Il Blog delle Stelle
L'Economist stronca la riforma di Renzi e Verdini e dice NO #iodicono

L'Economist stronca la riforma di Renzi e Verdini e dice NO #iodicono

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 159

fonte - articolo originale de The Economist

L'Economist si schiera senza senza se e senza ma per il No al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. La posizione viene espressa in un editoriale a corredo di un articolo sulla situazione politica italiana nel nuovo numero in uscita. "Questo giornale ritiene che gli italiani dovrebbero votare no" - scrive l'Economist spiegando che "la modifica alla costituzione promossa da Renzi non affronta il problema principale, cioè la riluttanza dell'Italia a fare le riforme". Inoltre, sottolinea il giornale, "le dimissioni di Renzi non sarebbero la catastrofe che molti in Europa temono" e gli italiani e l'errore principale è stato commesso dal premier che ha "creato la crisi collegando il futuro del governo al test sbagliato". "Gli italiani - prosegue l'Economist - non avrebbero dovuto essere ricattati" e il presidente del Consiglio "avrebbe fatto meglio a battersi per migliori riforme strutturali".

TUTTE LE TAPPE DEL TRENO TOUR #IODICONO

OGGI

SARDEGNA

11:30

SASSARI
Hotel G. Deledda, viale Dante 46

17:30

CAGLIARI
Piazza del Carmine

25/11/2016

ABRUZZO

18:00

L'AQUILA
Villa Comunale Via Michele Iacobucci
Parco del Castello

26/11/2016

UMBRIA

11:00

TERNI
P.za Solferino

LAZIO

14:00

ROMA
Piazzale San Paolo (fuori le mura)

27/11/2016

UMBRIA

10:30

ORVIETO
P.za della Repubblica

TOSCANA

17:00

AREZZO
P.za San Francesco

20:30

FIRENZE
Piazza Strozzi

29/11/2016

TOSCANA

17:00

LIVORNO
P.za XX Settembre

LIGURIA

20:00

LA SPEZIA
Piazza Cavour (Piazza Mercato)

30/11/2016

EMILIA ROMAGNA

17:00

REGGIO EMILIA
P.za Martiri 7 Luglio

20:00

PIACENZA
Piazza Sant'Antonino

1/12/2016

PIEMONTE

17:00

ALESSANDRIA
Giardini Pubblici - Corso Crimea 67

LIGURIA

20:00

GENOVA
Piazza Matteotti

2/12/2016

LIGURIA

11:00

SAVONA

PIEMONTE

17:00

TORINO
Piazza San Carlo

SCOPRI IL SITO IODICONO.IT



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

24 Nov 2016, 18:06 | Scrivi | Commenti (159) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 159


Tags: costituzione, Economist, MoVimento 5 Stelle, referendum, referendum costituzionale, Renzi, riforma, riforma costituzionale, Verdini

Commenti

 

So che in questi giorni siamo tutti concentrati sul 4 dicembre.. ma volevo lasciare un appunto sulle ultime notizie diffuse da Buzzfeed e riprese da Huffingtonpost su presunte bufale "orchestrate" dal M5S. Buzzfeed è proprietà di MarkMonitor Inc che a sua volta è sponsorizzata da JP Morgan. Ora si comincia a capire il disegno che c'è dietro a questo genere di articoli! Buon referendun a tutti.

Alberto R., Saronno Commentatore certificato 30.11.16 02:23| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno


se avete bisogno di prestito, senza pagamento anticipato, contattarli su quest'indirizzo; claudejiliet7@gmail.com

kaleb méchane, roma Commentatore certificato 28.11.16 09:33| 
 |
Rispondi al commento

ciao

hanno appena ricevuto un prestito di 50.000 euro sul mio conto senza pagare nessun spese in anticipo.


Allora se avete bisogno di finanziamento io presi di contattarvi il prestatore su questa mail; claudejiliet7@gmail.com

rodrigue juan, molise Commentatore certificato 26.11.16 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera Sono Virginia LUGO Cusinière in Canada.
Ero pronto per la ricerca è stato di 2 anni ho avuto la mia banca rifiuta.
Ho visitato questo prestito sito bando tra particolare grave in tutto il mondo e ho vissuto una meravigliosa signora di nome Mrs. Anissa Kherallah di nazionalità francese che aiuta ogni persona che vive nel Il Portogallo, Francia, Martinica, Guadalupa , Reunion, Nuova Caledonia, Honolulu, Polinesia e altri da fare prestiti, e mi ha dato un prestito di 20.000 € che devo pagare indietro oltre 15 anni con un interesse molto bassi e questa mattina ho ricevuto il denaro senza protocollo. Hai bisogno di credito personale, la vostra banca si rifiuta di dare prestito, non guardare più è meglio.
Ecco la sua e-mail: developpement.aide@gmail.com

LUGO VIRGINIE Commentatore certificato 26.11.16 15:51| 
 |
Rispondi al commento


Ciao

PS: SENZA PAGAMENTO PRIMA DI RICEVERE IL VOSTRO PRESTITO?

Ringrazio dio di avere messo sul mio cammino del signor CLAUDE, questa prestatrice non è come gli altri. Grazia ha essa io hanno ricevuto un prestito di 80.000 dollari oggi a 08:15 cronometra. Sono a lungo stato fregare ma per questa volta CI ho avuto ciò che volevo. Allora mio fratello e sorella se riceverete questo messaggio allora siete salvati. Se avete bisogno di prestito o d'investimento nel vostro progetto. vi consiglio di contattare questo signore che mi ha fatto certamente questa mail: claudejiliet7@gmail.com

marie gonzalo, toscana Commentatore certificato 26.11.16 08:52| 
 |
Rispondi al commento

PERSONALMENTE DI QUELLO CHE SCRIVONO SU QUEL GIORNALE....."" ME NE SBATTO ""!!! QUELLA E' GENTE CHE NON HA MAI PARLATO A FAVORE DELL'ITALIA, ANZI QUANDO LA POSSONO ""AFFONDARE "" LO FANNO CON SOMMO PIACERE!!! DETTO QUESTO IO VOTERO' " NO " !!

mario bianchini, roma Commentatore certificato 25.11.16 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente l'Economist ne ha imbroccata una giusta. Se l'hanno capita anche gli inglesi perché' non dovrebbero capirla gli italiani?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 25.11.16 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Se l'Econ0mist . . .
Se l'Economist (anche Agnelli??) cambia cavallo e passa al NO una ragione ci deve essere.
Pensateci un pochinino.

marcello giappichelli 25.11.16 10:54| 
 |
Rispondi al commento

se il governo renzi cade, faranno un governo o di transizione, cioe' che si limita a traghettare la nazione fino al voto, cioe' non fara' niente, oppure uno che continuera' a percorrere la strada di qeusto che abbiamo gia'. questo perche' se ci sono soggetti nell'attuale parlamento che hanno a cuore veramente la situazione italiana, sono cosi' sparpagliati e cosi' pochi che non potranno avere una maggioranza per formare un governo nuovo.

