Il Blog delle Stelle
Le ONG umanitarie: George Soros e la crisi europea dei rifugiati

Le ONG umanitarie: George Soros e la crisi europea dei rifugiati

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 97

di Maria Grazia Bruzzone

Nel panorama frastagliato delle Ong umanitarie che abbiamo delineato nei post precedenti, già emergeva il ruolo centrale del controverso magnate, finanziere e ‘filantropo’ americano di origini ungheresi George Soros, e della sterminata rete di Ong che fanno capo alla sua Open Society Foundations – OSF basata a New York, con le sue varie diramazioni che si estendono in 37 paesi.

Attiva dal 1983 come Soros Foundation in Ungheria e presto nell’Europa Centrale e Orientale per ‘aiutare a uscire dal comunismo e diffondere ideee anti-totalitarie e capitaliste’, diventa Open Society nel 1993 ma solo nel 2010 Open Society Foundationsche raggruppa tutte le fondazioni nel frattempo sparse nel mondo, enorme rete a sostegno dei Democratici in patria e di una globalizzazione economica e politica, liberista, ‘imperiale’ e anti-Russa nel mondo - ben oltre la “ Open Society and its Enemies”, il libro di Karl Popper del 1945 dal quale si è ispirato il suo nome.

Negli Usa la vasta rete dell’OSF funziona da supporto al partito Democratico e alla sua politica. Nel resto del mondo, con l'appoggio del Dipartimento di Stato e di organismi bipartisan come NED-National Endowment for Democracy e USAID (braccio pubblico della CIA) ha un ruolo centrale nel supportare la politica estera americana, fino al sostegno di ‘rivoluzioni colorate’ e regime change. Clamoroso il caso dell’Ucraina.

La sua estensione in Europa, l’Open Society Policy Institute di cui abbiamo parlato nel post n.2, programmaticamente si propone di “ influenzare e dare forma alle politiche dell’Unione Europea per assicurare che i valori della società aperta siano al cuore dell’azione dell’UE, sia all’interno che all’esterno dei suoi confini” .
Aperta anche all’immigrazione, centrale negli obiettivi e nelle azioni dell’ OSF e delle sue Ong . Umanitarie, ma fino a un certo punto. Obiettivi umanitari, politici e economici si intrecciano.

SOROS, MIGRANTI E RIFUGIATI.
Tenendo anche conto dell’invecchiamento della popolazione in Occidente, specialmente in Europa, e della bassa natalità, aprire le porte agli immigrati è essenziale per il sistema economico-finanziario e per l’élite che lo governa di cui Soros è uno dei fulcri. Oltre ad essere un modo per alleggerire la pressione in regioni (il M. O., l’Eurasia) e continenti (l’Africa) dove sono in atto interventi e guerre che sono parte integrante della strategia geopolitica americana e occidentale. Anche in funzione di contrasto dell’espansione della Cina e dei paesi BRICS.
Vedremo come questi scopi di fondo si mescolino a interessi diretti delle corporations.

Lo scorso settembre (2016), nel pieno della crisi europea dei rifugiati, mentre Angela Merkel si pentiva pubblicamente di aver accolto l’anno prima un milione di profughi in Germania, sul Wall Street Journal appariva un editoriale a firma George Soros in cui il finanziere annunciava che avrebbe investito $500 milioni per incontrare i bisogni di immigrati e rifugiati, spiegando il perchè del suo gesto. L’America era in piena campagna elettorale, e l’immigrazione era un tema cruciale nella campagna della destra nazionalista e anti-musulmana di Donald Trump.

“Confermando ancora una volta di essere il silente burattinaio dietro alla crisi europea dei rifugiati…” scriveva Zerohedge – forse esagerando - nel raccontare la novità non da poco. E richiamava quanto emerso in proposito un mese prima dai DCLeaks, oggetto di un post precedente dello stesso ZH , molto pesante nell'insinuare la parte giocata dal finanziere nelle crisi degli immigrati.

Soros e la crisi europea.
“La crisi dei rifugiati in Europa è la ‘nuova normalita’ – e dovrebbe essere accettata in quanto tale;
l’OSF ha avuto successo nell’influenzare la politica globale dell’immigrazione;
la crisi europea dei rifugiati presenta ‘nuove opportunità ‘ per l’organizzazione” .
Questi i tre punti chiave, segnalati da Zerohedge, nel memo di 9 pagine del 12 maggio ( Migration Governance and Enforcement Portfolio Revew) scritto da due funzionari dell’OSF e trapelato dai DCleaks, i files piratati e resi pubblici da un gruppo americano (vedi post n.2), in piena campagna elettorale, una vasta parte dei quali sono i Soros Leaks.

Nell’introduzione, gli autori del memo parlano dell’ ‘efficacia degli approcci‘ che hanno adottato ‘per ottenere un cambiamento a livello internazionale’. E in una sezione intitolata Our work, il nostro lavoro, descrivono come abbiano lavorato ‘ con leaders sul campo’, ‘per dar forma alla politica dell’immigrazione e influenzare i processi globali che si ripercuotono sul modo in cui l’immigrazione è governata e sostenuta”.

“Ciò può essere interessante soprattutto per i tedeschi, alla maggioranza dei quali non piacciono le politiche della ‘porta aperta’ della Merkel, specie dopo i recenti attacchi terroristi in Germania”, commenta ZH, alludendo a un influsso diretto della OSF sulla politica della Cancelliera (che nel frattempo stava correggendo il tiro, premuta dalla sua opinione pubblica).

“Dobbiamo sostenere personaggi sul campo che si attivino per cambiare politiche, regole e regolamenti che governano l’immigrazione” si legge nella sezione Our Goals, i nostri obiettivi. E più avanti “ Abbiamo sostenuto iniziative, organizzazioni e reti il cui lavoro si lega direttamente ai nostri scopi nei corridoi” .

In un'altra sezione si cita l’IMI [ International Migration Institute che fa capo all’università di Oxford, UK] che inizialmente aveva identificato alcune organizzazioni capaci di impegnarsi sull’immigrazione a livello globale e internazionale…. E ha avuto un ruolo centrale nello stabilire e suggerire gli obiettivi di due nuovi fondi [del Programma Europeo per l’Integrazione e la Migrazione] sul Sistema Comune Europeo di Asilo (CEAS) e la detenzione degli immigrati.
Ancora più importante, sottolinea ZH, è il fatto che il memo “spiega come la crisi europea dei rifugiati stia aprendo le porte per l’organizzazione di Soros per influenzare ulteriormente la politica globale dell’immigrazione.”

“La crisi dei rifugiati - si legge - sta aprendo nuove opportunità per ‘un coordinamento e una collaborazione’ con donatori abbienti”.

“I governi devono giocare un ruolo di leader nell’affrontare la crisi creando un’infrastruttura fisica e sociale per migranti e rifugiati. Ma è necessario anche incanalare la forza del settore privato”.

Nelle conclusioni, si ribadisce la necessità di accettare l’attuale crisi europea come “nuova normalità’.

…Guardando le risposte dei nostri partner, osserviamo che poca attenzione viene data a una pianificazione a lungo termine o ad approcci fondamentalmente nuovi al patrocinio”. Si mette poi l’accento sul bisogno di respingere la “crescente intolleranza nei confronti dei migranti”. Come?

Per promuovere l’agenda Rifugiati l’organizzazione di Soros ha bisogno di alleati.
Nel post n. 2 abbiamo visto come l’ Open Society European Policy Institute abbia
Predisposto un memo intitolato “Alleati affidabili nel Parlamento Europeo 2014-2109" in cui annota l’importanza di costruire 'relazioni durature e degne di fiducia’ con europarlamentari ‘credibili nel sostenere il lavoro di Open Society’. Una sorta di mappatura degli europarlamentari attuali già convinti o propensi ad appoggiare i valori della Open Society (è il file centrale dei tre che vengono fuori, qui un nudo elenco dei 226 nomi)

Ce n’è abbastanza per tornare all’editoriale del WSJ, e capirne meglio il senso.

SOROS AL WSJ: perché investo $500 milioni sui migranti (fatelo anche voi, è pure un business).
Soros richiamava la Call for action - la chiamata all’azione del presidente Obama, che aveva chiesto ai privati di giocare un ruolo più incisivo nel venire incontro ai problemi posti dall’immigrazione forzata. Decine di milioni di persone che fuggono dai loro paesi in cerca di una vita migliore altrove, scappano da guerre o regimi oppressivi, o sono indotti da povertà estreme, premetteva il finanziere.

“Come risposta ho deciso di destinare $500 milioni ad investimenti indirizzati ai bisogni di migranti, rifugiati e comunità ospiti. Investirò in startups, società già esistenti, iniziative di impatto sociale e business fondati dagli stessi migranti e rifugiati. Sebbene la mia preoccupazione principale sia aiutare migranti e rifugiati che arrivano in Europa, cercherò buone idee che li aiutino in tutto il mondo”.
Tra gli esempi Soros citava l’emergente tecnologia digitale, promettente nell’offrire soluzioni a problemi che si trovano ad affrontare i profughi, come riuscire a contattare i governi o i servizi legali, finanziari, sanitari. Società d’affari - scriveva - stanno già investendo miliardi di dollari per sviluppare tali servizi per comunità di non-migranti.

Soros citava il denaro che si muove istantaneamente via smartphone, gli autisti che trovano clienti nello stesso modo, e come un dottore in America può avere un paziente in Africa. "Estendere queste innovazioni ai migranti aiuterà a migliorare la qualità della vita a milioni nel mondo", scriveva.

Eppure il finanziere-filantropo sentiva il bisogno di rassicurare sul fatto che “da lungo tempo campioni della società civile, assicuriamo che il nostro investimento conduca a prodotti e servizi che beneficino davvero i migranti e le comunità ospiti” Non solo.
“Lavoreremo a stretto contatto con organismi come l’ufficio dell’Alto Commissario per i Rifugiati nell’ONU (UNHCR) e l’International Rescue Committee- Comitato Internazionale per il Soccorso per stabilire principi-guida ai nostri investimenti”.

Benemerita OSF? In fondo non solo ‘salva’ i profughi ma li vuole aiutare a destreggiarsi. (Perché non aiutare invece i ‘poveri’ dei paesi europei? si chiede un post italiano di Orizzonte48. Osservazione pertinente che però ci porterebbe troppo lontano).

Al di là delle belle parole, in quel che appare un appello ad altri investitori f suoi pari affinché si uniscano alla sua missione, Soros sembra sottolineare molto chiaramente il ritorno economico della faccenda: migranti e rifugiati saranno e sono già oggi dei consumatori, utenti di servizi che i privati possono fornire, anche sostituendo servizi pubblici inadeguati o sicuramente meno efficienti, magari anche usufruendo di sovvenzioni statali/europee.
L’immigrazione come business insomma, per chi sa coglierlo.
Anche favorendo direttamente l’arrivo di migranti & profughi come sostiene ZH?

TRAFFICI SOSPETTI CON LA LIBIA.

Il dibattito ferve oggi sulle Ong che contribuiscono a salvare i profughi in arrivo in Italia dalla Libia, alimentato dalle destre pregiudizialmente anti-immigrati.

GEFIRA, il sito che per primo ha monitorato tra ottobre e novembre 2016 il traffico di navi di alcune Ong che si spingono fin sotto le coste libiche ( ripreso da Zerohedge con aggiunte ), arrivando a indicare complicità con i trafficanti e con alcune capitanerie italiane; e inducendo Frontex a preoccuparsi, già a dicembre 2016 segnalava il FT (qui e qui, qui già a dicembre 2015), citava alcune Ong 'sospette'.

Tra queste Médicins Sans Frontères risulta effettivamente fra i partners dell' Open Society Foundations, come segnalato nel nostro post n. 2. Mentre la maltese MOAS- Migrants Offshore Aid Station fondata dalla coppia Regina e Christopher Catrambone, che secondo ZH avrebbe donato $416.000 dollari alla campagna elettorale di Hillary Clinton, a sua volta avrebbe ricevuto $500.000 da AVAAZ, Ong legata a MoveOn.Org, organizzazione Democratica finanziata direttamente da Soros. I Catrambone hanno negato collusioni con trafficanti e ogni altra scorrettezza.

SERVIZI MINIMI MA UTILI AI PROFUGHI.
Privati e Ong intanto si stanno già dando da fare nel fornire quanto meno servizi minimi ai profughi, a quanto emerge da vari post di GEFIRA.

Proponiamo la traduzione italiana fornita da associazioneeuropalibera. Abbiamo controllato i siti. E tuttavia, vien fuori che l’ “assistenza “di cui si parla non è una novità ma risale al 2015, anno della ‘crisi’ dalla Siria, via Turchia, dove venivano verosimilmante distribuiti i manuali multilingue ricchi di utili consigli di cui si parla. Del 16 settembre 2015 è del resto lo scoop di SkyNews a 'scoperto' i manuali. Che poi c’entri Soros è da dimostrare, SkyNews non ne parla. Se pure non riferite direttamente alla Libia, appaiono notizie interessanti.

Il corrispondente di SkyNews Jonathan Samuels e il suo team hanno scoperto un manuale cartaceo, stampato in arabo , sulla riva dell’isola di Lesbo, che fornisce ai migranti informazioni dettagliate sui percorsi, numeri di telefono importanti, le organizzazioni non governative che aiutano i migranti e sui loro diritti in paesi di destinazione. WatchTheMed (watchthemed.net e alarmphone.org) e w2eu (w2eu.info e w2eu.net) sono tra le organizzazioni elencate in questa guida approssimativa.

Il sito w2eu.info, in un post dal tiolo “informazione indipendente per rifugiati e migranti che arrivano in Europa” , ci racconta che intende sostenere gli sforzi dei migranti perché “la libertà di movimento è un diritto di tutti”. I suoi attivisti, che si trovano in differenti paesi UE, affermano che prestano il loro lavoro gratuitamente. Il sito fornisce informazioni su argomenti quali: i Contatti, una Panoramica, la Sicurezza in mare, il trattato Dublino III in materia di Asilo, Genere, Minori, Regolarizzazione, Detenzione, Deportazione, Soggiorno, Famiglia, Assistenza medica, e Lavoro relativi a tutti i paesi dell’UE.

Per esempio, sotto il titolo di Sicurezza in mare, il migrante – al quale viene fornito un numero di emergenza satellitare operativo h 24 - viene informato che può chiamare WatchTheMed, che a sua volta informerà dell’avaria o del naufragio la Guardia Costiera, coordinerà l’operazione di salvataggio delle imbarcazioni in pericolo; diffonderà tra i media la notizia ed eserciterà una pressione (morale) sulle autorità centrali o locali perché agiscano.

Sotto il titolo Genere i migranti vengono ragguagliati sui loro diritti; per esempio in Danimarca, dove, se dicono di essere perseguitati, discriminati, degradati o altrimenti trattati in modo disumano a causa del loro sesso o dell’orientamento sessuale, non saranno deportati . Alla voce Deportazione si indica al migrante come evitare di essere deportato o come rendere inefficace una tale decisione. Alla voce della Famiglia, per quanto riguarda l’Austria, si spiega come opera il diritto al ricongiungimento familiare. E così via.

Lo stesso sito fornisce volantini, istruzioni e “biglietti da visita” da stampare in lingue come l’inglese, il francese, l’arabo, il farsi il pashtu, tigrino (Etiopia ed Eritrea) e il somali. Il biglietto da visita di WatchTheMed illustra l’allarme via telefono su un lato e una breve guida su due casi: Pericolo in mare e Pericolo di respingimento.

L’opuscolo intitolato “I rischi, i diritti e la sicurezza in mare” (ci sono versioni per il Mediterraneo Occidentale, Centrale e per il Mare Egeo) fornisce istruzioni su come prepararsi per il viaggio in barca attraverso il mare. Al migrante è detto di assicurarsi che la barca sia in condizioni di navigare; che abbia abbastanza cibo, acqua e vestiario; che sia equipaggiata di GPS e di telefono cellulare con le batterie completamente cariche, con abbonamento pagato per le chiamate all’estero; gli si consiglia di informare i suoi parenti e amici nel paese di destinazione, nonché nel suo paese d’origine del luogo e dell’ora di partenza e di arrivo, in modo da sapere quando informare i servizi nel caso in cui l’arrivo stia ritardando; di avere a bordo segnali di allarme per attirare l’attenzione delle navi di passaggio, in quanto ogni capitano ha l’obbligo di salvare la gente di mare, quali che siano le loro nazionalità o status giuridico.

Ancora, lo si istruisce su come comportarsi durante le operazioni di soccorso e, una volta sul suolo europeo, come rivendicare il diritto di asilo ai sensi della Convenzione di Ginevra del 1951. Ai migranti viene detto, senza mezzi termini, che cosa devono dichiarare per ottenere l’asilo, che viene concesso in caso di procedimenti giudiziari per razza, religione, nazionalità, appartenenza a un gruppo sociale o politico. Il migrante è inoltre incoraggiato a segnalare qualsiasi violazione dei suoi diritti.

L’opuscolo intitolato “Benvenuti in Grecia” dell’ottobre 2015, spiega che, anche se ai sensi del regolamento di Dublino, il migrante deve poter chiedere asilo nel primo paese in cui arriva, i paesi dell’UE non hanno ancora rinunciato a questa convenzione; viene suggerito senz’altro di procedere con il viaggio verso l’interno dell’Europa. Lo si informa, inoltre che ai migranti economici, non sarà concesso l’asilo; ancora una volta un chiaro accenno a cosa dire per essere accettato. Si fornisce anche il calendario per i traghetti e le navi complete dei prezzi del biglietto. E ci sono informazioni sulla geografia di Atene, gli indirizzi di organizzazioni umanitarie e pure un breve elenco di frasi utili in greco.
Anche in questo caso, che c'entri Soros resta da dimostrare, sebbene lo zampino di qualche Ong 'amica' sarebbe coerente con la sua agend.

E vero invece che nel 2015 l’ondata di profughi dal Medio Oriente via Turchia fu immane, provocando reazioni di rigetto in vari stati. La Germania ne accolse subito un milione, fino allo stop grazie all’accordo di Merkel con Erdogan che frutta tuttora alla Turchia €6 miliardi in tre anni. Versati dall’UE, non dalla Germania.

La Libia tenta di emulare da Turchia? C’è chi lo sospetta.

Banner_marcia_460x230.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

11 Mag 2017, 11:16 | Scrivi | Commenti (97) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 97


Tags: immigrati, Maria Grazia Bruzzone, ong, soros

Commenti

 

Hanno un po rotto le palle sti migranti

Locali Roma, ROMA (RM) Commentatore certificato 16.05.17 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo intervento di autrice sempre puntuale e documentata. Il suo blog, con anche le due precedenti parti, è qui http://www.lastampa.it/Blogs/underblog.
Il post mi sembra evochi la questione strategica vera, che anche fra noi spesso si sorvola: la correlazione fra i movimenti globali fuori controllo di capitali, merci e servizi e le migrazioni stesse: bene denunciare il business anche criminale (come si vede!) della c.d. "accoglienza", ma fermarsi lì è un po' da struzzi.
Credo che la deregolazione di tutti i movimenti suddetti, compresi quelli di persone, a qualcuno giovi non poco. I migranti NON sono i nostri nemici e i loro paesi continuano a essere depredati e aggrediti dall'occidente, però sono strumenti inconsapevoli della disintegrazione dei loro stessi popoli come di quelli dei paesi di destinazione: non solo come manodopera a basso costo di ricatto ai lavoratori locali, ma anche come fattore di conflitto per l'annullamento della loro e della nostra cultura e identità sociale. Un po' d'immigrazione fa bene perché insegna confronto e comprensione dell'altro, ma troppa, troppo diversificata e tutta insieme è distruttiva.
Per questo, non per altro, andrebbe arginata mettendo in campo ogni ragionevole possibile deterrente.
ONG: il comportamento di alcune anche importanti (non certo Emergency) negli attacchi alla Serbia e alla Siria testimonia della relativa loro funzione ausiliaria nella realizzazione del c.d. "Nuovo Ordine Mondiale".
Soros: al di là dell'assalto a lira e sterlina nel 1992 è noto il ruolo svolto da associazioni sovversive da lui allevate nelle cc.dd. "rivoluzioni colorate" per esempio in Serbia, Georgia e Ukraina. Iscritto ai radicali italiani nel 2012. Da ragazzino in Ungheria accompagnava il finto padrino adottivo nelle operazioni di confisca dei beni degli Ebrei mandati ai campi di sterminio, come lui stesso ammise (https://it.wikipedia.org/wiki/George_Soros). Vedi anche qui http://soros.dcleaks.com/
Marco Signori, Milano/Bagnolo in Piano

Marco S., Milano Commentatore certificato 16.05.17 17:48| 
 |
Rispondi al commento

è una buona politica per l'italia soprattutto. ciò che manca sono adeguati programmi di gestione dell'immigrazione. gli italiani si sa sono colpevoli delle più grandi sciagure dell'italia. questo confronto "forzato" con un problema reale ed esterno ha l'effetto di stimolare un senso positivo, spero, di nazionalità e di responsabilità, altrimenti perso nelle continue giustificazioni e lamentele tipiche degli italiani in ogni situazione.

davide tanzj 16.05.17 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Offriamo i nostri migliori servizi ai nostri clienti a condizione che sia soddisfacente la loro necessità di finanziamento o di rifinanziamento. Quindi, se hai bisogno di prestito, non esitate a contattarci.
Personale Mail: piombiipatrizia@gmail.com
Invia la nostra azienda loanprivate.invest@gmail.com
ecco il nostro numero di WhatsApp: +33755015299

Grazie e buona giornata.

Piombi 16.05.17 01:02| 
 |
Rispondi al commento

"Aprire le porte" ai "migranti" non è "essenziale": i "migranti" non sono una risorsa (come anche la Raggi ha affermato...), ma un aggravio che comporta a catena tanti altri fattori di distruzione del paese.
La "crisi della natalità" e quella dell'impiego nei "lavori che non vogliamo più fare" è dovuta soltanto all'euro, mica al sesso degli angeli: togliete l'euro, e l'italiano farà di nuovo figli e si adopererà in qualsiasi lavoro, purchè adeguatamente pagato (non a 50 cent l'ora, come questi governanti indegni e schiavisti stanno permettendo di far fare ai padroncini e ai caporali che votano per loro...).

Biagio C. Commentatore certificato 15.05.17 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Che c'entri o no Soros poco importa, il punto è che finiscono tutti in Italia e le strutture stesse dello stato e della società italiani ne sono travolti.
Poliziotti pestati o pugnalati come ieri a Milano, ragazze violentate come a Trieste e due giorni fa a Padova, le inquietanti epidemie di meningite e morbillo dovute all'arrivo in massa di decine di migliaia di migranti che arrivano senza vaccini e profilassi, il costo enorme per un paese il cui debito pubblico non è ancora classificato come spazzatura solo perchè la BCE ancora per poche settimane continuerà a comprare i nostri titoli di stato che non vuole più nessuno, mentre un ragazzotto politicamente già giubilato dagli elettori scatena campagne stampa diffamatorie e sondaggi mendaci per cercare di dare di sè un'immagine vincente che non esiste, altrimenti l'eterno intrigante Franceschini non cercherebbe di ottenere l'alleanza di Beelysconi.
Se il PD di Renzi sta sopra il 30% e vola verso il 40 a che gli serve lo striminzito 10 di FI?

mario genovesi 14.05.17 20:25| 
 |
Rispondi al commento

1° La Francia ha bombardato la Libia e fatto uccidere Gheddafi. Perchè non accoglie i "migranti" ? ° Le navi ONG fanno il viaggio verso la Libia a vuoto , perchè non trasportano in Libia gli espulsi e chi non ha diritto di asilo ? ° Perchè i " naufraghi salvati" non vengono portati al più vicino porto (Tunisia) ? 4* Le ONG hanno la missione di salvare i naufraghi . Se non fossero naufraghi sarebbe reato di favoreggiamento dell'immigrazionme clandestina. Ecco spiegato perchè ci sono tanti morti in mare. E' il gioco delle parti : io vengo a prenderti ma tu devi prima affondare. 5° Non mi risulta che ci sia guerra in Tunisia, Bangla desh, Marocco, e quelli che vengono dalla Nigeria o dall'Ucraina (questi via terra) sono renitenti alla leva militare o disertori. 6° se i barconi partono tutti da Sabrata si possono far distruggere sul posto, magari dall'aviazione francese e inglese visto che hanno allegramente distrutto lo stato Libico

LUIGI VERARDO, VENEZIA-MESTRE Commentatore certificato 13.05.17 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per rispondere ad un commento sottostante, la Serracchiani ha detto una sciocchezza, probabilmente vorrà scimiottare la Lega per aggiudicarsi dei voti, come del resto ha fatto il pd, con la legge sulla legittima difesa, che tale scempio stabilisce che di notte si può sparare senza che ci siano gesti di aggressività da parte dell'altro, cioè in poche parole si può sparare a casaccio...poveri figli che magari rincasano tardi alla notte, e magari vengono scambiati per dei ladri.
Tornando alla Seracchiani, lo stupro non è più grave o meno grave in base alla nazionalità di chi lo compie, se passa questo principio viene meno l'altro grande principio che la legge è uguale per tutti, e procedendo di questo passo arriveremo alle leggi raziali come quelle che il fascismo ha emesso ai danni degli ebrei, e quando si inizia un percorso simile non si sa fino a dove può arrivare, come dice bene Berthold Brect in una sua poesia: prima vennero a prendere gli zingari e non feci niente perchè rubavano, poi vennero a prendere gli omosessuali e stetti zitto perchè mi infastidivano....(concludendo)...infine vennero a prendere anche me, non c'era nessuno a protestare.

Donata Saggiorato, Vicenza Commentatore certificato 13.05.17 19:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al G 7 di Bari avranno pianificato i fondi finanziari che dovranno arrivare all'Italia qualora venga eseguito il piano Minniti.
Al G 7 di Taormina pianificheranno i fondi per il collocamento di immigrati in strutture di accoglienza di tipo sparso, adatti per l'inserimento nel territorio. Si va verso il superamento di campi come il C. A. R. A. di Mineo, grandi e ingestibili.
Piccolo e' bello.

Pier 13.05.17 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Le dichiarazioni della Serracchiani sullo stupro da parte di un richiedente asilo politico sono state legittime e di buon senso. Non mi aspettavo questo realismo da un esponente PD.
Non mi aspettavo assolutamente le critiche del M5S. Per favore coerenza ed obbiettività su questo tema così delicato.

Donatella davanzo 13.05.17 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'intervento del M5S in Parlamento a proposito delle dichiarazione della Serracchiani destano il massimo stupore.
La capogruppo alla Camera Federica Dieni ha infatti detto: “Aspettiamo le scuse di Debora Serracchiani per le sue razziste classifiche sugli stupri. Ogni violenza è tremenda”.
Al di là delle ultime 4 parole sulle quali tutti sono d'accordo, l'essersi scagliati contro il buon senso (strano per un esponente del PD responsabile dell'invasione) con più veemenza di quanto abbiano fatto esponenti di SI, dei fuoriusciti del PD e di altri gruppi che si richiamano al buonismo più spinto, sconcerta. Se ne deduce che il M5S non solo si guarderà bene dal cambiare questa politica dell'accoglienza a tutti i diseredati del mondo che vogliano venire da noi a far niente e a costarci decine di miliardi di euro per il mantenimento, ma addirittura ha in mente di incrementarla nella sua insania maggiormente.

Chiara Mente Commentatore certificato 13.05.17 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MIGRANTI LAVORATORI PRECARI PERMANENTI A BASSO COSTO...

Secondo i dati della commissione per il diritto di asilo, si possono accettare la richiesta dai 4 paesi in guerra; ;Siria, Iraq, Afganistan e la Somalia nel 2016 da 123000 richiedenti asilo solo 4800 cioè 5% provenivano da questi 4 paese.
Allora chi sono quelli che vengono e non hanno i requisiti di venire e chiedere asilo? Vengono sopratutto dal centro Africa e Marocco e Bangladesh...

Sono sbarcati quest'anno 37 mila solo in 2 giorni di pasqua 8500, 45% più del 2016 e di questi solo 3% avevano i requisiti per asilo, ma altri?
In verità c'è un vero proprio deportazione di massa dei migranti permanenti che nessuno deve essere integrato con lavoro, devono rimanere sempre clandestini da spostare dove c'è bisogno di mano d'opera a basso costo.

Spostamento di massa genera denaro ai trafficanti e successivamente che li gestisce.

Con la globalizzazione della merce prodotti a basso costo sono stati distrutti aziende Europee e sopratutto Italiane (In Italia chiudono 390 imprese al giorno tra 2015 e 2016) e tasso disoccupazione all’11,5%, di questo passo non ci sarà più il lavoro fisso ma un esercito precario a basso costo.

NESSUNO VUOLE RISOLVERE LA QUESTIONE D'IMMIGRAZIONE IN MASSA...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 13.05.17 07:34| 
 |
Rispondi al commento

c

gracia maltida Commentatore certificato 13.05.17 06:43| 
 |
Rispondi al commento

Leggete,leggete... meditate,meditate... e divulgate:

http://www.controinformazione.info/o-n-g-organizzazioni-non-governabili/#

Un saluto a tutti.
Un Esodato Super-Incazzato.

Giovanni Antonio 12.05.17 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Con l'inchiesta sulle ONG sono venuti allo scoperto.
Mattarella, con toni inediti per un moderato, ha dichiarato che la crescita dell'Italia passa per l'accoglienza immigrati.
Matteo Ricci, PD, con una faccia che farebbe scappare persino Al Capone, ha dichiarato al tiggì 3 che gli italiani devono accogliere nelle loro case gli immigrati.
E' fatta: ci hanno venduti per 30 denari.

Teresa, Bari 12.05.17 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Italy is a beautiful country and culture why it is been made take millions of people from a totally different culture and religion is a disgrace send them all back to sort out their own affairs europe cant take the whole of the world to the detriment to its safety and cultural destruction .

David 12.05.17 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

anche questo è soros (soros è Hybris):

Meta' della vita marina e' scomparsa in 40 anni
http://dorsogna.blogspot.it/2017/05/meta-della-vita-marina-e-scomparsa-in.html

hybris:
https://it.wikipedia.org/wiki/Hybris

Gino Sighicelli, Pontremoli Commentatore certificato 12.05.17 09:23| 
 |
Rispondi al commento

sul ruolo delle ong di soros in venezuela

http://www.comidad.org/dblog/articolo.asp?articolo=786

Gino Sighicelli, Pontremoli Commentatore certificato 12.05.17 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Nel 2018 l'Italia non crescerà e sarà ancora una volta l'ultimo paese dell'UE. Ormai lo dicono tutti gli economisti, italiani e non. E' inutile girarci intorno, finchè c'e' la moneta unica, finchè non recuperiamo le nostre sovranità l'Italia non crescerà MAI. Bisogna fare come i britannici col Brexit, ci vogliono i referendum. Fuori dall'euro e avanti Italexit.

Zampano . Commentatore certificato 12.05.17 08:31| 
 |
Rispondi al commento

“si aggrava la posizione di donald trump”

i pennivendoli se la suonano e se la cantano

la democrazia di questi ultimi anni è diventata una farsa totale

neppure qualsiasi potere sovrano, delegato dal popolo (secondo gli schemi di una pur fasulla democrazia rappresentativa), viene oggi più rispettato

stanno tentando di svuotare del tutto i pur già scarsi poteri delegati dai popoli

lo stesso presidente trump viene continuamente dai pennivendoli delegittimato

direttore di fbi nominato da obama, non potrebbe da trump venir destituito

una farsa totale !!!

neppure trump è più legittimato, se soros consenso non dà

se soros consenso non dà, soros pennivendoli lo attaccano

i pennivendoli strillano: è incapace, non può fare questo … non può fare quello ...

i pennivendoli dipingono la loro realtà

tutti i colori del buio li possiedono loro

nessun'altra voce può alzarsi, nessun altro colore può affermarsi
(nessuno può parlare a un vasto pubblico; soltanto soros può parlare …)

viviamo nella stesse condizioni in cui vissero i nostri avi, quando avvenne il trapasso da epoca dei comuni ad epoca dei signori

il signor soros vuol tutto il potere nelle sue sole mani
(nelle sole mani degli accoliti della sua cricca di oligarchi)

Gino Sighicelli, Pontremoli Commentatore certificato 12.05.17 08:21| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che si debba rivedere la politica dell'immigrazione. Il nostro paese è un paese cattolico, profondamente influenzato dalla nostra religione. Testimone sono le dichiarazione del papa, dobbiamo essere caritatevoli e fare del bene ai bisognosi.
Ma qui ci sono altri aspetti, siamo vittima di speculazioni attroci e nudi davanti a tanto cinismo, criminalità e sfruttamento.
Allora prima di tutto dobbiamo difendere la nostra Italia e poi, o nello stesso tempo, aiutare questi disgraziati, cacciati dai loro territori.
Spero che dopo questo approfondito articolo anche i portavoce più portati al buonismo si ricredano e si adoperino per risolvere il problema in altro modo.

Rosa 12.05.17 07:53| 
 |
Rispondi al commento

Davvero un bel post, complimenti all'autrice e a chi ha scelto di pubblicarlo.

Consiglio a tutti di leggere "Armi di migrazione di massa" di Kelly M. Greenhill, davvero illuminante.

Quale agenda serva questo piano è evidente, l'immigrazione incontrollata è chiaramente uno degli ingranaggi della globalizzazione

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 12.05.17 00:31| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamo che il parassita,speculatore Soros,contribui' ad affondare l'economia italiana durante la crisi della lira nel 1992,guadagnadoci 15 mila miliardi di lire,depauperando gli italiani per altri 45 mila miliardi di lire.Tal criminale tra l'altro(accolto con tutti gli onori da Gentiloni,alla faccia degli italiani),utilizza proprio ingenti somme sottratte agli Stati,per distruggere nazioni,etnie,culture millenarie.Il tutto con la complicità della NATO,multinazionali,e governi corrotti di stampo massonico.Infine anche il M5S ha un atteggiamento ambiguo riguardo all'invasione immigratoria,che causerà alle elezioni politiche,una pesante perdita di consensi.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 11.05.17 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dall'euro e da questo schifo di Europa!
Fronte comune di tutti quelli che ritengano essenziale la sovranità monetaria!
W l'Italia liberata da euro e traditori della Costituzione!
Poi si vedrebbe subito come ong, soros e rotte di migranti, prenderebbero un'altra strada. Ci vuole sovranità e esercitarla.
È ora che il popolo sovrano prenda le redini del carro lanciato verso il baratro.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 11.05.17 20:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono molto preoccupato dalla china che sta prendendo il movimento,non essere né di destra né di sinistra,non significa non essere in grado di prendere una posizione chiara su temi sensibili piuttosto che inseguire pervicacemente teorie semplicistiche travestendole da complicati disegni.
Sarebbe bello pensare che si possa essere tutto ;ma più spesso capita di non essere niente.
Votare per abolire la pac,o credere che Soros sia il dominus che governa flussi migratori presenti da millenni sempre nelle stesse zone,sono un insulto all'intelligenza.
Siamo progressisti o conservatori?
Siamo per uno stato laico o confessionale?
Siamo per l'Europa o per gli stati nazionali?
Questo è il mondo in cui viviamo ed è velleitario pensare di poter cambiare situazioni sedimentate e causate da secoli di storia spaccando tutto e dicendo da domani va in quest'altra maniera.
Le rivoluzioni normalmente portano al potere i mediocri.
Io sono laico,progressista ed europeista,e voglio stare in una forza politica che mi rappresenti.
Anche perché se avessi paura dell'uomo nero saprei a chi rivolgermi.
Temo che se andiamo avanti così ci schiantiamo,sempre che non lo abbiamo già fatto.


Nell'antichità si aveva la retorica, nell'Occidente si ha il giornalismo e, invero, al servigio di quella cosa astratta che rappresenta la potenza della civilizzazione, il danaro.

Oswald Spengler

Il tramonto dell'Occidente

http://bit.ly/2qwsg2R

id &as Commentatore certificato 11.05.17 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"La Libia tenta di emulare la Turchia?"
E' una domanda più illuminante di qualsiasi spiegazione.
Come la Turchia nel 2015 ricattò la UE con la minaccia di invasioni programmate, ottenendo i famosi 6 miliardi di euro all'anno, così la Libia sta facendo altrettanto ma ..chi è il regista dell'operazione-ricatto migranti? Turchia e Libia sono dei meri esecutori; la mente è un altra, è la stessa che finanzia e arma ISIS.

Pier 11.05.17 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Moas, tutti i misteri del fondatore della Ong

http://bit.ly/2q7nt6K

id &as Commentatore certificato 11.05.17 18:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

occorre RICORDARE alle ONG il loro dovere sociale che si sono VOLONTARIAMENTE dati - quindi loro si devono fare carico del migrante su tutto il percorso - non solo nella traversata che è il male minore - anzi al posto di spendere enormi cifre per mantenere le navi spendere una gran parte nel luogo di partenza ( scuole professionali - micro credito ecc..) al modo di non obbligare a partire - una parte nelle città di arrivo e transito al modo di creare un rifugio temporaneo sicuro ove i migranti possano sopravvivere dignitosamente (mezzogiorno viene per tutti - quanti sono costretti a perdere la dignità per mangiare? senza contare quelli che vengono macellati per fornire organi ai trafficanti) se i punti deboli sono la partenza e l'arrivo è lì che devono operare le ONG -

giorgio s. 11.05.17 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Comunque i magistrati di Catania e Trapani devono essere più decisi, non possono dire cose e poi continuamente fare passi indietro. Decisi, il popolo è con voi! Capisco che il PD e Ren-zi sono dei delinquenti e possono stroncarti la carriera se dici cose a loro sgradite, però un pò di coraggio in più... Forza...gli italiani sono con voi!

simona verde Commentatore certificato 11.05.17 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Era il 2015

http://tinyurl.com/kajo8ro/www.barenakedislam.com/2015/10/31/hungarian-prime-minister-accuses-george-soros-of-stoking-the-muslim-invasion-to-weaken-europe/

undefined 11.05.17 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Più alleati che possiamo trovare per combattere le strane macchinazioni di Soros, meglio è

http://tinyurl.com/kajo8ro/itmakessenseblog.com/2017/04/30/hungarys-prime-minister-says-george-soros-has-ruined-millions-of-lives/

undefined 11.05.17 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo una proposta seria come movimento per ripristinare sull'immigrazione la sovranità nazionale rispetto all'europa. L'immigrazione non è sostenibile per il ns paese ad alto tasso di disoccupazione e con la maggioranza dei giovani costretti ad emigrare. Il falso "buonismo" fa solo schiavi quelli che arrivano e quelli che già ci sono: ovvero non serve a nessuno in generale ma solo ad arricchire quei soliti pochi e noti (siano singoli o organizzazioni).

FRANCO RAGAZZINI 11.05.17 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che questo documento è illeggibile perché troppo tecnico e lungo, (sarebbe stato meglio scrivere una sintesi che spiegasse meglio i collegamenti tra le azioni di questa società e le migrazioni di massa e i loro effetti) è indubbio che adesso tutto è molto chiaro.
Non capisco perché non venga convocato il direttore di questa società dalla commissione che si occupa di questo tema.

Gianluca C., Rimini Commentatore certificato 11.05.17 16:20| 
 |
Rispondi al commento

La Le Pen ha dichiarato che il M5S è favorevole all'immigrazione.
In base ad alcune scelte politiche si potrebbe pensare che abbia ragione.
Cosa dobbiamo pensare noi cittadini visto la mancanza di una chiara, pubblica presa di posizione?
Il punto cruciale è perchè nessuno dice alla popolazione italiana fino a quando sarà permessa questa invasione. Intanto i nostri giovani emigrano.
Non vorrei che la politica tutta ci facesse rimpiangere Ben.
Quando ragione non vale forza prevale.

bruno 11.05.17 16:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando ritorniamo in piazza a PROTESTARE contro questo governo spazzatura che sta annientando il nostro paese?

Donatella davanzo 11.05.17 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo anche questa interessante analisi dell'Avv. Marco Della Luna:

http://www.libreidee.org/2016/09/falsa-morale-e-veri-interessi-da-chi-pilota-limmigrazione/

Giovanni Antonio 11.05.17 15:29| 
 |
Rispondi al commento

E BRAVO SOROS!!!
E ora che sappiamo tutto dove andiamo a finire? io lo so che questa invasione controllata e pianificata nel tavolino ha la mira della pulizia razziale italiana che vuole l'Europa! ci vogliono cancellare per sositutirci coi islamici che portano cultura islamica a tutela delle banche che fanno affari coi ebrei. E noi spariamo dalla circolazione sostituiti da questa gente che la Boldrina e il Papa vogliono nel suolo italico!
LO VELETE CAPIRE CHE DOBBAIMO DIFENDERE LA RAZZA ITALIANA?
COSA VI OCCORRE ANCORA PER MANDARE L'ESERCITO?
Basta con questi post di spiegazione! passiamo all'azione!!!!
In alto i Cuori e fuori la voce!!

max m., Otranto Commentatore certificato 11.05.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggete,leggete...meditate,meditate...

http://www.controinformazione.info/denuncia-del-presidente-regione-veneto-zaia-1-milione-di-africani-in-arrivo-sono-una-follia/

http://www.controinformazione.info/immigrazione-di-massa-come-arma-geopolitica/

Giovanni Antonio 11.05.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Davvero incredibile ! E bravo soros! Il suo sembra un programma ideato gestito e propagandato da una associazione segreta massonica... o carbonara !! Chissà perché non gli é mai venuto in mente di uscire allo scoperto e presentarsi con i democratici alle presidenziali USA INSERENDO NEL SUO PROGRAMMA, quanto qui letto: in pratica RIEMPIRE LA NAZIONE DI MIGRANTI E POI ASSISTERLI DIRETTAMENTE A SUE SPESE E/O A SPESE DEI CITTADINI CHE LO AVESSERO VOTATO ? Insomma: Dov'è la legalità ed il rispetto della legge dei singoli stati in questo programma "benefico/massonico" ? In alternativa... perche' non, sbarca i suoi migranti... presso... la meravigliosa, tollerantissima e magicamente anarchica "isola che non c'è" ?

Umberto Tordone Commentatore certificato 11.05.17 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Qui anche articolo 2 e 1

https://www.google.it/search?q=Le+ONG+umanitarie+(3).George+Soros+e+la+crisi+europea+dei+rifugiati

undefined 11.05.17 14:43| 
 |
Rispondi al commento

e questa

http://tinyurl.com/lrbc9xf

undefined 11.05.17 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Basta con i discorsi, iniziamo a comportaci come i giapponesi, difendiamo l'Italia respingendo gli invasori, non parli,respingiamo con questa gente,mettiamoli in condizione di andarsene perchè nessuno li aiuta. Questa è una guerra tra due visioni del mondo, se vincono loro tutta la nostra vita , cultura, arte, sono perse. Difendiamo i valori dell'Occidente e blocchiamo l'islamizzazioine dell'Europa.Ricordiamo i Principi Cristiani che cacciarono gli arabi dalla Spagna!

Cesare D., Firenze Commentatore certificato 11.05.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento

E' sparito l'articolo online, questa e' la cache

http://tinyurl.com/kta5bj6/www.lastampa.it/2017/05/08/blogs/underblog/le-ong-umanitarie-george-soros-e-la-crisi-europea-dei-rifugiati-lUXdzDA34LL0FRK7KrUrrI/pagina.html

undefined 11.05.17 14:10| 
 |
Rispondi al commento

OSEREI DIRE CHÉ QUESTA INVASIONE INCREMENTA LA RABBIA E LA FAME. ...GLI ITALIANI DICONO BASTA

ANNA TUZZOLINO, Trino Commentatore certificato 11.05.17 14:09| 
 |
Rispondi al commento

se poi qualche altro agguerrito procuratore avesse voglia di indagare un po sulle varie associazioni che quotidianamente da ogni dove chiedono soldi ai generosi cittadini.....ecco...se qualcuno lo farà ne usciranno fuori delle belle...un abbraccio

silvana ., genova Commentatore certificato 11.05.17 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Mattarella ha detto apertamente che abbiamo bisogno degli immigranti(dall argentina), lo ha anche affermato la Boldrini. Stiamo ancora a cercare di capire se questo flusso è sopportato dalle istituzioni italiane e non?? Basta prendersi in giro! Questo è un piano studiato a tavolino ed ora lo stanno attuando. Fatevene una ragione.

undefined 11.05.17 13:18| 
 |
Rispondi al commento

1
Ci ammazzano la democrazia. I nostri diritti stanno franando rapidamente giorno per giorno. E’ una distruzione metodica e mirata di un cinismo e di un’avidita’ spaventosi, che sta passando rapidamente nell’ignoranza voluta e indotta della massa attraverso l’imbonimento solido e distrattivo dei media e dei male-intenzionati.
Rendiamocene conto: nel sistema liberista non esistono i diritti dei cittadini o gli scopi alti di una Nazione, troviamo solo: gli squali del mercato, le merci e gli acquirenti.
Non ci sono i cittadini, ci sono solo “i compratori”, come disse Berlusconi una volta.
Il business di pochi pretende di controllare tutto e soverchiare tutti in nome del solo guadagno di quei pochi, usurpando ogni criterio di cautela e di civilta’.
La concezione aziendalista e’ distruttiva dei valori che fondano uno Stato democratico e cozza con tutti i valori etici su cui dovrebbero basarsi: una scuola pubblica, un ospedale pubblico, un treno, una strada, un ponte, un servizio d’ordine, un sistema bancario…uno qualsiasi dei servizi e delle funzioni per tutti che danno allo Stato il diritto “morale” di esistere come Stato democratico. Ed e’ per avere quei diritti e quei servizi che noi rinunciamo a parte della nostra liberta’ per assoggettarci alle leggi, pagare tasse, accettare delle regole di convivenza, subire sanzioni….
Il diritto etico di uno Stato e la sua sopravvivenza si basano su un patto storico molto esplicito in cui uno Stato, inteso come Potere e Apparato, ci danno “servizi”, sicurezza e diritti in cambio di ubbidienza, partecipazione e contributi. Ove questo patto venga a rompersi, ove i diritti scompaiano e i servizi si mercatizzino, lo Stato si svuota di ogni sua ragione di essere, cade la sua ragione sociale, si passa dalla democrazia alla dittatura, e la ribellione e’ giusta e necessaria.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.05.17 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Finiamola con questa cazzata che in Italia non si fanno figli, nella mia città ogni cinque metri io incontro un passeggino col bimbo dentro, e tra poco aspettiamoci la notizia che i figli aumentano grazie agli spermatozoi di Renzi. Chi giustifica questa accoglienza selvaggia con la bassa natalità è un imbecille, qui stiamo svendendo la nostra terra, la nostra cultura, la nostra civiltà a orde di disperati che a guardarli bene tanto disperati non mi sembrano davvero. La verità è che l’Europa ci ha lasciati volutamente soli e noi rispondiamo “signorsì”.

Franco Mas 11.05.17 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo 11.05.17 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Cave asinus
Dal 2011 fino al commissariamento dell’11 febbraio 2015 il papà del minsitro Boschi, Pierluigi, faceva parte del Cda Etruria. Non appena la figlia Maria Elena diventa ministro, il papà diventa vicepresidente della Banca. Se il conflitto d'interessi non fosse ancora troppo: il ministro è azionista e il fratello è dipendente.
La Banca Etruria viene poi commissariata per un buco di 3 miliardi, sei volte il suo patrimonio netto, ma le obbligazioni subordinate vengono ancora scaricate sugli ignari risparmiatori.
A varare successivamente il decreto "Salva banche" c'era tra gli autori anche il ministro Boschi. In quel decreto c'era una norma, ribattezzata da molti osservatori come “salva-banchieri” (articolo 35, comma tre), in base alla quale venne reso più complicato per gli azionisti truffati chiedere risarcimenti ai manager e dunque – in quanto manager – a papà Boschi. Uno scudo legale per gli ex amministratori e l’impossibilità, per azionisti e obbligazionisti truffati, di rifarsi. Difatti, gli ex amministratori delle banche bollite ne sono usciti praticamente indenni mentre tra gli ex dipendenti ed i risparmiatori lasciati senza più un soldo è scoppiata la proverbiale "guerra tra poveri".
A seguito di un'ispezione della Vigilanza della Banca d’Italia condotta tra il novembre 2014 e il febbraio 2015, nel 2016 a papà Boschi viene comminata una multa di 130 mila euro. Ma papà Boschi già nel 2014 era stato colpito da una sanzione di 144 mila euro e sempre a causa della sua quantomeno spensierata gestione di Banca Etruria: “Carenza organizzazione e controlli interni, carenza gestione e controllo del credito, violazioni in materia di trasparenza, omesse inesatte segnalazioni”. In pratica non fece nulla di quello che doveva fare.
In un Paese civile tutto questo sarebbe più che sufficiente per far sloggiare il ministro Boschi e più in generale tutto il Clan Etruria che era ed è al governo.

sege sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.05.17 13:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora che il cerchio si stringe e chi rubava la marmellata è stato scoperto con tutte le dita sporche, la nuova parola d'ordine è negare.
Negare tutto: la malvagità delle riforme, la distruzione dei diritti del lavoro, il fascismo delle leggi, la complicità coi delinquenti, la protezione delle banche, l'impunità dei più ricchi, la mafia politica, la perdita di ogni ideologia, l'egoismo più smaccato, l'omertà di casta, il genocidio di intere generazioni presenti e future, la rovina di un Paese.
Negare, negare, negare. Basta dire "non e’ vero" e tutto scompare. Tutto torna normale, come sempre. Così almeno credono i politici idioti e i loro cloni.
Ma davvero basta negare e il mondo continua a girare come vuole il potere?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.05.17 12:55| 
 |
Rispondi al commento

La politica sull'immigrazione va cambiata.
Alla luce di questa realtà, dobbiamo trattare il problema da un altro punto di vista.
Questa invasione va combattuta come fa la Spagna.
Se si hanno le possibilità per fare della carità, aiutare gli altri, ben venga, ma non come stiamo facendo ora.
Prima di tutto dobbiamo difendere noi stessi e poi pensare ai poveri perseguitati.

Rosa 11.05.17 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Vi rendete conto che il furto in Italia non è punito perché Renzi ha depenalizzato ben 120 reati, in pratica tutti i reati fino ai 5 anni di pena? E che addirittura se uno commette un efferato omicidio, se chiede il rito abbraviato, ottiene solo un terzo della pena? il che vuol dire che l'ergastolo non viene dato a nessuno. Ma cosa hanno fatto della certezza della pena?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.05.17 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono orgogliosissima per il fatto che il M5S abbia voluto affrontare questo argomento (intoccabile data l'ipocrisia che regna in Italia).
Per quel che può valere sappiate che avete TUTTA la mia stima.
Grazie M5S !
Forza e Coraggio, SEMPRE !
AVANTI COSI'!
Con affetto :)

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 11.05.17 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

soros, il papa, l'€pa, trump......fanno i loro affari & politiche, noi abbiamo delegato e votato il nostro governo per risolvere i problemi degli italiani, è il nostro governo l'anello debole e molto peggio è l'artefice dei nostri problemi, a qualsiasi livello. occorre eliminarlo in qualsiasi maniera !

mario di genova 11.05.17 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Il sospetto ( ormai certezza) che vi fossero delle cose poco chiare sull'ondata di migranti che si è riversata e si sta riversando in europa dopo le primavere arabe personalmente l'ho sempre avuto.
Leggere queste cose fa ancor più male.
La direzione in europa però rimane chiara, i dettatori di direttive in tema economico (quando c'è da aggiustare 0,3% del pil sono sempre presenti), stanno alla larga dal problema migranti o meglio lo guardano dall'alto e lo lasciano ai paesi del mediterraneo (italia e grecia).
Non vi è parola sul come questi dovrebbero integrarsi o come vivranno quando i finanziamenti saranno tagliati.
Non vi è parola sull'impatto che avranno nelle comunità dei nostri paesi.
Non vi è una parola su come questi senza lavoro potranno contribuire al famigerato aumento del PIL decantato dai favorevoli all'immigrazione come medicina per la nostra società vecchia.
Se è vero che abbiamo bisogno di forza lavoro come mai abbiamo oltre l'11% di disoccupati?Inoltre la maggioranza di questi disoccupati sono proprio i nostri giovani..
Qualche risposta chiara e precisa su questi punti risolverebbe molti problemi.

Luca S. 11.05.17 11:56| 
 |
Rispondi al commento

"Tenendo anche conto dell’invecchiamento della popolazione in Occidente, specialmente in Europa, e della bassa natalità, aprire le porte agli immigrati è essenziale per il sistema economico-finanziario e per l’élite che lo governa di cui Soros è uno dei fulcri...".

Penso che il succo del lungo post della signora Bruzzone sia qui. La liberalizzazione dei capitali iniziata con Reagan e proseguita con la Thatcher e Ciampi, cui è seguita la fissazione del cambio intracomunitario prima con il Sistema Monetario Europeo e poi con l'Euro, scarica gli squilibri macroeconomici tra i diversi stati della UE sul lavoro, quindi sul salario. Per evitare che le pretese dei lavoratori, privati di parte del loro salario, possano assumere la forma di movimenti di protesta non controllabili, è necessario importare manodopera a basso costo, che faccia concorrenza al ribasso ai lavoratori nazionali.


Alberto.

Alberto O., Bergamo Commentatore certificato 11.05.17 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Dopo essere stati presi per cattivi visionari perché avevamo intuito senza bisogno di prove, finalmente la conferma: si tratta di immigrazione forzata.
Cui prodest? A chi giova?
Adesso è più chiaro.
Una domanda: anche il Papa sapeva del progetto onnipotente (non di Dio ma di Soros) eseguito a suon di milioni di dollari per promuovere/indurre milioni di popoli ad emigrare in Europa per fini di business?

Pier 11.05.17 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hanno salvato 4 banche di malviventi, non hanno punito nessuno dei responsabili, non hanno fatto nessuna norma per evitare in futuro crolli simili, non hanno chiuso in alcun modo i crediti incontrollati a utenti non solventi, non hanno frenato l'uso smodato di prestare soldi a go go ai politici e ai loro amici, non hanno responsabilizzato penalmente i dirigenti disonesti, non hanno costretto gli organi di controllo a controllare meglio o a tutelare in modo serio gli utenti; non hanno voluto che si pubblicassero i nomi dei debitori più grossi per tutelare la loro 'privacy', non li hanno spinti, nemmeno De Benedetti o la Marcegaglia, a rendere quanto hanno ricevuto pena il sequestro dei beni; hanno fatto una legge salvabanche che serve solo a salvare i bancari disperati e malviventi e soprattutto le banche di famiglia, rovesciando sui risparmiatori ogni danno; hanno regalato a queste banche 20 miliardi che faranno pagare a noi con nuove tasse...
Nardella blatera che "non ci sono prove"!!
Ma di quali prove hanno bisogno ancora per dimostrare al mondo che hanno agito illecitamente, con dolo, il modo delinquenziale, contro ogni spirito di giustizia e contro il bene di questo Paese????

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 11.05.17 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Da voi non mi aspettavo che ometteste che Soros è " di origini Ebree e nato in Ungheria " non solo di origini ungheresi. Altrimenti come si spiegherebbe che ha fatto tutti sti soldi e ha causato l' attacco alla Lira nel 1992.

Diego Rimini 11.05.17 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUORI TEMA:
guardatevi il video di Spazzatura Tour di Franco Bechis e vi renderete conto che enormità di balle sono disposti a raccontare, pur di screditare la Raggi e il Movimento.
Dobbiamo compatire le fobie del rignanese ma oggi anche il NYT fa articoli per l'emergenza rifiuti a Roma. Tutto questo è vergognoso.
https://www.facebook.com/francobechislimbeccata/

Rosa 11.05.17 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno sa di cosa hanno parlato soros e il premier?

Enore D. Commentatore certificato 11.05.17 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori