Il Blog delle Stelle
Presentazione del #ProgrammaLavoro del MoVimento 5 Stelle

Presentazione del #ProgrammaLavoro del MoVimento 5 Stelle

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 86

di MoVimento 5 Stelle

Osservare, leggere e orientare il futuro, prevedendo in anticipo gli impatti dell’economia dei beni immateriali che si espande, dell’avanzamento tecnologico, della robotica, dell’informatizzazione sui processi produttivi di beni e servizi e sull’organizzazione del lavoro.

Mentre gli altri partiti si guardano l’ombelico, il MoVimento 5 Stelle scruta l’orizzonte e coinvolge i cittadini in una discussione sull’occupazione, sui rapporti sociali di produzione e sulla previdenza che ha visto oltre 210.000 preferenze espresse dagli iscritti certificati. Un fatto politico senza precedenti al mondo.
Giocare soltanto sulla regolazione dei contratti non può bastare a creare lavoro nelle economie mature. Serve una rivoluzione copernicana che rovesci il paradigma produttivo, servono investimenti forti nei settori realmente produttivi, serve un nuovo approccio culturale al consumo. Tuttavia, le leve normative, fiscali e contributive possono aiutare, incoraggiare o scoraggiare determinate pratiche e scelte strategiche di chi produce e crea lavoro.

Abbiamo aperto una riflessione importante, epocale sull’orario di lavoro e sulle 40 ore settimanali. Bisogna uscire da un equivoco: lavorare più ore non significa necessariamente essere più produttivi. Anzi. E’ la qualità dell’occupazione (da migliorare attraverso investimenti in ricerca, sviluppo e formazione continua) a far crescere la competitività del sistema e il valore aggiunto, ingredienti fondamentali per un’economia come quella italiana.

Piuttosto, a fronte di una prossima probabile riduzione complessiva dello stock di ore lavorate in ragione degli impatti della tecnologia, andrebbe incentivata una diversa distribuzione, più inclusiva, di questo stesso stock. I Paesi europei in cui si lavora meno sono quelli ricchi del Nord Europa. Un greco lavora il 50% in più di un tedesco, tanto per fare un esempio. I costi di avvio della riduzione degli orari di lavoro, sono in genere limitati per lo Stato. In Francia le 35 ore sono costate circa un miliardo l’anno, mentre in Italia stiamo spendendo, per la decontribuzione dei neoassunti con l’inutile “Jobs act”, almeno 18 miliardi in tre anni.

Cambia il rapporto tra tempi di vita e di lavoro, dunque è necessario rivedere anche il settore previdenziale. E’ evidente l’errore tecnico e culturale in cui incorrono i governi che insistono nell’alzare l’asticella dell’età anagrafica da raggiungere per il pensionamento (vedi il massacro della riforma Fornero): si pensa di rendere in questo modo sostenibile un sistema pensionistico che, in realtà, con il meccanismo cosiddetto “a ripartizione”, si regge in piedi soltanto se c’è lavoro di qualità per la popolazione attiva e congrui versamenti contributivi che servono a pagare le pensioni odierne (un sistema che costa circa 270 miliardi). Se i giovani non lavorano oggi, non possono mantenere i pensionati di oggi.

Bisogna quindi consentire ai lavoratori di scegliere con più libertà, entro certi limiti, la soglia anagrafica e di anzianità professionale da conseguire prima di accedere alla quiescenza. Magari, incentivando pure la staffetta generazionale come strumento di riduzione dell'orario del lavoratore vicino alla pensione, a fronte dell'assunzione di giovani, al fine di favorire l'occupazione giovanile e garantire un passaggio di conoscenze ed esperienze tra generazioni. Il MoVimento 5 Stelle vuole poi estendere le tutele previdenziali dei cosiddetti “usuranti” ad altri mestieri gravosi e garantire un accesso alla pensione agevolato ai cosiddetti “precoci”.

In questo scenario, i sindacati devono tornare a fare davvero gli interessi dei lavoratori. Sul fronte della rappresentanza nei luoghi di produzione, il MoVimento 5 Stelle vuole garantire a tutti i lavoratori il diritto di poter scegliere le proprie sigle e di essere eletti, con una competizione aperta tra tutte le organizzazioni, indipendentemente dall’aver firmato gli accordi con le controparti. Si tratta di applicare, finalmente, in modo compiuto l’articolo 39 della Costituzione sulla libera iniziativa sindacale. Stop poi a privilegi indebiti che rendono il sindacato schiavo di interessi diversi da quelli che dovrebbe istituzionalmente rappresentare. Dunque, basta a finanziamenti indiretti delle imprese, quote di servizio o fondi che derivano da enti bilaterali. Oppure, addirittura, sponsorizzazioni. Il sindacato deve vivere delle tessere sottoscritte dai lavoratori per essere libero di ottemperare alla propria missione. Inoltre, il dipendente e il pensionato devono essere liberi di disdire (o meno) una tessera che sia davvero rinnovabile: non devono più esistere adesioni che si perpetuano in eterno soltanto in base al principio del silenzio-assenso. Per di più, fin troppi ex sindacalisti hanno fatto carriera in Parlamento, nei partiti, al Governo o grazie a posti di potere nella gestione di grandi aziende: una commistione cui bisogna mettere fine. Il grande sindacato va insomma aiutato a sburocratizzarsi per tornare alla sua funzione essenziale: difendere i lavoratori.
Il MoVimento 5 Stelle favorirà infine il coinvolgimento dei lavoratori nell’elaborazione delle strategie, nell’organizzazione produttiva e, in generale, nei processi decisionali della loro impresa. Possono essere diversi gli strumenti di consultazione, co-decisione o comunque di disintermediazione: si può chiedere il loro parere diretto attraverso proposte e suggerimenti in qualche modo vincolanti per il management; è possibile prevedere “gruppi di miglioramento” su temi prettamente organizzativi; o ancora, in maniera più organica, si potrà valutare l’opzione di rappresentanze che entrano direttamente nel funzionamento dei consigli di amministrazione, di gestione o comunque di sorveglianza dell’impresa (Mit-Bestimmung o “cogestione” alla tedesca).

I quesiti votati e i temi toccati rientrano naturalmente in un lavoro più ampio che il MoVimento 5 Stelle sta portando avanti su lavoro, welfare, politiche attive e pensioni.

Il nostro programma è lo strumento con cui i cittadini stanno riprendendo il Paese nelle loro mani.

Leggi tutti i risultati delle votazioni del programma Lavoro del MoVimento 5 Stelle
Scopri il sito con tutti i punti del Programma di Governo del MoVimento 5 Stelle



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

20 Apr 2017, 17:02 | Scrivi | Commenti (86) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 86


Tags: lavoro, m5s, movimento, programma

Commenti

 

I partiti dicono che per abbattere la disoccupazione si deve incentivare le aziende ad assumere e spingere la gente a consumare di più. Questa è una soluzione anacronistica perché oggi chi ha potuto lavorare si è dotato già di tutto. Io e mia moglie eravamo due semplici impiegati; abbiamo ristrutturato una vecchia casa, l’abbiamo dotata di tutto il necessario e ora non abbiamo più bisogno di nulla. Siamo in pensione e con il TFR abbiamo cambiato anche le due automobili. Per molti anni non cambieremo più automobili, frigoriferi, televisori, … perché quelli che abbiamo funzionano perfettamente. Nel nord Italia la maggioranza delle famiglie sono così.
Come si può ancora puntare sui consumi?
Cosa mai dovrebbero produrre le aziende?
I potenziali nuovi consumatori sono solo coloro che non hanno un lavoro. LA SITUAZIONE SI RISOLVE, QUINDI, SOLO RIDISTRIBUENDO EQUAMENTE IL LAVORO CHE C’È, affinché tutti possano consumare quello di cui necessitano.
Nell’azienda dove lavoravo ci sono 40 dipendenti; se si passasse da 8 a 7 ore al giorno, per garantire la produzione avrebbe bisogno di 5 dipendenti in più. Allargando il discorso a tutto il mondo del lavoro, ciò consentirebbe di ridurre del 12,5 % la disoccupazione che, a fine 2016, l’Istat ha indicato al 10,9 %.
Certo il problema è: chi paga alle aziende l’aumento dei costi dovuti al maggior numero di dipendenti?
Li deve pagare lo STATO perché li potrà poi recuperare da quel 12,5% di lavoratori che sono nuovi “contribuenti” e “consumatori”. Una PICCOLA parte FORSE potrebbe essere pagata anche dai dipendenti che hanno il lavoro e possono disporre di più tempo libero.
Io so che l’azienda dove ho lavorato, se non dovesse spendere di più, non avrebbe problemi a passare da 40 a 45 dipendenti; anzi, distribuendo il lavoro su più persone, potrebbe godere di maggiori flessibilità, come ad esempio quando i dipendenti vanno in ferie, in permesso o in malattia.
Il passaggio successivo (fra 10 anni) sarà passare da 7 a 6 ore giornaliere.

Roberto Tosolini Commentatore certificato 01.07.17 08:53| 
 |
Rispondi al commento

offerta di prestito di denaro tra particolare
offriamo un prestito in denaro semplice, veloce e affidabile da 1.000,00 Euro / $ a 900.000,00 Euro / $ a persone serie e oneste che hanno bisogno di denaro con un tasso di interesse del 3% annuo . Per maggiori informazioni si prega di contattare via e-mail solo: fenollosaten@gmail.com

fenollosa ten, ROMA Commentatore certificato 27.04.17 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Ciao


da prestito di due anni, la banca Crédit Mutuel è brio di fare di buona cosa nel nostro paese l'Italia. questa banca è brio di fare di prestito ha tutto i nostri cittadini che sono nella necessità di prestito. Allora io presi di condividervi questo messaggio, la questa azione di questa banca non è riconosciuta il nostro stato. Allora se avete realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattarli su questa mail poiché, hanno già fanno di prestito ha molta persona ed anche.


Ecco la mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

rolaznde danderas, molise Commentatore certificato 26.04.17 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, Grillo! Se non c'eri, dovevano inventarti. Gli italiani onesti saranno sordi alle calunnie, perché sei più di una persona, sei UN'ICONA!!!

Cornetta Maria 24.04.17 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo

giuseppe b., Reggio e. Commentatore certificato 23.04.17 21:36| 
 |
Rispondi al commento

molto interessante;i ricercatori dovranno inventarsi nuovi lavori!!

pier luigi fanfera (pitagora1), frosinone Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 23.04.17 18:19| 
 |
Rispondi al commento

IMPRENDITORI PRIGIONIERI DELLA BUROCRAZIA...

Il tempo vera produzione serve solo per pagare le spese, tasse, multe...

Uno dei motivi che la nostra debole economia non cresce perché è prigioniere della burocrazia, circa 500 ore lavorativi cioè 2 mesi all'anno alle prese per adempimenti vari nei uffici; Comune, ispettorato del lavoro, Agenzia delle entrate, Equitalia, Camera di Commercio, Camera del lavoro, l'INAIL, l'INPS, INAS, INPAP,...

Un imprenditore, un commerciante, un artigiano e un professionista oggi non lavorano per sé e per la loro famiglia lavorano solo per pagare schiavi senza catene del sistema.

ISTITUZIONE REMA CONTRO DI CHI LAVORA E PRODUCE...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 22.04.17 07:29| 
 |
Rispondi al commento

In Italia assistiamo ad un progressivo ed inesorabile decadimento politico, economico, etico e culturale. Penso che i primi dipendano dall'ultimo. Come hanno trasformato la scuola da fucina di democrazia a supermercato? Le parole chiave sono privatizzazione, azienda,ignoranza pedagogica... La scuola è uno specchio della società, quindi invito il Movimento ad approfondire l'argomento, anche ascoltando i dirigenti scolastici che, credetemi, non sono ancora tutti manager o sceriffi!

laura b., Vercelli Commentatore certificato 21.04.17 20:01| 
 |
Rispondi al commento

ottimo

GIANCARLO O., SALSOMAGGIORE TERME (PR) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 21.04.17 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono straconvinto di una cosa:

inutile concentrarsi sul discorso che alcuni lavori non ci sono/saranno piu'. l'abbiamo capito. anche perche' questo e' sempre successo. le esigenze cambiano, cambiano i modi di lavorare etcetc.

ok. facciamocene una ragione e bona le'. sara' anche gratificante e "intelligente" disquisire di robot e computer supertecnoligici.ok, ma andiamo avanti.

cioe', ci si mette a tavolino, si pensa, e si "creano" nuovi lavori. si puo' fare. e se non ci sono privati che lo fanno, che non hanno l'inventiva per farlo, lo faccia lo stato. anzi, meglio cosi'.

ad es, per il comparto energie rinnovabili, quanti posti di lavoro si possono creare? una marea.

per il comparto-rifiuti, quanti posti di lavoro si possono craere? anche li' una marea.

andiamo avanti. creiamo posti di lavoro. si puo' fare.

solo per rimettere in sesto il territorio italiano, e per mantenerlo a posto, quanto lavoro si puo' creare? anche li', tanto lavoro. dal piu' qualificato al piu' generico.

carlo 21.04.17 10:55| 
 |
Rispondi al commento

CUNEO FISCALE, L’IVA AL 25% E TASSE NASCOSTE

Ridurre il cuneo fiscale e imponendo l'incremento della tassazione sui consumi più 3 punti peggiorano la drammatica situazione economica delle famiglie e l'imprese.

Inoltre ci sono le "TASSE CHE LO STATO NASCONDE AL CITTADINO" sono delle quote fisse sui libretti postali, sugli alcoolici, i tabacchi, adempimenti fiscali per le imprese annuali o trimestrali con significativi incrementi dovuti alle regolarizzazioni dei registri, le spese per l'istruzione e per le bollette energetiche oltre all'aumento delle imposte locali come Bollo auto, Tari e Ires....

LA POLITICA AFFONDA ITALIA

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 21.04.17 10:54| 
 |
Rispondi al commento

comunque ieri sera la Moretti ha dichiarato che l'esperienza M5S di Torino e Roma sono un fallimento, per Torino non ha dato spiegazioni per Roma invece ha sentenziato che tra topi e cinghiali la capitale è in emergenza sanitaria!!!!
Porella non ha capito che i veri ratti sono quelli che imperversano nella politica nazionale da 30 anni infettando di corruzione tutto quel che toccano.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 21.04.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dovevi sentire Richetti da quel fenomeno di Formigli, ormai i PDini hanno oltrepassato la demagogia con il blaterare a cottimo contro il M5S.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 21.04.17 10:22| 
 |
Rispondi al commento

grande Vivianaaaaaa!!!!! mi hai preceduto nel commentare quella schifezza di politica pagata tanto al Kg di melma vomitata in tutte le trasmissioni tv.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 21.04.17 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Viviana Vivarelli
Viviana Vivarelli Ma quella stronza della Moretti non era stata dimessa perché si era data malata e invece faceva un viaggio in India? E che su 90 sedute è stata presente 25 volte? E che si è scusata dicendo che "Vale più una settimana in India che un anno al Consiglio comunale veneto"? L'hanno ripescata? Non avevano proprio niente di meglio da presentare? Una che come apre bocca fa volare la merda? Una che mentre il suo partito decurta le pensioni agli anziani propone ai pensionati di prendersi in casa un migrante per unire due poveri in uno? Una che è stata chiamata Ladylyke perché ha detto che per fare politica bisogna essere belle e curate, cosa che evidentemente lei crede di essere. Una che nel curriculum ha detto che va dall'estetista a farsi le meche ogni settimana. Una che ha fatto in Veneto un flop memorabile col peggior risultato di tutti i tempi e che ha avuto la faccia di dire che era stata attaccata non per le sue idee ma per la sua sfera personale (?) e che se aveva perso non era per colpa sua ma di Renzi (sai Renzi come è stato contento!).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.04.17 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quelli che qua sotto hanno criticato il programma del movimento


Coloro che criticano le scelte del Movimento per aver redatto un progetto sull'argomento lavoro, dovrebbero riflettere molto e forse vergognarsi.
Avevamo uno statuto del lavoratore ottenuto con lotte sindacali di tanti anni, una tutela per il contratto indeterminato e tutele contro il licenziamento, lo ricordate?
Grazie alla complicità dei sindacati, tutto è stato vanificato. Ci hanno inchiodati con il jobs act, hanno riformato completamente la parte contrattuale, non abbiamo più tutele contro il licenziamento (per esempio), non ci sono le dovute tutele per i lavori usuranti, ci mandano in pensione a 70 anni, se siamo ancora vivi, e voi osate lamentarvi per il progetto del Movimento?
O che siete piddioti pagati, oppure non capite nulla.

Rosa 21.04.17 10:02| 
 |
Rispondi al commento

LA PSORIASI VIENE CONSIDERATA INCURABILE, E' COMPLETAMENTE FALSO, IO HO GUARITO MIO FIGLIO E ALTRE CENTINAIA DI PERSONE. NON HO UTILIZZATO FARMACI PERCHE' LA MALATTIA CONTINUA PER INTOLLERANZE ALIMENTARI, CHE SI POSSONO SCOPRIRE CON UN SEMPLICISSIMO TEST MANUALE. DAL 2004 HO TESTATO GRATUITAMENTE OLTRE 10.000 PERSONE.
HO MANDATO QUESTE INFORMAZIONI A GIORNALI E ALLE ASSOCIAZIONE SENZA MAI AVERE UNA RISPOSTA. DA QUANDO HO SCRITTO IL LIBRO "IO LO SO TU PROVA" ALCUNI MEDICI MI MANDANO PAZIENTI E LORO FAMILIARI EDOARDO SABATTI

EDOARDO SABATTI 21.04.17 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Ad Agora', Salvini a Migliore: "Tu che hai cambiato 18 partiti, vieni a farmi la morale?"

Er Caciara ..... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 21.04.17 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SALME DI REGIME
Massimo Franco o Paolo Mieli sono ormai salme di regime, come il fatuo e stolido Antonio Caprarica che come apre bocca, falla.Incrocchiati con la Casta.Pulci inamovibili del cane di potere. Incistati nel sistema come bubboni irreversibili, al punto che solo questo incistamento pidocchioso fa loro curriculum.Ma il peggio di tutti,quello proprio insopportabile,è lo spocchioso Franco Debenedetti.Costui è fratello di Carlo De Benedetti che ha preferito cambiarsi il cognome, come ha preferito cambiarsi la cittadinanza per motivi fiscali.Attualmente lo spocchioso e odiosissimo Franco siede in alcuni consigli di amministrazione di società,enti e fondazioni, tra cui CIR, COFIDE, Piaggio, Fondazione Rodolfo Debenedetti, Fondazione Italia USA, Progetto Italia. E' stato senatore tre volte per il Pds e Ds, anche se è il peggiore e più spietato neoliberista di tutti i tempi e ha sempre dichiarato la sua passione per il cdx. Sarà anche un grande esperto, ma è entrato in 'Fare futuro', operazione partitica fallita di quel fallito e bugiardo di Giannino che ha millantato lauree false, quello che derideva i complottisti che affermano che il neoliberismo e la stessa conduzione dell'euro sono nelle mani di una cricca di magnati che hanno sferrato ai popoli europei una guerra finanziaria con lo scopo di depredarli di beni e diritti, come fossero un Paese vinto, quel Giannini che diceva che questa era 'fantascienza'. .Nell'ottobre 2015, insieme al fratello Carlo, è stato rinviato a giudizio per l'indagine sulle morti per amianto alla Olivetti (20 morti sospette): processo di primo grado concluso con la condanna, identica a quella del fratello, a 5 anni e 2 mesi di reclusione ma si presume che anche questo processo per strage si concluderà con la solita vergognosa prescrizione. Ed è questo assassino, senza cuore, che come parla rivela solo un'assenza totale di empatia e di umanità, che Paragone invita alla sua trasmissione??? Non aveva soggetti più degni da invitare?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 21.04.17 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

20/04/2017 crescita=0! 1957-2017=debito pubblico oltre il 130%
Domanda al Movimento Cinque Stelle ? Siete d'accordo all'aumento dell'IVA!
Attendo risposta per andare a votare. Grazie
//
Il M5S, e parlo a nome personale,non potrebbe in alcun modo caldeggiare l'aumento dell'Iva visto che i suoi programmi economici ed occupazionali non prevedono tali misure emergenziali adottate solo per tirare avanti e mantenere il potere politico.
Io credo che l'aumento dell'iva sia una condizione di scambio con la fatidica flessibilità concessaci dall'UE blaterata da questo governo col quale si sono buttati al cesso miliardi di euro per non spostare di una foglia la crescita ma solo per comprare consenso o qualcuno crede che l'Europa ci firmasse un assegno in bianco?
Vada a votare con coscienza e cerchi di fare del suo meglio.
bruno p., napoli
//
Sig.bruno p., napoli
per non spostare di una foglia la crescita ma solo per comprare consenso lo ha già fatto il Sig. Renzi.

Lei mi risponde con una sua riflessione personale, mi potrebbe indicare i programmi economici ed occupazionali del M5S?

Una mia riflessione per la crescita è l'aumento dell'IVA che fermerebbe il debito pubblico.

Qualunque direzione di comando in Italia il denaro dovrebbe trovarlo e l'unico modo è tagliare il sociale.
L’ultimo report dell’Istat che classifica circa il 10% della popolazione come poveri assoluti.
21/04/2017
Grazie.

846 21.04.17 08:59| 
 |
Rispondi al commento

http://www.huffingtonpost.it/2017/04/20/chiusi-tre-ore-in-una-stanza-io-grillo-e-casaleggio-de-masi_a_22048084/

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 21.04.17 07:31| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro? Dove? Come? Forse in Africa. Lì c'è molta terra da arare e rendere produttiva. Parlare di lavoro in Italia suona beffardo. Dovreste preoccuparvi di costruire un serio piano di assistenza sociale per gli italiani non abbienti. Come? Anzitutto facendo pagare le imposte in modo serio e completo a quelli che stanno benone o benissimo. Senza una politica che ristabilisca giustizia ed equita' tra italiani ricchi e italiani poveri, l'Italia è definitivamente finita. In Italia rimarranno solo gli italiani ricchi e gli extracomunitari. Ciao Italia!

Fabrizio del Vecchio, Portici Commentatore certificato 21.04.17 03:12| 
 |
Rispondi al commento

se Trump fosse cosi deciso sulla tutela dell'ambiente come lo è sull'atomica sarebbe guerra vera e non per finta, tante dichiarazioni ma l'armada va in direzione opposta...

ALEX SCANTALMASSI 21.04.17 00:38| 
 |
Rispondi al commento

tranquilli, da noi non ci saranno attentati......
siamo la mignotta del mondo..... e poi, gli islamici sono i ns favoriti..... li sosteniamo moralmente e, FORSE,anche, economicamente...

Er Caciara ..... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 21.04.17 00:31| 
 |
Rispondi al commento

quando non hai un programma tuo che fai ?
pigli quello del tuo avversario perchè è disposto a pubblicarlo sul tuo blog ?
poi lo metti ai voti anche ?

ALEX SCANTALMASSI 21.04.17 00:27| 
 |
Rispondi al commento

su questo blog si ospitano "autorevoli opinioni" di persone che nulla hanno a che fare con questo movimento
ma proprio nulla nulla
e sulle loro opinioni poi si vota, e chi non riesce a votare si dispera
roba da matti

ALEX SCANTALMASSI 21.04.17 00:22| 
 |
Rispondi al commento

questo paese è morto,
iscritti a questo movimento che si dannano perchè non hanno potuto votare (per questioni di orario) la stessa identica cosa che ha votato la maggioranza dei votanti
italiani prigionieri senza alcuna speranza della loro condizione, e vogliono votare, anche fuori orario, perchè questa loro condizione sia assicurata anche in futuro

ALEX SCANTALMASSI 21.04.17 00:15| 
 |
Rispondi al commento

SUPER FUORI TEMA che ripetero’ Spesso :

ABOLIRE LEGGE FORNERO
riportare le pensioni a 60 ANNI

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 21.04.17 00:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è un programma ottocentesco, che non ti aspetti, che ha ceduto alle opinioni interessate di chi non sta dalla nostra parte
leggo programmi stilati da persone che non ci voteranno mai
giudici, sindacalisti, ambientalisti del kaiser
questo non era nei patti

ALEX SCANTALMASSI 21.04.17 00:10| 
 |
Rispondi al commento

chia ha una partita iva non deve votare questo movimento e chi non ce l'ha non sarà tutelato dal reddito di cittadinanza
non si può proporre come soluzione il reddito di cittadinanza a chi un mestiere ce l'ha e lo può esercitare (ma non a 70 anni) ma non è in grado si sopportare questo carico fiscale e previdenziale con la pensione che non arriverà mai

ALEX SCANTALMASSI 21.04.17 00:05| 
 |
Rispondi al commento

nemmeno una parola o una mezza frase per chi è senza tutele, come se votassero solo i lavoratori dipendenti
una dicotomia confindustria/sindacati totale, persino Monti nel suo discorso di insediamento dichiarò che doveva essere superata per sollevare milioni di contribuenti con partita iva dall'angoscia
nessun passo avanti

ALEX SCANTALMASSI 20.04.17 23:59| 
 |
Rispondi al commento

https://twitter.com/Eposmail/status/855177106556428290

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 20.04.17 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Come , quando, perche'. Buona Notte

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 20.04.17 23:26| 
 |
Rispondi al commento

La Costituzione, saggiamente e logicamente, prevede che partiti politici e sindacati siano regolamentati in modo democratico, rinviando alla legge ordinaria, cioè al Parlamento, il modo con cui raggiungere quest'obiettivo. Questo non è stato mai fatto. Il motivo è evidentemente legato al desiderio di stuoli di dirigenti politici e sindacali di avere mani libere. M5S però ha l'occasione di trasformare in legge finalmente, dopo oltre 70 anni, questo auspicio dei Padri Costituenti. Non vorrei assistere nei prossimi 20 anni a diatribe se siano migliori le " Primarie senza regole" o il voto online " senza regole" . E non vorrei continuare in eterno ad assistere a votazioni, nei gazebo o nel web è uguale, con regole dettate di volta in volta . Primarie ( tipo Pd , per intenderci) o votazioni online ( promosse da M5S ) sono autogestite. Ma già si sentono i segni di interpretazioni ( e come potrebbe essere altrimenti? ) dei giudici che si sentono giustamente chiamati a tutelare dei diritti sostanziali dei cittadini che vengono chiamati a scegliere. Ci vogliamo porre il problema si o no ?

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 23:22| 
 |
Rispondi al commento

------------ATTO TERRORISTICO IN FRANCIA!------------

Castrate i terroristi che catturate vivi, così non potranno godere delle 72 vergini nel loro paradiso1

Detto questo io non sono francese!


O.T. Della serie di cui prima:

Si ricorda che il Sig. di cui sotto, è stato uno di quelli che è andato a far visita a 'U Cureano, dittatur palladilardo'

dal Fatto Quotidiano:

"M5S-Lega, Salvini: “Siamo simili? No, loro parlano noi facciamo”

Giovanni F. Commentatore certificato 20.04.17 22:11| 
 |
Rispondi al commento

......Beppe..papa subito..! !!

®con-clave 20.04.17 22:08| 
 |
Rispondi al commento

O.T. della serie: '..e poi dicono che non ci dobbiamo incazzare con certe persone...'

Dal Fatto Quotidiano:

"M5s, Salvini: “Chiesa si complimenta con loro? Pecunia non olet, dietro ci sono interessi economici”.

Non me lo terrei.

Giovanni F. Commentatore certificato 20.04.17 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Uno dei problemi è il debito pubblico. Per diminuirlo occorre ridurre la spesa pubblica, senza incidere sui servizi sociali.
Viviamo in una società dove il tempo è diventato una categoria giuridica (sentenza C. di Stato Adunanza Plenaria n.7 del 2005), avendo assunto anche una valore economico.
Un modo efficace per incidere su entrambi i fronti è quello di ridurre le ore lavorative settimanali da 36 a 30. Con tale riduzione si avrebbe un orario giornaliero di 6 ore e conseguentemente verrebbe meno l’erogazione del buono pasto. Calcolando almeno due buoni pasto per settimana, in media di 7 euro l’uno, per il numero di pubblici dipendenti (tre milioni), si ottiene il risparmio di una somma considerevole, oltre a restituire del tempo alle famiglie ed all’individuo. Tale riforma comporterebbe l’abrogazione dello straordinario che contrariamente alla sua denominazione è diventato comune, con un ulteriore e consistente risparmio per le casse dello stato di natura strutturale. La riduzione dell’orario potrebbe essere accompagnata anche da una diversa articolazione dello stesso, prevedendo - ad eccezione delle scuole e delle strutture sanitarie - che il lunedì vi sia un orario 11- 17 invernale e 12 – 18 estivo.
Ciò consentirebbe una minore dispersione di calore e quindi un ulteriore risparmio energetico d’inverno e la possibilità di usufruire di week end pieni d’estate.
Il maggior tempo che tale riforma libererebbe, eleverebbe la qualità della vita ed una maggiore presenza familiare comporterebbe una riduzione dei costi sociali prodotti dal disagio giovanile
Sempre in un ambito microeconomico, infine, la disponibilità del tempo produrrebbe inevitabilmente un incremento dei consumi che per effetto del moltiplicatore keynesiano genererebbe nuovo reddito

giuseppe latronico 20.04.17 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Domando scusa e cambio tema. Il movimento dava certo il respingimento dimissioni minzolini. Così non è stato. A me queste cose fanno riflettere. I 5 stelle hanno idee grandiose ma ai fatti? In tema immigrazione avevano consultato gli iscritti prima di votare il ddl minori? No. Ma in tv dicono una cosa poi al voto ne fanno altra...legittima difesa idem. Scusate ma ultimamente mi accorgo di cose che non avevo notato in tanti anni. E' solo autocritica. Parlano di risarcimento vittime violenza ma fanno ben poco per prevenirla. Reddito di cittadinanza che non aiuta certo la maggioranza degli italiani. Possibile che solo io noti queste cose? E' solo un mio pensiero. Grazie. Saluti a tutti.

Monica. vi 20.04.17 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al di là dei programmi, condivisibili e validi, avremmo bisogno di un report sulle votazioni in tempo reale. Ieri avete votato, assieme al PD e MDP, il primo articolo che sancisce la facoltà del malato di abbandonare i trattamenti e regola il consenso informato di fine vita. A quanto pare, il biotestamento, è il provvedimento più importante da adottare in Italia. Speriamo che la legge, per cui avete superato ogni divergenza col PD, venga sottoposta a referendum. O non conviene all'abbattimento dei costi sociali a cui mira sotto le mentite spoglie della libertà di scelta?

Pier W. Commentatore certificato 20.04.17 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.
Non ci sono parole
La propaganda sta avviando una campagna mediatica per costruire un odio programmato verso la Corea del Nord
peggiore di quello verso la Russia
Per quanto sia un regime indiscutibilmente criticabile di cui conosciamo gli aspetti ossessivi perniciosi
Questa nauseabonda apparizione di una ragazza immagine
e relativo racconto è al limite del grottesco anche se fosse vero
Perché la stessa attenzione non viene posta per altri regimi
come quello saudita o dei paesi del golfo che riducono in schiavitù migliaia di immigrate e che dire del silenzio assordante per il caro leader turco
Giorni sgranati come un rosario per abituarci al prossimo evento bellico
Ma lo sanno dove finiscono i miliardi di dollari pagati in tasse
i contribuenti d'oltre oceano che non hanno nemmeno una sanità pubblica
Li vedono i bilanci delle spese militari gli oltre cinquanta milioni
di sottopagati e diseredati ?


Rosa Anna 20.04.17 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Venezuela, quasi 3 volte la superficie italica, paese ricchissimo di beni, petrolio, acqua, legname, terra coltivabile... sta andando al crack.
Oh, sono allenati a fare crack 1826, 1848, 1860, 1865, 1892, 1898, 1982, 1990, 1995-1997, 1998, 2004, e adesso hanno un'inflazione al 700%, più o meno.
Hanno sequestrato la fabbrica della General Motors che è in Venezuela da 60 anni.

E a noi cosa ne cala?

Per me è come dipenda, essere il prodotto, di come il popolo come stia bene, economicamente, politicamente, anche culturalmente, dal popolo stesso.

Non sarà un partito, un movimento, che risolverà il problema italiano, purtroppo.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 20.04.17 18:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo il RDC potrà spezzare le catene del clientelismo e della corruzione che minano il nostro paese da sempre. Il lavoro, sganciato dal bisogno di denaro, sarà, oltre che uno stimolo a guadagnare di più, un vero e proprio servizio per gli altri, in base alle proprie conoscenze/abilità/possibilità


I sindacati non hanno la schiana dritta perche':

"la grande sproporzione di “peso” (circa 40:1) fra entità dei bilanci dei fondi pensione e dei sindacati che li sponsorizzano, possa “catturare” l’attività sindacale distorcendola a supporto esterno dei propri interessi. "

Da qui:
http://goofynomics.blogspot.it/2016/08/pensioni-e-sindacati.html

Traduco: cosa mai volete che facciano per i lavoratori da cui prendono 1 (miliardo in rapporto a) rispetto alla finanza che gli attribuisce provvigioni su 40 ( volte tanto in miliardi di euro ) ?

I sindacati di oggi sono veicoli finanziari volti a sottrarre soldi ai lavoratori.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 20.04.17 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sì: guardare avanti come nessuno ha mai fatto, è una delle cose che più apprezzo del M5S: il mondo che aspetta i nostri figli, non dovrà essere quell'inferno in terra che le multinazionali ed i teorici della crescita senza fine impongono ai popoli ed ai loro Governi....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 20.04.17 18:01| 
 |
Rispondi al commento

paranoiaaaaarooockk........!!!!!!!!!!!

https://m.youtube.com/watch?v=cNdB5-A9O7g

®black 20.04.17 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro si crea con lo sviluppo e gli investimenti.
Quindi serve innanzitutto Sovranità Monetaria e Sovranità Nazionale!
Tutto il resto è "aria fritta".
Stiamo perdendo troppo tempo, ribadisco:

Basta con le chiacchiere inutili: Movimento5S...muoversi! muoversi!
Dalle "politiche" del 2013 sotto passati 4 anni...l'Italia è ferma e gli
Italiani sempre più alla fame!
-Al Voto Subito !!
-Uscire da UE ed €uro il più presto possibile
-Sovranità Monetaria e Sovranità Nazionale
-Separazione Bancaria (Glass Steagall Act)
-Fuori dalla NATO
-Applicare alla lettera la Costituzione a partire dall'Art.1: i traditori
della Carta Costituzionale e del Popolo Sovrano vanno messi sotto processo!
-Reddito di Cittadinanza subito a partire da: Pensionati "al minimo" -
Disoccupati – Esodati
-Aiuti adeguati (non elemosine) alle PMI e alle famiglie per far ripartire
il lavoro e il mercato interno, ecc...
-Stop alla tratta degli schiavi: Rimpatrio immediato di tutti gli immigrati
clandestini e/o "non aventi diritto".
Grazie per l'attenzione, un saluto a tutti.
Un Esodato Super-Incazzato.

Giovanni Antonio 20.04.17 17:50| 
 |
Rispondi al commento

... ho partecipato alle votazioni "sul lavoro" sulla piattaforma Rouseau... NON avevo letto questo post... Oggi lo leggo e noto che ho votato come conoscessi il tema... quasi come lo scrittore di questo post... In Sintonia con M5Stelle e con Beppe Grillo... Sempre!

nico m., milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 17:48| 
 |
Rispondi al commento

ot

foto e video divertenti...

http://telegra.ph/nonsoloiononconoscolitaliano-04-20

pabblo 20.04.17 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Minzolini finalmente decaduto con 17 mesi di ritardo per colpa di un Senato inetto e correo. Ora un ladro di Stato ce lo siamo scaricato, quando scaricheremo anche gli altri ? E chi ci renderà i 170.000 euro di stipendio illegale che il Senato ha voluto pagargli ancora?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 20.04.17 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guerra ai limoni!!!!!! Questo si che è 'n omo!!!!!!


http://www.ansa.it/sito/videogallery/mondo/2017/04/19/stop-di-trump-ai-limoni-argentini_c5f888a0-cc34-4c1e-bfbe-9b2a9b115e93.html

®guerausargentina 20.04.17 17:19| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi del Movimento ,

siete dei grandi, leggendo il post , sono ritornato indietro di 40 anni, quando nelle assemblee dei vari gruppi studenteschi si ipotizzavano cose simili, ci chiamarono pazzi, ma dopo 40 anni mi rendo conto che pazzi non eravamo.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 20.04.17 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Scusate la digressione.
Io non sono su twitter ma, se qualcuno può verificare, c'è questo video pubblicato dal bombarolo di rignano in cui, in un video di un minuto e mezzo, commette tre gravi errori di ortografia.
Ecco il link al video:

http://video.gelocal.it/lasentinella/politica/basta-fake-news--ma-il-video-pubblicato-da-renzi-e-pieno-di-errori-grammaticali/74073/74490?ref=hfscivev2-1


Volevo porre alla tua attenzione il mio progetto e capire se davvero uno vale uno l'idea è di aprire un laboratorio di prodotti da forno e creare un forno sociale nel v||municipio a Roma finalizzato alla creazione di reddito per donne vittime di violenza io sono tra quelle che vittima ha perso tutto casa lavoro e con una politica latitante non ha sostegno. Non voglio elemosine voglio vivere del mio lavoro e dare ad altre come me di sopravvivere e non essere strumento politico per le organizzazioni della pseudo sinistra mafiosa. Come fare? A chi chiedere ho incontrato l'assessore politiche sociali il municipio ma tutti pare abbiamo paura di fare paura del pd e allora? Io forse ho sbagliato a credere che il movimento fosse il cambiamento? Fiduciosa attendo

Aurora ferina 20.04.17 17:10| 
 |
Rispondi al commento

ot

anche senza la possibilità di metter foto.. è sempre un piacere scrivere sul blog ...

pabblo 20.04.17 17:06| 
 |
Rispondi al commento

.

Er Caciara ..... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 20.04.17 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori