Il Blog delle Stelle
Blocchiamo la porcata del Pd contro i tassisti

Blocchiamo la porcata del Pd contro i tassisti

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 350

di Commissione Trasporti M5S

L’ennesima proroga, l’ennesima occasione persa di fare ciò che un bravo legislatore dovrebbe fare, ovvero assumersi la responsabilità e governare! Un diritto fondamentale, come quello della mobilità, viene continuamente limitato perché i governi, per paura di pestare i piedi a qualcuno che però non rappresenta mai il bene generale del Paese, si mascherano dietro a proroghe e rimandi che lasciano tassisti e Ncc operare di fatto con una incertezza normativa inquietante.

Una guerra che non viene sedata, il cui tavolo di conciliazione viene continuamente rimandato anzi. Si fa di tutto per creare ancora più confusione. Ci riferiamo al caso dell’emendamento Lanzillotta (Pd), al mille proroghe che equipara gli Ncc ai tassisti e per il quale ci batteremo alla Camera per chiederne soppressione. Una battaglia purtroppo durissima, se non impossibile perché il governo ha deciso di blindare il provvedimento, che faremo con la massima convinzione, con voglia di cambiare il Paese e rompere le logiche clientelari a tutela di chi vuole semplicemente esercitare la propria professione, senza doverci rimettere e di chi ha diritto a scegliere come intende muoversi e di quali servizi intende avvalersi.

Per evitare la paralisi chiediamo al governo di votare le nostre modifiche e riportare il mille proroghe al senato senza farlo scadere. I tempi ci sono, manca solo la volontà politica.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

21 Feb 2017, 10:42 | Scrivi | Commenti (350) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 350


Tags: lanzillotta, ncc, pd, taxi, trasporti

Commenti

 

Andatevi a vedere il servizio delle Iene del 22/3 così vi rendete conto in che giungla viviamo per ristabilire la legalità devi prendere decisioni impopolari che all'inizio scontentano tutti ma che alla lunga daranno i suoi frutti. Comunque le leggi non servono a nulla se non c'è chi le fa rispettare.

Claudio Arolchi 23.03.17 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di diverso pronto per vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2% di contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com

antonie amdronia Commentatore certificato 28.02.17 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente mi permetto di suggerire a Beppe di non accogliere più sl suo sito la pubblicità di una nota società di scommesse.
Oltretutto è anche invasiva e assai fastidiosa.
Ma,soprattutto, la sua presenza contraddice l'impegno dei 5S contro le ludopatie e gli introiti statali sulle stess..........................

antonie amdronia Commentatore certificato 28.02.17 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace che molti usino ogni pretesto per non dare nessun contributo, la rabbia per i tassisti di Roma andrebbe riversata verso quelli che hanno creato questa situazione non verso chi cerca di farla risolvere in modo definitivo, forse pochi hanno letto il testo del messaggio che e' stato scritto sopra, stanno rispondendo solo a dei titoloni letti nelle testate di giornalistiche. Di fatto qui non si fa altro che mettere il punto sulla questione "non risolviamo", ricordo a tutti quelli che non sono tassisti come me... oggi a loro domani a noi. E' chiaro che l'apparato politico cerca di infangare con ogni mezzo chiunque gli fa presente i propri difetti dal primo istante, ma pensare di essere differenti dai tassisti di roma vi rende solo un popolo facilmente ingannabile e poco coeso. Se domani le macchine saranno automatizzate anche per il trasporto capillare (di cui i taxi sono il massimo livello) allora chiediamoci dove andranno a lavorare i tassisti.

Federico Bellizia 28.02.17 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Infine, Dio mi ha confermato la sua esistenza e del suo amore per noi, che aveva bisogno del suo aiuto. . È incredibile ma vero caro padre e amico. Se si potesse conoscere il grande servizio che Dio ha fatto di me attraverso questa donna, signora. ANISSA KHERALLAH, che mi ha concesso un sostegno finanziario di ieri, vi assicuro, tutto sarà molto molto felice come lo sono oggi. È finito per il suo falso di credito che hanno abusato della nostra debolezza. Non cercate i miei amici, è vero, con questa donna che non ha timore di Dio, e che aiuta veramente. Il suo indirizzo è : developpement. aide@gmail.com !!! Posso solo dirti ciò che può essere buono per voi, e vi ringrazio signor. Roberto per l'invio di me la persona giusta. Piacevole giornata a tutti voi.

philippe darus rinaudo Commentatore certificato 28.02.17 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Avevo una agenzia viaggi e fino al 2000 le cose andavano egregiamente...poi è arrivata l'esplosione di internet e di siti (spesso internazionali) che vendevano viaggi-on-line. Le stesse compagnie aree usavano molto l'intermediazione delle agenzia viaggi riconoscendo commissioni..poi tramite i propri siti web hanno iniziato a vendere biglietti riducendo a zero le ns commissioni. In molti ci eravamo indebitati fino al collo investendo spesso tutti i risparmi in questa attività...che dovevamo fare, andare a manifestare a Roma (magari violentemenmte) per rivendicare il ns diritto di dare da mangiare ai ns figli? Tanti hanno chiuso, tanti altri si sono rimboccati le maniche e convertito la loro agenzie adeguandosi alla nuova situazione: personalmente ho invesitito quel poco che rimaneva per creare un sito web e vendere i miei viaggi on-line...piano piano, con dedizione e perseveranza, sono riuscito a crearmi una mia visibilità e un parco clienti sparsi ion Italia ed estero. La cosa più assurda in questa storia? Ho deciso anche di acquisire, tramite regolare bando di gara, una autorizzazione NCC per trasportare i miei clienti a cui organizzo gite ed escursioni in Toscana, attività che è poi diventata la principale della mia agenzia viaggi.
Attività che i taxi vogliono farmi chiudere con le loro assurde pretese e proteste che spaventano i politici italiani...ecco l' Italia.

Alessio 28.02.17 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che non conosco benissimo i dettagli della vicenda.
Ma in cuor mio mi chiedo:
I tassisti hanno una licenza per circolare, i Ncc no.
Ma gli Ncc si basano su una tecnologia che offre indubbi vantaggi rispetto ai taxi tradizionali, che sono molto restii a innovarsi.
Su mytaxi (che sarebbe l'app dei taxi che dovrebbe offrire un servizio simile a Uber) pochissimi sono iscritti e pertanto non ha alcun senso utilizzarla.
Dal mio personale punto di vista ritengo che non si può ostacolare il progresso solamente per difendere dei diritti acquisiti.
Altrimenti va a finire che si rimane alla preistoria.
Per contro capisco anche la rabbia di chi con denaro e sacrificio si è procurato una licenza ufficiale per esercitare la professione.
Secondo la mia opinione:
1. i taxisti la smettano di pensare che non serve innovarsi e facciano lo sforzo di cercare nuovi sbocchi, come del resto fanno tutti gli imprenditori. Diritti acquisiti non esistono più. Bisogna adattarsi alla velocità del mondo.
2. Lo stato faccia pagare le tasse a Uber e agli altri Cnn, tenendo conto che la controparte, e cioè i tassisti hanno già contribuito alle casse dello stato con il costo per nulla irrisorio delle licenze. Altrimenti diventa concorrenza sleale.


Luca De Moliner 27.02.17 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Se in Italia l'inflazione aumenta per via dei prodotti del paniere, se Padoan dovrà racimolare 3,4 miliardi di € sennò l'Europa ci fa il culastrisce... che male c'è ad avere un pò di concorrenza tra taxi, NCC, UBER, a vantaggio dei cittadini? Io voto 5stelle, sì, ma vedere il Sindaco di Roma simpatizzare per i tassisti e il Ministro dei trasporti fare la figura di Renato Pozzetto che dopo aver preso botte da orbi, farfuglia «...piaciuta la lezione?», ebbene, a me fa proprio schifo. Sì, perchè basta qualche fascistello di Forza Nuova col tirapugni e un pò di bombe carta su Parlamento e sede del PD, che si ottiene tutto, anche il decreto sull'ordinamento del trasporto privato tra un mese, emanato finanche in piena notte. Capita la lezione? Chi ha orecchie per intendere, intenda! Muovetevi, dunque, se volete ottenere qualcosa prima che al web sia messo il bavaglio. Ma forse il bavaglio per gli iscritti al MoVimento è come il cacio sui maccheroni. Sì, perchè così la pianteranno di leggere bufale qua e là, e votare l'alleanza con gli ultraliberali europei. E le lotte al job act? E quelle contro l'abrogazione dell'articolo diciotto? E quelle contro i diktat della Merkel? E quelle contro lo strapotere delle banche? A me sembravano lotte dal sapore socialista, ma sbagliavo. Erano lotte liberali, proprio come l'ALDE.

Massimo Ciabatti, Roma Commentatore certificato 25.02.17 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Tassisti, si, no. Ambulanti, farmacisti, ecc. E' vietato assumere posizioni razionali, io voto io non voto e cazzate varie. Ascoltare e discutere i problemi che questi settori hanno e che sono stati loro creati dai governi è vietato. Se si buon viaggio. Ma è facile fare i ricchioni con il culo degli altri. Bella questa inelegante espressione, ricchione con il culo degli altri. Se va bene uber perchè il mercato con i cinesi no. Di questi problemi ne incontrermo molti, probabilmente ne dovremmo discutere in seminari e come si dice in meetup specifici, oltre i meetup, perchè una cosa è semplificarere l'incontro tra persone, altro il pensiero.

Raimondo M., C. C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 25.02.17 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra cosa (e non è la prima volta che vi scrivo in merito): SI PUO' SAPERE PERCHE', PUR ESSENDOMI AUTENTICATO, OGNI VOLTA CHE SCRIVO UN COMMENTO NON MI VIENE PUBBLICATO SUBITO E SONO COSTRETTO A FARE LA TRAFILA DELL'e-mail DI CONFERMA? C'E' QUALCUNO IN GRADO DI RISOLVERMI QUESTO CAVOLO DI PROBLEMA? SE C'E' BATTA UN COLPO.

Antonio Marra 24.02.17 23:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma che cavolo sono tutti questi annunci che parlano di prestiti? Che c'entrano con le nostre discussioni? Com'è possibile che questa gente s'intrufoli nelle nostre cose? Lo chiedo per l'ennesima volta: C'è qualcuno che controlla i messaggi? O vogliamo cadere nel ridicolo e dare ragione a chi afferma che saremmo incapaci di governare il Paese, se non siamo nemmeno capaci di governare il nostro sito? Sono stufo di dover leggere questa robaccia. DATEVI UNA MOSSA!!!!!

Antonio Marra 24.02.17 23:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono la Signora Clarar e di essere alla ricerca di un prestito per più di 3 mesi. Io sono stato molte volte truffati sul sito di prestito tra particolare volendo è un prestito tra individuo in diverse persone. Ma ogni volta che mi fessais strappato via da una moltitudine di carica, e alla fine ottengo nulla sul mio conto. Ma per fortuna mi sono imbattuto in una donna davvero semplice e il tipo che mi doveva aiutare a trovare il mio prestito di€ 25.000 che ho ricevuto sul mio conto questa mattina, senza troppi protocolli.
Quindi voi che sono nel bisogno, come me, è possibile scrivere a lui e spiegargli la tua situazione potrebbe aiutare la sua e-mail è : developpement.aide@gmail.com

depoulo clara Commentatore certificato 24.02.17 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao signore/signora,
Sto cercando il prestito di denaro per diversi mesi che ho avuto debiti e bollette da pagare. Pensavo che fosse finita per me.
Ma per fortuna ho visto la testimonianza fatta da molte persone su Mm Josina gomez, che è come ho contattato mio
mutuante per pagare i miei debiti e il mio progetto. e signora Josina mio concesse un prestito di 60,000 euro sul mio conto, posso assicurarvi che tutti questi carta suo governarlo mio aiuto per pagare fuori il mio contatto di debito la e sarebbe la verità
Se avete bisogno di finanziamenti; prendere in prestito denaro o qualsiasi progetto ti rendi conto che questo vi aiuterà a realizzare e sostenere finanziariamente sua e-mail bancadiaccreditamento2017@gmail.com

jodia antonia Commentatore certificato 24.02.17 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è le offerte di Lady Josina gomez di prestito diversi per i vostri progetti fino a 70.000 euro con un tasso del 2% per ulteriori informazioni contattare bancadiaccreditamento2017@gmail.com

jodia antonia Commentatore certificato 24.02.17 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi viene da piangere! Leggendo i molti commenti contro i tassisti mi viene da piangere perché temo che l'utilizzo di internet per incrementare la partecipazione democratica abbia dei grossi limiti.
Bisognerebbe che chi scrive commenti si informasse bene sull'argomento prima di farlo, ma vedo che non é così.
Forse é anche responsabilità del M5S, che potrebbe chiarire meglio tutto prima di aprire un post.
I tassisti hanno molte ragioni e qualche torto; il Governo ha gestito male il problema e la cosa continua a peggiorare. I problemi si risolvono con il buon senso, e discutendo con la controparte, non a botte di emendamenti notturni e ricorsi alla fiducia.
In questa situazione ha fatto bene la Raggi a schierarsi a fianco dei tassisti e però a deplorare la violenza, che non é mai accettabile.

Claudio 24.02.17 11:03| 
 |
Rispondi al commento

È reale madame romana PINNA, la banca Credit Mutuel mio make un prestito di 125.000 euro in due mese di gennaio. lei facendo prestiti ha anche due dei miei amici. Penso che sia un aiuto che la banca ha la popolazione.

Ecco il loro indirizzo mail:creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

rolando guissep, molise Commentatore certificato 24.02.17 05:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Dal prestito di due anni, il Credit Mutuel Bank sta facendo la cosa giusta nel nostro paese l'Italia. Questa banca sta facendo tutti i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito di prestito. Così ho preso a condividere questo messaggio, questa azione da parte della banca non è riconosciuto il nostro stato. Così se avete veramente bisogno di un prestito, vi chiedo di contatto con loro su questa mail perché stanno già facendo prestiti anche ha molte persone e me.

Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

romaine pinna, roma Commentatore certificato 24.02.17 04:14| 
 |
Rispondi al commento

Dividi ed impera. A chi giova, mettere in crisi tutti i tassisti? Perché? lo fanno? Ma sanno che hanno investito soldi per la licenza e per comprarsi l'auto?
Assurdo. Capisco la rabbia.

alegna d., argenta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 24.02.17 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Mamma mia quanta pochezza, scommetto che anche voi fate ingrassare le multinazionali parassite che lucrano sui piccoli artigiani e commercianti, facendo i vostri acquisti su amazon ,prenotando il vostro hotel su booking, facendo l' RCA su segugio,chiamando uber credendo di risparmiare 10 centesimi.
Questi sono gli elettori del M5S? che si scandalizzano se il movimento si schiera a difesa del piccolo?
Vi ricordo che dietro una macchina bianca che protesta a Roma, ci sta una famiglia dei figli dei sogni come qualunque altro lavoratore.
La cosa che mi fa arrabiare che qualcuno si permetta di dare del fascista ad un'altro solo perchè quest'altro vuole difendere il suo lavoro e ì suoi diritti.

Maurizio Torregrossa 23.02.17 17:21| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

i soliti stolti che spandono fango sul M5S dovrebbero sapere che Uber e Ncc non sono la stessa cosa dei taxi.
Il M5S non è contro la libera concorrenza ma contro le modalità (legge lanzillotta) con cui si favoriscono alcuni a discapito di altri.

Clesippo Geganio 23.02.17 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte le liberalizzazioni senza regole portano solo ad impoverire le persone normali ed ad ingrassare oltre misura chi già guadagna miliardi. Poi noi persone normali pensiamo di stare meglio, ma in realtà ci hanno ulteriormente fottuti. Poi i fautori di queste fondamentali liberalizzazioni , non pensano mai ad applicarle alle vere esagerate rendite di posizione ovvero quelle di miliardi di euro. E così scatenano fondamentalmente guerre fra poveri ovvero fra persone normali i cui redditi alla fine differiscono fondamentalmente di poco. Quindi ci si dimentica dei miliardi, ma si sposta l'attenzione su un taxista che non mi sembra francamente che nella media faccia un lavoro di comodo guadagnando cifre esagerate rispetto ad es. ad un impiegato. Oppure si esalta la direttiva Bolkestain (non se scrive così) che fondamentalmente favorisce smaccatamente i grandi gruppi che vogliono solo omogeneizzarci accomulando miliardi. E come la liberalizzazione delle tariffe degli avvocati che si ha eliminato i minimi, ma alla fine chi ci ha guadagnato esageratamente come sempre? I grandi gruppi , finanziari e non, hanno detto, non certo ai grandi studi, vuoi lavorare con me? Allora per prima cosa anticipi tutte le spese senza alcun fondo fino alle fine della causa che può durare anni, poi finita la causa di pago la metà della metà della metà dei precedenti minimi, poi quando mi fatturi di pago a 60/90/120 giorni e forse con ritardo, poi.... E quindi in questo sistema, fondamentalmente marcio, io sto con i taxisti (anche se non mi posso permettere un taxi), con gli ambulanti e tutti quelli che hanno ad es. gli spazi commerciali nella metro da una vita ed ora rischiano di essere spazzati via da una multinazionale del food qualsiasi, con gli avvocati dei piccoli studi, con gli impiegati, con gli operai, gli agricoltori, i padroncini del trasporto merci sfruttati ovvero con tutti quelli che non piegano la schiena. Grazie Beppe, come sempre.

Marcello G., Milano Commentatore certificato 23.02.17 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a chi come me ha finora votato per il movimento 5 stelle:
BLOCCHIAMO LA PORCATA DEL M5S A FAVORE DEI TASSISTI !

Gaetano Gatti Commentatore certificato 23.02.17 12:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Virginia, ancora un altro errore? Non potevi proprio evitare di schierarti con i tassisti?
Possibile che l'Italia sia l'unico paese del mondo civilizzato in cui non si può rinunciare all'auto di proprietà perché manca un servizio taxi decente? Inviito la Raggi a leggere questo http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2006/12/13/taxi-inchiesta-sulle-licenze.html
e non credo che la situazione sia migliorata in questi 10 anni

Gaetano Gatti Commentatore certificato 23.02.17 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi era sfuggita questa scelta di campo a favore dei tassisti che, Insieme all'ignobile pantomima sullo stadio della Roma e a quanto non si sta facendo a Roma per far immaginare la presenza di un sindaco in grado di rispondere alle necessità della città, mi sembra un'ottima ragione per dirvi che il mio voto lo avete appena perso.

graziano t 23.02.17 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E di questo scempio? perchè questo silenzio?Non è una grande porcata a danno della cittadinanza?
http://www.easyviaggio.com/informazioni-viaggiatori/flixbus-espulso-dall-italia-con-il-decreto-milleproroghe-presto-diventera-legge-74281

Ubaldo Cillo 23.02.17 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Rimango attonito dalla vostra scelta di schierarvi con i tassisti. Ho l'impressione che il Movimento si stia convertendo all'agire partitico al grido:"Sostenere per ottenere, appoggiare per rimanere". Fare vostre le ragioni degli uomini in giallo cozza con il volere popolare, il quale sente giornalmente il costo, in ogni senso, della realtà corporativistica. Di questo si tratta! Gruppi sociali privilegiati che, forti delle loro posizioni, impongono le gabelle. A pagare il dazio, nel caso non vi sia chiaro, sono sempre le fasce più deboli della società, cioè le stesse che vi chiedono di liberalizzare.
Il nostro Paese è la culla dei problemi irrisolti, perché la politica rincorre l'emergenza limitandosi a circoscrivere il problema e a lasciarlo in pausa. Ecco che, ciclicamente, i problemi si ripresentano. Decidere comporta, spesso e in ogni settore della vita pubblica e privata, accontentare alcuni e scontentare altri. La politica, però, dovrebbe avere il coraggio di decidere seguendo principi di giustizia non di poltrona.
La trasferibilità delle licenze, anche se permessa dalla legge, è una vergogna inaudita. Perché ? Perché un'autorizzazione amministrativa non può trasformarsi in un diritto assoluto a discapito degli interessi dell'intera collettività (penso anche alle concessioni demaniali). Come va risolto il problema ? Liberalizzando e vietando il trasferimento. E coloro che hanno già acquistato ? E' sufficiente imporre all'intera categoria, a livello nazionale, il versamento di 10 centesimi a corsa in un fondo comune. Quel denaro servirà, sulla base di quanto dichiarato nell'atto di vendita della licenza (se hai fatto il furbo è un problema tuo) a sostenere le spese conseguenti all'applicazione della legge n. 21/1991.
E non dirmi, caro Grillo, che ci sono altre priorità, perché ovunque andrai a toccare privilegi troverai la strada sbarrata.
Da qualche parte bisogna pur iniziare e il movimento dovrebbe fare quello che l'altra politica non ha fatto fin ora.

Giorgio . Commentatore certificato 23.02.17 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Cara Raggi, caro Grillo,
ma dove state (stiamo - visto il voto dato) andando??? I tassisti sono una casta. Hanno pagato per qualcosa che non dovrebbe essere neppure vendibile... E ci rimettono tutti i cittadini.
Poi da Ragionieri facciamo due calcoli... Ma quanto devo guadagnare al mese/anno per pagare una licenza 200k + auto 20k ??? In quanto tempo penso di rientrare del capitale????

Proposta (perche chi governa non può protestare. Deve Fare.):
Tra 3-5 anni saranno liberalizzate completamente le licenze. In questo lasso di tempo si lascia ai tassisti la possibilità di guadagnare più degli altri ma poi basta.

Maurizio A., roma Commentatore certificato 23.02.17 01:23| 
 |
Rispondi al commento

Basta con la solidarietà ai tassisti, agli ambulanti, agli operai di quella e dell’altra fabbrica . Basta con la solidarietà a qualsiasi singola categoria. Dobbiamo dare la nostra solidarietà solo a noi stessi, tutti uniti compatti, a prescindere dalla categoria cui apparteniamo. Non sono in ballo l’interessi o la tutela di quella o di l’altra categoria. Prima o poi tutti le categorie saranno passate per il tritacarne, da noi alimentato. Chiunque pensi di rimanere fuori da tritacarne o è stupido o è un povero sprovveduto. La differenza tra noi e il tritacarne è che lui macina un pezzo di carne per volta, noi stiamo a guardare, compiaciuti pensando: sono affari loro non miei. Sicuramente in quel preciso momento sarà così ma quando quel momento arriverà anche a te? Quale sarà la tua razione, quali saranno i tuoi pensieri? Dov’è la solidarietà che speravi ci fosse ma che invece non c’è. Questo è il giuoco che, inesorabilmente, stanno vincendo su tutti i fronti. Se non abbiamo ancora capito che le lotte per categoria lavorativa o corporazione sono tutte destinate ala sconfitta, non abbiamo capito il mondo in cui stiamo vivendo. L’unica categoria da tutelare e la categoria umana ed ha solo una speranza, marciare compatta e unita per bloccare il tritacarne. Se dobbiamo manifestare dovremo farlo tutti insieme, trasversalmente, fino al collasso del tritacarne. Altrimenti faranno di tutti noi, come stanno già facendo, degli hamburger a basso presso. O marciamo tutti insieme o marciremo un poco per volta.

Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 23.02.17 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Dov'eravate quando piu di 10 anni fa liberalizzarono le licenze di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche creando un vero caos nel campo della ristorazione??lo sapevate che la lobby dei tassisti è una delle principali colpevoli del degrado del centro di Milano??


Cara commissione trasporti 5 stelle,

invece di preoccuparvi dei tassisti che si sanno difendere da soli, invece di inviare la sindaca di Roma a solidarizzare con gentaglia che ha creato disordini, pensate invece allo sciopero ATAC di Roma. Perché l'ennesimo sciopero? perché vengono mantenuti i soliti privilegi, perché i lavoratori Atac lavorano meno non dico di quelli di Milano ma....di quelli di Napoli??!!

Invece di guardare pagliuzze preoccupatevi invece delle travi, trovate soluzione ai trasporti pubblici a Roma, mandate la sindaca ad ispezionare l'Atac, a spiegare che si deve lavorare di più e rubare di meno....no, questo comporterebbe una perdita di consenso, vero?

Ma a chi volete dare lezioni? molti con l'anello al naso stanno capendo cosa sia e se ne stanno disfando. Auguri!

MARCO SERAFINI 22.02.17 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei commentare. Ho provato a commentare. Ora, non conosco i tempi tecnici oggettivamente necessari per pubblicare un commento, ma dei tre che ho inserito da questa mattina non ne ho visto pubblicato nemmeno uno.
Ho provato da utente certificato e non. Nulla è cambiato.
Ringrazio se, qualche anima buona, mi spiega il perché (non ho interesse acché pubblichiate questo post, ma almeno uno di quelli che ho inviato).

Giorgio . Commentatore certificato 22.02.17 18:18| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA!

A QUANTO HO CAPITO, IN OPPOSIZIONE ALLA LIBERALIZZAZIONE DEL SETTORE E DELLE LICENZE, VIENE SEMPRE EVIDENZIATO IL COSTO SOSTENUTO DAI TASSISTI PER IL PAGAMENTO DI QUESTE ULTIME, A VOLTE ANCHE CON CIFRE INGENTI.
PERTANTO, UN SERVIZIO COME UBER, TRARREBBE ESCLUSIVAMENTE BENEFICI DA UNA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO, SENZA FARSI ONERE DEI COSTI GIA' SOSTENUTI DAI TASSISTI PER L' ACQUISTO DELLE LICENZE CONCESSE.
VISTO CHE ORAMAI DA MOLTISSIMI ANNI ASSISTO SVILITO ALLA QUERELLE DEI TASSISTI, UNA SOLUZIONE POTREBBE ESSERE QUELLA DI "RIFONDERE" GLI STESSI DEI COSTI SOSTENUTI PER L' ACQUISTO DELLE LICENZE DA PARTE DELLO STATO E DARE POI SEGUITO AD UNA MASSICCIA MA DISCIPLINATA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO, DISTINGUENDO TRA TASSISTI PROFESSIONISTI (CON LICENZE A NUMERO CHIUSO) E TASSISTI OCCASIONALI (TRASPORTATORI UBER).
FONDAMENTALE CHE OGNUNO PAGHI LE TASSE PROPORZIONALMENTE AGLI INTROITI CONSEGUITI!
E' UNO SPUNTO DI IDEA, SPERO SENSATA, SUSCETTIBILE DI SVILUPPO!
MA, PER PIETA', SI FACCIA QUALCOSA, PERCHE' SIAMO ORAMAI ARRIVATI A SITUAZIONI DI GUERRIGLIA URBANA NELLE NOSTRE CITTA'!
CON COSTI E DISAGI INGENTI PER LA COLLETTIVITA' E SENZA MAI ALCUNA SOLUZIONE!

VIVA L' ITALIA!

ANTONINO CRISCUOLO, TORINO Commentatore certificato 22.02.17 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma noi non eravamo quelli dalla parte di internet, strumento supremo di democrazia?
Ora invece ci schieriamo con la corporazione più violenta e fascista contro un'applicazione che non fa altro che migliorare il servizio per gli utenti!

claudio a. roma 22.02.17 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Concorrenza sleale contro corporativismo?
Ma queste licenze quale significato hanno?
Chi può ottenere una licenza?
poi si succede al tassista precedente per compravendita anziché per eredità?
Il M5S veramente sarebbe in grado di liberalizzare in un ambito sociale equo, rifondendo chi ha dovuto pagare una licenza, e dando stessi oneri a tutti coloro che usufruiscono in modo particolare del servizio urbanistico che è a carico della collettività?
Possibile che i tassisti con le loro cooperative non sono stati capaci di aprirsi alla concorrenza?

Ezio D'Alessandro, Avezzano Commentatore certificato 22.02.17 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Il Codacons (l'associazione dei consumatori)denuncia la Raggi per “concorso in interruzione di pubblico servizio” e chiede alla Procura di Roma di aprire una indagine.

"E' assurdo che un sindaco difenda chi da giorni sta creando immensi disagi agli utenti, appoggiando così di fatto uno sciopero illegale. Al contrario la Raggi avrebbe dovuto adottare misure urgenti contro i tassisti, compresa la sospensione delle licenze, così come prevede il regolamento comunale sugli autoservizi pubblici non di linea".

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Taxi-Codacons-denuncia-Raggi-Concorso-in-interruzione-di-pubblico-servizio-ada23de4-2d50-4ec7-875f-9669e5cdebb1.html

mario 22.02.17 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S dalla parte dei tassisti? Dei tassisti ??? Grazie per avermi chiarito le idee, non vi voterò mai più.



Voglio dirlo ad alta voce sono in totale disaccordo ,,,, se il Movimento intende favorire LA CASTA tassisti e degli ambulanti PERSONALMENTE FARO' UN PASSO INDIETRO,,,,

UBER TUTTA LA VITA

carlo 64 22.02.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Tassisti? Calci nel sedere.

Michele C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 22.02.17 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Anche a me non è piaciuta la presa di posizione pro-tassisti, mi sembrano peggio dei notai, farmacisti...ecc.!!La globalizzazione per loro non vale?

Stefano Madaschi 22.02.17 12:28| 
 |
Rispondi al commento

In tutta onestà questa proprio non la capisco. Il Movimento è da sempre contro le rendite di posizione ed i monopoli, di fatto o di diritto. La concorrenza non è solo quella di SKY TV (applaudita da Grillo) o delle FS, aeroporti ed altro che spesso abbiamo giudicato un freno allo sviluppo dell'Italia. Notai, farmacisti etc..incluso i tassisti, come da tanti detto, sono delle vere sanguisughe. Vi invito a leggere quanto deciso ieri nel mille proroghe dove si sta affondando FLIXBUS: http://www.repubblica.it/economia/2017/02/21/news/flixbus_emendamento_stop-158785362/?ref=HREA-1
In una Europa dove il modello e spostarsi economicamente con ogni mezzo, vedi modello Helsinky che cerca di superare l'auto personale, stride la presa di posizione fatta a fianco dei tassisti che, purtroppo, anche Alemanno plaude. Questo avvicina il M5* alla destra liberistica, complimenti.
Una ultima cosa sullo stadio: Roma ha uno stadio bellissimo, l'Olimpico, davvero non basta?
Grazie
GT

GERARDO TORLINO, Roma Commentatore certificato 22.02.17 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Perché i taxi sono così costosi in Italia?

Il costo ed il rilascio delle licenze, fino ad oggi come sé stato regolamentato e perché?

E’ giusto lasciare col cerino in mano un tassista che si è indebitato per acquisire una licenza, dato che fino ad oggi, queste sono state le condizioni per poter fare il tassista?

La soc UBER è USA con sede a San Francisco, dove e a chi paga le tasse?

I redditi degli autisti convenzionati con UBER, come sono regolati, come vengono tassati?

In caso d’incidente, con danni al passeggero che coperture assicurative ci sono, come possono essere verificate? Che garanzie ci sono?

In caso di reati, a danno di un passeggero, chi ne risponde? UBER ha delle responsabilità penali e civili essendo stato l’organizzatore del servizio.?

In qualsiasi caso, prima di cambiare le regole, ammesso che sia giusto farlo in questo modo, i tassisti dovranno essere risarciti e tutelati.

Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 22.02.17 11:48| 
 |
Rispondi al commento

La Raggi ha tolto più voti al movimento di quanti ne abbia tolto qualsiasi altro fattore.

Che errore enorme selezionarla come candidato sindaco.

quanto sarebbe stato meglio Di Battista.

Un occasione persa, ci stiamo veramente giocando tutto.

Guy_ Fawkes Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.17 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Molti commentatori accusano il M5S e Grillo di stare dalla parte dei taxisti.
Non e` così e basta leggere con attenzione l'articolo qui sopra della Commissione Trasporti M5S, e vi prego di farlo, per capire che si vuole mettere ordine nel settore e aprire le porte alla concorrenza a vantaggio di tutti i Cittadini.

Italo Pelizzola Commentatore certificato 22.02.17 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedo nei commenti l'ormai consueto approccio da tifosi e non una seria analisi del problema.

Io questa presa di posizione del MoVimento a favore dei Taxisti non la comprendo molto bene, ma prima di inveire e dire siete tutti uguali, mi piacerebbe che sul Blog o su Rousseau venisse meglio dettagliata la proposta del M5S per riorganizzare il settore.

Una mia opinione personale sulla categoria la ho, e non nascondo che non è positiva. Ho utilizzato spesso il taxi per lavoro e tralasciando i percorsi creativi di alcuni conducenti, le tariffe italiane le ho sempre trovate superiori al resto d'Europa.

Massimiliano Nicolini 22.02.17 10:10| 
 |
Rispondi al commento

NON C'ENTRA COI TASSISTI MA CON LA POLITICA DI ROMA SI:
Onofrio Infantile


Rispondi|
Ieri, 23.06
forum-nuova-finanza-pubblica-e-sociale@googlegroups.com
Posta in arrivo
Due pesi e due misure!

Una ulteriore dimostrazione della reale importanza che l' attuale Amm.ne comunale di Roma, Raggi, dà ai Movimenti culturali, politici, sociali ed ambientali del nostro territorio!

Regolamentare l'affidamento della gestione delle strutture comunali può essere anche giusto, ma questa metodologia non è corretta in quanto privilegia i circoli privati frequentati da cittadini benestanti e penalizza fortemente le realtà di Movimento economicamente più deboli.

Questo provvedimento sembra più una rivalsa politica che un tentativo di dare più correttezza e trasparenza al rapporto con le varie realtà associative e di Movimento del territorio.

Dopo questo provvedimento non credo che possiamo aspettarci qualcosa di diverso per il F.I.M.A.!

Non credo alla ignoranza dell'Amm.ne Raggi dei provvedimenti messi in atto dai funzionari dell'Ufficio Patrimonio del Comune di Roma.

Credo si debba parlare o di incapacità di questa Amm.ne a tenere sotto controllo i funzionari amm.vi del Comune di Roma che - evidentemente potrebbero pure rispondere più ad altri poteri esterni ed interni al Comune stesso - e in questo caso farebbero bene a dimettersi o a vero e puro disinteresse rispetto a questa spiacevole vicenda

Credo che per troppo tempo anche Noi del Movimento per l'Acqua abbiamo trascurato la lotta per la difesa degli spazi di libertà e di agibilità democratica... un problema non poco conto per le lotte che sono in campo e per l'autonomia stessa dei Movimenti, soprattutto in questi ultimi anni nei quali l'insofferenza dei Governi naz.li che si sono susseguiti alla guida del nostro Paese verso Comitati e Movimenti di lotta in campo.

Le parole di scherno " Comitati e comitatini" le abbiamo sentite non solo sulla bocca di Vincenzo De Luca, attuale gover

giuseppe brizzi 22.02.17 09:59| 
 |
Rispondi al commento

Questa presa di posizione del Movimento si contraddice con i suoi principi... che delusione!

Marco 22.02.17 09:56| 
 |
Rispondi al commento

e dopo Marra, Romeo e Muraro ecco la Raggi e anche Grillo "il giullare" che difendono i tassisti. Ma il M5S non era per l'onestà e la trasparenza? E cosa c'è di onesto e trasparente nel mercato nero delle licenze dei tassisti, noi che avevamo creduto all'inizio nel M5S ci saremmo aspettati che il nostro operato fosse contro chi illegalmente non riconsegna le licenze e le rivende a prezzi assurdi e che fossero affidate dal comune in maniera limpida e trasparente? Certo mi sono dimenticato che il giullare di Genova e il principe ereditario di Milano adesso non sanno più chi sono gli attivisti e gli impediscono pure di manifestare la propria contrarietà a certe scelte, che hanno cambiato lo statuto e che ci hanno preso in giro dicendo che avremmo adottato la democrazia diretta. Ma i due caxxari di Genova e Milano è bene che sappiano che senza gli attivisti torneranno presto a fare quello che sanno fare meglio. appunto i caxxari. Bye Bye

alieno54 22.02.17 09:43| 
 |
Rispondi al commento

1) Dai commenti letti, non mi sembra che la vostra iniziativa di difendere i tassinari sia molto condivisa; perciò, o ci fate sapere come, voi, risolvereste la cosa (perché va risolta: la lobby è evidente), oppure fate marcia indietro.

2) Stadio "della Roma": ma tutti i distinguo su terreno, cubatura, penali esose, difformità progettuali ecc. ecc. non le conoscevate dall'inizio?

3) Chi scrive le sue idee e poi le pubblica, potrebbe rileggerle prima di pubblicarle (correggendo gli strafalcioni)?

4) Quanno quarcuno vo' scrive' 'n romanesco, lo facci bbene e nno a ccazzo de cane!

valerio valentini 22.02.17 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Regà, v'o ripeto, state a pijà n' granchio...

https://www.youtube.com/watch?v=bZYiGERcdmA

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.02.17 09:14| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=DnipvCrAh00

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.02.17 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Già ieri feci un piccolo commento sui tassisti di Roma. Oggi leggo di un comportamento di una violenza inqualificabile. Da un unico reddito, ora finito grazie alla crisi, di 360€ mensili, dell affitto di una casa ho dovuto pagare, se non erro, circa il 20% di tasse, il rimanente mi è servito per spedirlo alle isole Cayman, vivere, pagare le tasse sulla seconda casa, quella data in affitto, e pagare i vari balzelli comunali. Chi mi difende? Cosa avrei dovuto fare? Sentire difendere l'indifendibile, tanti tantissimi di questi sono furbacchioni e sono carino ad usare questa espressione, mi scuote e mi indigna. Si parla sempre di lobby, loro che sono? Penso che continuerò a votarvi, ma per cortesia un pochino di decenza. Non voglio essere né di destra né di sinistra. Voglio essere uno cittadino orgoglioso di appartenere al movimento. Grazie

Dino ., Lerici (Sp) Commentatore certificato 22.02.17 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Ieri ho inviato due commenti CONTRO la presa di posizione di Grillo/Raggi e sono "magicamente scomparsi"...
Iniziamo ANCHE con la cen su ra?
Sempre meno MoVimento, sempre più PARTITO SCHIFOSO!

Grillo RINSAVISCI!!!

Davide C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.17 08:56| 
 |
Rispondi al commento

UBER NON SONO NEMICI DEI TASSISTI, SPOSTAMENTO ORIZZONTALE DELLA LOTTA...

La lotta per diritti è stato deviato non verso chi provoca la povertà e stabilisce delle regole e leggi ma tra cittadini, tassisti contro Uber, disoccupati contro immigranti, precari contro statali...

Attenzione la lotta per i diritti è verticale dal basso in alto, non cadiamo nella trappola...


Tassisti, balneari, ambulanti...e poi? Notai, farmacisti, concessionari di frequenze radiotelevisive, autostrade, acque minerali, porti, approdi fluviali, magistrati etc etc etc ?
Chi vuole difendere il M5S, gli interessi dei cittadini o quelli di lobby e caste che nei decenni si sono blindati e fanno mercimonio di una concessione pubblica rendendo un pessimo servizio agli italiani e ai turisti e facendo dell'Italia lo zimbello d' Europa?
Con queste posizioni, purtroppo, benvenga la normativa prevalente dell' UE. Siamo sempre in tempo a correggere il tiro, la ricerca del consenso “ a prescindere” porterà solo confusione, poca governabilità e sicuramente NON la Rivoluzione Culturale per cui ci siamo battuti dal 2007. L'Italia affonda.

davide l., pietrasanta Commentatore certificato 22.02.17 08:22| 
 |
Rispondi al commento

Come Alemanno.... forse ha ragione chi dice che sei l'infiltrata della destra nel M5S! Ho fatto l'errore di votarti ma non mi fregate più

arturo bandini 22.02.17 08:18| 
 |
Rispondi al commento

E come al solito nelle discussioni di un filo d'erba si fa un FASCIO... Non voglio difendere nessuno ma una freccia in favore dei tassisti che fanno pur sempre un lavoro duro specialmente nelle grandi città stare tutto il giorno in automobile non è una passeggiata... Li avete chiamati, fascisti, ladri, evasori, truffatori, ma voi nell'anima siete di meno? Il lavoro si rispetta essendo già una schiavitù, se qualcuno fa il furbo non vuol dire che tutti sono così, chissà veramente che c'è sotto quali forze politiche spingono a creare caos questa si chiama strategia della confusione, sempre si è fatta e si farà mettere gli uni contro gli altri. Riflettere non sparate cazzate!

Lucio D. Commentatore certificato 22.02.17 08:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alla faccia della discontinuità col passato.

L'ultimo sindaco di Roma a schierarsi con i tassisti è stato, 5 anni fa, Gianni Alemanno... che infatti oggi dice che la Raggi ha fatto bene:

http://www.huffingtonpost.it/2017/02/21/gianni-alemanno-raggi-tassisti_n_14902100.html

mario 22.02.17 08:05| 
 |
Rispondi al commento

E'un'altra sparata gratuita del nostro "capo".
Non so se i tassisti abbiano ragione o no, dico solo che prima di sbilanciare tutto il movimento verso posizioni dubbie, sarebbe meglio chiedere cosa ne pensiamo. Già altre volte si sono fatte dichiarazioni che lasciano il tempo che trovano.
Quello che maggiormente non mi piace è il ricatto di questa categoria verso i cittadini di Roma. (vi ricordate Veltroni?) e anche il fatto che, per cercare voti noi si debba ammiccare sempre all'elettorato di Salvini e compagnia bella . Quella gente sono merde e io non li voglio con me. O io o loro...che sia chiaro!


Questa non me l'aspettavo proprio dal Blog... difendere i tassisti? ma siamo impazziti sono degli evasori fiscali, spesso truffatori di turisti che scarrozzano per aumentare l'importo della corsa,violenti e fascisti e noi dovremmo difenderli ma dai piuttosto cerchiamo di fargli pagare le tasse ed aumentiamo il numero delle licenze, gratuite s'intende, per calmierare il loro monopolio.

Aldo ., Marene (CN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.02.17 07:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Premetto che i taxisti non sono dei lavoratori dipendenti ma dei lavoratori autonomi anche se fanno parte di una cooperativa perchè in fondo sono i proprietari della cooperativa.
Preciso che i taxisti svolgono un SERVIZIO PUBBLICO ed hanno l'obbligo di praticare le tariffe imposte dalla Prefettura E NON DI PIU' e di essere sempre presenti nelle varie stazioni taxi ANCHE DI NOTTE E E SOPRATUTTO NEGLI AEROPORTI, NEI PORTI, FUORI DELLE STAZIONI FERROVIARIE, ECC. MA QUESTO AVVIENE DI RADO!!!
Spesso i taxisti dicono di fare servizio di noleggio e con questa scusa chiedono prezzi molto superiori alle tariffe e questo avviene sopratutto nei riguardi degli stranieri che invece dovrebbero essere trattati con molto riguardo!
Gli utenti specie turisti aumentano sempre di più ed i vari Comuni devono emettere nuove licenze e concessioni ma i taxisti in attività NON LO VOGLIONO AFFATTO perchè le loro licenze perdono di valore perchè ora le licenze non sono proprietà dei vari Comuni ma sono acquistate dai taxisti e costano parecchio anche 500.000 euro ma ciò non toglie che se sono necessarie devono essere rilasciate nuove licenze.
INFINE I TAXISTI PAGANO POCHE TASSE; PER MIA ESPERIENZA PERSONALE POSSO DIRE CHE I TAXISTI DICHIARANO COME UN SEMPLICE DIPENDENTE MENTRE INCASSANO QUATTRO VOLTE DI PIU'!!!
Mettiamo a posto tutto questo e poi possiamo difendere i taxisti e non ora come ha fatto inconsciamente Grillo e la Sindaca Raggi!!!

Franco Rinaldin 22.02.17 01:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è fatta

ora possiamo dire di essere stati raggirati come sempre
il governo ha promesso di emettere nuove norme sui tassì e tutti sono soddisfatti

tranne me

la storia insegna che l'italia è sempre stata percorsa da eserciti stranieri, i francesi, i germanici, anche gli spagnoli
ora siamo in mano alle multinazionali, che secondo i nostri politicanti ci portano lavoro di cui noi abbiamo bisogno: loro sono dei moderni Babbo Natale, vengono qui ad investire in attività per non lasciarci morire di fame.
In pratica ci fanno lavorare, incassano i soldi e vanno a pagare le tasse nei paesi che loro hanno eletto a sede fiscale, perchè lì ne pagano molto meno di qui.

Queste associazioni sono dei Babbi Natale al contrario: tengono qui il magazzino con i doni, li prendono e se li portano via.

Il governo, servo di questi nuovi padroni fa il loro gioco e a noi non resta che piangere i nostri voti sbagliati

cordiali saluti

RAGAZZI ALBERTO ANDREA 22.02.17 00:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SVEGLIAMOCI GENTE!

CI hanno dato un bocconcino avvelenato con i tredicine e ce lo siamo mangiato per bene!!!

anche questo e' rincoglionimento mass-mediologo!

il 99 percento sono persone oneste che si alzano alle 4 del mattino per caricare il furgono, montare tutto etc.etc fino alle 14/15 per poi andare a rifornirsi di merce che venderanno il giorno dopo, pagano per posti cifre assurde e se piove perdono pure soldi e non lavorano neanche.

con queste liberalizzazioni perderebbero i loro diritti e le loro prelazioni.
in caso di gare d'appalto sicuramente vincerebbero solo criminali e multinazionali a discapito della brava gente onesta che nella vita ha solo e sempre lavorato pagando lira di dio per le concessioni comunali nei vari mercati

SMETTETEVELA DI FARVI LAVARE IL CERVELLO DAI MASS-MEDIA, INIZIATE A RAGIONARE DA SOLI

diana dial, genova Commentatore certificato 21.02.17 23:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aoh! Beppe, ma che ti sei ammattito?

Ma sei proprio sicuro che i tassinari abbiano ragione?

Ma non eravamo contro tutte le lobby?
Avevo capito male?

Ma chi ti metti a difendere, questi so' tutti berlusconiani, liberisti sfegatati. Naturalmente quando il liberismo ammazza gli altri lavoratori.
So una categoria di truffatori che imbrogliano sulle tariffe, evasori fiscali a tutto spiano e per ultimo ma non meno grave, so' fascisti.
Ma che fai ti accomuni con la lega e la meloni a difendere l'indifendibile?

Mi dispiace tanto ma questa l'hai buttata di fuori!

Ripensaci, difendili come singoli lavoratori, ma non come lobby, altrimenti dovrai difendere pure gli ambulanti, i centurioni del Colosseo, i farmacisti, i notai e quelli che si tramandano per dinastia le concessioni balneari.

RI-PEN-SA-CI fammi il piacere!

Lupo Mannaro 21.02.17 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dei vecchi partiti ha radici nell'immobilità del loro pensiero: Come possono gestire uno stato nel 3° millennio, dove le idee sono in continua evoluzione, restando caparbiamente arroccati al principio della "cadrega"...? Anche volendo mettere da parte la morale non si può competere con un mondo che si evolve alla velocità della luce intralciati da una zavorra costituita da un apparato burocratico di stampo kafkiano ideato per proteggere i privilegi della casta, azzoppati da una pressione fiscale inaccettabile che non finisce nelle casse giuste. La lista sarebbe lunghissima ma tutti la conosciamo, adesso un cambiamento epocale è l'unica speranza che ci resta se vogliamo faticare per ricostruire altrimenti continueremo a faticare per arricchire i soliti noti.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 21.02.17 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?v=kmmkRcVQNSA

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.02.17 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Non sono per niente d accordo con le parole della Raggi a sostegno dei tassisti, mi hanno sorpreso davvero . La concorrenza è lecita e I tassisti che rappresentano l'ennesima lobby di questo paese devono mettersi l animo in pace.

Donatella davanzo 21.02.17 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Non nascondiamoci dietro ad un dito i tassinari (insieme a farmacie, notai, stabilimenti balneari ecc) sono la peggiore lobby che ci sia. La storia delle licenze esiste solo per mantenere virtualmente alto il valore di un servizio a scapito dei cittadini. L'unico modo per superare questo gradino senza arrivare alla guerra contro le lobby è quella di una graduale emissione di nuove licenze (fruibili da ogni persona che ne abbia diritto a richiederla, tra cui anche autisti uber) e lasciare al mercato la decisione del reale valore del servizio fornito.
Analoga storia è quella sui posti per ambulanti e spiagge, l'unico modo per liberarsi dalla compravendita di diritti di suolo pubblico è quella di rendere le licenze a tempo ridotto (es 2 anni) ed assegnarle tramite asta/bando a persone che le vogliono utilizzare. L'alternativa è come i Tredicine a Roma che hanno il virtuale monopolio di una risorsa PUBBLICA.
Io sto con la legalità e la giustizia di bandi GIUSTI E LEGALI non con lobby che vanno contro ai diritti dei consumatori da una parte e eliminano la concorrenza SANA E GIUSTA

Giordano Rosi Commentatore certificato 21.02.17 22:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Incredibile! ora si difendono anche i tassisti, che ti tolgono 50 euro per
portarti all’aeroporto, quando si e’ costretti a chiamarli perche’ i mezzi
pubblici non ci sono (la mattina presto e la sera tardi) quelli che si sono
sempre fatti i cavoli loro senza interessarsi troppo dei cittadini, ma
approfittando proprio del disservizio pubblico.
Vi faccio notare che ad Atene, si’ proprio in Grecia, i mezzi da e per
l’aeroporto e il porto sono in funzione 24h/24, nonostante tutto…
Vi faccio anche notare che ci sono diverse citta’ in Europa in cui si
possono utilizzare i taxi ‘in comune’, dove puoi dividere tragitto e
tariffa con gli altri clienti, in modo da pagare un prezzo simile al mezzo
pubblico che fa lo stesso tragitto. E ci sono in ogni caso diverse
alternative.
Noi invece stiamo ancora aspettando che si porti il trasporto pubblico ad
un livello massimo riguardo al servizio (24h/24 appunto) e ad un livello
minimo riguardo alle tariffe (fino alla gratuita’, come dovrebbe essere per
la sanita’ e l’istruzione, visto che si pagano le tasse a tale scopo…)
Invece si sgombrano le associazioni e gli spazi sociali, si chiudono i
mercati rionali, si pensa a costruire uno scandaloso stadio&connessi, si
difendono i tassisti e la loro lobby, che altro ci dobbiamo aspettare? Che
si difendano i notai e gli avvocati, quando si potrebbe avere un servizio
comunale che svolga questo servizio con serieta', affidabilita’ e tariffe
sociali?
e via cosi’, il m5s sta mettendo in atto, almeno a Roma tutto quello che
non era in programma e sta disattendendo invece tutte le promesse e i
principi che dovevano portare al cambiamento di questo maledetto sistema.
Non pensate di poter prendere in giro il popolo, al prossimo voto i
programmi, che a roma si sono rivelati un bluff, non basteranno piu’ a
farvi avere consensi, questa giunta e anche la posizione di Beppe su certe
questioni, ha smascherato i vostri veri interessi, che sicuro non sono per
gli ultimi di questa societa’…"

maros 21.02.17 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma poi, 'sta storia de 'e multinazzionali che te costringono a lavora' co' stipendi da fame, devo esse sincero, nun me pare troppo veritiera: mì moje, lavorava pe' 'na multinazzionale Francese (perchè si nun lo sapevate, stamo ggià e da quer dì, dentro ar "sistema" de 'a concorenza europea): poco, ma stipendio pagato regolarmente, tutti 'i diritti rispettati, tredicesima e quattordicesima e ferie; subentra, dopo gara ar ribasso, 'na società "nazzionale": addio quattordicesima (abbolita), tredicesima ma chi l'ha vista, stipendi diminuiti, festivi nun pagati....(ma lassamo perde....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.02.17 22:10| 
 |
Rispondi al commento

E per qualche truffa di qualche disonesto bisogna discriminare tutta la categoria?

non esageriamo!

questa comunque e' una battaglia per i diritti dei lavoratori

lavorare tutti come uber? cioe' a 2 spiccioli , senza ferie, senza mutua e malattia? mah!!!
QUANTI IDIOTI CHE CI SONO VERAMENTE! MA RIUSCITE A RAGIONARE CON IL VOSTRO CERVELLO? O VE LO HANNO COMPLETAMENTE LAVATO? UN PEZZO ALLA VOLTA TASSISTI, AMBULANTI ETC.ETC. STANNO SMANTELLANDO TUTTOFINCHE' SARA' TUTTO IN MANO A MULTINAZIONALI CHE CI SFRUTTERANNO SENZA ALCUN DIRITTO E PAGANDO TASSE ALL'ESTERO!

PEGGIO DI COSI COSA CI PUO' ESSERE?

diana dial, genova Commentatore certificato 21.02.17 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

di corporazioni ce ne sono centomila. perche' solo i tassisti ? forse perche' una volta c'erano gli abusivi ? I dipendenti pubblici non sono forse una corporazione ? le coop non sono una corporazione ? I parlamentari PD non sono forse una corporazione ? entrano escono e rientarno dale strutture della "ditta" del partito

Walter Borchia 21.02.17 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Prima di schierarsi e parlare, leggete la legge 21/92 , i taxisti non hanno nessuna ragione , sono solo una lobby che vuole difendere la categoria come i notai . Difatti l'emendamento di cui parlano è stato inserito nel 2008 da Gasparri in un consiglio dei ministri notturno e alla chetichella dietro pressione di Alemanno per ringraziare la categoria che lo ha votato compatto , parliamo dell'art 29 1 quater , che discriminata alla grande la categoria NCC, difatti lo stesso governo Berluscone bloccò questa DL dopo solo e mesi , quindi cara Raggi e Grillo non parlate a vanvera se non volete perdere voti come alle europee , ripeto prima di schierarsi leggere attentamente la legge grazie.

Vincenzo Porto , egsporto@gmail.com Commentatore certificato 21.02.17 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@beppegrillo - @virginiaraggi
Continuate pure così, sparatele sempre più grosse, andate avanti ma ..... non voltatevi, potreste scoprire di essere rimasti soli.
Le kaste dei tassinari e dei bancarellari sono indifendibili.
Un istituto giuridico può essere considerato "diritto" quando si fonda su pricipi egualitari, equitativi e può essere liberamente perseguito per ragione di meriti soggettivi, diversamente è un previlegio.
Il paese sembra ancora al medioevo con signori, vassalli, valvassori e valvassini a taglieggiare milioni di poveracci: chi tra queste categorie merita attenzione e tutela dal mov.?

Mario Rosini, Pescorocchiano (RI) Commentatore certificato 21.02.17 21:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutti ragioniamo su dati semi sconosciuti e pensiamo di avere la soluzione in tasca!!
poveri roman..ioti!! Tutto parte una piccola discrepanza, la LICENZA!! Cosa è e cosa se ne fa'!
E' del comune o E' personale? E visto il continuo blocco alle licenze, tali licenze diventano oro colato per i possessori! Quante licenze sono ritornate al comune negli ultimi 30 anni?? Quei giovanottoni che menano come fabbri, come fanno ad avere intestata una licenza di 40-50 anni fa? Perchè una licenza che il comune darebbe 'aggratis' bisogna 'comperarla' (e non E' vendibile!! si badi bene!) come se fosse un appartamento??
Vedete cari taxinari, sto nel settore dall'anno santo del '75 ed i problemi sono identici a quelli dei noleggi dei pulman: 'blocco delle licenze'= costi alle stelle!!
Il problema si risolve sbloccando le licenze milionarie in gran parte in mano al solito gruppo mafioso (cooperative!!) che tiene per le pal.xle il potere politiko romaniko e farle diventare carta straccia! Quando il taxinaro va in pensione non DEVE volturare la licenza ma la deve riconsegnare al kommune che poi provvederà ad elargirla ad altro richiedente senza l'esborso di migliaia e migliaia di euri!!Anche perchè tutte le volte che una licenza passa di mano girano migliaia di euro al nero e senza controllo, quindi la domanda: come mai la finanza non ci mette bekko e fa' qualche controllino appropriato? Queste pseudo-mammolette dei taxinari, quanto hanno pagato in nero per le 'loro' licenze??
Come mai molte licenze vengono volturate ed 'intestate' a personaggi che hanno stuoli di precedenti penali? Sapete, con uber questo non capita, se hai precedenti penali non entri nella 'catena'! A quanto vogliamo fare arrivare il costo di una licenza, a qualche milione di euro?? Come detto, il problema esiste da 40 e più anni, e qualcuno deve metterci mano!! L'ultima sentita oggi in tv, un cliente di un taxi dall'eur a corso francia - da sud a nord di roma .. 90 euro!? io non li avrei mai pagati!! LA.TRI!!

romaniko48 21.02.17 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 60.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
- -finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com


jolia antonio () Commentatore certificato 21.02.17 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Andateci piano con queste prese di posizione. I taxisti sono una corporazione come i notai, i giornalisti e i farmacisti. che vogliamo fare quando arriveremo al governo? Tenerle in piedi?

inclemente mastengo, roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma Beppe perché non ci fai votare? Gli eletti sono o non sono i nostri portavoce?

Mario Castorina, Anguillara Sabazia Commentatore certificato 21.02.17 21:15| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti non mi stanno certo simpatici. pero' sono con loro perche' non si possono fare le liberalizzazioni solo per gli altri. se si liberalizza si deve liberalizzare tutto.

Qui vogliono gli stipend vecchia Alitalia pero' viaggiare con Ryanair

Walter Borchia 21.02.17 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Difendere una corporazione contro gli interessi dei consumatori in barba ai disoccupati è cambiamento? Rispolveriamo anche i dazi comunali e regionali, le decime ai feudi e alle abbazie, il divieto ai contadini di abbandonare la terra già che ci siamo...

Mario Castorina, Anguillara Sabazia Commentatore certificato 21.02.17 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Ma per favore ! La casta da abbattere è quella dei TAXI ?! E per abbattere questa casta non esitiamo a mettere il mercato nelle mani di una multinazionale che paga le tasse altrove e se ne frega dell'Italia ! Non siamo ancora stati scottati dalle multinazionali che hanno rastrellato tutto in Italia lasciando i prezzi invariati se non maggiorati ?

giuseppe satriano, potenza Commentatore certificato 21.02.17 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Io sono per il decreto che apre a Uber
1 all estero già esiste e funziona bene
2 costa meno del taxi
3 da lavoro a tanta gente
4 e più sicuro sai sempre chi è il conducente e chi il cliente con foto
5 è sempre disponibile sopratutto alla notte dov'è molte volte non trovi taxi
6 pagano le tasse perché tutto fatturato e tracciato

Io sono stato fregato più volte da taxisti e ho trovato molta correttezza e cortesia da conducenti uber.

Emanuele Piumazzi 21.02.17 20:59| 
 |
Rispondi al commento

CELERINI ASSASSINI(allora la polzia in tenuta antisommossa si chiamava celere per chi non ricordasse).Correva l'anno 1968 e studenti e operai "uniti nella lotta"invadevano le strade e le piazze di tutta Italia.Quanto accaduto oggi e'niente confronto a quanto succedeva allora.Gli scioperi duravano settimane;fabbriche e scuole chiuse;ogni giorno cortei e manifestazioni con decine e decine di feriti e contusi in ogni citta'.Pero'qualcosa abbiamo ottenuto!ora stiamo solo a piangerci addosso.Lotta dura senza paura era un altro slogan di sinistra contro la DC che altri non e'che l'odierno PD diviso in mille correnti.Ma vaffa!Avanti ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️Sempre cosi' non facciamoci intimidire da codesti imbroglioni e malfattori.La sovranita'appartiene al popolo.

Corrado Barbieri 21.02.17 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Autogol. Inseguire la piazza e le corporazioni armate di tirapugni non e' ne' utile ne' giusto.

Giacomo B. Commentatore certificato 21.02.17 20:52| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

per tutti i troll o affini che scrivono a vanvera su questo blog:

qua non si tratta solo dei diritti di tassisti e ambulanti, ma è il segnale che bisogna fermare questa"liberalizzazione" selvaggia che andra' a distruggere tutto il nostro tessuto socio-economico e continuera' a stracciare diritti e salari dei lavoratori!

MA LO CAPITE O NO? CHE POI I TASSISTI STIANO SULLE PALLE O NO POCO IMPORTA! QUA SI TRATTA DI DIFENDERE IL NOSTRO TESSUTO SOCIO-ECONOMICO E I NOSTRI DIRITTI!!!

diana dial, genova Commentatore certificato 21.02.17 20:48| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

'A solita faccenda a "l'Italienne", dove tutti c'hanno de 'e colpe e tutti reclamano diritti ( e, seconno me, so'i tassinari che hanno inizziato pe' primi co' sta compravendita ILLEGALE de 'e licenze); poi si Uber, da piccola "start-up" è diventata 'na multinazzionale, dovrà esse er Governo, si c'ha n' po' de autorità residua, a imporre 'e regole e farse pagà er dovuto per il fatturato fatto in Italia, ma dije "no, te nun devi lavorà perchè me danneggi 'i tassisti" me pare 'na sciocchezza: semplicemente, nun devono esiste più 'e "concessioni" trasferibbili, e permette che ' taxisti, possano magari lavorà pure pe' Uber.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.02.17 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma porca puttana... Ma state facendo un autogol dietro l'altro, da un lato non capisco questa difesa a spada tratta di un sindaco che si sta dimostrando quantomeno inadeguato dall'altro questa strenua difesa di una CASTA come quella dei tassisti che nessuno fino ad ora ha avuto il coraggio di abbattere. Smettetela di pensare solo in termini di consenso e datevi una svegliata! L'italia ha bisogno di un governo a cinque stelle che sia capace di prendere anche decisioni difficili per il bene della comunità.

Francesco Bullo 21.02.17 20:39| 
 |
Rispondi al commento

non si può mettere sul lastrico una categoria di lavoratori dall' oggi al domani e tanto meno se a favore di una multinazionale straniera. I taxi in Italia sono molto cari, ci vuole una via di mezzo, che vada incontro a tutti.

maria teresa pazzaglia 21.02.17 20:17| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=Sr1IaNdLfiY

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.02.17 19:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dispiace per chi perde il lavoro ma ......
pure le aziende (i datori di lavoro) se trovano "isole felici e paradisi fiscali" ci mettono poco a trasferire le loro produzioni quando la loro materia prima non è particolare materia di un determinato luogo.
Questa è la globalizzazione, ci si doveva pensare prima.
Non dico poi che tutti i tassisti siano uguali (non si può fare di "tutta l'erba un fascio", però da quello che mi risulta, almeno chi ha un 35 40 anni di "servizio" alle spalle non credo se la passi malaccio.
I problemi probabilmente li hanno i "nuovi entrati" che, avendo rilevato le licenze di chi ha "lasciato" e con pochi anni di servizio alle spalle si trovano a non aver forse nemmeno recuperata la spesa per acquisto della licenza.
Nemmeno chi lavoro in fabbrica avrà più il trattamento economico di chi è uscito dal mondo del lavoro" un lustro fa.
Che facciamo, scendiamo tutti in piazza.
Spezzo però una lancia in favore dei tassisti, leggo scritto che la loro protesta porta ad interruzione di pubblico servizio.
Per caso i tassisti sono stipendiati dallo Stato?????
Non mi risulta, allora è una gran cazz@ta scrivere che trattasi di interruzioni di "pubblico" servizio in quanto i tassisti sono stipendiati o dalle loro aziende di riferimento e/o sono autonomi.
Se mancano taxi a causa degli scioperi si aumentino i mezzi pubblici, quelli si che sono "guidati" da persone stipendiate dalle nostre tasse.

mario 21.02.17 19:41| 
 |
Rispondi al commento

IO PREFERISCO VIVERE COL SIGNORE SULLA TERRA ORA, NON RISCHIO. CHE COMODITA' I TAXI GRATUITI, CIAO BEPPE E VIRGINIA, IL SIGNORE SIA ANCHE CON VOI

Gianluigi 21.02.17 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Dimenticavo presto anche UBER sará obsoleto... Informatevi. Ci sono giá i taxi drone che ti fanno volare sopra il traffico.
Quando arriveranno in Italia, li abbatteremo con i bazooka?

Sandro S., Arona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 19:28| 
 |
Rispondi al commento

L'argomento è di carattere generale:
è giusta una concorrenza spietata imposta dalle regole europee?
Oppure è giusta la giungla quando riguarda tassisti, operai, commercianti ma non quando riguarda noi?

La Uber è una multinazionale straniera (sede in Olanda) che incassa il 20% dei profitti e che non mi risulta pagare le tasse in Italia (o qualora lo faccia mantiene la notizia segretissima) e non mi è chiaro nemmeno se gli autisti italiani le paghino pur essendo per legge italiana obbligati a farlo (non essendoci controlli quasi tutti non dichiarano un centesimo):
la scelta è se stare dalla parte degli elusori fiscali totali o dai tassisti italiani che hanno regole licenze e tasse... scelta fra liberismo illegale e ordine legale NON di simpatia fra il giovane e simpatico conducente in nero e l'antipatico romanaccio cinquantenne.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 21.02.17 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Da quando im M5S é retrogrado?
Oggi difendete i tassisti da UBER... e domani che fate?
Lo sapete che stanno arrivando Robot, AI (Artificial Intelligence), blockchain e molto altro?
Che facciamo impediamo il progresso per difendere posti e tipi di lavoro che saranno presto obsoleti?
Semplicemente ci sará richiesta di nuove tipologie di lavoro.
Il taxi come é stato finoggi é obsoleto perché qualcuno ha avuto un'idea geniale e ne ha fatto una APP.
Dovrebbero fare un monumento a chi ha inventato UBER. Sai in anticipo, quanto paghi, quanto ci metti, che strada prendi e paghi con carta di credito senza che il tassista provi a fregarti.
Viva il progresso e la tecnologia

Sandro S., Arona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ora ci mettiamo pure a difendere le caste dei tassisti,ambulanti,stabilimenti balneari,poi ci saranno pure i notai,i farmacisti e chissà quanti altri, non andiamo a raccattare voti nelle cloache perché puzzano....!!

FRANCESCO ROMAGNOLO 21.02.17 19:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON SONO D'ACCORDO
Andare in taxi è un lusso che pochi possono permettersi.
Perché dunque, cavalcare la protesta della lobby dei taxi!?

Luc Napo 21.02.17 19:09| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti sono sempre stati una lobby, mantenendo con ogni mezzo i loro monopolio. Ogni volta che vengono toccati i loro privilegi, scoppia il pandemonio. Manifestazioni pesanti, gravi minacce ai " crumiri ". Paralisi delle città.
Raggi dovevi startene in comune a lavorare. Possibile che devi sempre metterti in mezzo, con un tempismo preoccupante.
Stattene tranquilla a completare la giunta, che sarebbe anche ora.

paolo marabelli 21.02.17 19:05| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non trovo giusto difendere i tassisti, loro vogliono mantenere dei privilegi e non avere concorrenza.
Questa è una lobby e il M5S non dovrebbe difenderla anche perchè questo per chi si muove con auto a noleggio ha un costo. Ripensiamoci, ripensateci

Ruggero Poluzzi Commentatore certificato 21.02.17 18:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Virginia sei inarrestabile come uno schiacciasassi.I veri⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️sono tutti sempre con te.Avanti cosi'.

Corrado Barbieri 21.02.17 18:54| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Stavolta non condivido: uber è innovazione e modernità; taxi è monopolio e conservazione. La Raggi sbaglia:non può schierarsi con chi sciopera illegalmente, per conservare i privilegi ormai anacronistici della casta dei taxi

vincenzo cavaleri Commentatore certificato 21.02.17 18:46| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

andiamo male.. se cominciamo a difendere lobby e corporazioni sono abbastanza perplesso per usare un eufemismo..

don marza 21.02.17 18:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I tassisti hanno ragione a salvaguardare gli di categoria per il semplice fatto che molti disconoscono quello ke necessità per lo svolgimento della professione dalla licenza fino all iscrizione al ruolo alle tasse + rinnovi e massimali assicurativi, arriva uber e tutti diventano tassisti ha senso secondo voi ??!...


Sciopero taxi
Protestare sì, ma imporre forzature e prepotenze no. Ci sono gli interessi dei tassisti da salvaguardare, ma anche quelli dei cittadini da tutelare doverosamente. Non ce ne dimentichiamo.

pasquale messali 21.02.17 18:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A Genove uber,ncc,flexbus e voli a basso costo non hanno mai attecchito.Sara'perche'siamo provinciali,tirchi e diffidenti,sara'perche'siamo un po'cosi'noi che siamo nati a Genova,come cantava Paolo Conte,sara'perche girando nei nostri inestricabili ncaruggi dove abbiamo relegato i topi e gli africani ma dove respiriamo ancora l'aria di un'antica e gloriosa Repubblica,sara'perche'se piove inveiamo dicendo governo ladro,sara'perche'siamo tanto orgogliosi e dignitosi che se non abitate qui da almeno tre generazioni sarete sempre forestieri,sara'perche'a chi ci chiede per chi votiamo rispondiamo:dio e popolo,io sono mazziniano.Sara'perche'noi siamo e sempre saremo cittadini de LA SUPERBA.

Corrado Barbieri 21.02.17 18:07| 
 |
Rispondi al commento

piena solidarieta ha taxinari.sonvenzionate Uber e sonvenzionerete le lobby. (non pagano tasse) e quella gente ha favore di Uber sono solo degli ipocriti. ditelo chiaramente che conviene prendere Uber. anche io lavoro come taxista da 30 anni in una citta come Zurigo,e qui non abbiamo una licenza da 100.000 €.come da voi. però e una frustrazione vedersi rubare il lavoro in questo modo. comunque questo e il nuovo schiavismo del nostro secolo,e anche voi pagherete le conseguenze.e solo questione di tempo. ricordatevi il conto viene sempre alla fine. piena soliedarieta alla Raggi. dovete essere fieri di farvi rapresentare da lei e dal movimento 5 stelle

D'Autilia Riccardo 21.02.17 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma voglio provare a darvi ancora fiducia ed essere propositivo. Il problema si risolverebbe restituendo ai titolari delle licenze (tutti non solo i tassisti) l'importo pagato e stabilendo finalmente che NON SONO VENDIBILI. Lo Stato rientrerebbe presto del denaro speso coi nuovi bandi, si creerebbero nuovi posti di lavoro, almeno il doppio, e finalmente anche la gente comune in Italia potrebbe prendere il taxi, come in tutti i paesi civili, apportando benefici anche al traffico. Per quanto riguarda UBER, basta che paghi le tasse in Italia, non vedo il motivo per non farlo lavorare. Attendo cortesi riscontri.

antonio f., roma Commentatore certificato 21.02.17 17:57| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi ho votati fin dal primo momento. Ma stavolta ve la rischiate.....

antonio f., roma Commentatore certificato 21.02.17 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A tutti coloro dalla pancia piena e dal portafoglio gonfio,molti dei quali si vantano di essere classe dirigente,sapete come vivono gran parte degli Italiani, in un deserto lavorativo,in un'alternarsi di giornate fatte di rinunce,sacrifici,stenti, consumando esistenze che in gran misura non vale la pena più di vivere.
Cercare più in la degli orizzonti che restano solo plumbei e sapere che nessuno si impegna a creare prospettive serie, se non per i propri tornaconti mentre l'orologio cammina inesorabile scandendo il trascorrere dei mesi,degli anni.
Quanto può durare la pazienza ?
SI LA CORDA E' GIA' TROPPO TESA,PROSSIMA A SPEZZARSI.

ciminello giacinto 21.02.17 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Dite di essere "portavoce dei cittadini". Ma "cittadini" sono i romani che vorrebbero più taxi, più economici e autisti più gentili, o sono invece i possessori di una licenza di taxi che bloccano la città contro la concorrenza? Oppure siete solo demagoghi...

Pep Gatto, Galatone Commentatore certificato 21.02.17 17:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono una no global e combatto contro la Direttiva Bolkestein dal 2006, credevo addirittura che fosse stata bocciata, poi ho rivisto questo nome infame sui cartelli di protesta dei tassinari romani. La cosa che più mi ha offeso è che in tv siano stati tutti ben attenti a che nessuno spiegasse quali sono i loschi scopi delle Bolkestein. Quando poi ho letti i commenti della gente che se la prendeva magari giustamente con i tassisti e ho visto che della Bolkestein non parlava nessuno e che nessuno ne capiva le grabissime implicazioni, mi sarebbe venuto da piangere. Certo, Uber è comodo, ma allora possiamo rimettere anche la schiavitù, visto che per molti era comodissima.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e' veramente inaccettabile che si cavalchi la protesta incivile ed ingiustificabile dei tassisti per farne, almeno nel titolo, una battaglia politica.
La nostra Virginia hA che lei e' con loro..!!!! ROBA DA MATTI!!!!
La nostra sindaca non puo' accettare uno sciopero selvaggio e contro legge. Facendo cosi' si mette contro i propri cittadini, che di certo non sono in grado (grazie alla municipalita' di cui e' responsabile) di prendere un accettabile servizio trasporti cittadini.

Invece di queste uscite che cercano di coprire i propri errori sulle SUE nomine, che vada finalmente AVANTI...ma nel rispetto di tutti i cittadini.
Difendere i tassisti e' stta un'uscita alla ...Raggi

carlo p. Commentatore certificato 21.02.17 17:07| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Questo è uno dei primi settori in cui "le nuove tecnologie" distruggeranno posti di lavoro (o comunque marginalità).
Ne arriveranno nei prossimi 4 o 5 anni (altro che 20 prima di vedere i robot al posto degli uomini)
E la risposta è la difesa dei tassisti?

Non capisco.

I tassisti hanno sguazzato nella mancanza di normative impadronendosi (e scrivo da Roma dove i tassisti hanno sempre comandato perchè muovono belle fette di voti) di un servizio pubblico.
Uber sarà una multinazionale, ma porta un servizio nuovo e concorrenza in UN MONOPOLIO.

Probabilmente un minimo (lo stato non ha fatto niente per regolamentare prima e ha creato situazioni tipo la compravendita delle licenze) di risarcimento a queste persone andrà pensato, e gli utenti andranno garantiti richiedendo patenti adeguate agli autisti uber e ncc, ma per il resto credo proprio che questi signori si debbano abituare al fatto che guidare una macchina non può essere un lavoro da 100.000 euro l'anno (evasione esclusa).

Quando Bersani provò a liberalizzare (giustamente) il settore, si è scatenato il peggiore corporativismo e qui stiamo vedendo le stesse scene. Non riesco proprio a capire (se non per opportunità elettorale) come si faccia a dar retta a queste proteste da operetta. Ma gli altri milioni di utenti dove sono? Non abbiamo diritti?
Non poter usare un Taxi regolarmente (come nel resto del mondo) per le mostruose tariffe, e' veramente quello che vogliamo? Tralascio altri spiacevoli aspetti quali non venir caricati se si paga con il bancomat perchè è tracciabile, o avere ricevute scritte su blocchi anonimi, per lo stesso motivo. Oggi questi sono i buoni da difendere a prescindere?

"Casta dei tassisti" è una parola grossa, ma anche una corsa a 80 euro per attraversare Roma in pieno giorno non è una risposta adeguata.

Preferirei decisamente un atteggiamento più rersponsabile dal M5S.

Agostino Pecorario 21.02.17 16:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le multinazionali le tasse non le pagano, e non ubbidiscono nemmeno alle leggi di uno Stato. Le multinazionali non sono progresso civile, sono la distruzione di ogni civiltà in nome del potere assoluto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 16:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?v=iOhlDC42YoM

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.02.17 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Roba da matti, difendere la lobby che ha consentito ad alemanno di farsi eleggere, la lobby che ha bloccato 500 nuove licenze a roma, è vergognoso, altro che. che delusione, che delusione!!!

Pina Largoni 21.02.17 16:33| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

"Quando fai qualcosa ricordati che avrai contro quelli che volevano fare la stessa cosa, quelli che volevano fare il contrario e la stragrande maggioranza di quelli che non volevano fare niente"

Paolo Cicerone

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo passati da un capitalismo industriale a un capitalismo finanziario

e stiamo passando da una società varia nei suoi aspetti e in qualche modo (magari male) regolamentata a una giungla sempre più esente da regolamentazione, dove i diritti umani non esistono e dove poche multinazionali possiedono tutto e comandano su tutto

Chi straparla di fascismo ricordi che il vero fascismo è questo.

Un tempo la lotta si faceva ai padroni. Oggi i veri padroni sono le multinazionali e c'è chi non lo ha ancora capito e le scambia per progresso.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 16:20| 
 |
Rispondi al commento

...me ricorda 'a protesta de quelli che te chiudono 'e spiagge ('i "stabbilimenti balneari") piangendo miseria e reclamando diritti pe' "l' investimento effettuato": ma vaffanculo... (scusate 'a sincerità....)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.02.17 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se la gente SA combatte contro una globalizzazione che porta ogni potere nelle mani di poche multinazionali come UBER che non pagano le tasse e possono violare, in quanto multinazionali, le leggi di qualunque Stato
Quello che molti non capiscono è che il problema non sono i tassisti ma è la Direttiva Bolkestein in cui scopo è di annullare i diritti di ogni tipo di lavoro
Chi attacca i tassisti non si accorge che la guerra che è stata scagliata dal neoliberismo non è contro i tassisti o gli ambulanti, ma contro ogni lavoratore. Per cui quello che oggi fanno ai tassisti domani lo faranno a te


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 16:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Me pare 'na faccenda de difesa de 'na specie de "casta": si spendono così tanto pe' 'na licenza, è perchè er "rientro", è assicurato: capisco er punto de vista loro, ma 'i tempi cambiano, e er cerino in mano, a quarcuno resta sempre; considerato che so' quelli che hanno votato in massa pe' er Polo de 'e Libbertà (de far quer che cazzo je pareva), mah, io direi de fa' più attenzione a 'i vantaggi pe' 'a gente che 'a 'e perdite (eventuali) loro.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 21.02.17 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco da dove deriva il potere di questa categoria di intoccabili, quando c'è stata la liberalizzazione degli esercizi commerciali moltissimi esercenti si sono ritrovati con una licenza pagata profumatamente che non valeva più nulla, lo stesso dicasi per la legge fornero, moltissime partite iva si sono ritrovate di punto in bianco con 7 anni in più di contributi da pagare per arrivare alla pensione, é vero che non avevano una licenza pagata carissima, ma anche calcolando il minimo di contribuzione annuale e 1000 euro mensili di pensione non incassata per 7 anni fanno almeno 120000 euro di danni per chi si é beccato questo provvedimento.
Si può pensare che probabilmente il pd avesse calcolato che tanto esercenti e piva non erano categorie che li avrebbero votati, ma quanti saranno i tassisti in Italia qualche decina di migliaia? Per cui dal punto di vista del bacino elettorale il pd potrebbe anche fregarsene, non riesco a capire invece perché se protestano i tassisti si ferma il mondo, arrivano ministri a parlare con i loro rappresentanti, fanno promesse assurde, ritirano emendamenti, non capisco, avranno dei dossier segreti contro i politici della casta? mah chissà.

Eddy B. Commentatore certificato 21.02.17 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Cerca di andare oltre la tua antipatia magari fondata per i tassisti

le direttiva Bolkestein toglierà a tutti leggi e diritti per regalare il mercato, e anche lo stato, a poche multinazionali

Quello che oggi fanno agli ambulanti o ai tassisti, domani lo faranno a te

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Lo Stato italiano ha creato una situazione iniqua e caotica costringendo la gente a esborsi indesiderati

Ma ora non può tirarsi indietro e dire: "Ci siamo sbagliati! Non volevamo mettere ordine legislativo, volevamo vendere tutto a una multinazionale che le tasse nemmeno le paga e chi l'ha preso in tasca se lo tenga!"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Paolo Cicerone
TASSISTI: Cerchiamo di non ragionare con due neuroni e prendiamo in esame l'intera faccenda.
Sono stati i comuni a combinare il casino: a Milano nel 1986 si decise di bloccare le licenze e di non venderne più. Questo fu il motivo per cui i prezzi delle licenze andarono alle stelle; chi voleva un taxi doveva fare un mutuo. Questo è il peccato originale ed è anche il motivo per cui NON SI PUO' pensare di cancellare tutto con un colpo di spugna fregandosene di chi continuerà a pagare una licenza che di fatto varrebbe ZERO.
D'accordo la tecnologia va avanti, ma la politica deve saper dare una risposta PER TEMPO, l'avvento di Uber ormai era assodato, bisognava gia' 5 anni fa a intavolare un confronto tra le parti per un risoluzione del problema che poteva anche essere un rimborso di tali licenze.
Però, anche fatto questo, rimarrebbe comunque un punto fondamentale da esaminare e risolvere: dove paga le tasse una multinazionale come Uber? Siamo sicuri che sarebbe "libero mercato" quello che consente (come ormai in tantissimi altri settori) ai più grossi di pagare meno?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa veloce veloce. Non posso entrare nel merito delle licenze, dei regolamenti e quant'altro concerne gli aspetti che regolano le licenze per i taxi. Però, sicuramente sarò ricoperto di improperi, alcuni tassisti romani sono molto birichini, amici stranieri più di una volta mi hanno contestato sia quello che si sono ritrovati a pagare sia le maniere poco urbane quando questo gli e stato fatto notare. Se non ricordo male ci fu anche una trasmissione delle Iene su questo. Pertanto il mio invito, si a rispettare i tassisti, ma sistemi più seri e sicuri affinché questi non facciano i furbetti. Ne va dell'immagine di questa povera Italia, Roma dovrebbe essere il nostro biglietto da visita per tutto.

Dino Muttini 21.02.17 15:38| 
 |
Rispondi al commento

È' una vecchia storia quella dei tassisti che nessuno ha avuto il coraggio di risolvere con la conseguenza che periodicamente si verificano situazioni come quella in corso che danneggiano sicuramente i tassisti ma ancor più' gli utenti italiani e i turisti, umiliano la città' di Roma, violano la legge. Sarebbe ora di porre un termine alle incertezze ed ai rinvii prendendo decisioni politiche coraggiose e ferme.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.02.17 15:27| 
 |
Rispondi al commento

"La raggi difende Uber": si è venduta al libero mercato, alle multinazionali, non voto più Movimento 5 Stelle

"La raggi difende i tassisti": è contro il libero commercio, difende una lobby, non voto più Movimento 5 Stelle

C'è grossa crisi...

massimo m., Roma Commentatore certificato 21.02.17 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Immagino che bel servizio ad un anziano che deve prendere il telefonino e mettere l'App di Huber per chiamare e prenotare un taxi!
hahah... siete patetici(pidioti)!
Immaginate quanti non potranno più alzare una mano per chiamare un taxi!
Troppo facile vero?
Ci stanno portando via reddito e lavoro e noi vediamo il meglio nel "FUTURO"...
Un futuro che non auguro a nessuno..la vedo brutta... ritornare alla nostra sovranità,riavere i dazi,i confini e mandare in culo chi ci vuole addomesticare!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Cerchiamo di non ragionare con due neuroni e prendiamo in esame l'intera faccenda.
Sono stati i comuni a combinare il casino: a Milano nel 1986 si decise di bloccare le licenze e di non venderne più. Questo fu il motivo per cui i prezzi delle licenze andarono alle stelle; chi voleva un taxi doveva fare un mutuo. Questo è il peccato originale ed è anche il motivo per cui NON SI PUO' pensare di cancellare tutto con un colpo di spugna fregandosene di chi continuerà a pagare una licenza che di fatto varrebbe ZERO.
D'accordo la tecnologia va avanti, ma la politica deve saper dare una risposta PER TEMPO, l'avvento di uber ormai era assodato, bisognava gia' 5 anni fa a intavolare un confronto tra le parti per un risoluzione del problema che poteva anche essere un rimborso di tali licenze.

Però, anche fatto questo, rimarrebbe comunque un punto fondamentale da esaminare e risolvere: dove paga le tasse una multinazionale come uber? Siamo sicuri che sarebbe "libero mercato" quello che consente (come ormai in tantissimi altri settori) ai più grossi di pagare meno?

Paolo Cicerone, ★★★★★ Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.02.17 15:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si spende di più a prendere un taxi per andare all'aeroporto che a volare da Bologna a Londra. Io voglio essere libero di usare tutti i servizi della sharing economy: Uber, Bla Bla car, Airbnb ...
Non saranno ne i taxisti ne il M5S ad impedirci di usare questi servizi; state combattendo una battaglia contro i mulini a vento; come se la Coop ed i librai volessero la chiusura di Amazon.
Siete patetici.

Franco Zavaroni 21.02.17 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Io sono a favore di UBER e UPER/POP perche':

-e' piu' facile mettere una tassa sulle transazioni che su un tassametro
-consente a chiunque di arrotondare un magro stipendio
-e' un sistema flessibile che si auto-regola in funzione della domanda

dopidiche':

-le licenze vanno ammortizzate ai titolari prendendo l'importo dalle tasse che paghera' UBER, sulla base degli importi a suo tempo dichiarati per l'acquisto , rivalutati della svalutazione (o suluzioni simili ) .

La tecnologia o la cavalchi (sfruttandola) o ti seppellisce.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 21.02.17 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uber è una multinazionale
stanno svendendo l'Italia alle multinazionali
ma il popolo è troppo ignorante per capire che i diritti oggi li tolgono a qualcuno, domani li toglieranno a tutti

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Matteo vola in California per imparare da chi è più bravo come creare occupazione,lavoro e crescita in un mondo che cambia.
Chissà cosa penseranno gli Americani quando sapranno che il nostro genio voleva creare occupazione aumentando gli stipendi statali di 80 euro al mese,oppure con un incentivo limitato nel tempo alle imprese che avrebbero assunto.
I californiani avranno mai sentito parlare di un certo poletti e del suo job act?
Ma sopratutto chi interpreterà i suoi shish?
Siamo alle comiche finali.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 21.02.17 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uber è una multinazionale con sede a San Francisco (USA) che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato attraverso un'applicazione software mobile (app) che mette in collegamento diretto passeggeri e autisti.
La società è presente in decine di città in tutto il mondo.
Le auto possono essere prenotate con l'invio di un messaggio di testo o usando l'applicazione mobile, tramite la quale i clienti possono inoltre tenere traccia in tempo reale della posizione dell'auto prenotata.
Per entrare a far parte dell'azienda Uber sono richiesti i seguenti requisiti:
-avere almeno 21 anni d'età,
-possedere un'auto a 4 porte coperta da assicurazione e non più vecchia di 8 anni,
-avere una fedina penale pulita,
-avere almeno 10 punti residui sulla patente,
-avere una patente non sospesa da almeno 10 anni.
Se si rientra in tali requisiti, è possibile inviare la richiesta per diventare conducente Uber alla medesima azienda. Una volta entrati a far parte dell'azienda Uber, essa stessa fornisce allo stesso conducente i seguenti servizi:
-uno smartphone su cui è installata l'app Uber, per essere rintracciabili dagli utenti,
-revisione dell'auto per verificarne le condizioni,
-assicurazione contro danni a terzi.
Una volta che il Governo ha dato l'assenso a UBER, i tassisti che ci sono adesso possono pure andare in pensione.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Per regolamentare attività e/o situazioni, LORO, impiegano ANNI, E LO FANNO INTENZIONALMENTE, in modo da mettere cittadini lavoratori, l'uno contro l'altro, spesso, poveri contro poveri, mentre LORO, affacciati a balconi di case regalate a LORO insaputa, con escort inginocchiate ai loro piedi che lavorano di bocca, sghignazzano, si danno pacche sulle spalle e scommettono su chi prenderà più botte.
Quelli che scrivono su questo blog, ne sono la dimostrazione: c'è chi sta con i taxisti e chi sta con uber, intanto LORO, SGHIGNAZZANO.

Antonio* D., Carrara Commentatore certificato 21.02.17 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

4
Max&Pier. Quando poteva, D’Alema le ha sbagliate tutte. Quando non poteva più nulla, ne ha azzeccata una: il No al referendum. Se è furbo, si accontenta, gode e torna nel dimenticatoio. Se è stupido, pensa che i 20 milioni di No fossero suoi, lo rivolessero in campo e lo trovassero anche simpatico; e continua a farsi fotografare coi tre tenori, sputtanandoli. Bersani le ha sbagliate quasi tutte ma, grazie anche a Crozza, risulta simpatico. Però lo sa anche lui che ha fatto il suo tempo: se promette di non ricandidarsi, sarà simpaticissimo.
Pisachi? Siccome è per “l’unità della sinistra a ogni costo”, Pisapia ha appena fondato un nuovo partito, che però non si chiama né partito né movimento: ma Campo Progressista (da non confondere con SI, Possibile, DemA, Prc, Verdi&C.). Tanto progressista da imbarcare l’ex Udc Tabacci e dire sì a Expo, al noto terzinternazionalista Sala e alla “riforma” Boschi. Campo Conformista e Trasformista.
Nanni l’Assente. Il 2 febbraio 2002, 15 anni fa, Nanni Moretti urlava in piazza Navona: “La burocratja che sta alle nostre spalle non ha capito nulla. Con questi dirigenti non vinceremo mai” (alle sue spalle, chi oggi sta con Renzi e chi è contro). “Han fatto vincere B. con una campagna elettorale timida e col mancato accordo con Bertinotti: io non riesco a parlare con Rifondazione, proprio non ce la faccio, ma loro sì, loro ci devono parlare, è il loro mestiere. E invece non sanno parlare al cuore, né alla testa, né all'anima della gente. Facciamo che questa non sia una serata inutile”. Invece lo fu. Oggi i dirigenti che non vinceranno mai non riescono a parlare né alla sinistra, né alla gente, né fra loro. E Moretti non urla più.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 14:47| 
 |
Rispondi al commento

2
Paolino il Breve.Gentiloni è sempre sul palco,ma non parla mai.Non muove manco un muscolo: un’increspatura del volto,e casca il governo che deve arrivare al 2018,trovare 3 miliardi subito e 20 o 40(non s’è ancora capito bene)entro fine anno,proporre la legge elettorale,salvare le banche e altre quisquilie.“Con Gentiloni tutto bene”,ha detto Renzi pensando:“Paolostaisereno” Auguri
I 5 ostaggi.Fassino,Franceschini,Cuperlo,Orfini e Orlando restano,il che è un bel vantaggio per chi va.Chi proverà a rinfacciare agli scissionisti la compagnia dei D’Alema&Bersani si sentirà rispondere:“E Fassino-Franceschini-Cuperlo?” Quanto a Orfini,la sua collezione di fiaschi da far impallidire una cantina sociale parla per lui Orlando invece avrà il privilegio di candidarsi a perdere le primarie del PdR(Partito di Renzi),per evitare che Matteo sia il candidato unico,il che non sta bene.Nel loro piccolo,i 5 si credono protagonisti,invece sono ostaggi.Anzi ortaggi: come diceva Giancarlo Pajetta della sx Psi, “qualche testa di cavolo nel minestrone può sempre servire”
I 3 tenori.Emiliano, per stazza e qualità,fa il Pavarotti.Enrico Rossi e Speranza provano a fare il Domingo e il Carreras.Ma al momento manca lo spartito:non si sa che cosa tenga insieme il Trio Emiliano e Speranza han votato No al referendum, Rossi ha votato e fatto votare Sì ed era pure pro Jobs Act.Emiliano riempie la scena ed è stato abile a lasciare il cerino della scissione in mano a Renzi.Rossi–non bastando il suo slogan portasfiga “Rivoluzione socialista”–ha il carisma di un termosifone spento.E Speranza è la manopola del termosifone spento.Ora comunque il Sistema la farà pagare cara e salata a tutti e 3:
si preparino a sparire dalle tv e a parare i manganelli dei giornaloni a suon di suon di calunnie e veleni. Per informazioni, rivolgersi a Raggi e Di Maio.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Che abbiano torto o ragione bisogna imparare dai tassisti. Sono sei giorni che sono in piazza per far valere i loro diritti. Hanno bloccato l'Italia, stanno obbligando il governo ad ascoltarli. E qualcosa sicuramente otterranno. E' COSI' CHE SI FA'. PRENDIAMO ESEMPIO DA LORO. Noi ci lamentiamo, ci lamentiamo....e subiamo in religioso silenzio. Ma di cosa ci lamentiamo se poi non siamo in grado di alzare il sedere dalla sedia, scendere in piazza ad oltranza e fare come fanno i tassinari, solo che noi dobbiamo far capire a questi delinquenti che hanno superato ogni limite e che vogliamo andare a votare. E' questo che bisogna fare!

simona verde Commentatore certificato 21.02.17 14:46| 
 |
Rispondi al commento

OT ma non troppo

CAZZO! E UN COMPLOTTO CONTINUO
VERGOGNA, NON C'E' PIU' RISPETTO.
IL PIDDISMO VUOLE FARCI VINCERE
L'ELEZIONI.

PS. Scusate il tutto MAIUSCOLO.
Ma mi dovevo sfogare.

Giovanni M., Cambiago Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 14:44| 
 |
Rispondi al commento

Uber é un'applicazione fantastica.
É semplicemente il progresso. Non puoi fermare il progresso. Nessuno vuole penalizzare i taxisti, ma molti mestieri sono morti con il progresso.
Vi sfido a trovare in giro un negozio che venda dishi e cd... il progresso li ha fatti diventare obsoleti
Cosí é e cosí sará... se uno arriva con un'idea migliore, un altro muore... vedi Nokia quando sono usciti gli smartphones.
Il M5S non si puó opporre al progresso. Rimborsate le licenze e liberalizzate il mercato, cosí finalmente la gente avrá un servizio eccellente ed economico come quello di Uber

Sandro S., Arona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Uno dei motivi per cui fin dall'inizio ho sostenuto il M5S è la lotta ai privilegi e alle caste. Prendo atto con dispiacere che Grillo, invece di proporre una exit strategy dalla prassi illecita delle compravendite delle licenze, difende avventatamente i privilegi dei tassisti (se fosse messo ai voti credo che la maggioranza degli iscritti al M5S non sarebbe d'accordo con Grillo).

Mario 21.02.17 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I veri padroni dell'Italia sono gli italiani, invece li vedo sempre con il cappello in mano a mendicare dai politici. Provate a tenere in mano un bastone al posto del cappello e vedrete che vi ascolteranno.

giorgio peruffo Commentatore certificato 21.02.17 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Bello il tentativo di rilanciare l-immagine della Raggi. Peccato che l'avete messa sul carro sbagliato: quello dei tassisti, una delle più grandi lobby italiane.
Quand'è che al tavolo inviterete le associazioni dei consumatori, che sono proprio coloro che vorrebbero usufruire di servizi migliori, trasparenti e più vantaggiosi?
Tra un taxi ed un Uber, io voglio scegliere il secondo, e voi me lo impedite!


1
Occidentalis pirla
Marco Travaglio

Da settimane proviamo a districarci nella jungla pidina fra statuto,regolamento,circoli,sezioni, segreteria,direzione,assemblea,gruppi,conferenza programmatica,primarie,congresso,fusioni a freddo e commenti a caldo,scissione a rate e governo a orologeria,appelli all’unità e mosse in ordine sparso,ma ci arrendiamo:per noi è troppo.Il guaio è che non capisce nulla neppure l’elettorato, evocato da capi e capetti per fargli dire tutto e il suo contrario senz’avergli mai chiesto cosa pensa(le ultime volte che l’ha fatto,alle Comunali e al referendum,se n’è subito pentito).L’unica certezza è che muore un partito che non era nemmeno riuscito a nascere:resta da capire se sia eutanasia,suicidio assistito od omicidio.E per mano di chi
Matteo il Rottamato.Dovrebbe essere il più preoccupato, invece sprizza entusiasmo: “Bene, bellissima discussione, piaciuta la scaletta? E ditelo che stavolta siamo stati bravini. È bastato stare fermi e vedere il bluff.Gli scissionisti resteranno,ma dove vanno? Sul territorio non li segue nessuno” e via sbruffoneggiando. Imbolsito, scarmigliato,tronfio e gonfio come un cappone nel maglioncino usato di Marchionne,Renzi è il ritratto del politico bollito,con tempi di cottura da Masterchef(3 anni appena).Spingendo mezzo partito fuori dalla porta per restare finalmente solo a cantarsela e suonarsela allo specchio,ha la certezza che alle elezioni il suo Pd,se gli va bene,arriva terzo.Quindi il nuovo premier incaricato potrebbe essere Di Maio o Zaia o Salvini,sicuramente non lui.Cos’abbia da ridere lo sa solo lui.A meno che il nuovo brillante traguardo dello statista di Rignano sia perdere le elezioni,ma restare capo di qualcosa per distribuire posti al suo clan,come dice Delrio nel famoso fuorionda questi dicono la verità solo quando pensano che non li senta nessuno).Giulio Cesare,in un villaggio alpino, disse:“Meglio primo qui che secondo a Roma”.Renzi in mezzo Pd che primo in un Pd intero”.Occidentali’s pirla

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Un Paese "normale" sarebbe affianco ai tassisti, non per stretta solidarietà (purtroppo) ma per arginare un andazzo che negli ultimi anni ha umiliato i lavoratori (pubblici, privati e autonomi).
Quante devono farne ancora perche' in questo paese si rialzi la testa?
Perché una signora condannata per danno erariale che ha cambiato 5 partiti in 6anni x tenersi la poltrona, che è sposata con Bassanini che ha contribuito a spalancare le porte a Uber in Francia (...ma guarda!), deve decidere sulla mia licenza?
Perché a questa signora che infila alla chetichella le sue amenità nel mille proroghe, nessuno le dice di accomodarsi su un'auto uber e sollevarci dalla sua presenza?
Le unione consumatori poi, sono più cieche di una talpa morta. Spero solo che siano ignoranti ma in buona fede. Anche se ormai si fa sempre più fatica a credere nella buona fede di qualcuno.

Umberto Arrigo 21.02.17 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma siamo su ..."scherzi a parte"!??? Siamo scesi a difendere la lobby dei tassisti!? E una vergogna!!!! Giammai!

ezio t. Commentatore certificato 21.02.17 14:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Sui tassisti caro Grillo HAI TOPPATO ALLA GRANDE.

Difendi una corporazione che dichiara meno di un operaio ed evade alla grande, che entro 10 anni verrà rimpiazzata da veicoli a guida autonoma solo per un pugno di voti ?

Lo vogliamo ricordare che ogni qual volta un comune vuole fare un bando per nuove licenze scattano proteste e blocchi come gli odierni e che quindi se un tassita è costretto a compare la licenza da un altro tassista è sempre a causa loro ?

A quando una manifestazione per difendere notai e farmacisti ?

Adriano 21.02.17 14:19| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi spiace ma stavolta non capisco e non sono d'accordo. Credo che dovrebbero essere tutti gli iscritti al M5S a decidere se sia giusto oppure no estendere i diritti della famosissima lobby dei tassisti anche agli NCC. Secondo me è giustissimo. Sappiamo tutti cosa vuol dire prendere un taxi a roma, tariffe, brogli, imbrogli e nero, per mancanza di concorrenza. Inoltre questo non è modo di protestare. Qualsiasi altra categoria sarebbe stata sbattuta nelle patrie galere. Questi invece fanno da sempre il buono e il cattivo tempo impuniti.
Rifugiarsi dietro ad una "regolamentazione" fatta come si deve denota, a mio avviso, populismo. Questa volta veramente. Sempre meglio una mini liberalizzazione che lo status quo.

GioGio 21.02.17 14:17| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ovviamente non si può passare da un mercato del lavoro incartato da infinite leggi, tasse e gabelle, a un mercato totalmente libero, dove non ci sono leggi di regolamento e di tutela
Se riescono a far questo coi tassisti e gli ambulanti, poi faranno lo stesso con qualsiasi lavoro
per questo i no global hanno sempre attaccato la Bolkestein, perché il suo scopo era quello di far sparire tutti i lavori singoli coi loro diritti e le loro tutele per sostituirlo con un mercato del lavoro governato da poche multinazionali, le quali, per di più, non pagheranno tasse e non rispetteranno i diritti umani, come hanno sempre fatto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 14:10| 
 |
Rispondi al commento

a me sembra che stavolta sei tu grillo che vuoi fermare uber. prima decanti il progresso e adesso lo vuoi fermare? uber dove finalmente chiami chi ti pare e sei libero di scegliere non si deve fare e mi devo rivolgere per forza ai taxi con licenza che costano un botto? lo sai cosa vuol dire? te lo dico io: che se qui uber non c'e' e a parigi c'e' l'americano che sceglie la citta' da visitare sceglie parigi e salta l'italia. il progresso bello o brutto non si puo' evitare che ti piaccia o no. puoi rallentarlo ma non lo fermerai. hanno scoperto il telefono, coi segnali di fumo hai chiuso.hai voglia a difendere il posto di chi invia i segnali di fumo.

roberto de falco alfano, roma Commentatore certificato 21.02.17 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al tg 1 delle 13,30 hanno detto che ren.z.i vola negli usa.......
Per caso, mr Donald ha bisogno di qualcuno che pulisca i locali dei servizi igienici della Casa Bianca?...... semplice domanda.......

Er caciara Commentatore certificato 21.02.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Con il decreto Bersani del 31 Marzo 1998 le attività commerciali subirono uno stravolgimento epocale. I commercianti che acquistarono una licenza per la vendita di merci si trovarono dall'oggi al domani con una licenza acquistata dal valore ZERO.
Chi pensava di avviare un'attività commerciale per poi avere una buonuscita con la rivendita della medesima licenza fu lasciato con un palmo di naso.
Non soltanto le indiscriminate aperture di centri commerciali mandarono in crisi migliaia di attività al dettaglio ma con l'aggravante di avere un'attività dal valore zero se intenzionati a rivenderla.
20 anni dopo una situazione anologa si ripercuote sulla categoria dei tassisti.
Anche loro con una futura buonuscita dal valore zero.
Si ringraziano le associazione di categoria di ieri e di oggi per il pessimo lavoro svolto...........thank you!!!!!

stefano m. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Tommaso B 21.02.17 delle 11:28

Sotto al suo commento la mia risposta.
Grazie della pacatezza dei suoi scritti.
Spero di avere esaudito la sua richiesta.
Mi scusi del tono un po acceso, ma pulito, con il quale le risposi.
Scusi i puntini si sospensione ma le 2000 parole quale limite me lo hanno imposto.

Stia bene e grazie dello scambio.

P.S.: ovviamente sono mie considerazioni personali e sono ben lieto lei si informi come dice. Purtroppo informarsi non lo si fa mai abbastanza. Io per primo.
Se notasse delle mie disinformazioni, la prego di farmelo notare. Creco di migliorarmi con gioia. Se aiutato viene meglio.
saluti e cordialità.

Francesco Fol., R. Commentatore certificato 21.02.17 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Ma se telefono per chiedere un trasporto della mia persona, chi mi garantisce che colui che verrà sarà una persona a modo?
I tassisti hanno un certificato depositato presso il comune dal quale chiamo (o li vicino), gli ncc
forse... Ovvero est la persona giuridica dello autonoleggio che garantisce, non un ente pubblico.
NON PARLIAMO DI UBER...
se mi arriva un moldavo che ha bisogno di scappare (ovvero Uber non garantisce sulla fedina penale dei suoi autisti!!!!) combina quello che vuole e vai tu a prenderlo...
In Moldavia...
Comunque che al governo non vi sia alcuno capace di tutelare la cittadinanza...a partire dal presidente della repubblica (già est vero...e' in Cina!).
Un augurio di cuore ai tassisti
ed anche a Voi.


NORME PER TUTTI

Lo sciopero dei tassisti contro la proroga del governo a fine 2017 concernente la regolamentazione dei noleggiatori per equiparare le norme del trasporto fuori linea a quello dei tassisti è lecito ma non deve essere interpretato come uno scudo corporativo.
Mi spiego,l'entrata di Uber nella concorrenza del trasporto fuori linea darebbe un bel colpo alla nostra economia locale perchè di sicuro abbasserebbe i prezzi dei trasporti fuori linea,cosa auspicabile per il consumatore nel breve termine ma a lungo si rifletterebbe sulla nostra occupazione locale.
I tassisti per avere la licenza comunale hanno speso fior di quattrini,si parla di centinaia di migliaia di euro,investimento non previsto dai noleggiatori.
E' capitato che qualche furbo abbia rivenduto la la sua licenza di tassista e ne abbia acquistata un altra come noleggiatore guadagnando 2 volte.
Da questo si evince che come al solito l'Italia è una giungla burocratica e che le lobby entrano sempre a gamba tesa grazie alla politica collusa rovinando la vita di tutti,fornitori e fruitori.
Quella sosta comunale i tassisti se la sono comprata col sangue e non mi sembra giusto darla gratis ad un noleggiatore anche se applica un prezzo più conveniente per il consumatore.
La via maestra come al solito è il buon senso.
Quelli che hanno pagato inizialmente è giusto che abbiano più diritti e per fare in modo di accontentare il consumatore ci vorrebbe una regolamentazione equa per i costi di trasporto per km percorsi.
Io penso che tassisti e consumatori dovrebbero salvaguardare gli Italiani e il loro lavoro,abbiamo già visto cosa è capitato con l'ingresso delle multinazionali nella nostra vita quotidiana.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 21.02.17 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Quello che molti non capiscono è che qui non ci si deve limitare a guardare le simpatie o le antipatie per i tassisti (io l'ultimo dell'anno per due km, con prenotazione, ho pagato 30 euro e mi sto ancora domandando perché)
e comunque la proroga fatta dall'attuale Governo Pd riguarda al momento tassisti, ambulanti e gestori di stabilimenti balneari
Il vero problema serio è che un governo che continua a dichiararsi di sinistra, dopo aver votato per il CETA, che liberalizza il commercio col Canada, massacrando le nostre imprese, attacca i nostri lavoratori applicando la direttiva Bolkenstein che è una delle peggiori leggi dell'Ue che ha la precisa intenzione di far fuori i diritti di TUTTI i lavoratori, non solo dei tassisti o degli ambulanti
Per questo bisognerebbe mettere da parte le antipatie personali per la categoria e guardare a cosa tende questa deregolamentazione delle professioni
E se qualcuno crede che in un sistema di libero mercato e di Stato senza leggi a tutela del lavoro, in un clima di concorrenza totale e spregiudicata, sarebbero i cittadini a guadagnarci, spero che possa presto ricredersi
Perché in una giungla le creature piccole vengono soppresse e solo i predatori peggiori riescono ad emergere.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non capisco questa difesa dei taxisti quando tutte le citta del mondo hanno il servizio Uber

perplessa 21.02.17 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Questi almeno sono scesi in piazza per difendere i loro diritti. Noi quando bloccheremo il Paese per condannare l'usurpazione, da parte di questti politicanti, dei diritti del Popolo Italiano?

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 13:40| 
 |
Rispondi al commento

ci manca anche qualcuno del PD venga sul blog a dire che questa è "LIBERA CONCORRENZA"....siete patetici,non vi rendete conto che vi stanno levando le mutande elegantemente e non ve ne accorgete.
Si ma alla fine lo sentirete!
Votate il Partito di Re-nzi....PDR!(Ex DC-PC-PSI-PDS-PRI-PLI-PRI-PDIUP-MSI-AN-PRC-ecc.ecc.) insomma tutti gli ex...finchè c'e posto!
Mi raccomando l'ultimo fannullone chiuda la porta...c'e corrente!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 13:39| 
 |
Rispondi al commento

la categoria dei tassisti deve rimanere intatatta come è,la uber è una delle manovre per togliere agli italiani un'altra fonte di lavoro e far posto ad immigrati per un impiego,che porterà a crimini sempre più efferrati,come già succede nel nord Europa,sicuramente alla base di uber ci sono i globalisti che vogliono la immigrazione di massa di nuove generazioni e la precarietà di generazioni di mezza età per continuare il loro progetto di destabilizzazione del patriottismo o del buon nazionalismo per il controllo mondiale in un'unica repubblica,e dopo aver sentito le chiacchere infantili del congresso pd,specialmente quelle di veltroni,che noi paghiamo si vuole mantenere quel clan di ladri truffatori che con berlusca bossi che vogliono usare Zaia come marionetta prestanome a scapito di Salvini e Meloni e degli italiani che rischiano di continuare ad essere gestiti da questi schiavi della globalizzzazione

Paolo Ghiazza 21.02.17 13:32| 
 |
Rispondi al commento

OT:
Ma continuano a votarli....
Si chiude con tredici condanne per peculato e una assoluzione il primo processo sui fondi ai gruppi del Consiglio regionale in Sardegna: le pene oscillano dai cinque anni e sei mesi ai due anni e due mesi. Gli imputati sono appunto i consiglieri della tredicesima legislatura, quella tra il 2004 e il 2008: un’appartenenza bipartisan distribuita in due gruppi (Misto e Insieme per la Sardegna). Non tutti sono ex: ci sono anche tre attuali consiglieri, per loro scatterà la sospensione per via della legge Severino. Si tratta dei due attualmente di Forza Italia, Oscar Cherchi e Alberto Randazzo (rispettivamente 4 e 3 anni) e del leader dell’Uds, Mariolino Floris (4 anni e sei mesi).

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 13:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse qualcuno non lo ha ancora capito ma in Italia il Movimento 5stelle è l'unico che combatta nei neoliberismo
e aver accolto UBER in Italia non è una cosa che riguarda solo i tassisti, contro cui puoi avere tutti i risentimenti del mondo, ma tutti i lavoratori perché è un chiaro segno che si vogliono distruggere tutte le regole e le leggi di protezione del lavoro, qualunque lavoro esso sia
Se poi per proteggere questo lavoro i tassisti sono stati costretti a salvaguardarsi creando una corporazione chiusa, questo non è dipeso da una loro libera scelta ma da un insieme di leggi scellerate per cui o ti difendi come quando sei in una giungla o perisci
L'Italia ha il numero di leggi più esagerato del mondo e non per rendere più agevole la vita ai suoi cittadini ma per complicargliela
L'Italia ha un peso fiscale tra i più alti del mondo e non per dare più servizi o migliori ai cittadini ma per arricchire una casta di privilegiati che fa leggi solo a proprio interesse

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Che significa predica bene razzola male?
cosa vuol dire qst detto???

Migliore risposta: che a parole dice una cosa e a fatti ne fa un'altra... o cmq non mette in pratica ciò che dice...

Maurizio Galeone, Grottaglie(ta) Commentatore certificato 21.02.17 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Secondo voi uno non deve essere libero di scegliere il fornitore di Taxi che gli pare?
Ci schieriamo con i Tredicine perchè non perdano le piazzole, ci schieriamo coi tassinari perchè non perdano il monopolio. Alemanno faceva lo stesso.
Facciamo una colata di cemento per accontentare i tifosi della roma e spendiamo un botto di soldi per sistemare gli extracomunitari mentre cacciamo italiani che occupano le case.
Ma questo è ancora il movimento 5 stelle o cosa è diventato?

Luca (Roma) 21.02.17 13:16| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se sostenete i privilegi di tassisti e vari tredicine e balneari vuol dire che anche voi siete dalla parte dell'establishment xchè quelle sono corporazioni che vivono benissimo nei loro feudi protetti a scapito di tutti gli altri cittadini che grazie alle loro chiusure non possono in alcun modo sperare di arrivare a fare lo stesso mestiere,basta è ora di finirla!!

cinzia c. Commentatore certificato 21.02.17 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V. 21.02.17 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Insomma a bordo dal taxi stiamo viaggiando verso il comma 3 con l'emendamnto che sopprime l'emendamento Lanzillotta che ne rafforzava la ratio del secondo periodo nell'ambito dell'art. 9 all'interno dell' A.C. 4304. Dopo qualche approfondimento col tassista ho capito tutto meno una cosa: ma dove cazzo stiamo andando mentre il tassametro sale?

rino lagomarino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 13:08| 
 |
Rispondi al commento

- Saverio Masi: Archiviazione ennesima ingiustizia. I “negligenti” premiati e i fedeli vessati -

“Ho iniziato questa battaglia in completa solitudine con la convinzione che alla fine la Verità sarebbe emersa, anche se quella che sembrava la via più naturale da percorrere diventa sempre più insidiosa.”

Parole amare quelle scritte dal Maresciallo Saverio Masi sul proprio profilo Facebook, parole che riassumono la difficoltà vissuta da lui e da molti altri che come lui, hanno intrapreso la strada di denunce gravissime volte a smascherare comportamenti criminali all’interno delle istituzioni. Qual è “la via più naturale” di cui parla l’attuale capo scorta del magistrato Nino Di Matteo ? Denunciare ? No. Questa è proprio la via più tortuosa, perché non viviamo in un Paese che favorisce comportamenti legalitari. Il sistema Italia, favorisce comportamenti criminali. E’ bene dire le cose come stanno.
https://www.themisemetis.com/mafia/saverio-masi-archiviazione-ennesima-ingiustizia-negligenti-premiati-fedeli-vessati/757/

Rio Savè Commentatore certificato 21.02.17 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Certo che se il Pd voleva provare all'Italia il suo completo disfacimento come partito di difesa dei lavoratori e la sua totale assoggettazione al neoliberismo internazionale, quella della Milleproroghe è una prova lacerante.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.Credo che se tu avessi dovuto sborsare 150.000 euro per una licenza di taxi, se dovessi pagare tasse esorbitanti, se dovessi sottostare una sequela lunghissima di leggi e permessi per poter esercitare la professione di tassista, avresti ogni ragione a ribellarti ad un Governo che di nascosto e in fretta approva l'ingresso in Italia di una categoria di tassisti abusivi che non pagano nessuna licenza, non sottostanno a nessun esame e controllo e non pagano le stesse tasse che paghi tu.
Comunque il problema qui non è nemmeno la grossissima porcata che il Pd sta facendo ai tassisti, il problema è l'introduzione in Italia della Bolkestein il cui scopo è quello di eliminare ogni regola dello Stato e ogni forma di tutela e di regolamentazione del lavoro per sostituirle con un mercato libero e selvaggio dove sopravviveranno solo gli squali.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abito in una città devastata come Roma, dove il trasporto pubblico è praticamente pessimo, dove la mobilità è basata sul trasporto privato motorizzato, inquinante, ingombrante, una città senza una visione di mobilità sostenibile, senza arredi urbani che favoriscano pedoni e ciclabili, con un movimento nato per favorire tutto questo, e con tutto il disprezzo che posso provare per il pd ed il resto della cricca partitica da destra a sinistra, non riesco veramente a capire l'appoggio che viene dato ad una categoria che ha comportamenti lobbistici, arroganti e disonesti che non può e non deve essere il futuro. Qual'è è la strada che sta prendendo il m5s? vorrei che si tornasse a parlare di onestà e mobilità sostenibile, grazie.

Ozaru M., roma Commentatore certificato 21.02.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Trovo inaudito che il Mov difenda Lobbies potenti e daiu contorni alquanto oscuri come quella dei "tassinari" o dei "bancarellari".
Le licenze per il trasporto pubblico e quelle per l'occupazione del suolo pubblico dovrebbero essere dichiarate gratuite, aperte a tutte (nei limiti della disponibilità, e previo concorso)e incedibili a qualsiasi titolo.
Questi sono una vera e propria casta, come quella dei politici di professione, dei farmacisti, dei tabaccai e molti altri.
Nelle rivendicazioni che abbiamo ascoltato si ribatte che "loro" la licenza l'hanno pagata a caro prezzo: e allora? E quando hganno liberalizzato tutte le altre forme di commercio cosa sarebbe dovuto succedere, la rivoluzione francese?
Il problema di chi ha pagato la sua liceza 130, 140 o 150 mila euro è facilmente risolvibile ma vanno abolite tutte queste situazioni di previlegio, perchè di previliegio si tratta e non di diritti

Mario Rosini, Pescorocchiano (RI) Commentatore certificato 21.02.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè non provano i politici dei partituncoli a scendere in piazza così come ha fatto la Raggi? Sempre se hanno le palle per farlo...chissà se riescono a parlare tranquillamente o rischiano di lasciarci i denti sul pavimento?...

Giacomo E. Commentatore certificato 21.02.17 12:53| 
 |
Rispondi al commento

A Roma la Raggi è si è espressa a favore degli ambulanti e dei tassisti.
Il governo sta dalla parte degli abusivi, marciando su una linea prettamente neoliberista. Molti invece pensano che chi ha dovuto sborsare tanto per avere una licenza e paga le tasse deve essere rispettato. Una cosa è liberalizzare, un’altra deregolamentare. Hanno votato quest’emendamento di nascosto, in commissione Affari Costituzionali, per favorire le multinazionali che da tempo operano sul territorio, aggirando le norme vigenti.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo con questa linea .. I tassisti sono una corporazione e non permette la concorrenza. . Prezzi altissimi e servizio molte volte non all'altezza. Perché non vengono rilasciate licenze a prezzo (diciamo 1000 €) contenuto? Chi gestisce il mercato delle licenze? Lasciamo libertà di accesso al.mercato del trasporto .. vedremo i prezzi al km scendere ed un migliore servizio. . Poi nessuno vieta ai tassisti di iscriversi a UBER. . In Cina dove ho vissuto parecchi anni i tassisti sono iscritti a UBER e tutto funziona a meraviglia . cordialmente C.B.


3
I lavoratori che si ribellano oggi a questa direttiva perversa sono i tassisti,gli ambulanti e gli esercenti di stabilimenti balneari.Nel decreto Milleproroghe tutte le concessioni sono rimandate di 2 anni.In particolare,l’eliminazione delle regole di esercizio ferisce i tassisti perché aprirebbe l’ingresso in Italia di UBER, servizio di taxi liberi circolanti sul territorio,senza obbligo di pagare le famigerate licenze(dal costo anche di 150.000 € che servono ai tassisti come liquidazione e con la liberalizzazione si vanificherebbe)
L’esercizio abusivo doveva essere regolato con decreto ma l’emendamento della Lanzillotta col Milleproroghe lo rimanda di un anno,in pratica fa una sanatoria a favore degli abusivi e riduce le licenze a carta straccia perché permette a chiunque di spacciarsi per tassista al di fuori di qualunque regola.Di qui i 6 giorni di sciopero dei tassisti
Di contro c’è da dire che Uber esiste in tutta Europa,meno che in Italia,è un servizio più agile e veloce(se sei abbonato,clicchi un tasto sul cellulare e in pochi minuti ti arriva il taxi più vicino senza il costo di partenza che ora può essere di 8 o 10 €),e porta a costi enormemente ridotti rispetto a quelli dei taxi abituali(l’ho provato a Londra,non c’è nemmeno paragone),i costi dei taxi italiani sono spropositati,per es. il costo medio dall’aeroporto al centro di Roma oggi è di 80 €!!I taxi italiani sono i più cari d’Europa,il doppio di quelli spagnoli,e molto raramente rilasciano ricevute.Di contro i tassisti dicono che devono stare 12 ore al giorno in macchina per guadagnare 1600 € al mese,se va bene, e Uber non pagherebbe tasse.Il numero di taxi in Italia è uno dei più bassi d’Europa ma i tassisti si sono sempre opposti ad ampliarne il numero,con chiari interessi corporativi,per cui l’offerta di taxi nelle maggiori città italiane è minore di quella di altre importanti città europee ed extra-europee.Abbiamo 24 taxi ogni 10mila abitanti a Roma e 37 a Milano,a Barcellona 99,83 a Londra

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 12:39| 
 |
Rispondi al commento

2
La direttiva Bolkestein è applicabile a un’ampia gamma di servizi,pari alla metà delle attività economiche dell’Ue,comprendendo tutti i servizi forniti ai consumatori e alle imprese,sia che siano forniti di persona sia a distanza,in particolare via internet,e dunque:la distribuzione,la costruzione(compresi i servizi di architettura),i servizi per il tempo libero come le agenzie di viaggio,i servizi collegati alle tecnologie dell’informazione,la pubblicità,la locazione di automobili,le agenzie di collocamento,i servizi di sicurezza,i servizi audiovisivi e i servizi sanitari.Rientrano del pari nel suo campo d’applicazione le professioni regolamentate come quelle dei medici,degli avvocati e dei consulenti fiscali
Per questo lo sciopero dei tassisti e degli ambulanti non riguarda solo loro, ma ogni tipo di lavoratore perché prelude alla distruzione di ogni regola a favore di un mercato selvaggio
Contro le balle mediatiche per uno Stato non è obbligatorio aderire alla Bolkenstein, ma l’Italia è stata il primo Paese a farlo.
I lavoratori che si ribellano oggi a queste direttiva perversa sono i tassisti, gli ambulanti e gli esercenti di stabilimenti balneari. Nel decreto Mille proroghe tutte le concessioni sono rimandate di due anni. In particolare, l’eliminazione delle regole di esercizio, ferisce i tassisti perché permetterebbe l’ingresso anche in Italia di UBER, servizio di taxi liberi circolanti sul territorio, senza obbligo di pagare le famigerate licenze (dal costo anche di 150.000 euro che servono ai tassisti come liquidazione e che con la liberalizzazione si vanificherebbe). L’esercizio abusivo doveva essere regolato con decreto ma l’emendamento della Lanzillotta (senatrice Pd) col Milleproroghe lo proroga di un anno, in pratica fa una sanatoria a favore degli abusivi e riduce le licenze a carta straccia perché permette a chiunque di spacciarsi per tassista, al di fuori di qualunque regola. Di qui i sei giorni di sciopero dei tassisti, che non sembra chiudersi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 12:31| 
 |
Rispondi al commento

COPIO E INCOLLO COMMENTO ---> 21.02.17 11:42| 


Eh già, la volontà politica dei governanti di fare porcate, quella ce n’è in abbondanza.

Infatti il rivoluzionario M5S è nato proprio con la Finalità di Testimoniare ai cittadini
il metodo e.democracy antidelega con cui governarsi Direttamente, ognuno contando uno, e mandare TUTTI A CASA i governanti.
Non è certo nato per diventare un partito tradizionale, basato su capi e organismi direttivi o rappresentativi che decidono le loro porcate dall’alto.

Direi allora che, o il Garante attiva una Trasparente piattaforma open source, adatta a Testimoniare Coerentemente ciò che il M5S è nato per Testimoniare,
oppure “A CASA ci deve andare chi ha provato a fare la rivoluzione senza riuscirci. In mezzo non c’è niente, mettetevelo bene in testa.”

Caro Garante, puoi spiegarmi a cosa serve gridare onestà onestà quando non si ha l’onestà intellettuale di difendere la libertà d’espressione in Rete e si censura? Quale democrazia dal basso si vuole Testimoniare quando non si entra nel merito delle critiche per trovare -tutti insieme- soluzioni condivise?

Ah già, scusa Garante, dimenticavo... “la Piattaforma non ve la daremo mai” ... intanto .. “cosa importa chi ha deciso - chi non ha deciso, non mi fate perdere tempo”.

Buongiorno


ChiSAapprofondiscaPERmeCHEnonSOgrazie

OCCHI APERTI 21.02.17 12:28| 
 |
Rispondi al commento

1
LA BOLKESTEIN E LO SCIOPERO DO AMBULANTI E TASSISTI

Già nel 2005,come no global,scrivevo contro la direttiva Bolkestein che voleva introdurre in Ue il principio della distruzione di ogni regola a difesa dei lavoratori,del peggior trattamento di lavoro e della distruzione dello stato sociale,in nome di un liberismo senza freni.Per es. una impresa può guardarsi attorno e scegliere per i suoi dipendenti il paese a trattamento peggiore, se sposta la sua sede nel paese europeo che dà meno protezione sociale,ambientale e del lavoro, dovrebbe essere autorizzata a usare quel comportamento peggiorativo con i suoi dipendenti, saltando tutte le leggi nazionali. La direttiva Bolkestein intende privatizzare tutte le attività di servizio,dalle attività logistiche di qualunque impresa produttiva fino ai servizi pubblici, all’istruzione alla sanità e ai servizi sociali, persino le case popolari.Essa introduce il principio della DISTRUZIONE DI OGNI REGOLA,del peggior trattamento di lavoro e della distruzione dello stato sociale,in nome di un liberismo senza freni.. eliminando ogni legge di tutela del lavoro nazionale per equiparare i lavoratori europei agli ultimi tra gli ultimi,in particolare a quelli dei paesi dell'Est,che non brillano certo per tutele sindacali e diritti alla persona.Ha poi come obiettivo la privatizzazione di beni fondamentali (vedi acqua,gas,elettricità,risorse energetiche ecc.)e servizi sociali(ospedali,strade,ferrovie, scuole...),così da mettere entrambi nella mani della multinazionali con gli effetti disastrosi che conosciamo(aumento dei costi,peggioramento della qualità,scavalcamento delle leggi,essendo le multinazionali svincolate da qualsiasi regola che non sia il conseguimento del massimo profitto e non essendo perseguibili in nome del libero mercato)

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.02.17 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Movimento schierato con la casta dei tassisti ?

Per me è VERAMENTE INCOMPRENSIBILE

carlo 64 21.02.17 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo me c'è almeno un errore di fondo nato nel tempo e conseguente alla incuria colpevole dei governanti. Io non sono del mestiere e quindi posso affermare inesattezze, me ne scuso , ma esprimo solo il mio parere con le conoscenze che ho. Se la licenza viene data dal comune ad un tassista gratuitamente, come mai poi tale licenza passa ad un altro tassista dietro pagamento di somme anche considerevoli? Se la licenza è di proprietà e quindi un bene commercialbile allora va bene, ma se non lo è perchè deve essere oggetto di commercio? Se d'altra parte si è stabilita da molti anni questa regola della compravendita è chiaro che ora ci sono molti problemi per l'esborso che è stato fatto. Si potrebbe sanare risarcendo da parte dei comuni, e cioè dei cittadini i soldi sborsati dai tassisti e poi rivedere la regola. Se il problema è quello della concorrenza è giusto che si regoli l'accesso eliminando un uso selvaggio di fatto del noleggio o della prestazione da parte di singoli cittadini vedi UBER. Questo per evitare che vi siano lavoratori sottopagati che stanno tutto il giorno per la strada a litigarsi i clienti e che a sera non portano a casa introiti sufficienti per mantenere una famiglia. D'altra parte è necessario rivedere quanti taxi servono nelle città grandi o nei piccoli paesi in modo che il servizio sia accessibile a molta gente che possa quindi evitare di usare l'auto propria. Attualmente mi sembra che siamo in un limbo fra protezionismo totale in dispregio dei clienti e totale liberalizzazione in dispregio dei tassisti tradizionali. Probabilmente ai tassisti non interessa , ma il loro lavoro deve essere inquadrato in un piano di mobilità più completo che tenda a limitare l'uso dell'auto privata.Ma al legislatore deve interessare. Vorrei sottolineare che un tassista può investire in un'auto elettrica , ibrida od a metano con evidente vantaggio per l'inquinamento. Il normale cittadino può avere difficoltà in questo investimento, dati gli attuali prezzi.

kevin altieri 21.02.17 12:06| 
 |
Rispondi al commento

IL SINDACO FRA LA GENTE...bellissima scena ..questa è già DD...ma non se ne rendono conto gli altri!
Ma vuoi mettere le rastrelliere di Marino...hahahha.... evvai 5 stelle!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 21.02.17 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Gli attivisti del movimento 5 stelle di tutta Italia, non vogliono che si faccia lo stadio della Roma. Hanno deciso Beppe Griggo e la Raggi a farlo.Hanno fatto un summit a Roma escludendo De vito ed il capogruppo del movimento Romano perchè contrari alla realizzazione . Questa è la nostra democrazi? Mi sa che quanto prima sarà Beppe Grillo a essere mandato a fare in culo.Intanto a palermo non voterò assieme ai miei familiari questo Ugo Forello , spuntato dal nulla, mentre sono stati cacciati tutti i vecchi attivisti implicati nella scemenza delle firme false ci ritroviamo gente raccattata qua e la per formare la lista. Penso che chi decide al vertice del movimento non sia in grado di amministrare nemmeno un condominio. Uno vale uno e gli attivisti valgono un cazzo.bye bye

salvatore ., palermo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dicevano lo stesso delle sigarette e dell'alcool
ma poi "c'erano" i duty free in aeroporto

il contrabbando tanto di bancarelle a Napoli ..
Città del Vaticano e San Marino ..
La Slovenia e la Croazia per una gita fuori porta ..


la verità , e che il progresso non si può fermare ..

si DEVE gestire ..

oggi il problema è il ncc e uber
domani sarà un taxi a guida autonoma gestito da un IA

ai taxisti dovrebbe essere corrisposta un equo rientro delle spese sostenute per la licenza
magari facendo pagare una piccola tassa annuale agli altri per un certo numero di anni ..

e poi ..
alla fine del rimborso ..
regole uguali per tutti , numero di licenze adeguate al numero di abitanti ,tariffe adeguate allo stipendio medio degli italiani .


i miei due cent di buonsenso e civiltà..
spero

Nello R., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 11:52| 
 |
Rispondi al commento

BLOCCHIAMO LA PORCATA CHE BEPPE GRILLO E LA RAGGI VOGLIONO FARE CON LA COSTRUZIONE DELLO STADIO A ROMA!

salvatore ., palermo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una voce fuori dal coro:
le licenze si comperano da un altro tassista, in nero! vogliamo regolamentare? allora che sia una vendita a tutti gli effetti con iva e tasse; o che semplicemente, non si possa vendere una licenza; la chiedo al comune, punto. ah è vero, ricordo gli sciperi con Linate bloccato quando il comune di Milano voleva introdurre nuove licenze! mi sembra che si volgia difendere una categoria (gli attuali tassisti, non i futuri) a scapito dei cittadini.
Poi, Uber introduce innovazione, non solo più taxi in giro: mi posso scegliere il guidatore e l'auto, vedo dove sta, pago con paypal e ricevo fattura via mail, ecc..; l'innovazione è una richiesta di mercato, viva la concorrenza.
Infine, il servizio taxi in italia fa gola, perchè è tra i più cari d'europa. perchè? è giusto così?

Maurizio Groppi 21.02.17 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eh già, la volontà politica dei governanti di fare porcate, quella ce n’è in abbondanza.

Infatti il rivoluzionario M5S è nato proprio con la Finalità di Testimoniare ai cittadini
il metodo e.democracy antidelega con cui governarsi Direttamente, ognuno contando uno, e mandare TUTTI A CASA i governanti.
Non è certo nato per diventare un partito tradizionale, basato su capi e organismi direttivi o rappresentativi che decidono le loro porcate dall’alto.

Direi allora che, o il Garante attiva una Trasparente piattaforma open source, adatta a Testimoniare Coerentemente ciò che il M5S è nato per Testimoniare,
oppure “A CASA ci deve andare chi ha provato a fare la rivoluzione senza riuscirci. In mezzo non c’è niente, mettetevelo bene in testa.”

Caro Garante, puoi spiegarmi a cosa serve gridare onestà onestà quando non si ha l’onestà intellettuale di difendere la libertà d’espressione in Rete e si censura? Quale democrazia dal basso si vuole Testimoniare quando non si entra nel merito delle critiche per trovare -tutti insieme- soluzioni condivise?

Ah già, scusa Garante, dimenticavo... “la Piattaforma non ve la daremo mai” ... intanto .. “cosa importa chi ha deciso - chi non ha deciso, non mi fate perdere tempo”.

Buongiorno

Carmela Bene Commentatore certificato 21.02.17 11:42| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO SOLO ASSICURARE LA BOLDRiNACCIA E LA SUA FEDELE LANCILLOTTA CHE SONO SOLO LA CATEGORIA DEI TASSISTI NON DEI SESSISTI!

Aldo B. 21.02.17 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi appare molto difficile proteggere tassisti o qualunque altra categoria di lavoratori da attacchi di multinazionali straniere che non pagano una lira di tasse in Italia... cioè avete voluto l'Europa?
avete voluto la libera prestazione dei servizi?
Siete seguaci del Dio Europa liberista?
Ecco, questo è libera circolazione dei servizi.
Vi piace quando uccide l'economia degli altri ma protestate quando tocca a voi?

Il Fogno europeo? I padri fondatori?
sono tutti pro multinazionali e ancor di più sono a favore della libera prestazione dei servizi.

Come? Adesso che avete capito che l'Ue ve l'ha messo in #### voterete ancora PD e gli scissionisti del PD se vi cambiano il codicillo per poi rimettervelo dopo le elezioni?
Allora vi meritate tutte le disgrazie che vi tirano e pure un mio personalissimo vaffan####.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 21.02.17 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la legge bosman prevede che anche uno straniero puo' fare il taxista in italia. non che arriva un'azienda (in questo caso uber) e si prende tutto il business.

carlo 21.02.17 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Salve, vorrei conoscere il motivo per cui sono stato bannato dal blog dai Sigg. che giudicano chi può scriverci eventuali pareri non favorevoli a certe scelte e chi no. Grazie.

giovanni f. 21.02.17 11:19| 
 |
Rispondi al commento

si possono riempire le stade delle citta' italiane di taxi? no. ne andrebbe della loro viabilita' e dell'impatto storico.artistico. monumentale.

quindi il numero dei taxi va limitato. quindi, ci vuole una licenza. e una licenza per ogni taxi. quindi uber, se vuole mettere in strada 10 taxi, ha bisogno di 10 licenze.

si metta in fila e aspetti nuovi bandi dei comuni o le comperi dai taxisti che le hanno gia'. cioe', faccia come fanno gli altri.

carlo 21.02.17 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti in PIAZZA,

INVITIAMO ANCHE I TASSISTI, devono promettere però di stare calmi, è solo una manifestazione pacifica, casino si solo a voce , pentole e trombe .

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 21.02.17 11:18| 
 |
Rispondi al commento

solita storiazza all'italiana, in stile "grande e' bello", dove poi danno la colpa delle loro porcate all'europa, in questo caso alla legge bosman.

per fare il taxista ci vuole una licenza? si. ce l'ha uber questa licenza? no. quindi, quell'azienda non puo' fare quel servizio.

se poi uber e' in tutto il mondo, si vede che nel resto del mondo ci sono altre regole. qui', in italia, ci vuole la licenza. altro paese, le citta' sono antiche, le strade quindi sono state sviluppate in un altro modo, che prevede un certo piano urbanistico, quindi numero di taxi limitato, etcetc.

un conto e' new york, altro roma. o firenze.

carlo 21.02.17 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Non bisogna dimenticarsi che i tassisti, per esercitare, hanno dovuto (con immensi sacrifici) acquistare la licenza (in alcuni casi con un costo superiore ai centomila euro), e che questa, in una società come quella costruita da chi dovrebbe governare per il bene della cittadinanza, costituisce esclusivamente il capitale di cui potranno disporre quando andranno in pensione.
Una riforma che va nel senso della liberalizzazione, non solo creerebbe una concorrenza sleale (come fa un povero tassista a competere con delle grandi società), ma metterebbe in ginocchio un'intera categoria con sacche di abusivismo difficilmente controllabili.
Gli attuali governanti (forse) non sanno cosa vuol dire stare tutto il giorno in mezzo al traffico per cercare di portare a casa la pagnotta.
Ai tassisti vorrei dire: "Avete tutta la nostra comprensione e appoggio, e in un futuro si spera che il Movimento possa rimettere a posto alcuni tasselli di questo manicomio che stanno combinando".

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 21.02.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TRASPORTI:

IL BUON GIORNO SI VEDE DAL DEL'I'RIO

Buona giornata gentaccia chattarola ;)

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 21.02.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori