Il Blog delle Stelle
La giustizia non interessa alla politica e ai partiti

La giustizia non interessa alla politica e ai partiti

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 45

di MoVimento 5 Stelle

La giustizia non interessa alla politica e ai partiti. Dopo le accuse lanciate al Governo dall'ANM, dopo quelle dei Giudici della Cassazione (che hanno confermato la necessità di riformare la prescrizione, di prevenire e reprimere la corruzione e di spezzare il legame e le infiltrazioni tra politica e malaffare), dopo quelle del presidente della Corte d'appello di Napoli che ha denunciato la mancata esecuzione di migliaia di sentenze nel solo distretto partenopeo, a causa della carenza di mezzi e personale (ricordiamo che ad oggi, nonostante gli impegni del Ministro e le denunce del M5S, permangono 50 mila sentenze ineseguite, 12 mila persone condannate ed a piede libero, nonostante siano stati i destinatari di un provvedimento irrevocabile di condanna), sono giunte anche le accuse del Procuratore Generale di Milano che parla di una giustizia ormai al collasso e di gravi infiltrazioni della criminalità negli appalti pubblici di Expo.

Il Governo Renzi ed il Ministro Orlando hanno fallito.
Questa è la verità. Nel nostro Paese servono riforme urgenti in tema di giustizia. Serve un ampliamento e un potenziamento degli organici. Servono norme più efficaci e più severe per la corruzione. Gli appalti pubblici devono essere rigorosamente controllati e le procedure trasparenti- Occorrono sanzioni penali e pecuniarie per i responsabili. Serve la certezza della pena. Nessun provvedimento in tal senso è stato approvato. Neanche uno. E' evidente allora come ai partiti non interessa nè prevenire e reprimere i fenomeni illeciti che stanno erodendo le risorse pubbliche, nè mettere a disposizione dell'autorità giudiziaria gli strumenti necessari per garantire principi costituzionali e affermare l'autorità dello Stato.

Il M5S sin dal 2013 ha presentato in parlamento un pacchetto di misure come il DASPO (cioè l'interdizione perpetua da ricoprire incarichi pubblici o di contrattare con al PA) per politici, funzionari pubblici e imprenditori corrotti, come l'agente provocatore o infiltrato per i reati di corruzione contro la PA, come la riforma della prescrizione, come il whistleblowing, come la riforma del 416 ter sul voto di scambio politico - mafioso, come il sequestro e la confisca dei beni per i responsabili di mazzette, come il potenziamento dell'auto-riciclaggio e come il Codice Etico di comportamento per tutti gli eletti o candidati.

Tutte misure che vanno nella direzione di prevenire e reprimere le condotte illecite e di ripulire gli organi pubblici, a tutti i livelli, da coloro che tentano di infiltrare lo Stato per perseguire interessi privati illeciti. Manca però una cosa: il M5S al Governo!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

1 Feb 2017, 09:59 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 45


Tags: giustizia, m5s, orlando, partiti, pd, renzi

Commenti

 

Ribadisco il concetto, sperando che qualcuno legga i commenti a questo blog e li valuti politicamente.
Riguardo alla inefficienza del sistema Giustizia abbiamo una trave nell'occhio: l'appello garantito.
Non ha alcun senso che alla sentenza di primo grado sia consentito di presentare appello senza alcuna motivazione. Il processo di primo grado è il processo più prossimo ai fatti, con le prove più fresche e la memoria dei testimoni più lucida; garantisce ogni tutela ai diritti della difesa e dell'accusa; le perizie sui reperti sono le più affidabili. Solo in casi eccezionali, con motivazioni valutate da un giudice terzo circa le eventuali irregolarità, ha significato concedere il processo di Appello e poi il ricorso in Cassazione, altrimenti il solo effetto che ha il ricorso garantito è l'allungamento dei tempi della giustizia, la moltiplicazione dei costi, la prescrizione che vanifica e nega la giustizia. Per chi può pagarsi le spese legali, ovviamente: per gli altri il processo di primo grado è il solo consentito. Una giustizia di classe, quindi: severa con i poveri e imbelle per gli abbienti, per corrotti e corruttori. Soprattutto una Giustizia costosissima, lenta e che non funziona.
Che aspetta il movimento a fare una bandiera politica dell'abolizione dell'appello garantito?

SANDRO MARRONE, Roma Commentatore certificato 07.02.17 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Ciao signore/signora,
Cercavo un prestito di denaro per diversi mesi che ho avuto debiti e bollette da pagare. Pensavo fosse finita per me, ma per fortuna ho visto la testimonianza fatta da molte persone su Mm Josina gomez, un italiano, che è come ho contattato mio creditore per pagare i miei debiti e il mio progetto. e signora Josina mio concede un prestito di 60,000 euro sul mio conto, posso assicurarvi che tutti i questi suoni carta generalmente lei mio aiuto per pagare il mio debito contattare la e vorrei dire la verità se avete bisogno di finanziamenti. prendere in prestito denaro o qualsiasi progetto ti rendi conto che questo vi aiuterà a raggiungere e sostenere finanziariamente la posta
octaviorodrigo15@gmail.com

josie altina Commentatore certificato 05.02.17 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

dal prestito di due anni, la banca Credit Mutuel sta facendo una buona cosa nel nostro paese l'Italia. questa banca sta facendo tutto pronto per i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito. Quindi ho preso a condividere questo messaggio, questa azione della banca non viene riconosciuto il nostro stato. Quindi, se si ha realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattare in questa e-mail perché hanno pronti a fare diversi persona troppo.

Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

romaine pinna, roma Commentatore certificato 05.02.17 07:18| 
 |
Rispondi al commento

Chi governa una democrazia se dice di governare, ha l'obbligo di riformare urgentemente la Giustizia con i fatti, applicando al codice penale e civile pene vere non trattabili a chi prevarica le regole, senza spiragli. Chi sbaglia paga.

Claudio Donati 02.02.17 19:51| 
 |
Rispondi al commento

"Il M5S se avrà la maggioranza approverà una legge con la quale verrà stoppata la prescrizione nel momento in cui dovesse partire il processo. Scegliete da che parte stare
e dateci una mano!" (uno che si è venduto il motorino, grande Diba!)

massimo m., Roma Commentatore certificato 02.02.17 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Ci fu fra i passati Sindaci di Torino un mio avo .
Ora credo si possa rifare la candidatura libera.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 02.02.17 14:25| 
 |
Rispondi al commento

il prossimo sindaco 5 stelle dovrà presentare la sua giunta 5 stelle e con largo anticipo rispetto le elezioni, quei sindaci devono restare cittadini 5 stelle a tutti gli effetti, al primo sentore di ufficiale di stato dobbiamo tutti avere i coglioni per l'espulsione, con pizzarotti non si è agito per tempo perchè era il primo sindaco e il 5 stelle rischiava un flopp bestiale, con l'ultima cretina stiamo rischiando la disintegrazione totale del movimento 5 stelle, che non legga in giro qualche imbecille contra le due senatrici che gli hanno puntato le unghie in faccia, al loro posto l'avrei mandata a ricovero, ora tutti ipocriti del cazzo a sostenerla per paura che esploda tutto, quando il sottoscritto gli scriveva di formare una giunta 5 stelle non ho visto nessuno condividere, ho provato anche a scrivegli in privato e nemmeno mi ha risposto, ora la difendo ma solo per difendere il 5 stelle, dovrò capire da solo se bambi è in buona fede oppure no, nel frattempo si becchino un bel vaffanculo chi non ha fatto subito qualcosa e poteva e tutti i coglioni contro le due senatrici che continuano a tenerla sotto sorveglianza, a loro dico brave ..

alessandro bido 02.02.17 09:33| 
 |
Rispondi al commento

“Dalle stelle alle stalle”...

Se penso ai grandi uomini del 900 penso a Cesare Battisti, Armando Diz, Antonio Gramsci,Palmiro Togliatti, Sandro Pertini ,Berlinguer,,Aldo Moro,Alcide De Gasperi, Gandi, Nelson Mandela Winston Churchill, Tatcher... ora come ora il panorama dei "capoccia mondiali è desolante".

Nella panorame della politica nazionale abbiamo regina dei talk show Daniela Santanchè, Antonio Razzi, Domenico Scilipoti, senatore Denis Verdini, quest'ultimo tra i più influente nelle scelte del governo RenSì...!!! poveri noi come siamo caduti in basso...

Oggi mancano quei grandi politici che erano capaci di mettersi sul serio in gioco per i loro ideali e non temevano confronto né il dialogo né la lotta, ma andavano avanti con intelligenza pensando solo al bene del loro paese, ci mancano...

E' grande compito del M5S di creare le condizioni che i cittadini validi ma delusi dalla vecchia politica di partiti tradizionali si avvicinano alla politica, abbiamo bisogno di pensatori non urlatori da talk show.

...“Dalle stelle alle stalle”...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 02.02.17 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Io spero che i nostri portavoce stiano consultando gente seria per una vera riforma della giustizia, che dopo il reddito di cittadinanza è la seconda emergenza italiana. Ora siamo arrivati che neanche le sentenze passate in giudicato vengono rispettate. Ci sono giudici che vogliono fare le star, altri che sono corrotti, altri che paiono assistenti sociali più che giudici. Però ce ne sono tanti che fanno il loro lavoro come possono. Hanno stipendi ed altro, è vero, però tanti vorrebbero fare in modo che le cose funzionassero. Devono essere indipendenti, il popolo italiano non è da giudici eletti. Qualificati, fanno bene a selezionare gli ingressi, considerando l'abbassamento netto della qualità degli studi (nel 2016 hanno aperto una scuola per insegnare l'italiano!!). Tanti giudicano corretto che i giudici abbandonino i vari incarichi extra che danno tanti soldi (tanto più che sono pochi di numero). Io credo che una buona alleanza con giudici seri è doverosa e possibile per riuscire a capire di quali provvedimenti hanno bisogno perché se le regole del gioco non si possono rispettare a che gioco giochiamo? E bisogna aumentare la patrie galere, quando i nostri ladroni capiranno che rischiano sul serio allora sì che ci sarà la svolta, non ora che parlano di abolire il carcere e le rarissime volte che vengono beccati se ne stanno in panciolle nella villa continuando a rubare come niente fosse....

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 02.02.17 08:30| 
 |
Rispondi al commento

è vitale per il popolo riportare la vera funzione dei politici votati, il popolo ha l'obbligo di rimuovere l'anello debole ed ostacolante della democrazia in qualsiasi modo o forse è presto perchè stiamo ancora troppo bene ? fortunatamente le cose peggioreranno !

mario di genova 02.02.17 06:57| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti il MV5S di Beppe Grillo a Milano ringrazio moltissimo la vostra denuncia non solo Expo ma anche le casa ALER altro scandalo del Leghista Maroni non è bastato il suo Amico braccio destro sulla Sanità ché rimasto tutto a tacere questi criminali giornalisti e TV ecco perché in Sisto ché è l'occasione giusta per andare a votare è vedrete che il MV5S di Beppe Grillo governa questo Italia piene di Macerie!!! io non penso che gli italiani oltre al popolo grillini non votano il MV5S sappiamo chi vanno contro il MV5S di Beppe Grillo ché non voteranno mai i corrotti magistrati di sinistra e destra i generale di sinistra e destra eccetera eccetera.
Badate bene cari amici loro sono pochi noi popolo Sovrano onesto siamo in tanti, è per questo la rabbia del popolo Sovrano non deve raffreddare e per questo in Sisto al voto immediatamente se possibile in primavera a Giugno non va bene figuriamoci il 2018 è un suicidio per il MV5S di Beppe Grillo non voglio essere pesante nei commenti ma io sento il gusto della vittoria e voglio vedere quel vecchio Massone traditore Giorgio Napolitano ché io odio molto prima ché muore la sua sconfitta servito a freddo con tutto la melma soprattutto i giornalisti e tv..
Franco WMV5S buona serata

Franco iannucciello 01.02.17 21:00| 
 |
Rispondi al commento

a)La magistratura si e' politicizzata da sola: per politicizzare bisognaa essere in due uno che politicizza ed uno che si lascia politicizzare.

b)La magistratura amministrativa e' un "diabolicum" da ricondurre alla magistratura ordinaria

c)La magistratura ordinaria penale va liberata dall'obbligo dell'azione penale estendendone pero' il diritto anche a categorie particolari di cittadini con pari poteri (es.: avvocati da poco in pensione , gruppi di cittadini raccolti in associazione di scopo , ed altro che si possa inventare )

d)I magistrati giudicanti vanno tolti dall'essere dipendenti dello stato centrale ma saranno assunti (o licenziati ) dalle comunita' che ne hanno bisogno (come il medico della mutua per capirci ) e si devono arrangiare con l'ufficio .

e)lo stato deve garantire solo la certificazione degli atti attraverso il processo telematico.

In questo modo (forse) si darebbero da fare per fare il loro lavoro e non per finire sui giornali , in tv o per farsi "politicizzare" .

Lavorano poco e male perche' hanno un signor stipendio garantito ogni mese .


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 01.02.17 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Ahahah.
Mi viene in mente la canzone di Vasco
"E tu dormi, dormi ...."

Giustino 01.02.17 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Le Elezioni Italiane ed i cyberattacchi sovietici.

Vince la destra contro ogni prognostico. Vincerebbe anche a fine legislatura.
Perché cosi' vogliono Brummp. Putign e Teresa Di Maggio.
La Germania viene invasa da Stalin e la Mercadante finalmente deportata in uno dei tanti campi agricoli attrezzati con pesticidi CiclonA+B+C.
Il Partenopeo viene invitato a Mosca.(Ahi,ahi,ahi..quando ti invitano a Mosca non sai mai se poi finisci in Siberia)

Francesco C. Commentatore certificato 01.02.17 16:24| 
 |
Rispondi al commento

COME PUÒ UNO STATO DI STAMPO MAFIOSO FARE LEGGI CONTRO SE STESSO?????

Attendo risposta.


Altro che se la giustizia interessa ai partiti, fanno di tutto perché' non funzioni altrimenti sarebbero guai per il sistema di potere vigente.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 01.02.17 15:48| 
 |
Rispondi al commento

RaiNews24 mette a nudo alcune criticita'

Chi si assume la responsabilita' di costruire opere mobili come le stalle per gli animali in quelle zone dove la vulnerabilità' sismica impone di osservare tutta una serie di normative che possano mai consentire di costruire opere mobili come le stalle? Sono tutte decisioni che richiedono quella ponderabilita' necessaria a far trascorrere il tempo che ci vuole. Ueeee, allevatori....ci siete ancoraa?

Francesco C. Commentatore certificato 01.02.17 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Governo, la tragicommedia tra voto e terremoto e quei miserabili 240 euro a famiglia.

Non c'e una sola parola credibile nei nuovi provvedimenti che il Governo s' impegna a varare. Tutta la pastrocchia e' molto molto simile a quel crescendo di avvenimenti negativi che misero definitivamente in ginocchio il popolo greco. Dicono : Nessuna manovra correttiva, nessun aumento tasse! E subito dopo: Aumento Accise su Benzina e Sigarette, Nessun Condono per le Cartelle di Equitalia, Obbligo di Sottoporre a Tassazione i Soldi Depositati all' Estero, Zona Franca fiscale per tutti quei Comuni terremotati (che non esistono piu'?) : 134 su 291 con 299 in zona rossa e 7 miliardi di danni stimati. In cambio: 240 euro alle famiglie piu' povere, (ma li dovranno restituire?). Il governo Pd conferma di non saper usare altri strumenti che la tassazione. Si preoccupa invece di allestire postazioni nelle zone terremotate dove poter votare nelle prossime elezioni. Perche' il voto e' un diritto ed un dovere per il cittadino italiano. E solo il voto lo e'.

Francesco C. Commentatore certificato 01.02.17 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Ahahahah, mi fa proprio ridere.
Grillo che parla di giustizia.
Lui un pluricondannato.
Lui che tuona contro le sanatorie fiscali ma intanto ne ha fatte due.
Lui che che condanna l'abusivismo piaga d'Italia e intanto condona la sua villa.
Lui che parla di evasione e ha un autista amministratore di 13 (tredici) società nei paradisi fiscali.
A Grillo ma che siamo tutti cojoni?
...Io si che to votato, ma non me c'è freghi più!


Quasi ot dal FQ:
Escono dalla porta per rientrare dalla finestra. Il Tribunale sequestra a Lady dentiera beni per 2,5 milioni, quattro giorni dopo il Consiglio di Stato le riapre le porte dell’Ospedale di Desio-Vimercate riaffidando all’imprenditrice Maria Paola Canegrati l’appalto da 103 milioni, proprio quello per “servizi di assistenza specialistica di odontoiatria” che le costò l’arresto per corruzione insieme ad altre venti persone, tra le quali Fabio Rizzi, braccio destro sulla Sanità del governatore Roberto Maroni (che ha patteggiato). Meno noto che l’appalto al centro dello scandalo avesse anche una storia di ricorsi iniziata nel 2015 e finita il 20 dicembre scorso, quando la terza sezione del Consiglio di Stato lo ha riassegnato alla Servicedent della Canegrati, ritenendo che il bando fosse tecnicamente regolare. Un cortocircuito tra magistratura e giustizia amministrativa: quattro giorni prima il Tribunale di Monza otteneva il sequestro d’urgenza di beni e conti correnti per la titolare tuttora agli arresti e sotto processo (prossima udienza il 15 febbraio), dopo che il Gup ha respinto la sua richiesta di patteggiamento a 4 anni e 2 mesi, ritenendo la pena esigua.
^^^^^^^^
E' tutto da ridere se non piangere!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 01.02.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento

“ Se in un Paese la magistratura non
è libera nessuno è libero”.
E' il pensiero intelligente di una persona coraggiosa, seria, onesta, competente, quale è il Dott. Davigo; (qualcuno ne prenda nota!!!).
Che sia poi un magistrato, un ferroviere o un muratore, a me non interessa.
Ma è ciò che necessità avere e disporre il M5S, quando da SOLO, avrà i numeri per governare: PERSONE così.
Peraltro... un Sindaco a 5S (vedi Virginia) chiamato a governare una città come Roma, ammesso pure fosse altrettanto, (seria-onesta-competente-coraggiosa) circondata come è da tanta delinquenza, ci si è chiesti cosa Le viene piuttosto IMPEDITO di fare da parte di cotanti burocrati carcamani in quegli uffici, simili a cascata, a tante altre realtà d'Italia? ...
Le auguro di stare almeno in buona salute.

sergio girelli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.02.17 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V. 01.02.17 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, e ribadisco purtroppo, sono d'accordo con Michela.
Non si può parlare di giustizia se non siamo i primi a comportarci secondo le più rigide regole di giustizia.
I 5 Stelle sono diventati la prima forza politica Italiana seguendo queste regole, che oggi non possono essere messe da parte: Virginia Raggi si deve dimettere.


E quindi su Rousseau ho finalmente presentato la mia proposta di legge proprio al fine di introdurre maggiori sanzioni penali:
"Innalzamento della pena e soprattutto PERDITA BENEFICI art 47-48 ordinamento carcerario per: corruzione per un atto d'ufficio => passa a 3-10 anni (se atto già compiuto passa a minimo 3 anni), per un atto contrario ai doveri d'ufficio => 4-9, corruzione in atti giudiziari => 10-18, induzione indebita a dare o promettere utilità =>9-14 (il corruttore da 3 a 9). Il reato diventa perseguibile anche se commesso all'estero da rappresentanti italiani che siano politici, ministri, organi comunità europea e stati esteri. Si aggiunge un'AGGRAVANTE proporzionale alla quantità cumulata di denaro (o valore di altra utilità) percepita pari a 1 mese per ogni 10000 euro eccedenti i 100.000 euro. La proposta è compatibile con quelle già in programma ovvero agente provocatore, daspo, allungamento prescrizione (aumentare le pene allunga automaticamente la prescrizione) e regime di intercettazioni come quelle per mafia."
Eh eh eh! Ho approfittato spudoratamente per farmi pubblicità anche se la proposta è ancora in proposta e non è ancora stata approvata.

Si potrebbe aggiungere la disincentivazione dei ricorsi in appello per ridurne il numero, cioè deve essere possibile beccare condanne superiori in appello, non sempre inferiori.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 01.02.17 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Le riforme non possono sicuramente essere fatte da chi ha paura che poi gli si ritorcono contro.
Quanti parlamentari, imprenditori e funzionari dello Stato sarebbero disperati con l'approvazione del DASPO?, se poi si pensa all'agente provocatore, sicuramente non lo faranno mai in quanto non riuscirebbero a distinguere la consuetudine dalla provocazione.
Per quanto riguarda la riforma della prescrizione, vuoi dire? lasciarsi una finestra aperta... si sa mai!, e poi come si dice: i voti, come i soldi, non puzzano (sequestro dei beni, voto di scambio, autoriciclaggio ecc).
Se poi parliamo di Codice Etico mi viene da ridere, l'Immunità parlamentare che era nata per tutelare il diritto di opinione, è stata trasformata in Impunità dei parlamentari.
Una seria riforma, con questi, non si farà mai. Hanno troppo da perdere.

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.02.17 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Iniziamo dando l'esempio e facendo dimettere Virginia Raggi che ha tentato di riportare la Mafia al governo di Roma. Fortunatamente è stata stoppata dai magistrati (che forse non hanno terminato il loro lavoro).


E' finita....hanno politicizzato la Magistratura... ormai non c'è più differenza fra magistrato e politico.
La politica ha avuto la supremazia.
La magistratura non è più indipendente.
Il solo fatto che magistrati si siano messi in politica la dice lunga sul principio deontologico degli stessi magistrati.
Ricordo Di Pietro...abbandonata la toga per buttarsi in politica,ricordo cantone che chiamato dalla politica praticamente è diventato il lacchè di ren-zi,ricordo Antonio Ingroia in politica,Luiigi de Magistris ecc... tutti magistrati che avevano collaborato con Falcone e Borsellino...ma quest'ultimi uccisi.
Defezione nella Magoistratura per colpa della Politica!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 01.02.17 10:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori