Il Blog delle Stelle
Il vaffanculo di Trump

Il vaffanculo di Trump

Author di Beppe Grillo
Dona
  • 475

di Beppe Grillo

È pazzesco. Questa è la deflagrazione di un’epoca. È l’apocalisse dell’informazione, della Tv, dei grandi giornali, degli intellettuali, dei giornalisti. Questo è un VAFFANCULO generale. Trump ha fatto un VDay pazzesco.

Questa è la prova che questi milioni di demagoghi non sono le persone, ma sono i giornalisti, gli intellettuali, ancorati ad un mondo che non c’è più. Lo abbiamo visto con il nostro MoVimento. Ci sono delle quasi similitudini fra questa storia americana e il MoVimento. Siamo nati e non se ne sono accorti, perché abbiamo un giornalismo posdatato che capisce quando qualcosa è già successa. Ed è già troppo tardi. Siamo diventati il primo MoVimento politico in Italia e non se ne sono accorti, se ne stanno accorgendo adesso e ancora si chiedono il perché. Andremo a governare e si chiederanno “ma come hanno fatto? hanno raccolto la rabbia ecc. ecc.”.

Di Pannocchia i grandi media hanno detto molte cose simili a quelle che dicono del MoVimento. Ricordate? Dicevano che noi eravamo sessisti, omofobi, demagoghi, populisti. Non si rendono conto che ormai milioni di persone i loro giornali non li leggono più e non guardano la loro tv. Trump ha cavalcato questa roba qua. È arrivato a milioni e milioni di persone. C’è stata un’affluenza incredibile negli Stati Uniti. Questo significa che la gente è oltre l’informazione postdatata. Questi sono equipaggiati e si stanno ancora equipaggiando per gestire un mondo che non c’è più.

I veri eroi siamo noi!
Eroi che sperimentano, che mettono insieme i disadattati e i falliti. Perché il fallimento è poesia. Honda ha detto: “la mia vita è fatta di fallimenti”. Ma sono quelli che osano, gli ostinati, i barbari, che porteranno avanti il mondo. E noi siamo barbari! E i veri imbecilli, populisti e demagoghi sono i giornalisti e gli intellettuali di regime, completamente asserviti ai grandi poteri. Pannocchia ha mandato a fanculo tutti: massoni, grandi gruppi bancari, cinesi. Magari diventerà un moderato. Lo vedo già che dirà: “sì, l’ho detto, ma eravamo in campagna elettorale ecc”. Però il mondo è già cambiato. E bisogna interpretare questi segnali. E quelli che lavorano e prendono i soldi per interpretare questi segnali sono morti.

SCOPRI IL SITO IODICONO.IT



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

9 Nov 2016, 10:49 | Scrivi | Commenti (475) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 475


Tags: beppe grillo, clinton, elezioni, m5s, trump, usa

Commenti

 

Buongiorno

Aiutare è il migliore modo di condividere il suo amore eterno, è ciò che li spinge a mettere a vostra disposizione prestiti rimborsabile da 500 a 1.000.000 EURO ed anche più; a condizioni molto semplici ad ogni persona che può rimborsare senza distinzione di razza. Facciamo anche investimenti e prestiti tra privati di qualsiasi tipo. Offro crediti a breve, medio e lungo termine in collaborazione con il ministero delle finanze e dell'economia e ad una durata di rimborso accessibile. I trasferimenti sono garantiti da una banca per la sicurezza della traslazione. Per tutte le vostre domande, fatte le vostre proposte rispetto ai tassi ed alle procedure di pagamenti.
Per ulteriori informazioni volete contattato da e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

gonzalo blaise, rome Commentatore certificato 14.11.16 10:25| 
 |
Rispondi al commento

In Italia Berlusconi ha vinto 3 mandati. Beppe Grillo hai esultato per aver sbaragliato il sistema?
Mi piace il movimento a 5 stelle, ma detesto questo incensare i vincitori: è comuqnue un movimento che si sta creando consenso partendo dalla minoranza.
C'è un rischio intrinseco nel ragionare che la democrazia della maggioranza sia democratica: democratico è il sistema elettorale, al massimo la costituzione, non chi viene eletto.
Trump non è un candidato popolare: i neri si sono astenuti, e il suo consenso maggioritario sale a partire redditi annui da 50000 $ in su (un operaio in USA prende 2000£$ mese).
Mi auguro che sia sempre stampato nella fronte di ogni grillino che il fascismo è e sarà sempre un grosso probelma, ed ancora più grave IGNORARE che il fascismo sarà dempre un problema.
Sareste favorevoli a un governo "democraticamente eletto" che prevede l'eliminazione fisica di una minoranza? Mussolini e Hitler hanno cominciato così.
Trump e Farage sono dei luridi trofei su cui esultare quasi "mi fumassi una sigaretta dopo che il mio vicino ha scopato" (non è una battuta mia). Senza parlare delle affermazioni su Casapound: la costituzione è antifascista.
Prima o poi il M5S dovrà fare i conti con questa sua assenza di posizione precisa.

Matteo 14.11.16 10:02| 
 |
Rispondi al commento

VOSTRA ATTENZIONE! NON IGNORARE!
CI SCUSIAMO PER QUESTO MESSAGGIO IMPREVISTO
A tutta la comunità di Facebook, la mia famiglia e gli amici. Io sono una donna alla ricerca di prestito di denaro per oltre 2 anni ora e dopo diversi rifiuti da banche e persone disoneste sui siti, ho finalmente contattato questa signora grande, onesta e bel nome cittadino Anissa KHERALLAH e francese, che ci hanno dato aiuto per ottenere il mio prestito di €20.000 per il mio progetto di società senza alcuna difficoltà e che devo rimborsare oltre 8 anni con un bassissimo interesse da parte sua.
Motivo che voglio rendere questa testimonianza di prestito tra grave individuo in tutto il mondo. Due colleghi inoltre hanno fatti i loro rispettivi prestiti di €25.000 e €50.000, quindi sentitevi liberi di digiunare il contattato via mail se si è nel bisogno infine di essere soddisfatto e di risolvere i vostri problemi finanziari e altro perché aiuta la gente seria che hanno bisogno di soldi di prestito. Può anche aiutare voi come ha aiutato me, voi che siete in difficoltà perché è incredibile ed è un'occasione da non perdere. Ecco il suo indirizzo: developpement.aide@gmail.com

flora lucienne alvira Commentatore certificato 14.11.16 08:27| 
 |
Rispondi al commento

http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/focus-economia/puntate

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.11.16 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Ma che vai dicendo sull'affluenza Beppe. La più alta di sempre? È stata bassissima. Trump ha preso meno voti di Romney e meno voti di McCain. Semplicemente i democratici sono riusciti nell'impresa di scegliere un candidato così impopolare da non batterlo, fermo restando che la Clinton ha comunque preso più voti di Trump, che ha vinto l'Electoral College, ma ha perso nel voto popolare.

Ivan C 12.11.16 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Il punto e' che Trump non e' un barbaro ma e' un capitalista, non fara' mai nulla per i poveri per gli ultimi anzi li affossera' completamente. Trump e' un capitalista ed e' sceso in politica per fare il suo interesse e quello dei capitalisti come ha fatto Berlusconi.Credo che nella scesa in politica di Trump purtroppo ci sia dietro qualcosa di piu' pericoloso, una discesa in campo dei capitalisti di tutto il mondo, Putin, Berlusconi, Dittatori Arabi, destrorsi e inneggianti al nazismo con l'intento preciso di comandare prendere potere sul mondo.

patti c., Rozzano Commentatore certificato 11.11.16 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cambieranno molte cose .. spaventoso!

e le persone stanno cercando di emigrare in Canada ... Quali saranno le conseguenze di visti degli Stati Uniti?

sul sito ufficiale non hanno ancora annunciato nulla ..

Sono sempre leggendo il web dove io stesso ho applicato questo quando ho viaggiato per gli Stati Uniti ( http://www.estausa.it ) Se ne riportano più notizie su di esso.

Marie 11.11.16 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Faccio presente che Beppe Grillo non ha bisogno di montare su nessun carro,...in quanto ha il suo che va come un treno freccia rossa.
In oltre,...vi informo,...che se avesse vinto la Clinton,....fra qualche mese sarebbe scoppiata la terza guerra mondiale,...in quanto la Russia già stava spolverando le testate nucleari,...e costruendo Bunker anti atomici.
Perciò credetemi,...è andata bene così,...per tutta l'umanità.
In fine,...c'è un altro danno da scongiurare,...il voto sul referendum,...se vince il si,....entreremo in dittatura con tutti i crismi,...e il popolo Italiano non potrà più tornare in dietro,...se vince il NO,...abbiamo salvato l'Italia con tutti gli Italiani,...da un ennesimo terremoto,...ma questa volta politico.

Lella Adamo (lella704), Roma Commentatore certificato 11.11.16 12:30| 
 |
Rispondi al commento

certo,, poi il fatto che TRUMP sia un puttaniere, che ami il petrolio e le fabbriche di armi è secondario vero?

LUCA alciati 11.11.16 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi dice che grillo salta sul carro del vincitore
non ha capito ........ il video.
Grillo non parla di simpatie per Trump, racconta
una similitudine con il M5S che i poteri forti e i media servi, hanno detto le stesse cose per Trump e per il M5S ,non vedono la realtà e che si stupiscono dopo, a certi risultati ed eventi.

Voglio fare notare che il referendum se dovesse vincere il si toglie poteri alle regioni e sindaci a favore dello stato, in altre parole se domani vogliono costruire un inceneritore , una centrale nucleare lo deciderà lo stato,
è quello che vogliono i grossi gruppi di interessi economici, andrete a protestare a Roma? vi diranno che è la legge e che gli italiani hanno votato questo.
Pensateci bene molto bene sarà difficile poi
tornare indietro.
IoVotoNO!!!

Fabrizio O., Palermo Commentatore certificato 11.11.16 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Grillo, campione di salto sul carro del vincitore, nella migliore tradizione della più becera politica italiana. Ci porta nel coro dell'esaltazione della vittoria di Trump insieme a Berlusconi, Salvini, Meloni...
Sono sempre più deluso dalla strada intrapresa dai vertici del movimento, che mi sembra si allontani dai principi su cui inizialmente i %Stelle si basavano.

Valerio 11.11.16 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Grillo! sempre di più...
Ho dovuto leggerti più volte per capirti e anche leggere qualche commento. Tutto chiaro

daniele defrancesco 11.11.16 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno tutti
Per quelli che cerca sostiene finanziere, serietà e rapida per l'acquisto della vostra automobile, comperare la vostra casa, iniziare una piccola impresa, o di necessità personali, ma non possono beneficiare dell'aiuto nella sua banca. Più preoccupazioni; non perdete più il tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso d'interesse accessibile. Se siete interessati, volete contattarli su quest'indirizzo: developpement.aide@gmail.com

Non fuorviarli più di persone, io signora Anissa Kherallah sono per aiutarli in qualsiasi sincerità

GREGOIRE ROGER WILFRIED Commentatore certificato 11.11.16 06:54| 
 |
Rispondi al commento

Voi che alzate lai perché non ha vinto la vostra guerrafondaia perferita,state tranquilli.Non succederà niente.Le spacconate già cominciano ad essere ritirate. Dal programma è già sparito l'anatema ai musulmani.E così sparirà anche il resto.
Se ci pensate,i due partiti USA sono quasi uguali;al momento del voto sembra che ci siano chissà quali differenze,poi,a elezioni avvenute tutto prosegue uguale.Vi ricordate di che partito erano Reagan o Bush e se ha fatto delle differenze?Tutti diventano servi della finanza e delle multinazionali,tutti proseguono le guerre di conquista,nessuno aiuta i poveri
Sembra sempre che succeda chissà che,poi non cambia nulla.Per questo riporre troppe speranze in questa gente è sbagliato.Sono tutti allo stesso modo anime oscure
L'unica cosa nuova di queste elezioni è che la gente ha votato contro il sistema di potere(globalizzazione ecc)o almeno ha creduto di votare contro,perché poi sarà disillusa perché continuerà tutto allo stesso modo.In USA è impossibile che diventi presidente qualcuno,come Lula o Mujica,che sia portavoce dei poveri.Hanno fatto il congegno in modo che solo chi è ricchissimo e finanziato da ricchissimi arrivi alla Casa Bianca,dopo di che è fisiologico che, qualunque cosa il candidato abbia promesso,farà come sempre l'interesse del sistema che si autoalimenta e resta plutocratico,cioè in mano ai più ricchi.Così sarà la stessa cosa anche per Trump che si normalizzerà quanto prima,perché una cosa sono le spaccate programmatiche,altro è il potere che è sempre uguale a se stesso e coopta chiunque ci entri
Ma la grande novità è che per la prima volta un enorme apparato mediatico e politico che credeva di manipolare a suo piacimento l'opinione pubblica spingendo le masse a votare contro se stesse,ha suscita un movimento di repulsione, anti orwelliano,per cui metà degli elettori hanno scelto chi in apparenza contestava il sistema.A questa sconfitta del potere Grillo applaude,non a Trump.Non siate tanto sciocchi da ingannarvi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.11.16 06:52| 
 |
Rispondi al commento

Nessuna solidarietà ai nativi che difendono il loro territorio dalla distruzione? http://www.reuters.com/article/us-north-dakota-pipeline-trump-idUSKBN1343MI

Oriana Baldasso 11.11.16 00:46| 
 |
Rispondi al commento

non

patti c., Rozzano Commentatore certificato 10.11.16 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Il ceto medio sta scomparendo, quest'ultimi con la speranza di sopravvivere porteranno al potere partiti / movimenti detti popolari,
che a loro turno non manterranno le promesse elettorali facendosi corrompere e dominare dalla finanza sempre a discapito dei ceti medi,
ed ecco finalmente le legnate!

Nunzio Rizzo, Ginevra Commentatore certificato 10.11.16 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Paura, disperazione e senso di isolamento = Trump.


Incredibile. Perché ha vinto? Perché ha dato un grande vaffanculo al ‘sistema’?
Ha fatto soldi a palate con palazzi, appartamenti di lusso, alberghi, compravendite di proprietà e terreno, citta di gambling e slot machine ecc. E probabile ha fatto tantissime manovre di tipo bancarie non del tutto leciti per non parlare di evasione. Per non parlare dei progetti attuali di espulsione e muri. Ma ti piace perché è politicamente scorretto? Rappresenta qualcosa di ‘nuovo’? Ma forse più semplicemente piace perché è il vincitore?
In verità Trump non sembra di aver nulla da fare con il movimento 5 stelle. Ho sbagliato. Ah, non avevo capito. Trump ha spazzato via tutta la robe vecchia. E da abbracciare e applaudire. In verità, 2 candidati orrendi, Clinton, una dentro il club dei potenti, anche pericolosa, pronta per fare ancora più guerre. Ma Trump?
Ci sono più buchi nel tuo estatico discorso di un canottiera a rete. Hai sparato grosso, hai bevuto anche tu troppo Kool Aid. Out and GONE.

grilledburnt 10.11.16 19:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe certe volte proprio non ti capisco, forse sarà l'aterosclerosi, ma ti sembra questa una seria analisi politica? Paragonare Trump al M5S ? Ma per carità, questa è una belinata pazzesca, un'altra buona occasione per stare zitto e non far perdere al Movimento migliaia di voti. Ma non dovevi defilarti oppure la malattia dell'onnipotenza ha contagiato anche te.
Con affetto

Eugenio - Genova

Eugenio Donato 10.11.16 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Attenti: al di là dei media schierati contro (credo unica affinità col 5 Stelle), per essere eletto sceriffo degli States (che di presidenti ne hanno indirettamente 'eletti' in ogni parte del globo, soprattutto in Centro e Sud America; e che di scenari ne hanno fatti e rifatti a proprio piacimento), dubito che si possano avere contro quelli che noi chiamiamo 'poteri forti', ovvero le loro spadroneggianti lobbies. Una potenza che tuttora decide delle sorti di molti Paesi, non penso che si faccia imporre da un elettorato, anche fosse il proprio, rivoluzionari comandanti. Dietro le opportune o superficiali analisi - è tutto buono, come il parere degli opinionisti sgraziati o dei sondaggisti che non ne indovinano mai una - in realtà, hanno appoggiato e votato Trump non solo la protesta e gli scirocchi di un Occidente in caduta libera, ma inevitabilmente anche le lobbies e la stanza dei supremi bottoni. E una ritrita, logora, già svelata (e purtroppo malata) Ilary, avrebbe palesemente preannunciato conduzioni e indirizzi troppo smaccatamente sgraditi. Il caschetto fosforescente (va bene la parrucca, ma addirittura come fosse Rita Pavone...) qualcosa di suo ce lo metterà: ma sulle scelte determinanti, credo obbedirà (come tutti gli altri)

homofaber 10.11.16 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Pensieri a caldo sulla Non Elezione di Hillary Clinton
MOON OF ALABAMA

Le persone hanno votato contro la corruzione, contro la bellicosa propaganda internazionale, contro gli attacchi al loro modo di intendere la vita e contro la manipolazione dei potentati sionista (4) e arabo. In breve: hanno votato contro Hillary.
http://comedonchisciotte.org/pensieri-a-caldo-sulla-non-elezione-della-clinton/

Ermanno B., verona Commentatore certificato 10.11.16 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Beppe tu non sei come Pannocchia. Questo fa il doppio giuoco. Apparentemente è un alternativo al vecchio sistema di asservimento ai poteri forti. Praticamente li servirà durante tutto il suo mandato, come tu giustamente preconizzi, dal momento che appartiene lui stesso a questi poteri forti. Questo pannocchia fa degli Stati Uniti un paese che fa pietà. Perché come tu ci insegni, in democrazia la gente deve decidere e non delegare le decisioni da prendere. Ma principalmente questo pannocchia non è un politico e quindi non saprà per niente governare. Questo renderà gli Stati Uniti un paese via via più insignificante. Paesi leader nel mondo diventeranno altri. Ben gli sta a tutti questi elettori di pannocchia che si Illudono di ritornare a fare gli imperialisti. Gli statunitensi sono famosi per fare sempre le loro americanate che non servono a niente. Gli statunitensi non riescono a risolvere nessuno dei loro veri problemi sociali. Pannocchia serve a farli dimenticare per rimandare il problema della loro soluzione. Rimanda che ti rimanda, gli Stati Uniti saranno un paese sempre più agonizzante nei guai. È un vero peccato che ci siano tanti Statunitensi rincoglionìti a tal punto da fare come gli struzzi. Uno struzzo è ora presidente degli Stati Uniti. Tu lo chiami pannocchia ma questo è uno struzzo. Uno struzzo pauroso e probabilmente pericoloso. Cosa pensi che mandi affanculo uno struzzo? Nessuno. È molto più probabile che tanti e tanti mandino affanculo lui, lo struzzo.

Riccardo Locci 10.11.16 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Effettuare parallelismi fra Trump e il M5* oltre che azzardato (non voglio proprio pensare che siamo diventati un movimento di destra xenofoba e omofofa) è anche pericoloso.
IMHO

fabio Rosignoli 10.11.16 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non trovo che la vittoria di Trump sia clamorosa, come tanti hanno sostenuto: nasce da anni di politica "democratica" scellerata ed ipocrita.

Carmelo C., Ottaviano Commentatore certificato 10.11.16 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Trump ha sconfitto gli illuminati di baviera,fuori gli illuminati di baviera dal M5s

Paolo Ghiazza 10.11.16 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Sapere che Beppe Grillo e quindi il movimento 5 stelle è felice della vittoria di un troglotita, razzista ed ignorante mi spaventa parecchio. A questo punto spero tanto che il movimento non vinca troppo altrimenti facciamo una brutta fine peggio di come stiamo ora.....e pensare che speravo in loro.....come ci si può spagliare alle volte.


Toc. . . Toc. . .
Riflessione: «Basito da alcuni commenti. Ma siete capaci di leggere e . . . capire?»
Nell'articolo NON VIENE ASSOLUTAMENTE esaltata e/o condivisa l'elezione di Trump.
Si affronta, in modo articolato e “critico”,il ruolo dei cosiddetti giornalisti, dei cosiddetti intellettuali, dei cosiddetti sondaggisti.
Nell'articolo, a ragion veduta, si mette in evidenza come questi si siano schierati con chi rappresenta il sistema e abbiano manipolato, pro domo loro (e per qualcun altro), i sondaggi.
Parlare di cose che non si conoscono solo per partito preso è improvvido e/o in mala fede.
Comunque: Ubi dubium, ibi libertas. (Dove c'è il dubbio, c'è la libertà).

Malgher 10.11.16 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Toc. . . Toc. . .
Riflessione: «Ma i giornalisti, sondaggisti, intellettualoidi vari, ci sono o ci fanno?»
Tra ieri e stamane tutte le televisioni si stanno impegnando su pseudo analisi relative al risultato delle elezioni negli USA.
Tutti, indistintamente, si rappresentano, attraverso seghe mentali contrabbandate come profonde e sofferte analisi, come gli unici esperti capaci di capire quello che è successo.
Non passa assolutamente per la loro mente che, forse, sono loro che non son capaci di osservare la realtà.
La loro arroganza e prosopopea finisce nella solita tiritera del: “è un voto di protesta”; “sono tutti ignoranti”; “NOI siamo i soli democratici”; “NOI sì che capiamo”; e via cantando.
E allora compaiono anche i cretini che sull'onda dell'emotività esprimono quello che veramente sono e pensano.

Fabrizio Rondolino‏@frondolino
Il suffragio universale comincia a rappresentare un serio pericolo per la civiltà occidentale #disaster2016
Questo scriveva ieri, 9 settembre 2016, a botta calda.
. . . quando dietro l'intellighenzia si camuffa il nazista.

Malgher 10.11.16 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

peccato che la maggioranza del popolo americano abbia scelto Clinton (59milioni e 800mila voti contro Trump 59 milioni e 600mila voti)... questa è la realtà. POI un sistema elettorale a modo suo ha rovesciato la volontà della maggioranza. Quindi il commento - già di per sé non condivisibile - sarebbe da rifare.

enrico baldi 10.11.16 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quindi Beppe Grillo ( e desumo il Movimento, è contento dell'elezione di Trump?
Sono allibito....

Giulio Sicari 10.11.16 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha detto Farinata degli Scuornigiani , membro del golf club 'giglio d'oro', che il loro 'partito' deve tornare ad essere 'simpatico', avvalorando così la tesi secondo la quale, STANNO ABBONDANTEMENTE SUL CA220 a buona parte del popolo italiàno.

giovanni.f. 10.11.16 11:15| 
 |
Rispondi al commento

AL FATTO QUOTIDIANO E' DA MO CHE SONO
SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI
MA CON LA VITTORIA DI TRUMP, e con
la crisi mondiale del ""GIORNALIAISMO""
LA SINDROME SI E' AGGRAVATA DI MOLTO
guardate che hanno combinato,
ieri quando ancora non si erano ripresi
dalla botta, questo me lo hanno lasciato passare:

franco rosso 21 hours ago
...e aggiungo A PROPOSITO DEL GRILLETTO NUCLEARE, grande spauracchio
e bandiera di tutti i """""terroristi dei media"""" contro questo candidato definito """idiota"""
CHE IO ERO MOLTO PIU' PREOCCUPATO SE VINCEVA LA CLINTON,,, CHE NON ADESSO.
tiro, veramente, un sospiro di sollievo....

oggi che incominciano a connettere e si sono un po ripresi questo qui REMOVED:

franco rosso an hour ago
Removed
,,,mi dispiace per quelli che
SPERAVANO IN UNA NUOVA BELLA GUERRA FREDDA
CON CLINTON PRESIDENTE
fosse stato per tutti gli intelligentoni dei media
e per tutti quelli che si definiscono DE SINISTRA
VERSO QUESTO TREMENDO DESTINO CI SAREMMO AVVIATI.
...per fortuna il popolo americano pur tra i tanti difetti
SUOI E DEL SUO CAPO (che per vincere ne ha combinate di tutti colori)
questa sciagura ci è stata evitata,
MI VIENE VERAMENTE DURO DIRLO, GRAZIE TRUMP GRAZIE AMERICANI.

diciamo che la diagnosi per giornalai è
SCHIZOFRENIA, E PER FORTUNA
A LORO NON CREDE PIU .....QUASI (I RENZOCCHI FORSE) N E S S U N O.

franco rosso

franco rosso 10.11.16 10:41| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Consiglierei al sig. Beppe Grillo di leggersi l'ultimo articolo apparso sul sito di Giorgio Bongiovanni (l'uomo che porta le stigmati) prima di cantar vittoria per la vittoria di Donald Trump:

http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2016/6967-elezioni-usa-vince-trump.html

Giovanni B. 10.11.16 10:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Praticamente il programma di Trump è quello della Lega. Ma molti sono convinti che, una volta istituzionalizzato, Trump non farà niente. Dopo tutto è un miliardario, e i suoi interessi sono gli stessi dei gruppi che dice di voler combattere. Infelici i poveri che per combattere il loro sfruttamento da parte dei lupi si affidano a un lupo!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.11.16 10:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

trump purtroppo sarà uno sfrenato capitalista e non ridurrà nessun divario sociale. l'impennata delle borse lo dimostra....

gianluca 10.11.16 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Ben detto Beppe, hai dipinto un quadro veritiero della situazione che ha determinato, per quanto ci riguarda, l'elezione di Trump. Comunque, voglio segnalare ciò che un noto giornalista-scrittore americano Alan Friedman ha detto ieri in un dibattito televisivo: "distinguo tra Grillo che ha avuto nove milioni di voti di italiani perbene che vogliono il cambiamento da S....". Si, sono rimasto sorpreso tanto da farne un video ed inviarlo a parenti e conoscenti. Ovviamente, sia la conduttrice che gli ospiti presenti al dibattito non hanno fatto neanche un minimo cenno al riguardo. C'è voluto un giornalista americano che non nutre certo sentimenti di apprezzamenti nei confronti del M5S ad esprimere una verità sacrosanta. Ora, quanto tempo dovrà passare ancora prima che i nostri giornalisti e conduttori televisivi si degneranno di dire le stesse parole di apprezzamento?.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 10.11.16 09:45| 
 |
Rispondi al commento

In Europa è la stessa cosa. Banche e società finanziarie vanno sempre meglio. I popoli vanno sempre peggio. L’Italia dà ogni anno all’Unione europea 20 miliardi e ne riceve 12. Il resto va al salvataggio delle banche tedesche e francesi o viene divorato dai derivati.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.11.16 09:41| 
 |
Rispondi al commento

LA CRESCITA ECONOMICA DEGLI STATI UNITI SI E’ ACCOMPAGNATA ALL’IMPOVERIMENTO DEI CITTADINI

Il voto a Trump rappresenta il segno di una protesta globale al sistema neoliberista. Sembrerebbe irrazionale, dato che Trump è un miliardario figlio di miliardari in più fallito 4 volte e rialzato grazie a truffe, imbrogli ed evasioni fiscali, per cui Trump stesso è figlio del sistema ma che egli finge di contestarlo, diventando il portavoce di tutti quelli che sono stati impoveriti per arricchire gli squali del mercato e i cui salari sono stati abbassati e i cui diritti sono stati diminuiti per diventare competitivi con i salari del terzo mondo.
In USA ci sono paghe da 5 dollari. Per molti le condizioni di vita sono così terribili che la propaganda dei ricchi del mondo non può entrare nelle loro teste. Così Trump diventa l’emissario di una protesta popolare (ma non sarebbe stato meglio Sanders?) che rifiuta il sistema neoliberista che affama le persone per concentrare i capitali, un voto contro l’establishment, che è il potere delle banche, delle multinazionali, della finanza.
Come mai Obama ha tanto parlato di crescita economica dell’America e ci sono tanti poveri? Perché la ricchezza è finita tutta nei portafogli dei più ricchi, abbassando i salari e la miseria dei più poveri.
La crescita diseguale dei redditi e la disparità degli oneri fiscali hanno accentuato le disuguaglianze sociali negli USA.
Quanto è tollerabile la crescita della disuguaglianza economica tra pochi ricchissimi e i molti sempre più poveri in un Paese? Quand’è che si arriva a un punto di rottura?
Stiglitz ha detto: "Il PIL negli Stati Uniti è salito ogni anno tranne, ma la maggior parte degli americani sono in condizioni peggiori rispetto a un terzo di secolo fa. I vantaggi sono andati solo alla parte alta della popolazione. I salari reali oggi sono più bassi di quanto non fossero 60 anni fa. Pertanto, questo è un sistema economico che non funziona per la maggior parte della gente”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.11.16 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima di commentare a caso si dovrebbe ascoltare e leggere attentamente quello che dice Grillo. Parla dei mezzi di informazione e dei cosiddetti poteri. Non appoggia Trump. Il vaffa e' per tutti quelli non più in grado di capire un bel niente delle persone normali.

maria g. Commentatore certificato 10.11.16 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe ti seguo da sempre ,e come dire sono un grillino doc,mi sarebbe piaciuto vederti come Presidente della repubblica.Però dico ok il Vday fatto da te,però attenzione ad appoggiare Trump.Perchè sono convinto che non ci sarebbe stata differenza ,perchè anche la Clinton ha i suoi altarinio nell'armadio,anzi i suoi scheletri.Però appoggiare un miliardario ,imprenditore ,sessista ,è pericoloso.anche perchè in Italia abbiamo avuto questo problema.Per le donne ci vuole sempre rispetto.E nonm importa il paese da dove vieni ,il colore della pelle che haiil sesso a cui appartierni,ma la dignità e i diritti vanno garantiti a tutti.Quindi spero che le tue previsioni siano giuste ,dico anche che noi popolo 5 stelle,i grillini siamop molto diversi per idee e valori,da Trump e i suoi.Grazie di quello che stai facendo per rivoluzionare e migliorare questo paese ormai in coma vegetativo.

Emmanuele Battimelli, napoli Commentatore certificato 10.11.16 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che a me per tutta una serie di motivi stanno a cuore le questioni ambientali su tutto. Qualsiasi modello economico, per quanto equo possa essere nella distribuzione della ricchezza, non può prescindere dal modello produttivo e dagli stili di vita che ne costituiscono le fondamenta.
A me quindi sentire tutta questa esaltazione per la vittoria di una persona che nega il riscaldamento globale, dice di voler far carta straccia di qualsiasi accordo sulla riduzione dei gas serra e auspica il ritorno all'utilizzo massiccio del carbone provoca un'irritazione pazzesca.
Soprattutto da parte di gente che ha preso il consenso prima di tutto su questioni come l'inceneritore di Parma e che dice di essere in prima linea sui temi ambientali. Non ho ancora sentito distinguo su questo piano alle parole di Salvini e all'esultanza di Farage per un evento così evidentemente positivo per l'umanità!
Sono sempre più convinto che a nessuno veramente interessi nulla dell'ambiente, non solo in Italia ma ovunque. E se Trump ha interpretato il disagio della gente e la distanza della politica dalla gente non è certo per le questioni ambientali, evidentemente. Basta promettere il rilancio dell'economia. A quale costo non importa a nessuno. Ma Trump è fortunato perchè ha tanti amici anche in Europa!

riccardo tormen 10.11.16 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Il fallimento è ‘poesia’? ma tu da quanto tempo hai la pancia piena e non ti ricordi più come ci si sente ad aver fame, magari a 70 o 80 anni? Sei proprio un milionario!
Vallo a dire a chi ha perso il lavoro e magari ha dei figli da mandare a scuola e da mantenere.
Entra in una casa di disoccupati o pensionati minimi che vanno a frugare fra i rifiuti dei mercati rionali al mattino per trovare da mangiare a pranzo, e digli che sono poeti!
Ma che comprensione hai tu della realtà delle persone che sperano in te? Dove vivi?
Come crede il M5S di governare se non sente la fatica e la sofferenza del fallimento e lo giudica .. poesia?
Dovremo sentirci incoraggiati? Mangiaci tu con la poesia, poi sappiami dire.
Certe cazzate vanno a detrimento dei principi del movimento, in cui credo fermamente, e sono ostacoli sul cammino dei parlamentari 5 Stelle. Per favore, prima di scrivere o dire cose così imbarazzanti pensaci 200 volte: e pensa a tutti i disgraziati con la pancia vuota che ti ascoltano.
E un’altra cosa imbarazzante: associ Trump, un evasore fiscale, disponesto, uno che è fallito 3 volte, impostore, un Berlusconi ignorante caprone che non sa nemmeno dov’è l’Italia, al M5S?
Allora il messaggio è: è giusto favorire gli imprenditori disonesti evasori e farli arrivare al potere?
Dillo chiaro e tondo, così chi fin’ora ha votato il Movimento si saprà regolare, e l’attuale 30% che ha preso nei sondaggi ve lo sognate!

Sandra Esposito 10.11.16 09:01| 
 |
Rispondi al commento

C’è un principio molto osservato negli USA: quando è un po’ che un partito domina la scena, è ora che si faccia da parte e lasci il posto all’altro, fa bene al Paese, fa bene alla politica, fa bene al partito. Dopo tutto, i due partiti maggiori sono molto simili e dopo un po’ nessuno si ricorda più se un presidente era democratico o repubblicano, perché tutti perseguono gli stessi scopi: accentramento della ricchezza in poche mani, non riconoscimento di diritti della masse, tagli al welfare, rifiuto del cambio climatico, guerre di conquista e predazione di Paesi stranieri, vendita di armi ai presunti terroristi, patti di ferro con multinazionali, banche e gruppi finanziari. Faceva questo Bush, come Bill Clinton come Reagan.. senza grandi differenze. Anzi, si deve proprio al democratico Clinton il caos finanziario attuale dopo che unificò banche di speculazione con banche di famiglia liberando la massa gravissima di derivati. Ora i democratici con Obama avevano governo per 8 anni, la Clinton era stata first Lady per 8, poi 4 anni senatrice per New York, infine altri 4 anni collaboratrice di Obama. 16 anni in posizioni di potere. Troppi! Era ora che si mettesse da parte. Un’altra cosa buona americana è che quando un presidente se ne va, se ne va dalla politica per sempre.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.11.16 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Salvini stia sereno nessuno vuole salire sul carro dei vincitori, infatti Grillo ha parlato dei media e dei sondaggi non ha elogiato Trump.I muri e l'omofobia non fanno parte del M5S.Rispetto per chi ha votato punto.

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 10.11.16 08:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma come si fa ad essere tanto idioti da fraintendere Grillo? Davvero i troll sono i più deficienti del reame. Del resto, se avessero un minimo di sale in zucca, non sarebbero dei troll a favore del sistema, ma lotterebbero per dei valori e degli ideali senza sprecare la loro inutile e parassitaria vita ad attaccare i nemici dei troni.

Grillo è chiarissimo quando dice:
Assistiamo a una versione horror del Titanic: i rappresentanti del privilegio, dei ricchi e dei potenti, sono aggrappati fra loro istericamente, mentre si lasciano andare ad espressioni di odio, paura e insensatezza. Non è una scelta ma soltanto un museo delle cere che si sono trasformate in walking dead. Questo triste spettacolo è la conferma del declino del mondo occidentale.
Hillary e Trump sono entrambi poco credibili, entrambi molto temibili per ciò che rappresentano e non per il potere che hanno. Il potere di un presidente negli USA e di fare danni all'estero. Sul versante interno basta guardare Obama: non ha cambiato nulla. La terra delle opportunità si è trasformata gradualmente in un paese con oltre 2 milioni e mezzo di carcerati, milioni di poveri e illusioni sempre più scollate dalla realtà: spero che questa rissa elettorale non sia l'atto finale.
Hanno ucciso la classe media, ma, se uccidi la classe media, in America non resta nulla, soltanto caos.
L'inesistenza del concetto di opposizione in America può portare a brutti sogni e realtà ancora peggiori. In Italia, se non fosse per noi, sarebbe lo stesso. È vero che gli americani sono avanti a noi: Berlusconi è stato doppiato in un colpo solo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.11.16 08:16| 
 |
Rispondi al commento

.
Reazione terrorizzata a Bruxelles dove tutti tifavano per la Clinton, fiduciosi in una bella continuità del neoliberismo che imponeva l’austerità e la sovranità delle banche d’affari e della grande finanza mentre ora si sentono tutti come davanti a una voragine. Trump attacca l’Unione europea, condanna l’austerità, intende applicare il suo esatto contrario per rendere più grande l’America, ha sostenuto la Brexit e il voto contro gli apparati ufficiali. Ora l’Ue traballa sempre più e le nuove elezioni nei paesi europei non potranno fare a meno di inglobare la rivolta statunitense al sistema. Se la lotta contro l’establishment si generalizza, questi schiavisti che ci vogliono distruggere in nome del turbocapitalismo cadranno come pere marce.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.11.16 08:12| 
 |
Rispondi al commento

Clamorosa disfatta dei sondaggi e dei media
Le giravolte dei nostri giornalisti per incensare Trump sono vomitevoli, ma immaginate quelle dei giornalisti americani!
Mai la distanza tra la cricca dei politici-giornalisti-sondaggisti e la massa popolare è risultata così grande! Praticamente due mondi che nemmeno si conoscono
La vittoria di Trump ha segnato la sconfitta del giornalismo,specie quello predittivo,con la sua gigantesca incapacità di comprendere,di informare,di capire.Una crisi culturale.Chi scrive sui giornali non sta sulla linea dei fatti ed è incapace di capire chi legge.E’ come se vivesse in una bolla a parte,in perfetta simbiosi con l’establishment ma separato dalla realtà e soprattutto non in sintonia coi lettori che rifiutano il suo messaggio così come rifiutano il sistema che gli sta dietro.Si infrange un grande mito del nostro tempo:che il potere possa manipolare politicamente la gente attraverso i media.Trump è stato votato come scatto di rottura e di ribellione al sistema.Un atto degno di un Wikileas.Neoliberismo,globalizzazione, contrazione della democrazia,multinazionali, finanza,banche,concentrazione della ricchezza in poche mani e immiserimento delle masse, sfruttamento,condizionamento…la rivolta a tutto questo si è concentrata nel voto.Mai in America un voto ha avuto un così grande valore di protesta globale
Nemmeno la politica ha capito Trump,nessun politico ha capito che la gente era stufa di una globalizzazione senz’anima unita a una tecnologia feroce che non appariva loro affatto come il Bengodi promesso e che coinvolgeva gli apparati in una condanna globale,schifando i media come servi del sistema.Il voto a Trump ha significato la rivolta cieca e irrazionale contro un globalismo perverso che si identificava col potere
La rivolta serpeggia anche in Europa.Ma il potere è troppo cieco per abbandonare gli antichi strumenti di dominio ed è pertanto incapace di misurare l’ampiezza della della sconfitta.E questo lo perderà.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 10.11.16 07:50| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti
Per chi cerca un supporto finanziario, serio e veloce per l'acquisto della vostra auto, casa, avviare una piccola impresa, o esigenze personali, ma sono incapaci di ricevere assistenza nella sua banca. Più nessuna preoccupazione; non perdere altro tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso di interesse a prezzi accessibili. Se siete interessati, vi preghiamo di contattarci a questo indirizzo: developpement.aide@gmail.com

GREGOIRE ROGER WILFRIED Commentatore certificato 10.11.16 07:14| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=-S4mhYP0QII

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 10.11.16 04:50| 
 |
Rispondi al commento

Il PARTITO demogratico è proprio partito, andato, per una rotta ignota, in un mare di nubi e di galassie le più lontane possibili.

giovanni.f. 09.11.16 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Il PD, (compreso il 70% degli italiani), è dispiaciuto per la sconfitta della Clinton...Ma siatene riconoscenti, forse con Trump abbiamo ancora qualche anno da campare, contrariamente a quella signora che sognava già di usare ordigni nucleari a scapito della Russia (e per reazione, a scapito nostro...).

Mario M., modena Commentatore certificato 09.11.16 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Beppe, hai reso nuovamente l'idea di un sistema sempre più marcio che nonostante certi personaggi cerchino di fare 'qualcosa' si finisce sempre a tarallucci e vino e chi ci rimette sono sempre gli stessi. Non mi stupisce che molte persone non abbiano capito un ca220 del tuo discorso, soprattutto quelle che hanno ascoltato i commenti del regime in merito alla tua riflessione.

giovanni.f. 09.11.16 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Quando ha detto: "Trump, un V day pazzesco", non avevo ancora capito bene che intendeva...
Adesso che capisco che Grillo appoggia Trump, mi vergogno di far parte di questo movimento.

Trump ha detto che il riscaldamento globale e' una presa in giro, e' un razzistone e vuol fare solo l'interesse di chi ha soldi.


Anche gli USA si meritano un BERLUSCONI.

Questa è la dimostrazione della distanza tra politica e cittadino.

I politici hanno superato ogni limite, si credono riessere onnipotenti una volta al potere.

Una sola data 1789, meglio non dimenticarsela !!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

no,questo no per favore, se permettete il mio vaffa nulla ha a che spartire.Il vaffa del movimento è la presa in carico di una responsabilità sociale e non una delega di questa.
Trump altro non è che Reazione apolitica di masse esautorate da qualsiasi possibilità di critica del presente ,delega data ad un soggetto che al contempo promette dentiere e rappresaglie verso gli ultimi. Caro beppe tu sei stato buttato fuori dalla Rai, io dal paese , e sulla mia pelle vivo tutte le contraddizioni che ciò comporta, Farage compreso.

mirco cima 09.11.16 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Dopo la Brexit, Trumpxit. I PARTE
Sono la classe operaia e la ex classe media che vogliono uscire dall'iperturbocapitalismo che accumula risorse sempre più scarse (il pianeta è LIMITATO e la crescita è ormai evidente dal punto di vista fisico che è una grande sciocchezza) per un numero esiguo di persone, mentre schiaccia i salari di una maggioranza sempre più ampia. Le multinazionali e l’alta finanza sono indissolubilmente intrecciate tra loro e l'imperativo è uno solo: il profitto. A questo la gente d'istinto si sta ribellando e questo è un segnale FORTE per i politici europei.

Ferruccio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.16 21:50| 
 |
Rispondi al commento

e si.....Trump e' l'ennesima prova che come ci governiamo e' sbagliato.....gli Stati sono lontani dal conoscere le reali volonta' e esigenze dei loro cittadini....la stampa segue a ruota i governi, informando i cittadini in modo falso...che cozza con la realta' quotidiana.....e quando si va a votare......il cittadino fa due piu' due.....e non li vota....non vota per i politici...vota a sensazione.....e fa bene......i cittadini stanno imparando.....

fabio S., roma Commentatore certificato 09.11.16 21:37| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti
non capisce o fa finta di capire che hanno fatto male i conti
Con i giornali a cantare tutte le magnifiche sorti e progressive dei democratici
E la middle class a vedere invece che questa globalizzazione
Ha arricchito solo il dieci per cento della società
I furbi , gli amici e gli amici degli amici
Mentre il restante novanta per cento , i fessi, subiscono in silenzio le scelte dei furbi sulla loro pelle
Assange ha rivelato le email più compromettenti di Hillary e gli americani hanno capito che la politica democratica e per decenni invischiata in guerre , destabilizzazioni di paesi per esportarci la democrazia , ISIS e via di seguito , con spese da parte dello Stato enormi ,,, che hanno provocato un debito pubblico pazzesco , finanziato con i miliardi dei cinesi e ai cinesi e stato consentito di esportare i prodotti low cost per guadagnare e sottoscrivere il debito pubblico americano
Guerre , intrighi, delocalizzazioni debito disoccupazione paura del futuro mancanza di fiducia mancanza di un sogno americano per il futuro
Hanno fatto pesare la bilancia dalla parte di Trump
Poi la finanza internazionale le banche tutte ad appoggiare Hillary , hanno fatto il resto
Probabilmente Trump era il meno peggio fra i due e gli americani hanno scelto di cambiare

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Spero di aver interpretato male le deliranti affermazioni di Grillo e/o fedelissimi. Il vaffa, certo è stato dato ma alle persone normali, umili, pacifiche che credono sia ancora possibile la convivenza tra i popoli data da una ecua distribuzione delle risorse. Trump e Clinton sono due facce della stessa medaglia però, costretto a scegliere, turandomi il naso, sceglierei per "la meno peggio".
Trump, non ha inventato nulla e considera se stesso e gli USA come il Marchese del Grillo :-" Io ( noi )sono io e........ voi ( il resto del mondo ) non siete un cazzo ".
Concludendo, prima di rilasciare certe dichiarazioni, cercate di collegare quel -" bozzo che sta a circa un metro sopra il culo ".

francesco repetti 09.11.16 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha dato di imbroglione a Trump .... da 24 anni comandano i Clinton in America e a regola gli americani vogliono cambiare , anche perché Obama e' Stato una delusione ... non c'e' più il sogno americano, c'e' solo una società che arretra e che subisce la perdita di posti di lavoro per la globalizzazione voluta dai democratici ... la delocalizzazione della economia e' andata ad arricchire i portafogli di pochi ... dell'1 per cento degli americani che sono sempre più ricchi sempre più miliardari, mentre la middle class scivola lungo il pendio dell'Amiata povertà , con decine di milioni di persone della classe media che hanno paura di perdere il lavoro , lavori tutti precari e milioni che l'hanno perso sotto la concorrenza del lavoro low cost o dei prodotti low cost importati da paesi come la Cina che poi si comprano il debito pubblico americano ... un do ut des che ora non bastava più ...

Alessio. Santi., Vernio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 21:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non dimentichiamo, però, che, poco più di un ventennio fa, si diceva la stessa cosa anche di "Mister B." e lo si osannava allo stesso modo, come "uomo nuovo", "self made man" estraneo alla politica e nemico della partitocrazia, che avrebbe operato il "nuovo miracolo italiano". Poi abbiamo visto come è andata a finire... Trump non è che un "B." all'ennesima potenza, come ha detto lo stesso Beppe nel post scritto appena ieri (dove, giustamente, ha detto la stessa cosa anche della Clinton). Perciò, secondo me, visto che ora Trump è arrivato persino alla Casa Bianca, i timori su ciò che potrà fare andrebbero moltiplicati allo stesso modo...

Gaetano S., Aversa Commentatore certificato 09.11.16 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, ma davvero non ti è venuto null'altro da dire che qualcosa che ci assimila a Trump? Ce n'era bisogno? Non credi che questo ci farà perdere di credibilità? Le tue parole sono state intese come gioia per l'elezione di Trump. Ora avremo un'altra accusa da cui difenderci, oltre a quella di omofobi, anitsemiti, misogini e xenofobi.
Capolavoro!

Alessandra Maiorino 09.11.16 21:14| 
 |
Rispondi al commento

gli americani hanno scelto, noi no, cosa si inventeranno i poteri forti che hanno costretto la grecia alla fame fregandosene del voto popolare, gli stessi che stanno mettendo paletti alla brexit e che metteranno lo zampino sul nostro referendum per arginare trump forse nuove elezioni!!!!!

chiari a. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma davvero qualcuno pensa che l'elezione di Trump sia una spallata ai poteri forti?
Un candidato di rottura con banche, lobby e multinazionali?
No, per favore, no.

Nicola T Commentatore certificato 09.11.16 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Perché oggi non si parla più di brogli?
Solo quando si perde, o si annusa la sconfitta, ci si mette a frignare?

Nicola T Commentatore certificato 09.11.16 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Maurizio Blondet
Faccio un rapido, sommario conto di quelli che – salvo sorprese – sono i perdenti geopolitici. Il regno saudita, che ha pagato miliardi per storcere la politica estera americana secondo i suoi interessi e associarla ai suoi delitti. I neocon? Sarei meno sicuro. Ma perdente è Stoltenberg, sono i baltici, la giunta di Kiev, la Commissione, le entità sovrannazionali – e i mercati che crollano perché non hanno previsto, e non sanno più cosa sarà il futuro, e la speculazione che teme di non poter più assoggettare la politica – la politica sovrana . Ci perdono, spero, Soros, i guerrafondai e i loro servi per soggezione o paura in Europa.
Forse non ci sarà la guerra. Dico forse, perché – attenzione – non sappiamo ancora del tutto di quali poteri forti hanno appoggiato Donald. Voglio solo ricordare che molti americani, forse molti degli stessi che hanno votato Trump, votarono Obama, perché speravano che avrebbe messo fine alle guerre ultra-decennali neocon dell’era Bush jr.: non è riuscito nemmeno a chiudere Guantanamo, e le guerre contro Siria, Libia Somalia, Irak, Yemen, le ha invelenite pagando e addestrando un Califfato made in Cia,e insistendo a voler detronizzare Assad per consegnare la Siria a Al Qaeda.
Vedremo. Per il momento rallegriamoci, e salutiamo Vladimir Putin, che ha sfidato l’unipolarismo e il globalismo. Speriamo di rivederlo nostro amico.E’ la classe lavoratrice che ha votato, non tanto per Trump, quanto contro Hillary – e contro le guerre che ha promesso, visto che è la classe lavoratrice che poi le deve fare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Claudio Martinotti Doria
Michael Moore ha colto il polso della situazione sociale ed economica della popolazione americana, a differenza dell’establishment americano e dei media al loro univoco corale servizio e ha anticipato l’elevata probabilità che Trump potesse farcela a catalizzare il voto della classe media americana(che le precedenti amministrazioni hanno praticamente estinto riducendola in miseria), ltre che addirittura degli indigenti,il che costituisce un superlativo paradosso:i poveri che votano un super-ricco,un tycoon,un arrogante megalomane figlio di papà nato con la camicia che ha avuto tutto dalla vita.Ma la famiglia Clinton per questa grossa fetta di società americana sarebbe stato peggio, i motivi sono emersi grazie a WikiLeaks,roba da voltastomaco,essendosi i Clinton rivelati un’associazione famigliare a scopo criminale, basti pensare che hanno utilizzato la Fondazione Clinton per ricevere denaro dai paesi arabi e da multinazionali solo per combinare incontri politici istituzionali in suolo americano e per finte comparsate e conferenze e con quel denaro, che in una Fondazione dovrebbe essere destinato in beneficenza e progetti umanitari,hanno ad es. comprato una casa alla figlia Chelsea da 10 milioni di dollari,pagato le spese del matrimonio per 3 milioni di dollari e l’hanno assunta a stipendio annuo di 600 mila dollari nell’organico della Fondazione senza che in realtà svolgesse alcun servizio.E poi ci lamentiamo dei nostri politicanti che in confronto sono dei miserabili, sotto tutti i punti di vista.
Ma non facciamoci troppe illusioni, pur constatando che con Trump il rischio che si scateni una guerra guerra mondiale si è ridimensionato,i neocons superato lo shock iniziale non staranno con le mani in mano ed useranno tutto il loro potere, anche ricattatorio e criminale e la loro rete (ragnatela) di funzionari nelle istituzioni, per esercitare pressione su Trump (anche boicottandolo) per ottenere qualche risultato a loro favore

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Esultare in questo modo per l'elezione di Trump, il Berlusconid'oltreoceano mi fa ricordare quella volta che grillo salutò la famosa "discesa in campo" del Cav. Silvio : "benvenuti gli imprenditori in politica"
mimetizzati quanto vuoi... ma chi vive a 5 stelle lo ritrovi sempre sotto lo stesso tetto

Programma elettorale di Trump nei primi 100 gg:
-costruire un muro ai confini con il Messico
-deportare 2 milioni di immigrati illegali
-punire con 5 anni di carcere chi entra illegalmente negli Stati Uniti
-l’eliminazione del diritto di cittadinanza per nascita
-la collocazione degli statunitensi ai posti di comando
-rompere diversi accordi commerciali e trattati di scambio internazionale
- abolire l’Obamacare, la riforma sanitaria istituita da Obama
-approvare un decreto fiscale per tagliare le tasse della classe media del 35%
-puntare alle fonti fossili, quindi al petrolio, per lo sviluppo dell’industria e dell’economia del Paese
-smantellamento dell’EPA (Environmental Protection Agency)

Pepe Mujica ( pres. Uruguay con 1000€ di stipendio) " elezione Trump? Aiuto"

beppe stufo, catania Commentatore certificato 09.11.16 20:09| 
 |
Rispondi al commento

sONO DACCORDISSIMO,CARO bEPPE ,ALLE 16.30 SU RAI 3 HO SENTITO UN COMMENTO DI UNB DEPUTATO PD (bIANCA BERLINGUER INTERVISTATRICE)CHE AVEVA DEL PAZZESCO:IL COMMENTO DELIRANTE DI UNA PERSONA AL DI FUORI DELLA REALTA'.TRA L'ALTRO DICEVA CHE E' IL VOTO DI PROTESTA DELL'ENORME NUMERO DI DISOCCUPATI IN AMERICA! (4 PER CENTO,VIRENDETE CONTO?)

turri giorgio 09.11.16 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono in piena sintonia con il post di Beppe! Questo è un sonoro Vaff all'establishment democratico. Personalmente trovavo entrambi i candidati invotabili e impresentabili, ma mentre la Clinton rappresentava un arrogante riaffermazione dello status quo, Trump (che mi ricorda molto il nostro psiconano), può rivelarsi una "scheggia impazzita" che squote un mondo di servi dei poteri forti! Certo, pensare che lui sia estraneo a quel mondo è difficile, ma ha il vantaggio dell'imprevvedibilità dei "pazzi" e questo mi diverte! Inizio quasi a temere per la sua incolumità... la storia dei presidenti US è piena di burattini o di gente fatta fuori quando illuminata da una visione del mondo più giusta!... staremo a vedere!

Nicola Bellu 09.11.16 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Il 16 maggio 2016 mi permettevo si scrivere sul mio margina ed ininfluente blog LEO RUGENS che ormai la strada verso la Casa Bianca era spianata per Donald Trump. Ne ero talmente certo (verificare ) che ho anche simulato per il mio divertimento l'invito con i caratteri che verranno usati quel giorno per il passi alla cerimonia del giuramento e dell'Insediamento il 22 gennaio 2018. Non tutti quindi hanno sbagliato l'incursione nel futuro. Così come avevo pre-visto il famoso 25% del M5S.
Ora vedo con chiarezza che se non si lavora con attenzione, la strada verso Palazzo Chigi è costellata di trabocchetti. Come era facile pre-vedere che lo sarebbe stata quella verso il Campidoglio.

Le analogie sono un terreno più complesso di come appare e sarei prudente. servono le metafore e i parallelismi ma non in questo caso dove la peculiarità del M5S è fuori dall'ordinario e lo rende per ora un esempio unico al Mondo.Vera anticipazione della transizione alla democrazia telematica.

Per ora godiamoci lo "spariglio".

Un abbraccio affettuoso da un signore di 70 anni felice di aver centrato la previsione. Oreste Grani/Leo Rugens

Oreste Grani 09.11.16 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ai colpito il chiodo giusto ,anche qui'in Canada il giorlalismo a espresso la medesima idea ,il sistema non a veduto il pericolo che aldila ce la pelle umana
Beppe sei un grande ispiatore.

Paolo manfrom 09.11.16 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente non capisco cosa ci sia da essere contenti per la vittoria di trump!
Basti solo il fatto che vuole cancellare l' accordo sul clima firmato da obama dopo oltre 30 anni di battaglie della societa' civile per ottenerlo. Trump e' assolutamente dentro il sistema, un sistema che portera' all estinzione di massa dell' uomo se non cambiamo rotta subito! Vuole favorire le lobbies dei fossili e distruggere il settore delle rinnovabili! E' pazzesco!!! Come si fa a votare uno cosi'??


scegliere in base alla "protesta", e' deleterio.

per fare un esempio, trump e beppe grillo protestanotutti e due per le armi. solo che beppe protesta perche' ce ne sono troppe, trump perche' ce ne sono troppo poche.

trump e beppe grillo protestano per i combustibili fossili. per beppe se ne fa troppo uso, per trump troppo poco.

l'unica cosa che li accomuna e' la protesta. ma basta questo per gioire della vittoria di trump?

vediamo cosa succede. qualcosa di buono potrebbe arrivare anche da trump, ad es l'abolizione dei trattati internazionali tipo ttip. se mantiene le promesse.

carlo 09.11.16 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Beppe cosa fai , sali sul carro dei vincitori?
Trump crede nella difesa dei confini e non voterebbe mai una legge per depenalizzare il reato di clandestinitá . Il Vaffa é anche per te !

Marco Neri 09.11.16 19:05| 
 |
Rispondi al commento

La cabala non è stata favorevole a Hillary. Al 69° compleanno + 13 giorni i sondaggi che la davano vincente si sono rovesciati. http://www.midi-miti-mici.it/cronaca/le_zampate_di_micio_Bavaglino.asp?zampata=Hillary_Diane_Rodham_Clinton_sconfitta_al_sessantanovesimo_compleanno_piu_13_giorni_rovesciati_i_sondaggi

midimitimici 09.11.16 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente non apprezzo, in genere, gli USA, e tantomeno questi due candidati.
Non ritengo neanche azzeccato il confronto tra noi e Trump. Capisco che parte dell'elettorato degli USA, ha dato voce ad una protesta di fondo, ma buona parte degli elettori di Trump, sono il peggio che si possa pensare.
Che giornalisti e C. abbiano ravato le previsioni, non è una novità, specialmente i nostri, che stanno sempre con quelli che dovrebbero essere i vincitori.
Comunque alcuni avevano già scritto, che questa è una delle peggiori elezioni viste.

adriano 09.11.16 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Ammetto che ieri sera, ad una ora dalla chiusura delle votazioni americane,
ero in profondo avvilimento.
Questo perchè notavo di come in ogni programma di approfondimento davano
per scontata la vittoria della clinton.
Ospiti delle trasmissioni tutti e, RIPETO, tutti pro clinton, sfoggiavano
sorrisini compiaciuti nell'apprendere che lei ed il suo entourage (ripeto,
ancora 1 ora prima della chiusura delle votazioni) si stavano recando a new
york per "festeggiare" la vittoria.
Ulteriormente compiaciuti quando una giornalista ha mostrato come
(evidentemente qualche giorno fa era il compleanno della clinton) lei
stessa su un social si era autocelebrata inserendo una foto di lei piccola
(6-7 anni) con annesso autocommento "auguri alla nuova presidente degli
usa".
Attori, cantanti, giornalisti vari, critici etc. tutti pro clinton, era
chiaro che poteva essere sintomo di una sua vittoria.
Oggi, invece, la BELLISSIMA (per me) notizia, la pesante "tranvata" che gli
è arrivata. Questo quello che succede quando una gran parte (non la
maggioranza evidentemente) di persone è talmente convinta di qualcosa che
non è così scontata.
Bella notizia anche perchè, dopo la brexit totalmente inaspettata, la
vincita di Trump in america totalmente inaspettata, pure noi qui in Italia
abbiamo una scadenza, il 4 dicembre. Per come sono andate le cose nei primi
due "eventi" e visto che, chi si è messo in gioco (tronfio di se stesso e
convinto, al tempo, di poter sbaragliare tutto e tutti senza alcun timore),
ha personalizzato tale scadenza talmente tanto da mettere in gioco la sua
permanenza nella politica italiana, penso al momento si stia letteralmente
"cacando" addosso. Quindi, forza e coraggio, il 4 dicembre cacciamo a calci
in cul@ questa banda di incompetenti, incapaci, collusi e bugiardi che
abbiamo come governanti con un bel NO alle riforme costituzionali anche se
per convincerci arriveranno probabilmente a dire che (dopo il caso
"tumori") che ci trasformeranno la merd@ in oro.

mario 09.11.16 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dalle scatole la prima falsa "democratica" ..... avanti il prossimo .... a chi tocca?
Mi pare a noi, quindi ..... il 4 dicembre fuori dalla scatole anche i nostri di falsi "democratici". Basta un NO.

mario 09.11.16 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Credere che Trump diventi un moderato secondo me è come pensare che Mussolini o Hitler una volta ascesi al potere sarebbero stati dei moderati. No Trump non ha nessuna intenzione a mio parere di essere un moderato le cose che ha detto le pensa davvero e le farà costi quel che costi. Per rendersi conto della sua vera indole basta conoscere un po' di grafologia e analizzare la sua firma, sono lampanti le analogie con le firme di Mussolini e Hitler. Credetemi non ha mai detto nella che non pensasse d'avvero...purtroppo..dico io.

DAVIDE BOARIO 09.11.16 18:37| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡Hola egregio Beppe Grillo✰✰✰✰✰... paziente!!!

Perchè complicare?

US Democratic Party = pd

US Republican Party = silvio & dintorni!

Saludos.


Quello che è certo è che sul primo momento si rimanderà il confronto atomico con la Russia. La Clinton tendeva a uno scontro diretto (colpo di stato in Ucraina, attacco alla Libia, no fly zone in Libia), pensava già a un attacco preventivo da farsi con armi non convenzionali ma atomiche. Dopo che la Clinton è stata sconfitta, questa strategia sarà sospesa. Che Trump dia la mano a Putin è una buona mossa anche se non è vincolante. Hitler offrì un patto di non belligeranza a Stalin, ma solo per prendere tempo e armarsi di più e una politica di riarmo è nelle intenzioni di Trump. Potrebbe essere solo una misura tattica in attesa che gli USA aumentino la loro egemonia militare a livello mondiale. fatto sta che Trump denuncia l’accordo con l’Iran contro Obama che aveva sospeso le sanzioni.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo sbagliera' mica sempre qualunque cosa dica, no?
Lasciamo che esprima una sua contentezza per Trump, che avra' magari l'unico merito di aver rotto il giocattolo al establishment.
Avrebbe gioito comunque se il risultato fosse venuto da parte di un Democratico anziche da parte di un Repubblicano.
Su Michael Moore poi e' meglio stendere un velo:
ha forgiato la sua carriera sparando sui Bush e ha sostenuto Hillary...
Sarebbe come citare Clint Eastwood come opinionista imparziale, essendo quest'ultimo pacificamente Repubblicano.
Forse meglio Chomsky allora, che ne aveva sia per Obama che per Trump...
A chi combatte questo sistema interessa che salti, chiunque concorra a farlo ne ha merito.... Vale per noi in Italia soprattutto.
Auguri.

Massimo Trento (orbo e semisordo), Belluno Commentatore certificato 09.11.16 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Eccezionale! Un Vaffa generale da parte di Trump: della serie- oltre il danno anche la beffa!
Sia chiaro, queste elezioni americane era come votare qui in Italia, ovvero il male minore...
Ma che adesso il comico Grillo lo faccia apparire come il Messia che ha sbaragliato il sistema è a dir poco fantascientifico...
Ma ti ringrazio Beppe per questa ennesima affermazione che mi fa capire sempre di più che finché ci sarai tu a capo del MoVimento ( ebbene si è il capo del MoVimento) non avrai mai il mio voto...
Cordialmente.


L'america ha deciso di voltare pagina e ne pagheremo tutti le conseguenze, a partire dalla totale indifferenza di Trump alle problematiche relative al clima / inquinamento.
A Grillo interessa solo che abbiano perso questi fantomatici demagoghi non le necessità primarie del pianeta.

Lorenzo Cravero 09.11.16 18:15| 
 |
Rispondi al commento

almeno abbiamo scampato la guerra tra USA e alleati contro la Russia ed è un sollievo.

Massi Far 09.11.16 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno fa gli interessi propri. Ci sono forti legami tra gli affari privati di Trump e l’oligarchia russa di Putin. Altro che pensare al popolo e contrastare le lobbie!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fabio

Da sottolineare le dichiarazioni molto preoccupate di Shulz e Hollande e dell'establishment di Bruxelles in generale....Cos'è? Non ha vinto il candidato della loro loggia massonica preferita? O prevedono degli intoppi sul TTIP, o dei rallentamenti sulla guerra a Putin?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa mattina il popolo italiano si è svegliato grande esperto di politica. Americana. Di quella italiana continua a non capirci un cazzo.

Gianluca Lorenzini

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Vedere Napolitano e Renzi angosciati non ha prezzo, per tutto il resto c’è mastercard

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:45| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Come sempre molti guardano il dito e non la luna
Beppe fa un discorso sul sistema di informazione
e sulle conseguenze politiche derivanti
Al di la e al di sopra delle persone implicate
Oltre oceano stanno raccogliendo quello che hanno seminato

Purché non vadano poi a ravanare nell'orto degli altri


Rosa Anna 09.11.16 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trump aveva a suo favore 18 giornali e network contro 400. La Clinton non solo è ricca sfondata, ma aveva dalla sua enormi finanziamenti, specialmente da parte di Soros e di tutte le banche, dalla JP Morgan alla nefasta Goldman Sachs. Trump si è pagato da solo la campagna presidenziale. La Clinton ha raccolto una media di 697.000 dollari al giorno durante la campagna contro la media di 226.000 dollari di Donald Trump. In tutto la candidata democratica ha messo insieme 886 milioni contro 189 milioni raccolti da Trump.....

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:43| 
 |
Rispondi al commento

322 sondaggi hanno sbagliato dando la Clinton vincente...
Siamo chiaramente ai confini della realtà.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:39| 
 |
Rispondi al commento

walking dead, cosa c'entro io con lui?
Semplice la stessa percentuale di cialtronaggine

maurizio marcolongo 09.11.16 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Le lobby degli idrocarburi, dei farmaceutici, delle infrastrutture e delle armi esultano e hanno già aumento il valore delle loro azioni in Borsa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:26| 
 |
Rispondi al commento

.
LA CLINTON HA AVUTO NUMERICAMENTE IN ASSOLUTO PIU' VOTI DI TRUMP. BELLA DEMOCRAZIA QUELLA DOVE VINCE CHI HA MENO VOTI!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

New York Times
“Nessuno aveva previsto una notte elettorale come questa. L'aver sbagliato bersaglio in questo modo significa molto di più dell'aver sbagliato i sondaggi, perché si è trattato dell'incapacità di percepire la ribollente rabbia di una parte così vasta dell'elettorato americano, che si sente abbandonato all'interno di una ripresa economica che non coinvolge tutti e tradito da una serie di accordi commerciali che considera una minaccia al proprio posto di lavoro voluta dall'establishment di Washington, da Wall Street e dagli organi di informazione. Si tratta, insomma, della vendetta della classe operaia molto meno disturbata dalle bugie di Trump che dai malanni nazionali contro cui Trump puntava il dito, promettendo di avere la soluzione. E secondo questi occhi, le istituzioni sono marce, il sistema economico è marcio, persino i media sono marci".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Capita de rado che 'n vaffanculo nun basti;in quer caso,se deve argomenta'...

https://youtu.be/z_JppDOUSp8

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.16 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Napolitano: “La vittoria di Trump uno degli eventi più sconvolgenti della storia del suffragio universale”. Lo ha detto ai microfoni di Radio 1. Evento sconvolgente per lei, non certo per noi, emerito presidente. Ma cosa vuole ancora parlare??? Ma stia zitto che di danni ne ha causati anche troppi.....e si prepari perché l'altro evento memorabile avverrà il 4 dicembre: tutti a casa.........e zitti!!

Er caciara ...... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 17:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vittoria di misura:
Clinton 59,318,376 voti pari al 47.7%
Trump 59,146,311 voti pari al 47.5%

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Berluscameno
La nostra società cerca disperatamente di trovare delle motivazioni che spieghino le azioni dei mostri della nostra epoca,perché fa paura pensare che l'umanità sia popolata di anime oscure,che se non contrastate finiscono per assumere il controllo in maniera deliberata e calcolata
Questo è il motivo per cui i più grandi crimini del nostro tempo sono spesso ignorati dal grande pubblico.Ad es. l'idea che i finanzieri e banchieri internazionali e le élite politiche vassalle stiano volutamente creando disparità sociale,caos e guerra in ossequio a una smania di potere centralizzato e un malsano complesso di superiorità è un concetto per molti troppo grave da gestire.Molto meglio credere che tutti i terribili eventi che hanno funestato la storia moderna siano solo il risultato di una serie di casuali coincidenze ed errori umani.Ma non è così
La maggior parte delle politiche culturali catastrofiche e delle tragedie umane può essere addebitata a una precisa cricca di persone che sfrutta la propria influenza per perseguire dei piani deliranti e progetta le calamità per guadagno personale e per il guadagno della classe dominante in generale.Chiamiamoli globalisti o elitisti(da élite)
Essi permeano le alte sfere della nostra nazione e la loro cultura è del tutto distinta dalla nostra.Se uno studia i loro scritti,le loro iniziative e motivazioni,scopre tutto un altro mondo in cui gli obiettivi da perseguire sono stravaganti ed indotti da un ancor più stravagante fervore fanatico.A loro parere noi saremmo esseri da modellare.Ma non sono più intelligenti di noi.Hanno finito per convincersi del contrario per la posizione che occupano.Ma la loro capacità di plasmare la società scaturisce solo dalle loro risorse finanziarie e dalla loro mancanza di moralità.Se non fossero in cima alle classifiche dei più ricchi del mondo,il loro comportamento sarebbe punito come quello dei comuni criminali,ma purtroppo nel nostro tempo il denaro compra l'immeritato rispetto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un vaffa a tutta questa gentaglia è sacrosanto, ci circondano e ci tormentano ad ogni ora del giorno e della notte.
Per il futuro vedremo se avrà ragione uno dei massimi pensatori milanesi del '900:

"Come sono geniali gli Americani. Te la mettono lì. La libertà è alla portata di tutti - come la chitarra. Ognuno suona come vuole e tutti suonano come vuole la libertà."

Giorgio Gaber.

Vederemo se aveva ragione o no.

Barone Piovasco, Rondò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prime 15 promesse di Trump:

Divieto di ingresso ai musulmani
Un muro alla frontiera messicana
Revisione di tutte le missioni militari all'estero
Riduzione del peso degli Usa nella Nato
Accesso gratuito alle cure mediche per tutti gli anziani americani.
Riduzione delle tasse e azzeramento del deficit
Abolizione degli accordi di libero scambio, TTIP con l’Europa e TPP con l’Asia
Cancellare impegno Obama contro il riscaldamento globale
Misure contro l'aborto
Revocare le restrizioni alla produzione di energie fossili
Limitare il numero dei mandati di deputati e senatori al Congresso
Annullare tutti i decreti presidenziali di Obama
Piano economico per la creazione di 25 milioni di posti di lavoro in dieci anni con tagli alle tasse per la classe media e le imprese
Abolizione dell'Obamacare

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inglesi e Americani hanno capito che bisognava cambiare.

Trump o Clinton non mi piacciono ma chi vota ha sempre ragione.

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 09.11.16 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo ha ragione in una cosa sola: che la stampa ha fallito e fallisce sempre nel momento in cui mente a tutti. Michael Moore che ha sempre avuto una voce sincera lo aveva detto che Trump avrebbe trebbiato tra i poveri e i delusi inascoltati.
Di quello che dice Grillo io mi fido, se lui dice che il M5S ha tanto in comune con Trump, ne prenderò atto.
Ognuno farà il suo.
Dove ha torto? Questo ragionamento del "vaffanculo al sistema generale" sarebbe vero se non avesse vinto per un margine di poco meno o più del 2% dei voti totali, in questi casi non è una società che si esprime, ma un voto che si spacca sul candidato.
Non abbiamo davanti una società che si ribella ma una scelta politica errata, poco chiara, una rappresentante ambigua, che delude i suoi stessi elettori. Una meno peggio che non è abbastanza meno peggio nemmeno per quelli abituati a turarsi il naso.
Dove sbaglia? Quando dice che basta reagire allo schifo per essere un movimento, che basta reagire alla stampa dicendo "se la stampa mente e appoggia X allora ha ragione Y"
Sbaglia quando vuole rimanere nell'alveo del CONTRARISMO DI SISTEMA.
Ogni persona ha bisogno di risposte chiare, di POLITICA, di IDEALI.

Se hai raccolto il 30% dei consensi è venuto il momento di dire cosa vuoi farne. Questi messaggi dicono solo da dove vieni

Ileana B, savona Commentatore certificato 09.11.16 16:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco il ragionamento di Beppe,ma non si deve essere troppo ingenui,ci sono dei precedenti che vengono accantonati per il buon sperare,ci sono però,anche obama era una grande novità,papa francesco,ma qualcuno ha notato sostanziali differenze?
Credo sia ormai una vecchia strategia di tipo marketing,i tirafili hanno capito cosa vuole sentire la gente,investe tutto sui mal di pancia,quello che non sono capaci di fare qui in italia,qui i mal di pancia vengono omessi o ignorati,ma cambia davvero molto?
Abbiamo la garanzia che trump mantenga le promesse?
Beppe non è sicuro ma capisce che la gente è in grado di distinguere il peggio e il meno peggio,e se fosse strumentalizzata la scelta?
Chi si candiderà la prossima volta per ingannare le pecore,un barbone sotto i ponti?
Potrebbe e non potrebbe essere tutta scena,litigi tra candidati ecc.Al solito però dobbiamo fidarci

rosario 09.11.16 16:09| 
 |
Rispondi al commento

FRECCERO: Perché ci interessa che non vinca la Clinton? Perché è a favore delle multinazionali che ci invadono anche con prodotti nocivi alla nostra salute. Molte aziende del nord che esportavano in Russia a causa delle sanzioni sono fallite. Privilegiare sempre l’America è un danno. Noi italiani dobbiamo avere paura della Clinton per la nostra sicurezza nazionale. Ci parlano di una guerra mondiale, nucleare, contro la Russia. La Clinton ha una politica estera ancora più aggressiva di quella di Obama. Ha introdotto nuovamente la politica aggressiva contro la Russia che ci crea angosce anche per il numero di bombe atomiche che abbiamo in Italia. Questa politica economica che ci impoverisce favorisce solo quel 5% che ci angoscia ed è contro di noi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 16:08| 
 |
Rispondi al commento

LA TELEVISIONE DOPO LA CANTONATA CHE HA PRESO SULLA VITTORIA DI TRUMP DOVREBBE LICENZIARE IL NOVANTA PER CENTO DEI GIORNALISTI E RICOMINCIARE CON GENTE NUOVA. VIVA GRILLO

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 09.11.16 16:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

bravo Beppe!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 09.11.16 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Nel circo mediatico nostrano ...
a "Di Martedì" ;
schiumavano di rabbia i "giornalisti"
perchè Di Maio ,perchè non si schierava per le elezioni USA ...

ridicoli :
mimì,
cocò e ..
cagameucazzo

i nomi reali metteteli voi .

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 16:04| 
 |
Rispondi al commento

I giornalai pinocchi sono tanto preoccupati che con il "tromba" non arriveranno puòù così tanti soldoni per finanziare il loro vivacchiare parassitario fatto di chiacchere senza fatti.

Fosse per me se avessi un figlio che mi dicesse..."papà papà... da grande vorrei fare il giornalista"... lo ripudierei!


Gornalai parassiti siete la peggiore feccia della terra e imputridite ancora di più quando finite in parlamento!

Fosse per me vieterei a giornalisti e giudici di siedere in parlamento con un articolo sulla costituzione fatto allo scopo...

...e poi metterei la legge elettorale direttamente nella costituzione e metterei l'obbligo di quorum al 50% +1 anche per il referendum che cambiano la costituzione.


Sapere che Salvini il legaiolo prima faceva il giornalista e anche Toti quello della Liguria faceva il giornalista e che una marea di piddini sono giornalisti rappresenta lo scontro tra gli uomini del FARE come il nuovo presidente deglli USA che da domani sarà un po' meno GETTA in contrapposizione con gli uomini delle CHIACCHIERE e del bla bla infinito e del GRATIS infinito lontanissimo dalle posizioni storiche di Giuseppe Mazzini che a me piacciono così tanto.

Secondo me come prerequisito per fare il politico bisognerebbe aver letto qualche libro ... primo fra tutti il vecchio testamento ma anche il libricino di Mazzini.

uno che è fuori dal gioco 09.11.16 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Solo degli idioti possono confondere la soddisfazione di vedere una sberla data dagli elettori all'apparato neoliberista politico-mediatico con l'appoggio a un delinquente come Trump!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 15:56| 
 |
Rispondi al commento

MITICO BEPPE!!!!

Zampano . Commentatore certificato 09.11.16 15:52| 
 |
Rispondi al commento

Reazione terrorizzata a Bruxelles dove tutti tifavano per la Clinton fiduciosi in una bella continuità del neoliberismo che imponeva l’austerità e la sovranità delle banche d’affari e della grande finanza mentre ora si sentono tutti in un salto nel buio. Trump aveva sostenuto la Brexit e il voto contro gli apparati ufficiali e ha attaccato l’austerità.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Credo che questo video di Michael Moore sia illuminante e in perfetta sintonia con quanto detto da Grillo.

https://www.youtube.com/watch?v=gwsWNTSNLAA

LORENZO ROLLA 09.11.16 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho già commentato, sui giornali di regime, l'intervento del Bepi,
che ho sempre condiviso, nel pensiero politico. La visione degli
eventi, fermo restando che a noi poco ce ne cale, perché Trump
ha vinto le elezioni USA, é la sconfitta di quella stampa di regime
che osteggia il M5S. Il Movimento siamo noi e non apprezziamo,
in termini democratici, chi ci avversa, per interessi contraria quelli
del nostro Paese.

Alessandro Poggi 09.11.16 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Con questo orribile endorsement a Trump il M5S ha perso il mio voto. Mi dispiace, perché questo implica il non poter scegliere nessun altro in questo orribile panorama politico italiano, ma pensare che Trump sia una espressione positiva del voto popolare è quanto di più miope e sbagliato ci sia. Evidentemente non conoscete bene chi e cosa è Trump.
Prima la vittoria di Trump, adesso il suo endorsement da parte di Grillo, difficile trovare un giorno politicamente peggiore. Immagino che sarò sommerso dagli insulti, ma spero che qualcuno nel Movimento si faccia due domande su quanto questo post e questo atteggiamento sia una scelta sensata...

Claudio Lodoli 09.11.16 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Donald Trump: 45° presidente americano, newyorchese, 70 anni, 3 mogli, 5 figli, patrimonio personale stimato in 2,7 miliardi di
dollari, magnate cresciuto nel lusso più sfrenato e che si è dedicato, tra le altre cose, alla costruzione di grattacieli color oro che portano il suo nome, figlio di un miliardario Fred, ha sempre frequentato scuole private e dal 1974 gestisce le società di famiglia: ha edificato palazzi, hotel, casinò, strutture di ogni tipo e grandezza. Come Robin Hood dei poveri
non ha proprio le fisique du role.
Programma:

lotta ai migranti, l’immigrazione illegale un’emergenza nazionale e i messicani che attraversano di notte la frontiera con gli Stati uniti “criminali e stupratori”, bisognerebbe deportarli su larga scala e costruire un muro tra Usa e Messico.
Ripristinare la pena di morte.
Assistenza pubblica sul modello europeo
Armi per tutti
Meno guerre e più Putin
No aborti, no gay
Lotta contro l’islam
Più spesa in armi

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 15:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, un consiglio: togli la trascrizione e lascia solo il video. È molto più efficace, profondo e pieno di sfumature del riassunto scritto. A voce sei riuscito ad esprimere passioni e ragionamenti che non trovo nella trascrizione. Due frasi scritte, al massimo. E poi chi vuole sapere, che ti ascolti e ti veda. Saranno comunque in molti.

andrea ricci 09.11.16 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo fiducia in te vai con la tua grinta rimetteremo apposto il paese itali lo stato piu bello della terra vai sei un grande beppe

undefined 09.11.16 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono un ammiratore di Trump (e nemmeno di Hillari e Barak), ma se Trump, riesce a calmare Putin, mi va bene.
Non sempre, l'umanità, ha il culo di trovare un Vasili Alexandrovic Arkipov.

AntòAvenza 09.11.16 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Bene ha fatto il popolo americano a sfan@ulare l'establishment, perché è questo il dato importantissimo della votazione.
Tutta da vedere l'azione di governo della nuova presidenza.
Anche se sussistono analogie, vedi il moto di liberazione da una classe dirigente distante e indifferente, se non scientemente artefice dei reali problemi dei cittadini, il M5S non è Trump, è OLTRE, nel progetto politico e nel metodo per attuarlo.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 09.11.16 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo blog è sublime. Complimenti a Beppe e il M5S. Questa è storia contemporanea che qualcuno capirà tra 20 anni.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.16 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto il Trump, il meno peggio.
Che bello che in Italia il "Ballista" ora spagheggia !
P.S.
Spagheggiare significa avere paura.

Maria Luisa Vargiu 09.11.16 15:28| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che finché non saremo al governo non potremo dirlo, ma tre provvedimenti dovranno essere presi immediatamente (indieme alla riforma della giustizia):
1) soppressione Ordine giornalisti
2) privatizzazione RAI d eliminazione del canone
3) Eliminazione contributi pubblici ai media.

inclemente mastengo, roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 09.11.16 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://rumoriapiancogno-annaquercia.blogspot.nl/
per forza loro vivono in un mondo a parte, mica capiscono che noi patiamo,e allora anche un pelato col parrucchino si vota ,pur di spezzare questo massacro chiamato democrazia

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 15:19| 
 |
Rispondi al commento

No,questo no per favore, se permettete il mio vaffa nulla ha a che spartire.Il vaffa del movimento è la presa in carico di una responsabilità sociale e non una delega di questa.
Trump altro non è che Reazione apolitica di masse esautorate da qualsiasi possibilità di critica del presente ,delega data ad un soggetto che al contempo promette dentiere e rappresaglie verso gli ultimi. Caro beppe tu sei stato buttato fuori dalla Rai, io dal paese , e sulla mia pelle vivo tutte le contraddizioni che ciò comporta, Farage compreso.

Mircocima 09.11.16 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche il grande Beppe riesce a dire stronzate, quando gli gira male.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 09.11.16 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questa, elementare di Freccero qualcosa dice
http://www.raiplay.it/video/2016/11/Carlo-Freccero---Esperto-di-comunicazione-9e52f357-bd4c-4587-8558-b4af8176c505.html

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 09.11.16 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo individuo non ha niente a che fare con l'ONESTA individuale dei Pentastellati.I pecorai italianiche oggi sono laureati hanno più cultura di lui. Un fascista che il solo obbiettivo e' quello di legalizzare le sue dichiarazione del redditto, e creare una televisione da lui controllata. Che Dio ci protegga da questo forsennato Non mi risulta che i Pentastellati vadano in giro a prendere le donne Per i genitali, iinsultano anche il celo Pasquale. Distanziate vi da queso camaleonde. W 5 STELLE

Savio1 09.11.16 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,
io, dopo la vittoria di Trump, mi sento meno solo.
Lo speravo e ci credevo. Non per il Pannocchia in sé, ma per quello che rappresenta la sua vittoria:
uno schiaffo alla dittatura finanziaria delle grandi banche che alimentano crimini e misfatti in tutto il mondo, a cominciare dall'invenzione del mostro ISIS, nato in combutta con le monarchie sunnite che vogliono espandersi in tutto il Medioriente.

Pier 09.11.16 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto Trump. Come sarà questo nuovo presidente lo vedremo.
Quello che invece è già chiaro è il costante e crescente scollamento, dei sistemi al potere, tra favole e realtà.
I media hanno, via via, perso la loro credibilità. Le lingue marroni del giornalismo/comunicazione hanno la credibilità di un soldo bucato.
I sondaggisti passano da flop all’atro in modo sistematico. BREXIT _ELEZIONI USA.
Perché? E’ da tempo che il cosiddetto establishment parla solo con se stesso. Cosa più stupida oltre che grave, ascolta solo se stesso. Tanto è vero che potremmo definirlo “DESTABLISHMENT”; nuovo termine coniato allo scopo. Il divario tra coloro che si erano convinti di poter fare i loro porci comodi sulla pelle della gente, va di pari passo con il divario tra ricchi è poveri. Questo divario, negli ultimi venti anni è aumentato in maniera drammatica: 1% della popolazione detiene oltre il 50% della ricchezza. Questo trend non è stato ancora fermato. Basta vedere l’ultimo rapporto OXFAM.
Il cosiddetto ” DESTABLISHMENT” sta arrivando inesorabilmente alla frutta. Ormai nessuno crede più ai soloni (grosse sole) dell’economia. Nessuno ascolta più le lingue marroni, ormai identificate come lingue biforcute. In pratica tutti i pilastri, sui quali si è basato un sistema di democrazie “feudali”, si stanno sgretolando, Possiamo dire che: ERA L’ORA
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 09.11.16 15:09| 
 |
Rispondi al commento

endofthetime: Sono proprio i miliardari bancarottieri, avidi, evasori fiscali ed egoisti come Trump a creare la crisi, aiutati da Bill Clinton il quale abolendo la legge Glass Steagal ha permesso agli squali voraci della finanza, grazie alla globalizzazione, di portare alla miseria mezzo pianeta. La famiglia Clinton è legata a doppio filo alla finanza predatrice, e non a caso per favorire la Clinton i democratici al loro interno hanno fatto fuori con metodi discutibili l' unico candidato serio che poteva vincere le elezioni ovvero Bernie Sanders.Gli Americani nonostante la campagna mediatica terroristica in stile Brexit, sanno benissimo che devono gran parte delle loro disgrazie alla famiglia Clinton ed hanno votato di conseguenza. Quando si parla di bancarottieri avidi, occorre ricordare che i Clinton ci sono dentro fino al collo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bhà forse TRUMP, ha più affinità con la lega che con i 5 stelle, però il fatto che TUTTI son CONTRO DI LUI...mi ricorda NOI, che abbiamo tutti contro.
Insomma um pò di misto mare.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 09.11.16 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma che vuoi dire? che sei uguale a trump? chi ti capisce è bravo! ha raccolto il peggio dell'qamerica e tu dici che è una rivoluzione? ma se io ho votato il movimento non è certo per vedere uno che si farà i cazzi suoi con il compianto berlusconi

roberto gaglioti 09.11.16 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto Trump, ed è un bene che abbia vinto. Il personaggio per certi versi è discutibile (soprattutto per le sue posizioni sull'ambiente, contrarie alla riduzione dei CO2) ma rispetto all Clinton era l'unica scelta possibile. Il popolo americano non si è fatto ingannare da una armada coalizata di giornali, TV, falsi sondaggisti, opinionisti taroccati, lobbysti della finanza e di Wall Street, tutti coalizzati per indirizzare il voto su quella guerrafondaia malefica di nome Hillary Clinton. Il popolo americano non c'è cascato, e allo stesso modo on ci cascherà il popolo italiano quando si tratterà di dare un calcio in culo definitivo al PD! In questo Trump e il M5S sono identici, il post di Bebbe è al 100% condivisibile.

diego r., Roma Commentatore certificato 09.11.16 15:04| 
 |
Rispondi al commento

1\11\2016
" Trump vuole far tornare grande l'America, dobbiamo domandarci, 'cosa ha reso grande l'America?'. La risposta è semplice. L'America era grande non per quello che hanno fatto i nostri antenati, ma per quello che i nostri antenati erano. L'America fu fondata come una repubblica bianca e cristiana e come tale è divenuta grande"
Thomas Roob Gran Cavaliere del Ku Klux Klan

questa l'america profonda che appoggia Trump
cosa c'è da esultare?
bohhh magari prima o poi lo spiegherete agli elettori m5s ex di sinistra

beppe stufo, catania Commentatore certificato 09.11.16 14:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
premetto che detesto Trump e tutto ciò che gli esce dalla bocca. Nonostante questo capisco e condivido il tuo discorso ma come sempre verrà travisato e sicuramente solleverà un gran polverone sul nostro Movimento che verrà accomunato a Trump e ancora una volta tacciato di razzismo, ecc.... Conosco molte persone, soprattutto ex recidive del pd, che per anni hanno sputato sul M5s solo veleno, sciocchezze, ignoranza e luoghi comuni. Ora tante di loro noto che "ci osservano" in modo diverso, cominciano a fare VERE domande senza sottofondi ironici, alcuni cominciano palesi virate politiche, ma tanti, tanti sono ancora in bilico. Parlo soprattutto per questi ultimi e ti prego, nei tuoi discorsi rendi più chiare le distanze tra te, il nostro Movimento e Trump, fai in modo che sia chiaro anche a loro e a chi non vuole ancora capire, a chi ancora si attacca all'apparenza senza curarsi della sostanza. DOBBIAMO VINCERE. Grazie, con affetto e stima

Marina C., Udine Commentatore certificato 09.11.16 14:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voi trumpa'?

Er caciara ...... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brutta botta per i ladroni italiani , politici e non , stanno tremando per il loro futuro che probabilmente li porterà a dover lavorare per vivere o in galera .

vincenzodigiorgio 09.11.16 14:49| 
 |
Rispondi al commento

un'ipotesi:

tutto si puo' dire dei "poteri forti", di "coloro che tirano le fila", ma non che siano stupidi, anzi, al contrario. sono molto intelligenti e furbi.
quindi, avranno senz'altro capito che anche negli usa non ne vogliono piu' mezza dell'attuale "sistema". gli americani negli ultimi 15 anni hanno subito tanti e tali shock, 11 settembre, crisi finanziaria, e tutto quello che gli e' andato appresso, che non ne possono piu'. sarebbero disposti a votare il diavolo se gli desse un po' di speranza di cambiamento.

cosi', si inventano trump. che si presenta come l'"antisistema". e che, naturalmente, si guardano bene dall'appoggiarlo, anzi fanno credere di dargli addosso, che sia loro nemico. mentre invece la clinton mai si e' smarcata da loro, dai poteri forti, e questo e' strano. da una persona politicamente scafata, almeno qualche parola non dico contro,ma di smarcamento verso chi ha incasinato usa e mondo intero, ce lo si aspettava. invece niente. anzi, l'appoggio di questi poteri alla clinton veniva sbandierato da tutti i media. cosa anche questa strana. di solito, tirano a nascondere certi aiuti. oltretuttto la clinton veniva additata come la "continuazione" del "sistema". e lei accettava quel ruolo. un teatrino a perdere.
spesso in politica si usa questo sistema. approfittano cioe' della loro antipatia e astio che la gente nutre per loro, per far riversare, anche un po' alla cieca, i consensi alla controparte.
cosi', aggiungendo al voto di quelli che volevano cambiare, quello di coloro che parteggiavano per trump per motivi religiosi, politici e sociali, trump vince.

nella peggiore dell'ipotesi, comunque, cioe' la vittoria della clinton, sarebbero i "poteri forti", sarebbero caduti in piedi e comunque legittimati a continuare con la loro politica.

con trump sono comunque legittimati a fare e disfare come vogliono, visto come si e' presentato trump, cioe' quello capace di tutto e il suo contrario. e per come si e' presentato.

carlo 09.11.16 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Wikileaks ha avuto secondo me un ruolo fondamentale in queste elezioni: Assange si meriterebbe l'immunità a questo punto!
Saluti al nostro (lecchino) Ministro degli Esteri GENTILONI.....puverett!

http://www.maurizioblondet.it/povero-gentiloni-grande-popolo-americano

LOL! ^_^

Giovanni V. 09.11.16 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Con la destra prima o poi ci dovrai aver a che fare !
Tu che non giri nemmeno la testa a destra.
HAI CAPITO O NO !!!!!
Oppure metti la testa sottoterra e fai finta di vivere nel tuo mondo dove siamo tutti comunisti ( di questi tempi poi...).
Qui non c' e' ne dx ne sx, e francamente hai rotto un po' la quallera.

Roberto C., Parma Commentatore certificato 09.11.16 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Ora speriamo che si sveglino anche gli italiani . Qualsiasi cosa dica o facciano renzi e napolitano dobbiamo dire no ! La roccaforte americana dell'alta finanza sta traballando per fortuna , e grazie a Trump non avrà più l'appoggio del governo americano per destabilizzare il mondo .

vincenzodigiorgio 09.11.16 14:42| 
 |
Rispondi al commento

TRUMP non parla di partito, MA DI GRANDE MOVIMENTO POLITICO! A me ricorda tanto un altro grande movimento italiano : IL M5S! Grazie !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 09.11.16 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Hillary: "La prossima volta provo con gli 80 euro!"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

W Grillo sempre.

gennaro fu 09.11.16 14:38| 
 |
Rispondi al commento

"Se dovessi concorrere per diventare Presidente degli Stati Uniti lo farei con il partito Repubblicano. Hanno l'elettorato più stupido del paese. Credono a qualsiasi cosa Fox News dica loro. Potrei mentire sempre e loro continuerebbero ad abboccare. Scommetto che le mie percentuali sarebbero formidabili" (Donald Trump - Settimanale "People" - 1998).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...artro effetto dirompente de 'a faccenda, è 'a dimostrazzione lampante de n' fatto che fa veni' 'i brividi a tutti 'i leaders mondiali, 'na robba più sicura der Natale ar 25 de Dicembre e der Ferragosto ar 15 de Agosto: incontra' Babbeo, porta 'na sfiga pazzesca...(talis Papy, talis filium...)........

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.16 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Il Vaffa che dice trump ai media e giornalai e lobbisti e banchieri ecc. ecc. RICALCA quello di Bebbe e sarà al ns/ fortuna! Manderemo a casa renzi, l'adulatore di obama-clinton! GRANDE BEPPE E IL M5S!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 09.11.16 14:35| 
 |
Rispondi al commento

AleG
Quindi ricapitolando,qui ha vinto uno che è contrario alle fonti di energia rinnovabile e ha detto che si deve puntare sulle fonti fossili e smantellare l'Epa,uno che vuole costruire un muro contro gli immigrati,deportarne 2 milioni e punire col carcere i clandestini,ha vinto uno che è ferocemente antiabortista,è contrario ai diritti LGBT e ai matrimoni gay,è a favore della tortura contro i sospetti terroristi,vuole abolire la riforma sanitaria(l'Obamacare),è un bancarottiere ed evasore palesemente disonesto, uno che esprime apprezzamento per diversi leader autoritari in giro per il mondo,è ignorante come una capra,cosa che non depone molto a favore della realizzabilità dei suoi visionari progetti di rilancio economico né della sua capacità di gestire le complicatissime prove che gli si porranno davanti
Poi vado su internet,su facebook o sui blog,io con le mie scale di valori probabilmente semplici,e leggo che no,invece il problema è il politically correct e l'establishment, e gli attori holliwoodiani che sono ricchi e non capiscono i problemi della disuguaglianza(mentre invece Trump sul suo aereo privato poverino soffre i morsi della crisi),i media mainstream che sono cattivissimi e hanno mostrificato uno che esprime tutto quello che ho scritto sopra, ecc Tutto ok, basta che me lo ricordi, la prossima volta che leggerò i vostri commenti in tema di laicità,diritti civili,razzismo,onestà nella politica,ambiente,autoritarismo,destra e sinistra.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non vedo (e spero) nessuna somiglianza tra il movimento 5 stelle e trump in tema di uguaglianza sociale, ambiente, infrastrutture, legalità.
cerchiamo di non seguire le mode!!


Una gigantesca pernacchia ai giornalisti, sondaggisti, manipilatori e affini. Andate AFFANCULO! E ci metto in prima fila i giornalai nostrani, e in particolare quelli del servizio pubblico, trasformato in macchina di propaganda al servizio dei cialtroni di turno con lauti stipendi che neanche il presidente degli Stati Uniti.. Posso darvi un consiglio ? Preparate la vostra exit strategy ne avrete bisogno!

Steve 09.11.16 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Due considerazioni:

1.Beppe Grillo ed il suo M5Stelle hanno poco e niente in comune con Trump ed il partito che rappresenta,infatti nel post non si esulta per la vittoria di "Panocchia" ma per la sconfitta dei media mainstream nordamericani.

2. I media tradizionali italiani sono la fotocopia di quelli made in USA:stessa disonestà intellettuale,stesso gioco sporco,stessa arroganza.

maurizio a.t. 09.11.16 14:28| 
 |
Rispondi al commento

secondo logica, se i sondaggi li danno tutti e due vicini al 50%, dovrebbe vincere Trump...in quanto una parte di persone dichiarerebbe di votare clinton..ma in realtà vota Trump

Eposmail. ,,, ; 08.11.16 13:42

**********************************************************************************************

questa è stata la mia previsione in risposta ad un commentatore che dava la Clinto vincente, dato che il destino era già stato scritto...secondo lui.


Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 09.11.16 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...e pensate a Babbeo, che è annato a lecca' er deretano de Barack sicuro che 'a sora Ilaria Crinton, poi, j'avrebbe fatto ponti d'oro; mo' se ritrova daccapo a dove' lecca' er culo pure a Donald: 'na vita infame.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.16 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Michael Moore diceva a luglio:
“Mi dispiace dover essere ambasciatore di cattive notizie, ma sono stato chiaro l'estate scorsa quando vi ho detto che Donald Trump sarebbe stato il candidato repubblicano alla presidenza. Ed ora vi porto notizie ancora più terribili e sconfortanti: Donald J. Trump vincerà a Novembre. Questo miserabile, ignorante, pericoloso pagliaccio part-time, e sociopatico a tempo pieno, sarà il nostro prossimo presidente. Presidente Trump. Forza, pronunciate queste parole perché le ripeterete per i prossimi quattro anni: "PRESIDENTE TRUMP".
In vita mia non ho mai desiderato così tanto essere smentito.”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Sebastiano-Il furore libertario
Questa America che non accetta diminuzioni di libertà ne ha piene le tasche delle idiozie del politicamente corretto e di una donna come la Clinton che ha innescato le principali crisi internazionali come gli orrori della Libia o la nascita dell'ISIS e ha responsabilità primarie nella guerra di Siria,nella crisi Ucraina e nel sostegno dato dall'Occidente ai fascisti di Kiev.Se la guerra in Siria e Iraq si è di fatto conclusa (annientamento dell'ISIS,Siria alla Russia,Iraq agli USA e trionfo sui due fronti dell'Iran)con Hillary alla presidenza la prossima frontiera militare sarebbe stata l'Ucraina e un attacco di fatto alla Russia muovendo dalle frontiere ucraine,baltiche e georgiane. Un incubo molto più vicino a noi della povera Siria
L'America non sa nulla ma capisce che se qualcosa di orrendo è successo qualcuno deve pagare.Non si fida di Clinton e dei suoi rapporti con le banche,col mondo delle finanza,con la CIA e col Dipartimento di stato.Non gliene frega nulla se Trump è rozzo,volgare,ignorante:Reagan era forse un baronetto? Vuole un presidente che non si nasconda,che la smetta con le sciocchezze del politicamente corretto,questo orrendo perbenismo puritano che si ammanta di rispetti formali per nascondere tragedie reali.Preferisce un presidente sboccato e puttaniere al pacioso sorriso di chi parla di libertà e manda i caccia a bombardare la Libia o fornisce armi all'ISIS. Il 'furore libertario' americano si è ribellato alla CIA e ai propositi guerrafondai della Clinton puntando tutta la sua attenzione sul presente americano,l'evidente degrado in troppi stati,la miseria non risolta perché la lotta al terrorismo islamico sarebbe una priorità.Ci hanno creduto con il criminale di guerra Bush.Ora non ci crede più nessuno.Meglio il rozzo,istintivo, schematico,brutale Trump.Meglio l'ignoranza di uno che ti parla in faccia piuttosto che i giochini ucraini e libici della Clinton.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TI VOGLIO BENE,BEPPE......A MR.TRUMP,AUGURI DI BUON LAVORO!!!!!

ANNA PONISIO Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Il Nobel per la Pace, ha detto al bomba, che lui è per i SI.
Speriamo che c'azzecchi come per la Clinton.

AntòAvenza 09.11.16 14:12| 
 |
Rispondi al commento

---------------------------------------------------------evidentemente, i media hanoo omesso di raccontare ad esempio che gli operai negli USA non hanno avuto 1 dollaro in piu' di paga dagli anni novanta?
Forse non hanno detto che il reddito medio basso dal 2000 si e' abbasato del 40% ?
Chissa' - se l'avessro raccontato
l'effetto sorpresa non ci sarebbe stato
chissa'

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 09.11.16 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La TV nostrana e le sue oche starnazzanti

Le inviate della RAI in America, che l'altro si capisce chiaramente che non sanno l'Inglese, ci hanno proclamato piu volte con voce stridula e gracchiante che la Clinton avrebbe vinto le presidenziali Americane. Mai un serio servizio serio su Trump eccetto gossip su donne toccate o baciate dal nuovo presidente. Servizi fatti intervistando vecchie signore con non più di due
o tre parole. Un servizio pietoso e un'altra figura indecente della RAI.

fabio terzi 09.11.16 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’America rimane un Paese ben diverso da tutti gli altri, le contraddizioni della loro democrazia sono enormi rispetto a quelle che abbiamo noi in Europa. Lì c’è chi vive solo per fare soldi, che per loro significa spendere la propria vita degnamente, ma ci sono anche tanti poveri, alla faccia del sogno americano. Da loro c’è chi entra armato in una scuola e fa un’ecatombe, hanno la polizia che ammazza a casaccio, la società multirazziale più contraddittoria del mondo, alcool, droga e hamburger per tutti e bandiere a stelle e strisce grandi come palazzi. Obama ha detto che domani il sole si alzerà ugualmente sulla nazione più potente del mondo. C’è una cosa in cui l’America ci somiglia, chi guida il Paese non dice mai la verità.

Franco Mas 09.11.16 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Brucia sistema, brucia. E pensa che la molotov te la sei lanciata da solo.

Marcello G., Milano Commentatore certificato 09.11.16 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Alla faccia der sondaggio
hanno eletto Trump er gaggio
e mo' chi l'ha dileggiato
se ne sta tutto abbacchiato

li giornali e le tv
li cantanti e l'attoroni
co' l' amici della Clinton
stanno fori dai cojioni

E ce sta un limite a tutto
poi esse er peggio farabutto
ma nun ciai capito gnente
se vòi pia' per culo a gente

Il governo nostro cazzaro
non eletto pallonaro
da un paese de cartone
cia' piato 'no schiaffone

Questo inzegni un po' quarcosa
sondaggisti e giornalari
sapientoni dei big data
sete tutti dei somari

Chi fa communicazzione
è passato da cojone
nun te serve più er famoso
quanno er popolo è ringhioso

Che de chiacchiere la gente
nun ce fa proprio più niente
ce n'ha avute in abbondanza
e nun ce s'empie la panza

e te dice: sai che faro'?
T'arisponno sempre NO.

A L., roma Commentatore certificato 09.11.16 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una bella mazzata alle banche di Wall Street, alle TV e alle multinazionali....insomma alla massoneria giudaica (vedi Rothshild) che è dietro alla globalizzazione e alle guerre!
I sondaggi (e direi anche i giornali di regime) dovrebbbero essere aboliti, visto che non ci azzeccano quasi mai (vedi Brexit)!
Gli americani sono meno stupidi di quanto pensassi, ma là il web ha un gran peso a differenza che da noi!
Ad ogni modo per Trump non sarà facile governare perché ha tutti contro, per cui al primo errore gli salteranno tutti addosso.
Direi una situazione simile ai grillini in Italia (vedi il tanto rumore per nulla sul caso Raggi a Roma).

Giovanni V. 09.11.16 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Gianni
Trump avrà un parlamento del tutto dalla sua parte, camera e senato a maggioranza repubblicana. Le poche riforme fatte da Obama avranno vita breve. Non oso pensare alla politica estera.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Non c è nulla di nuovo,nessun evento inaspettato nell elezione di Trump...lui è un magnate...un altro rappresentante in prima linea dei poteri e delle lobby che manovrato la politica statunitense...forse più di quanto lo sarebbe stata la stessa Clinton.
Oggi non si distingue nulla di sostanziale in questi governi di partito che non rappresentano più alcun principio e ideale. Per queste ragioni la grande massa onesta-oppressa dei delusi, rappresentata dai ceti medi è da molto tempo davanti, o alla scelta di non votare, o di cambiare il suo voto..... Ed ecco il fenomeno Trump... Qui di seguito ho voluto mettere l intervista in merito di Noam Chomsky, che ancora una volta fa luce sulle cose...
http://www.linkiesta.it/it/article/2016/03/03/il-fenomeno-trump-spiegato-da-chomsky-e-lamerica-impoverita/29466/


In un colpo solo la pancia della gente ha spazzato via media e sondaggi
Malessere e paura hanno avuto la meglio su fiducia e speranza
Un paese che non è cambiato abbastanza da combattere la povertà, da aumentare la sicurezza del futuro, da ascoltare i bisogni dei più poveri, da saper fare reali progetti di pace, da mettere freni alla finanza esasperata, da risolvere le gravissime piaghe sociali
Hanno governato seminando l'odio e allevando la paura, ora odio e paura li travolgeranno perché sono bestie fuori controllo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Il Bomba ha portato sfiga anche alla Clinton...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Signori ha vinto un ESTREMISTA con la convinzione dell'onnipotenza per i suoi dollari e oggi gli hanno conclamato l'onnipotenza terrena. Non avremo positività, l'Europa non avrà benefici da questa elezione, l'americano in se ha nel DNA ha il germe del guerrafondaio e questo eletto a capo è il RE dei guerrafondai, questo distruggerà il delicatissimo equilibrio già cagionevole del Medio Oriente, metterà allerta Putin già inc...to di suo, mentre all'Europa impartirà ORDINI Militari... (siamo alleati). Noi faremo parte delle contromisure contro l'immigrazione di massa, avremo da mandare militari chissà dove e non ci resta che dire Signorsì... La situazione nostra è grave, ma nella difficoltà e l'imminente coinvolgimento sarebbe da dire STOP, defilarsi dall'Europa, ritornare alla nostra economia con la nostra moneta riprendendoci la sovranità monetaria e riscrivendo le leggi per concentrarsi ad attuare le nostre uniche risorse: TURISMO, AGRICOLTURA, COMMERCIO DEL MADE IN ITALY, piuttosto che distruggerli. Questa è la mia medicina....

sebastiano b., catania Commentatore certificato 09.11.16 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto, è scomparso Beppe Severgnini. Il giornalista auto-incoronatosi massimo esperto di Stati Uniti in Italia non parla e non scrive sui social da almeno 12 ore. L'ultimo, tragico segnale di vita su Twitter risale alla sera dell'8 novembre: "Forza America: stanotte non sei sola a ballare nel buio", scriveva citando Bruce Springsteen e la sua Dancing in the dark tanto cara anche a Hillary Clinton. E invece ha vinto il Babau Donald Trump e l'incubo dello zazzeruto Beppe è diventato realtà. Risultato: lo immaginiamo immobile sul sofà, all'ottantaseiesimo bicchierone di caffè lunghissimo e rigorosamente amaro. E dopo aver preso atto del fallimento politico e morale, chiudere gli occhi, spegnere lo smartphone e accendere l'iPod. Nelle cuffie ancora Springsteen, con Darkness on the edge of town in costante loop. Anche se l'oscurità è soprattutto nel cuore ferito della povera penna del Corriere della Sera e negli esterrefatti radical-chic d'Italia.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Armeno, adesso 'o sapemo, chi ce metterà er piede sur collo pe' 'i prossimi quattro anni...(ne 'a vita, servono certezze.....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.16 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oracolo

"Esiste la possibilità che vinca Donald Trump? Sì, ma è statisticamente molto remota". Così scriveva Gad Lerner sul suo blog, poche ore prima del clamoroso risultato delle elezioni americane. Lungimiranza, umiltà, prudenza: insomma, un concentrato di puro succo di Gad.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto Trump. Alla faccia degli opinionisti!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Per caso qualcuno sa dirmi di quanto si è accorciata la fila davanti la bocca della cantante Madonna ? E sappiatemi anche dire se per caso nella disperazione quelli del Si, stanno organizzando qualcosa di simile con le loro adepte più famose e carine. GRZ.

Fasog Gi 09.11.16 13:45| 
 |
Rispondi al commento

E il prossimo presidente sarà nero, musulmano e coi capelli arancioni

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Ti prego minorato morale, fai due complimenti a Dario Arrigoni, che cosi' ce lo levi dai coglioni.

Roberto C., Parma Commentatore certificato 09.11.16 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Non ho seguito la campagna americana di cui mi frega poco.
Ma a naso, preferisco un bischero di campagna a un Clan famigliare.
Che sia di destra o sinistra.
Bush, e Kennedy, questi ultimi in modo leggermente diverso ma altrettanto nepotistico, insegnano...

Massimo Trento (orbo e semisordo), Belluno Commentatore certificato 09.11.16 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Impareggiabile visione delle facce di Zucconi e C.giornalisti nostrani dei miei stivali.'L'America profonda ecc...',castronerie per chi ci crede. E' la middle class ha spazzato via d'un colpo un establishment criminoso. 'I più grandi crimini nel mondo sono commessi non da persone che infrangono le regole, ma da persone che seguono le regole'.(cit).

mirella consol 09.11.16 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Scommetto che tutti i quaquaraqua' che disprezzavano trump improvvisamente cambieranno opinione e casacca e bandiera e ci verrano a dire di quanto è bravo e bello e intelligente e utile il suddetto e quanto era inadatta incapace inconcludente e pericolosa la Clinton
Il primo e il solito zuccone sedicente esperto di cose americane e che regolarmente non ci azzecca una mazza

Giovanni. Russo, SA Commentatore certificato 09.11.16 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, più che il Vaffa di Trump, per me si tratta di un Vaffa degli americani che non ne possono più.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Le giravolte dei nostri giornalisti per incensare Trump sono vomitevoli
ma immaginate quelle dei giornalisti americani!
Mai la distanza tra la cricca dei politici-giornalisti-sondaggisti e la massa è stata così grande
Praticamente due mondi che nemmeno si conoscono


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente non vedo nessuna analogia tra Trump ed il Movimento 5 Stelle. Purtroppo non credo sia una trasposizione mediatica la stupidità, la rozzaggine ed il razzismo di Trump. Trump, ai miei occhi pare più la trasposizione americana del fenomeno Berlusconi. Il ricco uomo della provvidenza, incapace di risolvere niente, e pieno di se, con la piccola differenza che a questo megalomane con il riporto, hanno dato una valigetta con il bottone per spegnere il mondo. L'analisi, che ai miei modestissimi occhi sembra così chiara, è che l'establishment è stato così ottuso da credere che si poteva rispondere ancora una volta con gli spot, con il politically correct, con la solita politica del compromesso, del continuiamo avanti così,all'incazzatura di ampi strati della società, a questo disagio profondo, al senso di abbandono in cui abbiamo lasciato milioni di persone. Queste persone chiedono di cambiare, lo gridano, si fondono agli imbecilli autentici (alla Salvini) pur di rovesciare il tavolo dove da troppo tempo sono in pochi a mangiare nella quiete e nel tepore delle loro case (alla Scalfari).
Il Movimento è un altra cosa, è democrazia, non un uomo della provvidenza, è ricostruire il nostro senso di comunità, non ergere muri fregandosene di chi soffre, è l'attenzione a chi è rimasto indietro, non l'ognuno pensi a se di Trump.

Ivan Solinas, Scandicci Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 13:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando le sinistre governano male, cioè sempre, la razione dei cittadini è quella di votare dalla parte oppposta. Ce ne vuole, passano decenni, ma cadono i muri e cambiano i voti.

Il bel Presidente abbronzato, con il sorriso a 78 denti, non ha mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale e la culona inguardabile da gli occhi cattivi, non ha convinto, dato che lo stile Clinton era già noto agli americani. Lo stile delle stagiste collocate sotto i tavolini.

E dunque Trump, nonostante attori e cantanti americani e non ci abbiamo messo la faccia per sostenere la Clintessa, ha trionfato.

Gli americani hanno votato per il male minore.

Dalle mie parti gli ex comunisti e i piddioti, sono preoccupati e propinano scenari oscuri di guerre con tanto di missili e bombe atomiche....

Staremo a vedere.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al di là di Trump, persona dal mio punto di vista discutibile , è interessante prendere atto che l'umanità sceglie il male minore , ovvero chi non fa parte delle istituzioni tradizionalmente sostenute dai centri di potere ! Questo è il focus , il popolo è sovrano .
Io voto no

Amalia Francesca riso 09.11.16 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Dove si è già visto un miliardario , put****ere, col parrucchino.. Mumble mumble...
Primi!!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 09.11.16 13:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe. Il video è certamente bellissimo, anche per l'energia e l'entusiasmo che ci hai messo. Ne condivido molti punti, soprattutto il paragone tra la voglia di cambiamento degli americani e quella del Movimento, anche se noi, in effetti, siamo abbastanza diversi da Trump, e grazie a Dio, né tu né i nostri ragazzi hanno mai detto le cose che ha detto lui. Comunque concordo sulla tua previsione che Trump diventerà anche lui un "moderato", uniformandosi anche lui al sistema (forse, per certi aspetti, sarà un bene?). Finora condivido del tutto il tuo post di ieri, in cui hai parlato di Trump e della Clinton come di uno sdoppiamento di "Mister B." in grande stile e come due uccisori del sogno americano. Però, ti ripeto, vorrei tanto ricredermi e condividere l'entusiasmo che molti nostri iscritti hanno ora per Trump. Lo spero davvero per il bene dell'umanità, perché, finora, spero di aver torto, ma non vedo all'orizzonte scenari molto confortanti...

Gaetano S., Aversa Commentatore certificato 09.11.16 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Ad essere obiettivi ora Trump dovrebbe dichiarare che votare SI al referendum sarebbe dannoso per l'UE ,per L'Italia e per gli USA!
Vuoi vedere che per i Pidioti sarebbe indebita ingerenza!
Attendo con trepidazione una dichiarazione in merito del nuovo presidente USA!
Ce ne sono ancora rospi in giro?
Perchè sembra che i nostri pennivendoli li abbiano ingoiati tutti dalle 03.oo di oggi!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 09.11.16 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Again!

¡¡¡Hola egregio Beppe Grillo✰✰✰✰✰ & p.c. Blok ... paziente!!!

L'ESTABLISHMENT CI COPIA MEGLIO DI UNA STAMPANTE 3D!

La grande caratteristica statunitense - orfana di genitori in terra pellerossa - è stata e sarà
divorare, fagocitare, digerire, ruminare tutte le bellissime innovazioni rivoluzionarie
della gente per farne "carne da macello" su scala industriale;
un immenso quadro di Andy Warhol dove al posto dei fagioli Campbell's
ci ritroveremo "l'Oltre" firmato su miliardi di scatolette di tonno tutte uguali... per pietà
non chiedeteci di aprirle tutte!

Non chiedeteci di aprirle tutte perchè proporrete al popolo di perpetuare cocciutamente lo stesso
clichè capitalista ovvero la ripetizione di un'azione chiamata in origine "progresso occidentale".

Quindi il trumpensiero sarà sfruttare la sincera innovazione lanciata
dal Movimento Cinque Stelle e da movimenti minori nel mondo
per fecondare (ancora una volta) "il sogno americano" in cui la disperazione
potrà trovare la propria rivincita su una pubblicità a led nella fifth avenue.

Soldi, dollars, power e poveri.

Saludos.


Rollo Tommasi
Eh niente, dopo Nibali, la Pellegrino, la Brexit e la sonda Schiapparelli Renzi ha bruciato anche la Clinton..

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:25| 
 |
Rispondi al commento

una cosa mi dispiace:

che della voglia di cambiamento della gente, forte, appassionata, decisa, profonda, del "vaffanculo", ne approfittino persone come trump, berlusconi o renzi. oltre al danno la beffa.

vediamo trump come si comporta. e' tutto da decifrare.

carlo 09.11.16 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Il voltagabanna del 99% dei giornalisti italiani è talmente pietoso che sono tutti disposti a giurare che Trump è la nipote di Mubarak.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Il terremoto politico generato dalle elezioni americane, è solo la prima grande crepa in un sistema globale malato, destinato a subirne ben altre, anche di riflesso in una Europa afflitta dalla stessa patologia.
Leggendo le prime reazioni, Stupisce …lo stupore: le travi della casa globale sono marce da tempo, tutti lo sapevano e lo sanno, ma nessuno ha mai pensato a trovare il modo di ripararle. Anzi molti di coloro che ora si stracciano le vesti ne sono stati indirettamente complici. Probabilmente continueranno ad esserlo.

Il conformismo mediatico, il declino delle ideologie, l’aumento esponenziale del divario tra ricchi e poveri, l’impoverimento del ceto medio la profonda crisi dei valori etici e democratici sono solo alcuni dei tarli che hanno minato la struttura di un sistema capitalistico mutato, in questi ultimi anni, Moloch in un finanziario diretto da lobby e poteri forti, cui anche Obama ha dovuto inchinarsi.
Non dovrebbe stupire affatto dunque che i cittadini, privati di ogni diritto, depredati, trattati per anni come pecore, si stiano ribellando e che la rabbia montante rischi, in tutti i paesi, di portarci , ovunque verso una deriva a destra.

In Italia, fortunatamente abbiamo un modello politico alternativo assai diverso. Teniamocelo dunque ben stretto ed anzi pensiamo a migliorarlo, ad esportarlo invece di cercare ( lo dico ai tanti media asserviti al potere)di delegittimarlo ogni giorno. Un cambiamento possibile, fondato sul ritorno al senso ed ai valori della comunità, sulla democrazia diretta e partecipata, sul tentativo di ridare voce ai cittadini a quella economia reale oggi profondamente in crisi, a tutti coloro che passivamente in questi anni hanno sostenuto e delegato la direzione del paese a pifferai che di quel sistema malato sono stati burattinai e burattini.

Angelo M., Bergamo Commentatore certificato 09.11.16 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME I BIMBI COL LATTE ALLE LABBRA
Piangete, voi perenni bambocci perché avete le strade spianate dai vostri corrotti politici. Cominciate ad avere la tremarella voi che come il fratello del ministro Alfano, si laureano quarantenni e senza neanche saperlo, vincono concorsi da dirigenti generali. Voi che nelle università nostrane, tra le ultime al mondo per resa scientifica e didattica, avete carriere fulminanti. Voi che al contempo siete poeti, scrittori doc, attori RAI, pittori (incompresi), opinionisti ante litteram, musicisti rock, vitelloni alla Nembo Kid. Voi attricette da quattro soldi intervistate di giorno e di notte. Tremate, voi nullità viventi. All’apparir del vero, tu misera cadesti…

Giuseppe C. Budetta 09.11.16 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!!! Esattamente questi intellettuali, questi giornalai non li calcola più nessuno. Sono al servizio della grande finanza mondiale e il popolo lo ha capito! Grande m5s precursore dei tempi...

massimo f., milanosudest Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Il Paese è stato spaccato da una propaganda feroce e indiscriminata
Ma si parla degli USA o dell'Italia?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Credo che il M5S non metta insieme SOLO i disadattati ed i falliti. Semmai anche questi. Il concetto è espresso male e si presta a facile strumentalizzazione-denigrazione. Manca un "anche" che dia il senso voluto al discorso nel suo insieme ma che mi pare indispensabile.

farncesco 09.11.16 13:15| 
 |
Rispondi al commento

La Germania è incazzata , la vittoria di Trump è per lei un brutto segnale , la sua posizione dominante in Europa rischia seriamente di ridimensionarsi . Il disinteresse relativo alle questioni europee di Trump darà un colpo tosto alla struttura europea creata dall'alta finanza . I movimenti contrari a questa Europa cresceranno irresistibilmente fino a cacciare i servi del dollaro e a ripristinare la democrazia e la libertà ! Per Napolitano ci sarà il pensionamento , finalmente , per Junker le cantine lussemburghesi e la Merkel vedrà aprirsi un futuro radioso da casalinga .

vincenzodigiorgio 09.11.16 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto Trump, la pannocchia. Sconfitta di tutti i sondaggisti.
I sondaggi non sono strumenti per informare la massa
sono strumenti per manipolare la massa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:14| 
 |
Rispondi al commento

che il "sistema" sia marcio e fa schifo a tutti, sono d'accordo, ormai consideriamolo "lapalissiano", indiscutibile. ma siamo sicuri che trump e' "il verso giusto ,che è quello della spiritualità,della solidarietà,della giustizia,dell'equità sociale"?
da come si e' presentato non mi sembra.

a parte le speranze e la voglia di cambiamento, in fondo, se le cose peggioreranno, non si puo' dire che "non l'aveva detto".
sai come dicono: "ero stato chiaro, anche i media lo riportavano tutti i giorni, non si puo' dire che mi sono nascosto, mi avete votato lo stesso, mo' s' cazzi vostri".

vediamo cosa succede. a questo punto puo' succedere di tutto. nel bene e nel male.

carlo 09.11.16 13:09| 
 |
Rispondi al commento

USA: La più brutta democrazia del mondo. Più di 2.250.000 persone in prigione. 726 galeotti ogni 100.000 abitanti, uno ogni 138 americani: il record mondiale d’imprigionamento. 50 guerre sparse sul pianeta. Multinazionali che fanno la disgrazia dell'Occidente. Un neoliberismo assassino. Più di 1/3 del Paese non riesce a far fonte ai bisogni quotidiani. Le spese quotidiane sono aumentate del 14% in 10
anni, dal 2004 al 2014, ma il reddito medio delle famiglie è diminuito del 13 %. 1/3 degli americani non ha risorse sufficienti per arrivare a fine mese. Costante e crescente impoverimento della classe media americana.Il 51% dei lavoratori americani guadagna meno di 30mila dollari l'anno, mentre il 28% guadagna addirittura meno di 20mila dollari. Dieci anni fa, gli americani che riuscivano a far fronte a tutte le spese potevano mediamente contare su un residuo attivo di 1500 dollari l'anno. Dieci anni dopo, quegli stessi americani si trovano un passivo di 2300 dollari. La ricchezza della classe media americana è crollata del 20% in dieci anni, tendenza che ha fatto crollare gli USA al 19° posto nella classifica mondiale per ricchezza media. 20 super-super-super ricchi possiedono più denaro (pariamo di 732miliardi di dollari stimati) di quanti non ne possiedono i 152milioni di americani più poveri. Un ultimo dato: il 48,8% dei giovani sotto i 25 anni vive ancora in famiglia, con i genitori, per mancanza di mezzi e opportunità. Il sogno americano è finito da un pezzo.Aggiungiamoci un intero anno della più brutta campagna elettorale mai vista con i candidati peggiori

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il credo semplicemente che l'informazione é controllata e che gli americani non sono ne più intelligenti ne più stupidi degli altri.

Da loro internet é molto più usato e l'informazione dei midia non puo fare il lavaggio del cervello come a noi italiani.

Se lo hanno votato contro tutti i girnalisti ... I saggi ... Gli economisti .... Forse é meglio di quello che pensiamo!

antonio vegliante 09.11.16 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione Beppe, al cento per cento, e vedrai che adesso come riassunto a quanto hai detto ed scritto, i Media diranno che il pensiero del Movimento e paragonabile al pensiero di Trump. Bisogna mettere in risalto, per chi non lo sappia, quanto è lontano il M5S, tanto i suoi programmi come la sua filosofia, dal pensiero e soprattutto dai programmi di Trump. Lasciamo a Salvini le similitudini con Trump.

Maria Y., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Ha vinto un estremista....
e anche l'America è spaccata in due
che ci vuoi fare? è la democrazia.
Oggi più di ieri è Meglio l'Europa unita

Mauro Magni 09.11.16 12:54| 
 |
Rispondi al commento

che vuoi dire Grillo, che tu sei come Trump?! C'è un limite alla provocazione e non lo devi superare. Trump, per la fortuna di tutti, non è affatto nè come te nè come i 5 stelle, Trump è, come capisce chiunque, il Berlusconi d'America. Quel Paese, e con esso il Mondo, è condannato a rifare il cammino disastroso che abbiamo percorso quì. Ma la tua che è anche la mia generazione con questo ha chiuso: finiti gli ideali che vedevano negli ultimi qualcuno da difendere: io dovrei difendere chi vota un razzista e sessista? Io sono uno di sinistra senza se e senza ma e sono un 5 stelle, fino ad oggi convintamente. Attento, tu sei il leader, non farti prendere la mano dalla fretta di arrivare il potere, non fare come Berlinguer. Beppe io ti voglio bene, ma stavolta non hai capito niente: il popolo dobbiamo ancora conquistarlo, dentro, il voto di protesta è solo temporaneo. Magari continuerà, anzi con questi presupposti...ma il movimento non è basato sulla protesta ma sui contenuti, e non sono i contenuti di Trump; o no?!

umberto maggetti 09.11.16 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chi si tingerà per primo i capelli di arancione? Renzi o Berlusconi?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 12:53| 
 |
Rispondi al commento

io ho sentito la radio e giornalisti comentavano che era tutto merito loro se aveva vinto Tramp e io mi sono scassato dalle risate .. ora tocca all'eM:M prenderla al culo insieme ai suoi sostenitori e sarà orgasmo all'enesima potenza 18 CONTRO..82

emanuele s., Pachino Commentatore certificato 09.11.16 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Trump

certo ha vinto la democrazia, come in Italia quando fu eletto silviuccio nostro

poi il tempo dirà se gli americani hanno avuto ragione

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 09.11.16 12:49| 
 |
Rispondi al commento

LE MIE CONDOGLIANZE ALLE FEMEN...

MERLO DEMETRIO 09.11.16 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Allora due sono le cose: o la TV serve e allora perché non ci facciamo una TV tutta nostra sostenuta dai contributi volontari; o la TV non serve ancazzo e allora perché andate nelle TV degli altri per essere visti da qualche imbecille che ancora le vede?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 12:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.meetup.com/…/Meetup-Controllo-…/events/234563197/
Trump presidente Usa: le sfide in politica estera
Dagli accordi di libero commercio come il TTIP e il NAFTA alla nuova guerra fredda combattuta a colpi di hacker e di battaglie sul campo nel Donbass, Medioriente, la lotta ai cambiamenti climatici che potrebbero provocare, nei prossimi decenni, epocali migrazioni umane verso le zone temperate del pianeta.
1) LA NUOVA GUERRA FREDDA
Europa e la Russia, Cina.
2) PACIFICARE IL MEDIORIENTE IN FIAMME,Iran,Arabia sudita, Iraq, Siria, Cina,
Nord Africa...
3) RIDEFINIRE I COMPITI DELLA NATO
4) NUOVE REGOLE PER L'ECONOMIA E LA FINANZA GLOBALE
5) LA CONQUISTA DELLO SPAZIO
Per continuare a esercitare una funzione di leadership globale l'America ha bisogno ancora dell'Europa.
m5stelleumbria@gmail.com

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 09.11.16 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe a conferma di ciò che dici, RadioUno nel Tg delle 11,30 comunicava che il tuo post era "critico" nei confronti di Trump !!!!!????? E chiamatela informazione........

Gaetano Silvestro 09.11.16 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Frandiben
L'idea che ho adesso delle agenzie di sondaggi è quella di grosse stanze in cui ci sono impiegati che lanciano monetine.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 12:37| 
 |
Rispondi al commento

gli americani hanno scelto di votare il cambio di rotta.

e il loro voto si puo' tradurre con un basta al "nuovo ordine mondiale", "illuminati", "sionismo rotschild", etcetcetcetc.....e tutto quello che si portano dietro.

ma se trump fosse anche lui l'espressione di queste forze? in fondo lui si e' mostrato in due modi: che e' per il cambio di rotta, soprattutto per la maggior cura delle classi medie e medio basse, ma anche come l'espressione massima del militarismo e del conservartorismo piu' becero.

e se "chi tira le fila", con queste elezioni, avesse voluto fare la subdola domanda agli americani, nascondendola in una speranza di cambiamento, e approfittando che due potevano essere solo le possibilita' di scelta: volete mantenere lo status quo' in modo blando e "dolce", o volete che il "nostro" progetto vada definitivamente a compimento usando senza tanti scrupoli i mezzi a disposizione?

vediamo cosa succede. possibile tutto.

ricordo che renzi prometteva la "rottamazione". e tanti speravano nella rottamazione di sprechi, privilegi, corruzione, mafie etcetc. invece poi ha rottamato i suoi nemici politici, articolo 18 etcetc., alleandosi con chi si sperava che rottamasse.

in fondo la "rottamazione" l'ha fatta, dice lui.
e' gente furba che parla con lingua biforcuta.

carlo 09.11.16 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Pirata21
Con questa sconfitta la Clinton potrebbe chiudere la sua carriera politica. Se proprio vogliamo trovare un lato positivo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 12:35| 
 |
Rispondi al commento

“Ma sono quelli che osano, gli ostinati, i barbari, che porteranno avanti il mondo. E noi siamo barbari!”

@ Beppe,

da ostinata insisto affinché il M5S -osi- essere se stesso.
Un Movimento veramente leaderless - orizzontale senza capi né padroni, qualsiasi nome abbiano.

-Osi- attivare la Piattaforma “uno spazio dove veramente ognuno conta uno” così da –osare- una vera Testimonianza del rivoluzionario metodo e-democracy anti delega con cui una Comunità di -barbari- può –osare- auto governarsi Direttamente, ognuno contando uno.

Buongiorno

Pimpa Poppy Commentatore certificato 09.11.16 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Murcielago: Come si dice in americano: "Se questo Trump vuole diventare presidente che si candidi. E vediamo quanti voti prende!" ?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 12:33| 
 |
Rispondi al commento

El_gae: Trump diventa presidente USA ed improvvisamente i miliardi per trovare vita su Marte non mi sembrano più così sprecati

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 12:32| 
 |
Rispondi al commento

ma levatemi dai coglioni il depravato di sotto!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 09.11.16 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe, è esattamente come dici tù. I sondaggisti americani hanno clamorosamente sbagliato perchè non hanno il polso del "popolo" che non sono i grandi manager di new york o di los angeles, ma i piccoli imprenditori e il ceto medio americano che ha detto basta alla politica basata sul potere delle lobby. Sebbene nè trump nè la clinton piacessero è stato scelto chi ha deciso di cambiare di riuninire una nazione sotto la bandiera a stelle e striscie di dare a tutti la possibilità di crederci e di sentirsi liberi e protetti...mi vedo l'ebetino questa mattina che si aggirava disperato per le stanze del palazzo,pensando al suo MITO distrutto da una valanga di voti che hanno detto NO a un sistema e che sono solo l'avvisaglia di quello che succederà tra poco in Italia e poi in Francia, dove noi POPULISTI, DEMAGOGHI etc etc rialziamo la testa per il bene nostro e dei nostri figli e non PIù per "FAR DEL BENE" alla corruzione delle lobby, dei politici snguisuga e della banche disoneste.
Caro EBETINO mettiti sul comodino la tua foto ricordo con Obama perchè ti rimarrà solo questo e quando tornerai in USA (se ci tornerai) non sarai più premier ma un semplice italiano che dovrà passare come tutti per il varco IMMIGRATION... Ci siamo è la svolta #iovotono #riprendiamocilanostralibertà #fierodiesserepopulista

marcello gasperoni 09.11.16 12:31| 
 |
Rispondi al commento

Notturnoconcertante: Pronto il ricorso di Hillary all'Alta Corte inglese.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 12:29| 
 |
Rispondi al commento

ok per il vaffa ai media ..
ma per il resto..
da uno che si è vantato di aver eluso centinaia di milioni di dollari di tasse ..

non credo che abbia qualcosa da dire per il progresso del pianeta ...

per me questa storia assomiglia all'Ascesa di Berlusconi in Italia

per una volta gli USA ci hanno copiato ..in peggio

forse al prossimo giro copieranno anche il M5S ...

sarebbe bello !

P.S.
per l'Italia è un bene , potremo vantarci di non aver avuto il presidente più penoso della storia ..
ora c'è Trump ..
se vinceva Hillary vincevano il premio per il più falso.

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.11.16 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La differenza, mi sembra, è che Trump si è rivolto a quella che viene definita la "pancia" del Paese. mentre il M5S cerca di parlare ai cervelli. Se poi molti ne sono sprovvisti...

roberto montaldo 09.11.16 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe stavolta ti ho fregato sul tempo. L'ho scritto io per primo del Vaffa di Trump. Esattamente erano circa le 7.30 del mattino quando su FB ho scritto : "Contro tutto e contro tutti il più grande "Vaffa" del pianeta fino ad ora spetta a Trump.
Il prossimo spero proprio che sia quello di Beppe Grillo !"

Clark R., Palermo Commentatore certificato 09.11.16 12:27| 
 |
Rispondi al commento

edelman: Elezioni Usa, si è avverato lo scenario peggiore: ha vinto uno dei due.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.11.16 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fiano,PD,l'altro ieri ha dichiarato con una sicurezza leopoldiana:vincerà Hillary,come se fosse una sua cara amica.
Dai Fiano dichiara che il vincerà il Si al referendum,fai un favore alla nazione e levati presto dai co....

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 12:25| 
 |
Rispondi al commento

La vittoria di Trump ha provocato un mezzo infarto a tutti (o quasi) i giornalisti, il nuovo che avanza li atterrisce perché è un brutto segnale soprattutto per loro da sempre abbracciati a sistemi inamovibili. Dubito che segnaleranno positivamente la vittoria di Trump, sarebbe come auspicare un trapasso generazionale anche per Italia. Stiano sereni, piano piano, ma arriviamo.

Franco Mas 09.11.16 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Hanno un pensiero vecchio.

Enore D. Commentatore certificato 09.11.16 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Gli americani sono meno fessi degli italiani . Hanno capito che la Clinton non è altro che l'ennesima marionetta al servizio dell'alta finanza guerrafondaia , che sia di destra o di sinistra non ha importanza perchè la democratica Hillary ha seguito gli ordini di chi sta sopra tutti , al centro , seduti su montagne d'oro o montagne di cadaveri , fate voi è la stessa cosa . Mettere la Nato al confine russo , squartare il medio-oriente , ideare e usare l'isis , destabilizzare l'Europa , rompere i co...ni a tutto il mondo agli americani avveduti non sta bene più ! Trump , in questo senso , è una garanzia di stabilità e indipendenza dalle massonerie criminali che se la sono certamente legata al dito , e questo mi preoccupa .

vincenzodigiorgio 09.11.16 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Solo Trump e Eisenhouwer hanno avuto la maggioranza sia alla Camera che al Senato quindi un potere assoluto che speriamo venga usato per il bene dell'umanità. Trump non è stato un politico quindi speriamo che continui a vivere e a conoscere i problemi mondiali per cercare di risolverli.

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 09.11.16 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Almeno oggi si vede meno in TV Renzusconi & Co. , che bello vedere invece i loro servi e vassalli spalmarsi la Preparazione H a piene mani.

Fasog Gi 09.11.16 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe guarda che il Donald Trump italiano non sei tu ma sono Matteo Salvini, Roberto Fiore Di Forza Nuova e Di Stefano di Casa Pound, laciatelo dire da chi ha votato M5S alle politiche ed alle europee ma adesso vota Lega Nord. Tanti cari saluti

Francesco Zani 09.11.16 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vittoria di trump è la giusta risposta a un sistema corrotto, quel che dovrebbe accadere anche da noi.
Non sapevo che il soprannome di Trump fosse pannocchia...alora Beppe cos'è, mocio infeltrito? Oppure si può sempre dire che avere i capelli neri è come avere in testa i peli di altre parti del corpo...
Mi raccomando,al al referendum, tutti a votare NO!

Alex 09.11.16 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono super convinto che Donald Trump "diventerà" un moderato. E farà molto meglio dei Clinton e di tutti i suoi predecessori.
E' amico di Vladimir Putin.
Non è un guerrafondaio come la Clinton.
Farà bene.
Gli elettori USA hanno veramente sfanculato Obama, Clinton & C.

Paolo r., Padova Commentatore certificato 09.11.16 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Oggi in tanti si "stracciano" le vesti perché ha vinto Trump. Trump il sessista, razzista ecc... quello che ha tutti contro, la stampa, il mondo economico, le Lobby, gli intellettuali, gli stessi repubblicani, persino Bush, e già questo ci dovrebbe far riflettere. Trump ha atteggiamenti sessisti, ok, e non mi piace, ma la Clinton per le donne cosa ha fatto? Non per le donne americane, ma per quelle delle zone controllate dall'Isis, quelle torturate e violentate ogni giorno, uccise, perché durante l'amministrazione Obama - il già compianto e mitizzato Obama - si è deciso di addestrare e armare ribelli per rovesciare Assad, nella speranza che ubbidissero ai diktat Usa. Per la Clinton, parole sue, una guerra senza senso, che ha provocato centinaia di migliaia di morti, è il prezzo da pagare per la "stabilità" in quella sfortunata zona del mondo. E a proposito di razzismo, Trump anche da questo punto di vista non è che brilli di tolleranza. Ma è più razzista uno che nel suo Paese propone il pugno di ferro contro clandestini e immigrati ecc... o una che ritiene giusto andare in un altro Paese e armare ribelli che causano morte e distruzione con la pretesa di decidere chi quel Paese lo deve governare? E chi dei due causa il danno maggiore? E poi c'è la Russia e questo ci riguarda tutti: preferiamo una candidata democratica che vuole continuare ad inasprire il conflitto con Putin o un candidato repubblicano che ritiene opportuno un riavvicinamento per garantire sicurezza e stabilità al mondo intero? Sono solo domande per riflettere, a me Trump non piace, ma non mi piacciono neanche i due pesi e le due misure di questa campagna elettorale.

Valeria Bellagamba 09.11.16 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vabbe' che i popoli sudamericani amano er mais,tanto da considerallo 'n dio...ma,chiama' Donald pannocchia...me pare 'na bestemmia...

Buongiorno!!

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.11.16 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

finalmente..!!!!!.basta ponti con l'africa. ..culanderia ..islam...fancazzisti...e compagnuzzi..su le maniche e rimettiamo a posto il paese

mario magnani 09.11.16 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici 5 stelle il risultato delle elezioni USA è il coraggio di un popolo che vuole cambiare!

Gli Italiani lo hanno questo coraggio??...

GIUSEPPE MIRABITO 09.11.16 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Matteo R. da buon suddito ci metterà meno di un secondo nel passare da Clinton a Trump

marta flavia r. 09.11.16 12:05| 
 |
Rispondi al commento

una cosa e' certa: sia pure senza l'agggressivita' alla bush-thathcer-reagan, lo status quo' da finanza speculativa, globalizzazione schienante, deregulation, multinazionali, guerre, trattati internazionali-trappola etcetc., con la clinton sarebbe continuato. casomai con qualche pannicello caldo, ma la direzione non sarebbe comunque cambiata.

in trump e nella sua elezione vedo due anime: la prima e' quella che i media ci hanno mostrato, sessismo, xenofobia, lobby delle armi, militarizzazione, pugno duro etcetc.
l'altra e' un cambio radicale, un no verso quello status quo', un'esigenza di una maqggior cura per le classi medie e medio basse, e minor peso in campo internazionale, un farsi di piu' i fatti propri.

ora, bisogna vedere quale delle due anime e' quella vera. sia di trump sia di chi l'ha votato.

una cosa e' certa: che della situazione attuale ne hanno tutti piene le balle. la risposta bisogna vedere qual'e'. cambiare e' sacrosanto ma bisogna vedere in quale direzione. perche' lo star male puo' portare a chiudersi in modo paranoico, e la paranoia non e' mai stata una buona consigliera. la paura malata, che va oltre quindi il giusto e sacrosanto timore, porta a fascismo, prevaricazione, fanatismo etcetc.
chiudersi si, ma sempre con chiarezza e senza farsi falsi nemici, il piu' delle volte di comodo, vigliaccamente. cosa che porta poi a non contrastare i veri nemici, ottenendo cosi' un peggioramento della situazione. alla quale oltretutto si aggiunge un velo di follia di cui non ne abbiamo bisogno.

vediamo cosa succede. se ci aspetta un qualcosa di simile all'11 settembre, ricominciando la giostra, o al cambiamento di rotta che tutti ci auspichiamo.

una cosa e' ceta: che della situazione attuale non ne vuole mezza nessuno. ma soprattutto in questi momenti va mantenuta la calma e il sangue freddo, senza cercare presunte "facili" soluzioni.

anche perche' e' proprio in questi momenti che spuntano i "fenomeni" pericolosi.

carlo 09.11.16 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Dopo Brexit, Trumpexit, ora tocca al ns NOexit, mandiamoli a casa.
Nel frattempo M5S proponga che l'Italia cessi immediatamente l'embargo dei ns prodotti alla Russia, l'economia deve ripartire!

Fasog Gi 09.11.16 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Il vaffa*** va dato anche ai sondaggi (e sondaggisti). Credo che una chiromante con la palla di cristallo è più attendibile :-)

E Comunque a parte tutto, ormai nulla è più come prima. E queste elezioni americane per certi aspetti lo dimostrano.

demetrio r., Firenze Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 09.11.16 12:03| 
 |