il quadro puo' cambiare se il m5s si mette in gioco. se accetta il ruolo che dovrebbe avere, di catalizzatore delle energie migliori del parlamento.

e sono convinto che in ogni schieramento ci sono persone con le quali poter iniziare il cammino e formare un governo. nel pd. andando a pescare nei transfughi del m5s, perlopiu' entrati in lotta di collisione col m5s per la volotna' di tenersi fuori dai giochi che contano, nella lega, la stessa meloni mi sembra una con cui poter trovare molti punti di incontro.

e la meloni si porta dietro almeno un'altra decina di parlamentari.

poi ci sono possibili opportunisti, utili comunque a fare numero e gli schiacciabottoni.
punti d'incontro? quelli che si possono trovare, i condivisibili. senza accettare imposizioni, e senza voler imporre quello che non puo' (non vuole) essere recepito dagli altri.

uscendo fuori dal discorso do ut des, fammi fare questa legge e io ti faccio fare quest'altra, ma rimanendo "solo" sul condivisibile, l'accettato da tutti nei fatti, non naturalmente solo nei titoli.

pochi punti, chiari.

e il cambiamento ha inizio. perche' una cosa fatta bene e' potente, ha la forza di 10 cose negative. ha il potere di smuovere, di pulire, di ridare quel nuovo senso di marci che tutti auspichiam, che tutti i cittadini italiani auspicano.

fidarsi di se stessi, ragionare, mente lucida, ripulita di slogan e preconcetti, sicuri, decisi, onesti, corretti, educati e senza tante paranoie.

carlo 25.11.16 10:54| 
 |
Rispondi al commento

IL NO DELLA FATTORIA
(di Nicola Ambrosino)
Ambaraba' cici' coco'
tre civette disser: "NO"
e volevano votare
un bel Sì, da boicottare,
ma poi una ci pensò
e convinse le altre al NO!
Pur la figlia del fattore,
anche lei, dopo due ore,
disse: "forse, ma, però...
e pur lei poi scrisse NO!
La gallina, birichina,
sol, solinga, la mattina,
disse: "Il Sì è un gran bel guaio..."
votò NO, tutto il pollaio!
Le caprette, poverette,
dal pastore al Sì, costrette,
disser: "NO"...a quel "Caprone"...
d'ignorante, del padrone!
Solo i porci, nel porcile,
disser "Sì", nel loro stile;
la risposta fu banale:
"Votò Sì...solo il maiale!".

emanuele salemi 25.11.16 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Sempre sulla 7 a pizza pulita ieri sera Da milano ha detto che il M5s...si sta modificando come marti...è la realtà dalla rete al territorio.
Questo mi ha fatto veramente incazzare...ci state rompendo il cazzo con Il Capo e adesso per i Probiviri.
Ma pezzi di merda..ci minacciate con il vostri regolamenti del cazzo perchè non siamo strutturati"giuridicamente" secondo il vostro interesse partitico,impedendoci di partecipare alle elezioni perchè non abbiamo un congresso,perchè non abbiamo un capo,perchè non abbiamo un organo decisionale ecc..... ma andate a fare in culoooooo!
Noi abbiamo una Rete e purtroppo dobbiamo adeguarci ai vostri merdosi regolamenti altrimenti saremo tagliati fuori dalla lotta politica.
Ma piano piano arriviamo,nonostante poniate sempre trabocchetti sul nostro cammino.
La gente si sta svegliando e stanno capendo.
Avanti siamo sulla strada giusta.

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.16 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Già nel 2005/2006 la famosa revisione o riforma della costituzione,pur essendo stata votata con maggioranza assoluta dalle due Camere,fu porta al verdetto popolare con referendum che la bocciò.Si pensi che era pure migliore dell'attuale.Il 61% degli italiani si oppose.
Ora mi chiedo come è possibile,nonostante tutte le le azioni alla vanna marchi,possa passare questa?
Se poi andiamo ad analizzare i comportamenti antidemocratici dei promotori del SI....dico è facile pensare alla vittoria del NO!
A questo punto dopo il 5 Dicembre credo che il regime abbia già un piano per cambiare i musicanti ma con lo stesso spartito..infatti in TV cominciano a parlare di possibili papabili a PdC... però agli Italiani che sono in miseria, non gliene frega più di tanto.

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.16 10:13| 
 |
Rispondi al commento

L'ARTE DELL'ALIBI

La nostra politica è maestra nel crearsi un alibi per tutti i danni che fa ma Renzi e la sua accozzaglia è davvero un maestro della distrazione.
Devo riconoscere la sua capacità di aver creato un clima di attesa e contrapposizione degno di altri tempi mettendo in moto un meccanismo della (dis)informazione a tutto spiano col solo scopo di prendere tempo.
La sua condotta è simile a quella di Ponzio Pilato che non vedendo alcuna colpa in Gesù lo consegnò alla rabbia e alla ferocia del popolo aizzato dai "grandi" maestri della religione,un alibi perfetto per lavarsene le mani.
La storia si ripete,sempre e come al solito c'è chi gode,chi si pente e chi soffre per l'ennesima decisione sbagliata presa dai potenti incuranti della sorte altrui.
Come la vedo io,l'articolo dell'Economist è una impietosa istantanea del nostro dolce cazzeggiare,tra leggi e leggine inutili,spesso dannose promulgate col solo scopo propagandistico dei partiti che pur di mostrarsi all'altezza dei tempi si affannano a legiferare su qualsiasi cosa ma poi ci si accorge che tra commi e articoli di legge si annega nell'inefficacia e a volte si peggiora il vigente.
Ciò che manca all'Italia è lo spirito unitario di un popolo,la solidarietà verso i più deboli e le minoranze ma sopratutto la capacità di impegnarsi di persona per realizzare un cambiamento nazionale poichè ci affidiamo sempre a schieramenti,coalizioni e bandiere per affermare il nostro pensiero,un alibi perfetto per i partiti che così controllano e filtrano il popolo litigioso.
Il 4 dicembre ci sarà il risveglio e non sarà dolce.Una Europa allo sbando e dilaniata da ineguaglianze sociali si muoverà per infliggerci la punizione commissariandoci perchè abbiamo perso tempo prezioso mentre debito ed occupazione crescono in maniera indirettamente proporzionale con un sistema bancario sull'orlo del precipizio.
Questo dice l'articolo dell'Economist, che siamo degli incapaci,forse il peggior giudizio di tutti gli altri.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 25.11.16 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Ecco cosa non è la Riforma :
« L'Assemblea ha pensato e redatto la Costituzione come un patto di amicizia e fraternità di tutto il popolo italiano, cui essa la affida perché se ne faccia custode severo e disciplinato realizzatore. »
(Umberto Terracini)

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.11.16 09:45| 
 |
Rispondi al commento

INTANTO VOTIAMO NO

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 25.11.16 09:41| 
 |
Rispondi al commento


La riduzione dei parlamentari sbandierata dal “sì” graverà esclusivamente sul potere delle opposizioni, o pensate che l’immunità riservata ai dirigenti regionali e ai sindaci del nuovo senato non sia stata voluta per rendere intoccabile la maggioranza di governo? Una riforma costituzionale scritta veramente per il bene degli italiani si discute e si approva in pochi mesi, non c’è bisogno di metterla in vendita al mercato e neanche di ascoltare le campane che suonano dall’estero. Il livello dell’attuale democrazia è più basso che si sia mai toccato.

NO GRAZIE

Franco Mas 25.11.16 09:35| 
 |
Rispondi al commento

risultato della seduta spiritica di stanotte:

parla lo spiritello che dice esser Aldo Moro.. sarà vero? boh!

domanda: se vince il no che farà il buhaiolo?

risposta: faranno un governo con i soliti di adesso.


Domanda: chi lo dovrebbe guidare?

per far contanti qualcuni che dovrebbero rimpiazzare qualcunaltri... LETTA BIS!

poi ha chiuso la comunicazione....

LETTA BIS sarebbe da ridere ma siccome in itaGlia è tutta una presa per il culo .... ci potrebbe anche stare così come potrebbe essere stato lo spiritello a prenderci per i fondelli!


negromanzia 25.11.16 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo non era scritto con giudizio dall'economist, riportava parole di Gianfelice Rocca, gia' indagato per tangenti e corruzione, un uomo talmente ricco da essere nella graduatoria degli uomini piu' ricchi al mondo e non sicuro per far bene ai governi.
Questo movimento e' uno scherzo, un altro show tutto Italiano...iovotosi

mario mavado 25.11.16 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come tutti gli anni in autunno , pochi giorni di pioggia , ingrossano fiumi e torrenti, sono eventi che oramai si ripetono con puntualità , come si ripetono con frequenza i terremoti ed altri eventi disastrosi.

Ma tutti cadono dalle nuvole, sembrano eventi eccezionali, invece oramai sono la normalità, i nostri governanti però vogliono la TAV, il Ponte sullo stretto ed altre opere che servono solo a pochi e soprattutto ad arricchire le tasche della Casta.

Basta,
investiamo per mettere in sicurezza la nazione, oltre a salvare vite e beni si rimetterebbe in moto l'economia, quella economia delle tante piccole opere ed imprese, NON dei grandi gruppi che poi tra revisioni prezzi e varianti di progetto ingigantiscono i costi.

Questa è la soluzione per il popolo e per l'economia Italiana.


Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 25.11.16 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Sindaca Raggi Lei dice Si alle funivie?

Mario Barbato 25.11.16 07:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Economist non mi interessa .
VOTO NO

Amalia Francesca riso 25.11.16 07:17| 
 |
Rispondi al commento

certo che gli anglosassoni ci hanno sempre "amato",
sarebbe un buon motivo per votare SI

fernanda musso 25.11.16 07:13| 
 |
Rispondi al commento

Mi interessa ZERO, come tutti gli stranieri
che l'hanno preceduto.

Giovanni M., Cambiago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 25.11.16 00:42| 
 |
Rispondi al commento

Voterò NO perchè il tentativo di portare a casa questa riforma passerà alla storia come l'atto più scellerato e divisivo per il nostro paese dal dopoguerra.

La costituzione è la carta che accomuna tutti i cittadini e il presidente del consiglio ne ha fatto un voto "o con me o contro di me".

L'ottusità e l'arroganza di questi personaggi politici rispecchiano il vuoto di contenuti a cui ci siamo assuefatti, grazie anche ai soliti media asserviti che sbraitano da settimane come fosse un derby di calcio!!

Andasse a casa lui e le sue ridicole slide, e si porti appresso la ridicola Maria Elena!

Elena 25.11.16 00:39| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

buona notte ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 25.11.16 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Con tutta franchezza i consigli/indirizzi dell'Economist, Financial times , sole 24 Ore e similari m’impressionano. Non tanto per il loro contenuto, favorevole o contrario a……..Quanto per la demenziale ottusità di chi non ha ancora capito che la loro credibilità e nei fatti non nelle teorie favolistiche. I fatti confermano che stanno sempre da una sola parte, non quella dei cittadini. Detto questo portano una sfiga tremenda. Contro la BREXIT > buca; contro TRUMP > ribuca. Ma se si facessero i cazzi loro?
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 25.11.16 00:38| 
 |
Rispondi al commento

L'Economist: "L'Italia dovrebbe votare No"

Un endorsement che ha diviso al suo interno la redazione del giornale. Il settimanale britannico scrive che il nostro paese ha bisogno di ampie riforme, "ma non quelle proposte" da R***i. Le eventuali dimissioni del premier non sarebbero "una catastrofe", si può fare "un governo tecnico, come molte altre volte". E invece le modifiche potrebbero "creare un uomo forte in un paese che ha prodotto Mussolini e Berlusconi".

understand? 25.11.16 00:31| 
 |
Rispondi al commento

OT

a proposito di firme false

ma come al solito il Pd ed anche i piddini sfegatati hanno la memoria corta

poi c'è il ruolo dei media

ora, quanti giorni che il M***** è sulle pagine dei giornali e in tv?

e qualcuno si è permesso di dire che i grillini
sono omertosi

è possibile che sia nata una razza di piddini che riesce a darsi la zappa sui co77eoni

sicuro, e lo confermano votando si al referendum

più co77eoni di così.....

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 25.11.16 00:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Della stroncatura dell'economista, se permettete, non ce ne frega un cazzo. Anzi, porta pure sfiga.

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 24.11.16 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Ogni tanto serve ricordare, a chi ci legge da lontano, che chi elegge un cittadino del movimento lo può fare solo per due mandati e poi a casa
A CASA
Il che significa che anche se vi fossero dei mal intenzionati
non farebbero in tempo a nuocere
E chi sbaglia DA REGOLAMENTO a casa va subito
PUNTO

Rosa Anna 24.11.16 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe gradito un post
Sull'emendamento APPROVATO che toglie i fondi alla RICERCA per aggiustare I conti della EXPO di MILANO

QUESTO È IL FUTURO dell'innovazione che promette l'imbonitore

Poche chiacchiere e più contenuti
Questi sono danni irreversibili
Andate a vedere di cosa dispongono i ricercatori degli altri stati europei, in primis la Germania e riuscirete a comprendere perché da 7 potenza economica mondiale siamo diventati fanalino di coda
questo venditore di pentole è da tre anni ormai che spreca i nostri soldi
Basta !

Rosa Anna 24.11.16 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Invece di chiedere agli Italiani se votare si o no al referendum, provate a chiedere :
- SE SONO DISOCCUPATI
- SE HANNO 60 ANNI E NON TROVANO LAVORO
- SE HANNO MAI LAVORATO 5 GIORNI AL MESE
- SE RIESCONO A PAGARE LE BOLLETTE
- SE RIESCONO A SOPRAVVIVERE CON LA PENSIONE DEI VECCHI
- SE SI POSSONO PERMETTERE 2 GIORNI DI FERIE ALL'ANNO
- SE...,SE...,SE...,...
LA REALTA' E' QUESTA! I numeri del NO vengono fuori proprio da questi SE...! e saranno tanti!!!

valentino g., castelfranco veneto Commentatore certificato 24.11.16 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Agli italiani in America sono arrivati depliants con la foto di due piedi sotto la doccia ripresi dall’alto e davanti ai piedi una saponetta con la scritta “si”. Documentabile. L’unica cosa azzeccata è il “si” allo stesso livello dei piedi. Questo non è un referendum costituzionale, è l’ennesima truffa della sinistra di governo. Che pena...

Franco Mas 24.11.16 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non eravate voi a volerli mandare tutti a casa?
Ora votate no per continuare a pagarli tutti e 320... PER MANDARNE A CASA UNO SOLO!!!

Certo, e poi vi lamentate se non vi fanno giocare al voto on-line.

V-DAY-ZERO 24.11.16 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Povero alfano!
Come fa a dire tante esse.ti.erre.onzate in una sola frase?
Stasera su rete 4 sosteneva le ragioni del SI.
- un cambiamento,
- l'ultima occasione per cambiare.
Cambiare in peggio?
Ma dai, Alfano, ma ti rendi conto di chi sei?
Acchì?
A sto kazzo!

Ivan.Ital 24.11.16 21:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La procura di Roma chiede il rinvio a giudizio per funzionari del dipartimento politiche sociali del Comune, imprenditori ed altri pubblici ufficial nell'ambito dell'indagine parallela a quella che ha portato a processo Buzzi e Carminati
di F. Q. | 24 novembre 2016
Si ma vuoi mettere le firme false a Bologna e a Palermo!
hahahha...siete solo ladri !

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.16 21:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao,il telegiornale rai 1 apriva la scaletta con quello che dicevano dall'estero i principali giornali quando questi erano per il si adesso che l'economist si e' schierato per il no neanche l'hanno detto,. vorrei dire al nostro movimento che quando vanno in televisione a spiegare le ragioni per il no secondo me dovrebbero rimarcare il fatto che al senato avendo le regioni e i comuni del pd e parte forza italia che razza di democrazia e' ,in pratica quello che ci fanno vedere nelle varie piazze ,il cartoncino con le percentuali di senatori che in questo momento si insiederebbe al parlamento ai 5 stelle che sono il primo partito aspetta 5 senatori,se questa e' democrazia,vorrei vedere nei dibattiti cosa dicono su questo fatto specifico,perche' questi aggirano sempre la situazione quindi conviene fargli un esempio specifico grazie

GIULIANO da jesi 24.11.16 21:32| 
 |
Rispondi al commento

E se fosse il solito tranello: dividere?
Un popolo unito è molto pericoloso .
Che i pezzenti si scannino tra loro

Invidia
Su li stessi scalini de la chiesa
c'è uno sciancato co' la bussoletta
e una vecchia co' la mano stesa.
Ogni minuto lo sciancato dice:
"Moveteve a pietà d'un infelice
che so' tre giorni che nun ha magnato"
E la vecchia barbotta: "Esaggerato!"

(Trilussa)

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 24.11.16 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma che tenerezza l' Economist che parla come se questi fossero in buona fede nel fare le riforme che propongono.

Mancu li cani 24.11.16 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Gli Italiani all'estero,per colpa dei governi e in particolare l'attuale, dovrebbero votare per coerenza e per il trattamento ricevuto NO...NO...NO::::NO...NO...NO-. contento bischero?
Cosa hai fatto per loro?
Te ne batti i @@: l'importante è salvare MPS,Etruria,le lobby, e gli amici di quartiere(Ponte,3° Valico,Tav. ecc.) ...grande statista del Ca220!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.16 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Intere ssante la sparata di don medio lanum riguardo al referendum che tradotto per chi vuol capire significa che se passerà il SI farà confluire i suoi voti verso brilla perché non è tipo da lasciar correre il fatto che lo hanno destituito con l' inganno.
Tanto lui ormai è fuori e sicuro sara felice di vedere il il vive distruggere la sinistra e alf ano.


Imbarazzante trovare qui l'Economist a sostegno del NO con motivazioni alla RigorMonti .. "la modifica alla costituzione promossa da Rnz non affronta il problema principale, cioè la riluttanza dell'Italia a fare le riforme" .. e allora per dispetto ItaGliani votate NO .. doveva fottervi di più, così non è sufficiente !! Votiamo NO eccome ma non per boiate del genere .. piuttosto per il contrario. Per rassicurare chissàchi scivolati su una mrd ..

Ezio C. Commentatore certificato 24.11.16 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Ah, sì sì, io voto no. Fanculo l’Italia dei cialtroni, dei piddini che assegnano al Movimento una doppia morale (davvero comico), al Ronzino che dice di voler salvare la classe media, lui che l’ha distrutta (ancora più comico), a quelli che s’incazzano coi 5stelle perché sono la prima forza politica del Paese e questo gli rode da morire fino a quando non s’accorgeranno d’essere ormai fuori dalla Storia. E non si pensi che il Movimento sia fatto solo di giovani perché sarebbe un grave errore, gli anziani che seguono questa sponda sono davvero tanti e mi sembra giusto prenderne atto. Essere anziani non significa essere rincoglioniti, a questo Blog s’affacciano rincojoniti ben più gravi.

Franco Mas 24.11.16 20:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma ditemi perchè, per quale motivo riconoscere il voto degli Italiani all'estero?? A meno che non ci si trovi temporaneamente là per motivi di studio, lavoro, o per potersi curare, perchè concedere a gente che di italiano ha ormai solo il cognome, il diritto di metter becco su questioni che riguardano solo coloro che vivono e contribuiscono col proprio lavoro e le proprie tasse alla vita del Paese??......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.11.16 20:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

25 anni fa moriva Freddy Mercury

https://www.youtube.com/watch?v=IcuUqua9HUU

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 24.11.16 20:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il voto della Banda Bassotti

Trucchi all'estero, ricatti, ritorsioni e promesse: per il Sì Renzi è pronto a tutto
Doveva essere il Partito della Nazione, si sta rivelando una Banda Bassotti. C'è chi trucca le schede elettorali dei cittadini all'estero, chi minaccia, ricatta e impaurisce le grandi aziende per schierarsi a favore del «Sì» e chi, come il presidente campano De Luca, innesca coi sindaci un colossale voto di scambio, cioè soldi pubblici e favori politici per portare a casa migliaia di consensi.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 24.11.16 20:31| 
 |
Rispondi al commento

PERCHE' I TEORICI DELL'ACCOGLIENZA TACCIONO?


L’assordante silenzio dei teorici dell’accoglienza fa riflettere sull’ipocrisia di chi si fa bello sulla pelle degli altri, tacccinadoli di populismo a corrente alternata. L’accoglienza è bella , purché sia tenuta a debita distanza dai loro salotti, dai loro convegni, dalle loro feste. Ora che per il momento i clandestini destinati a Capalbio saranno stipati in qualche periferia o in qualche paesino, chissà se gli abitanti di quei luoghi si lamenteranno? E se lo faranno – come è lecito attendersi – saranno tacciati di essere degli xenofobi, razzisti e miserabili? Interrogativi interessanti

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 24.11.16 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA SINISTRA AL CAVIALE DI CAPALBIO LA SPUNTA LADDOVE LE BORGATE FALLISCONO

Maledetta ipocrisia. Il caso Capalbio con lo stop ai migranti suscita l’amarezza e il sarcasmo del mondo politico. «La “sinistra al caviale” di Capalbio è riuscita laddove ha fallito il popolo delle borgate: bloccare l’arrivo dei profughi che avrebbe arrecato disdoro ai circoli esclusivi sempre più frequentati dagli eredi del partito comunista. Ora ci aspettiamo che il sindaco Pd di Capalbio, congiuntamente con Giorgio Napolitano, Claudio Petruccioli, Giuliano Amato, Achille Occhetto, Chicco Testa, Francesco Rutelli, Furio Colombo, Nicola Zingaretti, Corrado Augias, Gino Paoli aprano il conflitto con Renzi e Alfano sulla gestione dell’immigrazione. A viso aperto. Perché se i centri d’accoglienza per immigrati non possono stare a Capalbio significa che non sono la soluzione al problema è non possono stare a casa di nessuno». È quanto dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, Fabio Rampelli.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 24.11.16 20:23| 
 |
Rispondi al commento

I profughi non arriveranno più a Capalbio
Annullato di fatto il vecchio bando di accoglienza

Grosseto, 23 novembre 2016 - I profughi non arriveranno più a Capalbio. Il nuovo prefetto, Cinzia Teresa Torraco, ha annullato il bando di accoglienza per i richiedenti asilo nel borgo maremmano. I migranti avrebbero dovuto soggiornare nel condominio de 'Il Leccio', adesso saranno sistemati altrove.
Presto verrà avviata una nuova procedura selettiva. La gara, che aveva assegnato a Capalbio circa 20 migranti, l'estate scorsa diventò un caso nazionale con la rivolta degli abitanti e di tanti vacanzieri, più o meno noti, che frequentano la cittadina: iniziarono una serie di proteste, atti formali, ordinanze, pronunce del Tar e pareri anche dell'Avvocatura dello Stato, fino al definitivo annullamento della gara.

****

Gli schierati a sinistra, i radical chic, fanno sempre i finocchi con il cu.lo degli altri, ovvio!

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 24.11.16 20:18| 
 |
Rispondi al commento

..da prendersi con le pinze come tutti ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 24.11.16 20:10| 
 |
Rispondi al commento

E' difficile trovare politici onesti sopratutto da noi e nei Paesi del terzo e quarto mondo , tale penuria ci ha portato alla situazione attuale in cui sopravviviamo a stento mentre potremmo vivere bene . Come popolo facciamo pena e quindi è normale che faccia pena anche la nostra vita che abbiamo messa nelle mani sbagliate ! Da 24 anni votare a sinistra significa non capire nulla perchè la sinistra ha portato in politica i metodi stalinisti : criminalizzazione dell'avversario e lo spauracchio della galera ! Metodi non democratici che hanno allontanato la democrazia dalla nostra nazione e provocato caos e disordine istituzionale in cui si sono tuffati i professionisti del malaffare politico , italiani e esteri . Abbiamo assistito a provvedimenti economici da brividi , a leggi cretine e a tasse incredibili come nel caso dell'Imu che se da un lato ha portato qualche decina di miliardi , dall'altro ha provocato il blocco dell'edilizia con danni per centinaia di miliardi ! Non abbiamo buoni politici perchè non siamo buoni italiani !

vincenzodigiorgio 24.11.16 20:08| 
 |
Rispondi al commento

O Mantová, attento ai marziani, che ti divoreranno il cervello marcio.


QUELLO DELLA SCROFA FERITA

SI MERITA PRIMA UN SI

E POI UN VAFFFFANCULO IN DIRETTA

MENTRE IN TV CERCA

DI FARFUGLIARE

LE RAGIONI DELLA VITTORIA DEL SI.

bèè bèè bèè 24.11.16 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Questo spazio è libero ma chi non è d'accordo con Grillo dovrebbe spiegare perché e non insultare! Non è una questione di buona educazione, è un problema di civiltà democratica! Io comunque voterò secondo coscienza, per me è per i miei figli e cioè NOOO

ferdinando santoro 24.11.16 19:50| 
 |
Rispondi al commento

...E allora, caro Mantova, hai perso anche l'ultimo difensore d'ufficio...
Non potrai mai lamentarti di non aver avuto occasione di dialogare.
Aggreppiati alla folla di quelli che si lascian vivere senza neppure l'intenzione di lottare contro la miseria a cui si son abituati.
Col tuo culo, te lo concedo, ci fai quello che vuoi.
Ma mostra almeno un po' di stile, se te ne e' rimasto, e evita di rompere i coglioni per il solo gusto di farlo.
Senza rancore....

Massimo Trento (orbo e semisordo), Belluno Commentatore certificato 24.11.16 19:50| 
 |
Rispondi al commento

OT URGENTE.
In liguria siamo al solito allagati!
Grazie Ren-zi... salvaguardare il territorio sarebbe un'occasione per riparare e prevenire,occupazione per una regione già in povertà.
Ma ate che te ne frega l'importante dare soldi ai tuoi amici !
Salvatore delle lobbi e delle banche!
te possino.... speri che i Liguri votino SI?
Stai fresco!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.16 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che non ha capito l'Economist è che quelli che dovrebbero fare le riforme sono gli stessi debosciati che non le vogliono e che hanno rovinato il Paese ,quel poco che abbiamo lo dobbiamo ai Radicali che con i referendum ci hanno permesso di esprimerci anche se poi nella maggior parte dei casi questi magliari hanno disfatto tutto perché a loro non faceva comodo ,vedi una su tutte il finanziamento ai partiti che hanno trasformato addirittura quadruplicato sbattendosene bellamente dl parere del popolo.Adesso è la stessa cosa queste pseudo riforme a firma delle statiste Boschi (a proposito come sta il papà si sta godendo la liquidazione alla faccia dei poveri correntisti) e Madia (sic) è frutto del solito mercato delle vacche da cui è uscita fuori la solita porcata tipo la pseudo riforma del Senato infatti si è sempre parlato della diminuzione dei parlamentari tutti e cioè invece di 925 diciamo 300 non il Senato dei sindaci e regionali ,ma di cosa stiamo parlando, l'unica via d'uscita è votare NO e andare alle elezioni con qualsiasi legge tanto si stravince e si manda tutta la marmaglia a casa e prima legge taglio dei vitalizi dell'80% da prendere al compimento del 70 anno di età con rimborso del maltolto visto come hanno ridotto i pensionati e niente riversibilita basta sono talmente ricchi che staranno bene anchei pronipoti, vedi Napolitano da quanto tempo lo campiamo e ancora parla è uno dei primi colpevoli, questi hano fatto un giuramento e devono essere processati per alto tradimento ci hanno e ci stanno svendendo.

ALBERTO G., Teolo Commentatore certificato 24.11.16 19:40| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO,

SE DOVESSE VINCERE IL SI NON SAREBBE ORA

CHE TI TOGLIESSI DAI COGLIONI?

ALLA TUA ETA' PUOI FARE IL NONNO, ANDARE A PESCARE,

ANDARE A FARE QUALCHE VISITINA NELLE CASE PER

GLI ANZIANI ECC... SIA PER DIVERTIRLI

CHE PER ABITUARTI AL TUO PROSSIMO DOMICILIO.

bèè bèè bèè 24.11.16 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve Mantova...
Sotterra l'ascia di guerra fino al 4 dicembre.
Poi torna all'arrenbaggio.
Non credo tu sia per il Si'.
Battiti dal tuo fronte per il No...

Massimo Trento (orbo e semisordo), Belluno Commentatore certificato 24.11.16 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Forse dovreste anche cominciare a tradurre tutto l'articolo, invece della parte che è comoda esclusivamente per le ragioni del no, per il semplice fatto che l'articolo citato non è per niente favorevole al movimento, anzi.

Si dice a chiare lettere che l'Italia è a rischio populismo molto più di altre nazioni - bisogna dire anche che è un articolo estremamente scorretto e fazioso, visto che il movimento 5 stelle, e _lo riconoscono davvero in pochi_ fa da cuscinetto elettorale tra i wannabe-democratici (quelli che Yanis Varoufakis definisce autoritari democratici incompententi, parlando di "io me ne frego"-Juncker, Schauble e compagnia bella che crede alla democrazia solo fino a quando la si pensa come loro) e partiti di estrema destra/sinistra.
Dicono inoltre che se non è bello avere Berlusconi come primo ministro, è anche peggio che come presidente del consiglio si abbia un Beppe Grillo, e ancora peggio sarebbe avere il movimento 5 stelle che chiede con insistenza una Byetaly (sulla falsariga della Brexit).
Senza contare che la riforma farebbe pescare il senato i suoi non-eletti da quella che l'Economist ritiene lo strato più corrotto in assoluto dell'italico sistema.
C'è chi giura che il Fatto quotidiano o chi per loro non ci hanno capito una mazza, e con il Porcellum2.0 si può indicare la preferenza di chi spedire al senato (ci credo poco, mi sembra tutto un pasticcio malpasticciato e pensato ancora peggio).

In sostanza, l'Economist dà contro al m5s per le ragioni del no.
Ma ritengo anche che data la situazione, siano veramente in pochi quelli che hanno capito quale direzione intraprendere per ritornare alla stabilità prima di questa crisi, oppure superarla in un cambiamento definitivo.

Andrea F. Commentatore certificato 24.11.16 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Blaaaaaaaaa, di nuovo lo psycopiddi.
Carbolithium a pioggia, prego.

giovanni f. 24.11.16 19:30| 
 |
Rispondi al commento

CHE C'E' ORESTINO.

TI FAI PRENDERE DALLA TIMIDEZZA?


AH AH AH AH AH AH

bèè bèè bèè 24.11.16 19:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uno dei grandi errori del p.d.c. é stato quello in cui ha detto di dimettersi in caso della vittoria dei no.
Sicuro che non lo fará comunque, ci farà solo una figura di m.
L'unica cosa giusta che avebbe dovuto fare sarebbe stata la difesa della nostra sovranità e della nostra identitá. Avrebbe dovuto avere il rispetto delle altre sorze politiche confrontandosi con loro sulle riforma da spportare alla costituzione. In teoria dicono che siamo un popolo dotato di grandi risorse umane e con un territorio impareggiabile per orografia e per quantitá di beni artistici e storici.
Non capisco perché esistano individui di questo stesso popolo che remano contro, in favore di altri con cui non abbiamo nulla da spartire.
Mi sorge un dubbio, ma siamo UN POPOLO o un'insieme di etnie riunitesi dopo l'unitá dell'Italia?
Questi politici sono italiani o appartengono ad un altro popolo?

giovanni f. 24.11.16 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DI MAIO,

CHIEDI AI CASCHI BLU DI VIGILARE SUL

REFERENDUM DELLA SCHIFORMA.


AH AH AH AH AH AH

bèè bèè bèè 24.11.16 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Adani: le minacce all’autore dell’esposto sulle firme M5S a Bologna “Sei un grandissimo infame , spero che ti spacchino la faccia”, “Sul profilo metti la tua faccia invece del cane, o ti schifi da solo?” ,”Sei il nulla mischiato col niente”, “Anfame, quanto è bello fa la spia mortacci tua”. Questi solo alcuni dei post.


HEI GRILLO, BELLO SGUAZZARE NELLE FOGNE?

BELLAGGGGGENTE!

bèè bèè bèè 24.11.16 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ritorna all'ovile....Ospedale Poma di mantova...dai che ti aspettano i pastori!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.16 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE L'HA DETTO L'ECONOMIST CI CREDO!

bèè bèè bèè 24.11.16 19:04| 
 |
Rispondi al commento

CHE SPASSO PER GLI EXTRADELINQUENTI QUESTO PAESE.

PENSA COME SE LA RIDONO QUANDO VENGONO PRESI

E RIMOLLATI DOPO POCHE ORE.

PENSA COME SE LA RIDONO CURATI E SOCCORSI A GRATIS

DOPO LE BALLE, LE BOTTIGLIATE E LE COLTELLATE CHE

SI RIFILANO OGNI NOTTE.

UNA FIGATA QUANDO VEDONO I COGLIONI ITALIANI

DIVIDERSI FRA UN SI O UN NO A REINZI CON TUTTI

I PROBLEMI CHE CI CREANO.

LO AVRANNO CAPITO CHE SIAMO DEI COGLIONI

IMPOTENTI AUTOLESIONISTI?

bèè bèè bèè 24.11.16 19:03| 
 |
Rispondi al commento

O.T. (ma non tanto)
Grossa delusione da Paolo Mieli, giorni fa, a Piazzapulita, durante un suo scambio di battute con Luigi Di Maio. Quella che dovrebbe essere una delle più prestigiose firme del giornalismo italiano ha avuto il coraggio di dire a Di Maio che, in occasioni come l'attuale campagna referendaria, sarebbe sbagliato mettere in guardia sulla possibile deriva autoritaria e gridare al fascismo. Secondo lui, infatti, così facendo si allarmerebbe inutilmente l'opinione pubblica, con il rischio che il fascismo passi inosservato una volta instauratosi realmente. Non solo, ma Mieli ha persino minimizzato l'impianto smaccatamente antidemocratico dell'Italicum, sostenendo che il MoVimento 5 Stelle potrebbe avvantaggiarsi senza problemi del premio di maggioranza se dovesse andare al governo!... Di Maio è stato fin troppo signorile, sorvolando sul tema dell'autoritarismo, e ha rispedito con garbo al mittente la proposta oscena di usufruire del premio di maggioranza. Riguardo alla deriva autoritaria, il "caro" Mieli ignora (o finge di ignorare) che, se mai, il modo più rapido per andare dritti dritti verso il fascismo senza neppure accorgersene consiste proprio nel sottovalutare ogni passo che un governo può compiere verso l'autoritarismo. È proprio così facendo, infatti, che non si riconoscerebbe più il vero fascismo una volta che questo dovesse arrivare come ultimo gradino di un'escalation autoritaria. In pratica, faremmo la fine della rana bollita a fuoco lento, di cui parla spesso Beppe. Quindi, anche Mieli dovrebbe ringraziare il MoVimento per il fatto di essere di fatto l'unico a mettere in guardia gli italiani contro ogni sintomo di deriva autoritaria. E sembra incredibile che un uomo della sua intelligenza non si sia reso conto che tali sintomi sono sempre più inquietanti da quando il rignanese non eletto ha preso il potere. Comunque, che delusione questi "mostri sacri" del giornalismo! Se ne salverà almeno qualcuno?

Gaetano S., Aversa Commentatore certificato 24.11.16 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Cara Sindaca Raggi mi è sembrato di capire che la promessa sulle funivie a Roma sia stata la solita ciliegina sulla torta in campagna elettorale. Però non voglio pensare male ma essere ottimista...credo invece che Lei attualmente non trova nessuno che abbia reali intenzioni di trasformare quella promessa in realtà. Ovviamente non è cosa facile ma dovrà trovarlo e costui dovrà dare trasparenza su ogni passo in modo che l'elettore capisca le difficoltà che si incontrano strada facendo. Pizzarotti è stata un'amara delusione...non faccia lo stesso errore del sindaco di Parma. Io credo che ciò che ci rende credibili è la concretezza.
Con sincera speranza.
Barbato

Mario Barbato 24.11.16 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Ma non è l' Economist che parlando del M5S scrisse a luglio: "L'Italia potrebbe ritrovarsi a dare più potere al governo solo per eleggere un partito che non ha idea di come usarlo". E poi: "Sono popolari e favoriti, ma hanno un programma segnato da ambiguità e cinismo"... non mi sembra il caso di porre come vate della verità questo giornalucolo che stronca a prescindere...

Grazie

Pietro M. 24.11.16 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Se Putin non fosse caduto nelle trappole delle Sirene politiche Italiane,non avrebbe trionfato la grande ammucchiata spartitiva finta sinistra & finta destra & centro e lega,soprattutto l'Europa non sarebbe stata colonizzata,non ci sarebbe stata la globalizzazione,la Nato non si sarebbe montata la testa e la Russia non sarebbe finita denigrata,bastonata,umiliata e messa in un angolo come una carogna in putrefazione.Subiamoci lo spettacolo Referendum salva eredi governance Colonia Italia e teatrini salva UE e glibalizzazione.Hanno fatto le guerre e continuano a farle,alimentano il commercio dei clandestini pagandoli circa 40€ a giorno,hanno fatto morire milioni di Italiani per colpa della Malapolitica,hanno fatto carta straccia lls Costituzione, però non le manca il cinismo crudele di fare un Referendum sulla Costituzione per salvarsi incolpando la Costituzione dei loro affari sporchi di famiglia che hanno alimentato la Malapolitica.

Agostino Nigretti 24.11.16 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Non mi interessa dal referendum mi importa invece che i sindaci rispettino gli impegni presi con gli elettori: sindaca si fanno o non si fanno i trasporti su fune a Roma. Lo smog è eccessivo a Roma

Mario Barbato 24.11.16 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MM non fa riforme, fa retro orme.

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 24.11.16 18:35| 
 |
Rispondi al commento

È inutile continuare a parlare di questa riforma costituzionale come di qualcosa di pasticciato che complicherà ancora di più l'iter legislativo oltre che di accentrare tutto il potere nelle mani del presidente del Consiglio. Penso che gli obiettivi veri di queste riforme siano altre, e non dovremmo farci distrarre da false problematiche. Stralcio della relazione di presentazione del disegno di legge di riforma della Costituzione: "Lo spostamento del baricentro decisionale connesso alla forte accelerazione del processo di integrazione europea e, in particolare, l’esigenza di adeguare l’ordinamento interno alla recente evoluzione della governance economica europea e alle relative stringenti regole di bilancio (quali le nuove regole del debito e della spesa)..." Tra i compiti del nuovo Senato vi sarà quello dell'attuazione degli atti normativi e delle politiche dell'unione europea. Detto in parole semplici, stiamo definitivamente calando le braghe e cedendo definitivamente la nostra sovranità. Al riguardo vorrei ricordare che la seconda parte dell'articolo 11 della Costituzione afferma che l'Italia consente, a condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni. Si parla quindi esclusivamente di limitazioni e non di cessioni. Credo che le ragioni vere di questa riforma siano da ricercare in questa direzione: cedere cioè la nostra sovranità alle istituzioni europee e di conseguenza alle banche, alla finanza speculativa e alle multinazionali.

Gaetano Campisi, Martina Franca Commentatore certificato 24.11.16 18:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari del M5S, andate avanti, non vi fermate e continuate a denunciare una situazione democraticamente anomala ,sotto tutti i punti di vista! La costituzione va bene così e le eventuali modifiche andranno fatte con oculatezza da un governo uscito legittimamente dalle votazioni! Capisco il nervoso che spinge ad usare toni alti ma non sono necessari, specie da parte del M5S, Firenzotti si sta inabissando da solo e non lo capisce, non può capirlo, se no sarebbe stato diverso e non uno scavalcatore di democrazia e menefreghista dei bisogni del Popolo!Questi sono fatti e rimane il fatto che il Movimento è l'unica alternativa per cambiare. Un caro saluto. Paolo buon.

Paolo buon 24.11.16 18:33| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

¡¡¡Hola egregio Blok✰✰✰✰✰... paziente!!!

LA SOLITA FIGURA DI M!!!

L'YTAGLYA DEL VOTO É (ANCÒRA) PIÚ IN RITARDO DI HAITI, infatti:

20 NOV 2016 ORE12.53
Ad Haiti si vota per le elezioni presidenziali e legislative. I circa sei milioni di elettori haitiani potranno oggi scegliere tra ventisette candidati per la presidenza e votare per rinnovare un terzo del Senato e venticinque seggi della Camera dei deputati. A meno che uno dei candidati non vinca la maggioranza in questo primo turno, il 29 gennaio 2017 si terrà il ballottaggio tra i primi due. Il governo ha deciso di andare avanti con le consultazioni, anche se è ancora alle prese con le conseguenze dell’uragano Matthew, che il mese scorso ha devastato il paese uccidendo 546 persone.

http://www.internazionale.it/tag/paesi/haiti

(ANSA) - PORT-AU-PRINCE, 20 NOV - Si tengono oggi ad Haiti le elezioni presidenziali, con il ballottaggio - in mancanza di un vincitore che riesca a raccogliere la maggioranza dei voti - previsto per il 29 gennaio.
I candidati sono 27 ed i circa sei milioni di elettori registrati saranno chiamati anche a rinnovare il Parlamento (un terzo del Senato e 25 deputati). I risultati verranno resi noti tra almeno otto giorni.

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2016/1
1/20/haiti-oggi-le-elezioni-
presidenziali_4be28fbe-c281-452f-8b25-
f216802c5448.html

Saludos.

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 24.11.16 18:32| 
 |
Rispondi al commento

@ Poppy:

ciao Poppy!

https://i.ytimg.com/vi/uGAOiRiMVUA/maxresdefault.jpg

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 24.11.16 18:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma la Sindaca Raggi dice No anche alle funivie?

Mario Barbato 24.11.16 18:30| 
 |
Rispondi al commento

- Continua -

C.V. conciso di un esperto dei guai sociali it.

Le mie esperienze mi hanno permesso di aprire gli occhi. Venni a vivere a Parigi quando capii che, per essere gratificato dall’ impegno e dal lavoro serio, era meglio espatriare. Lavoro, da funzionario europeo, a livello europeo (CEPT) e mondiale (UIT), dal ’70, in gruppi di lavoro, commissioni, conferenze, di tipo tecnico/amministrativo. Ed anche in Europa attività di tipo tecnico - negoziale. E, naturalmente, piena fruizione in Francia dei diritti del cittadino, in maniera costante, organizzata, affidabile, impossibile in Italia.
Nei recenti anni sia Piero Ottone che Ostellino, ma anche Tronchetti Provera, si sono dichiarati, in reazione alle mie valutazioni, concordi con le mie conclusioni (che indicavano una perdita di competitività sicura, per motivi sociali). Ma neanche loro accettarono una mia proposta di presentazione e collaborazione (era la seconda, la prima la feci a Romiti nel ' 90). Rassegnazione italica, mancanza di una società nazionale motivata per promuovere gli interessi nazionali .....
----------------------------

UN POPOLO CHE NON Si GUARDA ALLO SPECCHIO PER CAPIRE LE CAUSE DEI SUOI PROBLEMI SOCIALI É UN POPOLO CHE NON HA DIRITTO AD UN FUTURO

PUO’ L’ ECONOMIA ESSERE FIORENTE, SE LA SOCIETÀ ITALIANA NON HA UN GRANDE INTERESSE NELLA MERITOCRAZIA ? SE SONO STATI ELIMINATI, IN CAMPO SOCIALE, I VALORI ? (V. testo “Lapide” all.). SE L' ORGANIZZAZIONE É UNO STRUMENTO SCONOSCIUTO nei servizi pubblici ? SE LA SOCIETA’ NON CONOSCE I BASTONI E LE CAROTE ?
IL BEL PAESE SEMBRA L’ UNICO PAESE LATINO-AMERICANO DELLA U.E... SENZA LE ANALISI NECESSARIE E LE CORREZIONI DI ROTTA SUCCESSIVE, LA DESTINAZIONE FINALE DEL SISTEMA ITALIA RISCHIA DI ESSERE L'AMERICA LATINA.

Ulrico Reali 24.11.16 18:27| 
 |
Rispondi al commento

- Continua il precedente -

In tali condizioni non c’è alcuna speranza di progresso, se il modello sociale attuale resta as it is, poiché la condotta di molti politici di parte ha fruttato risultati alle loro manovre e attività nascoste, ma ha azzoppato il Paese. Inoltre l’Unità nazionale incompiuta ha dato il colpo di grazia ad un Paese che è divenuto senza riferimenti, senza paletti e senza binari (senza strategia). (Vedi All. “Unità incom.”). La società ha degradato i suoi comportamenti nei decenni, con accelerazione recente....

La via d’uscita ? Necessario volare alto, scoprire la realtà sociale (finora trascurata) nascosta da una sorta di :
mistificazione sociale e politica diffusa. Per poter scoprire la realtà sociale, propongo la testimonianza e l’approfondimento di chi, vivendo in un Paese avanzato, ha analizzato per 10 anni le malattie della società italiana. Esse sono parecchie e rovinose.

Una speranza per il Paese esisterebbe, ma essa deve prevedere anche testimonianze di espatriati che “abbiano scoperto la realtà sociale”, vivendo in società avanzate, capaci di gestirsi (quindi senza emergenze).

Pubblicati : numerose valutazioni sociali di dettaglio su :

pensionatiitaliani, cerca Ulrico Reali

Ulrico Reali
ulrich33@orange.fr (disponibile per una presentazione del problema sociale)


Ulrico Reali 24.11.16 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno che spieghi poi cosa sono queste benedette riforme? no, perche' il paese che le applicate piu' di tutte

http://clericetti.blogautore.repubblica.it/files/2015/02/OECD-reform-chart.jpg

vediamo bene in che stato e'

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 24.11.16 18:21| 
 |
Rispondi al commento

hahha... migliori riforme ?
Ma certo come quella elettorale...che era la migliore,ora però dopo l'esito del referendum la cambieranno.
Questi maiali...ma quali riforme----una riforma la si chiama tale se migliora il vecchio...qui invece si peggiora.
Maiali e truffaldini pidioti e tutti quelli che li seguono!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 24.11.16 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Permesso?
Va bene...ma l'Economist, come tutta la stampa, accarezza o spranga a caso, perlomeno in apparenza.
Hodie nobis, cras vobis.
Voto No, naturalmente...




Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori