Il Blog delle Stelle
#IoNonHoPaura

#IoNonHoPaura

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 34

di MoVimento 5 Stelle

Arriva “l’artiglieria pesante”. Il Financial Times profetizza che con la vittoria del ‘No’ al referendum del 4 dicembre "fino a otto banche italiane in difficoltà saranno a rischio fallimento". Tutto ciò è veramente singolare. Pensare che a destabilizzare possa essere la vittoria del No, quando dalla parte del ‘Sì’ ci sono il Governo e i partiti che hanno azzerato quattro banche, massacrando 130mila risparmiatori, e che hanno accettato e sdoganato il principio destabilizzante del bail-in, vero spauracchio della stabilità bancaria in Italia. Come può garantire stabilità, persino agli occhi di certi potentati economici e finanziari, un governo che si fa bocciare dalla Consulta quelle stesse riforme che per gli osservatori internazionali sono ritenute fondamentali?

Peraltro i mercati, che tendenzialmente anticipano gli eventi, in queste settimane stanno già scontando quella che considerano una probabile vittoria del No. Anche oggi si parla di crollo della borsa. Ma è un semplice motivo tecnico, per il quale si rivelerà solo una bolla di sapone la presunta catastrofe che viene tratteggiata in queste ore di fronte a una sacrosanta affermazione di sovranità da parte dei cittadini.

Infine ci devono spiegare una cosa: ma com’è possibile che la Costituzione che abbiamo da 68 anni, che ci ha accompagnato per tutto il ‘boom economico’, con cui abbiamo vissuto in pace fino a ieri, improvvisamente diventa fonte di grande instabilità politica e finanziaria?

Non cascateci, portate amici e parenti a votare ‘No’ domenica prossima. Solo così saremo padroni in casa nostra.

TUTTE LE TAPPE DEL TRENO TOUR #IODICONO

DOMANI

TOSCANA

17:00

LIVORNO
P.za XX Settembre

LIGURIA

20:00

LA SPEZIA
Piazza Cavour (Piazza Mercato)

30/11/2016

EMILIA ROMAGNA

17:00

REGGIO EMILIA
P.za Martiri 7 Luglio

20:00

PIACENZA
Piazza Sant'Antonino

1/12/2016

PIEMONTE

17:00

ALESSANDRIA
Giardini Pubblici - Corso Crimea 67

LIGURIA

20:00

GENOVA
Piazza Matteotti

2/12/2016

LIGURIA

11:00

SAVONA

PIEMONTE

17:00

TORINO
Piazza San Carlo

SCOPRI IL SITO IODICONO.IT



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

28 Nov 2016, 16:30 | Scrivi | Commenti (34) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 34


Tags: financial timed, iodicono, iononhopaura, m5s, no, referendum

Commenti

 

Ciao

Caro pubblica, se avete bisogno di prestito senza pagamento anticipato, contattare rapida questa mail; claudejiliet7@gmail.com


va voi aiutate come il mio anche aiuta: claudejiliet7@gmail.com

franckline dupose, molise Commentatore certificato 01.12.16 08:56| 
 |
Rispondi al commento

il prolema delle banche italiane sono i loro dirigenti cialtroni ladroni con la loro pochezza manageriale nominati dalla partitocrazia e dai governi che si sono succeduti in questi decenni , la politica parassitaria dei partiti prima hanno spolpato l'industria negli anni 90 poi sono passati alle banche , vedi l'esempio monte dei paschi di siena , nessuna ancora ha capito le vere rgioni della brexit , io credo che i britannici nella loro lungimiranza hanno capito che l'euro e l'ue hanno dei grandi problemi tecnico-bancari e in previsione di questo si sono immunizzati dalla valanga di merda che prima o poi arriverà in zona euro , le banche italiane sono il primo campanello d'allarme della dissoluzione bancaria europea in atto , se si verificherà molto probabilmente investirà la zona euro alla fine del 2016 - inizio 2017 , infatti draghi sta cercando una soluzione con la gran bretagna per capire quali sono le vere intenzioni e con quali modalità gli inglesi ne vorranno uscire , è come se draghi chiedesse aiuto al regno unito per limitare i danni e mettersi al riparo dalla merda che nel prossimo futuro immediato arriverà , le banche italiane grazje alla cupidigia dei partiti e a i suoi governi cialtroni e ladri ovviamente sono le più esposte e l'effetto a catena che ne consegue e molto pericoloso per la bce, lo scenario nel breve è prevedibile,speculazione finanziaria nei confronti di chi è più debole , le banche italiane , amen .

fabio bagnoli 29.11.16 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non dobbiamo avere paura, un intero Stato non può essere ricattato dai mercati...si deve cambiare tutto. Lo Stato non può essere ricattabile.
Il liberismo e la globalizzazione hanno portato tutto questo!
Andiamo a votare NO!

dario 29.11.16 09:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao
Sono Virginia LUGO Cusinière in Canada.
Ero pronto per la ricerca è stato di 2 anni ho avuto la mia banca rifiuta.
Ho visitato questo prestito sito bando tra particolare grave in tutto il mondo e ho vissuto una meravigliosa signora di nome Mrs. Anissa Kherallah di nazionalità francese che aiuta ogni persona che vive nel

Il Portogallo, Francia, Martinica, Guadalupa, Riunione, Nuova Caledonia, Honolulu, Polinesia e altri da fare prestiti, e mi ha dato un prestito di 20.000 € che devo pagare indietro oltre 15 anni con un interesse molto bassi e Sabato mattina ho ricevuto il denaro senza protocollo. Hai bisogno di credito personale, la vostra banca si rifiuta di dare prestito, non guardare più è meglio.
Ecco la sua e-mail: developpement.aide@gmail.com

LUGO VIRGINIE Commentatore certificato 29.11.16 05:25| 
 |
Rispondi al commento

Il F.T. non avra' alcun peso su questo referendom. Chi lo segue e gli da credito avrebbe comunque votato SI. Mentre la cosa che dimostra la sciatteria, l'incapacità e la collusione della nostra classe politica col sistema bancario è suo comprtamento nei confronti dello stesso. E' ormai cosa nota che il sistema BANCA UNIVERSALE sia all'origine dei disastri bancari degli ultimi anni. Alcune nazioni, sicuramente più avvedute della nostra, quali UK, Germania e Francia, hanno cominciato, fin dal 2012, a proporre, inserire e applicare modifiche che mirano a riportare il sistema bancario alla separazione netta tra BANCHE COMMERCIALI E BANCHE D’AFFARI. Ovviamente il sistema bancario si è opposto e continua ad opporsi a questo ritorno sulla retta via. Ma i governi che hanno un minimo di senso dello stato, continuano, giustamente, a perseguire questi indirizzi. In Italia? Le banche sono nel marasma, questo è sotto gli occhi di tutti. Di rivedere la separazione tra banche commerciali e banche d'affari nemmeno si parla. Fa piacere scoprire che siamo sempre un passo avanti, nel negativo, rispetto agli altri.
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 29.11.16 02:31| 
 |
Rispondi al commento

karo nostro minkj.oncello, al secolo hillaro renzotto, è facile fare camapagna elettorale con i cordoni della borsa in mano, Ti piace vincere facile? promettendo tutto quello che poi non manterrai! Possibile che nessuno denunci 'sto rifiuto inumano per voto di scambio?
Più palese di così !!!!!!!!!!!!!!
Solo un popolo di rinko lo ha potuto permettere, un popolo che NON merita la democrazia che ha!
La prima riforma dopo la vittoria del 'sì'
sarà .. l'abolizione delle votazioni!
E la sudditanza totale ai kravattari dell'ue!
5 -10 o 30 anni governati da fantocci e burattini .. trilaterali, che cambia?
Saremo la nuova colonia dell'europa del sud
e dell'africa del nord!! Contemporaneamente!!
Cose che solo la povera itaglia riesce a fare!
Un recente dato forse sfuggito a tutti - ma è un anteprima di sicura valenza, la visita di juncker in trentino, quel trentino che nella nuova figura del senato conterrà ben 4 rappresentanti (su 100!), bene, non è stato suonato l'inno italiko, già, tanto tra un po' verrà abolito!! E l'alto adige finalmente verra riconnesso all'austria; scommettiamo che sarà il prezzo per tenere a bada la destra austriaca che a breve vincerà le elezioni e tenterà di lasciare l'euro zona?
Poveri nostri padri e nonni crepati inutilmente in guerra per far arrikkire un manipolo di bastardi rinnegati che sta svendendo il proprio paese!

romaniko 28.11.16 23:59| 
 |
Rispondi al commento

Variazione da inizio anno
mps -86%
bpi -81
bpm -69
ubi -68
ma il problema e' il referendum naturalmente.
Le banche salteranno comunque (ma per € e bail in) ma dare la colpa al referendum sara' un buon alibi

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 28.11.16 20:16| 
 |
Rispondi al commento

quando governerà il M5S, si cercheranno i colpevoli..e pagheranno!
hasta M5S siempre!

pasquino 28.11.16 19:58| 
 |
Rispondi al commento

E' un ricatto? Si, è un ricatto, un po' stupido, ma è un ricatto, un tentativo fallimentare di ricatto.
Le banche che purtroppo devono fallire sono già state state depredate dall'establishment.
Spero che il nuovo governo, conseguenza delle elezioni obbligate a seguito del NO, creino i presupposti affinché i banchieri, che hanno causato perdite per ingordigia o incapacità, rendano, attraverso ciò che non hanno potuto esportare, tutto quello che hanno guadagnato ILLECITAMENTE.

Vittorio A., 28073 Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 28.11.16 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Non bisogna perdere la pazienza , dobbiamo credere nella nostra costituzione. Parola mia.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 28.11.16 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Vi chiedo ,di non pubblicare più, cosa dicono i giornali.Si sta parlando di un'informazione obsoleta,di parte ,fatta da persone, per lo più "corrotte",come quelle che stanno giorno e notte osannando.Quando poi,si parla della RAI,non si può dire(solo) che è schierata con il cazzaro,ma, che è di loro proprietà .Vorrei sentire anche, lo specchio cosa gli dice, alla bindelberg, maggioni ed al paggetto campo..della leopolda, quando si specchiano al mattino.IL 5 dicembre cominceremo a fare qualche...conto,con questi portatori di "democrazia" a senso ..unico.IO VOTO NO

Canzio R. Commentatore certificato 28.11.16 19:21| 
 |
Rispondi al commento

ANCHE I BAMBINI LO SANNO
un bimbo amichetto di atletica di mio figlio:
"mio padre a detto che se vince il SI semu cunsumati" è troppo bella AH AH AH... rimarrà negli annali

Flavio S., Messina Commentatore certificato 28.11.16 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Allora due sono le cose: o la TV serve e allora perché non ci facciamo una TV tutta nostra sostenuta dai contributi volontari; o la TV non serve ancazzo e allora perché andate nelle TV degli altri per essere visti da qualche imbecille che ancora le vede?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.11.16 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pervaso da nausea e rabbia profonda per lo sconcertante spettacolo di radio e tv ( a cominciare dalla rai) vergognosamente e spudoratamente schierate a favore di "faccia di bronzo".
A questo livello, cose mai viste!

albino c., GIARDINI NAXOS Commentatore certificato 28.11.16 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Con la vittoria del NO andrà tutto per il meglio xchè sapremo dimostrare che siamo una nazione che vuole crescere.
Non abbiamo paura dei poteri forti!

Un grande esempio di coraggio ci è stato dato da Virginia Raggi con il suo NO alle
olimpiadi e alle sue critiche xi soldi, dei cittadini ,sperperati nella costruzione della NUVOLA di Roma.
I Romani l'hanno votata xchè vogliono onestà.

Giu le mani dalla nostra costituzione.

Io voto NO
Io voto M5S

Marina V., sanmartinoinstrada Commentatore certificato 28.11.16 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Che strano: la settimanale l'Economist annuncia favorevole al no anche perché consegna l'Italia ai finanzieri e a uno che vorrebbe diventare dittatore, mentre Financial Times teme il crollo delle banche italiane (stranamente nelle mani dei - finanzieri e il pseudo dittatore!).

Diane Ghirardo 28.11.16 18:17| 
 |
Rispondi al commento

sono tutte menzogne sono gli amici del bomba che vogliono spaventare le persone bisogna votare no per risistemare l italia per levare questa classe di faccendieri che ci hanno portato alla miseria

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 28.11.16 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo Mi raccomando sorvegliate lo spoglio dei voti all'estero. Grande rischio di brogli....

paolo manetti 28.11.16 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Ultime sparate a tutto campo...Per creare il panico tra la popolazione e risparmiatori,...ad una settimana dal Referendum...

Giornalismo d'ufficio....

"RenSì" and company bay...bay...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 28.11.16 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Il vero rischio è il commissariamento dalla UE, il Sì serve per arrivarci prima e spolparci meglio. Contro il disastro ed il tradimento Renzusconi, votiamo NO.

Fasog Gi 28.11.16 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno del Financial Times ci dice quali banche italiane non sono state salvate dall'Italia negli ultimi 100 anni? Tutte, banchieri compresi e, per giunta, per primi.
A prescinere dal fatto che non c'è da fidarsi di chi fa previsioni interessate, se qualche banchiere venisse messo in galera non mi dispiacerebbe per niente. Direi che era ora.

giorgio peruffo Commentatore certificato 28.11.16 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente non mi lascerò sfuggire l'occasione di sferrare una solenne pedata a questi cialtroni ignoranti, con la speranza che vengano allontanati definitivamente dalla gestione della cosa pubblica. NO, NO e ancora NO!!

Steve 28.11.16 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Ribadisco solo il pensiero del segretario di stato americano J.F.Dulles (anni '50 ) "Ci sono due modi per conquistare una nazione :uno è quello di assoggettarne la popolazione con le armi ,l'altro di assoggettarne l'economia mediante mezzi finanziari "Un terzo lo suggerisco io , limitazioni della democrazia e sovranità nazionale ,smantellando il tessuto di conquiste sociali ottenute con decenni di aspre lotte ,travestendo il tutto in un cavallo di Troia .DEBITO PUBBLICO DA RESTITUIRE 2250 MILIARDI di euro .Gli strozzini ci vogliono bene e fanno di tutto per tenerci in vita

franco tommaso adiletta, roma Commentatore certificato 28.11.16 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi paraculo hanno fatto bene ad andarsene dall'europa.
Credono di sapere tutto, ma si sono informati bene da mr. Bomba che le nostre banche sono una roccia, come dice lui?.....o no?...😨

giovanni f. 28.11.16 16:36| 
 |
Rispondi al commento

I volti puliti di Di Maio, Di Battista, Appendino e tanti altri amici sono più forti di qualsiasi artiglieria pensante. Mostrate i loro volti e non avremo bisogno di nessuna contraerea! Per la mia piccolissima parte anche per un solo NO in più che posso portare al voto lo farò,convinto più che mai.

Matteo L., Milano Commentatore certificato 28.11.16 16:30| 
 |
Rispondi al commento

ma... succede anche a D.B. o solo a quelle italiane??? ^_^

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 28.11.16 16:29| 
 |
Rispondi al commento

La finanza internazionale ha preso la cattiva abitudine di guidare i governi o almeno di condizionali a suo vantaggio. Cio a causa della generale caduta di autorevolezza e di credibilità di tutti i sistemi democratici. Non tengono però conto dei popoli che sono arcistufi sia dei governi solo formalmente democratici sia della finanza internazionale che ha già fatto troppi danni e troppi soldi.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.11.16 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Il Financial Times fa un clamoroso autogol: rischio fallimenti a catena per l'esito di un referendum ? Ma allora quello che il Governo dice da anni è FALSO ( le nostre banche non hanno nessun problema, il sistema finanziario è solido etc. etc.).
Grazie al FT per averlo messo nero su bianco.
Qualunque sia l'esito del referendum il risanamento/salvataggio delle banche italiane sarà doloroso e molto dispendioso per l'intera collettività.

Marc R. Commentatore certificato 28.11.16 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori