Il Blog delle Stelle
#RenziPeggioDiMonti: 712 miliardi di euro di tasse nel 2015

#RenziPeggioDiMonti: 712 miliardi di euro di tasse nel 2015

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 20

di MoVimento 5 Stelle

Renzi ha continuato la politica di austerità di Monti ed è riuscito a farci pagare 12 miliardi di tasse in più rispetto a lui. Ha aumentato le tasse, non le ha ridotte come va cianciando. Il suo è un governo tecnico che fa e ha sempre fatto quello che gli impone l'Europa.

di Andrea Del Monaco, Esperto Fondi Europei

Nel 2015, rispetto al 2014, abbiamo pagato più tasse e imposte per 9,26 miliardi. Lo dice l'Istat: il prelievo fiscale, ovvero la somma di tasse e imposte, è aumentato dal 2014 al 2015, da 702,84 a 712,1 miliardi; "è la somma che fa il totale" diceva Totò.

Dovrebbe ricordarlo anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi quando ripete di aver abbassato le tasse e aggiunge: "l'ultimo governo tecnocratico che mi ricordo ha alzato le tasse e portato a -2,3% il Pil, era il governo di Mario Monti". Renzi dà un dato quasi esatto quando si riferisce al PIl del Governo Monti: nel 2012 crollò addirittura del 2,8%.

Al contrario Renzi dà un dato inesatto quando ripete di aver abbassato le tasse. Per fortuna in Italia esiste ancora l'Istat. Il 23 settembre 2016 l'Istat ha pubblicato il Report sui Conti Economici Nazionali.

Osserviamo tre dati: il Pil, la pressione fiscale e il prelievo fiscale. Il prelievo fiscale è l'ammontare in termini assoluti degli oneri dovuti e versati dai contribuenti allo Stato a titolo di imposta, tassa o contributo speciale. Concretamente il prelievo fiscale rappresenta quanto gli italiani hanno pagato allo stato in termini assoluti.

La pressione fiscale è il rapporto tra l'ammontare delle imposte (dirette, indirette e in conto capitale) e dei contributi sociali (effettivi e figurativi) e il Pil. Osserviamo cosa è successo negli ultimi cinque anni dal 2011 al 2015 ricordando una cosa. I dati di un anno sono la conseguenza del ciclo economico dell'anno stesso e della manovra effettuata dal governo nell'anno precedente. Così i dati del 2011 sono la conseguenza del ciclo economico del 2011 e della manovra del governo Berlusconi dell'anno 2010.

I dati del 2015 sono la conseguenza del ciclo economico dell'anno 2015 e della manovra del governo Renzi nel 2014. Vediamo dopo la manovra di Berlusconi nel 2010 cosa è successo nel 2011: il Pil è aumentato dello 0,6%, la pressione fiscale è al 41,6%, abbiamo pagato complessivamente 681,2 miliardi tra tasse, imposte e contributi speciali.

Vediamo, dopo la manovra del governo Monti nel 2011, cosa è successo nel 2012: il Pil è crollato del 2,8% (ancor di più di quanto ricorda Renzi), la pressione fiscale è salita di due punti percentuali al 43,6%, e addirittura abbiamo versato allo Stato 703,86 miliardi: il prelievo è aumentato di 22 miliardi (ricordate la stangata dell'Imu?).

Vediamo, dopo la manovra del governo Monti nel 2012, cosa è successo nel 2013: il Pil è crollato ancora del 1,7 %, la pressione fiscale è rimasta stabile al 43,6%, il prelievo fiscale è sceso di 3 miliardi a 700 miliardi.

Ma vediamo dopo la manovra del governo di Enrico Letta nel 2013 cosa succede nel 2014: il PIl cresce di uno 0,1 %, la pressione fiscale scende dello 0,2% al 43,4%, e il prelievo fiscale sale a 702,84 miliardi.

Ora attenzione, vediamo dopo la manovra del governo Renzi nel 2014, cosa succede nel 2015: il Pil aumenta dello 0,7%, la pressione fiscale rimane al 43,4%, e, il prelievo fiscale balza di 9 miliardi arrivando a 712,1 miliardi.

Quindi si possono dedurre interessanti conclusioni guardando i numeri:

Ha ragione Renzi quando ricorda che il Pil è crollato nel 2012 sotto il governo di Mario Monti: meno 2,8%.
La pressione fiscale del governo Renzi è uguale a quella del governo Letta che avrebbe dovuto stare sereno: sempre 43,4%.
Il presidente Renzi ha torto quando dice di aver abbassato le tasse; in termini assoluti, nel 2015 rispetto al 2014, abbiamo pagato allo stato 9 miliardi di tributi in più: tale dato è particolarmente significativo in un momento in cui il Pil cresce degli zero virgola.
Contrariamente a quanto la narrazione renziana dice, con Monti nel 2013 il prelievo fiscale è stato di 700 miliardi, con Renzi nel 2015 di 712 miliardi: quindi da Monti a Renzi 12 miliardi di tasse e imposte in più. Non è finita qui: il prelievo fiscale sale dai 681 miliardi di Berlusconi nel 2011 ai 712 miliardi di Renzi nel 2015: 31 miliardi di tasse e imposte in più. Ma perché accade questo?
Perché con la sottoscrizione del Fiscal Compact, del Six Pack e Two Pack nel 2011-2012, il bilancio dell'Italia ha il pilota automatico di Bruxelles: siamo costretti al consolidamento fiscale. Indipendentemente da chi è Premier.

E quindi Renzi è costretto a fare politiche uguali alle politiche dell'alfiere dell'austerità Monti.

TUTTE LE TAPPE DEL TRENO TOUR #IODICONO

OGGI

PIEMONTE

17:00

ALESSANDRIA
Giardini Pubblici - Corso Crimea 67

LIGURIA

20:00

GENOVA
Piazza Matteotti

2/12/2016

LIGURIA

11:00

SAVONA
Piazza Sisto

PIEMONTE

17:00

TORINO
Piazza San Carlo

SCOPRI IL SITO IODICONO.IT



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

1 Dic 2016, 10:24 | Scrivi | Commenti (20) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 20


Tags: bugiardo, monti, renzi, tasse

Commenti

 

Ciao

Per tutti quelli che hanno bisogno di prestito per preso avvio la loro attività, contattare questa mail; claudejiliet7@gmail.com

BLOGNE JUSTINE , toscana Commentatore certificato 05.12.16 08:37| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno sig./Sig.ra
È con un riconoscimento profondo che tengo a voi
portare qui la mia prova, voi che siete alla ricerca
di prestito di denaro, non so come voi fare parte di
essendo la mia gioia poiché io anche alla ricerca di prestito, sono
caduto su signora Anissa KHERALLAH donna d'affari. Mi ha assegnato
un prestito di 120.000€ con un tasso di 3% e ne ho parlato a
molti colleghi che hanno anche ricevuto prestiti a
questa signora senza avere preoccupazioni. Particolarmente a me,
ho ricevuto la mia domanda di credito per bonifico bancario in una
durata di 72 ora senza protocollo e sono completamente
soddisfatto. La ragione che la spinge a pubblicare quest'avviso
è che questa donna continua sempre a fare
meraviglie ad gente che è realmente nella necessità.
Allora ho deciso di annunciare quest'opportunità a voi
chi non avete il favore delle banche o che avevano avuto a
fare a prestatori disonesti che non fanno che approfittare di
la personalità di altra; avete un progetto o un bisogno
da finanziamento, potete scrivergli e lui spiegare
la vostra situazione; vi aiuterà se è convinta di
la vostra onestà. Ecco la sua posta elettronica: developpement.aide@gmail.com

fermin sanguila Commentatore certificato 03.12.16 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Il bello deve sempre arrivare, vedrete cosa accadrà se vince il SI. Un bel senato selezionato per essere al servizio dell’esecutivo. I deputati che non rappresento più la Nazione ma continua no n avere il vincolo di mandato (Un maligno potrebbe pensare: rappresentano il maggior offerente), un ricco articolo 117 che permetterà, all’esecutivo in carica, di avere mani libere, senza controllo alcuno, sul territorio, risorse naturali, beni culturali, beni immobiliari, industria e altro di proprietà pubblica (speriamo solo di quella pubblica). Ci racconteranno: DOBBIAMO DIMINUIRE IL DEBITO PUBBLICO. PUTTANATE, IL DEBITO CONTINUERA’ AD AUMENTERE (QUEST’ANNO, SE VA BENE, IL DEBITO SARA’ CRESCIUTO DI ALMENO 100 MILIARDI) COME SARANNO CRESCITI POVERTA’, DISOCCUPAZIONE E DISAGIO SOCIALE. Però daremo il via alla grande svendita dei nostri patrimoni. Chi offre di meno? L’aumento complessivo delle tasse è solo un intermezzo in attesa di aprire le danzE. Basta vedere l’interesse internazionale al SI, dei potenziali compratori. O no?
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 01.12.16 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Che volete farci, con quella faccia (di bronzo) può' dire ciò' che vuole. L'importante è' non crederci.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 01.12.16 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Nei primi sei mesi il debito pubblico italiano è cresciuto di 70 miliardi di euro. Una tale esplosione dell'indebitamento non era mai accaduta nella storia d'Italia. Se a questa cifra si affianca una pressione fiscale in crescita che cosa si deduce? Non certo austerità, ma, al contrario, una spesa straripante. Rivolta a che cosa? Ad attutire la morsa della crisi, a dare agli italioti una sensazione di ripresa, nonostante le migliaia di aziende fuggite all'estero e il relativo crollo degli investimenti in patria. Questo lieve quanto falso sollievo doveva trovare nel sorriso del premier, un altro leader col sole in tasca, un moltiplicatore formidabile.
Il disastro peggiore è la visione illusoria delle condizioni del Paese. Questa distorsione sarà il maggiore ostacolo per chiunque proverà a fare riforme serie.
Andrea Pirro

Andrea Maria Pirro, Cagliari Commentatore certificato 01.12.16 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno
A parlare con lui giura di averle diminuite...
quel che peggio c'è chi ancora ci crede come un oracolo.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 01.12.16 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto da napoli,3 municipalità,volevo rinnovare la tessera elettorale,fila chilometrica e funzionari del comune con mafiosa tracotanza sul volto,non ci sono riuscito perchè ci voleva minimo 2,5 ore ed ho rinunciato,ha dimenticavo ci abbitano pure nel cortile del comune!BA?????

massimiliano salvatore 01.12.16 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Quindi, visto che il 'succo' della questione sono le ultime 4 righe, soluzioni? visto che anche con un governo 100% m5s non cambierebbe di uno sticchio..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 01.12.16 13:01| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe interessante sapere se le attività illegali introdotte nel 2014 nel calcolo del PIL possano aver influito sulla classifica ....

Giancarlo G., Verona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 01.12.16 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora due sono le cose: o la TV serve e allora perché non ci facciamo una TV tutta nostra sostenuta dai contributi volontari; o la TV non serve ancazzo e allora perché andate nelle TV degli altri per essere visti da qualche imbecille che ancora le vede?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 01.12.16 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Savonarola
scusa le volgarità ma:

Aridatece "il dottor sottile"

ridatece la prima ripubblica

almeno Amato c'ha messo la faccia e ce li ha rubati di notte i risparmi degli Italiani...

queste sono merde, che si divertono a prenderci per il culo da TROPPO tempo ...


ecche è ..
stai a esaggerà
un tuo suddito
con la testa sotto il tuo stivale

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 01.12.16 11:35| 
 |
Rispondi al commento

OT

son contento di essere arrivato "uno" ma mi sento un po' solo

dai ragazzi dove siete finiti

ciauuuu

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 01.12.16 11:35| 
 |
Rispondi al commento

i piddini van in Tv e ci raccontano , facendo i pappagalli quello che dice il capo

quando finirà questo massacro??

salut ai monell del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 01.12.16 11:32| 
 |
Rispondi al commento

OT

toc toc c'è nessuno

old dog 01.12.16 11:28| 
 |
Rispondi al commento

che vogliamo aspettarci da un affabulatore, parolaio, chiaccherone se non che peggiori le cose

io non lo sopporto più quando lo vedo in Tv cambio canale o spengo la tele-visione

visione x modo di dire pare un quadro il soggetto e sempre lui Mr. Bean

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 01.12.16 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Difficile lottare contro un sistema in cui vige uno stato di corruzione. Ma, bisogna farlo ugualmente ed a maggior ragione. Avanti tutta, per questo voto NO

costantino sacino 01.12.16 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei grande!

Andrea Peroni 01.12.16 10:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori