni io ricevono più di 25 messaggi. Ed eliminavo il loro messaggio ma un giorno sono caduto su signore francese, mi ha fatto un prestito di 92000 euro ad un tasso di 3% e lo ho rimborsato rispettando i termini.
Allora se avete bisogno di un prestito necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti e le vostre banche rifiutano di concedervi un prestito, non esitate a contattarlo. Per favore parlate ad essa e stringete soddisfa, ma attenzione a voi che non rimborsa i prestiti.
Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

nelli alfonso Commentatore certificato 07.10.16 18:13| 
 |
Rispondi al commento

PAZZA IDEA
USA>RUSSIA>COREA DEL NORD>UCRAINA>SIRIA>IRAK>STATO ISLAMICO e via dicendo....

Nessuno mi toglie dalla testa che la previsione é una guerra globale, ma non per la libertà, l'onore, i Popoli ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER IL MERCATO!!! quando tutto sarà distrutto si dovra ricostruire e i ricchi di oggi saranno domani ancora piu ricchi, ed un Popolo che esce da una guerra é facilmente schiavitizzabile

G.Torresan 07.10.16 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Leggete le deliranti affermazioni (4 ottobre 2016) del gen. Milley, non un mattarello qualsiasi ma capo dell'esercito americano.
Se non è nazismo questo...

mario45 massini, roma Commentatore certificato 07.10.16 16:52| 
 |
Rispondi al commento

USA tutta la vita, anche se dissento su alcune scelte, comportamenti e/o politiche. Almeno uno straccio di democrazia c'è anche in Italia, seppure imperfetta e migliorabile. Chi celebra la Russia e il suo dittatore penso sia troppo giovane o ignorante per ricordarsi come si viveva in Germania Est prima del muro. Personalmente so come si viveva sotto Tito, visto che vengo dalle zone di confine con la ex Jugoslavia e avevo anche dei parenti oltre il confine (da parte di madre). Sicuramente dovrebbe darsi una svegliata l'Europa e, prima di essa, l'Italia. Noi una politica estera chiara non l'abbiamo e, soprattutto, ricordate che per esercitare una politica estera efficace occorre credibilità, ovvero disponibilità economica, forza militare e (purtroppo) disponibilità ad usare la forza. Il resto sono fiabe (P.S.: sarebbe anche bello smetterla di parlare di cattocomunisti, clero, lobby giudaiche e altre cazzate.

colla1c 07.10.16 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon Compleanno al Condottiero Vladimir Putin lunga vita alla sua visione

Paolo Ghiazza 07.10.16 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Cosa vi devo dire?
A questo punto sia fatta la volontà di Dio.
Tanto il risultato finale,..è che prima o poi,..tutti dobbiamo morire,..e allora a che serve
conquistare il mondo,...quando poi perdiamo l'anima?

Lella Adamo (lella704), Roma Commentatore certificato 07.10.16 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Foa per l'articolo, anche se un po scarso di contenuti sulla lunga relazione USA RUSSIA. Suggerisco di approfondire questa importante relazione visionando le analisi fatte anche dal canale pandoratv.it
Sig. Foa, io credo che la Russia non vuole essere trattata come uno stato succube degli USA, ma vuole collaborare ed essere un partner in tutti i sensi. Il dominio americano e Nato del mondo deve cessare (avendo visto anche i risultati) e ogni stato deve essere libero e sovrano rispettanto il diritto internazionale.

Iniziamo ad eliminare le sanzioni alla Russia.

davide a 07.10.16 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prova di prestiti di denaro tra privati

Volevo prendere in prestito denaro, dopo avere inviato un avviso, ogni giorni io ricevono più di 25 messaggi. Ed eliminavo il loro messaggio ma un giorno sono caduto su signore francese, mi ha fatto un prestito di 92000 euro ad un tasso di 3% e lo ho rimborsato rispettando i termini.
Allora se avete bisogno di un prestito necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti e le vostre banche rifiutano di concedervi un prestito, non esitate a contattarlo. Per favore parlate ad essa e stringete soddisfa, ma attenzione a voi che non rimborsa i prestiti.
Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

nelli alfonso Commentatore certificato 07.10.16 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la Russia di Eltsin e Putin non fosse caduta nelle trappole illusorie incantatrice seminate nelle Varie Colonie aggregate nella UE dai padroni del mondo "America,Inghilterra,Israele,Vaticano", attirato dalle Sirene politiche italiane della grande ammucchiata spartitiva affarista finta Sinistra/Destra-Centro-Lega,La Russia non avrebbe perso il suo ruolo di grande potenza,i padroni del mondo non si sarebbero montati la testa di Onnipotenza realizzando la globalizzazione tramite le guerre sotto copertura "Missioni di Pace",iniziate tramite la loro marionetta politica contro la Serbia.Adesso è troppo tardi per alzare la testa e solo il risveglio dei gen. Orsi Russi possono fare come aveva fatto Stalin e riportare la Russia al suo splendore.Era molto meglio che il potere l'avessero preso subito i gen. Orsi e non Eltsin,almeno ci sarebbe stata subito una vera guerra contro le Nazioni che stavano depredando la ex grande potenza,almeno si crepava per un motivo,non per Malapolitica che ha trasformato la benificenza e l'aiuto al prossimo nel lucroso business che usa la materia prima umana pagandola circa 40€. Cadauna,soprattutto per chi non crepava poteva sperare per un domani migliore e sarebbero crepati anche dei cari delle governance delle Colonie e dei loro sostenitori,così le sarebbe passata la voglia di recitare sempre nei soliti teatrini dei finti bisticci salva sistema e su quello referendario Costituzionale salva eredi.

Agostino Nigretti 07.10.16 07:24| 
 |
Rispondi al commento

E se invece la Russia avesse ceduto e accettato il suo ruolo subordinato agli USA, la 'preoccupazione' non ci sarebbe?

Per gli italiani forse si.. Gli italiani si preoccupano perché c'è qualcuno che non è come loro..
Franza o Spagna purchè se magna....

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 07.10.16 00:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA CON LE ASSURDE SCHIFOSE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA ! L'AMERICA CONTINUA ACONFERMARE LA SUA INTENZIONE DI CONQUISTARE CON LA FORZA TUTTO IL MONDO ANCHE A COSTO DI SCATENARE UNA NUOVA GUERRA MONDIALE BASTA PER FAVORE

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 07.10.16 00:23| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Come se ci mancassero i problemi, ci volevano loro a colmare la misura, questi non perdono il vizio di rompere i co.....i al Mondo intero, mi era sembrato che col tempo erano diventati più intelligenti, evidentemente non è così.
Che qualcuno li riappacifichi, perchè con la scusa di appianare i problemi degli altri questi finiranno con ingarbugliare di più le cose.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 07.10.16 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera. Ciò che preoccupa ulteriormente è l'assoluto silenzio dell'Europa rispetto a questi temi. Lasciare che il destino e la politica dei paesi dirimpettai dell'Europa sia deciso esclusivamente da USA e RUSSIA è un errore folle. Ricordo che gli USA hanno ormai raggiunto la piena autonomia energetica affrancandosi dal petrolio Mediorientale. È di questo che ancora una volta bisogna parlare. Per gli USA come per la RUSSIA il petrolio sarà strumento di dominio della parte del mondo che continuerà a dipendere da esso. Tra questi vi è ovviamente l'Europa, ancora China su se stessa a cercare una organizzazione politica e impelagata alla ricerca di se stessa. Il continente che naturalmente, per motivi geografici, dovrebbe mostrare più interesse per la questione mediorientale lascia che i propri concorrenti acquisiscano il giardino di fronte. Gli USA intendono ulteriormente espandere la propria influenza e la RUSSIA giustamente rivendica la propria immagine di Paese che conta. Ora noi possiamo fare il tifo per uno o per l'altro ma il problema è cercare di essere protagonisti nella risoluzione di questo conflitto e tirare fuori dall'inferno la povera Gente bombardata da uno, dall'altro o da il prossimo che verrà. L'Europa tace, non si promuove neanche come peace Keeper oltre a non promuoversi come attore impegnato nella salvezza degli uomini in mare lasciando alla sola Italia la gestione di questo aspetto direttamente correlato a quel che accade e quel che accadrà in medioriente. Non credo che ci sarà ne una facile ne una rapida risoluzione del problema e che l'Italia uscirà ben presto dalla spirale in cui si trova. Se l'Europa non prende rapidamente una propria univoca e coerente e forte posizione circa la Siria nello specifico e il medioriente più in generale questo conflitto rischierà di trasformarsi nella guerra dei cento anni dei nostri giorni.

Giuseppe Petrachi (), TARANTO Commentatore certificato 06.10.16 23:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'umanità, deve la sua esistenza al comandante russo Vasili Alexandrovich Arkhipov, ma non sempre si ha il culo che abbiamo avuto a quel tempo.
Speriamo bene.

AntòAvenza 06.10.16 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Ai Jiadisti Afgani, non andava giù che quei senza Dio di Comunisti, volessero introdurre in Afganistan la parità di genere, mandare a scuola gratuitamente tutti i ragazzi e RAGAZZE, ed allora, armati fino ai denti dagli USA ed alleati, al comando di Bin Laden (socio di Bush) combatterono i sovietici fino alla loro cacciata.
Contemporaneamente, USA ed alleati, insediavano in Iraq, Saddam Ussein “ultimo baluardo contro il Fondamentalismo Islamico ”, ed il primo ordine fu di ammazzare tutti i comunisti irakeni. Saddam ubbidì.
Poi, esaurito il suo compito,(usarono il Kuwait come vasellina. Glielo promisero e poi gli fecero marameo) l’Iraq fu bombardato dagli USA e Getta e Saddam Ussein, finì come sapete. (chissà che fine hanno fatto i 40 miliardi di dollari che aveva nelle banche americane).
Poi, USA e Getta, invadono l’Afganistan e bombardano i vecchi alleati Jiadisti.
Pochi mesi fa, volevamo bombardare Assad perché bombardava i Jiadisti, poi, contrordine, bombardiamo i Jiadisti che vogliono bombardare Assad, però, diamo loro il tempo di sterminare i Curdi, rei di essere influenzati da quei senza Dio Comunisti, dove persino le RAGAZZE curde, anziché indossare il burka, imbracciano il mitra.
Oggi, i Senzadio russi, vanno in Siria per combattere i Jiadisti, la Nato bombarda con le famose bombe “ in do coio coio”, montate sui missili “in do vado, vado” tanto, o beccano i Jaidisti, o beccano i Siriani, o beccano i Curdi, con grande felicità dei Turki. Nella foga bombardatrice, la Nato abbatte anche un caccia Russo.
San Putin, per questa volta, ci ha perdonato.
Ora, ri-ri-bombardiamo la Libia, inviamo nostre truppe di terra, consapevoli che poi, al loro rientro, accuseranno malori a causa delle radiazioni persistenti derivate dai 17 esperimenti nucleari della Francia effettuati nella vicina Algeria, e pretenderanno la Pensione per Cause di Servizio.

AntòAvenza 06.10.16 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con Adolfo Treggiari.
Di mio aggiungo: gli USA non sono la fonte di ogni male e la Russia di Putin non e' una verginella illibata.

Meno dietrologie massonico giudaiche pluto minchiocratiche gioverebbero ad una sana valutazione di cio' che accade.

Per quanto riguarda la guerra in Siria mi ricordo che Obama disse a Prodi (che lo disse in televisione) "Che non comprendeva perche' dover intervenire in quanto il problema era intrinsecamente europeo" o una cosa simile.

La politica di Obama e' quella di aver portato gli USA in "seconda battuta" (anche in Libia se ne tiro' fuori appena possibile e poi accuso' apertamente Francia ed Inghilterra di aver fatto una cazzata) .

Putin sta facendo show muscolari per problemi di politica interna.

Per quanto mi riguarda da che parte stare non ho dubbi:
Michael Moore e Spike Lee sono vivi mentre Anna Politkovskaya e molti altri non lo sono:
https://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_giornalisti_uccisi_in_Russia#2012

Pertanto siccome mi piace dire quello che mi pare mi tengo la NATO e gli USA sapendo che sono il meno peggio .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 06.10.16 18:22| 
 
  • Currently 2.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A questo punto è necessario FARE IL TIFO PËR DONALD TRUMP...

giuseppe centrone 06.10.16 18:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E notizia di venerdi che la Russia sta costruendo bunkers antinucleari per 12 milioni di persone?? Noi Italiani che fine faremo visto che un eventuale guerra mondiale coinvolgerebbe l´Europa viste le basi NATO che ospitiamo.

Carlo josé Dodich 06.10.16 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si legge bene la dichiarazione fatta dal Cremlino riguardo le minacce di Washington a Mosca si capisce che la Dichiarazione, in linguaggio "politichese", equivale a un vaffanculo alle minacce americane.

E' di qualche giorno fa la notizia, pubblicata da Reuters, che il Pentagono ha pagato 540 milioni di Dollari una ditta cinematografica inglese perchè girasse riprese di circa 10 minuti ciascuna fatte in modo che sembrassero girate da guerriglieri negli anni dal 2004 al 2009. Più di 100 milioni di Dollari all'anno. Un affare.
Dette riprese sono state eseguite in Siria, Iraq, Libia ed anche in USA.
Erano tutte fasulle ma le nostre TV "indipendenti" ce le hanno spacciate per vere specialmente quelle passate dalle NGO di Londra.

Era obbligatorio che le riprese mettessero in risalto che gli Americani fossero i Buoni e gli Islamici i Cattivi. C'è cascato anche Salvini.

In Siria tra "White Helmets" che alla fine sono sempre gli stessi mercenari con il casco bianco, ospedali bombardati dai cattivi russi, civili che soffrono la sete sempre a causa dei cattivi russi, stiamo vedendo la continuazione dei filmini precedenti.

La Nazione "indispensabile" è ridotta a farsi compatire a mezzo di filmini taroccati.

giorgio peruffo Commentatore certificato 06.10.16 17:09| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

alla base di questo c'è il tentativo da parte dei padroni della finanza(rothschilds,e compari banchieri di "religione"giudaico massona)di fagocitare tutte le banche centrali,gli mancano Nord Corea Iran Cuba,avendo da poco distrutto Iraq Afghanistan Sudan Libia e in corso la Siria e il totale controllo politico russo e cinese,che aiutandosi a vicenda riescono a sottomettere la nato.La Russia non cederà mai ed é stata finora ammirevolmente tollerante,vera Nazione Cristiana,la Cina può illudersi di ricevere lo scettro dell'anticristo ora in mano alla giudeo america-nato ma diffida,sperando che nel frattempo diventi ragionevole e cristiana orientata il quadro si muterà dopo le elezioni statunitensi sperando che vinca Trump spezzando il disegno degli illuminati di baviera e opti per una Pace costruttiva

Paolo Ghiazza 06.10.16 16:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sinceramente comincio a temere il peggio. Le contrapposizioni durano da troppo tempo. Gli armamenti in campo si moltiplicano. La situazione potrebbe sfuggire di mano. Forse è già sfuggita, forse è troppo tardi….. Il timore che da scontro indiretto, si passi allo scontro diretto, sembra un incubo sempre più probabile. Allora Si, sarebbero guai seri per tutti. …….. A questo punto di enorme criticità, serve una mobilitazione generale per la pace, come fu per il vietnam ...... Le popolazioni dei paesi in guerra dovrebbero mobilitarsi e contestare apertamente i loro governi, chiedendo l'immediato stop alle guerre ..... Solo la protesta collettiva dal basso può creare le condizioni per un'azione di responsabilità da parte dei comandanti in capo agli eserciti ......Non possiamo e non dobbiamo aspettare che dalle cabine di regia globali, decidano per noi, che lo scontro deve proseguire…... OBAMA !!! .... CHE DELUSIONE .......il premio Nobel per la pace, che fa la guerra......A quando le sanzioni Europee agli americani per aver destabilizzato tutta l'area mediorientale creando conflitti lontani da casa loro .......A QUANDO ?

Danyda bologna Commentatore certificato 06.10.16 16:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

La guerra in Siria è conseguente alla guerra e disgregazione dell'Iraq le cui ricchezze sono ormai in mano alle Multinazionali che si sono impadronite del petrolio made in Iraq e adesso VOGLIONO a qualunque costo uno sbocco diretto sul mare mediterraneo per l'esportazione del petrolio in occidente; anche da questo nasce la guerra in Siria.

Le balle delle tv di regime stanno a zero.
Le guerre costano tanti soldi e dietro c'è sempre un enorme interesse economico da soddisfare.
Le vite umane per questi sciacalli sono solo "danni collaterali" da mettere in conto per arrivare al loro scopo che è guadagnare sempre di più; in pratica dei malati mentali decidono le sorti del mondo.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.10.16 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, la Siria è campo di battaglia della guerra per il petrolio. Cioè i paesi produttori, o terminali di oleodotti, non devono immettere troppo petrolio sul mercato, per non fare affondare il prezzo. Recente un accordo OPEC in questo senso. La Russia, produttore ed esportatore, non può sottostare. Il nostro interesse italiano, dato che siamo importatori, è contrario, ma per dipendenza politica da accordi internazionali abbiamo aderito alle sanzioni alla Russia ed inviato militari in Libia. Ho una certa nostalgia per Craxi, che aveva tentato una politica estera un pò più autonoma.

sandra s., pistoia Commentatore certificato 06.10.16 15:24| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non c'è' da preoccuparsi affatto. Sono solo giochi di ruolo da grandi potenze. Sia la Russia che gli USA sanno benissimo che al di là delle parole forti non possono andare altrimenti dovrebbero poi fare i conti con l'oste, cioè' la Cina. È' un vantaggio dello schema tripolare del mondo contemporaneo. Se lo schema fosse quadripolare sarebbe anche meglio, ma la gamba zoppa del tavolo, l'Europa, continua a considerarsi vincolata all'Alleanza Atlantica senza capire che quello che conta sempre di più' e' il Pacifico.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.10.16 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori