Il Blog delle Stelle
La fake news sull'attentato di Berlino. E ora che si fa, cari censori, chiudiamo i giornali?

La fake news sull'attentato di Berlino. E ora che si fa, cari censori, chiudiamo i giornali?

Author di Marcello Foa
Dona
  • 50

di Marcello Foa

Ogni volta che sento qualcuno proporre "agenzie indipendenti" per far rimuovere "false notizie" sul web, rabbrividisco. Tanto più in un'epoca in cui l'establishment sta tentando di accreditare la necessità di censure contro chi pubblica "bufale" e "post-verità". Il riferimento più immediato è ovviamente alla significativa dichiarazione rilasciata al Financial Times, dal presidente dell'antitrust italiano, Giovanni Pitruzzella, subito denunciata da Beppe Grillo e da un esperto di comunicazione avveduto come Vladimiro Giacché, che vede giustamente rischi di controlli in stile "1984" di Orwell.

Ma la tendenza non è solo italiana; è sempre più forte in molti Paesi occidentali, come la Francia, come gli Stati Uniti. E' tutto uno strepitare contro la disinformazione online, senza nemmeno una parola contro quello che invece rappresenta il vero problema: la disinformazione autorizzata ovvero le tecniche di spin doctoring che permettono di manipolare notizie e coscienze salvaguardando la forma; perché vengono diffuse dalle stesse istituzioni; approfittando - anzi, abusando - della loro autorevolezza.

Chi mi segue sa che da oltre 10 anni denuncio lo spin, che ho descritto nel saggio "Gli stregoni della notizia" e che è diventato un vero e proprio strumento di guerra asimmetrica. Guardate il paradosso: oggi politici e media mainstream denunciano i siti alternativi e i commenti sui social, con un'operazione che di persé è mistificatorie perché mischia tutto: siti di informazione, d'opinione, bufale (certo che ce ne sono), informazione ideologizzata. Ma non pronunciano una sola parola contro la manipolazione che viene generata dalle stesse istituzioni e che è pericolosissima e devastante perché è diventata uno strumento di guerra asimmetrica e incide profondamente nel rapporto tra Stato e cittadino, generando disgusto e diffidenza.

Eppure - insisto - la vera manipolazione non è quella di internet ma è quella ufficiale. Che, purtroppo, non diminuisce affatto.

Voglio sviluppare fino in fondo il ragionamento di Pitruzzella e quello di altre autorevoli pensatori anglosassoni, riferendomi a un esempio recente, quello degli attentati di Berlino. Tutti ricordiamo gli epici titoli sull'autista del Tir che avrebbe lottato fino all'ultimo per impedire la strage. Ne ho già accennato in un post ma val la pena di riprendere la notizia. Scegliete voi la fonte: Corriere della Sera, la Repubblica, la Stampa, Rai, Mediaset, Sky.... Non fa differenza. Tutti i media ripresero con grande evidenza la notizia della Bild Zeitung che, citando fonti investigative tedesche , scrisse che l'autista, seppur ferito, aveva tentato eroicamente di impedire che il Tir si schiantasse sul mercatino, lottando furiosamente con il terrorista a bordo.

Dopo qualche ora, questa dichiarazione fu avallata dal ministro degli Interni del Land di Berlino Andreas Geisel, sebbene fosse doveroso dubitare della sua attendibilità, come rilevato da chi scrive e da altri osservatori: come faceva il terrorista a lottare furiosamente con un autista di 120 chili, riuscendo al contempo a guidare un Tir ed evitare che sbandasse? Roba da film di Hollywwod, senza peraltro riscontri oggettivi, perché nessuno ha visto il Tir "zigzagare"prima dello schianto. Anzi, nell'unico filmato lo si vede procedere dritto a tutta velocità.

Com'è andata a finire? Ora ci viene detto, ed è ancora una volta la Bild Zeitung ad informarci, che secondo i primi risultati dell'autopsia, l'autista sarebbe stato colpito dai proiettili tre ore prima dell'attentato, tre ore durante le quali ha perso molto sangue. Forse era già morto al momento dell'attentato, in ogni caso era incosciente e di certo non era in grado "di aggrapparsi al volante".

Insomma: ci hanno raccontato una gigantesca frottola. Una spettacolare "fake news". Attenzione: chi ce l'ha raccontata? Un giornalista troppo fantasioso? Un inaffidabile blogger? Macché: ad impiantarla ad arte è stato uno spin doctor che lavora nelle istituzioni tedesche e poi certificata addirittura da un ministro locale.

E allora sorgono alcune domande.

Cos'hanno scritto i solitamente indignati debunker, tanto amati da politici come la Boldrini? Strepitano? Macché tacciono, come sempre in queste circostanze perché per loro la Verità è sempre solo quella formale, delle Istituzioni. E le Istituzioni, lo sanno tutti, non possono mentire. E allora certe notizie spariscono dai siti dei moralisti del web, semplicemente non esistono. Perché non possono esistere.

Altra domanda: lo spin doctor che ha diffuso scientemente una balla pazzesca verrà indagato e processato? La risposta è, come sempre no, perché i politici che oggi chiedono misure severe contro i blogger, non hanno mai sollecitato punizioni per chi compie reati ben più gravi, mentendo in assoluta cattiva fede, abusando della credibilità delle istituzioni. Quella menzogna non può essere punita. Non è nell'interesse dei politici mainstream.

E come la mettiamo con i giornali e con le tv che hanno diffuso, con toni epici, una bufala colossale? Seguiamo ancora la logica di Pitruzzella: che facciamo, presidente? Chiudiamo Repubblica, Corriere, i tg Rai eccetera? Eh sì, percepisco il suo disagio

E' facile prendersela con un blogger o un utente Facebook accusandolo di diffondere post-verità, ma se vuole essere coerente dovrebbe oscurare i grandi siti e magari anche denunciare per falso le istituzioni tedesche. Che scena! Tutti i grandi giornali chiusi per manifesta manipolazione della realtà o obbligati a uscire con un bollino che ne certifica la non credibilità.

Impossibile? Ovvio non è così che si difende la democrazia e un'informazione davvero migliore. Chi invoca la censura non ha mai davvero a cuore la libertà d'espressione, ma persegue altri inconfessabili interessi. Incompatibili con i vostri.

Non fatevi ingannare, non fatevi intimidire.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

4 Gen 2017, 14:28 | Scrivi | Commenti (50) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 50


Tags: autista, berlino, bufala, m5s, pitruzzella

Commenti

 

Ma che bel TIR tutto nero e tirato a lucido...
Ma voi l'avete mai visto un TIR così ? All'ultima moda "Jihiad"...?
Ma il terrorista solitario lo ha ricoperto tutto da solo ?
Per me : no !
Non credo a una parola, proferita dai media ufficiali.

XMAN 08.01.17 14:06| 
 |
Rispondi al commento

La televisione, i giornali, i mass media in genere possono talvolta sbagliare come ad es. per taluni particolari della strage di Berlino,ma in questi casi emergenziali la ricostruzione dei fatti può essere sviata in buona fede da talune apparenze. Errare umanun est, ma questi media sono essenziali come difesa della libertà e dgli interessi vitali dei cittadini. Tanto più adesso che che sul web la verità viene sistematicamente stuprata.

Mario Are 08.01.17 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Felice anno nuovo si.

La informiamo che la banca CRÉDIT MUTUEL, ma ha la tua fornitura di prestito di qualsiasi genere. Se avete veramente bisogno di un prestito per la tua attività sviluppata, vi consiglio di contattare il direttore della banca su mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

Ho ricevuto un prestito di 90000 euro in questa banca: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

rolando moliso, roma Commentatore certificato 08.01.17 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Se è per questo, ho anche sentito raccontare in TV che il terrorista di Capodanno a Istanbul, che ha agito da vero professionista, ha poi preso il taxi e, forse per farsi ricordare meglio, è sceso senza pagare la corsa ( che lì costa poco) perchè senza soldi, infatti è ancora in fuga... Oggi,anzi non da oggi,grazie al grande preparato ed onesto lavoro di Esperti dei vari campi, si confondono le chiacchiere al mercato con le notizie, le barzellette con le informazioni, il marketing senza pudori con l'informazione scientifica. La coscienza critica individuale è e rimane perciò l'unica salvaguardia possibile di civiltà e libertà.

angelo n., genova Commentatore certificato 06.01.17 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Ciscuno di noi ragiona con il proprio cervello!
anche io se fossi giornalista schriverei; non ho la certezza,ma presumo che le cose sono andate cosi!come sono andate veramente le cose, ci vogliono giorni!
e poi qul giorno non mi chiedevo la dinamica come e morto quel povero camionista.
il mio pensiero era rivolto a tutte le persone che sono morte!!!!

Radola nada 06.01.17 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera a tutti. Penso che tu abbia ben celebrato ? Io faccio solo la testimonianza di una donna che, a mio aiuto un sacco per un prestito di 8.000 euro questa mattina. Questa donna, vi assicuro che è davvero una mamma che ha il denaro per il cliente e per il popolo, che spiega chiaramente la loro situazione. Il suo nome è ANISSA , francamente, è una buona persona, perché mi è stato soddisfacente oggi, e sono felice di parlarne , all'inizio avevo dubitato, ma ora posso dire che è il vero creditore. Il suo indirizzo è : developpement.aide@gmail.com

javier estrada gonzalez Commentatore certificato 05.01.17 21:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signor FOA
Fondamentalmente sarei d'accordo comunque il problema RESTA irrisolto.
Mi permetta una cosa
per cortesia
Se Lei usa termini incomprensibili a tutti coloro che non hanno letto i suoi libri...
non la capisce nessuno,come disse bene qualcuno precedente
Il mondo non è fatto di soli LAUREATI ma nemmeno di scemi

Mauro Magni 05.01.17 20:31| 
 |
Rispondi al commento

Tutto molto bello ma il problema resta, sul web di palle assurde ne leggiamo ogni giorno a valanghe.
Quindi un metodo per impedire che la gente venga seppellita da schifezze, sia online che altrove, DEVE ESSERE TROVATO.
Non è possibile farsi un'idea di come agire se hai informazioni distorte, contorte, pilotate, farcite di mezze verità o menzogne.
Chi mente al popolo, sopratutto se si parla di cose estremamente importanti, DEVE ESSERE FERMATO E PUNITO!
Per un giornalista in tv ad esempio il solo fatto di stare zitto mentre gli "ospiti" dicono menzogne è di per se un fatto riprovevole e non giustificabile.
Un modo lo dobbiamo trovare...e aggiungo che l'informazione DEVE essere data in modo che sia comprensibile a tutti, quindi se la farciamo di termini tecnici o poco chiari non diamo una buona informazione, se la scriviamo in modo poco leggibile anche.
Dobbiamo ricordare che il popolo non è fatto di soli laureati ed esperti, abbiamo purtroppo parecchie persone che hanno difficoltà a capire quello che leggono ma hanno potere di voto come tutti e diritto a comprendere cosa stanno per decidere...

Enrico Bosco, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.01.17 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Articolo ottimo che fotografa esattamente la più che drammatica situazione.
Ricordo a tutti che tanti nostri concittadini potrebbero essere dei nostri da un pezzo, o per lo meno non ci odierebbero come invece fanno, in quanto sono tele-pilotati dai media. OK, è anche responsabilità di chi sceglie di leggere tali immonde fonti, ma il danno commesso ai danni della Società rimane (si perpetua ed è impunito).

Solo un appunto: come già qualcuno ha fatto notare, le terminologie come "spin doctor" etc. sono poco chiare... non si potrebbe scegliere un termine in italiano?

Carlo S., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 05.01.17 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Per l'attentato e strage di Berlino una domanda inevasa è: oltre alla nostra Fabrizia De Lorenzo chi sono le altre vittime dell'attentato?
Perché la Germania non ha diramato i nomi? Per riserbo? Perché la Francia ha diramato i nomi di tutte le vittime del Bataclan e la Germania no?

Pier 05.01.17 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Si, ma cosa significa "spin doctor" e "debunker" riferito alla Presidente della Camera dei deputati: Boldrini?
Doctor dovrebbe significare conoscitore di una scenza, come i dottori laureati in e.g.: filosofia.
Conoscevo lo spin degli elettroni e non ne ho mai capito appieno il significato applicato ad altri casi. come si deve applicare l'effetto rotatorio impresso da un momento di forze ad un dottore di qualsiasi scienza?
Forse è una torsione che il doctor imprime alla scienza per avere gli effetti voluti.
Forse è l'applicazione della regola fisica al rovescio? id est, conosci la legge che regola causa ed effetto e allora puoi provocare la causa per avere quell'effetto?
Forse è l'applicazione del codice civile o del codice penale per cui si manipola il fatto rappresentato al giudice così da costringere il giudice a riconoscere la realizzazione della specifica fattispecie a ccui corrisponde l'effetto di condanna voluto dal manipolatore?
Allora gli avvocati sono potenziali spin doctor?
Conclusione davvero interessante se fosse vera l'ipotesi di partenza.

Ezio D'Alessandro, Avezzano Commentatore certificato 05.01.17 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PEPE HA RAGIONE...NON CI FACCIAMO MANOVRARE...

Ogni nazione dispone di fonti di informazione ma le tre più importanti sono a livello globale;

Associated Press; E’ la maggiore delle agenzie stampa internazionali e lavora offrendo news ai media di tutto il mondo dal 1846, anno della sua fondazione. La sua sede principale è a New York negli Usa.

Reuters; Una grande agenzia stampa internazionale, fonte online di notizie obiettive e specializzata in informazioni finanziarie di qualità, con dati di mercato aggiornati al minuto e notizie approfondite nei canali business, investing e news.

France Press; Tra le grandi agenzie di stampa internazionali, la sua fondazione risale al 1835 e offre notizie tradotte in molte lingue in tutti i settori delle attività umane.

Rss Ansa La maggiore agenzia di stampa italiana, raccoglie, pubblica e distribuisce informazione giornalistica e di ogni altro servizio connesso con la comunicazione, fornendo l’informazione a tutti i media italiani, alle istituzioni centrali e periferiche, agli organismi internazionali e alle organizzazioni di categoria.

Adnkronos; Agenzia di Notizie, Asca; Tra le maggiori agenzie di stampa italiane,Agenpress; Agenzia stampa quotidiana , AGR; online Associazione Giornalista Radiotelevisiva, Dire; Specializzata nell'informazione politico parlamentare...

Informazione manovrata, filtrata passano per questi canali di distribuzione poi arrivano in mano ai giornalisti che sono in 2 categoria, i primi "giornalisti d'ufficio" che hanno venduto la loro penna all' editore e poi ci sono "Giornalisti" quelli che firmano con il loro sangue come, Mauro De Mauro, Giovanni Spampinato,Mario Francese, Peppino Impastato, Mauro Rostagno...giornalisti controcorrenti...

pepe ho ragione ci sono molte informazione spazzature per infangare avversari politici.... non lasciamoci manovrare.

https://www.facebook.com/shahab.shirakbari.5


La manipolaione dell'informazione è chiaramente un mezzo di controllo che usano i governi (america in primis) ci sono vari servizi che ne spiegano il modus operandi cercare su youtube. Purtroppo finche non risusciamo a rendere indipendenti i main stream da ogni ingerenza politica dovremo sempre trovare un riscontro dell'informazioni su altri canali come blog, giornali stranieri etc. Nessuna censura di internet quindi finche non si mette in piedi un sistema di controllo e sanzionatorio dell'informazione cosiddetta istituzionale. WM5S

rosario c. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 05.01.17 07:58| 
 |
Rispondi al commento

Il giornalismo delle bufale è il giornalismo velinaro, il mainstream che ripete acriticamente le menzogne dei poteri forti e dei servizi segreti, ad esempio chiamando profughi o migranti i clandestini, missioni di pace le guerre neocoloniali, regimi i governi legittimi ma sgraditi all'impero multinazionale

Luciano Salsi 05.01.17 07:14| 
 |
Rispondi al commento

ma ... e dei 4 "dell'ave maria" (pd) che qualche periodo prima del referendum andavano in ogni dove a dichiarare che se avesse vinto il NO si sarebbero presi la responsabilità della cosa e si sarebbero ritirati dalla politica ..... che ne facciamo???
Il bomba, dichiarò che si sarebbe RITIRATO DALLA POLITICA mi sembra sia ancora attualmente il segretarti pd e non abbia la minima intenzione di togliersi dai così detti (contenti quelli del pd che si tengono un segretario pallonaro), la principessina sulle ex riforme costituzionali, mi pare ora sia sotto segretario alla presidenza del consiglio (o no?), la fedeli in una trasmissione tv aveva affermato che pure lei si sarebbe presa le sue responsabilità (ora diventata addirittura ministro istruzione), e carbone ...... NO COMMENT.
Se vogliamo .... di persone da indagare per violazione art.661 del codice penale ne troviamo nel pd da indagare .... quanti ne vogliamo.

mario 04.01.17 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Per non leggere false informazioni dai giornali basta non comprarli, non leggerli e spegnere la tv... troppo facile?
Leggere le fonti (almeno quelle disponibili) è molto meglio che leggere i ripetitori (con deformazioni) di quelle fonti:
dati istat nel sito istat, le leggi e le votazioni dei parlamentari (che van giudicati proprio dalle leggi) e i trattati internazionali nei siti governativi....

Chi proprio non riesce a vivere senza informazioni propagandistiche inutili e che non lo riguardano dovrebbe considerare la possibilità di cercare solo notizie vecchie e che lo riguardino (che abbiano subito una seconda lettura e siano affidabili) oppure chiedere aiuto a un medico poiché la condizione di dipendenza compulsiva da informazione detta sovraccarico cognitivo è una patologia (i diversamente italiani la chiamano information overload addiction).
https://en.wikipedia.org/wiki/Information_overload#General_causes
Attenzione! pure internet è potenzialmente una possibile causa di tale patologia poiché la causa non è tanto il mezzo di diffusione ma proprio i contenuti diffusi e l'incapacità di analizzarli e confrontarli correttamente.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 04.01.17 23:00| 
 |
Rispondi al commento

I cani giornalisti sono tutti a rischio licenziamento,nessuno (mongoli a parte) segue telegiornali o legge i giornali.
I padroni chiudono (tipo sole24ore) e questi rimangono disoccupati dovendo poi ricorrere all'ennesimo piegamento a 90 gradi per elemosinare un posto di lavoro ahahah che ridere.

ps: E' facile evadere il canone Rai,cercate su internet :-)

Taipan X Commentatore certificato 04.01.17 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Quello che non mi fa dormire la notte è: pensare che Fonzie ha anche trovato il modo di farmi fare forzatamente anche a me da sponsor di bufale mettendomi il CANONE RAI direttamente in bolletta cosi da pagare lo stipendio dei direttori compiacenti che lui stesso ha piazzato al comando dei tg nazionali pubblici. Sto cercando in tutti i modi di diventare indipendente per l'energia e distaccarmi anche dall'enel alla faccia del canone... avanti con l'incentivazione di energie rinnovabili !!! W le bufale, ma solo quelle che fanno ottima mozzarella...

Antonio.P 04.01.17 20:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

..gli unici veri colpevoli di false notizie sono le
pubbliche istituzioni..e devono essere denunciati
pubblicamente!
tutti gli altri son discorsi da bar..

pasquale 04.01.17 19:43| 
 |
Rispondi al commento

Ma chi e' questo Foa' un articolo senza senso senza significato una intera pagina del Blog per dire le stesse cose che aveva scritto molto meglio Grillo. Questi giornalisti che sono corrotti come tutti gli altri si infiltrano per farsi buona fama, chi e' che li fa intrufolare e Grillo lo sa? Qualcuno ci spieghi questo fatto.

patti c., Rozzano Commentatore certificato 04.01.17 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido. L'idea dell'agenzia che dovrebbe controllare è semplicemente ridicola, se non folle.

albino c., GIARDINI NAXOS Commentatore certificato 04.01.17 19:13| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/30/pensioni-inps-a-inizio-2016-181-milioni-assegni-piu-della-meta-sotto-i-750-euro/2592496/

18.1 milioni di pensioni erogate, non significa altrettanti fruitori, ovvero è possibile esistano soggetti che beneficiano di più pensioni

difficile stimare il numero di pensionati in italia

http://www.panorama.it/economia/lavoro/dipendenti-statali-quanti-sono-e-quanti-saranno-in-meno/

circa 3 milioni

solo statali? regionali, provinciali, comunali?

difficile stimare il numero di dipendenti pubblici


ho provato a cercare il numero di dipendenti "privati" non l'ho trovato

Psichiatria. 1 04.01.17 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Grande Marcello Foa,
i sepolcri imbiancati si indignano SOLO quando gli conviene;
in diretta su tutti i canali tv, su media SEMPRE a loro disposizione 24 ore al giorno.

Internet ha un pò rotto questo incantesimo
(le BALLE DI REGIME) e loro sono nervosetti.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 04.01.17 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io concordo con Marcello Foa,ma soprattutto col MoVimento 5 Stelle;le persone che non accettano l'etica del m5s vanno espulse perchè inficiano il comportamento" ottimo ed elegante " degli eletti in qualità di portavoce.Non dimenticatelo MAI! da quando sono in azione(2013) il m5s( portavoce:comunale,nazionale ed europeo),l'ordine democratico si sta diffondendo in maniera liberatoria ed essenzialmente proficuo per la PACE nel mondo;e con un comportamento in Parlamento Italiano,nei comuni e regioni la politica si fa sempre più determinante in quanto " nessuno deve rimanere indietro ".Lo volete apprezzare quando il m5s vuole la pace,una politica di buona salute per la salute,una economia sana per una vita tranquilla e prosperosa con propositi innovativi che allungano la vita!Come ve lo dobbiamo dire che siamo vogliosi al che tutti vivano dignitosamente aiutandoci l'un l'altro,ma non alla maniera clericale(sanfrancesco...),bensì alla maniera repubblicana(PIERO CALAMANDREI).In Parlamento dobbiamo entrarci con elezioni " DEMOCRATICHE ",in cui il cittadino VOTA libero e consapevole per una Democrazia Partecipata;questo è il DNA del m5s : lo abbiamo capito tutti che i partiti hanno fallito e prodotto " nebulosa ",però il MoVimento 5 Stelle ci farà uscire ( tutti insieme ) da questa fanghiglia macerata per raggiungere e azionare la DEMOCRAZIA DIRETTA nel Paese,in Europa e nel mondo.GRAZIE MOVIMENTO 5 STELLEEEEE!!!!!
SI SEMPRE M5sTELLE!!!!

franco dimasi, anzio Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.01.17 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Skyrg24 disse che l"attentatore avrebbe gridato prima di scaraventarsi sulla folla (non ricordo le parole esatte della giornalista) "mi macelleremo tutti come maiali". Dopo cerco il video che riguardava le dichiarazioni di Trump, se c'è ancora.
Ma chi c'era sul camion a sentire queste parole? Leggera bufala con un chiarissimo fine.

Massimo Rosina, Casorate Primo Commentatore certificato 04.01.17 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Sempre puntuale, preciso e attendibile Marcello Foa. Uno dei pochi giornalisti imparziali e preparati che sanno raccontare bene la geopolitica internazionale.

massimo f., milanosudest Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 04.01.17 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Sempre puntuale, preciso e preparato Marcello Foa. Un vero giornalista obiettivo e imparziale come pochi altri.

massimo f., milanosudest Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 04.01.17 18:07| 
 |
Rispondi al commento

ho sentito il signor Gentiloni nel discorso di chiusura d'anno, volevo scrivere che è il solito falso.
il suo capolavoro è stata a risposta alla giornalista che le chiedeva come si comporterà con i suoi ministri, dove Sempronio era tenuto sotto sorveglianza dalla polizia; venutolo a sapere ha rimosso le cimici dai locali, alla domanda del giudice chi fosse stato ad avvertirlo rispose: Tizio e Caio,
interrogati, Tizio e Caio negano; la domanda : "che deciderà di fare dei suoi ministri che sono o calunniatori o bugiardi ?
risposta: "io ho la massima fiducia in quelle persone e lascerò decidere alla magistratura".

IL SIGNOR CAPO DEI MINISTRI è PARI A I SUOI ACCOLITI
IL SIGNOR "GENTILONE" SI DEVE RICORDARE CHE NON è LUI CHE COMANDA E DEVE RENDERE CONTO AL POPOLO SOVRANO

la giornalista avrebbe dovuto chiedere, se avesse potuto: "lei non riuscirebbe a trovare tra 60 milioni di italiani almeno 3 altri che posano sostituire questi indagati ?
il popolo suo padrone vuole che li cerchi, e se non è capace si tolga dai piedi.

RAGAZZI ALBERTO ANDREA 04.01.17 17:59| 
 |
Rispondi al commento

se chiudonob i blog molti reagiranno dunque siamo misurati nelle affermazioni sig pietrazella

maurizio b., roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.01.17 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma, scusate, è tutto molto divertente.. da anni chi ha accesso a giornali/TV/ radio/ opinionisti prezzolati (ma anche liberi pensatori, fortunatamente), è sommerso da una montagna di info talvolta farlocche, talvolta ingigantite, talvolta 'liberamente' interpretate, il più delle volte omettendo qua, ritoccando là, tagliuzzando questo o aggiungendo quello oppure vendendo al pubblico una opinione pronta sulla base di quanto preconfezionato prima.. e questo ben prima di Internet vedi Istituto Luce, o i più vicini a noi 'istituzionalissimi TG' che fino a qualche tempo fa erano come la Bibbia.. mia mamma spesso diceva (ora fortunatamente ha smesso, svegliandosi pure lei) "ma lo hanno detto al TG..". E ci si stupisce che nel web girino bufale.. ma, il web non è istituzionale, nel mare magnum del web c'è tutto ed il suo contrario, chi ne fruisce lo sa benissimo che non possa essere tutto preso per oro colato. E qui sta la differenza. Del web lo si sa, è la caratteristica prima del web l'accesso facile alle info e la loro diffusione, nonché il fatto che chiunque possa diffonderle. Del resto ogni medaglia ha due facce. Pretendiamo di correggere questo? Siamo pazzi. Sarebbe come raccogliere l'acqua del mare con un cucchiaio. È proprio perché la ritengo cosa impossibile, mi rispondo che il vero obiettivo sia un fantozziano tentativo di censura. Usando un nobile cavallo di Troia, ovvio. E se il nobile tentativo di voglia di verità fosse autentico, perché non partire da quello più semplice e fattibile della pulizia dei tg e della carta stampata? Non è mica più semplice lì un controllo ed eventuali sanzioni per chi diffonde fake news o verso chi è platealmente fazioso? Ad esempio, effettuare un fact cheking sulle affermazioni nei media, PARE BRUTTO?? Dò io una notizia: "SI PUÒ FAREEE!!" (Notare citazione cinematografica).. ma.. non si vuole.. perché? Il 'venerabile' Licio Gelli il perché lo sapeva.. (non che ci voglia molto)tra le sue idee, troverete svelato il 'mistero'..

Anna D. 04.01.17 17:48| 
 |
Rispondi al commento

per non andare in giro confusi si deve tenere presente che tutti quelli che stano lì nella zona di governo e dintorni, sono in conflitto d'interesse, non c'è nessuno che non attinga dallo Stato liquidi per forniture allo stesso Stato.

sono tutti truffatori e tutti farabutti

sempre per non finire confusi: diranno qualche verità ai proprietari dello Stato ?
ovviamente no se devono continuare a rubare

cordiali saluti

RAGAZZI ALBERTO ANDREA 04.01.17 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Ogni volta che sento qualcuno proporre "agenzie indipendenti" per far rimuovere "false notizie" sul web, rabbrividisco.(...)

Propongo non un tribunale governativo, ma una giuria popolare che determini la veridicità delle notizie pubblicate dai media.(...)

Mi state confondendo ma la linea del movimento qual è ?

Io spero la prima ma Beppe dice il contrario.

Quanto mi manca Casaleggio ... quello vero.

Davide e., Paderno Dugnano Commentatore certificato 04.01.17 17:08| 
 |
Rispondi al commento

E le bufale raccontate dai politici?
Il presidente del consiglio e non un blogger qualunque, lo scorso anno, ci raccontava che la banca MPS era in ripresa e gli italiani potevano investirci i propri risparmi. E chi poi è poi caduto nella rete e meno di un anno dopo si è ritrovato a rimetterci dei soldi, cosa dovrebbe fare? Forse dovrebbe denunciare l'ex presidente, tal Matt ren.zi? Sarebbe auspicabile che alcune migliaia di cittadini querelino il tal tipo ?

Rolando Di Vaio 04.01.17 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l articolo e il ragionamento di Foa:la vera manipolazione non è su internet in rete,ma è quella ufficiale

Rino Siconolfi, Ferrara Commentatore certificato 04.01.17 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Si allude,faziosamente ed in modo infantile,a cose ben diverse.Un conto è un fatto di cronaca che viene rettificato.Ben diverso è la dolosa diffusione di falsa notizia con un fine che è teso ad un odio o dissenso indotto. Scemenze sui Rotschild e Bildemberg,logge massoniche segrete,banche che vorrebbero conquistare il mondo,pompelmi che curano il cancro e americani che si travestono da arabi per farsi esplodere a nome di allah,negazionisti di genocidio e scie chimiche....farebbero cambiare il nome al movimento da "Movimento 5 stelle a Movimento 4 palle"

luigi diana 04.01.17 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Karl Kraus
Come cominciano le guerre? I diplomatici raccontano bugie ai giornalisti, poi credono a quello che leggono.

PS.
Pochi sanno che il modello di tir utilizzato (erroneamente) dall'attentatore ha un sistema di sicurezza che ferma il mezzo dopo il primo impatto...se l'attentatore avesse usato un altro tipo di tir probabilmente avrebbe falciato tutto e tutti lungo il mercatino

manuela bellandi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 04.01.17 16:26| 
 |
Rispondi al commento

La guerra delle "bufale" e' in realtà' uno scontro tra i media tradizionali e internet non limitato solo all'Italia. È' uno scontro tra il vecchio che arretra e il nuovo che avanza. Storicamente e' sempre il nuovo a prevalere, si chiama progresso.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 04.01.17 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Paragoni inappropriati. Sapere se quel poveraccio era stato colpito prima, cioè 'quanto' prima, può far parte di un normale accavallarsi di notizie, non credo che Foa, che si dice esperto, non sappia queste cose. Ritengo che Grillo, quando parla di bufale parli di ben altro, di notizie, cioè, per le quali ci sarebbe tutto il tempo di verificare, ma ciò invece non viene fatto, e per precisi 'interessi di bottega'. Le questioni mi sembrano ben diverse.

Claudio Merli Commentatore certificato 04.01.17 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Tutte le false e mezze false, tarocche e twistate notizie vanno combattute.
Dobbiamo combattere contro i mezzi di informazione per riportare un po di vero giornalismo.
Ma dobbiamo anche combattere contro le bufale internet, e tante vengono generate proprio da NOI! Sciachimichisti, antivacinisti, ufologi e chi ne ha più ne metta infestano il m5s.
Smettiamo di farci del male da soli, facciamo pulizia e chiarezza se vogliamo essere forza in grado di governare!


Visto che il blog è aperto a tutti, ho deciso di iniziare a partecipare.
Fammi capire: secondo te la "fake news" che hai riportato sull'autista del tir di Berlino è paragonabile alle altre bufale di internet? Cioè dire che un uomo ha lottato contro un attentatore (anche se inventato) è paragonabile alla notizia che i vaccini fanno diventare i bambini autistici?
Se la risposta è si, mi dispiace. Propongo di tornare a parlare delle scie chimiche e del nuovo ordine mondiale, almeno erano notizie più divertenti.

Fabio Petaccia, Milano Commentatore certificato 04.01.17 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CODICE ETICO PARTITO DEMOCRATICO

Sì lo so, non ci crederete mai, ma anche il PD ha un codice etico, approvato nel febbraio 2008. Me lo sono letto tutto e per i più coraggiosi riporto il link completo nei commenti.

Eccovi un passaggio che trovo molto interessante:

"Ciascun dirigente, ogni componente di governo a tutti i livelli, le elette e gli eletti nelle liste del Partito Democratico si impegnano a:assolvere con competenza, dedizione e rigore le funzioni ricoperte, senza cumulare incarichi che precludano di svolgere compiutamente la responsabilità affidata, evitando in particolare, di: assumere o ricoprire contemporaneamente più cariche istituzionali elettive; ­cumulare una funzione monocratica interna al partito con la titolarità di una carica istituzionale monocratica di equivalente o analogo livello territoriale."

Quindi ad esempio Roberto Giachetti che è contemporaneamente Deputato PD, Vicepresidente della Camera e Consigliere comunale di Roma va contro il codice etico?
Oppure Valeria Valente che è contemporaneamente Deputata PD, Segretaria della Camera e Consigliera comunale di Napoli va contro il codice etico?
Per non parlare della Moretti che in soli 3 anni è stata: deputata, eurodeputata e consigliera regionale in Veneto. Si è sempre dimessa per carità, ma moralmente non va leggermente contro il codice etico?

E chissà quanti altri che ora mi sfuggono.

Link: https://www.facebook.com/ildisonorevole/posts/1284435148292716?pnref=story

Il Disonorevole Commentatore certificato 04.01.17 15:13| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori