Il Blog delle Stelle
Due ottime ragioni per respingere il ricorso di Onida sul referendum #IoDicoNo

Due ottime ragioni per respingere il ricorso di Onida sul referendum #IoDicoNo

Author di Aldo Giannuli
Dona
  • 164

di Aldo Giannuli

Scampato il pericolo di un rinvio del referendum causa terremoto, si sta profilando una minaccia ancor più insidiosa di rinvio a chissà quando, con il ricorso del prof. Onida che, sostanzialmente ripropone la vecchia questione dello spacchettamento del referendum in più quesiti.

Se il ricorso fosse sciaguratamente accolto, ne seguirebbe il suo rinvio alla Corte Costituzionale. Ipotizziamo che questo (fra una cosa e l’altra) avvenga fra otto giorni (l’11 novembre). La Corte ha un suo calendario di lavori e difficilmente potrebbe discutere subito la questione che andrebbe iscritta a registro, peraltro, data la delicatezza della questione, è immaginabile che si riservi un tempo congruo per studiarla. Dunque, la discussione si sposterebbe di alcuni mesi, realisticamente in primavera, poniamo a marzo, per fare presto.

Il referendum a Ferragosto?
Nel frattempo, però, si porrebbe la questione preliminare del rinvio. Infatti, se il 4 dicembre si andasse comunque a votare, la questione sarebbe risolta nei fatti, essendo impensabile un annullamento del referendum ed una sua ripetizione “spacchettata”. Dunque, rinvio del referendum. A quando? E qui si mettono in moto una serie di effetti a catena che potrebbero farlo slittare di molto. Innanzitutto, alla discussione dovrebbe seguire la decisione e la pubblicazione delle motivazioni (ipotizziamo fra fine aprile e primi maggio), dopo di che, è da vedere se non ci debba essere un nuovo passaggio per la Cassazione (molto probabilmente non dovrebbe essere necessario, ma se si dovesse profilare una tattica dilatoria, anche questo passaggio potrebbe verificarsi. Ma facciamo conto che ciò non sia. Il governo dovrebbe fissare da data del referendum fra i 30 ed 70 giorni a partire dalla data di pubblicazione della sentenza e qui si andrebbe a cadere fra i primi di giugno e ferragosto. Ipotizziamo luglio come termine medio, tenendo conto, però, che, se la decisione della Corte dovesse accettare la tesi dello spacchettamento (poniamo in 6 quesiti), si tratterebbe di stampare quasi 300 milioni di schede e centinaia di migliaia di manifesti: una impresa ragguardevole anche per la tipografia dello Stato. Per di più, fare un referendum in piena estate è cosa mai successa e che esporrebbe il governo alla critica di puntare ad un forte assenteismo per svuotare il referendum di ogni significato. Pensate un referendum a luglio su sei quesiti diversi, per cui occorrerebbe fare la campagna magari con indicazioni differenziate (“sulla scheda rosa vota Si, su quella gialla No, su quella rossa fai tu…”)!!

Hanno paura del NO
A quel punto si sarebbe a pochi mesi dalla scadenza naturale delle camere e sarebbe forte la tentazione di uno scioglimento anticipato del Parlamento, con voto a fine settembre-ottobre e, siccome la legge stabilisce che negli anni in cui si svolgono le elezioni politiche non possono esserci referendum, si andrebbe al 2018. E questo farebbe molto piacere al Pd, in primo luogo perché questo eviterebbe il rischio di una sconfitta referendaria prima delle politiche, pregiudicandone il risultato. In secondo luogo, perché una eventuale vittoria del No (soprattutto nel caso improbabile , ma pur sempre possibile, di spacchettamento) sarebbe totalmente svuotata di significato ed, infine, il governo non correrebbe il rischio di cadere nell’ultima fase della legislatura.

Renzi vuole il rinvio o fa finta?
Ma allora, perché Renzi si è opposto al rinvio causa terremoto? In primo luogo, Renzi può anche desiderare che il referendum salti nei fatti, ma non vuole e non può assumersi la responsabilità di un rinvio che suonerebbe come paura del voto, per poi guadagnare solo qualche mese. Diverso è un rinvio lunghissimo con possibilità di scansare il referendum prima delle politiche. E, per di più, lui ci farebbe anche una bella figura essendosi opposto al rinvio poi deciso da altri e sulla base del ricorso di uno del No, il che permetterebbe di rivoltare la frittata indicando il No come quello che ha voluto il rinvio. Tuttavia, potrebbe esserci anche un motivo diverso che spiegherebbe la sua avversione al rinvio: non essendo scontato quando andremmo a votare, le opposizioni farebbero un baccano d’inferno per chiedere una sollecita fissazione della data, con il risultato di una campagna elettorale eterna che prosegue per mesi, con un governo inchiodato fra scontro referendario, scontro con la Ue e questione terremoto. Il che, dal suo punto di vista, potrebbe essere un rimedio anche peggiore del male, con un anno e mezzo di governicchio in permanente debito d’ossigeno.

Un disastro per il Paese
Anche se sul Colle qualcuno potrà sorridere, questo sarebbe un disastro per il paese, con un ingorgo istituzionale senza precedenti. Un esempio? La Corte Costituzionale aveva deciso improvvidamente di rinviare la sua decisione sulla legge elettorale, per non influenzare il referendum, logica vorrebbe che, ad un rinvio della data del referendum segua un nuovo rinvio della sentenza sulla legge elettorale. E magari, nel frattempo, il Parlamento tira fuori una nuova legge elettorale ancora peggiore dell’Italicum, per cui la decisione si di esso sarebbe superata dai fatti, ma realisticamente seguirebbe un nuovo ricorso nei confronti della nuova legge, in una fuga senza fine di ricorsi, rinvii, revisioni ecc. E magari, nel frattempo si andrebbe a votare sia per la Camera che per il Senato (che sarebbe ancora vigente senza il Si definitivo del referendum). E, stante l’attuale situazione, potrebbe anche venir fuori un Parlamento con due maggioranze opposte. Un caos senza precedenti.

Come evitare la frittata
Il tribunale milanese sarebbe il primo a poter evitare questo marasma respingendo il ricorso di Onida per due ottime ragioni:
1) perché pervenuto fuori tempo massimo, in quanto, una volta indetto un referendum costituzionale nessuno ha il potere di sospenderlo e rinviarlo (come sostenuto dall’avvocatura dello Stato)
2) perché manifestamente infondato nel merito, essendo inammissibile la richiesta di spacchettamento (e magari riprenderemo il discorso).
Poi toccherebbe alla Corte Costituzionale constatare di non avere il potere di sospendere il referendum e respingere il ricorso di Onida sempre perché pervenuto oltre il limite dell’indizione del referendum. Onida è un grande giurista, è stato un notevole Presidente della Corte Costituzionale, ma anche un grande giurista può fare grandissime sciocchezze.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

4 Nov 2016, 15:54 | Scrivi | Commenti (164) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 164


Tags: iodicono, m5s, onida, referendum, ricorso

Commenti

 

Ascoltate cari amici, vengo ad avere il mio prestitone signora ANISSA KHERALLAH questa dopomezzogiorno e preferisco condividere questa gioiacon tutti voi. Il mio nomeè Cherif Roberto Karlheinz. Dopo gli avvisi ed alleprove che ho visto su beppegrillo.it, ho tentato lamia possibilità con questa donna meravigliosa eciò è stata una realtà per me. Non è come gli altriche li volano e che non ci concedono mai ilprestito che si chiede. Voi fatta più non fuorviareda questi prestatori che non sono seri. Per tutta lavostra necessità volete contattarla sul suoindirizzo che è developpement.aide@gmail.com
Signora ANISSA KHERALLAH è un po'rigorosa,ma avrete il vostro prestito. Ora posso benecostruire la mia casa, che dio vi benedica signorae che la sua bontà sia sempre su voi

cherif roberto karl-Heinz Commentatore certificato 08.11.16 15:39| 
 |
Rispondi al commento



Buongiorno

Ho trovato il sorriso è grazie a questo signor PASCAL DURAND, è grazie ad essa che ho ricevuto un prestito di 100.000€ nel mio conto il sabato a 16:30 cronometri e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro o per iniziare le vostre attività. Pubblico questo messaggio perché questo signore il mio fatto del bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato questo signore onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete, che quello sia in Italia o in Spagna, la Francia anche. Ecco il suo indirizzo elettronico: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

banderas rodrigue, toscana Commentatore certificato 07.11.16 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno!
Del nuovo per il vostro successo:
Per quelli che cerca sostiene finanziere, serietà e rapida per l'acquisto della vostra automobile, comperare la vostra casa, iniziare una piccola impresa, o di necessità personali, ma non possono beneficiare dell'aiuto nella sua banca. Più preoccupazioni; non perdete più il tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso d'interesse accessibile. Se siete interessati, volete contattarli su quest'indirizzo: developpement.aide@gmail.com
Non fuorviarli più di persone, io signora Anissa Kherallah sono per aiutarli in qualsiasi sincerità

vincent d. Commentatore certificato 07.11.16 06:59| 
 |
Rispondi al commento

Questo è quello che succede quando vengono organizzate le manifestazioni del pd.....
http://news.fidelityhouse.eu/cronaca/firenze-scontri-tra-manifestanti-e-polizia-alla-leopolda-241390.html

Francesco Pezzuto 06.11.16 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Non è affatto necessario rinviare il Referendum Costituzionale, basta garantire a tutti gli sfollati ed a quelli che sono rimasti nelle zone terremotate la possibilità di votare e ciò si può fare benissim. C'è tutto il tempo per allestire le cabine per i votanti e per fare tutto con regolarità e con il dovuto controllo.
Quanto al giusto ricorso dell'ex Giudice Costituzionale Onida è necessario spostare e cancellare un pò il testo scritto sulla scheda e scrivere semplicemente e correttamente quanto segue: Approvate il testo della legge costituzionale approvata dal Parlamento e pubblicata nella Gazzetta ufficiale n.88 del 15 aprile 2016?
E poi come è giusto i vari fautori del NO e del SI faranno tutta la propaganda che riterranno opportuna e nei modi che vorranno utilizzare.
Grazie e cordiali saluti.

Rinaldin Franco 06.11.16 02:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Impossibile dubitare della buona fede di Onida. Certo che la tentazione di rovesciare il tavolo e di mandarla in caciara e' tipica dei cattivi perdenti. Succedeva così anche nel far west.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 05.11.16 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Offerta di prestito tra privato contattare ci ha l'indirizzo: fransisco.branco00@gmail.com
Offerta di prestito di 1.000€ a 52.000.000€ condizione molto accessibile se siete interessate contattare ci ha l'indirizzo: fransisco.branco00@gmail.com
Contattate da parte di Whatsapp su questo numero:+33673300607

branco fransisco (brancofransis), Napoli Commentatore certificato 05.11.16 15:51| 
 |
Rispondi al commento

La fine di Renxi & C.....il "posto" per loro piu' adatto........


https://i.ytimg.com/vi/wywMJlpu7iw/hqdefault.jpg

Tony 05.11.16 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è una cosa che questo governo abbia indovinato, e a quanto pare si sono incasinati anche con la proposta referendaria. E poi dicono che il Movimento è un'accolita di dilettanti e non saprebbe mai governare. Ci vuole la faccia come il culo...

FrancoMas 05.11.16 10:58| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE'...aspettare mesi per dei " moduli abitativi" targati coop pd/ Dc quando si possono avere vere case antisismiche????..magna magna magna.........

http://www.wolfhaus.it/ita/case-prefabbricate/perche-case-prefabbricate-wolf-haus.html

Tony 05.11.16 10:51| 
 |
Rispondi al commento

b
Il pericolo di Ceta e Ittp è grave.In cambio di qualche vantaggio per pochi esportatori,con il Ceta ci sarebbe la perdita secca di oltre 600mila posti di lavoro e verrebbero schiacciate sotto la pressione dei profitti regole importanti come quelle che in Europa tutelano diritti fondamentali come la protezione della salute e la sicurezza alimentare
Si prevede un ingresso massiccio di grano e di pasta canadesi carichi di tossine e di residui di diserbante.Le nostre leggi sui limiti alla presenza di tossine nei cereali sono stringenti e in Italia è vietato irorrare i campi,i parchi pubblici e i giardini delle scuole con il glifosato,ingrediente chiave del diserbante Roundup,prodotto di punta del colosso agroalimentare Monsanto, dopo che l'OMS l’ha definito cancerogeno.Questo massiccio ingresso di grano d’Oltreoceano deprimerebbe ancora di più i prezzi per i produttori e quindi aggraverebbero il rischio chiusura per quelle 300mila aziende agricole italiane che già oggi lottano per rimanere aperte
Il 5 novembre, Giornata globale di resistenza contro il potere delle multinazionali, in molti Paesi d’Europa sè il “No Ceta day”, per fare pressione sul Parlamento europeo che sarà chiamato, entro fine anno, a votare o bocciare il trattato prima della ratifica da parte degli Stati membri.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

b
I trattati di commercio di nuova generazione (Ttip,Ceta,Tisa o quello tra Ue e Mercosur) rappresentano il principale volano della DEREGOLAMENTAZIONE NEOLIBERISTA SU SCALA MONDIALE.Sono il dispositivo attraverso cui le multinazionali cercano di svuotare i luoghi della rappresentanza e abbattere le cosiddette “barriere non tariffarie”:ossia i diritti del lavoro,il principio di precauzione,gli standard ambientali,la difesa dei beni comuni e dei servizi pubblici
Le ragioni per dire di No al Ceta sono tante:la perdita di posti di lavoro(3 milioni entro il 2023 nella sola Ue con ulteriore abbassamento dei salari),la messa in discussione del principio di precauzione,l’istituzione dell’Ics(tribunale dove conta solo il profitto delle grandi imprese)nelle controversie tra multinazionali e stati,i rischi per la salute alimentare e per la produzione agroalimentare di qualità
Molte multinazionali Usa avrebbero accesso al mercato europeo attraverso il Ceta o il Nafta o perché hanno sede legale in Canada
Ricordiamo che Renzi ha una funzione di apripista in Europa per questi patti per favorire il grande capitale ed è stato messo su per questo.Ma di questi contratti i nostri giornali nemmeno parlano

Per 2 settimane,il premier vallone Paul Magnette ha appoggiato le richieste delle associazioni, dei sindacati e delle imprese che chiedono ai propri governi di fermare il Ceta proprio come il Ttip:analogo accordo che l’Europa non riesce a chiudere con gli Stati Uniti a causa dell’ondata di contrarietà e imbarazzanti dettagli emersi nel lavoro di controinformazione e pressione di migliaia di associazioni,sindacati e imprese
Il Ceta consentirebbe alle oltre 40mila grandi imprese Usa con consociate in Canada–tra cui giganti dell’agroalimentare come Coca Cola, McDonald,Cargill,ConAgra foods–di ottenere gli stessi privilegi del Ttip:la possibilità di influenzare la formulazione e l’applicazione di regole e standard che limitino i loro profitti
Addio alle regole democratiche!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Nel carcere di Ivrea c'è un po' di "maretta"....

ho sentito dire che qualcuno si rivolge al "secondino" dicendo: "ehi, sbirro, tu qui dentro, ci farai i "vermi". Io, invece, tra qualche tempo esco e mi "trombo" tua moglie, tua figlia e tua sorella. E' vero?

Non è che a qualcuno siano saltati i nervi e sono iniziati i pestaggi?

Er caciara ...... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 05.11.16 10:44| 
 |
Rispondi al commento

a
Oggi ci doveva essere il NO CETA DAY
CETA
Il(Comprehensive Economic and Trade Agreement) è un trattato di libero scambio tra Canada e Ue L'accordo è stato approvato dal Consiglio dell'Ue e dal Parlamento Europeo il 30 ottobre.Finora era bloccato dal No dei valloni(Belgio)che ora è saltato.Si discute ancora se il trattato dovrà essere approvato anche da ogni stato membro dell'Ue.Se approvato,entrerà in vigore dall'inizio del 2017,con la soppressione del 98% delle barriere tariffarie tra le parti
Molti temono che in nome del mercato vengano abbandonati gli alti standard di sicurezza alimentare e ambientale adottati dall'Ue,che si aprano le porte a prodotti che eludono ogni regola(come OGM)e che questo afflusso porti a morte le piccole e medie imprese europee allargando a dismisura la disoccupazione
Ci saranno più prodotti europei in Canada,come vino,alcolici e altri prodotti agricoli;più merci canadesi da noi,tra cui farine,cereali e simili. L’Ue assicura che l'accordo lascia inalterate le norme europee in campo alimentare e ambientale: Quindi niente carni bovine canadesi con ormoni della crescita o alimenti transgenici;in più, ciascuna parte dovrebbe poter adottare in futuro le ulteriori norme che ritenesse opportune.Ma molti hanno forti dubbi in proposito.Non sarebbe chiaro in modo sufficiente il principio di precauzione,a cui si ispirano molte delle norme europee (tra cui quella che limita coltivazione e commercializzazione di OGM)
Secondo il Guardian,ad es.,l'approvazione del CETA potrebbe incrementare il flusso in Europa del petrolio derivato dalle sabbie bituminose,di cui il Canada è uno dei maggiori produttori, alimentando pratiche terribilmente dannose per l'ambiente.Un timore forse giustificato dalla decisione presa dall'UE al termine dei negoziati per il CETA di non etichettare più questo tipo di petrolio come "altamente inquinante".

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Se le opposizioni si uniscono hanno i voti per mettere in minoranza il governo? Sono troppo impegnate a dividersi le cariche quindi non conviene neanche a loro. Grandi proteste, grandi parole ma intanto andiamo avanti così facendo sempre il bene del popolo dopo quello dei partiti e quello personale dei politici, dai più piccoli ai grandi illuminati. Che ne dite?

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 05.11.16 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dicono che l'appalto miliardario per le casette del terremoto sia stato affidato alle COOP...dicono che non sarebbe stato possibile perchè erano già state trovate con le mani nel sacco per incontri del terzo tipo di mafia...dicono..ma qualcuno ne sa qualcosa? E qualcuno vuole fare qualcosa per dare queste notizie??
E Cantone cosa sta facendo??? Forse come dice Davigo chi si occupa di corruzione ancora non ha compreso bene di cosa si tratta...anche se noi cittadini che dobbiamo subirne le conseguenze per il nostro futuro lo abbiamo capito fin troppo bene1!!
Sperando che qualcuno chiarisca questo eventuale ulteriore scandalo...aspettiamo fiduciosi!!!
Forza Movimento 5 stelle!!

fabiola rossi 05.11.16 10:22| 
 |
Rispondi al commento

pero' bisogna anche dire che il referendum ok viene rinviato pero' verrebero divise le domande, quindi qualcosa di buono, ad es l'eliminazione del cnel, potrebbe essere da votare.

non credo che il cercare costantemente la negativita' sia una strategia valida. delle situazioni che si susseguono, e sara' sempre cosi', bisogna vedere anche i lati buoni.

un po' di sano ottimismo e positiva' ci vogliono. e non vuol dire per forza "fottuti e contenti".

la politica, come il vivere in generale, e' anche questo. saper dividere il latte dall'acqua (proverbio indiano).

carlo 05.11.16 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ogni terremoto è costato all’Italia 17 miliardi di euro. L’Italia, per sua disgrazia, è un Paese fortemente sismico soprattutto nella zona appenninica, e i terremoti nel tempo sono stati tanti: Belice, Friuli, Irpinia, Marche, Puglia, Molise, L’Aquila… e ci hanno fatto spendere negli ultimi decenni 122 miliardi di euro.
Ora, a causa degli atroci e disumani vincoli di bilancio imposti da Bruxelles, il nostro Paese può trovarsi nell’impossibilità di provvedere alla ricostruzione perché ciò aumenterebbe il debito e inutilmente Renzi spande promesse come un fiume in piena. Sono promesse che resteranno vuote di soldi e di potere, per il semplice fatto che l’Ue non vuole. All’Ue importano solo le banche, e i 132 miliardi che le abbiamo dato in 14 anni li ha usati per salvare le banche tedesche e francesi, non gliene frega niente di uomini o territori.
Quando il Pd mise improvvidamente in Costituzione il fiscal compact (primi in Europa) io scrissi subito su Masada che con questo atto folle ci saremmo messi nella impossibilità di fare investimenti pubblici per la ripresa economica e di provvedere ai cataclismi, eppure questa legge delirante fu votata nel 2012 in tempi brevissimi dal Pd con 183 voti, dal Pdl con 105 e dal Centro (contraria la Lega) con la discussione concentrata in 10 minuti di parola a gruppo parlamentare in un ritaglio di tempo come di fronte ad un provvedimento di quarto ordine. Se sono tutti colpevoli, però, il Pd lo fu di più. In un momento così grave e importante perché l’Italia cedeva la sua sovranità, ci furono 201 assenti, tra questi Alfano, Bersani, Casini e Monti! 201 assenti e chi c’era dormiva! La Lega, come al solito, non capisce un tubo: vota orgogliosamente il pareggio di bilancio in costituzione, non vota il fiscal compact perché non capisce che è la stessa cosa! I somari al potere!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima il referendum poi la legge elettorale .
Basta giocare sulla pelle delle persone, noi vogliamo votare il 4 dicembre , Il CNEL si può eliminare a prescindere......

Amalia Francesca riso 05.11.16 09:52| 
 |
Rispondi al commento

Anche in italietta si " coltivano ' i futuri " GinaMiller"....

http://www.ilgiornale.it/news/politica/lultima-truffa-dellaccoglienza-i-profughi-che-si-fingono-bim-1219877.html?mobile_detect=false

Tony 05.11.16 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Professore buongiorno,senza entrare nel merito di intricati garbugli mi limito ad osservare che nel 2001 fu modificata la Costituzione a seguito anche di referendum popolare con una partecipazione inferiore al 50%.
Nei miei commenti al Suo post del 23.10.2016 ho indicato come il cd.REFERENDUM SENZA QUORUM secondo me sia il problema più grande in materie cosi delicate e riconfermo le mie convinzioni:
L'art.138 Costituzione è logicamente in subordine all'art.75 da cui trae evidentemente relazione tecnica di dipendenza come da dettato disciplinare della Costituzione Repubblicana.
Con saluti e cordialità,enzo bargellini.

enzo bargellini, Santarcangelo di Romagna Commentatore certificato 05.11.16 09:43| 
 |
Rispondi al commento

No Brexit..chi sono..:
una "diversamente risorsa" proveniente dalla Guyana ...
un italiano, esportatore di " peste italiota"
grandi affaristi che 'lavorano"nascosti e dirigono tutta la losca faccenda ....

.."Gina Miller e l'italiano GabaraMiller, 51 anni, non ¨¨ sposata, ¨¨ nata in Guyana ed ¨¨ cresciuta nel Regno Unito.
Al suo fianco, nella battaglia legale sulla Brexit, c'¨¨ Ivo Ilic Gabara, italiano trasferitosi a Londra nel 2008. Presiede una societ¨¤ di comunicazione. Insieme a Gina Miller e ai suoi avvocati ha impostato la sfida che ha portato alla sentenza di ieri.
E' stato all'inizio dell'estate cheGabara, Millere un gruppo dialleati ha impostato la sfida legale. E' stato formato un comitato diindirizzo nel quale sono entrati soci di Mishcon de Reya, uno dei grandi studi diavvocati di affari della City.
Aparte i nomi noti, degli altrisostenitori della causa si sa solo che traloro figurano personaggi di punta del mondo degli affari e dell'industria britannica..."


Tony 05.11.16 09:17| 
 |
Rispondi al commento

Grazie al prof Giannuli per la esaustiva lezione di diritto costituzionale veramente comprensibile anche per i non addetti ai lavori!Questo significa informare con grande trasparenza e chiarezza nei contenuti,basta demagogie piddine!!!!!!!!!!!!

giuseppe mandalà 05.11.16 09:00| 
 |
Rispondi al commento

INCONGRUENZE
Insistono a dire che il popolo sceglie i senatori anche se in modo indiretto,perché
consiglieri regionali e sindaci sono eletti direttamente dal popolo.Vediamo
I Comuni sono più di 8.000 e i sindaci che diventano senatori sono solo 21.Chi decide quali di questi 8000 diventerà senatore?Il popolo? No, i partiti.Come?Non si sa
Stesso discorso per le Regioni,nomineranno 74 consiglieri regionali su 1.117.Chi li sceglie?Il popolo?No,i partiti. E come li scelgono?Non si sa.La legge per dirlo ancora non c’è
Ci chiamano a votare per una legge che ancora non c’è.In pratica ci chiamano a votare per dare meno potere al popolo e di più ai partiti e senza sapere nemmeno come questo avverrà,a scatola chiusa

Però si risparmia!Ma quanto?La Ragioneria di Stato dice:57 milioni(meno di quanto Renzi voleva dare alla società del golf,che erano 97,e meno di quanto ha speso di più per le sue segretarie,200 milioni l'anno).Però le spese per il Palazzo del Senato restano le stesse e dai 57 milioni dovremmo comunque togliere i rimborsi spese

Altra cosa strana è la durata del mondato
Infatti se uno scade da sindaco o da assessore che fa?Scade anche da senatore?
I senatori scelti sono 95,si avrebbero allora senatori che vanno,senatori che vengono.Un senato variabile.Un bel casino

Prima un senatore doveva avere 40 anni e il suo elettore 25.Ora si può diventare deputati a 18 anni e senatori a 25.Ma la competenza è proprio svincolata dall’esperienza? O servono tutte e due?
Però avranno l’immunità parlamentare,per es. i magistrati non potranno far loro intercettazioni telefoniche senza il consenso del Senato

Cosa rappresentano questi nuovi Senatori? Ancora il popolo o la strafottenza dei partiti? Non hanno ovviamente nemmeno un mandato elettorale, dunque non rispondono del loro operato agli elettori e questi non potranno manifestare il loro malcontento non rieleggendoli perché saranno i partiti a nominarli traendoli da un bacino che ha metà indagati.E gli diamo l'impunità???

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 08:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Erdogan di rignano impedisce al comitato del NO di manifestare,mentre lui alla leo-poltroncina lo può fare.
Evvai.... che grande statista e voi pensate che con la schiforma si possa andare a votare?
Illusi e coglioni!
Anche per quest'ultimo avvenimento,ce ne saranno altri anche più eclatanti, voterò NOOOOOOO!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 05.11.16 08:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche noi mi pare abbiamo presentato un ricorso al TAR del Lazio, che è stato bocciato. Che differenza c'è con quello di Onida oltre al fatto che i nostro è stato già bocciato?

giuseppe brizzi 05.11.16 08:35| 
 |
Rispondi al commento


viviana vivarelli,..non ho detto che con meno parlamentari la governabilità ne risulta limitata ..anzi.
Ho detto che per risparmiare ritengo in primis più corretto ridurre gli stipendi a parità di numero (come proposto dal M5S)..piuttosto che viceversa...come cerca di fare il PD.

Se poi,.. come traguardo IDEALE si possono ridurre stipendi e nello stesso tempo il numero dei parlamentari...BENVENGA il DOPPIO VANTAGGIO.
Ma dato mi pare che,... i passi in tale riduzione di spesa..sono lenti a venire come primo provvedimento E' MEGLIO RIDURRE LO STIPENDIO anziche i componenti (così si iniziano a livellare i privilegi procapite),....poi su può passare al secondo passaggio..come ho descritto.

Le tue risposte (non sempre) pur pertinenti e dettagliate, non sono scevre da un'impulsività di fondo.

Vabbè non si è mica tutti uguali. !

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 05.11.16 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Se si facessero leggi costituzionali separate,su alcuni punti come l'eliminazione delle province e del cnel si raggiungerebbe facilmente la maggioranza qua lificata in parlamento e non ci sarebbe bisogno di referendum.

Francesco Bochicchio 05.11.16 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma questi maghi dell'informatica non riescono proprio a rendere i link immediatamente cliccabili??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 08:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.?

Germania. Poliziotto impedisce il saluto nazista a un cretino poi lo denuncia

-Redazione– A Freital, in Sassonia durante una manifestazione a favore dell'accoglienza dei profughi in Germania, un tedesco imbecille ha accolto con il saluto romano la sfilata dei manifestanti, senza accorgersi che dietro di lui c’era un poliziotto che ha assistito alla scena.

Il poliziotto, prima gli ha fatto abbassare il braccio e poi lo ha identificato e denunciato.

Ora il cretino nazista rischia fino a tre anni di detenzione per "uso dei simboli di organizzazioni anticostituzionali".

Esattamente quello che accade in Italia durante le manifestazioni di CasaPound, ForzaNuova e LegaNord.

Eppure, nel nostro Paese, l'apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge.

http://www.articolotre.com/2015/08/germania-
poliziotto-impedisce-il-saluto-nazista-a-un-
cretino-poi-lo-denuncia/


Riprovo ... Bongiorno a tutti ... nessuno escluso.

Scal.fari, ovvero ... le verità svelate ...

Se c'è qualcosa di buono che il buon vecchietto ha fatto nell'intervista con Di Battista è che ha dato la prova (non inidzi e supposizioni perciò) al fatto che lui il pdc e tutta la famosa maggio e ranza di governicchio vonno da cambià la legge elettorale pe nun fa vince er Movimento 5 Stelle.

L'ha detto chiaro e tondo facendo prevalere il suo livore (ma daltronde dove non l'ha fatto prevalere il buon vecchietto durante i suoi interventi?) su ragione e prudenza ...

Insomma c'è toccato da vedè e sentì er 48, è vero, ma me sa che ha fatto più danni ai suoi protetti che altro.

P.S.: smorfia ... 48 = morto che parla ... ^_^

arF loF 05.11.16 08:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono d'accordo con Eposamail che si poteva mantenere lo stesso numero di parlamentari

L'assemblea legislativa statunitense conta 435 membri per 319 milioni di abitanti, uno ogni 733.333 persone

La Germania ne 130293 ha 614 per 80 milioni di abitanti, uno ogni 130.293

La Francia 920 (bicameralismo)per 66 milioni di abitanti

Il nostro Parlamento è formato da 945 membri (630 deputati e 315 senatori per 60 milioni di abitanti

Sono decisamente troppi, si potevano tranquillamente diminuire senza diminuire la sovranità popolare e ridurre la democrazia.
I Tedeschi hanno un parlamentare ogni 130.293 cittadini
Con la stessa proporzione avremmo dovuto avere un Parlamento di 460 persone, non di 945
Il risparmio sarebbe stato maggiore e il numero più equo e meno sproporzionato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 08:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nun so passati due commenti ... Vabbè volmose bene va ... ^_^

proooovaaaaa ... proooovaaaaa ... sa sa uno due ... proooovaaaaa

arF loF 05.11.16 08:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono convinto che un pronunciamento sul ricorso a favore dello spacchettamento porterebbe al caos istituzionale. Certamente se ne avvantaggerebbe chi finge di "volerlo fare", ma essendo del tutto consapevole che il NO vincerebbe, si augura che il referendum venga spacchettato per ricompattarsi agli amichi degli amichi. Allungare i tempi porterebbe comunque a rinviare i veri problemi del nostro paese, inchiodato a un referendum che non porterà nè risparmio economico e non risolverà i problemi reali endemici della disoccupazione dei giovani e dei meno giovani, esodati cassintegrati, corruzione e volatilità della spesa pubblica, nonchè sostituzione dei cittadini italiani con schiavi ovvero migranti economici. Il lavoro c'è, soltanto che le politiche messe in atto hanno ibernato tutto, per abbassare volutamente ai minimi termini il costo del lavoro agendo sull'offerta( inesistente), togliendo le garanzie a tutti, con la finta opposizione dei sindacati. Con il si vogliono conservare la casta a posto fisso per tutta la vita( un lavoro per sempre), salvando il sistema dei partiti, e stanno bloccando in tutti i modi possibili il cambiamento che porterebbe all'estinzione dei partiti.

Vincent C. 05.11.16 08:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma veramente crediamo alla favole ?
Ma perché è pensabile che il Prof. Onida non sapesse che il suo ricorso faceva solo perdere tempo allo svolgimento del referendum ?
Prendiamoci in giro.

Robona 05.11.16 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Sempre su Scalfari e i miserabili come lui

Viviana
C’è una stretta relazione tra rispetto umano e verità, perché rispettare la verità è il primo passo per rispettare l’uomo, anche quello che è in noi. Ma c’è chi preferisce aver ragione o dimostrare di aver potere, calpestando i fatti, piuttosto che cedere alla verità e riconoscere di aver sbagliato. Non è in questo modo che si vivrà con giustizia e verità. Il rifiuto della verità calpesta la giustizia, riduce noi stessi a miseria umana e non fa che aggravare i pesi del mondo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 07:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quel che dico io IN TERMINI ASSOLUTI.
Come da legge presentata recentemente dal M5S, a parità di risparmi è più corretto mantenere lo stesso numero di persone riducendo gli stipendi , (almeno rimane una certa rappresentatività e si manda un segnale di una normalizzazione di stipendi esosi..da riflettersi con effetto domino su tutte altre cariche nazionali) anzichè ridurre il numero delle persone di un parlamento e mantenere sempre gli stipendi alti.
Per dare un segnale di contenimento di spesa in termini di messaggio alla nazione, non è corretto ridurre il personale (anzi meglio tenerlo occupato)ma ritengo corretto ridurre gli importi.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 05.11.16 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3
Dicono che abbassano i costi della politica. FALSO !

Portando i Senatori a 100 si incide assai poco sul risparmio dei costi per mantenere la casta politica. Allora perché stravolgere la Costituzione! Non bastava ridurre il numero dei Parlamentari di ciascuna delle Camere e le loro milionarie prebende?
E poi, per risparmiare sui costi degli Enti locali o su enti inutili - come il Cnel - non bastavano leggi ordinarie chiare ed univoche?
Inoltre, non sarebbe il caso, visto che la laicità è supremo principio della Costituzione, di rimettere in discussione quel Concordato con la Chiesa cattolica che blocca la separazione Stato – Chiesa, mentre fa dello Stato italiano il maggior benefattore del Vaticano?

Noi Votiamo NO
Perché questa riforma è stata fatta solo per rafforzare il potere del Presidente del Consiglio. Un “capo” di Governo che avrebbe nelle proprie mani un potere di controllo smisurato nell’indebolimento della divisione dei poteri e dei necessari contrappesi oggi previsti a tutela della stessa forma istituzionale repubblicana democratica. Quella - ribadiamolo- che la nostra attuale Costituzione all’art. 139 vieta che sia cambiata. Diversamente è colpo di stato.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 07:32| 
 |
Rispondi al commento

2
Dicono che l’iter legislativo sarebbe accelerato. FALSO!

Innanzitutto resta un mistero come si possa semplificare la funzione legislativase si complicano le procedure (10 O 12 al posto di una): leggi approvate da entrambe le Camere, obbligo e/o facoltatività di esame del Senato in sovrappiù di scadenza dei tempi (10 o 15 giorni). La bussola per orientarsi nell’art. 70 “riformato” è prevista?
Ma la bussola delle priorità delle leggi da approvare è sulle ginocchia del Governo, che con l’art. 72 “riformato” «può chiedere alla Camera dei deputati di deliberare, entro 5 giorni dalla richiesta,che un disegno di legge indicato come essenziale per l’attuazione del programma di governo sia iscritto con priorità all’ordine del giorno». Nostalgie dell’uomo solo al comando?

Il termine riforma ha significato progressista, quindi ci si sarebbe aspettati con la modifica di ben 47 articoli un incremento di democrazia istituzionale, ovvero meno Palazzo e più cittadinanza attiva
Abbiamo bisogno di leggi che garantiscano libertà e giustizia. Leggi di uguaglianza nei diritti e nelle pari opportunità. Leggi per rimuovere quanto è di ostacolo all’affermazione della dignità individuale e sociale. Lo stabilisce la Costituzione all’art. 3, ma gli stessi che dicono oggi di non aver toccato la prima parte della Carta, sono gli stessi che con celerità straordinaria -nonostante l’iter legislativo vigente- hanno varato leggi di smantellamento della scuola e della sanità pubblica, per non parlare della precarizzazione strutturale del lavoro. Ma il governo “riformatore” insiste: la prima parte della Costituzione non l’abbiamo toccata!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 07:30| 
 |
Rispondi al commento

1
MARIA MANTELLO E LE FALSITA’ DELLA RIFORMA

Dicono dche aumenterebbe la partecipazione dei cittadini.E' FALSO

Per presentare una proposta di legge di iniziativa popolare la riforma triplica il numero delle firme necessarie:da 50.000 a 150.000
Per il referendum abrogativo le firme occorrenti passano da 500.000 a 800.000
Il diritto di voto è il cuore della democrazia, ma i cittadini ne sono espropriati
Il Senato riformato,a cui vengono comunque attribuite tante importanti prerogative legislative, è eletto da consiglieri regionali che si eleggono tra loro.Il che aumenta solo il peso delle consorterie di partito

La Camera dei deputati continua ad eleggerla il popolo sovrano,ma imbottigliata nell’Italicum sarà espressione di una minoranza:
con il 40% al 1° turno si ha la maggioranza assoluta della Camera ma,cosa ancor più grave e pericolosa,nell’eventuale 2° turno di ballottaggio,se pure si recasse alle urne solo l’1% dei cittadini,sarà la volontà di tale 1% a determinare chi prenderà la maggioranza assoluta del Parlamento
Il vulnus alla sovranità popolare è palese
Ma il governo riformatore ci racconta:la prima parte della Costituzione non l’abbiamo toccata! FALSO. La sovranità popolare sparisce!

Dicono che si supererebbe il bicameralismo! chiarendo i rapporti Stato–Regioni.FALSO

Il bicameralismo resta e per di più con una confusione enorme tra ruoli,competenze,rapporti delle Camere e di queste con gli Enti Locali,che sembra fatta apposta per generare conflitti tra Camera e Senato,tra Stato e Regioni
Ricordiamo che il bicameralismo perfetto fu introdotto dai padri costituenti per garantire che il vaglio delle leggi della Repubblica parlamentare fosse al riparo dal pericolo di nostalgie “dell’uomo solo al comando". E a maggior tutela si introduceva con l’art. 139 l’assoluto divieto di revisione della forma repubblica istituzionale

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 05.11.16 07:26| 
 |
Rispondi al commento

uno dei grandi successi dell'euro

https://o.twimg.com/2/proxy.jpg?t=HBhaaHR0cDovL3d3dy56ZXJvaGVkZ2UuY29tL3NpdGVzL2RlZmF1bHQvZmlsZXMvaW1hZ2VzL3VzZXIzMzAzL2ltYWdlcm9vdC8yMDE2MTEwM19mcmFuY2UuanBnFLgMFMAGHBSEBhSUAwAAFgASAA&s=g-SbVLoFTwcgz6qaN-K21C54y1By2_DiBIqnmbKjYUQ

claudio g. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 05.11.16 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per chi cerca un supporto finanziario, serio e veloce per l'acquisto della vostra auto, casa, avviare una piccola impresa, o esigenze personali, ma sono incapaci di ricevere assistenza nella sua banca. Più nessuna preoccupazione; non perdere altro tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso di interesse a prezzi accessibili. Se siete interessati, vi preghiamo di contattarci a questo indirizzo: developpement.aide@gmail.com
Non ingannare più persone, me signora Anissa Kherallah sono per aiutarvi in tutta sincerità

vincent d. Commentatore certificato 05.11.16 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Se oltre che grandissimo giurista, il prof. Onida è anche un galantuomo come sono convinto che sia, allora perché non lo ritira lui spontaneamente il ricorso, rendendosi conto delle complicazioni procedurali rilevate da Giannuli e soprattutto togliendo alibi al Cazzaro e alla sua cricca?

giovanni rita 05.11.16 05:08| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/ClzgTxtk9ZE

Io voto NO!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 04.11.16 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Dovrebbe essere proibito chiamare onorevoli i

parlamentari .

vincenzodigiorgio 04.11.16 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

IO SONO 5S
BONUS 500 EURO AI 18ENNI

Da oggi i 18ENNI hanno diritto al BONUS.

Ottimo, però mi sono posto qualche domanda.

Hanno diritto in egual misura i ricchi o benestanti come i poveri e diseredati ?

SI'

Ha diritto in egual misura il figlio di
papà e/o mammà come il figlio di poveri e/o disoccupati ?

SI'

I giovani 19enni, 20enni... non 18enni sono esclusi ?

SI'

4) I giovani 17enni che compiranno 18 anni dal 1 gennaio 2017 hanno diritto ?

NO

Mi sono dato una singola, unica e sola RISPOSTA.
E' semplicemente un BONUS ELETTORALE.

PS: Scusate la volgarità. Più che un BONUS a pioggia, a me pare un BONUS a Ca..o.

Giovanni M., Cambiago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.11.16 23:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Colpo gobbo del governo:

tutte le alluvioni rimandate dopo il 4 dicembre.


IL POPOLO E' SOVRANO CIOÈ' RE

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 04.11.16 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Sul particolare non entro perché non è farina del mio sacco, probabilmente il sig.Onida ha ragione, ma se così fosse perché se ne ricorda adesso, a un mese dalla votazione e con la macchina della propaganda ormai da tempo avviata? Questo problema nato all’improvviso sa tanto di suggerito…

FrancoMas 04.11.16 21:18| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d’accordo nemmeno un po’! Onida non ha fatto altro che proporre nella maniera giuridicamente corretta il ricorso sulla errata formulazione del quesito referendario.
Il nostro ricorso al TAR si basava infatti sul dato della formula “ingannevole”, che è valutazione politica e non giuridica. Viceversa, l’unica strada per ottenere chiarezza non poteva essere che quella, seguita da Onida, del mancato rispetto dell’art 16 della Legge 25 maggio 1970, n. 352, contenete “norme sui referendum previsti dalla Costituzione e sulla iniziativa legislativa del popolo”, che testualmente recita: “Il quesito da sottoporre a referendum consiste nella formula seguente: «Approvate il testo della legge di revisione dell'articolo... (o degli articoli ...) della Costituzione, concernente ... (o concernenti ...), approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero ... del ... ?»; “.
Quindi, nonostante la possibilità del rinvio, credo che l’accoglimento del ricorso potrebbe essere un bene perché si otterrebbe di votare su singole domande riguardanti ciascuna un articolo della Costituzione e, quindi, una singola materia.
Ciò, oltre a smascherare il Bomba e la Boschi sulla riduzione dei costi della politica, lo snellimento delle procedure amministrative, gli investitori stranieri ed altre balle del genere, ci consentirebbe di respingere con decisione ad es. la “schiforma” del Senato e, magari, di accogliere l’abolizione del CNEL.

Luigi De Romanis (anzio2), Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 04.11.16 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una parola s Ó la: ytaglya!


..Legge fisica..alla Murphy...
Un automobilista incontrera' un ciclista in curva, su di una stretta carreggiata, sempre e solo sulla propia corsia...

Tony 04.11.16 19:29| 
 |
Rispondi al commento

O.T.: Adinolfi è proprio un COGLIONE:

ADINOLFI CONTRO RADIO CUSANO CAMPUS: “ATTACCATE RADIO MARIA PERCHÉ È SCOMODA. DITE LE COSE A CAZZO”

Oltretutto giorni fa, aveva detto che per la Donna fare sesso orale era una sottomissione !!! (Forse per sua moglie, schifoso maiale comè)
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 04.11.16 19:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Prof. Giannuli,
in attesa che Rousseau mi permetta di sottoporla al voto degli iscritti,
sarei lieta se, da esperto in materia, Lei volesse valutare la seguente contro proposta per la Riforma del Titolo Quinto

- Italia Federazione di Regioni - Europa Confederazione di Stati -

Tenendo ben presenti i “doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”

1) I cittadini di ciascuna Regione decidono direttamente sull’ammontare del gettito fiscale regionale e su come vadano reperite e investite tali risorse, sia per gli interventi locali sia per quelli -extra locali- nazionali o sovra nazionali, che li coinvolgono.

2) Per il coordinamento degli interventi -extra locali-
ognuna delle 20 Regioni elegge da 2 a 5 Portavoce regionali (in proporzione ai suoi abitanti) per un totale di 80 Portavoce.
Ciascuno candidato Portavoce si presenta alle elezioni nella propria Regione, affiancato da un Collaboratore Ufficiale di sua fiducia.

3) Gli 80 Portavoce eleggono poi in Parlamento
- i 60 incaricati del lavoro Legislativo sugli interventi -extra locali- indicati dalle Regioni,
- e i 20 che svolgeranno il conseguente lavoro Esecutivo.

4) In caso di interventi -sovra nazionali-
la cui discussione e votazione in sede Confederale sia richiesta dalla maggioranza dei Portavoce
- verranno designati in Parlamento 73 fra i Collaboratori Ufficiali, i quali affronteranno il caso nel Parlamento Europeo, ognuno sotto la responsabilità diretta del Portavoce di riferimento.

5) Trascorso un anno dalle elezioni, qualora la maggioranza dei cittadini di una Regione si dichiari insoddisfatta di un proprio Portavoce, ha diritto di esercitare il recall
e di sostituirlo con il primo nella lista degli esclusi.

Grazie per l’attenzione.

Pimpa Poppy Commentatore certificato 04.11.16 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando verrà fuori il bubbone di Expò e la Società "il Ponte"....vedremo se i soldi non c'erano per il Reddito di Cittadinanza!
LADRIIIIIII!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 04.11.16 19:10| 
 |
Rispondi al commento

La Nuvola 336 ml
GolfCup... 97 ml
Torre.......3 ml
Totale....436 ml e non ci sono soldi....tutti buttati nel cesso ...grazie PD!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 04.11.16 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Una sola parola: ytaglya!

https://www.youtube.com/watch?v=Uj0fKKjJUE4

Contro er malocchio o occhiaticcio che sii, bbisogna portà' addosso la mollica der pane, er sale, er pelo der tasso, l'acqua de le sette Bbasiliche e' llumencristi, o li cornétti de corallo, speciarmente de quelli trovati pe' strada o cche vve so' stati arigalati.
E quanno quarchiduno ve fa er malocchio bbisogna dije : « Malocchio nun ce possi, e ttaràntola t'entri in cu... », - e in der medemo tempo faje tanto de corna.


OT NECESSARIO:
EXPO Gate" di Milano? Ispirata alla Torre Eiffel e realizzata da un famosissimo studio di architettura milanese, l'opera, costata ben 3 milioni di euro in occasione della fiera di EXPO, doveva sì essere rimossa ma, assicuravano dall'amministrazione piddina "le due strutture potranno essere riutilizzate".
E'STATA DEMOLITA(guardate il video a dx)
Poi si viene a dire che mancano i soldi per le scuole,servizi sociali,terremotati,ma per gli amici dell'EXpò ...noooo!
Sala....dove sei?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 04.11.16 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecchecojoni allora!

mirco giacché, camerano Commentatore certificato 04.11.16 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Qualsiasi cosa agevoli il menomato morale sarà fatta !

vincenzodigiorgio 04.11.16 18:48| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO 5S

PDC AL POLITECNICO DI MILANO

"Non è pensabile che per la stabilità Europea
crollino le scuole"

Senzazione personale:

-Conoscendo il soggetto

-Sta preparando il terreno.

-Batte parecchio sulla stabilità.

-E' una finta guerra con l'Europa.

-PDC ed Europa hanno già concordato.

-Prima del 4 Dicembre l'Europa ci farà un regalo
grande, grande....SFORARE LA STABILITA'

-PDC sbandiererà come una vittoria per vincere
il REFERENDUM, salvando CAPRA e CAVOLI, dal LUPO 5S

Giovanni M., Cambiago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.11.16 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PONZIO PILATO

Credo che il Tribunale di Milano se ne laverà
le mani.
Se il REFERENDUM, fosse stato spacchettato, dall'inizio,almeno un SI' da me ,l'avrebbe ricevuto.
Così come è ?
Il pacchetto completo, è un PACCO.
Volutamente un PACCO.

IO VOTO NO

PS: Se il Tribunale di Milano accetta il ricorso,
andiamo a votare il 32 Luglio....;-)
Sempre se i sondaggi sono favorevoli per il SI'.

PS: E' certo che per ovvi motivi il BOMBA non
può rinviare personalmente il REFERENDUM.
Se notate, per interessi propri, ha sempre cercato di scaricare ad altri la "responsabilità".
La "formula strategica" è: "Io non sono d'accordo,
ma se voi volete...".
In questo caso ha inviato in missione l'alfiere
ALFA NO. Sull'indennità ,DUEDIPICCHE DELLAI.
Sulla legge elettorale attuale molto pericolosa per il PD a scaricato, la responsabilità di volerla cambiarla, su tutti gli altri. Non a caso c'è uno SPIN DOCTOR.

Giovanni M., Cambiago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.11.16 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
La perversione praticamente è stata riscritta, non ho mai visto macchinazioni simili pur di arrivare allo scopo, ci sarà uno staff di perversi che studiano caso per caso come riuscire allo scopo.
Popolo ma cosa bevi acqua e valium? ci sarebbe da non dormirci la notte il 4 Dicembre dobbiamo sgominare la banda dell'inciucio è un dovere Nazionale si vergogni chi non vuol votare..

sebastiano b., catania Commentatore certificato 04.11.16 18:20| 
 |
Rispondi al commento

inamissibile il rinvio del referendum.inammissibile non farci mai votare!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 04.11.16 18:15| 
 |
Rispondi al commento

chiaccherando con i soliti amici tutto tranne 5S mi hanno detto, ero un po di fretta, che è emerso che la regione a statuto autonomo Sicilia con la riforma non potrebbe avere dei rappresentanti nel nuovo senato per regole interne, inoltre neanche le provincie a statuto autonomo inquanto provincie, non ho approfondito, la butto come l'ho sentita

psichiatria. 1 04.11.16 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrà a finire come la penso io
Ma non lo dico, lo metterò in una lettera che consegnerò ad un notaio
Da aprirsi in caso di guerra dichiarata

Rosa Anna 04.11.16 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Insomma da quello che si capisce dal Post forse si tenta, con giochetti politici fra amici,di arrivare alla fine legislatura...senza sconfitte per il PD e per il Bischero...salvati capra e cavoli.
Però alle prossime elezioni...voglio vedere...la fine di questo partito!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 04.11.16 17:54| 
 |
Rispondi al commento

--------TEMO LA LEGGE DI MURPHY, APPLICATA Al M5S--------

Non aggiungerò altro per timore di gufare, ma temo molto che si possa raggiungere un risultato "giocando" secondo le regole del gioco democratico, confrontandosi con dei "bari"


Si se trovano persone che pagano 30.000 Euri pe' magnà co' Babbeo, vor di' je famo più paura de l'Isis......


04 novembre 2016 - "Una cena privata in un salotto milanese con vista sul Castello Sforzesco, a capotavola il presidente del Consiglio Matteo Renzi, commensali sceltissimi. Costo a testa: 30mila euro.

Tanto hanno sborsato gli ospiti per partecipare all’evento di fundraising del premier e conversare con lui a casa di Francesco Micheli, uomo di finanza e di cultura.

(..) Tra gli invitati, Letizia Moratti con il consorte Gianmarco, il sindaco di Milano Giuseppe Sala. Intorno al tavolo, tra gli altri, il noto commercialista Roberto Spada, molto vicino a Stefano Parisi in campagna elettorale. E poi Davide Campari e Luca Garavoglia, Paolo Basilico, gestore del gruppo finanziario Kairos. E ancora Ernesto Pellegrini, l’ex presidente dell’Inter adesso attivo nel catering sociale con il ristorante Ruben per i senzatetto.

L’idea alla base della serata era presentare persone importanti ma sconosciute a Renzi piuttosto che farlo trovare di fronte ai soliti noti.

"Il denaro ha un ruolo importante in questa cena che ufficialmente non è di fundraising, e di sicuro non se ne occupa il padrone di casa, ma nei fatti riesce a indirizzare fino a 30mila euro per ciascun convitato (interessato) verso il Comitato per il Sì. Sì alle riforme e Sì al referendum, naturalmente. Possono sembrare somme enormi e lo sono. Un po’ meno se si pensa al parterre di ospiti scelti per gustare il risotto con borlotti e verdure, principe del menù, e la conversazione a base di politica estera, molte elezioni americani e tante critiche all’Europa cattiva con l’Italia".


Bah, se vede che in 'sto Paese co' 'e pezze ar culo, de soldi, ancora quarcuno ce n'ha da buttà ner cesso......(o da "investì'" in quarche modo....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 04.11.16 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi spiace ma questa volta non sono d'accordo con Giannuli.
Il quesito referendario è posto in maniera fuorviante e anche il M5S ha fatto ricorso sottolineando l'illegalità della domanda posta in quei termini manipolatori.

Io voterò NO
ma se i vari quesiti fossero "spacchettati", si potrebbe votare SI per abolire il CNEL (ente inutile) senza minimamente intaccare la nostra Costituzione.
Mentre il volpone Renzi ha collegato qualche specchietto per le allodole (l'abolizione del CNEL) alla devastazione della ns Costituzione e questa cosa è molto pericolosa perché molti cittadini poco o nulla informati si faranno incantare dalle furbate del venditore di pentole di Rignano.

Per questo ritengo che il ricorso di Onida sia più che legittimo e contribuisca a fare chiarezza sulla volontà manipolatoria del quesito referendario posto nei termini che conosciamo.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 04.11.16 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Come siamo messi male!! E noi dobbia attenerci alle loro norme!? Ogni 3x2 cambiano e noi come burattini li seguiamo? Se cosí fosse, scendiamo nelle piazze a manifestare x tener alta l'attenzione sulla loro incapacitá. Altrimenti la gente dimentica e mette tutto sotto il tappeto. É un vero peccato

Unco 04.11.16 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Aldo Giannuli termina il suo intervento scrivendo:"anche un grande giurista può fare grandissime sciocchezze". Io credo che:" anche un buono storico può dire grandissime sciocchezze". IL Bomba ha costruito la finanziaria perché duri fino al 5 dicembre, dopodiché usciranno allo scoperto tutte le macroscopiche bugie con cui è infarcita la manovra. A cominciare dalla UE che non potrà più tacere le voragini presenti . E addio il Bomba.

Raffaello Berry 04.11.16 17:08| 
 |
Rispondi al commento

LE FACCE DI BRONZO
Penso che i nostrani partiti politici stiano fuori dalla storia contemporanea. Sono formazioni statiche, come gli eserciti del Settecento. Tutto è coordinato dall’alto ed il dissenso è apparente sul livello di una chiacchierata televisiva. Hanno le facce di bronzo, avendo difeso gli scandalosi emolumenti mensili e le inutili consulenze per amici e parenti. Si lodano tra loro e fingono di disprezzarsi per meri calcoli di parte. Il fallimento dell’Italia è correlato a quello delle nostre classi dirigenti, costose e corrotte.

Giuseppe C. Budetta 04.11.16 16:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Io credo che gli italiani non abbiano più la pazienza di temporeggiare.
Se ciò dovesse accadere sono convinta che si rischia grosso.
Il paese ha tanti problemi che diventano sempre di più.
La gente non ha lavoro, abbiamo i disagi di questa enorme immigrazione: succederanno dei disordini incontrollabili.

Rosa 04.11.16 16:44| 
 |
Rispondi al commento

________

Il terremoto 6.6° sorprende i cacciatori mimetizzati...

guarda l'erba..

https://www.youtube.com/watch?v=BVzD5p5Cse8


_____


________

Il terremoto 6.6° sorprende i caccioatori mimetizzati...

guarda l'erba..

https://www.youtube.com/watch?v=BVzD5p5Cse8

John Buatti 04.11.16 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate ... che senso avrebbe un eventuale "spacchettamento" ??

Visto che la proposta di modifica della costituzione sta in un'unica legge, approvata (nella maniera indecente che sappiamo, ma approvata) dal Parlamento ... come si potrebbe spacchettare, cioè suddividere il referendum popolare ?

Voto sì all'abolizione del CNEL, e non al resto ?

Voto sì al CNEL e al nuovo Senato, e no al resto ?? Eccetera eccetera ... in tutte le dozzine di combinazioni possibili ??

In quanti quesiti si dovrebbe suddividere, per gruppi di articoli "omogenei" in qualche maniera ??

La proposta sembra più folle che altro ...

Alberto Giaccaglia, Padova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 04.11.16 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dovremmo chiedere a Scalfari cosa è rimasto dei suoi antichi concetti di libertà, tolleranza,
pluralismo,democrazia, ora che è diventato il cieco cane da guardia del Pd e che al di fuori di questa assurda e indifendibile divinità non riesce a concepire e ad accettare assolutamente nulla, impietrito e congelato nella ripetizione faziosa di un apparato di cui soffriamo errori gravissimi e ventennali e una caduta a picco di ogni principio democratico e civile.
Bisognerebbe chiedere al pontificatore Scalfari cosa avrebbe detto il grande Spinelli e se non avrebbe vomitato di fronte a quella riunione di Draghi, Letta e Napolitano a casa Scalfari, quando i 4 marpioni hanno consolidato la loro idea di depredazione dell’Italia a tuttovantaggio del grande capitalismo finanziario, che cosa c'è mai di sxin questo progetto devastatore che ci ha portati alla crisi più nera senza che nessuno chieda venia o faccia ammenda e cosa rimane dell’idea di una federazione di Stati dotati ognuno di una propria sovranità in questa attuale Ue dove le sovranità sono state assassinate a tutto favore di un’orda di banchieri autoreferenziali e votati solo all’uso spregiudicato del denaro

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 04.11.16 16:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Il quesito referendario è stato promosso dall' ufficio centrale per il referendum in corte di cassazione e poi recepito dal presidente della repubblica, che sono espressione neutre. Se esiste un problema di costituzionalità, non ne escono proprio bene ! Rischiooo!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 04.11.16 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Insomma, il governo, i saggi (a proposito, che fine hanno fatto ?), tutti a lavorare per cambiare la costituzione il più presto possibile perché non si poteva più andare avanti e, adesso, saltano fuori mille problemi per andare a votare.
Che manica di buffoni !!!!

Alessandro L. 04.11.16 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori