Il Blog delle Stelle
Legge elettorale: partiamo dal Legalicum

Legge elettorale: partiamo dal Legalicum

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 36

di seguito l'intervista rilasciata da Luigi Di Maio ad Emanuele Buzzi del Corriere della Sera

«Matteo Renzi la deve smettere di fare la politica dei due forni: ci dica se vuole fare una legge elettorale con Silvio Berlusconi per arrivare a un inciucio 2.0 o fare una legge seria»: Luigi Di Maio dopo l’intervento di Sergio Mattarella che ha chiesto con urgenza l’approvazione di una legge, prende posizione.

Dopo le parole del capo dello Stato siete disposti a trattare con il Pd?
«Ringrazio il presidente per l’appello, che dimostra quanto il Pd e il governo siano in difficoltà su questo tema. Per noi si parte dal Legalicum (la legge elettorale frutto delle correzioni della Consulta ndr), ma in commissione si può discutere di eventuali modifiche che ci vengano sottoposte come abbassare la soglia per il premio di governabilità».

Quindi sarete favorevoli a modifiche sul premio?
«Questo fa parte del dibattito in commissione. Per noi il Legalicum non è inscalfibile».

Nei sondaggi siete sempre in testa, ora Grillo ha strizzato l’occhio ai mercati finanziari. Vi preparate a incontrare nuovi interlocutori?
«Quel post di Grillo (pubblicato sul blog giovedì, ndr) è la dimostrazione di come gli economisti non ne azzecchino una. Brexit, Trump, referendum: le loro previsioni sono solo un tentativo di terrorizzare. Noi non siamo nemici dei mercati finanziari. Anzi vogliamo portare investimenti e imprenditori in Italia con piani a lungo termine».

Lei la prossima settimana andrà a Harvard a spiegare il ruolo della democrazia diretta in Italia. Cosa dirà?
«Racconterò anzitutto cosa è il Movimento e sarà una grande occasione per rispondere alle loro domande».

Come è nato questo viaggio?
«Si tratta di un viaggio non politico nato dall’invito di gruppi studenteschi, esteso poi al corpo docente e al rettore».

Incontrerà anche imprenditori e la comunità italiana a Boston: cosa si aspetta?
«Sarò al Mit e sì vedrò anche la comunità italiana. È una occasione per creare relazioni con il mondo universitario statunitense e ponti che possano aiutare lo sviluppo economico, l’istruzione, la ricerca».

Cosa pensa di Trump? Come giudica i primi mesi della sua amministrazione?
«Adesso è troppo presto per fare un bilancio. Noi ci siamo sempre espressi chiaramente, sia apprezzando le sue mosse sul rifiuto di alcuni trattati internazionali sia criticandolo per il suo operato in Siria».

In Europa non prendete posizione sulle prossime elezioni. Perché?
«Non è intelligente fare il tifo per un candidato o un altro: si rischia di fare la figura di Renzi con Clinton, da lui supportata, e Trump. In Francia entrambi i candidati sono distanti da noi, ma chi vincerà diventerà — se dovessimo governare — il nostro interlocutore istituzionale».

Ha fatto molto discutere la classifica sulla libertà di stampa di Reporter senza frontiere. Grillo anche ieri ha attaccato i giornalisti. Ma non state sbagliando con i media? Possibile che la classifica sia attendibile solo quando non vi criticano?
«Personalmente siamo sorpresi che ci sia Grillo tra i problemi della libertà di stampa quando un ex premier possiede tre televisioni e il premier nomina i vertici Rai. Per noi c’è molto da fare. Dobbiamo risolvere il conflitto di interessi e la lottizzazione delle tv pubbliche: dopo aver sciolto questi nodi sono sicuro che ci sarà un rapporto più tranquillo con i media».

Lei a messa dal Papa, Grillo intervistato da Avvenire, ma anche gli interventi duri della Cei verso di voi. Si è discusso molto di una vostra affinità con il mondo cattolico. Lei cosa ne pensa?
«Credo che su alcune cose la pensiamo in modo simile e su altre abbiamo opinioni più distanti. Nell’ultimo mese ci sono state prese di posizione della Cei più che legittimamente critiche su alcuni temi etici o sui migranti e posizioni invece più affini su temi come il reddito di cittadinanza. Questo dimostra che non ci sono alleanze o accordi, ma che ognuno porta avanti i propri punti di vista. Quanto alla messa: l’ho vissuta da cattolico, da fedele. Per me è stato emozionante essere lì».

A Genova Marika Cassimatis ha deciso di correre da sola e mettere fine alla bagarre giudiziaria. Però il fronte Cinque Stelle, ex compresi, ora ha tre candidati. Non rischia di diventare una gara a perdere?
«C’è una sola lista del Movimento con candidato sindaco Luca Pirondini, gli altri fanno la loro corsa. Vedremo. Decideranno i cittadini di Genova, Verona e degli altri comuni che sindaco vogliono. Noi ci proponiamo come alternativa a chi ha governato finora».

Si parla molto della questione migranti e Ong. Lei chiede rispetto per il procuratore di Catania Zuccaro, ma è un tema delicato e lei è intervenuto con parole dure.
«Credo che nei prossimi giorni molti mi dovranno chiedere scusa. Io dico che c’è chi salva vite in mare e c’è anche lo spettro che possa esistere chi specula sulle vite dei migranti. Su un versante operano la Marina e alcune Ong, sull’altro c’è un procuratore che ha delle prove ma non le può usare in Italia e un ministro che lo richiama anziché aiutarlo. Io ho scoperchiato un vaso di Pandora: vediamo cosa accade».



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

29 Apr 2017, 10:43 | Scrivi | Commenti (36) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 36


Tags: corriere, di maio, intervista, legge elettorale, renzi

Commenti

 

Il premio di maggioranza al 40% è già un grande furto di democrazia. Abbassarlo rappresenterebbe una resa alla mistificatoria '' governabilità'' molto più funzionale ai regimi che al popolo.

mauro m., casalpusterlengo Commentatore certificato 07.05.17 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Ciao gente

Non ho molto da dirvi, vi chiedo di consultare questa banca: https://cibanque.com

Ecco il numero di telefono del direttore della Banca: + 330644146852

Ho successo nella mia vita a causa di un prestito che ho ricevuto in questa banca. Darvi più sbagliato non il ladro.

È possibile contattare la banca su questa mail: infos@cibanque.com

Grazie

rolaznde danderas, molise Commentatore certificato 03.05.17 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao signora e Signore
Per il vostro prestito di differenza tra assistenza e soluzione di finanziamento del progetto è dove il Signore ha Invia Lady Josina grazie alla sua buona fede lei offre prestiti di 5000 euro a 700.000 euro per qualsiasi persona seria nel bisogno e con un tasso del 2% in collaborazione con banche internazionali continentale credito reciproco
Contattare prestitobancario2017@gmail.com

sico rita Commentatore certificato 02.05.17 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Perché permettete a questo "Dupa12 daniel" di pubblicare commenti che in realtà sono pubblicità di qualcuno che presta denaro?
Ma questo sito non lo controlla nessuno?

Gianluca C., Rimini Commentatore certificato 02.05.17 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TESTIMONIANZA DI PRESTITO DENARO TRA PARTICOLARE
Ricerca di finanziamenti da quando ho perso tutti i miei beni a seguito di un incendio, nessuno mi avrebbe aiutato a causa della mia situazione che non soddisfacevano le condizioni per la concessione del finanziamento. Ho dovuto contattare Charles romano, che mi ha dato un prestito di 50.000 euro di uscire con me del mio vicolo cieco. Generoso, serio ed affidabile, può certamente aiutare se contattarti sua sul suo indirizzo: chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 02.05.17 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Il doppio turno è fondamentale per dare almeno una parvenza democratica alle elezioni, se mai ci faranno votare.

Luca G. Commentatore certificato 02.05.17 10:45| 
 |
Rispondi al commento

LEGALICUM CON DOPPIO TURNO COSTITUZIONALE, che potrebbe essere accettata da tutti e non favorire nessuno:
1) primo turno come da LEGALICUM
2) se nessuno supera il 40%, SECONDO TURNO aperto a tutte le liste o coalizioni allestite post 1° turno in grado di raccogliere almeno il 26% dei voti espressi. Così il ballottaggio sarebbe tra 2 o massimo 3 offerte, chiarite agli elettori in anticipo, non più modificabili pena decadenza (non papocchi di palazzo e ribaltoni in Parlamento). Sarebbe costituzionale perchè rappresentativa (con la quota di eletti al primo turno), NON PREVARICANTE in quanto nel ballottaggio si richiederebbe un consenso minimo (nell'italicum, in teoria poteva arrivare alla maggioranza assoluta una lista con il 10% in presenza di 10 liste con il 9% che magari erano tutte su una linea simile ma opposta a quella vincente (pericolo che giustamente la Corte non ha voluto tollerare): qui occorre il 26% e liste simili avrebbero modo di ripiegare su alleanze comunque accettabili agli occhi degli elettori.
APPARENTEMENTE si danneggia il Movimento, che non avrebbe alleati, ma PD FI e LEGA dovrebbero prendere i voti dopo aver dichiarato la loro scelta di alleanza, altrimenti lo farebbero comunque ma dopo, in beffa dei cittadini e dell'occasione che invece il M5S avrebbe avuto di poter governare da solo.

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 01.05.17 22:30| 
 |
Rispondi al commento

una buona legge elettorale dovrebbe impedire le liste di coalizione. Ogni partito o movimento si presenti da solo per quel che è. Le coalizioni semmai si potranno fare in Parlamento, non prima che il capo dello stato abbia nominato quale primo ministro il leader del partito di maggioranza.

donatella savasta fiore, torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 01.05.17 19:49| 
 |
Rispondi al commento

Cari fratelli e sorelle ! Il nuovo e reale per voi. Questa volta abbiamo una persona che può aiutare una persona che smette di fumare povertà. Non hai a sostenere in banche e volete creare la vostra azienda o la società, o di lavoro, Dio me il tuo modo di ms. ANISSA KHERALLAH , una donna completa di bontà e di saggezza che dà finanziariamente i figli, con l'aiuto di qualsiasi persona onesta e saggia. No ti sbagli la maggior parte dell'indirizzo, c è questo indirizzo unico che può salvare :developpement.aide@gmail.com .
PS : La soluzione ai tuoi problemi è questa signora che non ha mai cessato di aiutare le persone in tutti i continenti.

valentina ramirez Commentatore certificato 01.05.17 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per avermi permesso la pubblicazione di estendere i servizi di aiuto di questo formidabile signora romana Chouinard, che mi ha dato un prestito di 35.000€. Assicurarsi che il contatto se avete bisogno di un prestito o un finanziamento tra individuo grave. Questa signora Romaine Chouinard detto concedere questo prestito al 2% l'anno e due colleghi hanno ricevuti esso hanno questa signora Romaine Chouinard senza alcun problema. È possibile contattarlo Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 01.05.17 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Inserimento della legge elettorale nella Costituzione.

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 01.05.17 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Un sistema elettorale che potrebbe garantire la vera democrazia e legalità:
-Sistema proporzionale misto;
-Sbarramento al 5% (per evitare la nascita di
liste civette, partitini padronali e ricattatori).
-Preferenze al 100%;
-Premio del 10% alla lista che supera il 40%.
-Limite di mandato (max due legislature)
-Vincolo di mandato
-Istituzione della pagella del parlamentare:
n.presenze-n.emendamenti-n.proposte in commissioni-n.proposte di legge, etc.(necessaria per la seconda candidatura e come titolo preferenziale per concorsi di dirigente pubblico). Con una pagella di 100/100 il parlamentare potrebbe candidarsi per una terza legislatura.
-Eliminazione del titolo di Onorevole.

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 01.05.17 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi è una sola possibilità per avere legalità e democrazia elettorale. Un sistema proporzionale puro, con uno sbarramento minimo al 5% (per evitare la crescita delle liste civette o delle liste padronali ricattatrici). Inserendo, inoltre, la regola delle preferenze al 100%. Questo sistema costringerebbe tutti i partitini ad unirsi nelle varie ideologie, arrivando di fatto a grosse compagini politiche che di fatto rappresenterebbe un sistema maggioritario. A quel punto perché no! Inserire un piccolo premio di maggioranza, al max dell'11%, a chi supererebbe il 40%.

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 01.05.17 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Bravo di Maio, oggi pomeriggio da Giletti.
Giletti invece era paonazzo, voleva fare insinuazioni, si tratteneva, ma si vedeva che voleva screditare Di Maio.

Rosa 30.04.17 18:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una raccomandazione ai portavoce che scendono nelle piazze.
Dite alla gente di votare sia al senato che alla camera per lo stesso partito, altrimenti questo genera ingovernabilità.

Rosa 30.04.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Grasso che riprende Di Maio.
Grasso ha sempre detto che era un collaboratore di Borsellino e Falcone che poveracci ci hanno rimesso la vita, per quello che facevano.
Allora io mi sono sempre chiesta come mai Grasso non ci ha mai raccontato cosa avveniva, durante le indagini di questi magistrati?
Lo abbiamo visto in interviste televisive, ma è sempre stato molto vago, e chiudeva i discorsi.
Allora Sig. Grasso, gli italiani si aspetterebbero di condividere con lei quello che sa sulla morte dei due magistrati e sulle loro indagini.

Rosa 30.04.17 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Le forze in gioco si sono da tempo ridotte e la legge elettorale migliore è quella che premierà chi di queste vince, puntare alle coalizioni è il solito trucco per spartire poltrone col risultato di affossare la governabilità. Dico pure che un altro inciucio FI-PD spegnerebbe definitivamente ogni speranza di rinnovamento, se il popolo italiano è allo stremo lo capiremo dall’esito delle prossime elezioni. A proposito, non ho seguito, come vanno le primarie del PD?

Franco Mas 30.04.17 10:11| 
 |
Rispondi al commento

LA POLITICA E INSTABILITÀ PERMANENTE.

Sistema politico italiano è colonizzato dai interessi corporativi all'interino dello Stato collegati ai comitati d'affari, questo non è economia di mercato ma del palazzo ai danni dell'economia reale.

Devono far numero più tesserati, più voti a tutti costi, si allarga il campo per avere più poteri di idee diverse d'interesse diverse, per cui si arriva poi a contrasti, discussioni, separazioni, scissioni.

Sono gli eterni conflitti tra potere e ideali, tra profitto e coerenza, godono di instabilità permanente.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 30.04.17 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Grasso a Di Maio sul caso delle ONG: "Hai delle lacune, studia!"

Di Maio a Grasso: " Hai delle latenze, parla!"

Mentre noi senza tanto studiare abbiamo delle certezze caro Grasso! Tu non sei stato eletto per mandato popolare ma solo tramite l'emerito ladro e golpista Napolitano.

Vuoi le prove ?

Studia il modo di spegnere la luce al Senato e chiudere le porte per andare al più presto a elezioni popolari legittime e poi le avrai!

Aldo B. 30.04.17 05:59| 
 |
Rispondi al commento

I poPoletti del PD e le Primarie:

si svuota oggi dalle 8 alle 22 nei Gazero ( non c'è nessuno!) dei PDuisti.

Aldo B. 30.04.17 05:49| 
 |
Rispondi al commento

PD e forza Italia uguali sono, stessa nefandezza e se si vuole fare una legge con il PD non vedo xchè escludere Berlusconi, a questo punto muovetevi fate una legge del cavolo dove chi vince possa governare x cinque anni e amen!!!

susy c., campania Commentatore certificato 29.04.17 23:35| 
 |
Rispondi al commento

CANDIDIAMO ZUCCARO ALLE PROSSIME ELEZIONI. DA UOMO LIBERO DA CERTI DOGMI CHISSA' QUANTE NE POTRA' RACCONTARE !

gianfranco ferroni1 (), macerata Commentatore certificato 29.04.17 22:27| 
 |
Rispondi al commento

CANDIDIAMO ZUCCARO ALLE PROSSIME ELEZIONI !
DA UOMO LOBERO DA CERTI DOGMI CHISSA' QUANTE NE POTRA' RACCONTARE !

gianfranco ferroni1 (), macerata Commentatore certificato 29.04.17 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro DiMaio, Il sistema elettorale proporzionale è quello che consente a tutti i cittadini di essere rappresentati nelle istituzioni come vuole la nostra Costituzione. il premio lo danno i cittadini con il loro voto a chi ha ben governato,quello cosiddetto di maggioranza è una invenzione della legge Acerbo che consentì ai fascisti la stabilità di 20 anni. Non dimentichiamolo!La stabilità si ottiene e si conserva se si governa bene nell'interesse dei cittadini. Vogliamo un sistema elettorale proporzionale, sono state raccolte firme per questo e consegnate al presidente Mattarella.Il Movimento 5Stelle deve sostenerlo come sistema democratico sancito dalla Costituzione per stimolare i tanti che non votano
Marisa Comitato contro Sprechi e Privilegi

marilisa c. Commentatore certificato 29.04.17 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Mattarella che chiede di parlare con il pd?
Vi siete dimenticati che l'altra volta quando ci avete provato, l'ex pdc vi ha chiuso la porta in faccia?
Vi siete dimenticati che hanno fatto una legge elettorale, senza ascoltare le opposizioni?
E Mattarella se non ricordo male, firmò la legge elettorale incostituzionale.
Allora, non dovete calare le braghe, molto probabilmente vi stanno aspettando per fregarci.
Poi accordarsi con il pd,ma quale pd, non esiste più.

Rosa 29.04.17 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Renzi non vuole assolutamente modificare la legge elettorale,perchè sà benissimo,che in qualsiasi forma verrà modificata ,comunque perderebbe Allora vuole andare alle elezioni con questa legge per poter poi fare l'alleanza con Berlusconi.Mi smbra sia evidente.

Vincenzo . Commentatore certificato 29.04.17 17:38| 
 |
Rispondi al commento

bene bene....un colpo al cerchio ,uno alla botte....una lisciata ai mercati, cosi non ci fanno crollare la borsa dopo elezioni....ecchediamineeeee....il papa è pop , di questi tempi, io son atea e di raro cinismo.... oggi ho visto una conferenza del pope al TED....ed è stata una standing ovation....scusate il cinismo appunto....ma la guerra è guerra!!!!...un abbraccio :-)

silvana ., genova Commentatore certificato 29.04.17 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Un vecchio detto dice che chi vuole andare al governo in Italia deve avere l'approvazione degli USA ed il placet del Vaticano. Mi pare che siamo sulla "buona" strada. Attenti però' a non farci fregare sulla legge elettorale, più' e' proporzionale meno abbiamo possibilità' di vincere. E i nostri interlocutori sono molto più' esperti, furbi e spregiudicati di noi.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 29.04.17 15:29| 
 |
Rispondi al commento

caro di maio,

sempre molto diplomatico. sono comunque d'accordo che si deve parlare con tutti e decidere le cose anche con gli altri, purche' non ne vadano di mezzo i nostri principi. il compromesso non e' una parola sporca, e' un venirsi incontro a mezza strada ma senza sacrificare i fondamentali.

spero tanto i cinque stelle seguano questa strada e continuino soprattutto a lavorare per il bene dei cittadini. per questo vi voto e non per altro.

rosanna scarpa 29.04.17 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Mah, certo che un po democristiano sto m5s lo sta diventando.

Non siamo nemici dei mercati finanziari? Investitori stranieri? Calma, mooolta calma. Spero il candidato premier sia un altro.

Se per governare si deve cambiare va bene ma fino ad un certo punto. Il settore finanziario privato, dagli 80 e dopo l'89 E' il nemico della "costituzione più bella del mondo". Il mercato finanziario va preso regolamentato è messo ben al di sotto del primato della politica. So che non va spaventata la casalinga di voghera ma la rivoluzione dolce suona un pochino alla Tzipras...

Certo i candidati leader del m5s dovranno confrontarsi e poi vediamo

Francesco Trentin 29.04.17 14:32| 
 |
Rispondi al commento

sarei interessata a vedere gli "incontri americani"....soprattutto mi interessano le domande che faranno....credo che le domande che faranno daranno l'idea degli "eventuali" pregiudizi ...insomma ...il movimento visto dagli Usa ....sono una fan delle conferenze TED....spesso è gente che proviene dal Mit....un abbraccio

silvana ., genova Commentatore certificato 29.04.17 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Non dico che voterò per te in una eventuale elezione per scegliere il nostro presidente del consiglio. Si vedrà. Ma approvo in toto

Michele ., Grottaglie Commentatore certificato 29.04.17 13:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori