Il Blog delle Stelle
Mangiamo veleno

Mangiamo veleno

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 23

di Piernicola Pedicini, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa.

Mangiamo veleno! L'industria alimentare abusa dei cosiddetti acidi grassi trans perché prolungano la durata di conservazione degli alimenti: si trovano nei biscotti, nelle torte confezionate, nei popcorn, nei crackers, nelle margarine e in molti altri prodotti. Cibi pieni di grassi trans vengono serviti nei catering e nei fast food. Un'elevata assunzione di questi grassi insaturi aggrava il rischio di sviluppare cardiopatie coronariche (ogni anno in Europa muoiono 660.000 persone a causa di queste patologie, ovvero circa il 14% della mortalità complessiva). Inoltre, la loro assunzione è associata a infertilità, endometriosi, calcoli biliari, morbo di Alzheimer, diabete, obesità e alcuni tipi di tumore.

Per noi la salute dei cittadini viene prima di tutto. Grazie al voto del gruppo Efdd - Movimento 5 Stelle, lo scorso 26 ottobre il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione con la quale si chiede alla Commissione europea di presentare entro due anni una proposta per introdurre un limite legale di grassi trans contenuti nei cibi. Oggi in Europa ogni Paese regolamenta il settore come vuole. In Austria, Danimarca, Lettonia e Ungheria si fa sul serio e da molti anni il limite è già in vigore. La maggior parte degli altri Stati membri (fra questi c'è l'Italia) adotta, invece, misure volontarie quali l'autoregolamentazione o raccomandazioni alimentari. Adesso, grazie al gruppo Efdd- Movimento 5 Stelle, si fa di più e meglio: il Parlamento europeo ha dettato le linee alla Commissione europea che adesso dovrà lavorare a una normativa in difesa della salute di tutti i cittadini europei (la salute non ha confini). Noi speriamo che venga istituito presto un limite legale a livello europeo per arrivare idealmente al divieto totale dei grassi trans. Inoltre, chiediamo che il contenuto di grassi trans venga segnalato nelle etichette così da aumentare la consapevolezza dei cittadini.

VIDEO. In Europa la nostra battaglia contro il cibo spazzatura è totale! Ascolta e condividi l'intervento di Piernicola Pedicini nella plenaria di Strasburgo.





"È scientificamente provato che l'assunzione di grassi trans aumenta il rischio cardiovascolare, l'obesità e il diabete. Quasi superfluo ricordare che queste tipologie di malattie non trasmissibili, costituiscono la principale causa di morte al mondo. Eppure gli acidi grassi trans si trovano negli oli parzialmente idrogenati di produzione industriale utilizzati nei biscotti, nelle torte, nei popcorn, nei crackers, nelle margarine e in molti altri prodotti da supermercato. Tutti cibi, insomma, che vengono mangiati principalmente dai bambini. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha riportato che in Europa 1 bambino su 3 bambini tra i 6 e i 9 anni è obeso e che il 7% circa della spesa sanitaria europea è impiegata nella cura di patologie connesse all'obesità come il diabete, l'ipertensione arteriosa, le patologie cardiovascolari.

Il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che chiede:

- alla Commissione di introdurre un limite legale di contenuto di grassi trans per ridurne l'assunzione da parte dei cittadini dell'Unione Europea.
- che l'industria alimentare sia obbligata ad adottare procedimenti di modificazione dei grassi che rispettino le norme sanitarie.
- di mettere i consumatori in condizioni di fare scelte alimentari più consapevoli informandoli sui rischi per la salute dei prodotti che consumano.

OLIO DI PALMA
L'Efdd - Movimento 5 Stelle ha presentato un emendamento alla risoluzione invitando la Commissione europea a garantire che le politiche intese a limitare il tenore di grassi trans nei prodotti alimentari trasformati non incentivino i produttori alimentari ad aumentare la quantità di olio di palma nei cibi che confezionano. La produzione di olio di palma comporta elevati costi ambientali e sociali nonché gravi violazioni dei diritti umani. La maggioranza del Parlamento europeo ha bocciato questo emendamento. Perché?"

SCOPRI IL SITO IODICONO.IT



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Nov 2016, 14:52 | Scrivi | Commenti (23) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 23


Tags: acidi grassi trans, cibo, m5s, veleno

Commenti

 

Buongiorno

Ho trovato il sorriso è grazie a questo signor PASCAL DURAND, è grazie ad essa che ho ricevuto un prestito di 100.000€ nel mio conto il sabato a 16:30 cronometri e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro o per iniziare le vostre attività. Pubblico questo messaggio perché questo signore il mio fatto del bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato questo signore onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete, che quello sia in Italia o in Spagna, la Francia anche. Ecco il suo indirizzo elettronico: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

banderas rodrigue, toscana Commentatore certificato 09.11.16 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Ascoltate cari amici, vengo ad avere il mio prestitone signora ANISSA KHERALLAH questa dopomezzogiorno e preferisco condividere questa gioiacon tutti voi. Il mio nomeè Cherif Roberto Karlheinz. Dopo gli avvisi ed alleprove che ho visto su beppegrillo.it, ho tentato lamia possibilità con questa donna meravigliosa eciò è stata una realtà per me. Non è come gli altriche li volano e che non ci concedono mai ilprestito che si chiede. Voi fatta più non fuorviareda questi prestatori che non sono seri. Per tutta lavostra necessità volete contattarla sul suoindirizzo che è developpement.aide@gmail.com
Signora ANISSA KHERALLAH è un po'rigorosa,ma avrete il vostro prestito. Ora posso benecostruire la mia casa, che dio vi benedica signorae che la sua bontà sia sempre su voi

cherif roberto karl-Heinz Commentatore certificato 08.11.16 15:51| 
 |
Rispondi al commento

SAREBBE MOLTO UTILE AVERE UNA PRATICA TABELLA CHE EVIDENZIA I TIPI DI CIBO A RISCHIO CONTENUTO DI TALI GRASSI O PIU' PRECISAMENTE, SE POSSIBILE, QUALI SONO !!!

Franco Della Rosa 08.11.16 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SAREBBE MOLTO UTILE AVERE UNA PRATICA TEBALLE CHE EVIDENZIA I TIPI DI CIBO A RISCHIO CONTENUTO DI TALI GRASSI O PIU' PRECISAMENTE, SE POSSIBILE, QUALI SONO !!!

Franco Della Rosa 08.11.16 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Sicuramente l’olio di palma UNGE E UNGE BENE. Purtroppo, per noi, non è l’unica cosa ad ungere ALLA GRANDE.
Cari amici, vorrei ricordarvi che nella grande industria alimentare il nostro paese vale molto poco. Per chi non lo sapesse, questi sono alcuni marchi italiani controllati da soc. estere: Saiwa, Agnesi, Fattorie Osella, Invernizzi, Galbani, Locatelli, Negroni, Simmenthal, Gruppo Fini, Splendid, Sorbetteria Ranieri, Riso Flora, Santa Rosa, Perugina, Vismara, Pezzullo, Berni, Italgel, Gelati Motta, Valle degli Orti, Surgela, la Cremeria, Maxicono, Marefresco, Voglia di Pizza, Oggi in Tavola, Antica Gelateria del Corso, Negroni, Simmenthal, Gruppo Fini, Splendid, Sanpellegrino, Levissima, Panna, Recoaro, Pejo, San Bernardo, la Claudia, Star, Sperlari, Saila, Dietorelle, Dietor, Galatine, Parmalat, Birra Peroni, .Birra Poretti, Birra Moretti; Palmera, Nostromo, Birra Ichnusa, Sasso, Betolli, S.Giorgio, Dante, Carapelli, Berio, Eridania, Norcineria Fiorucci,.Ruffino e gruppo Gancia, e altri prestigiosi marchi alimentari e conservieri. Mi sembra chiaro che l’informazione corretta, sui prodotti, sia sempre stata, e sempre sarà, un problema per i grandi produttori, nazionali e multinazionali. La quasi totalità dei formaggi esteri viene prodotta con latte in polvere, in Italia, giustamente, non è permesso; ma il consumatore non è informato. La commissione UE sta attivando una procedura d’infrazione, per l’Italia, in quanto non permette l’uso del latte in polvere. Per contro, questa situazione, permette alle soc. estere di commercializzare, a piene mani, formaggi prodotti con latte in polvere. Molti produttori italiani, scorrettamente, si difendono, importando latte, cagliate e altri semilavorati, a basso costo, dall’est Europa e non solo. Possiamo sperare che questa sporca situazione vada a migliorare? Possiamo pretendere che il consumatore, che paga, possa fare una scelta responsabile? Possiamo esigere che il consumatore non venga truffato?
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 08.11.16 00:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nuovo per tutti voi! Non perdete l'occasione più
Per chi cerca un supporto finanziario, serio e veloce per l'acquisto della vostra auto, casa, avviare una piccola impresa, o esigenze personali, ma sono incapaci di ricevere assistenza nella sua banca. Più nessuna preoccupazione; non perdere altro tempo. Mettiamo a vostra disposizione le offerte finanziarie ad un tasso di interesse a prezzi accessibili. Se siete interessati, vi preghiamo di contattarci a questo indirizzo: developpement.aide@gmail.com
Non ingannare più persone, me signora Anissa Kherallah sono per aiutarvi in tutta sincerità

GREGOIRE ROGER WILFRIED Commentatore certificato 08.11.16 00:34| 
 |
Rispondi al commento

In Italia abbiamo delle eccellenze che andrebbero valorizzate di più e poi capita che invece vengono valorizzati dei prodotti più dozzinali.

Ho assaggiato pochi giorni fa un formaggio DOP denominato PIAVE DOP VECCHIO SELEZIONE ORO che è strepitoso molto migliore a parer mio di qualsivoglia parmigiano o padano.


Purtroppo sono prodotti difficilmente reperibili sul territorio italiana ( nella mia regione arriva raramente ) e perciò rimangono prodotti di nicchia per quei pochi che sono riusciti a conosceri ( casualmente come me ) ed a approvigionarli ( raramente sono negli scaffali dei supermercati ) e finisce che ci propinano del "SAPONE GRATTUGIATO" e a noi ci va bene così.

Vorrei fare i complimenti ai produttori del PIAVE dicendogli che il loro è il formaggio più buono assaggiato da me in tutta la mia vita.

Forse c'è di meglio ma GIURO che quello è un prodotto al limite della perfezione.

Saluti e ancora tanti complimenti disinteressati da un toscano che non ha interessi propagandistici.

eccellenze di nicchia 07.11.16 21:56| 
 |
Rispondi al commento


Un tempo si moriva di fame o di malattia mangiando sano, si procreavano figli normali, la mortalita infantile era elevata
Oggi si è ammalati dalla nascita mangiando cibi adulterati e si continua a vivere nel disagio
Domani potrebbero esserci generazioni geneticamente ammalate prima di nascere
E sognando l'uomo bionico non rridurremmo la demografia ma la sua qualità di vita

Rosa Anna 07.11.16 21:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bisogna diffondere la cultura del mangiare sano, non solo quella del mangiar bene, perché in quel "bene" in realtà c'è dentro di tutto, nitriti, nitrati, glisofato, conservanti, grassi trans, chimica a gogò, eccessi di zuccheri e sale, manipolazioni genetiche dei cereali ecc.
È una grande opportunità di lavoro anche per le piccole o minuscole aziende il cibo biologico a km zero, questo finché i PDuisti non ci metteranno il naso , servi della grande industria italo americana qual sono. I Renzusconi a casa con il NO !!! Il voto giusto per la tua salute e per quella della collettività.

Fasog Gi 07.11.16 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Per i soldi questi criminali farebbero di tutto..

Giampaolo M5S, Italia Commentatore certificato 07.11.16 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Fosse solo un problema di grassi!!!
Ormai questa nostra civilta' occidentale e' al limite.
L'inquinamento e' la regola dell'ARIA delle ACQUE e quindi del CIBO.
L'appello ai consumatori perche' controllino l'ETICHETTA e' una idiozia,nessuno o quasi e' in grado di stabilire quello che gli fa male e quello che no, nemmeno gli specialisti del settore.
E' compito percio', come avveniva gia' in passato CHE SIA LO STATO (se esiste ancora)a controllare quello che mangiamo.
Frequento spesso la Polonia ultimamente, dove sotto il COMUNISMO esisteva un CONTROLLO FERREO SUI PRODOTTI ALIMENTARI oggi con L'UNIA nessuno controlla piu' nulla o quasi.

mauro esposito 07.11.16 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Un amico mi disse che l'olio di palma sembra non essere nocivo piu' di altri olii importati chissa' da dove. Per quanto riguarda l'uso proibito mi domando perche' visto che resiste a temperature maggiori dell'olio d'oliva extravergine, attenti alla propaganda politica e di lobby .

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 07.11.16 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BUONGIORNO, STANDO IN TEMA DI AVVELENAMENTO VORREI PARLARE DI ARIA. UNA LEGGE DELLO STATO PERMETTE DI BRUCIARE SFALCI POTATURE FOGLIE E MATERIALE VEGETALE SUL POSTO CON IL LIMITE DI TRE METRI STERI AL GIORNO CON MODALITA' CHE VENGONO STABILITE DAI REGOLAMENTI DEI SINGOLI COMUNI. COSA ACCADE IN PRATICA: NELLE ZONE RURALI E PEDEMONTANE MOLTI , ESSENDO AUTORIZZATI AD ACCENDERE FUOCHI , SI LIBERANO DEI RIFIUTI E APPROFITTANDO DELLA MANCANZA DI CONTROLLI SERI, A PARTE LA FORESTALE CHE CON POCHI MEZZI SI DA UN GRAN DA FARE, BRUCIANO DI TUTTO , COMPRESE PLASTICHE GOMME E RIFIUTI DI OGNI TIPO CANCEROGENI. NE CONSEGUE CHE IN ALCUNI PERIODI DELL ANNO E IN ORARI SERALI E NOTTURNI L ARIA E' SOVENTE IRRESPIRABILE, PARLO NEL MIO CASO DELLA PROVINCIA DI CUNEO ZONA PEDEMONTANA. LE SOSTANZE TOSSICHE, OLTRE A PENETRARE NEI POLMONI, SI DEPOSITANO SUL TERRENO INQUINANDOLO SERIAMENTE. NON ESISTONO CONTROLLI DEI VIGLI URBANI AL SERVIZIO DEI SINDACI CHE SONO CONDIZIONATI DA DELICATI EQUILIBRI ELETTORALI , I CARABINIERI DELEGANO ALLA FORESTALE CHE LA SERA SPESSO NON HA PERSONALE PER INTERVENIRE QUI L ARIA LA SERA E' IRRESPIRABILE. E POI L ANIDRIDE CARBONICA. QUANTA NE IMMETTIAMO NELL 'ATMOSFERA. IN PASSATO FOGLIE E SFALCI ERANO RISORSE CHE AMMUCCHIATE COL TEMPO DIVENTAVANO CONCIME. ORA NEL MONDO TECNOLOGICO, LE BRUCIANO AGGIUNGENDOCI LA PLASTICA. QUALCOSA NON FUNZIONA. SE CI TENETE ALLA SALUTE O SOFFRITE D ASMA STATE LONTANI DAL CUNEESE IN QUESTO PERIODO IN PARTICOLARE ....HO MATERIALE FOTOGRAFICO PER DOCUMENTARE QUANTO AFFERMO.STRANO CHE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE NON VEDANO...O FACCIANO FINTA...HO VISTO PERO' ARTICOLI SU GIORNALI CHE TRATTANO QUESTO PROBLEMA. MA TUTTO FINISCE LI...CONCLUDO SOTTOLINEANDO CHE LA SERA L ARIA RISTAGNA E SPESSO C E' UNA NEBBIA DA FUMO..MENTRE AL TRAMONTO I FUOCHI DOVREBBERO ESSERE SPENTI. .

DEMETRIO MERLO 07.11.16 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Il cibo continua ad allontanarsi dalla genuinità per abbracciare la produzione industriale che per forza di cose, la conservazione innanzitutto, è lontana dal naturalmente genuino, l'industria accoppia la pubblicità alla produzione (tutto pagato) e per noi significa consumo massiccio di prodotti per i quali giurano sulla qualità. Non è così, tutto il mondo è in cammino verso il cibo spazzatura, un dietrofront è un atto coraggioso, prerogativa dei Paesi sensibili alla salute del proprio Popolo e sicuramente non di altri (noi compresi) che preferiscono il business e gli interessi economici. Certo che dei paletti sarebbero sacrosanti e potrebbero essere un buon deterrente alle porcherie pronte al consumo. La gente per quel che può cerca qualità, ma è tutto relativo.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 07.11.16 17:44| 
 |
Rispondi al commento

C'è anche un'altro aspetto da considerare: la pubblicità !!!

Bisogna bloccare o limitare il più possibile la pubblicità, sia televisiva che cartacea, o sotto altre forme (internet, antisocial, ecc.)

Mi sembra chiaro che, con il continuo, devastante martellamento pubblicitario cui veniamo sottoposti, alla fine fa breccia piena nei caratteri meno forti o meno formati e li porta ad acquistare e mangiare qualsiasi porcheria, senza sapere cosa c'è dentro o con cosa è fatto.

Sono convinto che se venisse ridotto il martellamento psicologico, ne gioveremmo tutti.

Vincino Fivestar 07.11.16 17:17| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di multinazionali del cibo, la Ferrero ha inventato l'olio di palma doc per giustificarne l'utilizzo nei suoi prodotti, nutella compresa.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.11.16 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Mangiare veleni è un affare:
per quelli che li vendono.
per la sanità, sempre più a pagamento.
per le pompe funebri.
per l'INPS.
Quindi, più soldi per LORO da spartirsi.

AntòAvenza 07.11.16 15:48| 
 |
Rispondi al commento

L'hanno bocciato perchè ovviamente dietro c'erano le lobbies dell'olio di palma.

giovanni f. 07.11.16 15:32| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori