Il Blog delle Stelle
#ProgrammaLavoro: Democrazia e sindacati nei luoghi di lavoro

#ProgrammaLavoro: Democrazia e sindacati nei luoghi di lavoro

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 110

Oggi discutiamo il secondo punto del #ProgrammaLavoro del MoVimento 5 Stelle. Il quesito che troverai nella votazione della settimana prossima sarà: Sei d’accordo che i lavoratori debbano avere il diritto di poter eleggere le proprie rappresentanze sindacali e di essere eleggibili con libera competizione tra tutte le organizzazioni indipendentemente dall’aver firmato l’accordo sindacale con la controparte?

di Giorgio Cremaschi - ex dirigente Fiom

Immaginiamo le elezioni del 2013, le prime dove il Movimento 5 Stelle è entrato in Parlamento. Immaginiamo se il Movimento 5 Stelle, o qualsiasi altra forza politica organizzata, per partecipare alle elezioni fosse dovuto sottostare a una regola particolare: ovvero sottoscrivere la finanziaria e il programma dei governi precedenti. Senza fare questo non avrebbe potuto partecipare alle elezioni, e anche con tale adesione le forze politiche presenti già in Parlamento avrebbero potuto esprimere un diritto di veto. Ecco: questo è ciò che succede nel mondo della rappresentanza sindacale.

Nel mondo del sindacato non può succedere che una lista nuova si presenti alle elezioni delle rappresentanze sindacali aziendali, cioè quelle che hanno il compito di tutela immediata dei lavoratori nei luoghi di lavoro in tutte le aziende sopra 15 dipendenti, pubbliche e private. Le rappresentanze sindacali possono essere solo nominate dalle organizzazioni precedenti, cioè addirittura neanche elette, oppure se elette, solo tra liste di chi c'era prima, cioè di sindacati e organizzazioni già firmatari di contratti.

Questo è un sistema che impedisce qualsiasi rinnovamento sindacale a partire dai luoghi di lavoro, e che soprattutto conferisce alle aziende il potere di decidere chi sono i sindacati buoni e chi sono i sindacati cattivi. Perché se per partecipare alle elezioni si deve prima sottoscrivere un accordo con l'azienda insieme agli altri sindacati tradizionali, è evidente che l'azienda abbia tutto l'interesse a sottoscrivere gli accordi solo con quei sindacati che preferisce avere di fronte. Quindi la rappresentanza dell'azienda e la rappresentanza dei sindacati si legittimano l'uno con l’altro, contro qualsiasi novità che arrivi dal mondo del lavoro.

Questo sistema è frutto dell'articolo 19 dello Statuto dei Lavoratori, così come fu malamente modificato da un referendum nel '95. E' bene ricordare che nel 95 furono proposti due referendum: uno per una vera democrazia sindacale, e l'altro per legare la rappresentanza sindacale alla firma di accordi e di contratti da parte delle organizzazioni sindacali. Purtroppo, è passato solo quello relativo alla firma. E quindi siamo entrati in un sistema in cui, al di là di tutti gli accordi sindacali, in sostanza chi è già al tavolo ci resta, e chi è fuori dal tavolo non ci può entrare. C'è stata una sentenza della Corte Costituzionale nel luglio del 2013 che ha cambiato il quadro. Ma come tante altre sentenze della Corte Costituzionale non è stata minimamente ascoltata né dalle forze politiche né dai grandi sindacati confederali, malgrado tale sentenza sia stata molto importante perché nel luglio del 2013 -qualcuno di voi lo ricorderà- la Fiom era stata cacciata dalla Fiat perché Marchionne aveva fatto un accordo con Cisl e Uil escludendo la Fiom, e si stabilì quindi che solo la Cisl e Uil avessero diritto alla rappresentanza sindacale aziendale, mentre la Fiom fu estromessa. La sentenza della Corte Costituzionale del luglio del 2013 ribaltò tale decisione della Fiat, dichiarando inammissibile che un sindacato come la Fiom, anche senza la firma del contratto, non avesse il diritto alla rappresentanza sindacale.

Questa sentenza non ha però risolto il problema, perché ha semplicemente ammesso che la Fiom, un sindacato storico che ha partecipato a tante trattative, ha diritto ad essere presente e ad avere le rappresentanze sindacali. Però non ha risolto il problema dei lavoratori, di tutti i lavoratori che vorrebbero poter eleggere anche in Fiat le loro rappresentanze, senza vincoli e liberamente. La Corte ha detto, alla fine della sua sentenza, che tale compito appartiene alla legge, cioè il legislatore dovrebbe fare una legge che garantisca il diritto di eleggere una rappresentanza sindacale senza vincoli e con varie forme: dalla pura applicazione dell'articolo 39 della costituzione, che non è mai stato applicato e che prevedeva una rappresentanza sindacale in proporzione agli iscritti, ad altre forme di rappresentanza. Fino alla più semplice di tutti: e cioè garantire che in tutti i luoghi di lavoro sopra i 15 dipendenti i lavoratori possano eleggere delle rappresentanze sindacali come previsto dallo Statuto dei lavoratori, e che tutti siano elettori ed eleggibili, che con minime regole tutti possano partecipare con liste delle organizzazioni sindacali tradizionali, o con liste delle organizzazioni sindacali nuove, o con liste delle organizzazioni sindacali di base, o con liste di lavoratori all'interno dei luoghi di lavoro. Che tutti possano partecipare alle elezioni, e poi siano i lavoratori stessi a decidere chi li rappresenta nei luoghi di lavoro.
Questo è il livello "uno" della democrazia sindacale, se non c'è questo non ce n'è nessun altro.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

12 Apr 2017, 14:36 | Scrivi | Commenti (110) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 110


Tags: fiom, Giorgio Cremaschi, m5s, programma lavoro, sindacati

Commenti

 

Cremaschi ha pienamente ragione. La democrazia non deve fermarsi ai cancelli. Il sindacato è lo strumento di rappresentanza degli interessi dei lavoratori. I gestori del potere hanno operato contro il dettato costituzionale sancito all'art 39. Vogliamo un vera legge sulle rappresentanze. Sono i lavoratori e solo loro che debbono eleggere chi li rappresenta nei luoghi di lavoro.

carmine cocorocchio 20.04.17 08:02| 
 |
Rispondi al commento

Salve, Molti non hanno capito la proposta di legge. Andrebbe spiegata meglio.
Io ho ascoltato tutto il filmato e la trovo Molto Giusta. Le persone TV dipendenti al 90% non l'hanno capita.
Saluti

Antonio Grimaldi 19.04.17 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo di abolire i sindacati. Non servono più a nulla. Dove ci sono imprenditori corretti e attenti, i dipendenti si mettono d'accordo con loro direttamente. Concordo che guardano soprattutto alle loro tasche,vedi Bonanni, Angeletti e vari sottoposti. Tutti "furbi". Cercano sempre di fottere il prossimo che sia l'imprenditore o lo Stato difendendo anche quelli che timbrano in mutande!!!! Basta è ora che lavorino come tutta la gente normale!!!!

Riccardo Simonini 19.04.17 15:52| 
 |
Rispondi al commento

fate sempre lo stesso errore. Per farci decidere portate sempre e solo un'opinione. NON VA BENE.
Il quesito inoltre è semplicistico come molti hanno fatto rilevare il ruolo del sindacato va rivisto COMPLETAMENTE a partire dai privilegi.Non conosco la realtà delle fabbriche ma nelle grandi aziende gli iscritti al sindacato sono o i politicizzati o quelli che vogliono essere protetti senza fare una cavolo (con le dovute eccezioni ovviamente)

antonio B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 19.04.17 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Aumentare la "concorrenza" fra i sindacati li spingerà ad offrire un servizio migliore. Credo si a un'ottima proposta.

Girolamo Corrado 19.04.17 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Si sono d'accordo pienamente con Cremaschi

raffaele colantuono 19.04.17 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Da rappresentante sindacale UIL, ritengo che sia essenziale che i lavoratori possano scegliere liberamente i propri rappresentanti: ben vengano modifiche normative che consentano a tutte le sigle di concorrere per ottenere rappresentatività. Uno stimolo per tutti a fare meglio.

Allo stesso tempo ritengo però che sia indispensabile che i lavoratori entrino nell'ottica che il sindacato deve tutelare innanzitutto gli interessi collettivi e, solo dopo, quelli individuali. Altrimenti avremo rappresentanti sindacali il cui obiettivo sarà quello di far prevalere l'interesse di alcuni su quello di altri (e già oggi questo tipo di sindacato, visto l'egoismo che riusciamo a dimostrare ultimamente, hanno ampi spazi nel pubblico impiego, dove già l'attuale normativa consente a chiunque di presentare proprie liste). Ma in questo non c'è alcuna legge che può aiutarci.

Andrea Russo_2 Commentatore certificato 16.04.17 22:43| 
 |
Rispondi al commento

L'INUTILITÀ DEI SINDACATI NELLA SFIDA GLOBALE...

Con la globalizzazione più sfrenata il potere dei sindacati è diventato nullo, un qualsiasi imprenditore non ha più convenienza ad investire in Italia quando nel resto del mondo trova la strada spianata a prezzi più che dimezzati.

In questa sfida globale i sindacati hanno finito il loro tempo e sono diventati anacronistici, dannosi per sviluppo del paese.

Oggi difendono solo i loro privilegi, non servono a nulla...


Per me, andrebbe inserito il vincolo di mandato. Soprattutto gli RSU, che firmano gli accordi con il datore di lavoro, godono di privilegi incoerenti con la realtà lavorativa.

Riccardo Rutigliano, Bari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.04.17 07:17| 
 |
Rispondi al commento

Dei sindacalisti va rivisto assolutamente in calcolo della pensione che gli permette di andare in pensione calcolando l'ultimo stipendio retribuito.
A molti è bastato un mese di distacco l'ultimo mese lavorativo per godere di un importo da dirigente.
Quando ero ragazzo si sentiva dire " compagno, tu lavori io magno." Mai frase fu più appropiata.

bruno proietti 14.04.17 06:12| 
 |
Rispondi al commento

Trovo la proposta molto interessante ed innovativa. Poi ho stima di Cremaschi e nella sua volontà combattiva per i diritti dei lavoratori. Quindi sosterrò la proposta.

Michele P. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.04.17 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno signor Delbario secondo i commenti da più di 3 persone credo. Si aiuta un sacco di gente con il prestito di denaro. Io vi contatterà via e-mail allo stesso tempo affinché mi potete aiutare a fare un prestito di euro 800.000 perché devo comprare una nuova casa e una nuova auto per me e la mia famiglia. Grazie per studiare rapidamente la mia cartella. Ho già preso il tuo indirizzo email nei commenti che hanno fatto verso il basso. Grazie.

Mick chi Commentatore certificato 13.04.17 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Come mai non ha parlato dei privilegi che hanno i sindacalisti in stipendi....pensioni.......????..Mi sembrano appartenenti alla casta politica...anche loro....Voglio aggiungere che non difendono più nessuno.....quindi a che servono???
Io sono stato ,addirittura, truffato....!!!
Essendo disoccupato dal 2011 avevo chiesto in CGIL di aiutarmi ad andare in pensione anticipatamente.
Il risultato è questo:ho versato (su consiglio cgil)10.000euro dicontributi volontari.
ho fatto ricorso contro INPS (su consiglio cgil) ho perso il ricorso e pagato 3000 euro.
.....10 MILA + 3 MILA = 13 MILA euro..!!!!!
SONO ANCORA DISOCCUPATO...... NON HO LA PENSIONE e non ho più soldi nel conto corrente.
ORA DEVO VENDERE L'APPARTAMENTO PER SOPRAVVIVERE fino ai 66 anni e 7 mesi..........ora ho 65 anni e 7 mesi.................GRAZIE PER L'AIUTO.!!!!!sindacati....................

claudio c., Como Commentatore certificato 13.04.17 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Leggo che ci sono varie contestazioni alle parole di Cremaschi.
Comunque se le cose stanno come dice Cremaschi, almeno sui principi generali, sono d'accordo con lui.
Inoltre mi sembra che anche Landini insista su una nuova legge della rappresentanza sindacale...

paolo emidio angelini, roma Commentatore certificato 13.04.17 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Cremaschi dice cazzate: Dopo l’approvazione del testo unico del gennaio 2014, è possibile partecipare a qualsiasi elezione di rappresentanza aziendale se si sottoscrivono le regole elettorali (come in tutte le elezioni democratiche).


Attualmente non vi è una legge sulla rappresentanza sindacale ma solo accordi l’ultimo è quello del 10 gennaio 2015. Accordo che si basa su un modello di sindacato neocorporativo e collaborazionista, il quale prevede che le varie sigle sindacali assicurino preventivamente il rispetto degli accordi firmati a maggioranza anche se sono contrarie, altrimenti non possono essere rappresentate in quella determinata azienda e scattano pure delle sanzioni se qualcuno si permette di scioperare. In sostanza si potrebbe dire l’eliminazione dello sciopero. Con il Testo Unico, e secondo le volontà di Cgil, Cisl, Uil e governo, si intende un sindacato corporativo di stampo prettamente fascista, dove i lavoratori sono inquadrati genericamente in un’unica sigla, mentre sono emarginati ed esclusi tutti coloro che aderiscono a un sindacato che abbia qualsiasi velleità di contrastare industriali e governo, perché l’unico ruolo concesso ai lavoratori è quello di sacrificarsi per la propria borghesia nazionale nel contesto della competizione capitalistica globale. Il “modello Marchionne”. I lavoratori devono poter eleggere liberamente il proprio rappresentante sui luoghi di lavoro magari su schede bianche scrivere il nominativo, come avveniva negli anni 70 con i consigli di fabbrica, la democrazia sindacale deve essere intesa come una democrazia di movimento che non ammette deleghe in bianco e senza controllo, che poggia sul protagonismo dei lavoratori nella lotta e nella gestione della vita sindacale nei luoghi di lavoro anzitutto, ma anche al di fuori. Voglio ricordare che attualmente Cremaschi milita nelle file della USB che ha aderito al testo unico sulla rappresentanza…

Tommaso Pirozzi 13.04.17 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Questo passaggio è una cazzata e cremaschi lo sa bene:
"Nel mondo del sindacato non può succedere che una lista nuova si presenti alle elezioni delle rappresentanze sindacali aziendali, cioè quelle che hanno il compito di tutela immediata dei lavoratori nei luoghi di lavoro in tutte le aziende sopra 15 dipendenti, pubbliche e private. Le rappresentanze sindacali possono essere solo nominate dalle organizzazioni precedenti, cioè addirittura neanche elette, oppure se elette, solo tra liste di chi c'era prima, cioè di sindacati e organizzazioni già firmatari di contratti."

È una cazzata in quanto possono presentare liste per le elezioni RSU:
- le associazioni sindacali firmatarie dell’accordo sulle Rsu, o ad esso aderenti, e del Ccnl applicato nell’unità produttiva;
- le altre associazioni sindacali formalmente costituite
che:
a. accettino con formale sottoscrizione il regolamento sulle Rsu;
b. raccolgano le firme di almeno il 5% dei lavoratori elettori nel collegio nel quale intendono presentarsi.

Esistono decine di sindacati che si presentano regolarmente alle elezioni.

Alberto Ligato 13.04.17 10:03| 
 |
Rispondi al commento

http://www.beppegrillo.it/2009/09/i_sindacati_sco.html

Maurizio Galeone, Grottaglie(ta) Commentatore certificato 13.04.17 09:52| 
 |
Rispondi al commento

http://www.aldogiannuli.it/sindacato-schifo/

Maurizio Galeone, Grottaglie(ta) Commentatore certificato 13.04.17 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Cremaschi deve anche avere il coraggio di scrivere e dire chiaro e forte a coloro che ancora sono iscritti alla famigerata Triplice con i loro segretari dai stipendi di 12.000 euro al mese e pensioni di 9.000 euro : STRACCIATE l'iscrizione immediatamente !

enzo 13.04.17 09:40| 
 |
Rispondi al commento

http://espresso.repubblica.it/inchieste/2015/09/17/news/quanti-miliardi-incassano-i-sindacati-i-bilanci-segreti-di-cgil-cisl-e-uil-1.230063

Maurizio Galeone, Grottaglie(ta) Commentatore certificato 13.04.17 09:40| 
 |
Rispondi al commento

OT..?? Rendono,..e sì! Rendono molto più della droga....!!


http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/04/12/frontex-le-ong-fanno-un-terzo-soccorsi_97c60ace-e8ba-4fca-9b80-5fb325398cff.html.

Bobo 13.04.17 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Secondo Di Pietro essendo esperto di inchieste giudiziarie ( magistrato ex-mani-pulite) il caso Consip si ridurrà a una montagna che partorirà il topolino.

Viste le percentuali dei sondaggi che danno il PD quasi scomparso sappiamo chi sarà il topolino partorito!

La sottosegretario all'economia Paola de Micheli renziana-doc del PD sul caso Consip non sa più come rispondere né come difendere il Marroni! E' arrivata alla disperazione dicendo il loro contrario: è il M5S che ha paura del PD!..ah,ah,ah,ah! De Micheli? Ma cosa ci dici mai..ah,ah,ah,ah!

Sono stati istruiti dal politichese di Andreotti: nella disperazione totale, dovete ribaltare agli avversari quello che sapete vi appartiene!

Sono finiti ! E i sintomi ormai ci sono tutti, tutti molto evidenti...ah,ah,ah,ah!

Aldo B. 13.04.17 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Adesso ci stiamo avvicinando anche alle associazioni sindacali????:_(

Maurizio Galeone, Grottaglie(ta) Commentatore certificato 13.04.17 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Affinchè un sindacato tuteli una categoria è necessario che non abbia interessi nascosti opposti.
I bilanci dei sindacati, pur talvolta pubblici e chiari, sono privi del consolidato di tutti i livelli (territoriale, regionale e nazionale) e settori (confederali e di categoria) impedendo di ricostruire con precisione i dati complessivi (si può aggiungere che la perdurante indisponibilità del dato aggregato può indicare una concreta volontà del detentore dello stesso di impedire la conoscenza della propria “struttura” economica):
poiché le attività finanziarie dei sindacati sono quantitativamente decine di volte superiori agli introiti dell'attività di rappresentanza degli interessi degli iscritti si può ipotizzare che l'organizzazione preferisca orientarsi nel proteggere tali attività economicamente rilevanti anche a danno degli iscritti.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 13.04.17 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da Genovese sono dispiaciuto del fatto che, se le notizie della non presentazione della lista M5S a Genova sarà confermata, ancora una volta non ci sarà un'alternativa di cambiamento..... tutto rimarrà nella solita immutabile staticità! Peccato

Edoardo Brandone 13.04.17 09:19| 
 |
Rispondi al commento

ABBIAMO SCHERZATO

L’inchiesta Consip è tutta una balla.Non è vero che determinati imprenditori con l’aiuto della politica,dei parenti e degli amici della stessa,hanno vinto appalti miliardari in maniera truffaldina.Magari quegli stessi appalti potevano essere vinti da aziende più oneste e in numero maggiore che con la politica non hanno nulla a che fare,ma questa è una questione di merito del tutto irrisoria in Italia.
E’ falsa anche la questione dei pizzini,dei favoreggiamenti da parte di certi ministri e certi generali a vantaggio degli indagati,le intercettazioni,le testimonianze,gli incontri segreti.
Tutto invano,la magistratura,l’impianto accusatorio,le inchieste dei giornalisti,i pedinamenti e gli appostamenti degli investigatori, insomma si tratta solo di un brutto tiro all’ex presidente del consiglio.
Oggi l’unica notizia che conta,in questo clima di mai finita campagna elettorale,è la presunta sbadataggine di un carabiniere del Noe che ha confuso la registrazione di italo bocchino addebitandola a quella di papà renzi.
Alla politica basta questo notizione dei suoi media per rimettere le cose a posto,per querelare,per denunciare a destra e a manca e recitare così la parte dell’offeso.Ogni volta il consenso si rifà il trucco di fronte agli elettori,non conta più nulla,addirittura si rende invisibile l’intero potere giudiziario con una unica “sbadataggine”,per ribadire ai cittadini “avete visto?Noi possiamo invalidare ogni cosa e tornare innocenti ”.Basta depistare,negare all’infinito,comprare,corrompere,confondere le acque e soprattutto sparare la notizia giusta nel momento propizio.
La realtà è un'altra cosa.Se così non fosse sarebbe scomparso anche l’enorme debito pubblico che ci opprime,la disoccupazione,la povertà,le iniquità sociali.La vita dei cittadini non cambia mai,la pressione fiscale è sempre più alta e la gente lascia i suoi luoghi natii ogni giorno per cercare altrove la giusta collocazione.
Chi di balle ferisce,di balle perisce.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 13.04.17 09:15| 
 |
Rispondi al commento

ANALISI DEL NUOVO DECRETO SULL'IMMIGRAZIONE APPROVATO DALLA CAMERA, NON CAMBIA NIENTE;

Dopo gli accordi inutili con paesi del nord Africa in particolare con mezzo governo della Libia con effetti negativi e un aumento nel 2017 di flusso immigratorio del 30% in più delle stesso periodo del 2016 e come sempre per la "necessità più urgenti" un aiuto di 200 milioni di euro per fermare invasione, i soldi probabilmente servivano per avere il consenso del nuovo mezzo governo della Libia non per fermare l'immigrazione.

Il decreto "Minniti" cosa prevede;

-26 SEZIONI SPECIALIZZATE che faranno lo stesso lavoro della questura, ma i criteri per riconoscimento del richiedente asilo non si para!
All'interno di sezione specializzate lavoreranno personale NON specializzate!
-CANCELLATO UN GRADO DI GIUDIZIO; un nuovo modello processuale che entro 4 mesi dovrebbe definire status del richiedente asilo con sussidio o espulsione senza appello ma ricorribile in Cassazione entro 30gg.
1- E' un grande pasticcio giudiziario, sono 2 categorie coloro che toccano il territorio nazionale, quelli che hanno il diritto di rimanere e quelli che non hanno ma bisogna definire i criteri.
2- In 4 mesi di permanenza da chi vengono gestiti sempre dalle cooperative nei centri improvvisati.
3- In 4 mesi nel caso che immigrato no ottenga il riconoscimento avrà tutto il tempo per andare a un'altro paese Europeo e si trasforma clandestino europeo.
-COMMISSIONI TERRITORIALI POTENZIATE il ministero dell'Interno è autorizzato, per il biennio 2017-2018, a bandire procedure concorsuali e ad assumere fino a 250 unità di personale a tempo indeterminato.
Non viene indicato specializzazioni del personale e i criteri di assunzione, saranno soliti raccomandati dei partiti?
-ADDIO CIE, NASCONO I CPR
cambia il nome ma non la sostanza!!

per realizzare questo decreto inutile che in sostanza non cambia nulla vengono stanziati 19 milioni di euro.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 13.04.17 09:13| 
 |
Rispondi al commento

La posizione espressa da Cremaschi mi sembra logica e ragionevole. Concordo. Credo che il M5S debba favorire il rifiuto delle regole immorali. Buon Voto 5Stelle

Raimondo M., C. C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.04.17 08:54| 
 |
Rispondi al commento

Venghino siori venghino
Più gente entra più bestie si vedono

L'imbonitore ha rotto le pentole,
Mamma mia com'è incattivito
La dichiarazione di guerrraaaa è già stata consegnataaaaa

Deve averla scritta su una carta moschicida

Rosa Anna 13.04.17 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Io amo il movimento perché pensa ai più deboli e agli esclusi .

Leggo e sento quanto sia diffuso il terrore da parte di cittadini, soprattutto anziani, a lasciare anche temporaneamente la casa temendo che venga occupata.
È UN FATTO INACCETTABILE!
Ma stiamo scherzando?
Facciamo sentire la nostra voce su questo tema !

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 13.04.17 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Poche ore fa la notizia relativa al marchio “Prima gli italioti”,
depositato da Dimitri DA Spurgo, compagno di Daniela Santanchè .

Il nome di quello che potrebbe essere un nuovo partito
sovranista,neofascista,squadrista, guidato proprio dalla siliconessa
soprattutto nel caso in cui nella legge elettorale venisse riconosciuto il
premio di mangio-ranza alle coalizioni.

E che la Santanchè abbia idee siliconiche, l'ha dimostrato nell’intervento
della siliconaria azzurra a L’aria che tira.

In primis, il duro attacco a Silvio Berlusconi: “Lui è terrorizzato dal M5s
– spiega a Myrta Merlino - io no, ho il silicone elastico, antisismico!”.

Dunque, afferma: “Lasciamo Alfano e Verdini al Pd, sono più ladri di voti
di noi”.

E ancora, sulle ultime vicende che hanno travolto il M5s, il caso di
Genova, Daniela rimarca: “È assurdo fare un processo a Grillo, anche Renzi,
Salvini e Berlusconi comandano da soli il partito... cioè, comandavano
partiti che ora non esistono più! ”.

Insomma, la Santanchè sembra quasi strizzare l’occhio di plastica al M5s:
l'occhio non né è terrorizzato essendo finto, anche se la spaventa Beppe
Grillo, un uomo solo che ha distrutto tutti i loro progetti perversi.

Aldo B. 13.04.17 08:01| 
 |
Rispondi al commento


il manifessto: "dimaio in peggio"
ciao Stelle, ascoltate la rassegna stampa di radio3:

http://www.radiorai.rai.it/dl/portaleRadio/popup/player_radio.html?v=3


Se tutti i dipendenti decidono tutte le politiche, il consiglio di amministrazione ed i sindacati diventano superflui. I costi di produzione diminuiranno sensibilmente e gran parte della conflittualità lavorativa sarà risolta perché i lavoratori non agiranno contro le loro proprie decisioni. La democrazia diretta dei lavoratori sul loro posto di lavoro eliminerà la frustrazione e la sofferenza di quei dipendenti che oggi non possono decidere niente che riguardi il loro lavoro, e però si oppongono ad alcune decisioni del consiglio di amministrazione e dei sindacati.
Centinaia o anche migliaia di dipendenti potranno discutere e votare usando una TV a circuito chiuso, oppure in video-conferenza, o con altri metodi elettronici di comunicazione. Tutti i dipendenti dovranno discutere queste procedure senza interferenze dall’esterno, e verrà adottata la procedura decisa dalla maggioranza.

marco ., roma Commentatore certificato 13.04.17 07:36| 
 |
Rispondi al commento

I vecchi partiti sono già finiti!

Non vedete che per confondere gli elettori e per paura di perdere le prossime elezioni si stanno tutti mutando ( come serpenti) in Movimento ?

Mdp: non è Movimento dei pentastellati, come vorrebbero far credere, ma il secessionista Mpd = Movimento dei democratici progressisti!

Mns: non è Movimento nove stelle, come vorrebbero confondere, ma l'allemannico Msn = Movimento nazionale sovranista!

Al quale si è aggiunto il siliconico Santanché: Msv = Movimento silicon valley

Map: non è Movimento alternativo pentastellato, come vorrebbero confondere, ma l'alfanico Movimento di alternativa popolare!

Salvini per non essere da meno, stava pensando ad una federazione con tutto il centro destra che voleva siglare con: MpS!

Da potersi confondere come:

Movimento penta Stellato

ma in realtà presentarlo ipocritamente come: MpS = Movimento per Salvini!

Soltanto che qualcuno gli ha fatto notare che andava in conflitto con la banca Mps del Monte dei Paschi di Siena... allora Salvini ha detto: " porca putt.. è vero..ci devo pensare...cazzo!...
aspettate che mi sto concentrando col cervello:

http://media.meltybuzz.it/article-2653473-ajust_930-f1417557287/la-parodia-di-twitter.jpg


Poveretti, non hanno mai avuto idee né voglia di lavorare!

Sono entrati in politica per mangiare a sbafo e a tradimento sulle spalle dei poveri italiani.

Aldo B. 13.04.17 05:16| 
 |
Rispondi al commento

I contro sensi dell Italia e degli italiani: come può lo stesso sindacato rapresentare i lavoratori, e l'azienda dove lavorano allo stesso tempo? Come puo un sindacato avere azioni di un'azienda andando poi a contrattare per i lavoratori che ci lavorano essendo lui stesso datore di lavoro? Come può un sindacato pagare in nero o con i vaucer i propri dipendenti? Se risolviamo questo penso che quello che dice chemaschi si risolva da solo. Auguri Italia e italiani.

bartolini emilio 13.04.17 05:12| 
 |
Rispondi al commento

Argomenti ben presentati e condivisibili.
Conoscendo gli "italians", credo però che nessuno prenderà in seria considerazione, e tantomeno proporrà idee forti sui temi della sicurezza e sulla insalubrità nei luoghi di lavoro.
Tutti uguali i politicanti.

Rassegnato 13.04.17 00:55| 
 |
Rispondi al commento

già ho scritto che l'art. 49 andrebbe attuato per legge ordinaria
"Ai fini della elevazione economica e sociale del lavoro e in armonia con le esigenze della produzione, la Repubblica riconosce il diritto dei lavoratori a collaborare, nei modi e nei limiti stabiliti dalle leggi, alla gestione delle aziende."
insieme all'art.39, citato nel tuo post, rappresenterebbero, anche se attuati, una fabbrica di poltrone..
iniziamo piuttosto da quello che non è vietato, ossia
"che la Repubblica riconosce il diritto dei lavoratori a partecipare, nei modi e nei limiti stabiliti dalle leggi, agli utili delle imprese."
e andiamo al sodo della questione, con il premio di produzione obbligatorio in percentuale e sulla base dei profitto conseguiti
10-15%, parliamone

ALEX SCANTALMASSI 13.04.17 00:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come non essere d'accordo quando si ampliano gli spazi di democrazia ?

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 12.04.17 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Sarei interessata alla discussione che il Movimento 5 stelle ha fatto oggi su democrazia e sindacati nei luoghi di lavoro.
Nel caso si sia tenuta in streming, potete per favore mettere il link? Grazie

Sara Thosta Commentatore certificato 12.04.17 23:47| 
 |
Rispondi al commento

Alla gabbia di La7 il leader fiom, ex amico di Renzi racconta un sacco di cose differenti. Grazie Cremaschi per Avermi aperto gli occhi

Rudy Baccarni 12.04.17 23:23| 
 |
Rispondi al commento

M5S a la Gabbia. Grande Castelli...

Zampano . Commentatore certificato 12.04.17 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Cremaschi,x la sincera analisi dei sindacati confederali legate da sempre ai sindacati industriali,enti statali,bancari,comerciali!! la Fiom già dagli anni 70 siè sempre distinta x la richiesta di democrazia nei posti di lavoro,forse x questo tu sei stato allontanato??oggi il tuo contributo al tema del lavoro è molto importante..Grazie!

Ivo sanna, assemini ca. Commentatore certificato 12.04.17 22:56| 
 |
Rispondi al commento

Benvenuto alla macchina

Benvenuto figliolo,
Benvenuto alla Macchina
Dove sei stato?
Va bene, sappiamo dove sei stato
Sei stato in fila riempiendo il tempo
Attrezzato con giocattoli
E di un manuale da Boy Scout
Hai comprato una chitarra
Per punire tua madre
E non ti piaceva la scuola
E sapevi
Di non essere il buffone di nessuno
Così benvenuto alla Macchina

Benvenuto figliolo,
Benvenuto alla Macchina
Che cos’ hai sognato?
Va bene, ti abbiamo detto noi cosa sognare
Hai sognato un gran divo,
Suonava una magnifica chitarra
Ma pranzava sempre allo steak bar
E godeva a guidare la sua Jaguar
Così benvenuto alla Macchina

https://youtu.be/lt-udg9zQSE

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 12.04.17 22:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao,alle 8,30 sulla 7 pinocchio da firenze ,poi alle 9,30 alan fridman,giorgino e la bonaccorti,se non fosse che la dovrei ricomprare avrei spaccato volentieri il televisore, FRIDMAN MA VAI A RACCONTARE CAZZATE AL TUO PAESE NOI DI TE NE ABBIAMO LA @@ PIENE,ENNESIMO APPELLO AL BLOG E' IMPORTANTE ALLE PRIMARIE PD ANDARE ANCHE NOI E VOTARE EMILIANO, ALMENO UNA VOLTA PER TUTTE CI TOGLIAMO DI TORNO PINOCCHIO ,NON SI PUO' ASPETTARE 20 ANNI COME ABBIAMO FATTO CON SILVIO che almeno era "simpatico" meditat gente meditate

giuliano da jesi 12.04.17 22:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a mio parere, per logica conseguente alla democrazia diretta, una azienda e' una comunita' privata e tutti devono essere connessi via telematica o no e devono partecipare alle decisioni aziendali: il sindacato a tendere non serve come non servono i partiti. saluti gottardo

giampaolo gottardo, go Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 12.04.17 21:53| 
 |
Rispondi al commento

approvo in toto partiamo col piede giusto!

MARCO zappard 12.04.17 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Cremaschi vai a lavorare tu e Landini.

ALESSANDRO DI FORTUNATO, FONTE NUOVA RM Commentatore certificato 12.04.17 21:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nottizie der Frutta?
Cacià ,l'amico tuo che fine a fatto?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.04.17 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non avevo presente questa sentenza della Corte Costituzionale e non mi stupisco che venga ignorata da un parlamento incostituzionale da governi e media collegati.
Il Movimento dovrà chiedere che venga osservata, i lavoratori hanno diritto ad essere rappresentati da sindacati che possono non firmare accordi preventivi con il padrone.

Quanto all'attuale situazione è ora che i lavoratori si muovano per realizzare il sindacato UNICO, libero dai partiti, con regole individuate dai lavoratori stessi.
Una regola fondamentale, penso sia quella di eliminare i distacchi sindacali a tempo indeterminato, ogni carica sindacale non può durare più di due mandati. Il sindacalista deve restare collegato con il suo posto di lavoro, non lo deve dimenticare, sindacalista non deve essere una professione.

Va approfondito l'aspetto dell'articolo 39 della Costituzione, bilanci e rapporti economici, e va
eliminata la legge che consente ai sindacalisti di avere una pensione integrativa (tra l'altro risultata molto ragguardevole) al di fuori della normale pensione di vecchiaia Inps.

maria t., olbia Commentatore certificato 12.04.17 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Estratto (trovato su orizzonte48) :

Ma, nel mondo degli uomini socialisti, esistono idoli che si chiamano unità della classe lavoratrice, conquiste di orario unico, conquista di diritti all’organico, vincoli alle migrazioni interne, diritto al posto, diritto alla occupazione, divieti di licenziamento, che in linguaggio volgare, equivalgono a monopolio di coloro che sono forniti di occupazione ed obbligo dello stato di sussidiare e dar mezzo di vita a coloro che dalle leggi e dall’opera delle leghe sono privati di occupazione. Tutto ciò vuol dire aumenti inutili di costo, diminuzione della produzione, riduzione della capacità di esportare, difficoltà di importare; creazione di miseria. Ma l’uomo socialista adora gli idoli popolari e l’uomo liberale è peritante nel denunciare monopoli supposti vantaggiosi ai lavoratori.
In verità la lotta contro i monopoli dei lavoratori è ardua forse più di quella contro i monopoli degli imprenditori; ma la difficoltà di affrontare il problema non toglie il dovere di affermare la esistenza…” [L. EINAUDI, Intervento statale nell’economia e lotta ai monopoli secondo “l’uomo liberale” e secondo “l’uomo socialista”, in La Tribuna, 5 maggio 1957, 10-19].

"Disintermediare" il sindacato significa che le decisioni vengono sottoposte a tutti via internet ed ognuno vota , questo rende impossibile per i sindacalisti "vendere" la trattativa per fare carriera .

Inutile legiferare la democrazia , ognuno che la vuole fare la mette in funzione .

La nostra economia e'andata in malora nonostante l'art.18 e lo statuto dei lavoratori.

Lo stato deve difendere il lavoro con politiche economiche che proteggano l'economia interna , lasciando alle parti totale liberta' di contrattazione .

Non e' l'art.18 che ferma le delocalizzazioni ma i dazi .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 12.04.17 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Non occorre capire che il lavoro non vuole piu' farsi sentire. Per colpa di qualcuno, forse?????

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 12.04.17 20:42| 
 |
Rispondi al commento

La Ryder cup è salva!
Eddai , smettiamo di essere provinciali e scontati. Calcio, nuoto, karate': basta. Ora deve risuonare nelle case un nuovo ordine: porti tu il bambino a lezione di golf?

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 12.04.17 20:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A PROPOSITO DI LAVORO

"Da lì importiamo solo criminali". Così Di Maio fa infuriare la Romania

Di Maio su Facebook: "L'Italia ha importato dalla Romania il 40% dei loro criminali". Scoppia la bufera. Interviene anche l'ambasciata

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.04.17 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Sono sicuramente disposto a sacrificarmi e a fare lo scudo umano, per il bene del mondo". Antonio Razzi pronto a volare in Corea del Nord per "calmare le acque"......

Poveri noi, poveri loro....!!!

Tony 12.04.17 20:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

anche se non sono un estimatore di Giorgio Cremaschi sono favorevole a questa proposta.

Marco F., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.04.17 19:21| 
 |
Rispondi al commento

L'austerità dell 'Europa si è trasformata in proibizionismo assoluto sulla vita dei cittadini e sulle politiche economiche. Le elezioni a raffica e il proliferare di rappresentanze nel mondo del lavoro e sui diritti umani servono a delegittimare gli stati sovrani e tenere
Impegnati milionii di persone su questioni vecchie come i dinosauri. L'Europa è una pentola pronta a scoppiare per il piacere degli Usa che si vedono isolati e perdenti sullo scacchiere militare internazionale. Altro che economia.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 12.04.17 19:18| 
 |
Rispondi al commento

ottimo post!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.04.17 19:10| 
 |
Rispondi al commento

O.t.
Vorrei sapere perché il candidato sindaco di trapani non è passato sotto votazioni on line.
Chi lha scelto?non dovevano essere o cittadini a scegliere?..
Qualcuno mi sa dare una risposta??

Giuseppe C. Commentatore certificato 12.04.17 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Ognuno si è fatto il sindacato che vuole, alcuni, pochi, per supplire all'sssenza totale di politiche chiare del governo centrale che non ha mai programmato un piano industriale a lungo periodo. Gli altri sono corporazioni dei partiti che pensano di fare politica nazionale dividendosi la torta per tenere buoni gli elettori. Poi adesso il pd si è ridotto a fare le proposte di legge in tv da vespa. Roba da manicomio criminale e come direttore ci mettiamo pittella.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 12.04.17 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo e voterò` per la eliminazione dell'articolo 19 dello statuto dei lavoratori, e` fondamentalmente antidemocratico.

Giovanni Borghini 12.04.17 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera.Questo,è un vecchio sistema che nessuno ha voluto mai cambiare.Oramai,c'è una commistione profonda tra il potere ed i maggiori sindacati. Sono un dipendente postale e, so bene di cosa parlo.... Il mai abbastanza da me compianto,Fidel Castro Ruz, dopo la vittoria a Cuba, e la riforma agraria,una delle prime misure che prese,fu l'abolizione di un certo sindacato, genuflesso e complice del potere,che aveva contribuito ad affamare un'intero popolo. Fidel docet.
Stefano.

Stefano 12.04.17 18:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

segnalo un mio post sul forum : http://www.movimento5stelle.it/listeciviche/forum/2017/04/a-breve-questo-forum-sara-bloccato-parzialmente-o-chiuso-del-tutto.html

claudio mondini, guastalla re Commentatore certificato 12.04.17 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ricomincia "L'abbuffata"!!! Presto, presto salgono...lentamente, lentamente scendono...Lo Stato spremi-cittadini....

http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2017/04/12/prezzi-benzina-diesel-salita-inarrestabile_67pTOp1VNWhd0KVG3iwe7M.html

Tony 12.04.17 17:50| 
 |
Rispondi al commento

..uno del M5 se ne accorto....e gli altri...


http://www.adnkronos.com/fatti/politica/2017/04/12/criminali-romeni-maio-insiste-dicono-dati_kwNZ2uR4TEtFMvQbxOTWXK.html

Er Cicala 12.04.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento

L'art 39/2°c./Cost.dovrebbe essere finalmente ratificato. Obbligare il sindacato a divenire persona giuridica, vorrebbe dire maggiore democrazia interna.

Aureliano ., Este Commentatore certificato 12.04.17 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Lo aspettavate?...è arrivato il Pinocchio del Blog.... suvvia togliti la segatura che hai in testa ..poi vieni a postare...
Sicuramente la merda prenderà il posto della segatura.
Anticipi sempre la tua venuta con un altro nick?
Ebbene sappi che un vfc te lo prendi sempre da me!
Ci vediamo su no-censura vero?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.04.17 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe necessario risolvere il "conflitto di interesse" dei sindacati.
Non é possibile che l'organizzazione sindacale rappresentante dei lavoratori sia in affare coi padroni e con lo stato (caf, patronati, fondi pensioni, società di gestione lavoro interinale, società di formazione lavoro, società di collocamento private, assicurazioni, ecc. ecc.).
E' fin troppo evidente la commistione malsana tra rappresentare i lavoratori e fare affari coi padroni.

tonino basile 12.04.17 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Tutto quanto detto in questo secondo punto non fa una grinza,anzi finalmente si chiarisce il motivo per cui lo strumento sindacale non riusciva e non riesce ad ottenere risultati. Cioè si fa giustizia sul fatto di aver sempre sparato nel mucchio, senza sapere che il moderatismo ed il consociativismo delle organizzazioni che avrebbero dovuto difendere i lavoratori, era ed è legato ad una costrizione per Legge. È giustissimo il ripristino della democrazia e quindi della possibilità di partecipare o farsi rappresentare come meglio si crede. È altresì necessario però creare delle regole che SEMPLIFICANO LA RAPPRESENTANZA E LA PARTECIPAZIONE, cioé dei requisiti minimi di partecipazione ai gruppi autonomi o di rappresentanza sindacale, per rendere agevole l'interlocuzionecon la controparte. Altrimenti si rischia di generare tanti gruppuscoli autoreferenziali.

NICOLA DI VAIO, Napoli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.04.17 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Tra i tanti poteri c'è' anche il potere sindacale che appunto i sindacati difendono; questo sistema va bene anche ai datori di lavoro che preferiscono avere interlocutori "istituzionali" con linee politiche ben definite e prevedibili. Rappresentanti dei lavoratori sciolti sarebbero meno controllabili. Anche in fabbrica la democrazia è' "guidata".

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 12.04.17 15:34| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
Tra le tante ridicole parole che siamo costretti a sentire, quelle di questi ultimi giorni raggiungono il massimo dell’irragionevolezza: “I cittadini e le imprese dei luoghi terremotati, non pagheranno le tasse per due anni”
Dio che notizia!
Invece di chiedersi con quali soldi avrebbero potuto pagarle e soprattutto in base a quali guadagni, i tromboni nei tg strombazzano come una grazie questa scemenza. Chissà se il popolo coglione anche questa volta si beve questa ennesima presa in giro.
Se è così siamo per davvero ridicoli e il resto mondo ha ben ragione di ritenerci dei poveri idioti. Se dinanzi a scemenze simili, ci si sente grati a questi non inutili, ma dannosi buffoni, che paghiamo milioni svenandoci, hanno ragione di raccontare balle spaziali da mane a sera, visto che servono ad ottenere il consenso.
Questo popolo rincoglionito dalle balle non si chiede perché a chi guadagna montagne di euro e li nasconde nei paradisi fiscali per non pagarci le tasse, lor signori invece di sequestrargli tutto quello che posseggono in Italia, li graziano facendo rientrare i miliardi evasi, pagandoci solo una ridicola penale di pochi centesimi, mentre ad un disgraziato rimasto senza lavoro e non potendo più pagare il mutuo della casa dove vive, gliela sequestrano fregandosene se dalla disperazione quel disgraziato si uccide.
Governare un popolo di pecoroni deve essere una pacchia per questa indegna classe dirigente, che invece di proteggerlo il suo gregge, apre la stalla ai lupi lasciandoli squartare senza pietà.

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 12.04.17 15:15| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro presidente vive in un altro mondo.
Figura barbina ieri in Russia. Il nostro presidente ha ripetuto a Putin, che lo ascoltava con noia sempre crescente, le stesse parole vuote che dice in Italia. Bisogna fermare la guerra in Siria lasciare le armi rivolgersi all'ONU per dirimere le divergenze. La Russia deve accettare le decisioni della comunità internazionale bla bla bla. Le parole di chi non si schiera mai piene di pietosi generici buonismi che non hanno mai portato a nulla. Ma dove vive?
Neanche una parola sulle stupide ridicole masochiste sanzioni Italiane alla Russia che hanno portato miliardi di danni alla nostra industrie. Questi personaggi di altri tempi non hanno capito che devono farsi da parte perché il loro vuoto tempo e' finito da un pezzo.

ferri 12.04.17 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era ora che il M5S iniziasse l'ennesima battaglia contro il vecchio sistemino di potere super collaudato che ovviamente comprende i tre principali sindacati, proprietari d'immobili tipo e come il Vaticano e tante altri introiti da capogiro. Perché a prenderlo nel culo sono sempre quegli operai e quei lavoratori che questi tre sindcacati inciucioni dicono di difendere? I Tre Caballeros devono essere smantellati assieme a tutto quel "carrozzone" italico (parola di pannelliana memoria che rende benissimo la scatafascio zingaresco in cui ci riducono da troppo tempo) che ci pone agli ultimi posti delle classifiche mondiali anche al di sotto di paesi del cosiddetto terzo mondo, in molti settori. Tra questi ultimi tanto per dirne uno non da poco e di attualità, leggi Unità, è quello appunto dei giornalai. Stavolta quando gli italiani potranno andare a votare spero che non ci rimandino cinesi e albanesi sennò scoppia veramente la rivoluzione! La gente s'è rotta i coglioni degli sbruffoni e dei soliti noti al potere!

rino lagomarino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.04.17 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Tutti armati o pene vere e pesanti per chi delinque ! Non possono toglierci il primo diritto di tutti , animali compresi , la difesa personale ! Il Movimento andrebbe al 60 per cento se cavalcasse questo inamovibile diritto !

vincenzodigiorgio 12.04.17 15:04| 
 |
Rispondi al commento

Io sono pienamente d'accodo con Cremaschi e con chiunque altro voglia farla finita con quei sindacati che da cinghia di trasmissione dei partiti si sono trasformati in cinghia di trasmissione dei padroni. Le eccezioni (ce ne sono, e pure tante) non cambiano le cose. Anzi, come sempre, confermano la regola

STEFANO BOCCARDI, BARI Commentatore certificato 12.04.17 15:01| 
 |
Rispondi al commento

ma fate ancora parlare cremaschi?....".ah venghi bene" se dice giu' da me in curva sud........

Er Caciara ..... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.04.17 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Grande Luigi Di Maio................

importiamo il 40 per cento della delinquenza romena........ e delocalizziamo in Romania, tantissima industria italiana............

Er Caciara ..... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.04.17 14:55| 
 |
Rispondi al commento

Forse il problema non è solo Fiom,ma le tessere e la suddivisione fra i lavoratori,perchè con gli stessi problemi,hanno evidentemente una cultura partitica diversa...Sindacati= Partiti!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 12.04.17 14:53| 
 |
Rispondi al commento


ot

""Di Maio ha parlato di una importazione dalla Romania del «40% dei loro criminali». Come dire che quasi un romeno delinquente su due si sarebbe trasferito armi e bagagli nel Belpaese""

""Un attacco a Di Maio arriva però da Gianni Pittella, presidente del gruppo dei Socialisti e Democratici all'Europarlamento: «Ma come può la terza carica dello Stato, un esponente di spicco del M5S lasciarsi andare a idiozie del genere sul conto di un intero popolo, quello rumeno, che tanto ha dato in termini umani, sociali ed economici all'Italia. Non si tratta di razzismo ma ahimé di becera ignoranza. Torna a studiare Di Maio. Risparmiaci il tuo quotidiano festival delle idiozie».""
12 aprile 2017


"Governo romeno: 40% dei ricercati è in Italia...., il governo romeno forniva le cifre: in italia si trovano attualmente circa 2.700 cittadini romeni che sono in carcere in attesa di giudizio o condannati in via definitiva, e sempre sul territorio italiano si trova anche il 40% dei romeni ricercati con mandato internazionale. Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia romeno, Catalin Preodiu, nel corso di una conferenza stampa a Bucarest, in cui ha sottolineato che le procedure per l'estradizione dei romeni ricercati "stanno incontrando difficoltà". Il ministro ha quindi fatto appello ai "magistrati italiani a fare il possibile affinché le procedure vengano accelerate"."

Catalin Preodiu 23 febbraio 2009

certo..son passati otto anni... forse i numeri non sono gli stessi... ma gianni ha esaggerato...certo non che mi aspettassi di meglio da un renzista...questo passa "la ditta"...

pabblo 12.04.17 14:40| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori